47 morto che parla regia di Carlo Ludovico Bragaglia Italia 1950
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

47 morto che parla (1950)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film 47 MORTO CHE PARLA

Titolo Originale: 47 MORTO CHE PARLA

RegiaCarlo Ludovico Bragaglia

InterpretiTot˛, Silvana Pampanini, Adriana Benetti, Carlo Croccolo

Durata: h 1.29
NazionalitàItalia 1950
Generecommedia
Al cinema nel Marzo 1950

•  Altri film di Carlo Ludovico Bragaglia

Trama del film 47 morto che parla

Il barone Antonio Peletti, avarissimo, ha ricevuto dal padre in ereditÓ una fortuna in oro e gioielli. Lui la tiene nascosta sotto il pavimento, negando l'esistenza del testamento: infatti una clausola dice che dovrebbe donarne metÓ al municipio per la costruzione della scuola, mentre l'altra metÓ Ŕ riservata a suo figlio Gastone. Da qui si susseguono beffe e colpi di scena finchÚ tutto s'aggiusta.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,40 / 10 (29 voti)7,40Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su 47 morto che parla, 29 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gabe 182  @  21/05/2020 21:41:25
   7 / 10
Un buon film con il leggendario Totò, non un capolavoro ma divertente al punto giusto.
In questo film Toto propone sotto un aspetto umoristico la figura drammatica del mercante di Venezia di Shakespeare, un avaro che riuscirebbe ad avere qualunque cosa senza pagare nulla e nessuno, nemmeno il suo maggiordomo (tema che si rivede nel film "io non protesto, io amo" con il Barone Calò e il suo maggiordomo) e la battuta dominante del primo tempo del film "E io pago!" come se invece fosse lui a pagare per tutti senza avere nessun beneficio e anzi ottenendo di essere beffato dagli sprechi degli altri.
La valenza della frase è tutta nella performance di Toto', eccellente nei panni del ricco spilorcio, a cui dona un impronta misurata e gustosissima.
Il principe sfodera il meglio di un repertorio teatrale,nella prima parte del film egli ne è la figura chiave,una figura universale che a differenza di altri film non appartiene a nessuna conformazione geografica,ma è racchiuso nell'animo dello spilorcio tipico.
Da punto di vista tecnico, in 47 morto che parla" si percepisce l'eta quasi settantenne del film, ma sotto certi aspetti e anche inevitabile, quindi non incide molto sul valore della pellicola.
E' suddiviso in due registri, la prima parte è ampiamente da commedia teatrale,una pieces dei primi del 900,un paesino italiano indefinito dove Toto' gigioneggia ai danni dei paesani. La regia è brillante,un contenitore di performance mimiche da vecchia scuola,con battute gustosissime e trovate geniali,impreziosite da una ricostruzione ambientale e costumistica di buon livello. Si ride e lo si fa di gusto, nell'idea geniale della regia per uno scherzo da aldila' posticcio,ambientato nei campi flegrei, col barone Peletti anima dannata per l'eternita'.
La seconda parte convince un pò meno ma è fatta bene, con una serie di situazioni divertenti ma abbastanza surreali.
Infine, un opera divertente, dall'afflato comico riuscito, grazie alla verve di un Toto' in ottima forma.

pak7  @  14/03/2020 23:39:21
   7 / 10
Più che discreto film con Totò, dal finale abbastanza scontato. Divertente quanto basta, ma del Principe c'è di meglio.

Qwertyuiop  @  15/08/2017 01:54:27
   7½ / 10
Divertente film di Totò (tra l'altro quello in cui pare abbia conosciuto la Pampanini, una delle poche che lo ha rifiutato), attuale e simpatico. Ovviamente si tratta di un film di quasi settant'anni fa, ma in generale, come per gli altri suoi, c'è non molto invecchiamento. Si guarda con piacere e interesse. Non molto simpatico il figlio. Comunque promosso.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Oskarsson88  @  28/05/2016 20:03:49
   7 / 10
Simpatica commedia con un Totò avarissimo e scatenato... "e io pago!"

BlueBlaster  @  03/12/2015 01:49:10
   7½ / 10
Davvero parecchio divertente...quello del Barone Antonio Peletti è il classico personaggio che entra di diritto nella storia della commedia italiana, basti pensare al tormentone "E io pago...e io pagooo..." :)
Ricordo di averlo visto da bambino e ho voluto rivederlo nella mia rassegna di Totò, per fortuna l'ho fatto visto che mi ha allietato la nebbiosa serata.
Una "maschera" sull'avarizia riuscitissima con una buona sceneggiatura che per fortuna non annoia quasi mai.
E' uno dei film più vecchi che ho visto con Totò e si vede che l'attore era nel pieno delle sue forze della sua comicità...grandissimo!

marcogiannelli  @  13/01/2015 17:34:32
   7½ / 10
solita commedia alla Totò, divertente ed esilarante

Gruppo COLLABORATORI Harpo  @  03/04/2014 19:28:28
   7½ / 10
Semplicissimo e riuscitissimo, con Totò che -come al solito- tiene su da solo tutta la baracca.

sbracalone  @  30/11/2012 00:46:18
   5½ / 10
non amo totò ma neanche lo odio, penso solo sia stato sopravvalutato. questo film può essere praticamente un cinepanettone... magari il primo della serie ma cmq un cinepanettone.
divertente la prima parte, noiosa la seconda.

1 risposta al commento
Ultima risposta 02/12/2012 23.42.20
Visualizza / Rispondi al commento
thetruth34  @  28/12/2011 18:47:34
   8 / 10
una delle interpretazioni di Totò che più ho apprezzato, numerosissime battute divertenti alcune delle quali sono diventate un must del cinema italiano e non solo. bella la scena di quando hanno interpretato la "finta" morte di totò ai campi sulfurei.

Invia una mail all'autore del commento anthonyf  @  11/09/2011 10:50:05
   9 / 10
Davvero un bellissimo film con un sempre brillante e simpatico Totò, e un giovanissimo Carlo Croccolo nei panni del suo sfortunato maggiordomo.
Nella sua breve durata, devo dire che risulta in molte sequenze davvero esilarante, specie nella prima, con battute e gags a dir poco memorabili, come il famoso: "E io pago!", oppure come la scena del macellaio, veramente straordinaria. La seconda parte resta sempre divertente, ma leggermente inferiore alla prima, sia per il tono con cui viene narrata, che per lo svolgimento; l'epilogo, alla fine, resta, in ogni caso, delizioso ed anche molto romantico.
Tutto sommato, direi uno dei migliori film di Totò che abbia mai visto, originale, simpatico ed ironico.

Goldust  @  14/08/2011 18:53:32
   7½ / 10
Prima parte esilarante ( specialmente nei duetti Totò - Croccolo), seconda così così per colpa di una sceneggiatura che ha le idee poco chiare, 47 morto che parla si può comunque considerare uno dei migliori film di Totò. Il principe della risata è mpegnato in un personaggio più "serioso" e meglio delineato del solito, così le improvvisate fuori dagli schemi sono ridotte all'osso, con grande beneficio della storia. Carlo Croccolo è stato una grande spalla comica.

Buba Smith  @  13/06/2011 19:44:34
   6½ / 10
Mah... Sicuramente meglio degli altri film di Tot˛ visti fino ad ora. Meno noioso e pi¨ divertente.

Tuttavia, non l'ho trovato nemmeno cosý fantastico. Fino ad ora non ho colto il suo Karisma. Forse non Ŕ un attore che mi appassiona, oppure non ho ancora trovato il film giusto.

1 risposta al commento
Ultima risposta 13/06/2011 20.00.23
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento marco986  @  29/11/2010 18:14:12
   8 / 10
Ottimo film.Più avaro di Moliere che commedia di Petrolini!Autori Age & Scarpelli e Metz & Marchesi.Totò immenso

CAMORRISTA  @  03/05/2010 23:02:42
   8½ / 10
grande opera di totò:e io pago!

topsecret  @  21/06/2009 18:13:56
   7 / 10
Divertente commedia con un Totò avaro e credulone, memorabile il suo "E io pago...e io pago!". Una farsa ben congeniata, simpatica ed esilarante, interpretata magnificamente dal principe De Curtis e degnamente accompagnato da "spalle" di buon spessore artistico come Mario Castellani e Carlo Croccolo.
Finale forse poco incisivo, ma comunque un film classico nella cinematografia di Totò, che vale la pena vedere.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  24/02/2009 22:02:03
   8 / 10
"e io pago!".......ma quando un film crea immaginario e un modo di dire ma cosa gli puoi dire.
Ha raggiunto tutti i suoi obiettivi, certo magari funziona alla grande nella prima parte e zoppica nella seconda ma fa niente.

"Ma come è morto il cavallo? Peccato proprio adesso che si stava abituando a non mangiare"

Geniale

DDJgirl  @  12/01/2009 20:15:44
   10 / 10
i film di totò sono tutti dei capolavori! e sono d'accordo che qst non è nei migliori ma è pur sempre totò!

kalin_dran  @  31/12/2008 10:06:27
   6½ / 10
Simpatico film con poche idee che riesce a divertire grazie alle grandi capacità di improvvisazione del grande Totò.
Buona anche la parte di Carlo Croccolo che si dimostra adatto per questi determinati ruoli.

diamanta  @  12/08/2008 12:22:33
   6½ / 10
Uno dei pochi film che ho rivisto poche volte ma che ha lasciato di più il segno nella mia memoria, come non ricordare la famosa frase, più spesso ripetuta, “..e io pago!” entrata ormai a far parte del nostro vocabolario.
Certo un paio di gradini sotto a molti altri capolavori del grande toto'.

THE_FEX84  @  03/05/2008 18:03:23
   6½ / 10
Un esile soggetto di Ettore Petrolini serve a Bragaglia per dirigere un film comico-surreale un pò datato,tutto sulle spalle del comico napoletano(a suo agio nei panni del nobile taccagno)che fa quello che può nonostante la sceneggiatura gli stia piuttosto stretta.La sua irresistibile e strabordante verve comica dà un senso alla pellicola,offuscando gli altri nomi di un cast che non può fare altro che assecondare le sue celebri gag fisiche e verbali(anche se Croccolo,nella parte del succube maggiordomo,riesce a reggerlo in tutti i duetti).Primo e unico film di Totò in coppia con l'appetitosa Silvana Pampanini(qui doppiata),mentre Gigi Reder(futuro ragionier Filini della saga fantozziana)ha una piccola parte in una della prime scene nei panni di un portiere.Diventata famosa l'esclamazione"E io pago!",ripetuta più volte alle persone che ricordano a Totò i propri conti da saldare.

coma19  @  21/01/2008 21:20:40
   8½ / 10
Simpatico...uno dei migliori....

vitocortesi  @  16/12/2007 11:30:44
   7½ / 10
Questa commedia ha degli spunti notevoli soprattutto all'inizio poi si perde un pochino.

Trash A Go-Go  @  09/10/2007 12:06:11
   7½ / 10
E io pago! E io pago!

Dick  @  10/07/2007 18:35:11
   7 / 10
Divertente e simpatica, nonostante il tema, commedia.

Gruppo COLLABORATORI julian  @  18/06/2007 00:33:59
   7½ / 10
Semplice nella sua genialità.
Bella storia, ma forse poteva essere sviluppata meglio !!!

2 risposte al commento
Ultima risposta 11/07/2007 22.23.15
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI fidelio.78  @  05/05/2007 20:15:29
   6 / 10
Uno dei tanti film di Totò che viene lasciato però troppo solo con una sceneggiatura troppo esile. Tante trovate simpatiche, ma altrettante piatte.

Invia una mail all'autore del commento domeXna79  @  20/02/2007 23:58:23
   7½ / 10
Commedia con ampie luci e piccole ombre ispirata all’opera di Moliere.
Ricordato soprattutto per la famosa frase, più spesso ripetuta, del “..ed io pago!” (entrata ormai nel lessico comune), il film si struttura prevalentemente sulla principale caratteristica del barone Peletti, ovvero la sua famosa avarizia, che lo spinge a ricercare ogni possibile stratagemma per evitare di spendere del denaro (memorabile la gag in macelleria per evitar di pagare o i soldi richiesti al povero mendicante per l’alloggiamento sul portone del palazzo “fronte strada”) ..da apprezzare il fatto di aver costruito un personaggio ben caratterizzato (con particolari movenze ed esclamazioni), certamente diverso dalla classica figura della macchietta che spesso ha indossato il grande comico napoletano.
Molte gag vengono giocate proprio sulla tirchieria del protagonista, dalle quali si dipanano situazioni divertenti e paradossali (le istruzioni impartite al maggiordomo Gondrano per la preparazione della bistecca con il contagocce dell’olio), questo soprattutto nella sua prima parte, a differenza della seconda nella quale risulta preponderante un taglio più dinamico o avventuroso (la ricerca affannosa della preziosa cassetta), ma meno coinvolgente e con situazioni troppo forzate, pur se non mancano le simpatiche battute pronunciate dal piccolo barone ..il finale è un po’ sbrigativo e decisamente scialbo (il ritorno dalla Sardegna sul classico asinello), forse una conclusione migliore sarebbe stata opportuna.
Accanto alla ottima prova interpretativa di Totò, possono ricordarsi i bravissimi caratteristi come Carlo Croccolo, Mario Castellani, invece inutile ed alquanto deludente quella di Silvana Pampanini ..apprezzabile la regia di Carlo Ludovico Bragaglia.
Film recitato ai massimi livelli da un grande Totò e su una buona sceneggiatura ..da vedere!

Sandpipers  @  08/06/2006 11:28:25
   8 / 10
E io pago!!!...eccezionale totò! Anche se questo non è tra i migliori!

THE FEX  @  04/04/2006 01:26:07
   6½ / 10
Un esile soggetto di Ettore Petrolini serve a Bragaglia per dirigere un film comico-surreale un pò datato,tutto sulle spalle del comico napoletano(a suo agio nei panni del nobile taccagno)che fa quello che può nonostante la sceneggiatura gli stia piuttosto stretta.La sua irresistibile e strabordante verve comica dà un senso alla pellicola,offuscando gli altri nomi di un cast che non può fare altro che assecondare le sue celebri gag fisiche e verbali(anche se Croccolo,nella parte del succube maggiordomo,riesce a reggerlo in tutti i duetti).Primo e unico film di Totò in coppia con l'appetitosa Silvana Pampanini(qui doppiata),mentre Gigi Reder(futuro ragionier Filini della saga fantozziana)ha una piccola parte in una della prime scene nei panni di un portiere.Diventata famosa l'esclamazione"E io pago!",ripetuta più volte alle persone che ricordano a Totò i propri conti da saldare.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

abigail (2024)accattaromaancora un'estateanother endanselmarcadianaugure - ritorno alle originiautobiography - il ragazzo e il generaleback to blackbrigitte bardot forevercattiverie a domicilioc'era una volta in bhutanchallengerscivil warcoincidenze d'amorecome fratelli - abang e adikconfidenzadamseldicono di tedrive-away dollsdune - parte duee la festa continua!eileenennio doris - c'e' anche domanieravamo bambinifantastic machinefino alla fine della musicaflaminiaforce of nature - oltre l'ingannofuriosa: a mad max sagagarfield - una missione gustosaghostbusters - minaccia glacialegirasoligli agnelli possono pascolare in pacegodzilla e kong - il nuovo imperoi dannatii delinquentii misteri del bar etoileif - gli amici immaginariil caso goldmanil caso josetteil cassetto segretoil coraggio di blancheil diavolo e' dragan cyganil gusto delle coseil mio amico robotil mio posto e' quiil posto (2024)il regno del pianeta delle scimmieil segreto di liberatoil teorema di margheritaimaginaryinshallah a boyio e il seccokina e yuk alla scoperta del mondokung fu panda 4la moglie del presidentela profezia del malela seconda vitala terra promessala zona d'interessel'esorcismo - ultimo attol'estate di cleolos colonosmarcello miomay decemberme contro te: il film - operazione spiememory (2023)metamorphosis (2024)monkey manmothers' instinctneve (2024)niente da perdere (2024)non volere volareomen - l'origine del presagio
 HOT R
povere creature!priscillaquell'estate con irenerace for glory - audi vs lanciarebel moon - parte 2: la sfregiatricered (2022)ricky stanicky - l'amico immaginarioritratto di un amoreroad house (2024)samadsaro' con tese solo fossi un orsosei fratellishirley: in corsa per la casa biancasolo per mesopravvissuti (2022)spy x family code: whitesull'adamant - dove l'impossibile diventa possibilesuperlunatatami - una donna in lotta per la liberta'the animal kingdomthe fall guythe penitent - a rational manthe rapture - le ravissementthe watchers - loro ti guardanoti mangio il cuoretito e vinni - a tutto ritmototem - il mio soletroppo azzurroun altro ferragostoun mondo a parte (2024)una spiegazione per tuttouna storia neraunder parisvangelo secondo mariavincent deve morirevita da gattovite vendute (2024)zafira, l'ultima reginazamora

1051420 commenti su 50768 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

BLACKOUT (2023)BURNING DAYSCABRINICURSE OF HUMPTY DUMPTY 3GORATHHUMANEIL CLAN DEL QUARTIERE LATINOIL MOSTRUOSO DOTTOR CRIMENIL PRINCIPE DEL MIO CUOREIL SENSO DELLA VERTIGINELA NOTTE DEGLI AMANTILEDALISA FRANKENSTEINMAGGIE MOORE(S) - UN OMICIDIO DI TROPPOMORBOSITA'ONCE WITHIN A TIMEPENSIVEQUESTA VOLTA PARLIAMO DI UOMINISONG OF THE FLYTERRORE SULL'ISOLA DELL'AMORETHE AFTERTHE CURSE OF THE CLOWN MOTELTHE DEEP DARKTHE JACK IN THE BOX RISESTHE PHANTOM FROM 10.000 LEAGUES

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net