estranei regia di Andrew Haigh USA, Gran Bretagna 2023
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

estranei (2023)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film ESTRANEI

Titolo Originale: ALL OF US STRANGERS

RegiaAndrew Haigh

InterpretiAndrew Scott, Paul Mescal, Jamie Bell, Claire Foy, Carter John Grout, Ami Tredrea, Oliver Franks

Durata: h 1.46
NazionalitàUSA, Gran Bretagna 2023
Generedrammatico
Al cinema nel Febbraio 2024

•  Altri film di Andrew Haigh

Trama del film Estranei

Una notte, nel suo condominio quasi vuoto nella Londra contemporanea, Adam (Andrew Scott) ha un incontro casuale con un misterioso vicino di casa, Harry (Paul Mescal), che spezza il ritmo della sua vita quotidiana. Mentre si sviluppa una relazione tra i due, Adam è ossessionato dai ricordi del passato e si ritrova attratto nella città di periferia in cui è cresciuto e nella casa d'infanzia in cui i suoi genitori (Claire Foy e Jamie Bell) sembrano vivere, proprio come il giorno della loro morte, 30 anni prima.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,30 / 10 (5 voti)8,30Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Estranei, 5 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Oskarsson88  @  21/03/2024 19:48:35
   8½ / 10
Bellissimo e toccante, si affrontano i temi del trauma, della solitudine e probabilmente anche della schizofrenia o qualche altro disturbo mentale non ben definito. Commovente e disturbante, ottima fotografia, sound design e recitazioni.

stratoZ  @  21/03/2024 14:15:48
   8 / 10
ATTENZIONE POSSIBILI SPOILER

Non tanto una sorpresa perché del talento di Andrew Haigh avevo già preso conoscenza in quello splendido film che è "Weekend", a distanza di più di dieci anni l'autore si riconferma con un film che seppur tira in ballo tematiche simili lo fa con uno stile quasi opposto, si allontana dal minimalismo e dal realismo che potevano caratterizzare i suoi film passati e approccia lo stile onirico, realizzando un film dalla forte suggestività, dall'andamento dilatato, non tanto utilizzando una componente stilistica lisergica quanto qualcosa di più ipnotico che nel suo reicontrare i fantasmi del passato funge da ponte per il confronto con la sua coscienza, con una psiche traumatizzata, un modo comunque originale per trattare l'elaborazione del lutto e una formazione dal sapore mozzato.

In più piani temporali, fin da subito l'autore chiarisce la natura onirica del film, mostrando presto il protagonista alle prese con gli incontri con i suoi genitori, che all'incirca avranno la stessa età che ha lui nel presente, e gli stessi momenti con questo nuovo vicino di casa, con cui intrattiene fin da subito un rapporto di tipo sentimentale, mostrando le differenze si nota come in entrambi i casi i genitori siano stati traumatici, Adam li ha persi da piccolo e non ha ancora elaborato bene la loro mancanza, ha tanti conflitti irrisolti, Harry invece li ha ancora, ma non lo hanno mai accettato per quello che è, non ha più contatti con loro, è come se li avesse persi anche se non sono fisicamente morti.

Il film procede con un andamento quasi da requiem, il protagonista compie questa specie di viaggio nell'oltretomba per risolvere i conflitti nel presente, confessando anche la propria omosessualità ai genitori, dato che quando erano in vita era ancora troppo piccolo per parlarne, a questo proposito spicca la figura del padre, comprensivo ma conscio che anche lui sarebbe stato uno a creare problemi ai ragazzi come Adam, tanto che da piccolo si vergognava a parlare dei suoi problemi con i bulli a scuola, invece ho trovato macchiettistica la figura della madre, una delle poche note negative del film, come si vede la prima volta che Adam confessa la sua omosessualità, con quelle domande un po' stereotipo che la dipingono come la mamma pancina media che fa domande superficiali, non lo so mi è sembrato un divagare verso il comico un po' troppo banale e fuori contesto.

Nell'alternanza tra presente e passato il film procede sincopato alla ricerca di una soluzione ai traumi interiori con alcune scene sentitissime e devastanti, come il doloroso addio ai genitori un momento dilaniante ma necessario per la crescita del protagonista, e si conclude in un finale inaspettato che rende ancora più amara la pillola, trasformando il dramma in un mare di solitudine, elemento cardine di un film che sembra senza speranza.

La messa in scena è fantastica, dalle interpretazioni degli attori alla regia dilatata che alterna riflessivi momenti di silenzio a grandi accelerate, tipiche degli sbalzi d'umore di una persona così fragile come il protagonista, memorabili alcuni momenti come quello in metropolitana in cui l'immagine di Adam sembra deformarsi con qualche riferimento pittorico anche a Francis Bacon - che sarebbe pure molto contestuale data la natura da incubo della coscienza del film - ma anche le splendide sequenze in pista da ballo, per il resto, domina una fotografia splendida, fatta di continui contrasti, un uso del till and orange continuo, tra il freddo quasi gelido del mondo esterno e l'arancione caldo degli interni, un uso semantico che mette in evidenza come i caratteri si trovino meglio in una confortevole dimora piuttosto che in un mondo che non è mai stato indulgente nei loro confronti.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  17/03/2024 23:42:31
   6½ / 10
Ok, "Estranei" ti lascia folgorato, le location cfr. Le metafore Lynchiane e Christopher Isherwood ("A single man) a passeggio nei mantra cyber-psicanalitici di Cronenberg, location da 10 e lode, un viaggio distopico nella mente umana, tra fantasmi, training autogeno, (stati di) allucinazione, fantastica colonna sonora di hit iconici degli anni 80". Ok Ma perché a me non è arrivato!? Perché non è riuscito a emozionarmi, quando poi nella vita in questi anni ho perso molte persone che amavo ?! Quando Adam guarda Harry e poi la madre nello stesso letto e poi svaniscono entrambi, o il Salue ai ricordi e ai dolori della perdita, nel tempo, dei genitori ("Non riesco più a vedere le tue mani") ecco queste solo sequenze da Antologia, però o sì entra subito nel meccanismo del film altrimenti ci si perde e ammettiamolo ci si annoia, e tanto. Sul concetto di ricordo di rimorso di domande inespresse potrei scrivere cento pagine anche adesso, soprattutto per tutto quello che mi tormenta e addolora ancora, ma magari certo non sono Haigh e non sono un regista, e lui ripeto ha creato un film ricco di immagini e immaginari straordinari, però non mi ha coinvolto oltre la sua (STUPENDA) estetica, non mi è entrato dentro, forse non vedevo l'ora che finisse. Un film che, come i Frankies, ha di certo "la forza dell'amore" ma esprime secondo me in modo troppo altezzoso la sua barriera psicanalitica. Riparliamone

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento williamdollace  @  10/03/2024 23:36:31
   10 / 10
È tutto vero. È la stessa villetta di più di vent'anni fa, quella dove sei vissuto, dove la vita si è interrotta. Eppure, nulla muore, in questa a ghost story. O perché è già morente, o perché esiste un solo modo per sopra/vvivere. Nella solitudine. In quel groviglio di sentimenti inespressi, di puntine in faccia, di sirene dell'ambulanza, di gridi d'aiuto, di pianti dietro la porta (non lo so cosa vuol dire amare). E poi c'è lui, terrorizzato, anima gemell(are), piegato dalla vita, sono sempre stato ai margini / so quanto è facile smettere di prendersi cura di sé.

Come fai a sopportarlo? Questo. (Il silenzio).

E poi ci sei tu con loro che si complimentano, si palesano, si legano, ma non sono gli altri, perché l'inferno non sono gli altri, è invece questa solitudine vorace a cui cercare antidoto, questi occhi che portano i segni così come li porta lui, in un corpo, in un anima a cui aggrovigliare la propria, cielo nei cieli, stella fra le stelle. Mancar(si) perché manca chiunque. Ritrovar(si), perché una storia di amore, è sempre di fantasmi, di antidoti, alla solitudine.

I'll protect you from the hooded claw
Keep the vampires from your door

matt_995  @  05/03/2024 11:08:56
   8½ / 10
Andrew High è probabilmente l'autore mainstream più efficace a raccontare l'omosessualità oggi. Qui però si discosta dalla sua cinematografia per raccontare, sì, un uomo omosessuale, ma alle prese di una storia di fantasmi.
Fantasmi che non tornano per infestare la propria dimora (a tal proposito sarà interessante leggere il libro da cui è adattato, giapponese) ma per rivivere lì qualche altro momento di serenità, come nella vita precedente.
Andrew Scott (meraviglioso, in alcuni momenti da Oscar) è un personaggio solo e grigio (come Tom Cullen in Weekend) che vive letteralmente da solo in un palazzone appena costruito e pressoché vuoto.sceglie allora di spostarsi in un'altra casa vuota, ma decisamente più viva e affollata. E sebbene la vita lì fuori, nel palazzone vuoto, apre dei piccoli spiragli di vita, col vicino di casa che lo corteggia insistentemente e goffamente (un Mescal dolce e fragile), Adam sceglie la vita lì dentro, alla ricerca del tempo perduto, chiarendo parole mai dette e rivivendo attimi mai vissuti (Claire Foy e Jamie Bell regalano un paio di scene da fazzoletti).
Al netto di un finale giusto ma forse sbrigativo, il film è geniale anche per la resa di questi Estranei, forse molto più presenti delle persone che abbiamo attorno. Nei titoli di coda, tra il cast, sì leggono letteralmente 6 nomi (4 attori principali e due comparse), perché forse è il mondo dei vivi ad essere deserto ai nostri occhi e quello dei morti è più caldo e affollato.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

50 km all'oraa dire il veroamerican fictionancora un'estateanother endappuntamento a land’s endarfargylle - la super spiaautobiography - il ragazzo e il generalebang bankbob marley: one lovecane rabbiosocaracaschi segna vincecity hunter: the movie - angel dust
 NEW
coincidenze d'amorecover story - vent'anni di vanity fairdamseldeserto particulardicono di tedieci minutidobbiamo stare vicinidrive-away dollsdune - parte due
 NEW
e la festa continua!emma e il giaguaro neroeneaeravamo bambiniestraneifinalmente l'albafino alla fine della musica
 NEW
flaminiaforce of nature - oltre l'ingannogenoa. comunque e ovunque
 NEW
ghostbusters - minaccia glacialegioco di ruologli agnelli possono pascolare in pacegodzilla e kong - il nuovo imperohazbin hotel - stagione 1how to have sex
 NEW
i delinquenti
 NEW
i misteri del bar etoilei soliti idioti 3 - il ritornoi tre moschettieri - miladyil colore viola (2023)il confine verdeil diavolo e' dragan cyganil fantasma di canterville (2024)il mio amico robotil punto di rugiadail ragazzo e l’aironeil teorema di margheritail vento soffia dove vuoleimaginaryin the land of saints and sinnersinshallah a boykina e yuk alla scoperta del mondokriptonkung fu panda 4la natura dell'amorela petitela quercia e i suoi abitantila sala professorila seconda vitala terra promessala zona d'interessel'amour et les foretsland of badl'anima in pacele avventure del piccolo nicolasle seduzionil'estate di cleolos colonosmadame webmartedi' e venerdi'maschile pluralemay decembermean girls (2024)memory (2023)monkey manmr. & mrs. smith - stagione 1my sweet monsterneve (2024)night swimno activity - niente da segnalareno way up (2024)omen - l'origine del presagiopare parecchio parigipast livesperfect daysperipheric lovepigiama party! carolina e nunù alla grande festa dello zecchino d'oro
 HOT R
povere creature!prima danza, poi pensa - alla ricerca di beckettpriscillapuffin rock - il filmrace for glory - audi vs lanciared (2022)red roomsrenaissance: a film by beyoncericky stanicky - l'amico immaginarioroad house (2024)romeo e' giulietta (2024)runnersansone e margot - due cuccioli all'operase solo fossi un orsosenza proveshirley: in corsa per la casa biancasolo per mesopravvissuti (2022)spacemansuccede anche nelle migliori famigliesull'adamant - dove l'impossibile diventa possibilesuncoastsupersextatami - una donna in lotta per la liberta'te l'avevo dettothe animal kingdomthe beekeeperthe cage - nella gabbiathe holdovers - lezioni di vitathe piper (2023)the warrior - the iron claw
 NEW
tito e vinni - a tutto ritmototem - il mio soletrue detective - stagione 4tutti tranne teun altro ferragostoun mondo a parte (2024)una bugia per dueupon entry - l'arrivoviaggio in giapponevite vendute (2024)volarewonder: white birdyannick - la rivincita dello spettatorezafira, l'ultima reginazamora

1049529 commenti su 50616 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

A KILLER PARADOXCELLPHONECINQUE APPUNTAMENTI AL BUIODEPARTING SENIORSGIOCHI EROTICI DI UNA FAMIGLIA PER BENEGODS OF THE DEEPGUERRA INDIANAHAMMERHEADHISTORY OF EVILHOUSE PARTYIL FUOCO DEL PECCATOIL GIOCO DELLA MORTE - STAGIONE 1IL VOLATORE DI AQUILONIIMMACULATELA GRANDE RAPINALIBERO DI CREPAREMASSACRO AI GRANDI POZZIOMBRE A CAVALLOROADSIDE PROPHETSSHOCK WAVESHOCK WAVE 2SHOGUNSTOPMOTIONSTRIKERTHE BINDINGTHE REGIMETIO ODIO, ANZI NO, TI AMO!TUTTI I SOSPETTI SU MIO PADREUNA COPPIA ESPLOSIVA - RIDE ON

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net