tenebre regia di Dario Argento Italia 1982
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

tenebre (1982)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film TENEBRE

Titolo Originale: TENEBRE

RegiaDario Argento

InterpretiAnthony Franciosa, Christian Borromeo, Mirella D'Angelo, Veronica Lario, Ania Pieroni, Carola Stagnaro, Lara Wendel, John Saxon, Daria Nicolodi, Eva Robin's, Giuliano Gemma

Durata: h 1.36
NazionalitàItalia 1982
Generethriller
Al cinema nel Luglio 1982

•  Altri film di Dario Argento

Trama del film Tenebre

Lo scrittore americano Peter Neal è in Italia per presentare il suo ultimo libro, il thriller "Tenebrae" ma durante il suo soggiorno, un pericoloso assassino uccide ispirandosi proprio al suo libro...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,28 / 10 (153 voti)7,28Grafico
Voto Recensore:   8,00 / 10  8,00
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Tenebre, 153 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

krystian  @  26/02/2024 18:12:27
   9 / 10
Un thriller avvincente e magistralmente diretto, che ti prende subito e non ti molla fino al twist finale, inaspettato e geniale per come viene inscenato.
Ritengo Tenebre il mio film preferito di Dario Argento assieme a Suspiria. Suspiria come horror, Tenebre come thriller.

pak7  @  21/10/2023 12:43:49
   8 / 10
Meraviglioso thriller di Dario Argento.
La rivelazione finale è incredibile, ma forse, se ci si pensa, la più "logica " nella pazzia.
Per ora è nella top dei film argentiniani e per quello che ho visto e che devo ancora vedere ci rimarrà.

biagio82  @  11/01/2021 23:44:57
   7 / 10
ottimo film di un ispiratissimo Argento, dove spiccano tutti i punti fermi della sua filmografia, con ottime musiche, ottimi attori e scene ben studiate e riconoscibili.
la storia si fa seguire senza problemi, anche se ha un grosso problema, che da Argento non mi sarei mai aspettato, ovvero lo sviluppo finale sugli omicidi lo avevo sgamato già alla prima visione, ma si fa comunque perdonare nella sequenza finale davvero al cardiopalma.
film che merita e che secondo me non risente troppo del tempo trascorso rispetto ad altri film del periodo, io mi sento di consigliarne la visione.

Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  30/11/2020 00:52:37
   8 / 10
Splendido e sanguinosissimo giallo/thriller di Argento, con tutti i pregi ed i difetti dei film di Argento dell'epoca (cioè di quando era comunque il migliore in quello che faceva): visivamente spettacolare, grandi musiche, regia sublime a fare da contraltare ad attori spesso improbabili e a forzature di sceneggiatura. Solo che i pregi soverchiavano alla grande i difetti, ed il risultato erano film dalle sequenze memorabili: ed anche Tenebre ne è pieno

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Alpagueur  @  05/10/2020 12:02:41
   8½ / 10
La storia è incentrata su uno scrittore di romanzi gialli in visita a Roma per promuovere il suo nuovo libro, ma viene presto travolto da una serie di omicidi simili a quelli descritti nel suo nuovo romanzo. Tenebre è un film imbiancato con alcuni dei migliori omicidi di Argento e il suo stile visivo meraviglioso, inventivo e innovativo. Forse il suo miglior giallo, Tenebre supporta anche una trama brillante, con colpi di scena assolutamente sorprendenti che sono tra i suoi migliori. Argento non è noto per le sue grandi trame, perché molti dei suoi film contengono quelli che sono considerati intrecci poveri, nella media. Il suo capolavoro Suspiria è stato criticato per un plot povero, ma la critica perde la prospettiva di Argento. È un regista visivo. Non si concentra troppo sulle trame, ma piuttosto sull'aspetto visivo di un film per rafforzare l'impatto di viverle. I suoi film risplendono di creatività e bellezza macabra e i suoi omicidi hanno un'elegante qualità operativa. Ma qui in questo capolavoro duraturo, offre una trama superba e immagini meravigliose. Anche la recitazione in Tenebre è di alto livello. Anthony Franciosa in primis è eccellente e ci offre una prestazione abbastanza interessante e realistica da catturare la nostra attenzione. Geniale anche Daria Nicolodi, che riesce a regalarci una prestazione equilibrata, ben proporzionata, sicuramente tra le sue migliori. Ha anche un urlo penetrante, uno dei migliori che abbia mai sentito. John Saxon è senza dubbio eccellente e porta un po 'di commedia in un film dai toni fortemente horror. Il resto del cast ci offre prestazioni sopra la media che aiutano il film sotto molti aspetti. Visivamente, il film è travolgente. Muri ricoperti di bianco contrastano con le gocce o gli schizzi di sangue versati su di essi, che colpiscono il pubblico con vividezza. A differenza di Suspiria e del misterioso Inferno, il film è quasi privo di colore, con il rosso, il marrone e l'occasionale blu che ogni tanto si insinuano. Ciò conferisce al film un'atemporalità, una proprietà che Argento realizza in modo eccellente in film come il già citato Suspiria. Anche gli attori sono vestiti per lo più di bianco (il pensiero va subito ai flashback della ragazza sulla spiaggia), il che conferisce a questo capolavoro una qualità luminosa. C'è una partitura (Simonetti) che rafforza l'atmosfera e la bellezza imposte. Può trillare, rivettare e semplicemente sfrigolare nella tua mente. È una colonna sonora che potresti ascoltare anche senza il film e avere comunque la sensazione di come sia Tenebre: emozionante, bello e inventivo. Alcuni momenti brillanti si trovano anche ovunque a Tenebre. Il doppio omicidio di due donne all'inizio del film è puro splendore, e Argento tratta questi omicidi con un'elegante abilità artistica e porta loro una danza come qualità, che ringhia di bellezza. L'omicidio di queste due donne è tra i suoi migliori, certamente tra i suoi primi cinque più grandi omicidi. La ragazza inseguita da un cane feroce (dobermann) è elettrizzante, da cardiopalma, perché a un certo punto della nostra vita probabilmente tutti noi siamo stati inseguiti da un animale. Più avanti nel film c'è un omicidio compiuto per mezzo di un'ascia su una bella donna dai capelli neri che è qualcosa di geniale e che trascende il cruento in arte. Tenebre è sicuramente tra i quattro migliori lavori di Argento, purtroppo qui esistono solo i mezzivoti (per una diversificazione più accurata ci sarebbero voluti i centesimi) per cui ho dovuto accomunarlo a L'uccello dalle piume di cristallo, con lo stesso voto. Ma ci può stare.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

VincVega  @  23/09/2020 18:20:33
   7 / 10
Uno degli ultimi film di una certa rilevanza di Dario Argento. Tra colpi di scena, sequenze suggestive, scene truculente, c'è da sbizzarrirsi per i fan del Maestro. Buona la colonna sonora dei Goblin. Non esente da difetti, tipo qualche brutto dialogo, certi momenti un po' grossolani e alcune interpretazioni.

SaimonGira  @  20/02/2019 10:00:03
   7½ / 10
Un buon compromesso fra thriller e giallo. Le musiche secondo me sono azzecatissime, attribuiscono quel tono di misterioso e un pò paranoico alle scene che in questo genere di film non basta mai. La trama non mi ha fatto impazzire, sebbene ammetto che fino a metà film non ci avevo capito granchè. Resta da dire che è indubbiamente originale e quindi non si può svalutare troppo. Levo mezzo punto perchè come citato da qualcuno prima, il doppiaggio è davvero imbarazzante! Gli attori non mi sono dispiaciuti anche senza eccessive lodi, sarà anche questo fatto del doppiaggio che risulta un pò fuorviante ai fini del giudizio.
Comunque lo consiglierei perchè è interessante e scorre molto velocemente!

gemellino86  @  13/02/2019 16:30:42
   8 / 10
Un magnifico giallo che oscilla fra thriller e horror a vedere le scene degli omicidi. Bravi gli attori e ottima colonna musicale. A mio parere è tra i più riusciti di Argento.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 16/02/2019 14.11.17
Visualizza / Rispondi al commento
Dolente  @  29/07/2018 10:16:55
   7½ / 10
Assodato che Argento non ami troppo distaccarsi dal canovaccio che di fatto lo ha proiettato nell'Olimpo, questo sua prova è virtuosa sotto il profilo della regia nonché arricchita da una sceneggiatura non troppo demente - certo, a metà vicenda vengono inanellate una serie di forzature per colpire duro sul fotofinish.
La macchina da presa è il valore aggiunto - si pensi al piano sequenza vertiginoso attorno al palazzo - e l'ausilio di flashback rivelatori inietta una buona dose di mistero a una storia invero semplice e lineare.
Violenza efferata e scene idiote ridotte al minimo contribuiscono a restituire una pellicola di rilievo.

Plinius  @  12/01/2018 18:17:54
   7½ / 10
Dopo la parentesi horror il regista ritorna al genere che più gli è congeniale. Protagonisti assoluti sono la violenza e il sangue, gli attori sembrano solo delle comparse al servizio della causa argentiana. Sempre valida la colonna sonora firmata Goblin, quasi scioccante la parte finale.

Vlad Utosh  @  11/01/2018 15:59:18
   7 / 10
Buon ritorno al thriller per Dario Argento; Tenebre ha dalla sua una buona tensione, una serie di omicidi realizzati con ottimi effetti speciali e un colpo di scena ben assestato nel finale. Inferiore ad altri lavori del maestro, ma comunque spassoso e da vedere.
Bella la colonna sonora.

john doe83  @  18/09/2017 22:55:57
   6 / 10
Film giallo con abbondanti dosi di sangue tanto care al regista, le scene con il killer girate in soggettiva sono un marchio di fabbrica del cineasta romano. La storia è intrigante e le musiche dei Goblin sempre angoscianti, tuttavia siamo ancora abbastanza lontani dai livelli di Profondo Rosso.

camifilm  @  14/05/2017 22:15:48
   5½ / 10
Credo che nel 2017 lo spettatore si attenda maggiore cura nei film, in merito a recitazione, sceneggiatura ed effetti speciali tra i quali anche un miglior uso della colonna sonora.

Ho apprezzato la parte finale. Noioso nella parte centrale, dove ci sono solo morti e nessun indizio serio. Un Giuliano Gemma che cammina come un cowboy... ma ci sta, non è un personaggio basilare.

Non lo riguarderei, lo ricordavo migliore... ma il tempo invecchia tutto.

Mike91  @  16/01/2017 16:27:49
   6½ / 10
Certamente non tra i migliori di Argento. Mi sembra che il doppiaggio poi non renda bene. Come ogni giallo può coinvolgere, e si arriva alla fine smaniosi di sapere chi è l'assassino. Finale che non mi è piaciuto affatto. Ci sono anche da prendere in considerazione le scene con la Robbins, allora giovane e bella, che trasmettono una certa angoscia allucinata e si fanno apprezzare.

Baby Birba  @  22/09/2016 16:40:59
   3 / 10
Se Neri Parenti e Vanzina ripropongono sempre Natale a 'sto *****, Argento ripropone sempre il solito thriller come lo aveva scritto nel 1970, aggiungendo solo più porcate.

Colibry88  @  24/08/2016 03:57:25
   7½ / 10
Si, devo dire che mi è piaciuto davvero molto e lo dico non essendo un grande fan di Argento. La storia coinvolge fin dalle prime battute e si è portati a ricercare indizi su chi possa essere l'assassino. Ottime le musiche e molto buone le performance di Franciosa, della sempre brava Daria Nicolodi e di Giuliano Gemma nei panni del detective. Un po' marginali invece John Saxon e la Lario (per carità!). Il film lo si segue tutto d'un fiato e non sono presenti (a mio parere) eccessivi fronzoli e perdite di tempo. Tuttavia sono tre le cose che proprio non mi hanno convinto:


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

A mio avviso comunque uno dei migliori prodotti di D. Argento!!

DitaAppiccicose  @  05/06/2016 21:25:21
   7½ / 10
Il ritorno di Argento al thriller dopo la fortunata parentesi horror che lo ha reso un maestro del genere avviene con un film che alla prima visione mi era piaciuto ma non mi aveva entusiasmato e che ora, rivedendolo, mi ha convinto un po' di più pur lasciandomi sempre un senso di incompiutezza.
Ciò che colpisce maggiormente in "Tenebre" sono la luce ed i colori, così inusuali nei thriller, gialli o horror che siano. A dominare è infatti il bianco e la luce intensa: le scene sono girate in spazi aperti

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER oppure ambientate in luoghi chiusi ma ariosi, spaziosi ( gli uffici, la villa di Berti... ). Inoltre gli edifici, le pareti ed anche i vestiti sono quasi sempre bianchi o chiari: tutte le vittime

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER indossano vestiti bianchi, sui quali il rosso del sangue spicca maggiormente. Questo è forse l'aspetto più interessante di un film la cui trama è, come al solito nei lavori di Argento, non esente da pecche e che contiene alcuni caratteri autobiografici oltre che spunti sessuali assenti fino ad allora nei suoi film ma che saranno spesso presenti nei suoi lavori successivi. Il doppio finale rimanda a "L'uccello dalle piume di cristallo" ma qui è ancora più accentuato. La recitazione non è granchè ( anche questa una caratteristica dei film di Argento ) e personalmente salvo Daria Nicolodi e Anthony Franciosa, ma non John Saxon e nemmeno Giuliano Gemma. Anche la colonna sonora dei Goblin, infine, non mi pare all'altezza dei lavori precedenti. Nel complesso, quindi, "Tenebre" è un buon film, piaciuto a molti anche per la gran quantità di scene splatter e di sangue versato, ma che non raggiunge il livello del capolavoro.

GianniArshavin  @  14/04/2016 16:28:55
   7½ / 10
Dopo la parentesi horror con Suspiria e Inferno ,Argento nel 1982 decide di tornare al giallo e lo fa in grande stile con Tenebre.
Argento sceglie per questa pellicola un approccio a metà fra il giallo dei suoi primi film e lo slasher tanto in voga in quegli anni , dando alla luce un ibrido atipico nella sua filmografia.
La trama non si discosta molto da quelle precedenti e presenta molteplici cliché tipici del cinema argentiano: il protagonista detective per caso , i guanti neri , le telefonate minatorie ecc; tuttavia il regista come detto fonde i suoi canovacci con il nascente slasher e dunque Tenebre abbonda di elementi nuovi come l'alto numero di omicidi , la violenza degli stessi ,le ambientazioni e il doppio finale a sorpresa.
Essendo più un mix fra thriller e horror che un giallo , Tenebre ha una sceneggiatura bucherellata e poco verosimile , dunque gli amanti delle indagini canoniche e coerenti qui resteranno delusi; Argento ,come quasi sempre nella sua carriera , predilige le suggestioni visive e quindi in questa storia ci infila tanti omicidi efferati ,sangue e violenza come non mai prima di allora.
Cambia anche l'ambientazione , non più buia e oscura ma bensì post-moderna e affollata e di conseguenza viene modificato anche l'approccio fotografico e delle luci , non più scure ma anzi luminose e soleggiate , una scelta estetica molto particolare che distacca questa pellicola dalle precedenti produzioni del romano.
Passando ad altro, l'alto tasso di sangue e le location affollate effettivamente riducono un po il livello della tensione , ma la maestria registica di Argento (qui ancora a livelli altissimi) riesce comunque a dar vita a sequenze da brivido girate magistralmente.
Il ritmo del film ricorda da vicino i thriller moderni e si arriva con facilità al finale a sorpresa , non impossibile da capire ma comunque d'effetto.
Grande merito per la riuscita del prodotto va alla colonna sonora dei Goblin , una delle loro migliori a mio parere. Buono anche il lavoro del cast , niente di eccezionale ma sopra la media del genere.
Per quanto riguarda le pecche ,come già detto la sceneggiatura a tratti traballa , ci sono personaggi francamente inutili e in alcuni passaggi il regista sembra voler strizzare eccessivamente l'occhio al pubblico (fra omicidi troppo calcati o nudi compiaciuti e gratuiti).

In conclusione Tenebre è uno dei migliori film di Argento nonché uno dei migliori gialli/thriller italiani in assoluto , un mix fra classico e moderno ottimamente riuscito.

antoeboli  @  27/02/2016 19:14:53
   6½ / 10
Un Argento un pò Gni , un pò non perfetto nella regia , con un difetto che manca come l atmosfera e l ansia dei suoi vecchi thriller di inizio carriera.
Quello che però non manca mai è il sangue che qui è parecchio presente , dove esiste una versione tagliuzzata in passato.
Bella la storia , e bello il finale inaspettato .

Rollo Tommasi  @  18/02/2016 17:13:40
   5 / 10
Non proprio brutto brutto in modo assurdo, per parafrasare il cult Zoolander, ma Dario Argento si è impegnato poco per rendere Tenebre un giallo credibile.
Non bastano arti recisi, copiose fuoriuscite di sangue rosso in modo innaturale ed un sottofondo di ambiguità, per creare la tensione di un buon film.
Un montaggio pigro fino all'inverosimile (non sono isolate le scene del crimine?? Le indagini procedono ad un ritmo soporoso: l'ispettore, addirittura, al culmine degli omicidi seriali, consiglia ad uno dei principali sospettati di abbandonare l'Italia!) ed una sceneggiatura da età scolare sono già fattori che abbatterebbero il voto di almeno tre punti. Ma io voglio essere generosa e non inutilmente demolitiva.
Il mio 5 non conta la recitazione penosa del cast, in cui solo Daria Nicolodi quando strepita ed il protagonista Anthony Franciosa cercano di elevarsi nella melma generale.
Doppione sanguinolento di (Spoiler).

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 30/05/2016 13.40.06
Visualizza / Rispondi al commento
Filman  @  06/10/2015 22:09:00
   7½ / 10
Pur non essendo un'opera d'eccezione, TENEBRE di Dario Argento è con molta probabilità la sua pellicola narrativamente più interessante, disegnata attorno ad una trama semplice che estremizza il concetto personale di giallo all'italiana proprio del regista fino ad annullarlo. L'importanza data alle scene più violente e quelle relative alla psiche dell'assassino regalano attimi di regia ad alta qualità, che non cade mai e tiene viva la tensione seguendo anche l'affascinante filo dell'illogicità, e concentrando ogni tecnica scenica e musicale prima sperimentata e poi maturata nel corso della carriera, Argento riesce a concedere fascino a questo film che si distingue nella calligrafia, ma che è anche giustamente personalistico nell'esibire un proprio definitivo affaccio al "serial killer movie" dopo una lunga serie di film analoghi che tra alti e bassi conducono a questo suo ultimo lungometraggio degno di nota.

nyoant  @  26/09/2015 18:30:21
   9 / 10
Tenebre è un giallo molto coinvolgente. La trama non è mai banale e le scene non sono mai una casualità. Il copione riprende, anche se solo in parte, una disavventura accaduta ad Argento con un suo morboso fan nei primi anni 80.
La fotografia del film è decisamente moderna. Apprezzo l'intensità della luce, nonostante fosse abbastanza insolito per un film di questo tipo. Le musiche dei Goblin sono una garanzia. Ottima è la tecnica con la quale vengono girate alcune scene, tipo quando la macchina riprende scorrendo lungo le pareti (scena delle due donne) o effettuando spostamenti graduali (scena finale sul soggetto principale).
Angosciante, misteriosa ed inquieta è invece la scena del sogno/incubo ricorrente del soggetto. Il regista lancia una serie di indizi confusi, misteriosi ed enigmatici
( almeno prima del finale del film). Il sogno è il perno attorno al quale gira tutto il film, dando vita alla personalità dell' interprete principale e disorientando gli spettatori.
Nei film di Argento non mancano mai riferimenti culturali (o artistici) e riflessioni sociali. Qui vengono trattati temi che fanno riferimento alla società contemporanea, i conflitti, la religione, l'omosessualità, il tradimento e la perversione umana. Altri aspetti come la follia, il delirio, l'alienazione plasmano quella che è la psiche dell' omicida. Nel film emergono anche passaggi di ottima fattura, come l'imminente incombere della "falsa certezza" e dell' " ipotesi dell'inverosimile" che rendono lo spettatore partecipe nell'ardua e delirante ricerca della verità.

alex94  @  07/05/2015 10:35:38
   7 / 10
Altro thriller diretto da Dario Argento negli anni 80,lontano anni luce dai lavori degli anni 70 ma tutto sommato ancora godibile ed interessante.
La storia naturalmente non è particolarmente originale e presenta tutti gli elementi,positivi e negativi,tipici del cinema d'Argento,abbiamo infatti l'assassino che uccide in modi cruenti,il personaggio venuto da un paese straniero che indaga,i soliti buchi di sceneggiatura e situazioni e scene poco logiche.
Argento riesce però a nascondere piuttosto bene i difetti e a mettere in risalto i pregi grazie a diverse scene e sequenze (in particolare quelle degli omicidi) di sicuro effetto e girate perfettamente.
Piuttosto atipica ed azzeccata l'ambientazione.
Come al solito non particolarmente convincente la recitazione,si salvano solo la brava Daria Nicolodi e Anthony Franciosa.
L'aspetto tecnico in generale è molto curato,la regia è ottima,molto buoni anche la fotografia e gli effetti speciali.
Secondo me merita una visione,un film che nonostante i difetti,si lascia vedere senza annoiare,anzi incuriosendo,consigliato.

Charlie Firpo  @  03/05/2015 09:39:25
   5½ / 10
Thriller sconclusionato diretto dal solito Argento... un regista superficiale e bollito nel cervello... chissà cosa si fumava all' epoca ?

Il film come al solito si basa su una sceneggiatura scontata che serve come colllante per raffazzonare gli omicidi compiuti dall' assassino, che in questo caso hanno una tensione pari a zero, poi abbiamo in passerella la moglie Nicolodi, l'amante di Craxi che è Ania Pieroni, messa lì solo perchè se la faceva con Craxi, poi abbiamo la futura moglie di Berlusconi Veronica Lario e per non farci mancare nulla c'è pure la trans Eva Robin's

Solito finalino con colpo di scena multiplo, e ah dimenticavo in questo film c'è pure Ringo.

Nic90  @  01/05/2015 13:34:05
   6½ / 10
Thriller più che sufficiente con musiche e situazioni ben architettate e con una buona tensione,ottimo il finale.

BlueBlaster  @  30/03/2015 02:28:11
   6½ / 10
Il ritorno al thriller-giallo di Dario Argento, dopo la parentesi horror ed esoterica delle "Madri" e di "Profondo Rosso", è piuttosto fiacco dal punto di vista della sceneggiatura...il soggetto autocitazionista non è certo una novità e le indagini (ancora una volta l'assurdità di un "profano" a capeggiarle) si svolgono in modo piuttosto convenzionale e con ritmi non certo esaltanti.
Non c'è dubbio che comunque all'epoca un film così abbia sortito un certo effetto sul pubblico italiano meno avvezzo a tètte al vento, arti amputati e body-count elevati.

Citando Lionel Hutz dai mitici Simpson : "Questo è il più eclatante caso di pubblicità ingannevole dopo La storia Infinita" (per chi non lo avesse capito si fa riferimento al fatto che , nonostante il titolo, quel film aveva una fine....
Un film che si chiama TENEBRE è girato con una fotografia che più luminosa non si può e, a parte nel finale, quasi tutti gli omicidi avvengono in pieno giorno! Sinceramente non l'ho capita sta storia ma sopratutto non ho gradito, io sono per il classico "modus operandi" in notturna o comunque con atmosfere tetre.
La cosa buona è che la regia di Argento è ancora ispirata, ma siamo sempre più vicini alla fine della sfilza buona di Darione, e non mancano momenti di tensione ma sopratutto guizzi di stile non indifferenti con molta cura nei dettagli e movimenti di macchina da vero maestro quale era stato negli anni 70!

Cast meno peggio che in molte altre pellicole del regista romano che, come notato da molti( in specie è il cruccio di Ferzbox :), è sempre stato un punto debole delle sue opere. Anthony Franciosa alla fine fa il suo dovere, è pure simpatico vedere il veterano degli horror John Saxon, una giovane Veronica Lario, John Steiner ma sopratutto Giuliano Gemma.
Ci sono delle attrici dalla bellezza non indifferente e mi ha sopratutto stupito l'alto tasso erotico (al limite del soft-core nella scena onirica della spiaggia) con una certa quantità di nudi anche ostentati a dirla tutta, forse per tenere alta l'attenzione!?

Darei una canonica sufficienza perchè non è male ma nemmeno tanto intrigante visto che dal regista ci si aspetterebbe qualcosa di più visti i trascorsi...la mia valutazione però si alza grazie ad un finale a dir poco cattivo e sanguinoso in cui lo splatter la fa da padrona ed i colpi di scena non mancano ad arrivare per salvare un canovaccio altrimenti piatto.

10 risposte al commento
Ultima risposta 18/02/2016 16.59.27
Visualizza / Rispondi al commento
Dick  @  06/02/2015 20:10:12
   7½ / 10
Argento torna al thriller-poliziesco. Svolgimento della trama anche qui un po altalenante, ma comunque il film è godibile e ti coinvolge.

Invia una mail all'autore del commento luca986  @  26/01/2015 01:12:34
   8 / 10
Formidabile thriller di Dario Argento. Ricchissimo di virtuosismi alla regia, superba colonna sonora dei Goblin.

ferzbox  @  12/03/2014 14:36:36
   7 / 10
La pellicola di "Tenebre" fa parte del buon repertorio del nostro Dario Argento,ma già comincia a far intravedere le prime avvisaglie di quello che diventerà un disastroso calo.
Fortunatamente gli anni 80 sono stati affrontati discretamente da Argento;non si parlava di film ben realizzati come quelli degli anni 70,però le sue produzioni continuavano a farsi guardare.
Il vero "annullamento" sarebbe iniziato subito dopo "Opera".

"Tenebre" è un Thriller che miscela le due facce di Dario in un unico film.
La caratteristica che più mi affascina di questo film è la simbiosi tra lo stile di vecchi lavori come "L'uccello dalle piume di cristallo" con quelli dei più crudi e sanguinolenti iniziati con "Profondo rosso".
Comunque il richiamo tende ad essere più vicino a quest'ultimo.
Come sempre alcuni attori sono pescati dal primo centro commerciale nei paraggi(il ragazzo fa tenerezza)e il montaggio è leggermente traballante,ma mantiene ancora quel magnetismo "argentiniano" che riesce ad intrigarti durante la visione.
Inoltre la soluzione finale non delude affatto e richiama a squarciagola i Thriller degli anni 70...
...ma l'artisticità di "Suspiria" o del già citato "Profondo Rosso" stava cominciando a dissiparsi(fortuna che le musiche dei Goblin erano rimaste).
Un prodotto discreto che merita di essere ricordato tra i lavori più interessanti di Argento....ma non tra i migliori.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR carsit  @  27/02/2014 12:39:05
   7½ / 10
Argento formato gigante in questo thriller.
"tenebre" parla di un assassino ( l'assassino del rasoio) che punisce prevalentemente donne "anomale" : ladre e lesbiche.
Questo pazzo prende come riferimento un libro , tenebre, dello scrittore Peter Neal.
Quest'ultimo si ritroverà coinvolto nell'indagare sull'identità dell'assassino.
In questo film c'è tutta la poetica di Argento, che lo ha reso famoso :
- inquadrature soggettive che riprendono la prospettiva dell'assassino
- omicidi efferati con fortissima carica splatter
- la solita chiamata al telefono con cui l'assassino minaccia il protagonista

Assolutamente nota di merito per la sceneggiatura, che pur avendo qualche forzatura riesce comunque a sorprendere più e più volte senza mai contraddirsi.
Negli ultimi 20 minuti Argento mescola le carte in tavola 2-3 volte, comportando un disorientamento incredibile nello spettatore, il quale piano piano vede assottigliarsi la lista dei colpevoli senza riuscire però ad identificarlo.
Notevole anche la colonna sonora dei goblin che accompagna ogni omicidio , fungendo da biglietto da visita per il nostro simpatico cattivo.
Peccato per le recitazioni, che non sono mai di alto livello nei film di Argento.
Comunque è fortemente consigliato.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento thohà  @  01/11/2013 00:39:02
   7 / 10
Ah, ecco. Mi chiedevo perché quel cretino andasse in autostrada in bici proprio nel bel mezzo. Non era un cretino, semplice soluzione.
No, un momento un po' cretino lo è a lasciare incustodita la sua borsa da viaggio.
Andiamo avanti, và.

Il solito sospiro mentre qualcuno osserva una donna. La guarda, la segue inosservato all'interno di un negozio. Una bella ragazza.
Ahahah, ladruncola.
Ma come assomiglia a Lee Van Cleef il commissario del magazzino.
"Conan Doyl diceva: che una volta eliminato l'impossibile, per quanto improbabile, deve essere la verità". "Il mastino".

Malgrado qualche incongruenza che penalizza è un buon film con un finale 'inaspettato'.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

deliver  @  16/10/2013 19:40:54
   9 / 10
Capolavoro del maestro inarrivabile, straordinario, strepitoso...
Come accade sempre nell'Argento degli anni d'oro: qui c'è tutto. Una sceneggiatura succulenta, ma soprattutto una fotografia e una regia in grandissima forma.
Non potete perdervelo.

Severità  @  21/08/2013 14:26:28
   8 / 10
Ennesimo thriller alla Dario Argento. Regia come al solito curata nei minimi particolari (Luoma molto bello), colonna sonora da brividi, molto violento (forse il più violento) col sangue che esce a spruzzi, fotografia con l'illuminazione al massimo e un bel finale. Tenebre, insieme ad Opera Profondo Rosso e Inferno, e uno dei miei film preferiti.

DarkRareMirko  @  06/08/2013 11:32:47
   6 / 10
Visto ieri pomeriggio; mi aspettavo di più.

Sufficiente e nulla più, il film va ricordato per la presenza cult di Veronica Lario (ex moglie del Berlusca, che ora prende 100.000 euro al giorno!!!; anche il resto del cast è comunque abbastanza curioso), per le musiche e per certi stili di ripresa azzeccati (quelli in soggettiva ad esempio).

Per il resto è un linearissimo giallo, pure un pò noioso, con movente scontato e finale poco credibile.

I brividi sono tutti concentrati all'inizio, con una telefonata anonima memore di Profondo rosso.

Un Argento da due pallini su cinque, ma è almeno meglio di boiate come Il fantasma dell'opera.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Spotify  @  12/07/2013 03:07:18
   7 / 10
Buon horror/giallo di Argento che però qui dirige un film già più commerciale rispetto ai suoi horror/gialli anni 70, comunque regia buona, solita trama ma ben fatta, tanti particolari cui lo spettatore deve fare attenzione. Film violentissimo, forse il più violento del suo periodo d'oro e infatti secondo me è questo che rende questo film più commerciale come gli altri suoi film anni 80 e a seguire. Comunque bel film ma non ai livelli di profondo rosso o l'uccello dalle piume di cristallo. Confesso di averlo visto 5 volte prima di capire chi fosse realmente l'assassino.

Voto 7+

Goldust  @  08/07/2013 17:18:47
   6½ / 10
Horror travestito da giallo del buon Dario Argento, che da sfogo a tutta la sua ricercata tecnica registica per propinarci - da punti di vista differenti - una serie infinita di uccisioni e sgozzamenti. La storia è sempre la solita, e si lascia guardare almeno fino al finale, che è un insulto all'intelligenza dello spettatore.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Le musiche però sono belle, e visto gli standard del regista anche gli attori se la cavano.

Dante69  @  22/03/2013 15:57:53
   7 / 10
Nel proprio periodo d'oro Dario Argento realizza questo thriller dalle tinte fortemente splatter. La trama è la classica dei gialli di Dario , c'è un assassino che uccide le proprie vittime , ispirandosi stavolta ad un libro (tenebre per l'appunto) , lo scrittore del romanzo stesso dovrà improvvisarsi detective e scoprire il mistero.La regia è molto buona (potenziata dalla fotografia di luciano tovoli) e le musiche dei goblin sono veramente SPETTRALI (in senso positivo).La trama è buona ed il colpo di scena finale è assolutamente imprevedibile.Gli effetti splatter sono a cura di sergio stivaletti e sono fatti benissimo.In conclusione Tenebre è un buon thriller di Dario Argento ma non è assolutamente paragonabile a profondo rosso o suspiria.
Regia:7,5
Attori:6,5
Musica:7,5
Trama:7
Effetti Speciali:7,5
Evil Forces:7
Longevità:6,5

Son Goku  @  16/02/2013 22:11:04
   8 / 10
Ottimo questo film di Dario. Regia curata, interpretazioni decenti, bella la colonna sonora.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  17/12/2012 21:02:12
   6 / 10
Discreto thriller di Argento pieno di omicidi sanguinosi. La sceneggiatura è migliore rispetto ad altre opere del regista, il finale (ultimi due minuti circa) erano evitabili.
Niente di speciale, accettabile.

topsecret  @  24/10/2012 17:24:56
   7 / 10
Bel giallo di Argento, ben congeniato con elementi thrilling di buon effetto, diretto ed interpretato bene, capace di tenermi incollato al video fino alla fine, per merito di una storia abbastanza ben delineata che trasmette un certo pathos e con un ritmo ben calibrato per l'intera durata.
Con PHENOMENA e PROFONDO ROSSO è uno dei picchi del maestro dell'italico horror.

C.Spaulding  @  11/06/2012 17:25:21
   7 / 10
Buon horror di Dario Argento. La storia scorre bene e cattura lo spettatore senza annoiare. Non il migliore del regista ma,tranne qualche difettuccio qua e là, abbastanza bello. Da vedere.

eletar  @  01/03/2012 02:30:32
   5½ / 10
non mi ha convinto...si,finale a sorpresa, però un po di amaro in bocca me l'ha lasciato. Consigliato solo ai fan di argento

Nightmare97  @  04/02/2012 18:11:11
   8 / 10
buonissimo film,attivo e movimentato...stupendo il finale che capovolge tutto con un buonissimo effetto...trama ed effetti speciali non male...

76eric  @  27/01/2012 00:25:20
   8 / 10
Dopo l' inarrivabile triplete di Profondo Rosso, Suspiria ed Inferno, Argento torna nel suo terreno più congeniale, ricollegandosi ai temi vincenti della precedente "Trilogia degli animali" e a quelli del film del 1975 ( il trauma passato del killer seriale), irrobustendo la componente efferata e ovviamente riproponendo tutti gli ingredienti del suo modo VINCENTE di fare cinema di genere, quello che veniva copiato ed invidiato dalla maggior parte dei cineasti del periodo.
Pur con i suoi limiti di sceneggiatura, di recitazione del cast e chi più ne ha ne metta, cosa che comunque ha pur sempre difettato in tutte le sue opere, riesce comunque ad attestarsi su ottimi livelli, ma secondo il mio punto di vista, le prime crepe della decadenza del grande regista romano cominciano proprio con questo film.
Vero è che riuscirà a fare centro ancora con Phenomena ed in parte con Opera, ma il giallo all' italiana degli anni '80 l' ho sempre visto come una minestra riscaldata..., è forse difficile da spiegare, ma manca di quell' aura lontana, misteriosa e pure retrograda del decennio precedente.
Merito di una fotografia più grezza e cupa che soprattutto nelle scene notturne provocava maggior tensione, o forse meglio, proprio perchè in quel periodo ne venivano prodotti a miriadi di film di questo genere ed appunto i registi nostrani sembrava come gareggiassero per cercare di superarsi, per la voglia di produrre un qualcosa di memorabile, che assurgesse dalla media.
Collegandomi con quello che sostengo, l' aumento della macelleria in titoli come questo o come Lo squartatore di NY dell' altro totem Fulci, non sono suficienti a colmare il gap con i migliori della precedente decade.
Tutto questo discorso forse inutile o forse no, solo perchè, sapendo che comunque è troppo facile parlare col cosìdetto senno del poi, ma mi sarebbe piaciuto vedere Argento confrontarsi esclusivamente con l' Horror (meglio se sovrannaturale, che io adoro), d' altronde questo è ciò che avevano detto Suspiria ed Inferno.

Le musiche di Simonetti sono incisive ma assolutamente non una delle soundtrack maggiormente memorabili, piuttosto disturbante invece la sequenza del flash-back. Finale in parte riuscito ed in parte insulso. Ottimo. Arrotondo più che posso.

paperinick  @  12/01/2012 00:20:17
   3½ / 10
stupenda colonna sonora, idee confuse, personaggi vuoti, attori che sembrano andare per conto loro, sceneggiatura mediocre, e troppi omicidi... cosa più grave manca la tensione... forse proprio per tutti quegli effetti senza causa

EmVallo95  @  11/01/2012 22:56:45
   8½ / 10
Questo e l'altro capolavoro del maestro Dario Argento, insieme a Suspiria e Profondo Rosso. Si tratta del mio film, per ora, preferito della sua filmografia. Dico per ora perché del maestro Dario Argento, io ho soltanto otto film, e li voglio recensire tutti e otto. Sto parlando di Tenebre. E il film più curato a livello di regia del maestro Dario Argento ( Non ho ancora comprato Opèra), fotografia veramente molto illuminata, proprio per fare il contrasto con il colore rosso del sangue

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

34 risposte al commento
Ultima risposta 13/01/2012 15.27.08
Visualizza / Rispondi al commento
BrundleFly  @  04/11/2011 19:05:27
   7½ / 10
Voto dovuto più ai virtuosismi tecnici e ai movimenti di macchina di cui fa uso Argento piuttosto che alla trama che ahimè è sempre più o meno la stessa. Sangue che sgorga a fiumi e colonna sonora magnifica come al solito.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

mikeP92  @  19/08/2011 01:32:34
   5 / 10
Nonostante le uccisioni siano tutte ben realizzate (a parte l'ultima), il sangue sgorga copioso, e la tensione, specie durante la scena con l'inseguimento del cane, rimanga sufficiente, il film non mi ha convinto pienamente. La trama ormai Argento la ripete pari pari a quella dei suoi primi film, ma la cosa più brutta é la soluzione finale. Maddai, ditemi:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
già si intuisce dopo poco l'identità dell'assassino, inoltre il movente è davvero insulso, peggio di quello di Quattro mosche di velluto grigio, le soggettive ormai non colpiscono più e la "sorpresa" finale é molto deludente.

Non è un disastro come pellicola, ma é completamente priva di ispirazione, sembra quasi un mero dispiego di effetti splatter, collegati tra loro con una trama che regge per 2/3 della durata, poi si sfalda.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  16/08/2011 17:56:57
   7½ / 10
Thriller in perfetto stile Dario Argento, ricco di suspence e tensione, con tanto splatter e colonna sonora come sempre magnifica.
Quando Argento era ancora un grande...

Leonardo76  @  30/07/2011 23:05:58
   7½ / 10
Serve un pizzico di sospensione dell'incredulità per essere apprezzato pienamente. Tipico giallo Argentiano non banale e con alcune chicche. Splatter forse un po' fastidioso per chi è sensibile.

MidnightMikko  @  15/06/2011 16:58:20
   6 / 10
L'Argento del tramonto (a parte il successivo e abbastanza ispirato Phenomena). Una trama interessante, pasticciata all'estremo nel finale in maniera ridicola, quasi una parodia del genere. Alcune vicende sono talmente paradossali e ridicole (penso alla tipa inseguita dal barbone, il biondino Nino D'Angelo style tonterello forte, alcuni accorgimenti ritardati di Gemma nel finale ecc) da risultare comiche, distogliendo l'attenzione dall'atmosfera angosciosa del film. La sceneggiatura è piatta da quanto che è scontata, accompagnata da una recitazione da parte degli attori abbastanza scarsa.
Lo promuovo solo per la favolosa tecnica artigianale in sede di regia di Argento (certe scene, tra cui quella del killer che colpisce e quella del doberman sono da antologia) accompagnata dalle strepitose musiche di Simonetti e Co.

Un netto passo indietro rispetto ai sottovalutati lavori precedenti (Suspiria e Inferno), un film guardabile con un finale veramente pasticciatissimo. C'è di buono che, anche nel male, la suspence non manca quasi mai.

kako  @  11/05/2011 00:29:41
   8½ / 10
Un altro grande giallo/thriller di Argento. Trama strutturata perfettamente e coinvolgimento assicurato

CyberDave  @  08/04/2011 22:23:36
   9½ / 10
Dopo "Profondo Rosso" sicuramente il film più bello del miglior regista horror. Un film fantastico che ti tiene incollato fino alla fine e continuando a cambiare le carte in tavola fino ad un finale inaspettato. Cero manca la perla finale di profondo rosso ma è sicuramente un film che non si può non vedere e rivedere. Il maestro al di la di 2/3 passaggi a vuoto non ha sbagliato un colpo.

ROBZOMBIE81  @  11/01/2011 13:19:36
   4 / 10
Cioè fatemi capire.Questo sarebbe uno dei migliori film di Argento??a parte la solita monotrama del regista(possibile che non sia riuscito a concepire niente di diverso in quarant'anni??)e qualche scena nel finale,peraltro prevedibile,è la solita solfa infarcita da litri di sangue che non bastano però per farne un film decente, i soliti dialoghi penosi,le solite sequenze ridicole e pacchiane,le solite inquadrature dell'arma tipo Doom.Tensione??ma dove vi prego doveee??è incredibile come un regista non sia in grado di evolversi,di proporre qualcosa di diverso e di migliorarsi soprattutto perchè il suo problema è sempre stato quello,il suo livello è sempre stato mediocre ma almeno si poteva giustificare con l'età dei film e l'innovazione, adesso risulta addirittura imbarazzante ma non è lui che è peggiorato,sono gli altri e il mondo che si sono evoluti e lui è rimasto al palo,ritirati Argento e lascia spazio a gente che sia un pò capace perche hai proprio rotto i ******** tu e la tua mediocrità con la quale campi da una vita immeritatamente.Quoto il commento di Tris.

6 risposte al commento
Ultima risposta 13/04/2011 20.33.57
Visualizza / Rispondi al commento
Mastermovies  @  01/01/2011 11:44:35
   9½ / 10
A mio parere "Tenebre" è uno dei migliori film mai fatti da Argento.
Ovviamente non manca qualche momento di ridicolo involontario ( tipo la scena del barbone ) e la soluzione non è giustificata troppo bene, ma va detto che è il suo miglior film dal punto di vista dello stile, dove utilizza al meglio le possibilità del mezzo cinematografico, merito anche di una colonna sonora indimenticabile ( che per me rivaleggia con quella di profondo rosso come miglior colonna sonora horror di sempre ). Tanta violenza, ma filmata molto bene ( magistrale la panoramica della casa delle due lesbiche e i flashback dell'assassino ) e interpretazioni dignitose ( simpatico il commissario giallista ).
Consigliato.

tris  @  24/12/2010 01:17:35
   4 / 10
Mediocre. Nessuno fa notare che la trama è tutta costruita come un pretesto per far morire tutti i personaggi del film (tranne uno), moventi degli omicidi? Banali e pretestuosi: siamo dalle parti del Cartaio e di Giallo (se si criticano per quel motivo perchè non criticare anche questo film?). Daccordo bellissime la scena dell'inseguimento del cane e il finale ma dov'è la sostanza in quello che è poco più di un esercizio di stile?
nota: è brutto leggere commenti che quasi insultano chi esprime giudizi diversi dagli hard fan, in un forum si deve dialogare e non attaccare o uniliare chi non la pensa come te

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

3 risposte al commento
Ultima risposta 31/05/2021 05.11.43
Visualizza / Rispondi al commento
dagon  @  05/11/2010 12:47:20
   7 / 10
uno degli ultimi film Argentiani che, pur con una certa rozzezza complessiva, funziona. La sceneggiatura presenta un po' di forzature, coincidenze ed improbabilità, ma consente a Dario di mettere in scena alcune scene efficaci e di tensione, con condimento di effettoni splatter (non sempre riusciti, ad onor del vero). Bella colonna sonora elettronica dei goblin e scorci suggestivi (e sinistri) di una Roma non cartolinesca. Recitazione così così, ma non tragica come in molti altri suoi film.

anthony  @  03/11/2010 16:25:14
   8½ / 10
Bellissimo thriller di Dario Argento.
Il maestro romano sfrutta tutto il suo genio creativo e visionario e ci sforna un filmone splatter, con un'ottima trama, un finale agghiacciante e atmosfere "metropolitane" gelide, aliene e sinistre da far paura.
"Tenebre" presenta tutti gli ingredienti del miglior Argento: omicidi perpretati con una maestria e un'efferatezza da far invidia, atmosfera malata e "satura" di follia, una colonna sonora eletrizzante, un'ottima fotografia, la solita inimitabile tecnica di ripresa..le inquadraure perfette..etc..
C'è da dire, infine, che gli attori ci mettono egregiamente del loro (molto bravi Anthony Franciosa, John Sax e la Nicolodi..) tanto da far risultare "Tenebre" la pellicola di Argento meglio recitata e interpretata in assoluto.

Tenebre è un film inperdibile, non si può non vederlo.

Ufficialmente, il penultimo lavoro di Dario Argento.

Vimark  @  13/09/2010 23:01:49
   6 / 10
Il film è coinvolgente in buona parte della sua durata, con scene di violenza allo stato puro ma poteva essere sviluppato meglio nella parte finale. A mio avviso scade un po' proprio nell'ultima mezzora. Peccato! Nel complesso sufficiente.

Ciaby  @  23/04/2010 16:18:26
   7½ / 10
Un thriller avvincente del solito, ottimo, Dario Argento d'annata. Ispirato nonostante i continui autoriferimenti. La storia è sviluppata in modo convincente, con parentesi di suspense (il primissimo omicidio, ben congedato) e sangue (il delirio finale, con braccia amputate e corpi trafitti), ma cade con una spiegazione finale non convincente, sebbene riservi una sorpresa. Finale disturbante, ma "tronco". Comunque sia, un ottimo film di genere.

Terrorizzante, per me, la scena con l'inseguimento del dobermann (ho una grandissima fobia nei confronti dei cani).

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  12/04/2010 17:56:24
   7 / 10
L'ultimo film che si può considerare riuscito nella filmografia di Argento; da qui in poi il declino, che subirà una leggera rialzata solo con Phenomena per poi cadere ancora più in basso. Le idee cominciano a scarseggiare, la trama è sempre la solita, e viste le precedenti opere, non è molto difficile capire l'intreccio. In più, gli attori sono più scadenti della norma, e le musiche dei Goblin sono belle ma meno ispirate del solito (più tendenti alla disco, che all'epoca andava forte). In compenso però il film è sì prevedibile, ma anche intrigante e godibile, con qualche buon momento di tensione, specie nel finale, e con dei sanguinosissimi effetti speciali che rendono la confezione più che accettabile.
Meno pauroso e molto più sullo slasher, ma apprezzabile. Da vedere.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Edgar Allan Poe  @  12/04/2010 17:22:00
   8½ / 10
Con Profondo Rosso il miglior film di Argento. Bellissima trama, bellissimo finale, si sta sempre attentissimi, anche perchè l'assassino colpisce in qualunque momento...

Fita8589  @  05/04/2010 21:39:52
   7½ / 10
Ritorno al thriller orrorifico di Dario dopo la parentesi di "Suspiria" e di "Inferno". Non c'è che dire. Trama avvincente, suspance, scene di violenza efferata, musiche dei Goblin onnipresenti. Funziona tutto o quasi.

Gruppo REDAZIONE VincentVega1  @  18/03/2010 09:53:00
   6½ / 10
Prima di morire il ghost-cameraman di Argento ci lasciò due bei film come questo e "Phenomena".

E questo film è pure divertente, concitato ed avvicente. Complimenti.

matt_995  @  21/02/2010 20:22:20
   8½ / 10
senza dubbio il film di Argento più violento e con più splatter ma che presenta risvolti thriller mozzafiato. La recitazione è ottimale. Franciosa e Saxon sempre fantastici e la Nicolodi stranamente, questa volta è abbastanza credibile. Alla fotografia c'è Luciano Tovoli, lo stesso direttore di fotografia in Suspiria, il chè dice tutto...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
La musica dei Goblin è come sempre spettacolare...
Tenebre dunque è un film che riassume in se tutte le caratteristiche essenziali del cinema argentiano di un tempo... ahh Dariooo perchè non torni quello di un tempo??

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

GodzillaZ  @  07/02/2010 19:31:30
   8 / 10
Bel film di Argento, dove vengono lasciate la fotografia e le scenografie incredibili dei precedenti capolavori, per tornare al thriller, sfiorando l' horror in quanto il sangue è presente a litri.
Regia virtuosa, momenti di tensione, uso mirato della bellissima musica di Simonetti, attori (stranamente) abbastanza buoni, la storia è bella e ben strutturata (stranamente).
Alcune scene sono memorabili!

1 risposta al commento
Ultima risposta 07/02/2010 19.37.18
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  26/12/2009 12:10:40
   7½ / 10
Come sempre con questo regista mi trovo a volergli dare un mezzo voto in più. Questo perché nonostante il film mi sia piaciuto con le dovute riserve alcune situazioni,inquadrature e trovate ti rimangono impresse per giorni. Quindi gli alzo il voto di un pò per alcune sequenze originali.
Tenebre è un macello. Non è una critica negativa nei confronti del film ma un dato di fatto. Effetti splatter,omicidi,violenza come raramente Argento aveva mostrato nei film precedenti. Un Argento scatenato sotto questo punto di vista che con questa scelta mette in secondo piano dei personaggi poco interessanti (la Nicolodi è brava ma il suo personaggio è inutile). La sceneggiatura è buona e non ci trovo grandi lacune (incredibile!)anche se ammetto di aver scoperto l'omicida dopo la prima mezz'ora.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Non fa paura ma di certo disgusta con buone trovate splatter e inquieta con la trovata del flashback dell'assassino. Una strana curiosità:la prima volta che fu passato in tv sulle reti Fininvest furono tagliate molte scene tra cui la più violenta ovvero

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Nel complesso ennesimo film di Argento che mi è piaciuto,meno di Inferno ma di poco. E come sempre nei commenti dei suoi film non posso che rammaricarmi per come si è ridotto con gli ultimi suoi lavori.

suspirio  @  20/12/2009 20:37:08
   7 / 10
Buon thriller.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR jack_torrence  @  16/11/2009 16:20:06
   6 / 10
Con tutti i difetti intrinseci di un giallo argentiano, è un film che regge (e si fa ricordare per l'elevato numero di macellazioni), nonostante alcune banalità (la più evidente delle quali il fatto - ironicamente godibile, peraltro - che la ragazzina della portineria finisca proprio nella casa dell'assassino!). Regge lo svolgimento della trama, e persino il movente - nonostante i flashback sul delitto compiuto da ragazzo siano del tutto posticci, e anche inutili: non sarebbe bastata la vendetta?
C'è un discorso meta-linguistico - semplice, e molto ironico - dietro il suggerimento di Argento di identificare lui con il protagonista del film (suggerimento evidente a partire le opere si intitolano entrambe "Tenebre").
Difetto imperdonabile: chi è l'assassino (il secondo) si intuisce con facilità prima che sia rivelato.
Nel primo caso invece (sono stato tonto io, o bravissimo Argento?) ci sono cascato.

Il finale è un trionfo di effetti splatter e di colpi di scena nient'affatto malvagi.
Memorabile il tentativo inutile (sangue scivoloso...) di estrarsi dal ventre il micidiale cono... E le irrefrenabili urla di orrore che continuano anche sui titoli di coda (che arrivano secchi e nel momento più giusto).

outsider  @  30/09/2009 22:59:53
   7½ / 10
Buon film, solo un pò troppo perso nella modernità che ci fa rimpiangere le imprese gotiche del buon grande Dario. Gemma e Franciosa ottimi insieme.

marfsime  @  24/09/2009 14:18:12
   6½ / 10
Un po' carente nella sceneggiatura..recitazione così così..l'idea di base diciamo che è anche buona ma forse un po' troppo mal sviluppata. Bello il delirio di sangue finale..non proprio totalmente soddisfacente invece la spiegazione finale del film.

Invia una mail all'autore del commento wega  @  22/09/2009 10:31:01
   7½ / 10
Oh cielo!! Un buon Dario Argento. Me ne sono sbattuto della sceneggiatura, fregato di eventuali buchi di sceneggiatura, ma sono fiducioso: ce ne sono di sicuro. Però "Tenebre" mi è piaciuto, tecnicamente buono, buona la fotografia ed eccellenti alcuni omicidi; specie l' ultimo.

19 risposte al commento
Ultima risposta 07/02/2010 19.38.03
Visualizza / Rispondi al commento
vodici  @  18/08/2009 16:35:56
   8 / 10
Film nn molto amato dalla critica. Ma un film che vale. Argento torna al giallo e confeziona un prodotto davvero godibile, ricco di suspance e di sangue. Grandiosa tutta la scena dell'omicidio delle due prostitute

LEMING  @  24/07/2009 09:28:16
   7 / 10
Uno degli ultimi ottimi thriller del maestro, sempre micidiale per alcune scelte, abbastanza splatter.

baskettaro00  @  18/06/2009 17:39:30
   8 / 10
buon thriller del mito argento.....gli effetti splatter nn mankano e neanke i kolpi di scena.....

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  06/06/2009 12:57:41
   7 / 10
Con questo film Argento fa capire ai suoi fan che nel futuro tendera' sempre di piu' allo splatter a volte tralasciando il contenuto della storia...
Qui ancora il tutto è ben bilanciato grazie a molti colpi di scena e ad 'una indagine affiatata che ti tiene incollato allo schermo fino alla fine!
Certo si esagera con la violenza,anche se molto censurata nella versione televisiva che ho visto(La notte su raiuno)!
Anche scoprire chi è l'assassino è praticamente impossibile...non ci resta altro che assistere al massacro e andare ad eliminazione perche tanto alla fine ne rimarra' soltanto uno(cit.).
Ancora una volta i "Goblin" fanno bene il loro lavoro!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gabe 182  @  02/06/2009 16:45:53
   8 / 10
Penetrante, grandissimo thriller firmato Dario Argento, e sinceramente non pensavo di assistere ad un film di questo spessore.
Subito parte molto bene, anche se magari non inizia ad altissimi livelli, ma poi sembra diventare sempre più stravolgente, con un finale ricco di sangue e di tensione, infatti il finale mi ha lasciato molto sorpreso e sconvolto ve lo posso garantire.
Infine, certamente uno dei migliori thriller di Dario che ho visto fino adesso, si lascia guardare e certamente non annoia, l'otto ci sta tutto.

memo  @  21/05/2009 23:41:19
   8½ / 10
bellissimo giallo di Dario sulla sempre sulla scia dei suoi precedenti lavori ma piu moderno e originale.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR kubrickforever  @  16/04/2009 19:12:22
   8 / 10
Sicuramente non il miglior film del Darione nazionale, ma rimane comunque un prodotto di ottima fattura.
Personalmente l'ho apprezzato parecchio, forse più di Inferno. Probabilmente anche il numero elevato di omicidi contribuisce a non fa calare mai la tensione. Il finale poi, è uno dei migliori che Argento abbia partorito.

6 risposte al commento
Ultima risposta 16/04/2009 19.59.59
Visualizza / Rispondi al commento
VikCrow  @  06/03/2009 00:36:07
   8½ / 10
Quando si parla di Dario Argento si sentono nominare i soliti 4 film e mai "Tenebre". Ma perchè? Nontrovo risposta...
Il film seppur con un incpit lento e alle volte noiosetto, si fa sempre più fitto, sino all'esplosione splatter finale da capogiro. Eccellente!

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

50 km all'oraa dire il veroamerican fictionancora un'estateanother endappuntamento a land’s endarfargylle - la super spiaautobiography - il ragazzo e il generalebang bankbob marley: one lovecane rabbiosocaracaschi segna vincecity hunter: the movie - angel dust
 NEW
coincidenze d'amorecover story - vent'anni di vanity fairdamseldeserto particulardicono di tedieci minutidobbiamo stare vicinidrive-away dollsdune - parte due
 NEW
e la festa continua!emma e il giaguaro neroeneaeravamo bambiniestraneifinalmente l'albafino alla fine della musica
 NEW
flaminiaforce of nature - oltre l'ingannogenoa. comunque e ovunque
 NEW
ghostbusters - minaccia glacialegioco di ruologli agnelli possono pascolare in pacegodzilla e kong - il nuovo imperohazbin hotel - stagione 1how to have sex
 NEW
i delinquenti
 NEW
i misteri del bar etoilei soliti idioti 3 - il ritornoi tre moschettieri - miladyil colore viola (2023)il confine verdeil diavolo e' dragan cyganil fantasma di canterville (2024)il mio amico robotil punto di rugiadail ragazzo e l’aironeil teorema di margheritail vento soffia dove vuoleimaginaryin the land of saints and sinnersinshallah a boykina e yuk alla scoperta del mondokriptonkung fu panda 4la natura dell'amorela petitela quercia e i suoi abitantila sala professorila seconda vitala terra promessala zona d'interessel'amour et les foretsland of badl'anima in pacele avventure del piccolo nicolasle seduzionil'estate di cleolos colonosmadame webmartedi' e venerdi'maschile pluralemay decembermean girls (2024)memory (2023)monkey manmr. & mrs. smith - stagione 1my sweet monsterneve (2024)night swimno activity - niente da segnalareno way up (2024)omen - l'origine del presagiopare parecchio parigipast livesperfect daysperipheric lovepigiama party! carolina e nunù alla grande festa dello zecchino d'oro
 HOT R
povere creature!prima danza, poi pensa - alla ricerca di beckettpriscillapuffin rock - il filmrace for glory - audi vs lanciared (2022)red roomsrenaissance: a film by beyoncericky stanicky - l'amico immaginarioroad house (2024)romeo e' giulietta (2024)runnersansone e margot - due cuccioli all'operase solo fossi un orsosenza proveshirley: in corsa per la casa biancasolo per mesopravvissuti (2022)spacemansuccede anche nelle migliori famigliesull'adamant - dove l'impossibile diventa possibilesuncoastsupersextatami - una donna in lotta per la liberta'te l'avevo dettothe animal kingdomthe beekeeperthe cage - nella gabbiathe holdovers - lezioni di vitathe piper (2023)the warrior - the iron claw
 NEW
tito e vinni - a tutto ritmototem - il mio soletrue detective - stagione 4tutti tranne teun altro ferragostoun mondo a parte (2024)una bugia per dueupon entry - l'arrivoviaggio in giapponevite vendute (2024)volarewonder: white birdyannick - la rivincita dello spettatorezafira, l'ultima reginazamora

1049476 commenti su 50616 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

A KILLER PARADOXCELLPHONECINQUE APPUNTAMENTI AL BUIODEPARTING SENIORSGIOCHI EROTICI DI UNA FAMIGLIA PER BENEGODS OF THE DEEPGUERRA INDIANAHAMMERHEADHISTORY OF EVILHOUSE PARTYIL FUOCO DEL PECCATOIL GIOCO DELLA MORTE - STAGIONE 1IL VOLATORE DI AQUILONIIMMACULATELA GRANDE RAPINALIBERO DI CREPAREMASSACRO AI GRANDI POZZIOMBRE A CAVALLOROADSIDE PROPHETSSHOCK WAVESHOCK WAVE 2SHOGUNSTOPMOTIONSTRIKERTHE BINDINGTHE REGIMETIO ODIO, ANZI NO, TI AMO!TUTTI I SOSPETTI SU MIO PADREUNA COPPIA ESPLOSIVA - RIDE ON

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net