una lunga fila di croci regia di Sergio Garrone Italia 1969
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

una lunga fila di croci (1969)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film UNA LUNGA FILA DI CROCI

Titolo Originale: UNA LUNGA FILA DI CROCI

RegiaSergio Garrone

InterpretiWilliam Berger, Anthony Steffen, Nicoletta Machiavelli, Riccardo Garrone, Mariangela Giordano, Mario Brega, Giorgio Dolfin, Giancarlo Sisti

Durata: h 1.34
NazionalitàItalia 1969
Generewestern
Al cinema nell'Aprile 1969

•  Altri film di Sergio Garrone

Trama del film Una lunga fila di croci

Due avventurieri danno la caccia a un messicano per incassare una grossa taglia. Si scopre per˛ che uno dei due Ŕ d'accordo col messicano. L'altro diventa una furia e fa una strage.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,83 / 10 (3 voti)6,83Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Una lunga fila di croci, 3 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

alex94  @  03/04/2020 14:08:11
   7 / 10
Spaghetti Western tutt'altro che disprezzabile, Garrone infatti nonostante attinga dalla produzione di Leone e Corbucci riesce a dare al suo film una certa dignità incentrandolo su una trama sicuramente originale e oggi più attuale che mai....
Regia e fotografia buone, cast decente, ottima la colonna sonora.
Nonostante il budget piuttosto limitato risulta una pellicola interessante e curata, da recuperare assolutamente per l'amante del genere.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  14/03/2020 14:50:54
   6½ / 10
Un discreto spaghetti western, dal marchio leoniano (d'altronde a quei tempi, difficile andare fuori un certo solco), ma con i due personaggi principali, i cacciatori di taglie, ben centrati e sviluppando molto bene il loro rapporto che tenderà sempre più a divaricarsi, in conformità ai loro caratteri opposti. Non conosciutissimo, ma meritevole di considerazione all'interno del genere.

Italo Disco  @  03/02/2014 21:27:01
   7 / 10
Western all'italiana con un titolo azzeccato perché le sparatorie si susseguono in modo costante e di morti c'è ne sono parecchi dall'inizio alla fine, ma al di la della violenza c'è una trama abbastanza forte, la tratta dei peones messicani verso gli U.S.A. per farli lavorare nei campi e quando le cose si mettono male i trafficanti di uomini se ne sbarazzano senza problemi, gettandoli da precipizi o in altri modi, un tema attuale anche oggi. Naturalmente il regista Sergio Garrone, anche sceneggiatore, ha in mente un sano prodotto d'intrattenimento senza ambizioni filosofiche però l' "ispezione" psicologica del capo dei trafficanti, interpretato dal fratello Riccardo, perlomeno da uno spessore a un personaggio spesso per niente analizzato in film del genere coevi a questo. I 2 cacciatori di taglie sono Anthony Steffen, un sotto-Clint Eastwood con uno sguardo da buono improbabile per un killer spietato, ma alla fine funziona bene e non a caso il meglio di se lo da quando è cacciato piuttosto che quando è cacciatore, l'altro è William Berger tutto di nero vestito, ambiguo e doppiato con una voce effeminata che ha la particolarità di leggere la bibbia prima di accoppare i banditi e in questo ricorda vagamente il Samuel L. Jackson di PULP FICTION. Reduce dai western di Leone c'è anche Mario Brega in un ruolo simpatico, a lui si devono le scene più "leggere" del film, invece Nicoletta Machiavelli e Mariangela Giordano sono belle ma hanno ruoli più di contorno, soprattutto la seconda. Bella la fotografia funerea di Franco Villa. Peccato che nella seconda parte il film è fiacco nel ritmo, ridondante nelle continue pistolettate e banalotto nel condurre la trama in intrallazzanti doppi giochi sprecando le buone premesse della prima parte. Gustosa citazione nel finale del triello de IL BUONO, IL BRUTTO, IL CATTIVO con tanto di musiche morriconiane. Nel complesso "buon film, vale la pena vederlo". Uscito in Italia nell'aprile del 1969 incassò 492.966.000 £ sino a tutto il dicembre dello stesso anno arrivando 90° nella classifica italiana top 100 della stagione 1968/69. Nel dvd della rarovideo & nocturno ha come titolo NO ROOM TO DIE. Presentato alla retrospettiva "western all'italiana" alla 64° Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1049615 commenti su 50672 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

BLACK SUMMER - STAGIONE 2FABBRICANTE DI LACRIMEFALLOUT - STAGIONE 1FARSCAPE - STAGIONE 1FARSCAPE - STAGIONE 2FARSCAPE - STAGIONE 3FARSCAPE - STAGIONE 4FOR ALL MANKIND - STAGIONE 1FOR ALL MANKIND - STAGIONE 2FOR ALL MANKIND - STAGIONE 3FOR ALL MANKIND - STAGIONE 4INVASION - STAGIONE 1LA CREATURA DI GYEONGSEONG - STAGIONE 1SNOWFALL - STAGIONE 1SNOWFALL - STAGIONE 2SNOWFALL - STAGIONE 3SNOWFALL - STAGIONE 4SNOWFALL - STAGIONE 5SNOWFALL - STAGIONE 6THE CHOSEN - STAGIONE 1THE CHOSEN - STAGIONE 2THE CHOSEN - STAGIONE 3THE WALKING DEAD: THE ONES WHO LIVE - STAGIONE 1V - STAGIONE 1V - STAGIONE 2WILLOW - STAGIONE 1

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net