the woodsman - il segreto regia di Nicole Kassell USA 2004
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

the woodsman - il segreto (2004)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film THE WOODSMAN - IL SEGRETO

Titolo Originale: THE WOODSMAN

RegiaNicole Kassell

InterpretiKevin Bacon, Kyra Sedgwick, Mos Def, Benjamin Bratt, David Alan Grier, Eve, Kevin Rice, Carlos Leon, Hannah Pilkes

Durata: h 1.27
NazionalitàUSA 2004
Generedrammatico
Al cinema nel Gennaio 2005

•  Altri film di Nicole Kassell

•  Link al sito di THE WOODSMAN - IL SEGRETO

Trama del film The woodsman - il segreto

Dopo aver scontato dodici anni di galera, Walter torna nella sua cittadina natale, e cerca di ricostruirsi una vita. Affitta un piccolo appartamento di fronte ad una scuola elementare, e si cerca un lavoro come custode in un deposito, ma pian piano i fantasmi del passato riaffiorano...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,74 / 10 (82 voti)6,74Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su The woodsman - il segreto, 82 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

DogDayAfternoon  @  11/08/2019 16:00:46
   5½ / 10
Tratta un argomento difficile in maniera troppo superficiale e banale; la visione risulta piuttosto piatta, ma il cast se la cava comunque bene ed è la nota più positiva di questo film.

Thorondir  @  21/07/2019 23:31:01
   7 / 10
Film basico per un dramma intimista che indaga l'anima del Bacon pedofilo, tra giusti pregiudizi sul lavoro, la difficoltà di dimenticare ed esorcizzare il passato, rifuggire dalle pulsioni e rifarsi una vita. La regista si limita a seguire un Bacon in stata di semi-grazia, puntando molto sul mood drammatico, le musiche coinvolgenti e alcune interessanti scelte di montaggio. Un film interessante, forse un po' da facile sentimentalismo nella seconda parte, dove si lascia dietro un po' un senso di incompiutezza.

Invia una mail all'autore del commento DarthCloud23  @  25/01/2017 10:48:19
   6½ / 10
Non male. Storia abbastanza originale e Bacon molto bravo. Ho apprezzato il fatto che il film non abbia dato un giudizio sul protagonista, limitandosi a raccontare una storia difficile...

DarkRareMirko  @  01/11/2016 22:23:10
   7 / 10
Vale di sicuro per Bacon, bravo ed intenso, e ci ho visto pure più di un punto in contatto con The machinist - USCITO LO STESSO ANNO !!!! - (atmosfera, luogo di lavoro, il protagonista malvisto, ecc.).

Vicenda scomoda e delicata, bel cast di contorno (spicca sempre Shannon), personaggi ben caratterizzati, regia funzionale e perlomeno il protagonista non risulta odioso sino in fondo, anzi, gli autori han quasi cercato di dare al tutto un discutibile velo di comprensione/redenzione.

Carino, non delude neanche a rivederlo.

Crabbe  @  18/08/2016 08:53:51
   6 / 10
Complessissimo portare su schermo la storia di un pedofilo.
La Kassel ci prova, i risultati sono altalenanti.

Grande prova di K.Bacon.

InvictuSteele  @  12/11/2015 15:52:37
   7 / 10
Un buon film con un'ottima regia e uno strepitoso Kevin Bacon nella parte del pedofilo diviso tra sensi di colpa e nuove pericolose tentazioni. Tutto scorre bene e si crea una certa empatia con i due personaggi principali anche se a tratti manca qualcosa, probabilmente profondità psicologica. Il tema è delicato e sarebbe potuto essere approfondito maggiormente. E' mancato il coraggio ma va comunque bene.

Ciaby  @  04/02/2015 12:47:48
   3½ / 10
Qual è la cosa peggiore che può fare un film che vorrebbe trattare un argomento scabroso e, allo stesso tempo, commuovere lo spettatore facendolo empatizzare con il personaggio principale?
Scadere in superficialità.

steven23  @  07/10/2013 20:44:04
   7½ / 10
Fatico a immaginarmi le difficoltà che si possono incontrare nel girare un film su una tematica tanto delicata. Kassell mostra grande maestria ma, soprattutto, grande tatto e narra la storia con precisione e dovizia, senza mai scadere nel banale o in situazioni dalle quali poi, risulterebbe complicato uscirne. Ad aiutarlo un buon cast sorretto dalla prova strepitosa di Bacon, qui pedofilo che dopo aver scontato dodici anni di galera cerca di ricostruirsi una vita. Il percorso per la redenzione sarà lungo e culminerà con una delle scene più intense del film

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  27/10/2012 15:00:39
   6½ / 10
Il protagonista è decisamente ben caratterizzato: un pedofilo diviso tra senso di colpa e rischio di ricadere nell'abuso, un "mostro" costretto a nascondersi tra la gente. La prova di Bacon è strepitosa. Tutto il resto funziona meno, nel momento topico sembra mancare decisamente qualcosa. Coraggio? Forse. C'è una certa sensibilità nell'affrontare l'argomento, ma nessuno mi toglie dalla testa quella bambina nel bosco con il cappotto rosso: la sequenza più banale del secolo, una caduta di stile che rovina tutto quanto di buono fatto fino a quel momento. Non male, ma sull'argomento ci sono registi che hanno osato decisamente di più.

C.Spaulding  @  10/08/2012 12:42:42
   7 / 10
Mi è piaciuto questo film. Un dramma sul delicato tema della pedofilia. Straordinario Kevin Bacon che qui ci regala un'intensa e ottima interpretazione. La storia di un uomo che deve combattere contro la sua orribile natura e che cerca in tutti i modi di reprimerla. Un film che fa riflettere. Molto lento ma mai noioso. Sicuramente una pellicola molto intensa che va vista. Consigliato.

elmoro87  @  27/04/2012 18:08:33
   6½ / 10
Ottima interpretazione di un grande Kevin Bacon in un film a tinte grigie, incentrato sul problema della pedofilia e che fa storcere il naso per i suoi contenuti dall'inizio alla fine. Anche se il ritmo è molto lento, il film non annoia, ma fa enrtrare nell'animo del protagonista che combatte tra istinto e tenacia. Solo una bambina saprà aprirgli gli occhi, proprio raccontandogli le sofferenze patite... Bel film, triste e maldigeribile, ma molto ben fatto.

gemellino86  @  22/03/2012 10:47:48
   8 / 10
Intelligente film che fa riflettere con un grande Bacon. Regia solida e storia narrata con precisione e perspicacia. Tenero e interessante spaccato di vita di un uomo.

maitton  @  28/09/2011 12:17:56
   6½ / 10
un film dall'argomento delicatissimo, girato secondo me con molta attenzione ai particolari e senza mai scadere nel banale.
complimenti al regista.
per una volta, l'intera faccenda viene vista dalla parte del "malato", e kevin bacon, secondo me uno dei migliori attori degli ultimi 20 anni, e'l'ideale per ricoprirne il ruolo.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  18/02/2011 11:13:54
   7½ / 10
Nicole Kassell firma il suo esordio alla regia con un film drammatico e difficile da gestire in maniera sobria ed equilibrata. La regista ci presenta Walter, pedofilo in libertà vigilata che tenta di reinserirsi nella società. Walter è pieno di sensi di colpa, è il mostro che tutti additano come tale, è isolato; nemmeno il terapista lo aiuta e i colleghi, una volta scoperto il suo trascorso, cercano solamente di escluderlo. Solo l'amore da parte di una donna, anch'essa sola e anch'essa in passato vittima di abusi, riuscirà a far brillare ancora un po' gli occhi di Walter. Ma la sua redenzione dovrà arrivare con lo scontro diretto con una potenziale vittima.
Ottimo Bacon, brava Kyra Sedgwick e buona regia.

2 risposte al commento
Ultima risposta 20/02/2011 10.31.47
Visualizza / Rispondi al commento
piripippi  @  04/02/2011 17:01:09
   7½ / 10
dal punto di vista strutturale è un gran bel film, ma dal punto di vista umano lascia molto da riflettere. non so se il regista abbia cercato di trovare un lato buono in queste persone che soffrono di quest'assurda malattia o abbia voluto giocare sul coinvolgimento emotivo della storia sta di fatto che toccare l'argomento pedofilia e un po come camminare su un filo spinato.avevo molta repulsione per il personaggio e nonostante un vago tentativo di riabilitazione non sono riuscito a toglierlo.gli attori sono bravi nulla da dire ed il film è costruito bene ma non consiglio di vederlo a tutti

dobel  @  17/12/2010 20:04:23
   6½ / 10
Credo sia uno di quei film che non si impongono ad una prima visione. Intendiamoci: non è nulla di straordinario, ma Bacon è ottimo e tratta un tema molto sui generis. Tutto sommato una operazione positiva che avrebbe potuto essere migliore ma anche molto peggiore.

cesarino  @  03/11/2010 18:01:47
   3 / 10
non si puo mettere un voto alto solo per l'argomento e l'ottima prova dell'attore! è un film piatto, monotono, non ci sono sorprese! non c'è una minchia x cui si possa dire andate a vederlo!!!!!!

Lory_noir  @  05/10/2010 12:30:51
   5 / 10
Mi è sembrato statico per tutta la durata e troppo veloce alla fine. La prospettiva del film sarebbe stata originale e interessante se fosse stata realizzata in modo migliore, mi è piaciuta solo la scena della "lite con se stesso".

Invia una mail all'autore del commento s0usuke  @  28/07/2010 00:20:01
   7½ / 10
Delicata e profonda pellicola di Nicole Kassell che non cade nel facile e torbido errore di muovere compassione per il "sinistro" protagonista. Il personaggio di Bacon ha giustamente problemi ad reinserirsi in un contesto sociale che ormai lo ripudia. Forte in lui è il dubbio di essersi o non essersi "sanato" da ciò che la convenzione morale giudica abominevole. Le redini della storia sono lasciate nelle mani di un finale che tanto può essere inverosimile quanto almeno non banale: Walter ha coscienza dell'orrore che ha commesso soltanto vivendolo in terza persona nell'intensa e commovente (inaspettata) confessione della piccola Robin...apparentemente molestata con continuità da suo padre. Magari è un punto di partenza...

Marga80  @  27/07/2010 21:00:33
   6½ / 10
Film assai riflessivo e introspettivo che affronta un tema assai delicato e che ritengo sia difficile da approcciare.
Molte le domande che ti poni mentre lo vedi ma penso siano ancora poche le risposte.

Febrisio  @  10/11/2009 21:43:58
   7 / 10
4Q:
Quanto una persona può cambiare?
Quanto contano i pregiudizi?
Quanto una persona può reprimere ciò che ritiene la sua normale natura? (ma ritenuta diversa per la società)
Quanto pesa il passato e di conseguenza il presente?

Questo segreto non racchiude un film grandioso, ma resta comunque un buon e umano punto di partenza per esporsi a parecchie domande. A voi le risposte... sempre che ci siano e che le troviate... merita per questo...

Invia una mail all'autore del commento Clint Eastwood  @  19/09/2009 23:57:48
   6½ / 10
Argomento non banale quello della pedofilia specialmente quando lo è/era il protagonista stesso nel film, che dopo aver scontato la pena di aver molestato due ragazzine, rilasciato in libertà condizionata alle prese con una nuova vita da affrontare : lavoro, amici, ecc. E la domanda è se ce la farà o no a resistere a non commettere qualche nuovo guaio.
La prima nota va a Kevin Bacon che offre un'interpretazione più riuscite della sua carriera. Il film è abbastanza lineare senza grandi grossi colpi di scena che cerca di approfondire il personaggio, le cause, i motivi, al fine di dimostrare che non tutti sono uguali e che ci sono eccezioni (personamente ne dubito).

Guardabile.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

calso  @  03/08/2009 16:40:01
   7 / 10
Film veramente bello, con un Bacon eccellente...toccante e coivolgente per l'intera durata del film

bulldog  @  15/07/2009 23:29:20
   6 / 10
Tema troppo difficile da trattare.
Regia poco coraggiosa,ottimo Bacon.

topsecret  @  21/01/2009 17:20:18
   7½ / 10
Un film interessante con tematiche difficili ed attuali. Un Kevin Bacon straordinariamente intenso e soffocante, perfettamente calato nel ruolo, riesce a far riflettere.
E' una pellicola che merita di essere vista.

Gruppo COLLABORATORI peter-ray  @  14/10/2008 18:54:31
   7 / 10
Trama dalle argomentazioni forti e ben costruita
di sicuro fa riflettere e merita dunque di essere visto.

Gruppo COLLABORATORI Zero00  @  15/07/2008 19:02:18
   7 / 10
Film che mi è piaciuto molto per atmosfera, prove attoriali (Bacon gigantesco) e resa. Niente di che dal punto di vista visivo, affronta un tema delicato e forte e lo fa senza cadere nel retorico (secondo me)

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Aliena  @  28/04/2008 22:59:13
   5½ / 10
il tema scelto è veramente forte
e decisamente mal indagato e congetturato
kevin bacon dà una prova attoriale che ricoirda
un discreto compitino ordinato consegnato in tempo alla maestra
sfortunatamente (o per fortuna) il soggetto da interpretare
era troppo grande anche per lui


ah la moglie di bacon è inguardabile sia come donna che come attrice..

steda  @  02/03/2008 12:07:00
   6½ / 10
Mauri206  @  10/11/2007 01:06:50
   6½ / 10
Premessa su Kevin Bacon: vero attore professionista in grado di accettare ruoli secondari in altri film e primari ma difficili come in questo. Risultato: non ha mai sbagliato un film. L'assai meno modesto e piu' "catellonistico" Tom cruise invece qualche cappella ne ha fatta...........nulla di piu' ingiusto.

Io nella trama mi aspettavo molto di piu'........ cioe' si vede subito che il regista tratta l'argomento eccesivamente con i guanti bianchi e la vicenda e troppo soft. Dall' inizio del film il protagonista esce dal carcere gia' praticamente guarito dal suo passato. Che poi per sua stessa ammissione oltretutto non e' mai stato un violento ed i suoi tentativi di abbordaggio risultano di una romanticheria quasi toccante. Tutto molto innoquo insomma e percio' alla fine rimangono assenti le emozioni che ragionevolmente per il tema trattato si aspettano un po fortine. Io insomma un rapimento me lo aspettavo.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  15/10/2007 12:10:14
   7½ / 10
Tema non facile da trattare la pedofilia, ma la Kassell è estremamente abile a mettere una certa distanza tra noi ed il protagonista principale. Kevin Bacon (uno degli attori più sottovalutati al mondo), è maiuscolo nel rendere credibilità ad un uomo costantemente sul filo del rasoio, diviso fra i suoi demoni personali in continuo agguato ed il suo difficile reinserimento nella società.

bastet1973  @  05/09/2007 14:41:48
   8 / 10
un bel film su di un argomento molto spigoloso e difficile. in questo film il regista tenta di fornire un punto di vista diverso e controverso, quello del molesatore, che sa di fare una cosa sbagliata, che desidera essere "normale" ma non sa come fare e nè il perchè di questa sua devianza

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
L'epilogo non è un lieto fine vero e proprio, i dubbi rimangono, poche le certezze tranne una grande interpretazione di bacon!

MGS97  @  07/07/2007 14:38:37
   1 / 10
Uno dei film più brutti che abbia mai visto in vita mia. Noioso, lento, fatto male quindi stupido, pesantissimo e lo ripeto noiosissimo..inutile!!!....come hanno avuto il coraggio di metterlo nei cimena non lo so. In sala ci eravamo addormentati tutti.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR kubrickforever  @  22/04/2007 19:15:40
   6 / 10
Film con un tema difficilissimo da trattare che in parte riesce ed in parte no. Premio il coraggio del regista, anche se alla fine il film mi ha lasciato con l'amaro in bocca senza che mi abbia convinto del tutto. Ottima la prova di Bacon.

The Monia 84  @  17/02/2007 08:24:41
   9 / 10
Un film come questo riesce a far riflettere. e non solo per quando riguarda la tematica del film. Ma anche per quanto riguarda i particolari poco definiti.
Si è sempre pronti a colpevolizzare gli altri, ma non si è mai capaci di giudicare il male che c'è in noi stessi: la vita non è solo bianco e nero, ci sono tante, tantissime sfumature di grigio.
Il male cova nell'animo umano, esattamente come il bene, perchè essi sono complementari. Non c'entrano ne il denaro, ne la religione, ne la propria indole affettiva. Siamo nati per ammazzare, distruggere, fare guerre e rendere questo pianeta un inferno. Cosi, allo stesso modo, siamo fatti per amare.
Kevin Bacon da Oscar.

norah  @  16/11/2006 10:59:45
   5½ / 10
Film su un tema delicato che poteva essere sviluppato sicuramente meglio,purtroppo la sceneggiatura é un po'deboluccia.
Bacon é uno dei miei attori preferiti,e anche in questo caso ci fornisce un' ottima prova delle sue capacità.

mainoz  @  30/10/2006 10:39:48
   7½ / 10
Straordinaria l'interpretazione di Kevin Bacon, di grande impatto emotivo le scene con la bambina nel parco..davvero emozionante

lupin 3  @  19/10/2006 15:34:49
   3 / 10
Un film con una storia che non regge in piedi...
Lento,noioso,pesante...

5 risposte al commento
Ultima risposta 22/10/2006 09.26.54
Visualizza / Rispondi al commento
sweetyy  @  19/10/2006 13:53:02
   5½ / 10
Bacon ha interpretato benissimo la parte,però il film è troppo lento e ripetitivo,le scene al lavoro,gli incontri con la collega di lavoro ecc.. Peccato!
comunque è un film che fa riflettere!

Gruppo REDAZIONE K.S.T.D.E.D.  @  29/09/2006 01:08:32
   7 / 10
E' il mondo che tende a non offrire una seconda possibilità? è la gente ormai colma di pregiudizi che rifiuta chiunque sia macchiato da errori precedenti? un uomo reo di determinati crimini è costretto non solo ad essere emarginato ma anche a dover subire la violenta rabbia della gente.

Perchè una persona non dovrebbe poter odiare un uomo che ha commesso simili reati? in realtà quest'ultimi meriterebbero tutto l'odio e l'incomprensione di questo mondo, in special modo se si cerca di giudicare dal lato di chi direttamente o di riflesso li subisce. In fondo lo stesso protagonista a volte tende a rifiutarsi.

Il film affronta questo duplice argomento (pedofilia e reinserimento) senza mai prendere (tranne forse nel finale) una delle due posizioni e non permettendo neanche allo spettatore di farlo; al tempo stesso, però, la pellicola, particolarmente intensa, riesce a trasmettere al meglio le emozioni che il protagonista, e non solo, prova durante la lotta contro se stesso, e lo fa attraverso una ricercata calma piatta che conferisce a "The Woodsman" un fascino singolare.
Quanto a Kevin Bacon... prova perfetta.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  07/09/2006 00:28:26
   6 / 10
bravo bacon(come sempre)peccato che manchi una buona sceneggiatura e poi è troppo lento...

risikoo  @  17/08/2006 11:49:11
   6½ / 10
Bacon grandioso, ma il film l'ho trovato noioso e piuttosto piatto e poi ci sono troppe coincidenze. A volte non è sufficiente una grande interpretazione per elevare un film ad un grande film.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  17/08/2006 11:29:36
   6½ / 10
Non male... Un bravo Bacon in un drammatico abbastanza interessante. Magari un pò lento xò non annoia. E poi ci si può mettere nei panni del protagonista, pedofilo e continuamente inseguito. Insomma, non il maximo della vita...

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  03/07/2006 15:19:37
   8 / 10
Bel film che tratta in modo appropriato una tematica difficile, anche grazie all'ottima recitazione (la sua migliore) di Kevin Bacon.

avandelli  @  03/07/2006 14:27:18
   4 / 10
Voto 4 secco! Ed unicamente per l'ottima recitazione di Kevin Bacon, altrimenti sarebbe stato 0. Uno dei più brutti film che abbia visto. TRatta un tema delicato, è vero ma non per questo deve essere così statico, quasi immobile. Non lo consiglio davvero. Credo che si possano fare film migliori sullo stesso argomento

1 risposta al commento
Ultima risposta 19/10/2006 16.36.27
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento goat  @  16/03/2006 17:23:21
   7 / 10
spettacolare bacon,in un ruolo che non so quanti attori del suo calibro avrebbero accettato.con la sua straordinaria espressività dice molto più che quanto possano fare lunghi e leziosi dialoghi

redblack  @  23/02/2006 22:22:09
   7 / 10
Molti si son lamentati sulla lentezza della pellicola. Visto il tema che trattava non mi sembra si potesse far di piu', o sbaglio?.
Comunque il film e' stato intenso, duro, molto interessante a tratti commuovente.
Kevin Bacon mi sorprende sempre di piu', veramente un ottimo attore.
Comunqu buonissima la scelta del cast il rapper Mos Def in primis.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

gei§t  @  20/02/2006 15:30:37
   4½ / 10
che 2 palle sto film

il tema trattato è interessantissimo ma il film potevano farlo un tantino più movimentato

1 risposta al commento
Ultima risposta 20/04/2008 16.58.49
Visualizza / Rispondi al commento
Reservor dog  @  11/01/2006 09:50:50
   7 / 10
Pellicola non male che però troppo spesso si regge unicamente sulla grande interpretazione di Kevin Bacon. L'argomento è uno dei più difficili da trattare e si sarebbe potuto cadere facilmente nella morbosità. La regista è invece stata brava a non andar mai oltre alle righe e a dar risalto al turbamento interiore del protagonista. Sono convinto che si potessero sviluppare ancor meglio certe tematica ma, vista la delicatezza della questione, non ci si puo lamentare.

Giulio R C  @  12/11/2005 10:00:58
   9 / 10
Un film eccellente, con un eccellente Kevin Bacon. Difficile, perturbante e maturo.

la mia opinione  @  06/11/2005 20:45:10
   4 / 10
Non l'ho trovato molto interessante. Lento, da prendere c'è solo la prova di Bacon.

daniele10  @  14/10/2005 18:05:24
   8 / 10
Non male il film tutt'altro,ma ancora meglio penso che sia l'interpretazione di bacon, la migliore.

Myrea25  @  28/08/2005 18:00:29
   4 / 10
Buona prova di Bacon buona trama di fondo ma alla fine non rimane altro che tanta noia, sconclusionato e realizzato male.

Lary  @  22/07/2005 12:45:19
   8 / 10
Quando ho visto questo film mi è tornato in mente un altro film "Monster" con la Theron! Entrambi sono film che cercano di ridare una sorta di animi agli artefici dei peggiori crimini, ma forse la sfida di The Woodsman è ancora più forte....vuole cercare di ridare umanità alla figura criminale più rifiutata nel mondo moderno......
A prescindere dal fatto che reputo Kevin Bacon uno degli attori migliori nel panorama internazionale, penso che questo film sia riuscito a toccare il cuore degli spettatori sebbene sia costruito con scene molto semplici e poco originali....L'episodio della bambina mi ha molto toccato......
Penso che questo film sia davvero migliore di Mistic River (che oltrettutto avevo capito poco)e sicuramente più coraggioso.....anche se l'idea diciamo è derivata proprio da Mistic River.....
Forse in fondo ha dato una connotazione troppo positiva a un personaggio come un pedofilo ma i pensieri che vagano nella mente del protagonista e la sua reazione di fronte all'altro pedofilo mostrano l'altra faccia del male e penso sia stata una buona idea anche se copiata appunto da Monster e Mistic River.......

Alien.  @  18/07/2005 11:39:12
   10 / 10
Bello davvero...K. Bacon è bravissimo come sempre...il film mi è piciuto tantissimo perchè a mio parere tratta un argomento molto importante...io gli do 10

lupocattivooooo  @  04/07/2005 15:01:39
   3 / 10
Dunque: non scenderò affatto ad analizzare il film così compiutamente come ha fatto "kowalsky" qualche commento addietro... forse perchè l'ho trovato noioso ed irreale... irreale?... si!! irreale.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Ma dico... ma che cavolo di film è questo?
Ok... Bacon è stato bravino (ovviamente nemmeno lontanamente paragonabile al grande unico ed inimitabile "Malcom McDowell"-Evilenko)
Per questo il mio voto passa da 2 a 3.
Per il resto il film è veramente scadente.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Andre85  @  04/07/2005 02:01:25
   7 / 10
buon film che trata un tema difficile e davvero pesante, i meriti maggiori però vanno all ottimo k. bacon che riesce alla perfezione in una parte, come già detto, difficile

genni  @  09/06/2005 21:36:04
   7 / 10
Una pellicola difficile che tratta un'argomento delicato con un intesità delicata e senza pregiudizi.
La pedofilia vista sotto gli occhi di una malattia insostenibile,ma soprattutto accurata grazie alla presenza dell'eccellente e psicologico Kevin Bacon.
Il film ricorda molto Mistic River,ma The Woodsman rimane più intrigante e intenso.


scarface=2pac  @  06/06/2005 11:24:37
   9 / 10
film emozionante e consentito ad un publico piu aperto mentalmente, senza pregiudizzi sociali e morali, trama fluida ma contenuto innovativo!

fa riflettere da vedere!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Requiem  @  18/05/2005 18:39:46
   6 / 10
Non male questo film, esteticamente anonimo, con una fotografia bruttina.
Si tratta in realtà di un esordio, tutto basato sulla grandissima interpretazione dell'attore principale, Kevin bacon, davvero molto intenso, che tratta in maniera non banale, un argomento non semplice (la pedofilia), senza ricadere in sentamentalismi, ma dirigendo con un inquietante distacco (anche nei rapporti col la donna e sopratutto con la sorella che la regista decide giustamente di far appena intravedere).
La regista tratta anche un altro tema, quello del reinserimento nella società edel recupero di una persona che è stata in carcere per 12 anni. Integrazione molto complessa e sostanziale impossibilità di essere accettati se non dai propri simili (la donna di Bacon).
In questo senso però il personaggio interpretato da EVE è molto banale, e il finale è tutt'altro che convincente.

Si tratta cmq di un discreto esordio. Tra l'altro sono molto carine un paio di sequenze, come quella toccante del dialogo con la ragazzina sulla panchina e quella già citata con il poliziotto.
Davvero bravo Kevin bacon, che dopo "Mystic river" (a cui deve molto questo film), regala un'interpretazione superba.


Invia una mail all'autore del commento acutil84  @  25/04/2005 02:46:21
   8 / 10
alla fine del film è come se avessi visto solo un piccolissimo flash.
incompleto. toccante.
ottima prova di kevin bacon.
la regia cerca forzatamente di creare un certo pathos. inutile tentativo. banali i fermoimmagine ad inizio film e la camera mossa che segue i passi.
il voto è 8- -

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  22/04/2005 23:33:56
   7 / 10
"Dunque mi ritrovo a vincere le desistenze e la mia proverbiale intolleranza e a vedere questo film. In realtà non sono contro i film che affrontano queste tematiche, ma detesto i trailers quando esaltano la prova dell'attore a sè stante, per il coraggio di interpretare un ruolo tanto scomodo e ripugnante, il che porta a ritenere che dopotutto il coraggio pero' premia anche l'attore e la sua vanità. Ebbene...
nessun dubbio su Bacon qualcuno sul film Ma mi devo ricredere: l'ottimo esordio della kassell forma - con il nichilismo rozzo ma nobile di Monster, la giostra dei ricordi infantili di Mystic River, l'aplomb cronenberghiano di The Machinist (la fabbrica del legname sembra vivere gli stessi impulsi distruttivi, lo stesso disprezzo empatico dei colleghi) e la discesa nel maelstrom schizoide di Sean Penn in Assassination una quaterna perfetta dell'origine e lo sviluppo del Male Umano. Ma la Kassell ha evitato ogni sentimentalismo o inquisizione, cosa rara per un tema del genere, mettendo in luce il dono (o l'ossessione) dello sguardo... quello elusivo che precede un'azione violenta, quello che decodifica l'eccesso per autodifesa dell'autore (come in Assassination), quello di una mancata rimozione pensando forse a Hitchcock. Straordinario il momento in cui il poliziotto capisce contemporaneamente che Walter è l'autore del pestaggio e quindi non ha più senso nè giustizia scaricarsi contro di lui. Il cinema di the Woodsman punta al realismo, anche crudo, senza allietare lo spettatore. Ma non si prova nè pietà - cosa difficile - nè tantomeno acrimonia o odio per Walter, tutto è girato nel tentativo ben più persuasivo - e direi perfettamente riuscito - di collocare l'azione al primo posto. Per questo lo spettatore sa che di un pedofilo recidivo è bene non fidarsi, ma altrettanto prova uno stato di tensione infinito, fino alla fine, sperando soprattutto che per nessun motivo il protagonista arrivi a replicare le sue antiche aggressioni. Evita tutti i luoghi comuni, la Kassell, ma li immette soltanto nel dissenso popolare, evocato da Lewis Carroll e da caramellai, che - paradossalmente - proprio walter insignisce della loro spregevole nomea. Tutto il ritratto che ne fa evoca un mondo troppo presente con se stesso per guardarsi attorno e proteggere i propri bambini: una citta' chiusa nel suo squallido grigiore quotidiano, dove il potenziale mostro conta i 110 passi che lo separano dal luogo delle tentazioni, gira per i bus verso casa a meno che non decida di scendere prima (ultima fermata inferno), demonizza i suoi istinti e li domina, ma soltanto quando li incoraggia sa di poterci rinunciare per sempre. Particolare curioso, i nemici hanno talvolta la pelle nera (il poliziotto e una collega) Non si puo' generalizzare, ma non sarà mai che la kassell abbia voluto suggerire una neanche troppo velata accusa razziale? Dopotutto, costui rappresenta snche una temibile ragione di potenza e prevaricazione sul dominio dell'uomo bianco. Ma mentre all'inizio nel difficile reinserimento sociale di Walter assistiamo a frasi un po' da ultima Jane Campion ("qual'è la cosa peggiore che hai fatto?" - "quando tornero' normale?" ) in seguito la kassell non fa del protagonista solo un reietto condannato a un'imminente fine (non importa quale) Ne esibisce la sopravvivenza: quella che - in un momento di lucidissimo e crudele tentativo di molestia con una bambina, la piccola gli confessa delle "attenzioni" subìte dal padre. E' la scena del film che ha richiesto diversi giorni di lavorazione, ripetuta varie volte e che pone Walter a un interrogativo terrificante sul suo enorme peccato, e la vittima nel ruolo ancora più traumatico della "figlia" che in lacrime reclama attenzioni diverse. non dico altro per il pudore e per lo sdegno che il ricordo di quella scena ha provocato in me. Ovviamente c'è dell'altro ma è di gran lunga l'unica pecca del film: è troppo costruito tutta questa confessione di incesti e vaghi desideri per la sorella, padri e figli/e pedofilia etc. o troppo analitico nel senso di Freud. Eppure cio' che conta non è tanto quanto noi assistiamo a un mostro che sta cercando di ridare un senso civile alla sua vita, ma al fatto che non gli crediamo fino in fondo. E la sua rivincita morale non è neutralizzante ma concreta, lucidamente va incontro alla malattia e alle trappole della propria immagine, riuscendo a trarne la giusta ripugnanza per odiare quel rovo segreto di se stesso. Un Mostro troppo libero e normale per non suscitare sgomento. Un Bacon insuperabile quando scava con lo sguardo nelle sue nevrosi, al quale un personaggio apparentemente antitetico come quello di Monster deve certamente qualcosa

SoleLuna  @  18/03/2005 13:13:43
   7 / 10
non mi è piaciuto molto il finale perchè troppo improvviso...
mi sono sembrate irreali alcune scene (ad esempio quando la ragazzina parla di suo padre...)

Invia una mail all'autore del commento Holly  @  14/03/2005 16:21:33
   9 / 10
Mi è piaciuto molto!Tutto il film è volutamente sottotono,nei colori,nel ritmo,nella recitazione...trasmette un senso di non detto,di introspezione.Di introversione.Bacon...che dire?Sapevo che era bravo ma qui è strepitoso!Il suo lungo primo piano di reazione durante una scena mette i brividi,non ha nemmeno 1 battuta ma inchioda la telecamera su di lui...e lascia trasparire tutto dai suoi occhi,dai muscoli serrati del viso,dallo sguardo sfuggente...Film coraggiosissimo.

Invia una mail all'autore del commento Corpse  @  14/03/2005 05:51:44
   9 / 10
divino  @  02/03/2005 11:32:12
   7 / 10
bella storia e bravo il protagonista, ma a me è sembrato ci fossero troppe coincidenze.

6 risposte al commento
Ultima risposta 13/03/2005 23.01.56
Visualizza / Rispondi al commento
luca kitano  @  01/03/2005 03:54:50
   8 / 10
Film complesso per le tematiche che affronta.
Fa riflettere tanto e, soprattutto, propone un'analisi da ogni angolazione senza esprimere facili giudizi.
Kevin Bacon è da Oscar.

il_drugo  @  22/02/2005 13:46:42
   7 / 10
Un bel film, pieno e ben interpretato. La storia non era molto semplice ma non ci sono stati momenti di "stanca" anche grazie alla regia che ha saputo mantenere alta l'attenzione dello spettatore.
Il poliziotto m'è sembrato poco convincente.
Kevin Bacon s'è calato perfettamente nella parte.

pardossi  @  21/02/2005 23:21:49
   6 / 10
Il film affronta una tematica molto delicata a mio avviso in una maniera troppo
confusa e lenta, poteva trasmettere allo spettatore più coinvolgimento invece troppo spesso si è reso distaccato e patetico, il poliziotto è assurdo e l'insieme non regge.
Kevin, lui inutile dirlo con la sua espressività è molto adatto e capace.

Davidx  @  17/02/2005 01:55:00
   5 / 10
Film pesante...molto pesante...bravino Becon...ma non più della sufficienza...regia da dimenticare...peccato perchè l'idea non era male...

Invia una mail all'autore del commento Valuz_tauk  @  13/02/2005 19:25:25
   7 / 10
Muah.... No saprei neanche come commentarlo... Non è male, ma poteva essere migliorato. La bravura di Bacon è nota. Insomma un bel film, ma niente di più

lara93  @  13/02/2005 18:13:57
   8 / 10
Uno dei film più belli usciti negli ultimi tempi. Bacon strepitoso

phoenix74  @  10/02/2005 22:23:55
   7 / 10
film che dovrebbe far riflettere tante persone...

Chicca85  @  09/02/2005 11:40:17
   7 / 10
Film innovativo. A me è piaciuto davvero molto, questo è un argomento molto delicato da affrontare e in questo film il regista è riuscito ad affrontarlo in modo serio e senza dare al film un lato banale.
Kevin è davvero molto bravo, mi ha sorpreso in questo film. E' un attore che sa fare davvero tutte le parti.


Viaggiatore  @  07/02/2005 14:26:10
   7 / 10

Difficile commentare questo film per via dell'argomento che affronta, "la malattia" (come viene definita nel film) della molestia sui bambini, la pedofilia, attraverso le sensazioni e i turbamenti del pedofilo stesso.

Un film che non rilassa, non distrae, ma induce a pensare, è cinema di livello quello di questa esordiente dietro la macchina da presa.

Racconta la storia di un reintegro nella società di un pedofilo che ha scontato la sua lunga pena, ma che con la malattia non ha ancora chiuso i conti.
E' il dramma di un uomo osteggiato dalla comunità, a cui non si perdona nulla, che si tende a emarginare e a respingere.

Lo sguardo e i pensieri di K. Bacon sono estremamente carichi, bravissimo nel rendere questa lotta, la lotta tra il riuscire a costruirsi una vita normale e il ricadere in debolezze terribili.

Grande prova di recitazione dell'attore che l'America ha escluso, come era prevedibile, dagli oscar, ottimi i comprimari, il cognato che gi tende una mano di amicizia, la ragazza che lo avvicina, scappa e ritorna, il poliziotto che lo vorrebbe chiuso in carcere per sempre.

E poi il film non cade mai nel patetico, non si trova traccia dei luoghi comuni tipici americani, che prima deprimono e poi esaltano e reintegrano una figura, qui si segue l'evolversi di uno spirito contradditorio in maniera asciutta e drammatica.

Da brividi per me il dialogo sulla panchina tra il "carnefice" e l'agnello, un momento veramente terribile per tutti e due, mi ha colpito veramente come da un pò di tempo non mi capitava.....

Può sembrare un pò lento in alcuni momenti e allora basta soffermarsi sullo sguardo di K. Bacon o sul quel quartiere uguale a tanti altri nel mondo, sfondo di una cattiveria inimmaginabile.....

E' un film difficile, che non consiglio per una serata spensierata, ma per una serata un pò più di riflessione.

3 risposte al commento
Ultima risposta 03/03/2005 00.04.08
Visualizza / Rispondi al commento
antua  @  07/02/2005 09:38:15
   8 / 10
Pesante, reale e difficile il tema trattato, nonostante ciò, il film scorre liscio e senza eccessiva angoscia, la regista è stata veramente abile, ma più di tutti Kevin Bacon.
Non credevo si potesse realizzare un film del genere senza poi provare rancore verso il protagonista, seguendo il film ci si rende conto di quanto sia difficile uscire da una malattia di questo tipo, solo con l'aiuto degli altri ed una grande volontà ci sono delle possibilità di reintegrazione e guarigione.
Lo consiglio.

bstefi79  @  07/02/2005 01:52:06
   7 / 10
Argomento di immensa difficoltà colto per la prima volta da un angolo visuale differente.
Kevin Bacon bravissimo, ma non è una novità, anche se troppo spesso ritengo che sia stato sottovalutato. Il film sicuramente stimola riflessioni e discussioni, e per questo genere di pellicola questo rappresenta un traguardo assolutamente non trascurabile.
A tratti lento, ma il tutto collima con la grande pesantezza della colpa, che grava sul protagonista e non solo.

7- - film godibile

pazzoadublino  @  06/02/2005 13:44:14
   8 / 10
Davvero pesante il tema affrontato dal regista.
Riesce a rendere molto bene il punto di vista del pedofilo e della sua malattia facendo provare allo spettatore emozioni contrastanti.... da vedere!

Invia una mail all'autore del commento Dante  @  01/02/2005 23:51:34
   9 / 10
Che storia dura e impegnativa,K.Bacon è da oscar davvero

bacco2  @  31/01/2005 14:54:07
   9 / 10
Un film innovativo che con stile asciutto e immediato ribalta la prospettiva abituale: la vittima (di una malattia) è il carnefice e il giutizialismo grossolano è il vero boia. Un opera umana e toccante da far vedere a chi distribuisce morte e giudizi con grande “generosità”.
Non c’è difesa del pedofilo, solo un crudo verismo dell’altra verità.
E un Kevin Bacon grandioso, mai visto così


7 risposte al commento
Ultima risposta 04/02/2005 20.55.06
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917adoration (2019)alla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghiera
 NEW
bad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbotero
 NEW
caterina
 NEW
cats (2019)
 NEW
cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of space
 NEW
criminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittle
 NEW
fabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandfigli (2020)gli anni piu' belligood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicihammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil mistero henri pickil primo natale
 NEW
il richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretijojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortuna
 NEW
la mia banda suona il popla ragazza d'autunnolast christmasleonardo. le opere
 NEW
l'hotel degli amori smarritil'immortale (2019)l'inganno perfetto
 NEW
lontano lontano
 NEW
lunar citymarco polo - un anno tra i banchi di scuolame contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancyodio l'estatepiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarerichard jewellritratto della giovane in fiammescherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsonic - il filmsorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe farewell - una bugia buonathe grudge (2020)the lodge
 HOT
tolo tolouna storia d’arteunderwatervilletta con ospiti

998753 commenti su 42900 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net