la meglio gioventu' regia di Marco Tullio Giordana Italia 2003
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la meglio gioventu' (2003)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film LA MEGLIO GIOVENTU'

Titolo Originale: LA MEGLIO GIOVENTU'

RegiaMarco Tullio Giordana

InterpretiLuigi Lo Cascio, Adriana Asti, Sonia Bergamasco, Maya Sansa, Fabrizio Gifuni, Jasmine Trinca, Alessio Boni, Camilla Filippi, Valentina Carnelutti, Andrea Tidona, Lidia Vitale, Greta Cavuoti, Riccardo Scamarcio

Durata: h 6.00
NazionalitàItalia 2003
Generedrammatico
Al cinema nel Giugno 2003

•  Altri film di Marco Tullio Giordana

Trama del film La meglio gioventu'

La storia di una famiglia italiana dagli anni sessanta a oggi. Al centro due fratelli: Nicola e Matteo, inseparabili amici finchŔ l'incontro con una ragazza psichicamente disturbata non cambierÓ le cose...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,10 / 10 (321 voti)8,10Grafico
Miglior filmMigliore regiaMigliore sceneggiaturaMiglior produttoreMiglior montaggioMiglior sonoro
VINCITORE DI 6 PREMI DAVID DI DONATELLO:
Miglior film, Migliore regia, Migliore sceneggiatura, Miglior produttore, Miglior montaggio, Miglior sonoro
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La meglio gioventu', 321 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 5   Commenti Successivi »»

DogDayAfternoon  @  25/12/2020 19:20:57
   7½ / 10
Quasi un Novecento atto III e atto IV, visto che anche temporalmente racconta la seconda metà del secolo scorso. A ragione considerato uno dei migliori prodotti del cinema nostrano degli ultimi decenni, 6 ore intense ed appassionanti che attraverso le vicende di una famiglia (più o meno) qualsiasi fanno rivivere i principali fatti italiani dal 1966 al 2003. Ecco, quel "più o meno" tra parentesi sta ad indicare che per ovvie esigenze di copione a volte gli eventi sono un po' forzati e vi sono fin troppe coincidenze ma ai fini della riuscita del film è abbastanza irrilevante.

Mi è piaciuta molto la caratterizzazione dei vari componenti della famiglia, soprattutto come vengono messe in risalto le emozioni e il diverso modo di affrontare gli avvenimenti da parte dei due fratelli Nicola e Matteo. Ma tutto questo può funzionare solo con dei bravi attori, e anche in questo caso devo dire che il livello è molto alto specialmente per le prove di Lo Cascio, Boni e Trinca ma non solo, pur se con qualche eccezione (non mi è piaciuta per niente l'attrice che interpreta Mirella).

A livello di trama il meglio lo danno le prime 3-4 ore, diciamo fino agli anni '80, e specialmente nella primissima parte l'inserimento del personaggio di Giorgia dà un tocco di drammaticità e profondità non indifferente. Ultima parte invece, quella dedicata agli ultimi anni (c'è pure uno Scamarcio sbarbatello) a mio avviso non allo stesso livello del resto del film, avvenimenti molto forzati e tirati per le lunghe.

Lo si può tranquillamente definire un cult del cinema italiano.

Wilding  @  09/12/2020 20:19:02
   9 / 10
Bellissimo, intenso e profondo. Un pezzetto di Storia del nostro paese raccontato e interpretato in modo meraviglioso. Imperdibile.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR wicker  @  22/10/2018 19:12:10
   8 / 10
Minseria di Giordana molto bella e ben fatta .
Quarant'anni di storia italiana raccontati attraverso le vicende di una famiglia senza mai forzare la storia di quest'ultima agli eventi sociali . Quindi la sceneggiatura scorre via bene non ci si annoia e gli attori sono molto bravi ,soprattutto Locascio e la Trinca.

Goldust  @  09/09/2016 11:10:24
   9 / 10
Una sentita e partecipe cavalcata lungo quasi quarant'anni di storia italiana vista dagli occhi di una famiglia come tante ( in particolare da quelli di Nicola e Matteo, due fratelli legatissimi ) e dove il dramma della vita prende spesso il sopravvento sulle cose e le persone. L'impresa più che ambiziosa era titanica, eppure a parte qualche scusabile scivolata di ritmo ed alcune semplificazioni necessarie il film di Giordana emoziona davvero, perchè è genuino e raccontato con il cuore. Ma nulla di ciò sarebbe stato possibile senza l'apporto di un cast così ben affiatato ( solo la Trinca non mi è piaciuta ), una straordinaria performance d'insieme che è merce rara nell'asfittico panorama cinematografico italiano. La sensibilità della Asti e soprattutto di Lo Cascio non si scorderanno facilmente.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  17/08/2016 23:53:56
   9 / 10
Questo lavoro di Giordana racconta quarant'anni di un paese scosso da entusiasmi, lacerato da conflitti che il tempo non ha mai risolto e le cui ferite ancora sanguinano. Il grande pregio risiede in dubbiamente nell'armonia pressoché magica tra il contesto e i personaggi che lo popolano. Questi due elementi, basilari nella narrazione, non si sovrappongono mai fra loro. Il contesto non soffoca i personaggi e viceversa, cosa non facile da mantenere per ben oltre le sei ore. I personaggi sono affidati ad un cast di primordine dove Lo Cascio esprime la sua migliore intepretazione, insieme al Peppino Impastato de I cento Passi. Una bella fetta di storia italiana raccontata all'interno di una saga familiare, magari con qualche didascalismo, ma senza eccedere nella facile retorica.

AMERICANFREE  @  03/08/2016 08:30:16
   8½ / 10
Bel film, visto in 4 puntate, mi sono molto appassionato e non mi sono mai annoiato. Bravi tutti gli attori, regia curata e impeccabile. Condivido la media di filmscoop, consigliato

hghgg  @  20/11/2015 18:42:09
   8½ / 10
Una nuova epopea alla "Novecento" più bella di "Novecento" con in più, in omaggio, quel titanismo da infinita saga letteraria romantica e malinconica che un po' rimanda anche ad un'altra elegia al tempo che passa come "C'era una volta in America" che il film di Giordana addirittura supera, nettamente, in durata (6 ore, mica bruscolini) vista la sua originaria concezione televisiva.
Un enorme ciclo narrativo lineare, dagli anni '60 al 2003, ci mostra l'evoluzione dell'Italia, del Mondo, e dei fratelli Nicola e Matteo Carati assieme al resto della loro famiglia, con una tale quantità di scene memorabili e belle idee da scivolare via in straordinaria armonia con lo spettatore nonostante la titanica durata (consigliabile in ogni caso una pausa tra prima e seconda parte almeno) e giusto qualche trovata, funzionale allo sviluppo della storia, che ho trovato un tantino estrema (pure la moglie brigatista! Ma tutte a lui oh) ma va benissimo così.

"La meglio gioventù" è forte della regia di Giordana che ha il gusto dell'Epico, del Grandioso ma senza mai dimenticare buon gusto, delicatezza e poesia di cui il film è permeato, così come non dimentica crudezza e momenti cupi, dosando meravigliosamente gli elementi in un calderone perfettamente centrato e davvero gustoso forte anche di un circolo di personaggi veri, umani, sentiti, non solo dotati di eccellenti caratterizzazioni (tutti e sono tanti) ma anche affidati ad un cast tanto numeroso quanto affiatato, preparato e in gran forma, con in testa quel fenomeno di Luigi Lo Cascio che con la sua bravura mi aveva già stordito nel capolavoro "I 100 passi" e qui si ripete con un'interpretazione sofferta e profonda, naturale ed espressiva, IL volto simbolo di questa epopea italiana rappresentato da un attore di grande talento.

Parliamo anche di un sorprendente Alessio Boni che ha nelle mani un personaggio complicatissimo e sa renderlo convincente e carismatico, sebbene io abbia sempre pensato che la grande sofferenza interiore di Matteo lo porti a fare clamorose cose a caso che mi hanno spiazzato in entrambe le visioni del film. Comunque bravo, non come Lo Cascio, ma bravo, Boni l'ho visto perso nelle peggiori schifezze televisive italiche immaginabili, che peccato.

E attorno a loro un cast brillante e ricchissimo, la migliore Jasmine Trinca di sempre, parla poco e recita benissimo con gli occhi, gli sguardi e i gesti. La garanzia Fabrizio Gifuni, Adriana Asti, Andrea Tidona e così via.

In un film del genere è difficile e sarebbe davvero tedioso elencare determinate scene, momenti e sequenze del film, basta vederlo.

Davvero splendido, epopea cinematografica italiana del nuovo millennio, non robetta da poco.

adrmb  @  18/05/2015 22:31:52
   8 / 10
Emozioni a non finire trasmette questa rievocazione nostalgica di trent'anni di Italia, dagli anni '60 fino allo scorso decennio. Una storia condotta e raccontata in maniera egregia, che non fa assolutamente avvertire allo spettatore il peso della sua lunga durata.
La "normalità" del quotidiano, che a tratti s'incrocia con la mera componente storica in maniera assolutamente spontanea senza che questa risulti invasiva: i tanti gesti della vita, le sfumature dei rapporti interpersonali, le festività, la vita nella luce più "normale", ma non per questo meno emozionante, anche grazie alla presenza di personaggi carismatici interpretati da attori di grandissimo livello.
Gli unici difetti a mio avviso si possono riscontrare in alcune trovate da fiction televisiva, leggermente fastidiose; ma peccati veniali considerato il livello nel suo insieme.
Per chi ama la cultura e storia italiana, da non perdere. Gioiellino.

momo  @  28/04/2014 15:40:08
   9½ / 10
Uno dei migliori film italiani degli ultimi decenni, riesce a fondere il lato storico e quello umano molto bene. Allo stesso tempo supera le solite prese di posizione ritraendo oggettivamente la realtà italiana, da questo punto di vista lo ritengo di molto superiore a lavori che si possono in qualche modo considerare affini (come "indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto") ma che non riescono ad essere così oggettivi. Lo trovo equiparabile ad Heimat come tipologia, in america si devono accontentare di Forrest Gump.

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  29/12/2013 20:44:45
   8½ / 10
"Sei felice? Allora è arrivato il momento di essere generosi."

Questa e altre perle in un film idealista, ma mai retorico, salvo momenti (invero, mai troppo frequenti) di puro trash televisivo, un film che è entrato ormai nell'immaginario cinematografico collettivo degli italiani che sono rimasti qui. Infatti, ogni tema, a partire dal fortissimo discorso del professore universitario, punta, anche se apparentemente questa è solo una storia, un racconto, una saga famigliare alla Scola, al tema socio-storico, al dolore italiano dei milioni di cittadini senza nome di cui Nicola, Matteo, Mirella, Giorgia e Adriana sono controparti simboliche e ideali, personaggi a cui ci affezioniamo proprio per il rappresentato storico di cui sono ammantati. Non c'è possibilità, dunque, di giudizio, umano o anche storico, per le Brigate Rosse, il grande male della sinistra di cui ogni regista intellettuale italiano espia la colpa, facendovi i conti artisticamente, decidendo di essere "generosi". E' questo il punto di forza del film, la capacità di arrivare a tutti, di fare in modo che un popolo si riconosca in una grande storia, come accadeva nei tempi antichi. Le saghe famigliari italiane sono quello che sono, un po' nazional-popolari, sempre con questo provincialismo tradizionalista e televisivo addosso, ma sempre liriche, commuoventi, intense, dove l'ideale si fa carne, dove non ci si vergogna mai di rappresentare un sentimento. Giordana porta all'Italia una bella storia di felicità attraverso il dolore e la semplicità, qualcosa di primigenio. Forse Sorrentino ne è uno sviluppo.

Lavezzi78  @  16/11/2013 16:11:03
   9½ / 10
Un pezzo di storia italiana raccontata attraverso le vicissitudini della famiglia Carati! Film semplicemente magnifico!!...Tutto il cast si esprime ad alti livelli(Locascio,Bergamasco,Gifuni,ecc....), ma una menzione particolare la merita Alessio Boni.......

freddy71  @  01/11/2013 08:32:11
   8 / 10
bel film.....anche se è impossibile guardarlo tutto in una volta....però attraverso i suoi personaggi descrive un pezzo di storia italiana.

Invia una mail all'autore del commento moon's boy  @  30/08/2013 01:22:37
   9½ / 10
Un orgoglio per il nostro cinema e un bellissimo ritratto del nnostro paese e della nostra storia recente...

piripippi  @  25/08/2013 18:09:56
   8½ / 10
un film strepitoso, un emozione, un ritratto del nostro paese fatto bene e senza esagerazioni, una storia di una famiglia, una storia di amicizia. un film senza dubbio da ricordare e da amare, forse un pon troppo drammatico ma proprio per questo sembra un film vero. gli attori sono stati bravissimi e la fotografia splendida

Oskarsson88  @  08/08/2013 23:20:03
   7 / 10
E' difficile dare un voto consono in quanto è difficile inquadrare l'opera, se come film o prodotto televisivo. D'altronde la lunga durata rende per forze di cose atipico il prodotto. In ogni caso, al dunque.. ho sinceramente apprezzato lo svolgimento, nel senso che non mi sono annoiato e anzi ero curioso delle novità, e ho apprezzato quegli sprazzi di realtà italica che ci vengono mostrati sullo sfondo qua e là. Di contro ho trovato decisamente troppo stile soap opera / telenovela una gran quantità di situazioni (più o meno tutti gli intrecci amorosi sono di basso livello fiction televisiva) nonchè molto poco credibili in troppo frangenti.. ma diciamo che ci si può mettere una pietra sopra, d'altronde sei ore son sei ore e la baracca deve andare avanti. Gli attori mi sono piaciuti abbastanza, e soprattutto i personaggi di Matteo e Giulia sono molto forti. Di invece poco piacevole un forse eccessivo melenso buonismo in di nuovo troppe occasioni. Per concludere, un'opera interessante e positiva, coinvolgente ma poco realisticamente interpretata, che può lasciare soddisfatti se non si pretende un gran cinema ma si scende a qualche compromesso. Tutto sommato positivo..

benzo24  @  10/11/2012 11:22:27
   5 / 10
Troppo lungo e troppa carne a fuoco. peccato perchè il film poteva funzionare benissimo, anche grazie all'eccellente prova dei Lo Cascio e Boni, purtroppo però il film si perde nelle solite banalità romantiche e nell'esaltazione della famiglia, quando doveva essere solo un pretesto per raccontatre la storia del nostro Paese, che invece passa inesoeabilmente in secondo piano.

P.S. Ricordo che comunque è un prodotto televisivo e che se è visto come un film ovviamente perde, in quanto è troppo lungo ed inadeguato a quel formato.

genki91  @  23/10/2012 01:47:23
   9 / 10
40 anni di storia d'Italia vista dagli occhi della famiglia Carati.
Capolavoro che non fa pesare le 6 ore di durata, 6 David pienamente meritati.
Cresce la mia stima per Giordana e per un grande Luigi Lo Cascio.

Tuonato  @  28/08/2012 13:17:08
   6 / 10
Quasi quarant'anni di vita della famiglia Carati.
Progetto ambizioso quello di Giordana, bisogna ammettere che i risultati sono dalla sua parte.
Per quanto alla fine sia un buon prodotto, l'ho trovato dal taglio fastidiosamente simile ad un serial televisivo e condito da troppi buoni sentimenti, la vita è assai più bastarda.
E poi sei ore sei non le giustifico per un romanzo rosa tradotto in immagini.
Decisamente ruffiano.

Lory_noir  @  08/08/2012 17:51:58
   9 / 10
Un eccellente lavoro italiano con un cast di bravissimi attori. Sei ore ininterrotte di emozioni, risate e pianti. Eccellente davvero.

guidox  @  03/07/2012 02:24:54
   9½ / 10
un affresco incredibile dell'Italia in quasi 40 anni, dall'estate del 1966 ai giorni nostri.
bravissimi tutti gli attori del cast, specialmente i due fratelli protagonisti principali delle vicende, che si susseguono per 6 ore e che non annoiano MAI.
ottima la scelta di attraversare la storia del paese grazie ai fatti che girano intorno a questa famiglia; tutte le tematiche (e sono tante) che vengono trattate non sono mai pesanti e tantomeno banali.
confesso di aver avuto due-tre momenti di pura commozione, anche perchè è difficile restare indifferenti facendo paralleli con la vita vissuta da ognuno di noi; o magari sono io che sono piuttosto sensibile a determinati avvenimenti e quindi mi sono ritrovato in empatia coi protagonisti.
l'unico difetto che a mio avviso gli costa il mezzo punto del 10 tondo, è il personaggio di Giulia, troppo "carico" e stereotipato nel suo divenire.
comunque un gioiello purissimo, che evidenzia in amniera eccezionale anche i vari passaggi generazionali.

Atlantic  @  19/06/2012 15:34:49
   8 / 10
Dopo "I Cento Passi" Marco Tullio Giordana torna un altra volta insieme a Luigi Lo Cascio. Un film lunghissimo di oltre 6 ore , diviso in 2 parti , ma che ripercorre 37 anni di storia italian (1967-2003) e la storia di due fratelli e di come le loro strade si divideranno per poi reincontrarsi.
Ottimo cast (Luigi Lo Cascio e Alessio Boni su tutti ma anche Andrea Tidona e Sonia Bergamasco).
Bellissimo.

musdur  @  11/05/2012 22:24:26
   9 / 10
Terza e quarta parte del film sono struggenti e commoventi, gioielli della cinematografia italiana da custodire con cura.

Beatrix Kiddo  @  25/02/2012 22:52:52
   10 / 10
colpisce e rimane

franzcesco  @  17/02/2012 17:11:10
   8 / 10
Film lungo 6 ore (ci vuole coraggio!) ma molto gradevole.
Una delle migliori opere italiane degli ultimi 20 anni.
Assolutamente da vedere!

gemellino86  @  20/11/2011 13:37:41
   9½ / 10
Un'opera che colpisce per la sua amarezza e profondità con temi sicuramente non facili da affrontare. Il più grande capolavoro italiano. Nonostante la durata di sei ore è una serie delicata capace di suscitare grandi emozioni con personaggi memorabili. Da non perdere.

Rui Costa  @  08/11/2011 01:24:38
   8½ / 10
Sicuramente uno dei più bei film italiani degli ultimi 10 anni. La durata è di ben 6 ore, ma non annoia, anzi non si riesce a smettere di guardarlo. Interessanti anche gli argomenti trattati che descrivono alcuni dei più importanti avvenimenti italiani dagli anni Sessanta ad oggi. Consigliatissimo!!!

Paolo70  @  21/08/2011 17:06:33
   7 / 10
Buon film variegato e piacevole da vedere.

donfabios  @  25/01/2011 09:37:37
   8½ / 10
a tratti un po' prevedibile e approssimativo, ma nel complesso molto bello.
Bravissimi tutti gli attori, interessanti e educative le tematiche trattate, specie per chi quegli anni non li ha vissuti.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  14/08/2010 00:02:21
   9½ / 10
Probabilmente il miglior film italiano del decennio (insieme a Le coneseguenze dell'amore).
Cavalcata mai noiosa divisa in due atti da tre ore ciascuno per raccontare la storia della famiglia Carati e dell'Italia,progetto nato all'inizio per essere portato in tv e poi uscito al cinema dopo il trionfo a Cannes con i 9 minuti di applausi e il premio Un certain regarde.
Raccontare un'epopea familiare di personaggi medio-borghesi senza scadere nelle banalità non è facile,se poi oltre a riuscirci il film regala momenti strepitosi vuol dire che siamo di fronte a un risultato eccellente sotto tutti i punti di vista.
Anche se spesso non nascone la sua provenienza originaria della televisione alcune sequenze sono (mi permetto) da antologia del cinema. Oltre questo,Giordana sa il fatto suo. Riesce a comunicare con una scena mille cose solo indugiando su un gioco di sguardi,merito suo e dell'intensità degli attori. La regia è curata in maniera sopraffina,mai sopra le righe,induga forse nel melodrammatico troppe volte ma si riprende riuscendo a non rendere mai noioso un progetto della durata effettiva di sei ore.
La sceneggiatura è come un fiume in piena,rispecchia la vita come è e non come dovrebbe essere: i vari membri della famiglia (i protagonisti sono Nicola e Matteo Carati) si separano,si amano,si riavvicinano,muoiono e spariscono come può succedere solo nella vita reale. Le loro vicende,a volte forzate,hanno appassionato tantissime persone per la forza che ogni personaggio ha,per le caratteristiche così umane e peculiari. Merito anche al cast eccellente in cui tutti sembrano dare il meglio di sè,Lo Cascio e Boni in primis.
Pecca in qualche forzatura in una trama che comunque vive di ampio respiro,accontentando un pò tutti i tipi di spettatori grazie alla sua prorompente vitalità. Diciamoci la verità,è difficile non appassionarsi alle vicende di Nicola o Matteo,identificarsi con uno di loro o con entrambi è di una semplicità unica. Questo perché tutti siamo o siamo stati giovani e sappiamo esattamente cosa provano,come reagiremmo noi e come reagiscono loro,sempre col cuore.

La meglio gioventù,titolo preso da Pasolini,è anche un inno alla bellezza e alla giovinezza. Il finale quasi ciclico è un segnale di questo,le parole di Nicola sulla bellezza sono la conferma.
In mezzo stanno anche altre cose,un pò di tutto in questo enorme calderone: psichiatria,con il lento cambiamento dei rapporti con i malati mentali (da brividi la scena del tribunale con i matti testimoni o quella in cui Nicola scopre una clinica che li trattava come bestie),l'inutile rivoluzione tentata dalle Br (ragione e sentimento tra una madre che sceglierà un'ideologia abbandonando la figlia),viaggi alla scoperta di sè stessi,le comprensioni e le incomprensioni.
Se però la sceneggiatura è lineare non mancano spesso dei colpi di scena che fanno male. Emblematico il personaggio di Alessio Boni,pecora nera della famiglia per sua scelta,carattere autodistruttivo ma buono interpretato magnificamente in quello che è forse il ruolo più complicato e certamente il più tragico.

Adottando un non facile linguaggio universale,La meglio gioventù non ripercosse "soltanto" la storia d'Italia ma è riuscito ad essere un successo nel mondo grazie anche alla storia umana che è il vero perno del lavoro complesso di Giordana.
Dappertutto ha ricevuto commenti entusiastici e ha commosso il pubblico. Si può dire finalmente di un film italiano che è un capolavoro anche all'estero.

Invia una mail all'autore del commento EnglishRain  @  06/06/2010 23:48:18
   7 / 10
Do mezzo punto in più per la bravura degli attori...Un buon film che ripercorre la storia d'italia dell'ultimo mezzo secolo usandola però come contorno rispetto alle vicenda di una famiglia italiana come tante altre. A tratti commovente, in alcuni punti lento, ma tutto sommato piacevole.

maurimiao68  @  18/02/2010 12:02:50
   4 / 10
Film lungo una quaresima e di una pesantezza allucinante....non mi è piaciuto affatto!!!

Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  15/02/2010 16:37:47
   8 / 10
Lunga cavalcata nella vita di una famiglia, guidata magistralmente da Giordana. Passioni, sentimenti, sconfitte e scoperte dolorose perché ordinarie, ma proprio per questo emozionanti.
Nonostante qua e là denunci l'originale impianto televisivo, l'affresco finale è meraviglioso, e merita almeno una visione. Strepitoso tutto il cast.

endriuu  @  29/12/2009 02:37:59
   9 / 10
si candida a miglior film italiano degli ultimi dieci anni.

suzuki71  @  14/12/2009 09:13:36
   4½ / 10
Mosso dalle critiche entusiastiche di diversi amici, ho visto questo lunghissimo film addirittura comprandone il cofanetto, con immediato pentimento del sottoscritto dopo la prima mezz'ora di visione. Manieristico e prevedibile, questo film sta all'arte cinematografica esattamente come la rima "cuore-amore" sta alla poesia. Giordana, a mio avviso, è il regista più sopravvalutatao degli ultimi anni. La lunghezza fa sì che anche il 5, per me, sia troppo.

marco86  @  14/12/2009 01:25:07
   9 / 10
confesso di avere un debole per le storie lunghe che hanno il tempo e la capacità di coinvolgerti e farti affezionare ai personaggi.
La meglio gioventù, in questo, riesce benissimo. i personaggi, tanti e vari, hanno una caratterizzazione psicologica profondissima e le trame cui danno vita risultano coinvolgenti dall'inizio alla fine, con sullo sfondo 40 anni di storia italiana.

un film sulla Vita con la V maiuscola, in cui si mescolano riflessioni esistenziali a riflessioni storiche. molto bravi gli attori, in particolare i due fratelli protagonisti e la Trinca.

devo ammettere che la seconda parte, per quanto emotivamente intensissima, è meno riuscita della prima. commovente comunque il finale.

straordinario.

DarkRareMirko  @  19/11/2009 23:21:53
   10 / 10
Magnifico kolossal di Tullio Giordana che, come lui ben dice nel libretto annesso all'ottima edizione 3 dvd del film, mostra gli italiani in modo diverso da come di solito essi vengono rappresentati - cosa buona e giusta - e quindi ecco che il coprotaognista è stranamento ipersensibile e permaloso, il padre di turno non è particolarmente brillante, l'insospettabile acqua e sapone è in realtà una terrorista, e via dicendo.

Gran bel cast (la Trinca pare non sbagliare mai un film tra l'altro, si vedan pure Romanzo criminale e La stanza del figlio), dove viene recuperata pure una brava Asti da titoli Brassiani come Caligola ed Action, mai cadute di tono (pure nel finale che inneggia alla bellezza, perchè quella che si và a richiamare in realtà non è la solita definizione canonica di bellezza, bensì un qualcosa che richiamà a sè molte altre qualità), ottima ricostruzione d'epoca.

Se si è brave persone, si può pure andare con la donna del il fù nostro miglior amico (che pure è d'accordo, almeno sottoforma di poetico fantasma) indi.

Probabilmente la migliore opera originariamente televisiva realizzata dopo Berlin Alexsanderplatz e certi lavori di Peter Brook.

Un vanto italiano che già solo riguardo al titolo ricorda il mito Pasolini.

Espliciti e palesi i meriti tecnici e di sceneggiatura.

Junipher  @  25/10/2009 14:53:25
   7 / 10
A dispetto della sua lunga durata La Meglio Gioventù è un film che riesce a farsi guardare nella sua interezza senza annoiare... Purtroppo nel secondo atto Giordana sembra perdere il controllo della dimensione cinematografica per lasciar spazio ad un espressività da fiction televisiva, specialmente dopo la tragica morte di Matteo (uno dei momenti più intensi del film) A tratti certe caratterizzazioni dei personaggi si fanno anche troppo macchiettistiche, stereotipate od inverosimili.
Nelle sue ambizioni "storiche" forse è leggermente superficiale: esempio, non c'è traccia alcuna dell'ascesa al potere di Berlusconi (con il conseguente, ulteriore, declino morale-social-economico italiano)
Un capolavoro mancato... comunque da guardare, almeno il primo atto merita tutta l'attenzione possibile.

dgarofalo  @  08/10/2009 23:03:29
   8½ / 10
lo cascio immenso, ottimo film

edmond90  @  29/08/2009 14:06:34
   10 / 10
Capolavoro.

1 risposta al commento
Ultima risposta 14/09/2009 21.29.57
Visualizza / Rispondi al commento
carriebess  @  23/07/2009 12:22:04
   7 / 10
mi piace il modo di Giordana di ripercorrere la storia italiana attraverso il percorso di crescita personale di questi due fratelli molto diversi tra loro, destinati però a separarsi e rincontrarsi più volte.
ho apprezzato ancor di più questo regista ne I Cento Passi.

il voto abbastanza basso è dovuto semplicemente all'ECCESSIVA DURATA.
NON SI PUò FAR DURARE UN FILM 6 ORE. è IMPROPONIBILE, INFATTIBILE per l'attenzione e l'occhio umano.

ottime le interpretazioni di Lo cascio e Boni.

phoenix74  @  28/02/2009 18:49:20
   9 / 10
tra i miei film preferito, un piccolo capolavoro

orwell00  @  09/01/2009 19:52:55
   7½ / 10
Gran lavoro. Che dire Giordana riesce a tratteggiare 40 anni del nostro paese in un'impresa titanica anche se talvolta scivola nella retorica.
10 a Lo Cascio.

ulisseziu  @  08/12/2008 23:08:32
   9½ / 10
Riesce a racchiudere 50 anni di storia Italiana attraverso un intreccio di vicende e di personaggi incredibile.
Non è mai troppo banale e mai troppo melenso (nonostante a tratti si sente la fattura troppo " televisiva").
Attori bravissimi, ottimo il soggetto e la sceneggiatura, veramente spettacolare, 6 ore intense e allo stesso tempo leggerissime.

rizz85  @  10/08/2008 21:13:06
   9 / 10
unico difetto è che dura 6 ore,io l'ho dovuto vedere in 3 sere,ciò fa perdere l'aroma del film

manera4  @  05/06/2008 20:29:52
   9½ / 10
uno dei migliori film italiani di questi anni,forse un pò pesante in alcuni punti ma speciale.

serrano  @  16/03/2008 22:42:47
   9½ / 10
molto molto molto ma molto bello!!!
forse un pò ambizioso il voler ripercorrere sommariamente gli ultimi 40anni di storia italiana...però non lo han fatto niente male...anche se troppo a grandi linee....ma era inevitabile!
ottimi gli attori...le scene e la cura dei dettagli.
i dialoghi sono mediamente buoni ed eccellenti a tratti....ma commoventi sempre! e a tratti anke comici....
....certo che Scamarcio alla fine...beh...forse era alle prime armi e ancora doveva dare il peggio di se nei suoi soliti, ultimi fimmetti x sgallinate!!!!
insieme alla "Vita è bella" e "Santamaradona"...è il film italiano più bello che abbia mai visto! Ah beh...c'è anke "i 100passi" ovvimante....e "il postino".....e..."Anche libero va bene".....
=)
6 ore che vorresti non finissero mai....

castoro79  @  02/03/2008 15:00:31
   8 / 10
Se sei italiano, vale davvero la pena di impiegare 6 ore della tua vita per vedere questo film.
Il film è molto lungo, ma narra della storia di una famiglia dagli anni '60 fino ad oggi, passando lungo le tappe principali di una vita: Disgrazie, dolori, sacrifici e gioie. Forza e sconfitta. Caratteri diversi sullo stesso sfondo: l'Italia degli ultimi 50 anni.
Davvero un bel film, in cui è facile immedesimarsi. Bella la fotografia, discrete le musiche.
Consigliatissimo, da vedere in 2-3 sere!

Sar_men  @  02/02/2008 16:51:14
   10 / 10
E' molto umano,ti tiene incollato allo schermo per tutte le 6 ore...Io l'ho visto in tre sere e le mattine successive il pensiero andava sempre al film,cercando di immaginare il finale..E'pieno di emozioni,e' commovente,ti affezioni ad ogni personaggio!

Invia una mail all'autore del commento Axel  @  24/01/2008 17:29:25
   4 / 10
Grandissima delusione!
Cosa rappresenterebbe: la rinascita del cinema italiano sulla scia di Scola, Bertolucci o magari Pasolini e Visconti?.. direi che il risultato e' uno ZOMBIE!
Mi sono fermato alla prima parte: un affresco di un italietta piccola piccola e ridicola, ZEPPO DI LUOGHI COMUNI.
Alcuni istanti valgono tutto il film, ma attori e pochi minuti interessanti non possono fare un film di 6 ore.
Sono semplicemente costernato.
Dobbiamo sollevarci da questa idea di Italia che abbiamo: e' addirittura peggiore di quella che diamo all'estero.

3 risposte al commento
Ultima risposta 14/09/2009 21.39.30
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento Rana c'Ŕ!  @  19/01/2008 21:58:45
   8½ / 10
Non credevo che in Italia fossero stati fatti film di questo spessore finchè non ho scoperto Marco Tullio Giordana.
La storia di questo film è praticamente da 10, ovviamente se fosse stato girato in America, con budget hollywoodiano e da un regista conosciuto in tutto il mondo sarebbe passato come uno dei più grandi capolavori della storia.
Ma qui da noi si fa quel che si può e Giordana assieme all'interpretazione magistrale di Luigi Lo Cascio e Jasmine Trinca è riuscito a tirar fuori qualcosa di unico e fantastico.
Nato per la televisione e diventato subito qualcosa di più che il solito film della domenica sera su Rai 1.
Quasi un capolavoro

antocucs  @  28/12/2007 14:22:44
   9 / 10
Sei ore che ti coinvolgono nei ricordi della nostra Italia , dagli anni 60 fino ad oggi, la storia di due fratelli che vivono nel loro animo partecipi, gli avvenimenti che hanno segnato il nostro paese, e che da cio' ne fanno parte della loro vita. Bellissimo e commovente, bravi tutti gli attori.
Da vedere assolutamente.

Xanadu26  @  25/12/2007 00:10:38
   7 / 10
Io non lo reputo un capolavoro, ma un lavoro ben fatto, realista, commovente e non banale. Luigi Lo Cascio e' il migliore forse solo dopo A. Asti, peccato che dopo questo film sia notevolmente peggiorato nei ruoli che accetta di fare. L'ho trovato molto dolce nel ruolo del papa' rimasto solo con la moglie che lo abbandona. Bella e brava la bambina che fa la figlia. Ti viene voglia di un figlio... Nell'insieme e' da vedere, ma per voi loro sono stati davvero "La meglio gioventu"??
Sono perplesso... Io sono del 1966, saro' di parte, ma preferisco la MIA GENERAZIONE.

vitocortesi  @  08/12/2007 21:12:23
   10 / 10
Finalmente un capolavoro italiano un film che per sei ore ti tiene incollato allo schermo e vorresti non finisse ancora.

Babayaga  @  08/12/2007 20:25:40
   9 / 10
Sta volta finalmente un'ottimo prodotto Italiano che merita.
Sembra tutto perfetto: dalla storia, all'ambientazione delle varie epoche, ai dialoghi, alla recitazione magistrale degli attori e, proprio io che in genere ho criticato Luigi Lo Cascio in altri suoi lavori, qui' devo proprio dirgli: BRAVISSIMO HAI SUPERATO TE STESSO. Ho adorato il personaggio di Nicola Carati fin dall'inizio, per me tante ragazze si sono innamorate seriamente di Lo Cascio vedendo la Meglio Gioventu'.
FORSE MEGLIO CHE NEI 100 PASSI, credo anche merito del grande M.T. Giordana.
Quando vedi certi lavori allora speri davvero nella rinascita del nostro cinema!!!!

giuliapra  @  12/11/2007 16:02:43
   10 / 10
stupendo...emozionante...commovente...sono 6 ore in cui non riesci a staccare gli occhi dallo schermo...

mory.t  @  30/10/2007 22:21:40
   10 / 10
bellissimo....impossibile togliere gli occhi dallo schermo....film che emoziona,commuove,coinvolge...bellissimo ritratto dell'italia di quei periodi...ottimi gli attori e splendide la musiche....unica pecca:scamarcio nelle scene finali

da vedere e rivedere
e non dimenticare

sonhador  @  13/10/2007 16:47:56
   10 / 10
Pochi film hanno saputo coinvolgermi ed emozionarmi come questo.
6 ore di grande umanità..
A mio parere splendido e struggente.

alexp79  @  28/09/2007 23:47:12
   10 / 10
mi ha commosso, devo ammetterlo. Come posso ammettere molti difetti, lo stare sempre al limite dello stucchevole, ma commuove. Tanti i temi, la famiglia, gli affetti, la giustizia che a questo mondo sembra non esistere, ma uno mi ha particolarmente commosso, che neanche a dirlo è parte integrante della storia di matteo: la mancanza di comunicazione. Sembra quasi che tutti i problemi della famiglia sorgono quando non si riusce comunicare con le persone vicine. La prima parte sicuramente di qualità migliore, ma ho apprezzato anche la seconda, con i continui richiami alla gioventù andata, da persona nostalgica ed un po malinconica quale sono.

lupin 3  @  15/09/2007 04:58:47
   6 / 10
Anche se le 6 ore di film filano lisce come l'olio questa pellicola non mi ha ne entusiasmato ne mi è dispiaciuta.
Una pecca che non ho gradito molto è quella che i personaggi cambiano in maniera poco graduale, troppo bruscamente.
Un punto per ogni ora di film.
Voto 6

sweetyy  @  15/09/2007 04:41:32
   6 / 10
Difficile da valutare...per essere un film di grande durata non mi è pesato per nulla. In pratica finisce che ci si affeziona ai personaggi...
Comunque quello del regista è stato un ottimo lavoro,anche se difetti nella pellicola ce ne sono abbastanza...e specie nell'ultima parte il film secondo me è sceso di punteggio... Il finale carino ma forse un pò forzato

Macs  @  18/08/2007 11:31:51
   8 / 10
Media aritmetica fra il 9 per la prima parte e il 7 per la seconda. Va detto che per tutto il film, la recitazione è semplicemente stupenda: soprattutto i 4 fratelli, ma anche Carlo e i personaggi di contorno non sfigurano. Esistono ancora grandissimi attori in Italia. Il primo atto è molto suggestivo, emozionante, convincente. Poi nella seconda parte Giordana sembra forzare troppo la mano, ricercando l'emozione facile a tutti i costi, e convincendo di meno (vedi Spoiler).

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

scandal81  @  28/03/2007 23:10:21
   10 / 10
Ci vorrebbe un vto maggiore al 10!!Un film stupendo, bellissimo, fantastico. Una riproposizione della storia d'Italia attraverso gli occhi dei fratelli Carati che cercano di dare un senso alla loro esistenza, anche se Matteo abbandona questa strada scegliendo di suicidarsi ma il suo spirito continuerà a vivere nel figlio!!!Gli attori sono spettacoli e anche la regia di Giordana non ha difetti:per questo lo considero il mio film italiano preferito anche se molto recente!!!

Jumpy  @  01/03/2007 21:00:51
   8 / 10
La prima parte mi è piaciuta molto, poi la trama sembra andare un po' a rilento, il finale è bellissimo ma, ad un certo punto del film, si intuisce.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI martina74  @  23/01/2007 18:06:43
   8 / 10
Attraversare gli ultimi quarant'anni della storia italiana attraverso le vicende di persone normali non è facile: è come fare un documentario senza i protagonisti, è correre il rischio di cadere nelle banalità e nella cronaca senza approfondire.
"La meglio gioventù" corre il rischio, e riesce nell'intento, nonostante si colga spesso l'intento di un film nato per la tv.
Nel complesso è un'opera molto bella e incredibilmente scorrevole nonostante la lunghezza heimatiana.
Da cogliere comunque a episodi.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR agentediviaggi  @  18/01/2007 14:58:01
   9½ / 10
Il più bel film italiano degli ultimi vent'anni. E' un affresco meraviglioso che ci accompagna lungo 50 anni della ns. storia narrando le vicende di una famiglia borghese italiana attraverso le vicende di 2 fratelli molto diversi.
Attori veramente bravi e in parte e non una scena o un dettaglio inutile (...), la Meglio gioventù parla in prima persona del ns. Paese. I giovani di 30 anni fa potevano anche sbagliare (come la moglie di Lo Cascio) ma almeno si mettevano in discussione e avevano delle idee. Ma oggi? La parte finale del film lo dice chiaramente. Oggi non è più cosi. Sembra quasi esserci un sentimento di profonda stanchezza nei giovani contemporanei che studiano, lavorano o si fidanzano (e si lasciano subito dopo) come meccanicamente, senza pensare, senza spirito di sacrificio e quindi senza costruire nulla di durevole. Nessuna opera cinematografica descrive il declino dell'Italia meglio di questa e a Giordana va riconosciuto al di la dei gusti personali sul film, di aver realizzato un prodotto ambiziosissimo e difficilissimo.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Azucena  @  11/11/2006 21:28:05
   10 / 10
Un messaggio da Baiona, Paesi baschi, Francia...
Temevo di non farcela a star seduta 2 x 3 ore a guardare un film... sebbene fosse italiano (e io corro a vedere qualsiasi film italiano dato che qua non abbiamo spesso l'occasione di poter vederne)... e invece ce l'ho fatta ! E anche parecchie volte ! Da allora ho anche comperato il DVD e, ogni tanto, quando mi viene una voglia di "Madre Patria"... me lo guardo da vera egoista, me lo mangio tutto e non ne perdo una bricciola, mi tuffo dentro, non mi muovo più, tranne per bere il solito espresso assaporandolo quanto il film. E mi sembra di essere finalmente tornata a casa mia e di ritrovare l'Italia di qualche anno fa... quand'ero una ragazza e venivo in Italia a trascorrere coi genitori un mese di vacanze, poi mi viene voglia di piangere ogni volta che Matteo si butta giù da quel maledetto balcone perché ho l'impressione di far parte di quella famiglia tanto gli attori sono bravi e "naturali". Ecco, proprio così, sin dalla prima volta che ho visto quel film ho avuto la strana impressione di conoscere quelle persone, di averle sempre conosciute, l'impressione che facessero parte da sempre della mia vita.
Un capolavoro da vedere e rivedere.

badovino  @  18/10/2006 03:18:07
   10 / 10
Uno dei migliori film italiani degli ultimi anni. Marco Tullio Giordana riesce a comprimere quarant'anni di storia del nostro paese. Dall'alluvione di Firenze, alle brigate rosse, alle sommosse politiche ecc... E i due fratelli Matteo e Nicola incarnano i desideri e le paure di un'era...di un popolo. Bellissimo il contrasto tra i due ragazzi che vedono la vita in modo diverso creando due mondi differenti ma complementari.Superbi gli attori. Persino negli States questo gioiello è stato accolto dalla critica molto calorosamente...Un'opera talentuosa riuscita. Ci sono ancora buoni anzi ottimi autori in Italia....bisogna però tutelarli e investire per scoprire altri talenti.

giancarlochille  @  07/08/2006 02:00:31
   7½ / 10
Storia molto bella di una famiglia che si deve scoprire tale sempre e solo intorno a Nicola (Luigi Lo Cascio). Racitazione troppo teatrale.... Regia grintosa a tratti, serena in altri, quando delle inquadrature sono vere e proprie poesie.

la mia opinione  @  29/06/2006 20:07:59
   8½ / 10
Fantastico. Perfetta fotografia di un periodo storico e di un paio di generazioni. Certo dura molto ma non stanca mai è sempre molto intenso e sopraffine. Complimenti a Giordana, non è facile concepire un film come questo.

Scarface92  @  27/06/2006 11:48:04
   8½ / 10
Questo film è il portavoce nel mondo della nostra storia italiana.Complimenti a Marco Tullio Giordana.Davvero bello.Meryll Streep ha detto che è stato un dei film che ha seguito con più interesse,ha obbligato i suoi nipoti ha vederlo e finita la visione lei era in lacrime e i suoi nipoti l'hanno ringraziata.Penso che questo film non andrà mai in archivio perchè è un film senza tempo.Scarface92

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Rusty il Selvag  @  17/06/2006 13:43:54
   6½ / 10
Dal film Caro Diario di Nanni Moretti


MORETTI (voce fuoricampo): D'estate a Roma i cinema sono tutti chiusi, oppure ci sono film come "Sesso amore e pastorizia", "Desideri bestiali", "Biancaneve e i sette negri", oppure qualche film dell'orrore come "Henry", oppure qualche film italiano.

ANTONIO PETROCELLI: Ormai ho paura di rimettermi in gioco. Sono un vigliacco. Ma cos'è successo in tutti questi anni, ditemelo voi, io non lo so più.

SEBASTIANO NARDONE: Ti si stanno imbiancando le tempie.

ANTONIO: Incominciano a pesare le sconfitte.

GIOVANNA BOZZOLO: Una serie ininterrotta di sconfitte.

SEBASTIANO: La nostra generazione, che cosa siamo diventati? Siamo diventati pubblicitari, architetti, agenti di borsa, deputati, assessori, giornalisti. Siamo tanto cambiati, tutti peggiorati, oggi siamo tutti complici.

MORETTI: Ma perché tutti? Questa fissazione, tutti uguali,tutti compromessi, siamo tutti complici.

GIOVANNA: Non c'è niente di concreto nella mia vita. Quand'è l'ultima volta che abbiamo fatto una passeggiata? Ormai noi due stiamo insieme solo per abitudine.

ANTONIO: Tu ti vergogni di me. Che mal di testa, anche gli Optalidon non sono più gli stessi. Ti ricordi il tintinnio rassicurante del vecchio tubetto? Ora è tutto cambiato. Ora è veramente tutto cambiato.

GIOVANNA: Sai una cosa Antonio? Sei peggiorato. Non riesci più a provare un sentimento autentico.

SEBASTIANO: Siamo invecchiati, siamo inaciditi, siamo disonesti nel nostro lavoro. Gridavamo cose orrende, violentissime, nei nostri cortei, e ora guarda come siamo tutti imbruttiti.


MORETTI (voce fuoricampo): Voi gridavate cose orrende e violentissime, e voi siete imbruttiti. Io gridavo cose giuste, e ora sono uno splendido quarantenne. ...

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  13/06/2006 18:46:52
   6 / 10
trovo delle difficolta a dare un voto ad un'opera cosi lunga e complessa perche ci sono sicuramente dei bei momenti e alcune parti interessanti e commoventi pero ce ne sono altre che si ripetono fino alla nausea(tipo la presenza di troppi abbracci tra i protagonisti)...secondo me funziona bene solo la prima parte del film che riesce a non annoiare mentra passate le quattro ore le rimanenti due non offrono nulla di nuovo e tutto sa di gia visto...anzi non vedevo l'ora che finisse...
bravo lo cascio e buone le musiche...eccessivo

aurin  @  09/06/2006 16:48:05
   7 / 10
bel film, ben girato e ben intepretato (magistrale la scena del suicidio). Ma a volte troppo lento e scontato. Attori tutti bravi tranne Jasmine Trinca che nella vita dovrebbe fare decisamente altro! forse tutti quei David vinti sono un pò eccessivi.

style  @  01/06/2006 08:20:51
   9½ / 10
film straordinario,
bellissima storia, attori, dialoghi, scenografie...tutto!

davvero commovente e con certe scene memorabili

dura 6 ore ma visto in 4 puntate non si sente minimamente la lunghezza

qualche leggerissima e rarissima caduta di tono gli levano il 10...
(pure per il trucco: potevano impegnarsi di più sul finire del film, non si fanno diventare ultra-quarantenni i personaggi aggiungendo solo qualche capello bianco...)


vabbè... comunque assolutamente da vedere, c'è ancora speranza per il cinema italiano...

andalucia04  @  26/05/2006 19:30:43
   10 / 10
Uno dei film più belli che ho visto.Adesso lo stanno amnche riproponendo in tv e nn mi stanco mai di vederlo.Una storia bella,amara,ma che alla fine (secondo me)dà anche un messaggio di speranza,dopo tanta tristezza.sicuramente straconsigliato

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 27/06/2006 11.50.35
Visualizza / Rispondi al commento
franx  @  26/05/2006 10:52:32
   7½ / 10
Secondo me la colonna sonora 'who wants to live forever' dei QUEEN (credo) vedi THE HIGHLANDER, non c'entra molto con l'ultima parte, ma fa sempre piacere sentirla.
Grandissima la madre di Lo Cascio, Adriana Asti, come recitazione se li mette in tasca tutti e poi li tira fuori quando servono.
Bravo anche Alessio Boni. Uno psicologo mi ha detto esattamente il nome della sindrome di cui soffre il suo personaggio, aggiungendo che il produttore deve aver speso anche dei soldi per una consulenza psicoanalitica, perchè ha reso veramente bene ed in maniera approfondita la malattia del personaggio. Non mi ricordo il nome scentifico purtroppo.

1 risposta al commento
Ultima risposta 26/05/2006 10.53.47
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento bouree  @  01/05/2006 13:26:08
   7 / 10
bel film, peccato che l'ultima parte si trasorma quasi iu uno sceneggiato.
fino ad un certo punto gli avrei dato 8 ma l'ultima parte non mi ha soddisfatto.
da vedere.

quaker  @  30/04/2006 00:36:58
   8 / 10
La storia degli ultimi quaranta anni (inizia proprio nell'estate del 1966) raccontata attraverso le vicende di una famiglia italiana. Idea non originale, con un risultato a tratti superlativo, ed in altri momenti francamente debole nella scenegggiatura e poco curato in certi particolari (ad esempio i personaggi non vengono fatti invecchiare col passare del tempo). Ci lavorano i migliori giovani attori italiani, che danno il massimo di sè.
E' un film da consigliare caldamente, che non solo vale la pena di vedere, ma che, se sapientemente dosato (va visto in quattro sere, così era articolata, se non sbaglio, la programmazione televisiva ) risulta assolutamente gradevole (pur con tutte le amarezze di una vicenda tuttaltro che leggera).

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 01/05/2006 13.32.19
Visualizza / Rispondi al commento
geižt  @  18/04/2006 12:11:11
   7 / 10
lascia un senso di amaro in bocca
sicuramente è un film appassionante che nonostante la lunghezza non stanca mai; però l'ho trovato un po' superficiale in alcune sue parti.

Antonio88  @  10/04/2006 15:32:30
   9 / 10
Bellissimo, tra i film italiani piùà belli deigli ultimi 20 anni.

Ottime interpretazione, di tutti gli attori, in particolare emerge l'interpretazione di Alessio Boni nei panni di Matteo Carati, ho amato questo personaggio fino allo spasmo.Bravissimo.

Film assolutamente da vedere, io l'avrò visto già una decina di volte e ancora non mi sono stancato di vederlo, mi ha lsciato qualcosa di bello dentro è bene fatto e non si dimentica facilmente.

Antonio

  Pagina di 5   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1049709 commenti su 50672 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

BLACK SUMMER - STAGIONE 2FABBRICANTE DI LACRIMEFALLOUT - STAGIONE 1FARSCAPE - STAGIONE 1FARSCAPE - STAGIONE 2FARSCAPE - STAGIONE 3FARSCAPE - STAGIONE 4FOR ALL MANKIND - STAGIONE 1FOR ALL MANKIND - STAGIONE 2FOR ALL MANKIND - STAGIONE 3FOR ALL MANKIND - STAGIONE 4INVASION - STAGIONE 1LA CREATURA DI GYEONGSEONG - STAGIONE 1SNOWFALL - STAGIONE 1SNOWFALL - STAGIONE 2SNOWFALL - STAGIONE 3SNOWFALL - STAGIONE 4SNOWFALL - STAGIONE 5SNOWFALL - STAGIONE 6THE CHOSEN - STAGIONE 1THE CHOSEN - STAGIONE 2THE CHOSEN - STAGIONE 3THE WALKING DEAD: THE ONES WHO LIVE - STAGIONE 1V - STAGIONE 1V - STAGIONE 2WILLOW - STAGIONE 1

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net