arrival regia di Denis Villeneuve USA 2016
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

arrival (2016Film Novità

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli! Condividi su Facebook

Seleziona un'opzione

locandina del film ARRIVAL

Titolo Originale: ARRIVAL

RegiaDenis Villeneuve

InterpretiAmy Adams, Jeremy Renner, Forest Whitaker, Michael Stuhlbarg, Tzi Ma

Durata: h 1.56
NazionalitàUSA 2016
Generefantascienza
Al cinema nel Gennaio 2017

•  Altri film di Denis Villeneuve

Trama del film Arrival

Quando un misterioso oggetto proveniente dallo spazio atterra sul nostro pianeta, per le susseguenti investigazioni viene formata una squadra di Úlite, capitanata dall'esperta linguista Louise Banks (Amy Adams). Mentre l'umanitÓ vacilla sull'orlo di una Guerra globale, Banks e il suo gruppo affronta una corsa contro il tempo in cerca di risposte ľ e per trovarle, farÓ una scelta che metterÓ a repentaglio la sua vita e, forse, anche quella del resto della razza umana.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,50 / 10 (17 voti)7,50Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Arrival, 17 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

marcogiannelli  @  oggi alle 18:30:28
   8 / 10
Dal punto di vista tecnico nulla da dire.
Forse all'inizio la narrazione è troppo veloce per poi favorire la parte clou del film, ma posso capire la scelta del regista.
Se volete distruzione e roba da Independence Day, NO, è il film sbagliato per voi.
Questo è un film di fantascienza maturo e d'autore, un film che parla di intimità, di scelte che si fanno nella vita e di comunicazione.
Un film da vedere.

venetoplus  @  oggi alle 09:24:39
   4½ / 10
Andro' controcorrente ma.. non mi e' piaciuto per nulla! L'ho trovata un'opera molto presuntuosa che scopiazza pari pari da alcuni capisaldi del genere per darsi un'identita' che, sebbene possa sembrar intrigante, alla fine risulta confusa e arruffata. Sceneggiatura gruviera e interpretazioni a dir poco scolastiche. Buona musica e buona la fotografia.

Jumpy  @  oggi alle 01:09:54
   7 / 10
Complessivamente merita, ma non mi ha convinto del tutto.
Sostanzialmente è incontri ravvicinati del III tipo approfondito in chiave sentimentale filosofica.
Dal mio punto di vista ha troppe facilonerie per decantarlo come un capolavoro

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

dagon  @  22/01/2017 20:29:04
   7½ / 10
Buona prova di Villenue con un film di fantascienza "intellettuale". Mi è spiaciuto non vedere alla fotografia il fido Deakins che è di un alto pianeta (sic!) rispetto a Young.
Non tutto è condotto alla perfezione, alcuni peccati sono veniali

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
almeno una scelta è abbastanza gratuita e fuori tempo massimo

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
però in tanta monnezza, soprattutto nel genere, questo film è da salutare positivamente.

Elmatty  @  22/01/2017 18:53:42
   9 / 10
Villeneuve ci sa fare con la fantascienza e questo film mi ha dato ottime speranze per Blade Runner 2049...
Arrival è un film che ti colpisce per lo sviluppo della storia più che nello script in senso stretto, quest'ultimo infatti non è niente di così originale ed è stato trattato in altre pellicole in passato.
Però Villeneuve ci regala una visione non scontata con spruzzatine della potenza espressiva visiva di Malick qua è la che regalano intensità al tutto e una costruzione alla Nolan in altri.
Il tutto scorre magnificamente, coinvolge, crea inquietudine, emoziona.
Il climax si mantiene fino alla fine con una serie di colpi di scena forse un po' prevedibili ma messi in maniera appropriata.
Tecnicamente parlando è superlativo nelle inquadrature, nelle ambientazioni, negli effetti speciali.
La regia poi è superlativa, apparentemente semplice ma molto efficace.
Gli attori sono tutti nella parte con una magnifica Amy Adams ed una buona prova di Renner (anche se il suo ruolo appare inutile per quasi tutta la pellicola), Whitaker un po' sacrificato nel senso che qualsiasi altro attore avrebbe recitato altrettanto bene in una parte così convenzionale.
Gli avrei dato anche 10 ma ci sono alcune cose che avrei fatto diversamente per i miei gusti.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Insomma la fantascienza ritorna prepotentemente con questo Arrival e Villeneuve si dimostra un cineasta molto ma molto talentuoso e, come ho già detto all'inizio, mi fa ben sperare nel seguito di Blade Runner da lui diretto.
Questa pellicola affronta questa tematica come in pochi nella storia ci sono riusciti come Zemeckis per Contact o Spielberg in Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo.
Straconsigliato.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento williamdollace  @  21/01/2017 22:32:03
   9½ / 10
«Siete quelli che devono scavare nella volta celeste?» «Sì, siamo noi». Con Arrival, Denis Villeneuve annienta Nolan e Malick e ci consegna un capolavoro di fantascienza sul linguaggio, dove la fantascienza si consuma nel presente, negli esseri umani che siamo, che saremo, che accetteremo di essere.
"Nulla cancella il passato. C'è pentimento, c'è espiazione e c'è perdono. Questo è tutto, ma è abbastanza". La memoria, il tempo, sono gli unici doni che meritiamo da una civiltà fuori dalla nostra atmosfera. È con quelli che attraversiamo i prati, la materia, la malattia, la maternità, la morte, l'amore, i disegni di una bambina che ci ritrae e scegliamo. E capiamo. "Nonostante io conosca il viaggio lo accetto, e ne accolgo ogni momento".

sepho  @  21/01/2017 13:46:35
   7½ / 10
Concept già visto con Incontri ravvicinati del terzo tipo e Contact, ma Villeneuve ci mette tecnica e passione.

Molto interessante il concetto del tempo inteso come linguaggio e non come un'unità di misura. " Se inizi a pensare in una determinata lingua, inizi a riprogrammare la tua mente" ed è proprio quello che fa la protagonista quando inizia a capire gli alieni. La comunicazione è un pilastro su cui basare l'interazione.
Fotografia meravigliosa.

Se avessero scelto un'altra protagonista il film ne avrebbe sicuramente giovato. Siamo ben lontani dalla prova meravigliosa di Jodie Foster in Contact.

Mike91  @  21/01/2017 13:03:09
   4 / 10
Non mi è piaciuto. Troppo ripreso da Incontri ravvicinati del terzo tipo, solo che lì c'era la musica, qui....non lo dico perchè voglio evitare spoiler; fatto sta che l'impianto concettuale della sceneggiatura non sta in piedi. Spero che non sarà cancellato questo commento ritenendolo troppo corto, ma se dico di più cado nello spoiler, e non ho voglia. Fatto sta, che non mi è piaciuto, e l'ho visto aspettandomi molto, perché il trailer m'aveva intrigato.
E poi, dai, non scherziamo: Gli americani i primi pacifisti del mondo? Ahahahaha

7 risposte al commento
Ultima risposta oggi alle 17:56:28
Visualizza / Rispondi al commento
TheLegend  @  21/01/2017 04:44:26
   8 / 10
Film che sa comunicare e proprio per questo mi ha affascinato.
Finalmente un film di genere che non è soltanto esplosioni e guerre interstellari ma che si spinge ben oltre.

suboost  @  21/01/2017 01:48:12
   7½ / 10
buon film, tratta la fantascienza più come espediente che come pilastro della sceneggiatura, lento, riflessivo, molto amaro, introduce due temi molto forti;

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

L'unica nota stonata a mio avviso, il complotto, poco credibile nelle motivazioni e liquidato con poche scene preparatorie e il finale veramente amarissimo.
consigliato, non il solito film di fantascienza anche se vagamente ne ricorda molti altri...
mi ha dato qlc speranza per blade runner 2

Darkobarzane  @  21/01/2017 01:30:58
   6½ / 10
Poco più della sufficienza per un film noioso pieno di errori concettuali. Infantile

Overfilm  @  21/01/2017 00:09:33
   5 / 10
Sara' per l'attesa che c'era, sara' perche' D. Villeneuve e' ottimo regista... fatosta' che mi aspettavo molto di piu' da questo film.
Promossa fotografia e colona sonora.
Bocciata invece la sceneggiatura (veder spoiler).
Assai contenuti gli effetti speciali (contenuti? Quasi assenti!).
A parziale scusante di quest'ultima annotazione si puo' dire che gli effetti speciali son miseri perche' i veri protagonisti di questo film, a dispetto del titolo, non sono gli alieni ma gli umani.
Ma cadiam dalla padella nella brace... perche' allora ci voleva una trama ed una "morale" ben piu' consistente di quella accennata in questo film.
Ergo... i voti dal dall'8 al 9 per i film magnifici.
E quelli dal 9 in su lasciamoli per i capolavori...
Qui non ricadiamo nel primo caso ne' tantomeno nel secondo.
Interessanti il parallelo della scrittura circolare che richiama il moto (quasi) "circolare" del tempo.
Se vogliam andare alla vera piccola morale del film dobbiam prender per buona quella suggerita dalla brava Adams ovvero che le situazioni van "vissute" anche se si sa gia' che.. (vedi spoiler).
A quest'ultimo proposito posso aggiungere che ho letto diverse recensioni dove viene abbozzata la trama (perlomeno nella parte iniziale): vero che il passato ed il futuro qui son appunto quasi circolari, ma se si scrive una recensione (e parlo di recensioni per riviste) occorre esser sicuri di quel che si scrive e non ricadere in grossolani errori altrimenti anche il giudizio sull'opera andra' a farsi benedire (vedi spoiler).
Vado che e' tardi e pur non avendo doti da preveggente so gia' che domattina alle 8.00 la mia sveglia suonera'...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

halflife  @  20/01/2017 22:03:57
   10 / 10
Finalmente...un ottimo film. Si fa seguire tranquillametr..intenso...intelligente...idea geniale...bello veramentr...alzo la media sarebbe stato un 8 ma l impegno va premiato...mai banale

1 risposta al commento
Ultima risposta 21/01/2017 10.40.03
Visualizza / Rispondi al commento
anima79  @  20/01/2017 11:24:43
   10 / 10
Visto prima in Inglese e poi di nuovo in Italiano, spero che il messaggio di questo film venga capito e ascoltato da molti in tutto il mondo.

Macs  @  19/01/2017 22:37:09
   8 / 10
Difficile esprimere a parole quanto sia bello questo film. Proprio perché vive soprattutto di aspetti emotivi, ed eccelle allo stesso tempo nel lato tecnico. Dopo "Prisoners" ed "Enemy", Villenueve si conferma regista di talento raffinatissimo. La storia di per sé non è nulla di nuovo - il racconto del primo incontro tra la razza umana e quella aliena - ma la reinterpretazione che ne è stata data rasenta il geniale. Il ritmo è compassato, l'azione ben poca, perché il film si regge su alcune idee - poche ma eccezionali - e nella loro resa, realistica e convincente, coinvolgente e appassionante. Di film sull'incontro con gli alieni ce ne sono a bizzeffe, ma questo è il primo ad affrontare un aspetto cruciale del contatto: quello della (difficoltà.. quasi impossibilità della) comunicazione. Un film molto "semiotico" in questo senso, con la riflessione sui poteri del linguaggio, fondativi del modo in cui interpretiamo il mondo e perfino viviamo l'esperienza temporale. Accompagnato poi da un comparto tecnico di prim'ordine: gli stupendi piani sequenza nella base USA, la fotografia traslucida, e le interpretazioni della Adams e di Whitaker, due "alieni" di bravura. La colonna sonora, poi, insieme agli effetti sonori, è magnifica - francamente merita l'Oscar - e contribuisce in modo decisivo alla costruzione dell'atmosfera, insieme all'ambientazione nebbiosa, quasi impalpabile e sospesa del sito nel Montana in cui avviene il contatto. Non è un film perfetto, naturalmente: forse un po' affrettato il coinvolgimento iniziale di Louise e Ian alla fondamentale missione (sembra vengano scelti senza troppo "screening"), la parte centrale un po' troppo compassata e ripetitiva, e certi aspetti del finale potevano forse essere gestiti meglio. Ma del resto Villenueve ci ha abituato a opere decisamente "cerebrali" e ricchissime di spunti di riflessione, in questo film anche sul piano metafisico. Un film consigliatissimo. Emozionante. E vietatissimo ai bimbimn*ia.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

4 risposte al commento
Ultima risposta 21/01/2017 16.09.32
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  24/09/2016 22:34:04
   8 / 10
Non deve trarre in inganno la semplicità dell'incipit di Arrival, l'ennesimo sbarco di alieni, perchè da tale semplicità si snoda un film di fantascienza estremamente maturo ed ambizioso pur nelle sue imperfezioni. Può ricordare, molto alla lontana, Incontri ravvicinati del terzo tipo con una prospettiva diversa. Laddove nel film di Spielberg era la tipica famiglia americana ad intraprendere il viaggio verso l'evento straordinario e mettersi in contatto con gli alieni con l'aiuto degli scienziati, nel film di Villeneuve ci sono gli scienziati e nessuna famiglia. Diversamente dal film di Spielberg dove gli scienziati avevano trovato la loro stele di Rosetta attraverso la famosa sequenza musicale che apriva le porte ad una comunicazione con gli alieni, nel film di Villeneuve la stele di Rosetta deve essere trovata. Ovviamente il tono tra questi due film è diversissimo nel loro approccio. Arrival non è certo un prodotto orientato verso le famiglie.
Il fascino del film è nel trovare una linea di comunicazione con gli alieni, capire perchè sono sbarcati e quali sono le loro reali intenzioni. Questo senso di sottile inquietudine e di indeterminatezza pone la pellicola di Villeneuve di un viaggio verso l'ignoto con il personaggio della Adams a fare da tramite fra due mondi non solo tra quello alieno e quello terrestre, ma anche per trovare una linea di comunicazione fra nazioni e uomini che fra loro non comunicano. Un viaggio affascinante che gradualmente perde la propria linearità e adeguandosi al linguaggio ed alla concezione spazio-tempo degli alieni, a cui a sua volta lo spettatore deve adeguarsi. Passato e futuro si guardano l'uno davanti all'altro in quella circolarità temporale tipica del cinema del regista canadese. Come ripeto, non è un film perfetto che può presentare anche dei buchi, ma forse in questo aspetto che risiede il suo fascino. Non dare tutte le risposte e esporre interrogativi e riflessioni come la fantascienza matura insegna. Vietato ai bimbominkia.

4 risposte al commento
Ultima risposta 21/01/2017 12.25.15
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  19/09/2016 01:12:53
   7½ / 10
La forza visiva del nuovo film di Villenueve, con qualche punto di contatto con Malick, spiazza e attrae anche davanti certe ingenuita' esistenzialiste e demagogiche (fa ridere pensare agli Americani come dei pacifici mediatori). Il personaggio di Amy Adams, qui bravissima e meno glamour dell'ultimo film di Tom Ford, la sua Louise Banks e' la diretta ascendente di Ripley in "Alien" e Ryan di "Gravity". Come la Weaver e soprattutto la Bullock del film di Cuaron e' chiamata ad affrontare un'esperienza piu' forte della sua stessa vita. I
montaggio del film - almeno nelle didascalie - ricorda un altro grande film di fantascienza, "Interstellar". Combattuto tutto nella volonta' imperialista di capire le forze aliene, alias Gianni e Pinotto della situazione, in questo Universo dove i terrestri sembrano cercare nuovi "clienti" per le Superpotenze, il film e' davvero affascinante, e conferma il talento tecnico e visivo di Villenueve

1 risposta al commento
Ultima risposta 21/01/2017 11.14.50
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

3 generations - una famiglia quasi perfetta
 T
7 minuti
 T
a spasso con bobabattoirallied - un'ombra nascostaalps
 T
animali fantastici e dove trovarli
 HOT T
animali notturniaquarius
 NEW
arrivalassassin's creedbabbo bastardo 2bianca & grey e la pozione magica
 NEW
brimstonecaptain fantastic
 T
che vuoi che siacollateral beautycome diventare grandi nonostante i genitoricondotta
 NEW
dopo l'amoree' solo la fine del mondo
 T
fai bei sogniflorencefree state of jonesfuga da reuma park
 NEW
funne - le ragazze che sognavano il mare
 T
geniushome (2016)i cormorani
 R
il cittadino illustreil cliente (2016)il ggg - il grande gigante gentileil medico di campagna
 NEW
il mondo magicoil piu' grande sogno
 NEW
il ragno rossoincarnateknight of cups
 T
kubo e la spada magicala cena di natalela festa prima delle festela mia vita da zucchina
 T
la pelle dell'orsola primavera di christine
 T
la ragazza del trenola sindrome di antoniola stoffa dei sognila verita' negatal'amore rubatole stagioni di louisele verita' sospeselion - la strada verso casa
 NEW
l'ora legale
 NEW
maestromagic islandmasha e orso - nuovi amici
 T
masterminds - i geni della truffamechanic: resurrectionmiss peregrine - la casa dei ragazzi specialimister felicita'
 T
morgannaples '44natale a londra - dio salvi la regina
 NEW
nebbia in agostonon c'e' pi¨ religione
 T
non si ruba a casa dei ladri
 T
oasis: supersonicoceaniaone piece gold - il filmpalle di neve - snowtimepassengerspatersonpaw patrolpeppa pig in giro per il mondoper mio figliopoveri ma ricchi
 NEW
qua la zampa!quel bravo ragazzorobinu'rock dog
 HOT
rogue one: a star wars storyshelleyshut insilencesing
 T
sing streetsnowdensullythe birth of a nationthe bye bye man
 T
the founderti amo presidente
 R T
un mostro dalle mille testeun natale al suduna vita da gatto
 NEW
xxx: il ritorno di xander cageyo yo ma e i musicisti della via della seta
 NEW
your name

949208 commenti su 36401 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net