a torto o a ragione regia di István Szabó Austria, Francia, Germania, Gran Bretagna 2001
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

a torto o a ragione (2001)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film A TORTO O A RAGIONE

Titolo Originale: TAKING SIDE

RegiaIstván Szabó

InterpretiHarvey Keitel, Stellan Skarsgård, Birgit Minichmayr, Moritz Bleibtreu

Durata: h 1.45
NazionalitàAustria, Francia, Germania, Gran Bretagna 2001
Generedrammatico
Al cinema nel Novembre 2001

•  Altri film di István Szabó

Trama del film A torto o a ragione

Gli Alleati che hanno occupato Berlino stanno cercando di ristabilire l'ordine nella città sconvolta. Hanno anche un altro compito devono scovare gli ex nazisti e i loro fiancheggiatori. Il maggiore Arnold ha ricevuto l'ordine di interrogare il direttore d'orchestra tedesco Wilhelm Furtwängler e raccogliere le prove dei suoi rapporti privilegiati con i vertici delle camicie brune. Nella sua inchiesta viene aiutato da Emmi, figlia di uno degli organizzatori dell'attentato contro Hitler e dal tenente Wills, un ebreo sfuggito ai campi di concentramento.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,64 / 10 (7 voti)5,64Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su A torto o a ragione, 7 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  26/04/2011 23:46:48
   5½ / 10
Il film si svolge come un duello tra il maggiore Arnold e il direttore d'orchestra Furtwängler. Più in generale una battaglia senza esclusioni di colpe/i tra le ragioni della difesa della patria e dell'essere umano nella sua unicità e le ragioni dell'arte.
Gli attori sono molto convincenti e il film si apre in maniera splendida (la scena del concerto), ma alla lunga risulta noioso e prolisso. Privo di vis creativa. Mi aspettavo decisamente qualcosa in più.

dobel  @  22/08/2009 18:37:08
   2 / 10
Un'occasione mancata: ecco tutto. Un tema come il ruolo dell'artista nella società; la difficoltà di prendere posizioni nette e non opportunistiche in situazioni estreme; il ruolo stesso dell'arte come veicolo di liberazione (non dimentichiamo che quando venne chiesto a Furtwangler come avesse potuto dirigere Beethoven sotto un regime oppressivo come quello nazista rispose che mai come sotto quel regime gli uomini hanno avuto bisogno di vivere a contatto con l'arte beethoveniana), vengono ridotti a riflessioni addirittura macchiettistiche. Furtwangler, i suoi rapporti controversi col regime, il suo rapporto con il germanesimo e la sua cultura millenaria, il suo rapporto con Karajan e con i Berliner Philarmoniker sono di una tale complessità da non poter nemmeno lontanamente essere sfiorati da un filmetto come questo. Una delusione sotto tutti gli aspetti. Si sarebbe potuto prendere spunto da questa vicenda umana per parlare della condizione di tutti quegli uomini e artisti che hanno chinato il capo, non solo in Germania e non solo in quel periodo storico, di fronte al potere politico e chiedersi se la loro scelta fu dettata da opportunismo, da debolezza, o dalla sensazione di avere una missione più grande da compiere rispetto a quelli che hanno scelto la via della fuga. Furtwangler credeva in quest'ultima ipotesi. Io non ho alcuna intenzione di prendere posizione proprio perché l'argomento è talmente complesso che dare giudizi in due righe sarebbe non solo riduttivo ma sleale e ingiusto; tuttavia credo che il grande guardiano della musica meritasse un trattamento un po' più rispettoso. Qui viene trattato come un imbecillotto sprovveduto infarcito di luoghi comuni. Prima di fare un film bisognerebbe pensarci un po' più a lungo, soprattutto su un tema delicato e controverso come questo.

2 risposte al commento
Ultima risposta 23/08/2009 15.27.44
Visualizza / Rispondi al commento
Rand  @  19/12/2008 15:24:14
   8 / 10
Questo sembra un film normalissimo,ma secondo me c'è qualcosa che lo fa risaltare,la musica di Bethoven.Una storia umana e coinvogente in cui le vittime diventano colpevoli senza remissione,Harvey Keitel mostra la spietatezza di un sistema che sospetta di tutti,anche l'artista che non sembra coinvolto,eppure la sua fallibilità è data propio dal fatto che essendo un essere umano non ha avuto il coraggio che sarebbe stato necessario,per districarsi dalla tacita accondiscendenza nei confronti del nazismo.Un film che indaga i lati oscuri dell'animo umano,nascosti in ognuno di noi.Bellissime le musiche e l'ambientazione,da vedere.

tabularasa  @  04/12/2008 20:02:28
   5½ / 10
la trama sembrerebbe quella di una parte di un film più ampio o di qualche telefilm a puntate.non morde e alla lunga risulta essere noioso.

Steiner  @  16/09/2007 02:19:18
   8 / 10
Anche qui, un po' come ne Il pianista, si parla di arte (in questo caso di musica) che viene messa a tacere (anche se nel secondo serve come pretesto per raccontare la Shoah) dalle azioni insensate dell'uomo. Qui però oltre all'arte viene messa in discussione la capacità dell'uomo di opporsi e imporsi alla barbarie, che sia culturale o politica poco importa. Conflitto di due anime recalcitranti che inscenano duelli verbali ma non verbosi, su uno sfondo di morte ancora fumante.
Da vedere.

mirapto  @  15/08/2007 12:54:16
   7 / 10
il film mette in evidenza un eterno problema la contrapposizione tra arte ed etica.
il film risente della derivazione teatrale, infatti il regista rende interessante la staticita' della messa in scena grazie all'interpretazione degli attori e alla forza del conflitto rappresentato. Eccellente Stellan Skarsgard,il direttore d'orchestra, che interpreta le difficoltà interiori di un uomo diviso tra la sua arte e i compromessi che ha dovuto accettare per perseguire i suoi sogni di gloria. Il maggiore è interpretato da Harvey Keitel ma non esprime quel carisma che dovrebbe trasformare l'indagine in un grande scontro tra personalita'
il mio voto è più alto del dovuto per compensare il giudizio di altri ma la sufficienza il film la merita

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  31/10/2006 22:40:50
   3½ / 10
film quasi inutile e alla fine ci si chiede perche è stato girato...non esiste una regia ne una trama...scadente la sceneggiatura...

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

20.000 specie di api50 km all'oraa dire il veroadagioall soulsamerican fictionappuntamento a land’s endaquaman e il regno perdutoarfargylle - la super spiabang bankbuon natale da candy cane lanechi ha rapito jerry cala’?chi segna vince
 NEW
city hunter: the movie - angel dustcolpo di fortunacome puo' uno scogliocover story - vent'anni di vanity fairdeserto particulardieci minutidivinitydobbiamo stare vicinielf meeneaferrarifinalmente l'albafinestkindfoglie al ventogenoa. comunque e ovunquegiorni felicigodzilla minus onehazbin hotel - stagione 1how to have sexi soliti idioti 3 - il ritornoi tre moschettieri - miladyil colore viola (2023)il confine verdeil fantasma di canterville (2024)il faraone, il selvaggio e la principessail maestro giardiniereil male non esiste (2023)il migliore dei mondiil mondo dietro di teil punto di rugiadail ragazzo e l’aironeimprovvisamente a natale mi sposokriptonla chiocciolala natura dell'amorela petitela quercia e i suoi abitantil'anima in pace
 NEW
le avventure del piccolo nicolasmadame web
 NEW
maschile pluralemay decembermean girls (2024)mr. & mrs. smith - stagione 1napoleon (2023)no activity - niente da segnalareno way up (2024)one lifepare parecchio parigipast livesperfect daysperipheric lovepigiama party! carolina e nunù alla grande festa dello zecchino d'oro
 R
povere creature!prendi il voloprima danza, poi pensa - alla ricerca di beckettpuffin rock - il filmrebel moon - parte 1: figlia del fuocored roomsrenaissance: a film by beyoncericomincio da me (2023)robot dreamsromeo e' giulietta (2024)runnersansone e margot - due cuccioli all'operasantocielosilver e il libro dei sognisound of freedom - il canto della liberta'succede anche nelle migliori famigliesuncoastte l'avevo dettothe beekeeperthe family planthe holdovers - lezioni di vitathe miracle clubthe piper (2023)the warrior - the iron clawtrue detective - stagione 4tutti a parte mio marito - it's raining mentutti tranne teuna bugia per dueupon entry - l'arrivoviaggio in giapponewishwonder: white birdwonkayannick - la rivincita dello spettatore

1047785 commenti su 50425 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

ALIENATEAMERICAN NIGHTMARE - MINISERIE TVAPOCALISSE DI GHIACCIOBADLAND HUNTERSCALIFANOCAUSA DI DIVORZIOERADICATIONFREE FALL - CADUTA LIBERAGLI AMICI DELLE VACANZEGLI AMICI DELLE VACANZE 2IL DEMONE NEROIL SENTIERO DELLA VENDETTAIL TESORO DELLE 4 CORONEJUJUTSU KAISEN 0 - IL FILMLA BATTAGLIA DI HANSANLA FESSURALA LEGGENDA DI LONE RANGERLA ROSA DELL'ISTRIAL'AMORE ARRIVA DOLCEMENTEMALIZIOSAMENTENAGAOCCHIO NERO OCCHIO BIONDO OCCHIO FELINO…ONCE UPON A CRIMEPOUPELLE DELLA CITTA' DEI CAMINISEGUI IL TUO CUORESHERLOCK HOLMES - SCANDALO IN BOEMIASHUT IN (2022)SUFFERING BIBLETAURUSTERRA BRUCIATA (1953)UNA RETE DI BUGIE (2023)ZOMBIE 100 - CENTO COSE DA FARE PRIMA DI NON-MORIRE

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net