ex machina regia di Alex Garland Gran Bretagna 2015
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

ex machina (2015)

 Trailer Trailer EX MACHINA

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli! Condividi su Facebook

Seleziona un'opzione

locandina del film EX MACHINA

Titolo Originale: EX MACHINA

RegiaAlex Garland

InterpretiDomhnall Gleeson, Oscar Isaac, Alicia Vikander, Sonoya Mizuno, Chelsea Li

Durata: h 1.48
NazionalitàGran Bretagna 2015
Generefantascienza
Al cinema nel Luglio 2015

•  Altri film di Alex Garland

Trama del film Ex machina

Caleb ventiquattrenne programmatore della pi¨ grande compagnia di internet al mondo, vince un concorso per trascorrere una settimana nel rifugio di montagna di proprietÓ di Nathan, il solitario ceo della societÓ. Quando giunge nella remota localitÓ, Caleb scopre di dover prendere parte a uno strano ed affascinante esperimento, in cui deve interagire con la prima vera intelligenza artificiale ospitata nel corpo di una bella ragazza robot.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,93 / 10 (44 voti)6,93Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Ex machina, 44 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

ZanoDenis  @  28/08/2015 23:56:54
   7 / 10
Niente male come film fantascientifico, tratta sobriamente un argomento gia in voga da tempo, l'uomo, la macchina e il loro rapporto. L'opera di esordio di Garland presenta diversi pregi, sia a livello tecnico, che narrativo, mi sono piaciute abbastanza le musiche, il montaggio e anche l'insieme visivo, sempre sobrio, senza mai eccedere e lasciando comunque un pizzico di interesse e pathos nello spettatore, nonostante il ritmo abbastanza lento. Belle le ambientazioni claustrofobiche all'interno della villa, i vari simbolismi e riferimenti.
Anche non proponendo tematiche originalissimi il film riesce a dare una buona visione.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
In sostanza un buon film sulla tematica, che pone diverse riflessioni, parlando anche di più argomenti, ma nulla di estremamente originale.

freddy71  @  23/08/2015 20:45:33
   7 / 10
film carino senza infamia e senza lode....se potevano evitare quei fastidiosi suoni di sottofondo che facevano perdere un po i dialoghi sarebbe stato meglio.

Febrisio  @  21/08/2015 09:00:08
   8 / 10
Bella sorpresa. Colonna sonora impressionante, le immagini che si contrappongono dal claustrofobico alla natura incontaminata, all'inquietudine che man mano cresce, ai discorsi non troppo intellettuali che spesso potrebbero comparire in una simile velata atmosfera. Invece la rilessione nasce da sè, tramite i personaggi. Come spesso accade nei film si può intuirne il finale, come se questo per essere positivo dovesse per forza soprendere o spiazzare.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER Penso che la cosa più bella pensare a cosa abbiamo assistito...


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER Mi vengono i brividi solo a ripensarci. Bello.

Marco247  @  20/08/2015 22:48:35
   6 / 10
Diciamo che per più di un'ora il film, nonostante sia piuttosto lento, si lascia guardare....immaginando che ci riservi un finale interessante.



Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Cianopanza  @  18/08/2015 10:17:13
   7½ / 10
Buon film. Dialoghi uomo-macchina cosciente, in pieno stile da racconto scy-fi degli anni d'oro, quando pensavamo che la convivenza con i robot fosse il prossimo futuro. Bella regia, fotografia e scelta delle location. Una certa lentezza non guasta, c'è tensione fino alla fine e una leggera inquietudine.
Molto intriganti alcune sequenze alla "kubrick"...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

-Uskebasi-  @  17/08/2015 02:32:38
   7½ / 10
COMMENTO SPOILEROSO

Un robot può replicare emozioni?
Un robot può provare emozioni?
E se addirittura fingesse di provarle per scopi propri?

Ava cerca lo sguardo di Caleb e lo cattura.
Il test si ribalta e tutto viene messo in discussione. Forse dobbiamo tagliarci per capire chi siamo.
L'amore può essere forza o debolezza, uomo o macchina, tutti lo sanno.
Caleb cerca lo sguardo di Ava, ma non lo trova.

Ava è senza dubbio dotata di intelligenza, ma il dilemma se possa provare o meno emozioni rimane irrisolto. Forse si, forse ha soltanto preso dalla Madre Umanità anche una sua diffusissima caratteristica: l'egoismo. La sua indifferenza è agghiacciante.
Caleb è incredulo e sconfitto come succede spesso agli innamorati.
Nathan è l'uomo più intelligente al mondo, siamo d'accordo. Non sarebbe tale se le sue creazioni non fossero state tutte gnocche sessualmente attive.

sagara89  @  16/08/2015 13:39:54
   8 / 10
una storia affascinante che riflette due punti di vista diversi e contrastanti. Finale da brivido e fotografia eccezionale

gherardo81  @  14/08/2015 15:32:07
   8 / 10
Beh, una bella sorpresa questo film. Fin dall'inizio si avverte una leggera tensione, molto buona la sceneggiatura, ottima scenografia e colonna sonora. Un piacevole sconforto annunciato. Da gustare.

Hankzilla  @  14/08/2015 01:36:33
   8 / 10
Debutto alla regia per Alex Garland. Film dal ritmo lento, intervellato dai dialoghi tra i protagonisti e l'IA, unici (o quasi) interpreti della pellicola, segregati per loro volontà dietro le tinte claustrofobiche di un laboratorio (e casa) di un milionario genio dell'informatica. L'intreccio, forse a tratti un po' prevedibile, non stanca grazie alla profondità dei dialoghi e della trama che si evolve (senza fretta) lasciando allo spettarore il tempo di cogliere le tante allegorie care alla fantascienza di un certo spessore e delle loro relative conseguenze. Scarno d'azione ma non di contenuti e mai banale nel metterli sullo schermo, fa proprio di questo il suo più grande, a mio parere, punto di forza e forse l' unica possibile critica da chi s' aspetta una fantascienza d' altro genere. Tecnicamente eccellente, mostra una computer grafica che non stona e che si rende necessaria e perfettamente equilibrata. Un film che vince la sfida di non risulatare ruffiano pur presentando una sci-fi impegnata e controtendenza

Invia una mail all'autore del commento luca986  @  14/08/2015 00:08:20
   7½ / 10
Non mi è dispiaciuto, nonostante alcune di quelle fastidiosissime provocazioni speudofilosofiche (e purtroppo pseudoscientifiche) che tanto detesto. Non so perché, ma mi ha ricordato I origins, forse per le minchiate scientifiche, ma anche per le bellissime atmosfere. Se non ci si fa troppe domande (quale forma di energia alimenta le IA???) il film è godibile e non annoia mai. Non sono triste per i 5,90 euro del boglietto, nonostante il film abbia tanti difetti.

Larry Filmaiolo  @  13/08/2015 07:49:12
   4 / 10
Ennesimo canovaccio a tema AI che non solo non aggiunge nulla di nuovo al grande marasma del già visto, bensì infastidisce con provocazioni pseudo filosofiche da quattro soldi e annoia con una sceneggiatura risibile e totalmente priva di tensione. Manca mordente anche ai personaggi e ai relativi interpreti in quello che sarebbe potuto benissimo essere un corto o un mediometraggio e che non avrebbe dovuto certo fomentare tutto sto hype della *******. la fiera del prevedibile e dell'inutilità, dove non basta però buttar lì un'atmosfera post sobrio cyber punk e fonderla con un tocco di hipsteraggine per far fessi tutti. Fantascienza di cartapesta.

adrmb  @  11/08/2015 15:48:17
   8 / 10
Ma che bel film questo 'Ex Machina'. Il concept alla base (relazione con un androide apparentemente veicolo di genuini sentimenti umani) non è certamente nuovo, perfino per me che sono digiuno della maggior parte di film sull'"i.a." eppure lo svolgimento mi ha pienamente convinto, idem il finale, cinisco e originalissimo dal mio punto di vista.
Che altro dire poi? Regia efficace, caratterizzazioni ben delinate e dialoghi brillanti concorrono a creare un prodotto ottimo, al netto di qualche licenza di inverosimiglianza, secondo me.

demarch  @  10/08/2015 11:46:43
   6 / 10
Un film molto strano questo ex machina. La storia sa allo stesso tempo di gia' visto e di originale. Gli attori sono stati molto bravi, la Vikander su tutti. La storia e'abbastanza lenta e a me ha preso molto poco dopo un inizio promettente. Alcune cose non le ho capite e questo e'un male. Il finale a mio avviso non ha funzionato. Discreto

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  08/08/2015 14:31:29
   7½ / 10
Buon esordio alla regia per Garland.
Ex-machina mi ha conquistata con l'atmosfera algida e l'ambientazione claustrofobica, oltre ai dialoghi brillanti.
Il ritmo è lento, ma si sposa perfettamente con la tipologia del racconto.
Bravo Isaac.
Bello, a mio avviso, il tanto criticato finale.

2 risposte al commento
Ultima risposta 11/08/2015 11.09.27
Visualizza / Rispondi al commento
Trixter  @  07/08/2015 22:40:36
   7 / 10
Convincente. Questo, a mio parere, è il vocabolo che meglio si allega al film di Garland. E' vero, l'incedere narrativo è piuttosto lento, eppure mai lentezza fu più azzeccata. La pellicola coinvolge e cattura l'interesse dello spettatore, grazie anche ad un'ambientazione spoglia ma efficace e ad una colonna sonora disturbante ma ricca di tensione. Più che sufficiente la prova dei pochi attori coinvolti. Insomma, Ex Machina apre scenari molto interessanti (o inquietanti?) su quello che potrebbe essere un futuro prossimo, dove le macchine, le intelligenze artificiali, potranno surclassare e farsi beffe degli umani.

gantz88  @  07/08/2015 11:01:22
   6 / 10
tutto abbastanza prevedibile,buon film ma andrà nel dimenticatoio...

John Nada  @  06/08/2015 12:50:57
   7½ / 10
Discreto film di fantascienza che parte da uno spunto interessante e che riesce ad intrattenere. Più o meno siamo dalle parti di "Her", all'inizio almeno, ma in questo caso siamo di fronte ad un film che mira più al cervello che al cuore (dei due comunque preferisco decisamente Ex Machina) e che nella seconda parte accellera ed offre degli interessanti colpi di scena.
Dopo un inizio piuttosto lento e "preparatorio" la pellicola mette in mostra le sue qualità migliori: ambiguità, tensione, senso di isolamento, riflessioni non banali.

E' vero che nella parte finale probabilmente qualche scena risulta un po' forzata e affrettata ma ci si passa sopra.
Non è comunque un capolavoro, ci sono delle parti meno riuscite ed altre meravigliose ed è un peccato.

Insomma fantascienza intelligente fatta con pochi mezzi ma buone idee, che riesce anche a tratti a regalare una buona dose di tensione e a far riflettere. Al giorno d'oggi non è facile.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR pier91  @  06/08/2015 03:41:08
   7½ / 10
I motori di ricerca danno una subdola illusione di indagine attiva, chiaro invece che siamo noi ad essere costantemente cercati e trovati. L'idea che un giorno questo immenso patrimonio di informazioni venga usato per la creazione di intelligenze artificiali che sentano, pensino, agiscano al pari di noi non è campata per aria. Temibile o auspicabile è che sentano, pensino, agiscano imitando la nostra direttiva, ma ad un livello altro, frutto di una lievitazione creativa impropria: sarebbe uno straordinario effetto collaterale. Come Alice, attraverseremmo lo specchio. "Ex machina" racconta una simile ipotesi di futuro. Colonna sonora assillante, eleganza vagamente gelida, un mostrare mai disgiunto dal senso. Vedi la prima uscita di Ava, come previsto, in una strada affollata; nella grammatica del film è un'inquadratura capovolta: persone a testa in giù. Una visione dell'umanità spietata, così come spietata deve essere la mente che l'ha prodotta. Spietata, incapace di amare, quindi assolutamente libera. Deus ex machina che non scioglie le sorti dell'umanità, ma ne supera e schernisce le contraddizioni. Le stesse che ci rendono scorie fragili, prigioniere.. visionarie.

641660  @  05/08/2015 00:12:58
   8 / 10
Questo film rappresenta l'evoluzione dell'intelligenza artificiale in intelligenza umana ovvero priva di scrupoli. Il film si conclude in pura razza umana! Fenomenale e alla faccia di nonno Asimov!

Nel complesso è veramente lento, ma non ho mai trovato un film tanto interessante quanto lento! Incredibile davvero. Se questo sarà il futuro direi che vale la pena di aspettare! Io adoro il sushi!!!

Questo film lascia confusi da quante cose belle si vedono. Film magnifico!

The Legend  @  04/08/2015 23:23:27
   7½ / 10
Diciamo che è un film che non mette molto di nuovo nel filone di riferimento, specie nel finale ultra-prevedibile, dove regia e sceneggiatura avrebbero dovuto invece calare l'asso inaspettato dalla manica.

Eppure Ex Machina conquista fin dai primi minuti, vuoi per l'ottimo cast, vuoi per le musiche azzeccate, vuoi per le atmosfere, c'è un qualcosa di magico in questa ennesima, seducente rivisitazione del Frankenstein moderno.

Fabbro75  @  04/08/2015 12:41:08
   7½ / 10
Spunto interessante su tematiche già ben collaudate dalla fantascienza, inquietante al punto giusto, bel finale.

Sembra a tutti gli effetti una puntata allungata di Black Mirror (da cui viene anche Domhnall Gleeson), splendida serie inglese che raccomando di recuperare a tutti quelli che hanno apprezzato il film.

gemellino86  @  03/08/2015 21:36:09
   8½ / 10
Ottimo esordio di Garland in un film di fantascienza claustrofobico con qualche ambizione sociale e bei dialoghi. Il ritmo è lento ma mi ha preso perché la storia l'ho trovata interessante e costruttiva. Non stiamo parlando di un capolavoro ma per me è uno dei migliori film dell'anno. Peccato per il finale che non ho ben capito ma forse il regista pensava di fare una sorpresa. Consigliatissimo.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

BrundleFly  @  03/08/2015 12:18:33
   7 / 10
Il film non ha deluso, ma mi aspettavo qualcosina di più.
La regia è buona come anche le musiche, ma avrei spinto un po' di più sul senso di isolamento e claustrofobia che suggeriva la location.
A me il finale è piaciuto molto.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  03/08/2015 01:26:30
   8 / 10
Colpo di fulmine, sarebbe il film di fantascienza dell'anno se avesse una lunga lista di rivali incontestabili...magari molti ci troveranno tutti i rimandi cinematografici del mondo, ma io ci ho sentito dentro (questione di cuore) tanta musica...mi sembrava di trovarmi nelle viscere della terra negli studios dove Richard D. James, Laurent Garnier, gli Orb e Tim Hardin tutti insieme componevano i loro pezzi...Macchina che si ribella alle leggi della Scienza, dove un ubriacone sballato ma geniale e un giovane studioso privo di vero sentimento sembrano l'opposto e l'unione della stessa persona. Si ascolta Mozart e si pstla di Pollock, come un nesso temporale infinito dove passato e futuro cercano una mediazione come motore di ricerca del controverso Pensieto Umano. Definire prevedibile uno dei finali piu' toccanti del cinema moderno mi sembra ridicolo, e almeno una sequenza (Ava che "preleva" cio' che le spetta per sembrare del tutto umana) e' da antologia. Un viaggio in uno spazio territoriale che e' una prigionia dorata, quasi come i bunker dei terroristi internazionali. Un esordio formidabile

barone_rosso  @  02/08/2015 21:41:33
   6 / 10
Dal punto di vista della realizzazione è spettacolare, sotto tutti gli aspetti, peccato che questo "nuovo regista" si sia dimenticato una cosa che in un film non puo' mancare: la sceneggiatura. Forse preso un po' troppo ad sè stesso ha voluto strafare e dare solo gioia agli occhi, peccato che il cervello dello spettatore in questo film possa tranquillamente andare a dormire per tre quarti del tempo... Il film è finito e sto ancora aspettando che succeda qualcosa di significativo, o almeno qualcosa di diverso dalla trama di un B-movie di fantascienza anni '60. Dai, 6 di incoraggiamento, Garland, puoi fare di meglio, me lo sento!

Manticora  @  02/08/2015 18:26:19
   8 / 10
Alex Garland passa dietro la macchina da presa e da sceneggiatore diventa anche regista,regalando un film dalla trama solida e che smuove interrogativi leciti. La creazione di un A.I che sia fisicamente simile ad un essere umano, in questo caso una donna è un dilemma non da poco,se Ava supera il test di turing allora ha dei sentimenti e può essere considerata una nuova forma di vita?Il creatore Nathan,un Oscar Isaac che mantiene le redini del personaggio per tutto il film,è un misto tra Bill Gates e Mark Zuckemberg,un genio,arrogante,beffardo ma anche spietato e alla fine scopriremo misogino e sociopatico. Caleb invece è un giovane programmatore,orfano che non è stato scelto a caso,e la sua interazione con Ava servirà a stabilire se è solo un androide o altro. Alicia Vicander è la sorpresa del film,la giovane modella svedese costruisce un Ava magnetica,affascinante ma anche ambigua che inoltre

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Mentre le sessioni cominciano a svelare qualcosa di strano,in una casa sotterranea imbottita di telecamere Caleb scoprirà suo malgrado

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Mentre la tensione cresce l'epilogo porterà Nathan ormai affetto dalla sindrome di frankenstain a scoprire che non basta una porta e un ordine per mettere a tacere la propia paura

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Perfino Kyoko è qualcosa di più,non sono una cameriera ed un mero giocattolo sessuale, ironica la scena del ballo. Molto bella la location,per quanto riguarda gli esterni sono stati girati in Norvegia, e sono magnifici. L'interazione tra Caleb,Ava e Nathan poi è ben scritta, un triangolo che alla fine mostrerà lati nascosti. Musiche in parte, buoni effetti speciali,ottima prima opera di Garland,alla fine Ava

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 06/08/2015 14.24.48
Visualizza / Rispondi al commento
luis 98  @  31/07/2015 00:27:22
   8 / 10
Veramente una bella sorpresa.. Mi aspettavo un film senza ne infamia ne lode ma invece mi son ritrovato davanti un piccolo gioiellino.
Scritta benissimo la sceneggiatura e il finale è da brividi cosi come l'attrice che interpreta L'I.A...peccato per l'attore che interpreta Nathan..veramente insipido come personaggio..ma comunque il film è un piccolo capolavoro...DA GUARDARE

The Cellular  @  30/07/2015 19:44:30
   4½ / 10
Mezza ciofeca, non ho ben compreso il comportamento dell'androide nel finale...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

4 risposte al commento
Ultima risposta 21/08/2015 12.20.52
Visualizza / Rispondi al commento
Darksyders77  @  23/07/2015 21:34:54
   5 / 10
Pellicola che scorre via in maniera lenta,aspettandosi chissà,cosa durante lo svolgimento...sto ancora aspettando..insomma,è un flop,di fantascientifiche proporzioni-l'idea del robot senziente,è magra cosa se rapportata all'inutile durata del film,dove succede veramente poco,a mio giudizio-Non consigliata la visione-

1 risposta al commento
Ultima risposta 03/08/2015 01.28.42
Visualizza / Rispondi al commento
peppe87  @  23/07/2015 15:54:10
   6½ / 10
è lento ma tiene la suspence fino alla fine

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento ědi° PÁr°  @  23/07/2015 13:02:38
   5½ / 10
Molto coinvolgente, fino al colpo di scena finale che tale non è, in special modo per la sua banalità. Pieno di ottimi propositi sviluppati in una maniera che per quanto mi riguarda tonfa maldestramente alla fine.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  15/07/2015 11:13:48
   7½ / 10
Nel debutto di Alex Garland (sceneggiatore e romanziere di buon successo) manca l'originalità, ma non scarseggiano i sentimenti, alimentati da solitudini estreme e al tempo stesso da passioni strazianti compresse in un contesto ipertecnologico e frustrante, posizionato nel bel mezzo di una natura selvaggia che è allettante emblema di libertà.
Quella di cui non dispone Ava, intelligenza artificiale sbalorditiva, creata da Nathan (notevole l'interpretazione di Oscar Isaac) , alcolizzato, egocentrico e indiscusso genio capace di inventare il motore di ricerca più utilizzato al mondo ed ora curioso di vedere come interagirà col mondo la sua ultima meraviglia. A questo proposito invita il brillante e sensibile Caleb, un suo dipendente, il quale dovrà sottoporre Ava al test di Turing (realmente inventato negli anni '50, in parole povere un criterio per capire se una macchina sia in grado di pensare autonomamente).
E' una fantascienza intimista e senza clamori, ben rappresentata dai locali spartani in cui si svolge questo ballo a tre. C'è il novello dottor Victor Von Frankestein e le sue aspirazioni quasi divine, il giovane dai buoni propositi e moralmente inattaccabile, tra loro si staglia il potenziale futuro sotto i lineamenti di una bella ragazza; con buona pace di una razza probabilmente destinata a diventare mero reperto archeologico.
Poca azione e molti dialoghi nel dare concretezza a caratteri affascinanti, messi in discussione da un'ambiguità di fondo che non tarderà a manifestarsi tra non detti e manipolazioni realizzate ad arte. Ci si interroga riguardo l'arroganza dell'uomo, dove possa spingersi per soddisfare il proprio desiderio di progresso ma soprattutto di onnipotenza. Senza dimenticare, nel caso di un'intelligenza capace di provare sentimenti uguali a quelli umani, quali saranno i diritti di cui questa disporrà.
Argomenti noti ma trattati secondo uno schema in felice crescendo, capace di generare tensione e in cui la catarsi è necessariamente amara e brutale.

TheLory  @  12/07/2015 09:19:37
   6 / 10
Discreto film di fantascienza fatto di soli dialoghi, che per quanto interessanti e che spingono a riflettere, risulta abbastanza fiacco.
Buona l'idea, ma mi aspettavo di più, non mi ha particolarmente emozionata, anzi, spesso l'abbiocco è stato lui a vincere.
Forse è un po' troppo autoreferenziale, come se Sorrentino si fosse dato alla fantascienza, questo sarebbe il risultato... molto fumo a nascondere la carne, che alla fine mangi ma hai riempito più i polmoni che lo stomaco, se mi sono spiegata.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  10/07/2015 22:34:58
   8 / 10
Una fantascienza futuribile o perlomeno ipotizzabile quella di Ex Machina che fin dall'inizio fa percepire piccole sensazioni di deja-vu di altre pellicole di genere, ma un deja-vu inteso come nuove appendici e approfondimenti di tematiche già affrontate. Lo spazio claustrofobico del rifugio/laboratorio è un luogo quasi irreale dove centrali sono i personaggi e le loro interazioni, specialmente le loro ambiguità dove i dialoghi si insinuano come delle lame per aprire i recessi di un creatore egoista, l'attrazione e la meravigia di un ragazzo ed il senso di ribellione di una macchina imprigionata. Ciò che rende umani e personaggi è il tratto che li accomuna, cioé la capacità di manipolare l'altro ed influenzarlo nelle proprie scelte e raggiungere uno scopo. Da cinema di fantascienza quindi, diventa un thriller psicologico estremamente raffinato dove personaggi e dialoghi rappresentano l'elemento cardine della narrazione, non priva di discrete svolte. Certamente non è il solito film di fantascienza, è molto più riflessivo e neit'affatto banale. Una visione che fa riflettere su tematiche già rappresentate ed essere al tempo stesso interessante, cosa non da poco.

Giovans91  @  09/07/2015 12:20:51
   7½ / 10
Il film di Alex Garland, è elegante ma misurato negli effetti speciali, fondendo thriller tecnologico e psicologico con pochi personaggi isolati dal mondo. Solo tre protagonisti e gli attori sono: Domhnall Gleeson, Oscar Isaac e Alicia Vikander.
Il film ha un ritmo lento, ma è un esempio di cinema che, con mezzi relativamente scarsi, reggendosi quasi esclusivamente su un'ottima sceneggiatura (Garland fino ad oggi, non a caso, si è distinto solo come romanziere) riesce a soddisfare le aspettative dell'appassionato di fantascienza, abituato a scenari grandiosi e immagini sbalorditive.
Grande successo di critica.

jason13  @  07/07/2015 19:20:51
   5 / 10
Lentissimo...si sveglia negli ultimi 20 minuti...certo e' che non posso consigliarlo.

Tango71  @  05/07/2015 15:35:33
   5 / 10
Film che ha un sacco di idee potenziali e interessanti, ma ha finito per risultare sorprendentemente deludente.

InvictuSteele  @  02/07/2015 01:55:25
   7 / 10
Un buon film di fantascienza, girato quasi tutto in interni e con pochissimi attori, fotografia ottima e scenografie minimaliste dal tratto futuristico/ecologico. Mi sono piaciuti i toni pacati e delicati della pellicola, dalla colonna sonora ai dialoghi, dalla recitazione controllata ai colori fiochi delle luci di scena e della fotografia. Una trama che, nonostante sia una summa di stereotipi sulla cibernetica, aggiunge anche un pizzico di originalità nello svolgimento. I temi inoltre sono ben trattati da una sceneggiatura non troppo articolata ma priva di sbavature. Probabilmente alcune riflessioni del leggendario Blade Runner di Scott hanno ispirato questo Ex Machina. Con le dovute distanze ma questo è proprio un buon film e con un finale in parte telefonato e in parte spiazzante.

Izivs  @  28/06/2015 09:38:23
   7 / 10
Un buon film che fa riflettere sul potere dell'ingegno umano e sulle sue implicazioni.

Jumpy  @  26/06/2015 22:39:14
   7 / 10
Certo, ci sono, mescolato e rielaborati parecchi dei cliché del genere... ma non c'è che dire che il film affascina.
Forse esageratamente lento in alcuni passaggi, credo usati per enfatizzare ancora di più la solitudine e l'isolamento dei protagonisti.
Il particolare fascino ed atmosfera del film credo derivi anche dal fatto che

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

TheLegend  @  25/06/2015 06:39:55
   7½ / 10
Davvero un buon film che intriga fin da subito.

alesfaer  @  24/06/2015 23:10:08
   7 / 10
bello ma lento, definirlo il miglior film di fantascienza dell'anno m sembra azzardato

MonkeyIsland  @  17/06/2015 20:09:04
   7½ / 10
Bella pellicola e in assoluto la migliore fantascientifica dell'ultimo anno (alla faccia del mediocre Interstellar) che ha una grande ambientazione claustrofobica e cast, specie l'ormai consacrato Isaac e la Vikander che nel ruolo di Ava ruba la scena a tutti, peccato per una storia che sì funziona ed è ben narrata ma non offre niente di nuovo e si perde in un finale che non è né carne né pesce.
Se però come detto la storia non è un granché (difetto di quasi tutte le produzioni fantascientifiche odierne), c'è molta introspezione con i personaggi e per fortuna si evitano i classici bignamini tra i protagonisti (altro difetto assai diffuso oggi) sul tema.
Quindi non un capolavoro ma un ottimo film che va assimilato nei giorni e non va secondo me giudicato troppo a caldo; faccio anche un appunto sulla distribuzione italiana : pessima come al solito in tutto il mondo è uscito a metà marzo e noi dovremo aspettare fine luglio per vederlo in lingua italiana.

6 risposte al commento
Ultima risposta 18/06/2015 11.25.43
Visualizza / Rispondi al commento
Atrey  @  17/06/2015 18:21:32
   5 / 10
Non esilarante. finale quasi scontato!

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


910915 commenti su 33475 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net