Recensione aspirante vedovo regia di Massimo Venier Italia 2013
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione aspirante vedovo (2013)

Voto Visitatori:   4,07 / 10 (36 voti)4,07Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film ASPIRANTE VEDOVO

Immagine tratta dal film ASPIRANTE VEDOVO

Immagine tratta dal film ASPIRANTE VEDOVO

Immagine tratta dal film ASPIRANTE VEDOVO

Immagine tratta dal film ASPIRANTE VEDOVO

Immagine tratta dal film ASPIRANTE VEDOVO
 

Alberto Nardi (Fabio De Luigi, "Happy family" e "Ex") è un giovane imprenditore milanese conosciuto nell'ambiente come "il marito dell'Almiraghi", ossia Susanna Almiraghi (Luciana Littizzetto, "Tutta colpa di Giuda" e "Manuale d'amore"), industriale del Nord nonché una delle donne più ricche e potenti del paese. Incapace di accettare qualsivoglia tipo di sconfitta personale, quindi anche il suo matrimonio, tenta di sopperire agli sbagli macroscopici del coniuge, che si rivela da anni un autentico fallimento sotto il profilo lavorativo. Vicino all'ennesima bancarotta, Alberto si trova costretto a chiedere un ulteriore sacrificio a Susanna, che stanca dei suoi insuccessi gli offre di rilevarne la società per poi coprire ogni debito. Ossia: lo aiuta, ma lo mette alla porta.

Proprio quando sembra giunta la sua fine come imprenditore, un imprevisto ne rovescia le sorti: un terribile temporale fa precipitare e schiantare l'aereo della moglie. In realtà lei su quel volo non è mai salita e ricomparirà, viva e vegeta, tre giorni dopo, proprio la sera del suo funerale. Alberto dapprima rimane sorpreso e spiazzato, la non dipartita di Susanna lo getta nel baratro in cui si trovava, ma nella sua mente si fa largo la soluzione di tutti i mali, suggerita dalla casualità degli eventi: uccidere la moglie con l'aiuto dell'amico Stucchi (Alessandro Besentini, "La terza stella") e del cugino Giancarlo (Francesco Brandi, "Tutta la vita davanti")...

Si avvisano i gentili lettori che in questa recensione non è presente alcun tipo di SPOILER, in virtù del fatto che non c'è proprio nulla da spoilerare, poiché nel film non succede nulla.

Due sono gli spunti forniti da questo "Aspirante vedovo" che subito balzano agli occhi, e su cui occorre riflettere.
Il primo è che il regista Massimo Venier ("Tre uomini e una gamba" e "Chiedimi se sono felice") ha tratto ispirazione (?) da "Il vedovo" di Dino Risi, film del 1959 con Alberto Sordi (!!!) e Franca Valeri (!!!). E qui forse sarebbe opportuno stendere un velo pietoso.
Ma anche no, perché quando le cavolate sono così evidenti anche le critiche vanno ben rimarcate.

Quello che ci si chiede è: come può un regista che fin qui ha diretto commedie leggerissime e senza pretese, da semplice mestierante, praticamente senza aggiungere nulla di suo, tentare di riproporre i soggetti di un film meraviglioso di un vero e proprio genio? Dino Risi, tanto per affondare la lama, ha firmato opere come "Il sorpasso", "In nome del popolo italiano", "Il mattatore", "I mostri", "Una vita difficile", e via dicendo... Massimo Venier ha in pratica diretto per il cinema quello che Aldo, Giovanni e Giacomo avevano messo in scena a teatro e in televisione, ha continuato su quella strada, ma cambiando i protagonisti (stavolta Ale e Franz), per "Mi fido di te", ha poi attinto da un soggetto di Fabio Volo per "Il giorno in più ", ed infine se ne ricorda "Generazione 1000 euro", tratto da un libro di Antonio Incorvaia e Alessandro Rimassa. Per il prossimo lavoro sarà bene suggerirgli di non buttarsi sulla rilettura di qualche film di Kubrick, ma piuttosto di continuare ad attingere da Zelig e Colorado, che gli sono più congeniali... Infine, ma si entra nell'ovvio, la pretesa assurda di affidare i ruoli principali che furono di due mostri sacri come Sordi e Valeri a Fabio De Luigi e Luciana Littizzetto. Punti di sospensione. Tanti punti di sospensione.

Il secondo spunto riguarda appunto la scelta degli attori. Il cast, sulla carta, pur non potendo minimamente reggere il confronto (ma almeno loro ne sono ben coscienti), è formato da gente che comunque sa far ridere. Bebo Storti (il conte Uguccione di "Mai dire gol"), Alessandro Besentini (del duo Ale & Franz), Ninni Bruschetta (Duccio della serie "Boris") e lo stesso Fabio De Luigi (innumerevoli personaggi per "Mai dire gol") hanno da sempre una grande verve comica. Eppure l'"Aspirante vedovo" non fa ridere mai, nemmeno per sbaglio. Non fa ridere il fatto che lei venga sempre chiamata "signorina" Almiraghi per sminuire il valore di Alberto, che a sua volta viene apostrofato col cognome della moglie: sembra un po' il gioco dei nomi sbagliati di "Fantozzi" che però, in un film che è in parte serio e in parte comico (a proposito: ma cosa vuole essere da grande in definitiva?) non funziona. Peggio vanno le cose con la macchietta del monsignore interpretato da Bebo Storti che risulta insulsa nelle scontate battute dissacratorie sulla religione. Un conto è il reverendo Lovejoy de "I Simpson" che fa ridere perché viene colto in fallo nei ragionamenti sul cattolicesimo, tutt'altro è sentire un prete che non considera vincolante il legame del matrimonio e prende alla leggera l'assoluzione dei peccati. Infine non rende De Luigi costretto a mimare le sue solite espressioni, recitare le sue solite battute, quelle che tutti sappiamo quando le dirà e come le dirà: in pratica non va bene la riproposizione del personaggio di "Love bugs".

Film inutile, scontato e di cui non si sentiva assolutamente il bisogno, che alla resa dei conti, come sopra già detto, non riesce ad essere ne un comico, ne un drammatico, ne niente di quello che fu il suo illustre "ispiratore".
Pietà.

Commenta la recensione di ASPIRANTE VEDOVO sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di marcoscafu - aggiornata al 09/10/2013 15.59.00

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#iosonoqui2 fantasmi di troppo3/198 rue de l'humanite'a chiaraa house on the bayoua white white day - segreti nella nebbiaagente speciale 117 al servizio della repubblica - allarme rosso in africa neraainbo: spirito dell'amazzoniaallons enfantsannetteantigoneantlers - spirito insaziabileariafermaarmy of thievesatlantidebentornato papa'bingo hellbrain freezebroadcast signal intrusion
 NEW
caro evan hansenchi e' senza peccato - the drycity hall (2020)claudio baglioni - in questa storia che e' la mia
 NEW
clifford - il grande cane rossoclimbing irancoming home in the darkcon tutto il cuore
 NEW
cry macho - ritorno a casadaysdeandre'#deandre' - storia di un impiegatodemigoddivinazionidjango & django - sergio corbucci unchaineddovlatov - i libri invisibili
 T
dune (2021)e' stata la mano di dioencantoeternalsezio bosso. le cose che restanofino ad essere felicifrancefreaks outfrida kahlofutura (2021)ghostbusters: legacyhalloween killsi gigantii molti santi del new jerseyil bambino nascosto
 NEW
il colore della liberta'il materiale emotivoil migliore. marco pantaniil potere del caneillusions perduesi'm your maninsidious: the dark realmio e angelaio sono babbo nataleisolation (2021)jazz noirl’acqua, l’insegna la sete - storia di classela famiglia addams 2 (2021)la festa silenziosala legge del terremoto
 NEW
la mia fantastica vita da canela padrina - parigi ha una nuova reginala persona peggiore del mondola pittrice e il ladrola scelta di anne - l'evenement
 NEW
la signora delle rosel'arminuta
 NEW
lasciarsi un giorno a romales choses humainesl'incorreggible (2021)
 NEW
l'uomo dei ghiacci - the ice roadl'uomo nel buio - man in the darkmadresmadres paralelasmarilyn ha gli occhi nerimarina cicogna - la vita e tutto il restomy hero academia the movie: the two heroesmy sonnapoleone - nel nome dell'artenight teethno time to dienon cadra' piu' la nevenotti in bianco, baci a colazioneparanormal activity: next of kinper tutta la vitapetite mamanpolvere (2020)
 NEW
pompei - eros e mitopromisesquerido fidel
 NEW
re granchiored noticeresident evil: welcome to racoon cityron - un amico fuori programmasalvatore - il calzolaio dei sogni
 NEW
scompartimento n.6shepherdsotto le stelle di parigispace jam - new legendsthe beatles: get backthe curse of humpty dumptythe feastthe french dispatchthe ghosts of borley rectory
 NEW
the girl in the fountainthe harder they fallthe last duelthe manor (2021)the truffle huntersthegrandmothertime is up
 NEW
trafficante di virusultima notte a sohoun anno con salingerun bambino chiamato nataleuna famiglia mostruosauna notte da dottoreupside down (2021)venom - la furia di carnagevita da carlo - stagione 1vivi - la filosofia del sorrisowarningyarayaya e lennie - the walking libertyzappazlatan

1023440 commenti su 46711 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

FERRYIL VISIONARIO MONDO DI LOUIS WAININ THE MIST (HIDDEN IN THE FOG)NITRAMNON C'E' DUE SENZA…PIETRO IL FORTUNATOSHIVA BABYTHE CO-ED KILLER: MIND OF A MONSTERTHE LAND

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net