diabolik (2021) regia di Antonio Manetti, Marco Manetti Italia 2021
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

diabolik (2021)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film DIABOLIK (2021)

Titolo Originale: DIABOLIK

RegiaAntonio Manetti, Marco Manetti

InterpretiLuca Marinelli, Miriam Leone, Valerio Mastandrea, Alessandro Roja, Serena Rossi, Claudia Gerini, Roberto Citran, Luca Di Giovanni, Vanessa Scalera, Antonino Iuorio, Daniela Piperno, Pier Giorgio Bellocchio, Guglielmo Favilla, Urbano Barberini, Giovanni Calcagno, Davide Devenuto, Stefano Pesce, Massimo Triggiani, Antonio Scarpa, Francesca Nerozzi

Durata: h 1.42
NazionalitàItalia 2021
Genereazione
Al cinema nel Dicembre 2021

•  Altri film di Antonio Manetti
•  Altri film di Marco Manetti

Trama del film Diabolik (2021)

Clerville, anni '60. Diabolik, un ladro privo di scrupoli la cui vera identitÓ Ŕ sconosciuta, ha inferto un altro colpo alla polizia, sfuggendo con la sua nera Jaguar E-type. Nel frattempo c'Ŕ grande attesa in cittÓ per l'arrivo di Lady Kant, un'affascinante ereditiera che porterÓ con sÚ un famoso diamante rosa. Il gioiello dal valore inestimabile non sfugge all'attenzione di Diabolik che, nel tentativo di rubarlo, rimane incantato dal fascino irresistibile della donna. Ma poi la vita stessa del ladro Ŕ in pericolo: l'incorruttibile e determinato Ispettore Ginko e la sua squadra hanno trovato il modo di intrappolare il criminale, e questa volta Diabolik non sarÓ in grado di uscirne da solo.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,90 / 10 (29 voti)5,90Grafico
Miglior canzone originale (La profonditÓ degli abissi - Manuel Agnelli)
VINCITORE DI 1 PREMIO DAVID DI DONATELLO:
Miglior canzone originale (La profonditÓ degli abissi - Manuel Agnelli)
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Diabolik (2021), 29 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Goldust  @  23/06/2022 17:42:16
   6 / 10
Un piccolo passo avanti rispetto alla versione di Bava del 1968. La sceneggiatura mostra ancora delle forzature e dei passaggi superficiali

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
e non riesce a sfruttare al meglio il sex appeal della Leone; sarebbero guai grossi se non ci fosse un senso d'insieme invece così convincente, a partire ovviamente dalla ricostruzione d'epoca, alla cura dei dettagli, per passare infine alla regia volutamente contemplativa dei Manetti Bros. Si respira una sana aria retrò che definisce l'azione in un limbo spazio temporale imprecisato, e gli eventi narrati ne traggono giovamento. Marinelli non mi ha convinto affatto nei panni del protagonista, troppo spaesato e senza fascino né carisma; molto meglio Mastandrea nei panni di Ginko, ormai spendibile in ogni situazione ed arrivato ad un punto della carriera in cui "dove lo metti sta". Sono già stati annunciati due seguiti: il fatto che Marinelli non ci sarà più mi fa essere ottimista.

Macs  @  08/06/2022 07:42:25
   6½ / 10
Buon adattamento di una piccola parte della saga di Diabolik, con i 3 protagonisti principali che mi hanno convinto. Chiaramente il mondo di Diabolik e' un mondo a se stante, surreale e talvolta paradossale, in cui i canoni della verosimiglianza vengono meno - ma una volta accettato questo, il film scorre bene e intrattiene non poco. Forse manca qualche guizzo (l'espediente delle maschere praticamente regge tutto il film e alla lunga puo' diventare ripetitivo) e la recitazione specie di Marinelli mi e' parsa un po' monocorde, per il resto il prodotto e' confezionato bene. Bravissimo Mastandrea nel ruolo di Ginko, ma la cosa non stupisce. Un plauso allemusiche, molto d'atmosfera e che contribuiscono molto alla ricostruzione fine anni '60. Peccato il solito difetto di tanti film italiani, ossia che le strade delle varie citta' (immaginarie o meno) risultino innaturalmente deserte durante l'azione del film: l'effetto realistico ne risente. Bravi i Manetti alla regia, i movimenti di macchina a schiaffo e i lunghi piani sequenza si fanno come sempre apprezzare.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  21/05/2022 17:47:59
   5½ / 10
Non ho mai letto il fumetto italiano ma da semplice spettatore mi sono chiesto se veramente la personalita' del famigerato ladro sia cosi fredda, passiva e senza sentimenti.
Reputo Marinelli un ottimo attora ma in questa occasione mi è sembrato castrato, e credo sia una scelta registica. Ma a me non mi ha convinto.

La storia in se è molto semplice e i colpi di scena sono piuttosto telefonati. La cosa migliore è la ricostruzione anni 60'.

Mi aspettavo di piu'.

DankoCardi  @  10/05/2022 23:59:50
   7½ / 10
Ero partito un pò prevenuto e invece questo secondo film sul criminale più famoso d'Italia (o di Clerville) mi ha pienamente convinto. La storia rispetta fedelmente i primi numeri del fumetto da cui è tratto, con tanto di Elizabeth (ed anche qui dico: magari tutti i film tratti dai fumetti fossero così, altro che i cinecomic Hollywoodiani che spesso e volentieri vanno per conto loro). La sceneggiatura non punta molto sull'adrenalina ma il ritmo rimane sempre costante con colpi di scena, efficaci flashback e splitscreen; insomma viene ricalcata la sobrietà dei primi numeri delle sorelle Giussani. Ormai è superfluo dire che i Manetti Bros. sono registi d'eccezione e qui danno come al solito del loro meglio. L'ambientazione anni '60 è ricostruita in modo decente ma con qualche sbavatura (sospetto anche un paio di anacronismi). Miriam Leone è quasi perfetta nella parte di Eva e possiamo dire che praticamente è lei che regge buona parte della pellicola; Mastandrea come Ginko è ok. Marinelli nel ruolo di Diabolik invece non mi ha convinto al 100%. Io poi avrei evitato le canzoncine melodiche che si sentono all'inizio ed alla fine e sarei rimasto più sul dark e per quanto riguarda la recitazione in generale...si sente la nostalgia dell'usanza in voga fino agli anni '70 di doppiare anche gli attori italiani. Certo, gli manca l'atmosfera "pop-art" della versione di Mario Bava ma è comunque un film che intrattiene dalla prima all'ultima scena e mi fà piacere sapere che ne stanno realizzando un seguito. Gli regalo mezzo punto in più per affezione al personaggio e perchè in Italia pellicole così sono sempre delle rarità che vanno accolte a braccia aperte.

JohnRambo  @  09/05/2022 00:26:20
   5 / 10
Un film fatto con grande passione ma troppo caricato sul lato "fan": la città di Clerville e le sue leggi non sono chiarissime, negli anni Sessanta si usa ancora la ghigliottina! Diabolik è molto caricato da Marinelli e soprattutto all'inizio sembra uno psicopatico. Non c'è una profonda evoluzione psicologica nell'uomo nemmeno dopo l'entrata in scena della compagna Eva Kant, che tutto sommato, a parte le immaginarie prestazioni in orizzontale, non lo smuove più di tanto. L'ispettore Ginko appare come l'unico dotato di cervello in un mondo di minus habens. Miriam Leone penso non fatichi ad entrare nell'immaginario erotico collettivo e in alcuni momenti iniziali si preferirebbe vederla in qualcosa come 365; come Kant però non mi pare efficace, forse il personaggio sfaccettato del fumetto è al di sopra delle sue possibilità, inoltre in qualche frangente il suo bel viso mi è parso troppo "infantile", e la sua idea di donna emancipata troppo caricata e stereotipata. Nel complesso comunque il film è gradevole.

federicoM  @  05/05/2022 17:57:01
   5½ / 10
Si salva solo Eva Kant interpretata da Miriam Leone, per il resto tutti i personaggi sono zombie e l'interazione fra loro è ridotta al minimo.
Poi girare un film oggi come facevano negli anni '60, è controproducente ed il film diviene lento e noioso.
La parte migliore è quella del processo.

Trixter  @  27/04/2022 12:10:58
   5½ / 10
Confesso che al termine della visione di questo film mi sono sentito un pò deluso, forse perchè le mie aspettative erano davvero alte: bravissimi registi, personaggio immortale, ottimo cast. E invece.... invece la pellicola, a parte le riuscite atmosfere anni 60, regala poche emozioni. La narrazione decolla con grandissima fatica, la recitazione è lenta e fastidiosamente sussurrata e i personaggi, poi... mah, a parte la brava Miriam Leone, che ha regalato una Eva Kant assolutamente credibile e di ottima presenza scenica, gli altri hanno decisamente lasciato a desiderare: Diabolik, nonostante ad interpretarlo sia il bravo Marinelli, pare uno zombie; Mastandrea nei panni di Ginko si mostra subito a disagio e fuori ruolo. Non sembra, al momento, sia previsto un sequel. Forse è meglio così. Peccato davvero...

1 risposta al commento
Ultima risposta 04/05/2022 01.46.17
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR wicker  @  21/04/2022 13:38:17
   5 / 10
l'impressione è che il film viva di una forzata staticità volutamente trafugata dal fumetto anni '60 .Infatti sia nel ritmo che nei dialoghi e nelle recitazioni i personaggi sembrano quasi finti , lenti ,imbalsamati in movenze alla moviola che proprio non si riescono a digerire .
L'azione è poca e sembra tutto congegnato per una riuscita patinata e quanto mai teatrale . Peccato per i Manetti Bros che in passato fecero bene , ma qui steccano con un prodotto che mi verrebbe da dire " fuori tempo massimo " perchè forse siamo troppo abituati a eroi di tutta un altra pasta adesso .

GreatJohn96  @  17/04/2022 17:40:58
   6 / 10
Una sufficiente trasposizione da parte dei Manetti, che come al solito giocano fuori dai soliti schemi, innescando un esercizio di stile in piena firma propria. Di per se la pellicola è ben concentrata sulla storia, si respira un'atmosfera molto vecchio stampo, le scenografie ed i costumi sono in primis ben curati, geniali le location fittizzie (che richiamano un pò lo stile usato dalla DC Comics) ma viene meno l'interepretazione, in molti punti davvero finta, pretenziosa, a momenti gli attori sembravano soffocare dallo sbiascicare, Marinelli su tutti, che ho trovato inoltre troppo fuori ruolo. Inoltre, la scrittura dei personaggi è a dir poco abbozzata, io capisco volessero attenersi al fumetto, però in un film devi quantomeno renderli "umani". Il Commissario a momenti sembrava davvero carismatico quanto un robot da cucina.

Mauro@Lanari  @  14/04/2022 01:12:08
   5 / 10
Cinecomic all'italiana: ma che senso ha l'ossequioso rispetto filologico al "Diabolik" del '63? Trasporre tal'e quale "Il commissario Sanantonio" senz'aggiornamenti che significato potrebb'avere oltr'alla "nostalgia canaglia" dei boomer? Il feticismo? Perché evitare come la peste l'attualizzazione dei personaggi stile Marvel o 007? Non sopporto i Manetti Bros. dai tempi (1999) dell'osannato clip per Piotta "Supecafone" (https://www.youtube.com/watch?v=pxwXMweboi0), allorché fecero esordire Mastandrea in un video musicale. Nei panni dell'ispettore Ginko, a quasi 50 anni recupera i capelli e fors'è un po' meno ingobbito: deagizzato? Sicuramente deagizzata è la Gerini nel suo cameo. Il figlio di papà (pardòn: d'arte) Pier Giorgio Bellocchio produce, recita e filma le riprese subacquee. L'idea di conservare l'(in)espressività del fumetto è ipercerebral'e pesante, gelida e non algida, emotivamente disastrosa, sgradevole, catatonia bradipica da "scopolamina" (cit.). Idem per gl'inutili rimand'iconografici d'Eva Kant alla "vertigine hitchcockiana". Buona quaresima pur'a voi.

markos  @  11/04/2022 14:19:46
   7 / 10
Stile anni 60. Secondo me è fatta apposta ad usare questo tipo di recitazione.
Sinceramente l'ho guardato con piacere.
Mi sono molto di più, con altri film dalla durata minore.

pak7  @  05/04/2022 11:16:02
   7 / 10
Interessante rielaborazione di Diabolik, dopo quella di Bava, che ancora manca in visione.
Divertente soprattutto nella prima parte, mentre nella seconda perde un po' di ritmo con i tre personaggi principali che risultano ben centrati nella parte, in special modo Miriam Leone.

sognatore  @  05/04/2022 03:09:55
   7½ / 10
Lo aspettavo da due anni. Un film fuori dallo spazio e dal tempo. I Manetti restituiscono integralmente al loro Diabolik atmosfere, struttura ed elementi distintivi del fumetto originale. Mi chiedo, al contrario di altri, se chi si scaglia contro la lentezza del film, abbia mai sfogliato uno degli albi delle sorelle Giussani. Miriam Leone è un'Eva perfetta e forse è la vera protagonista del film. La nota debole è invece proprio Diabolik, che, volutamente interpretato nella sua fredda, spietata, distaccata figura, si pone quasi in secondo piano di fronte alla bellezza e prorompente personalità di Eva. Inoltre Luca Marinelli non trasmette le caratteristiche del personaggio. Bravo invece Valerio Mastandrea nella figura di un Ginko piuttosto riuscita.

Merlinox  @  04/04/2022 16:01:37
   1 / 10
questo non è un film ma una recita parrocchiale difatti come interprete di Diabolik hanno preso un chierichetto.
Ma come caspita fa la gente a dare dei voti positivi su certi "film" che definirli imbarazzanti è davvero poco?
Ah forse ho capito, questi sono i figli dei reality show!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento bleck  @  31/03/2022 21:19:23
   4 / 10
Credo che alcune valutazioni positive che hanno recensito questo film sono state fatte da gente che forse Diabolik non l'hanno letto mai. Questo film è davvero brutto, non si respirano affatto quelle atmosfere magiche del fumetto, Ginko interpretato da Mastandrea è davvero imbarazzante come non adeguato al ruolo appare il protagonista, per non parlare poi ded personaggio interpretato da Roja che sembra una macchietta. Senza parlare poi della assoluta mancanza di ritmo.
E la noia regnò sovrana...

Jumpy  @  28/03/2022 21:09:55
   6 / 10
Fotografia, atmosfera, ambientazioni e taglio delle inquadrature danno davvero l'impressione di trovarsi proiettati in un fumetto... purtroppo però i pregi si fermano qui.
Marinelli l'ho trovato totalmente fuori parte per Diabolik, non tanto per il fisico, ma per i lineamenti del viso ed il taglio degli occhi (infatti è molto evidente già dalla locandina che il suo sguardo "stona" con la maschera di Diabolik).
Perfetta invece Miriam Leone come Eva Kant.
Non ho capito poi la scelta (per forza voluta) della recitazione sommessa, sussurrata, da fiction rai e la lentezza, estenuante, esasperante, di alcune scene.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Non me la sento comunque di stroncarlo completamente perchè, sul piano tecnico si è lavorato tantissimo e bene, c'è da riconoscerlo, credo piacerò molto agli appassionati del fumetto.

jason13  @  28/03/2022 20:01:24
   4 / 10
Imbarazzante. Lentissimo. Un Diabolik che non ha fascino mistero anzi sembra uno zombie. Dialoghi surreali. Da dimenticare.

Noodles71  @  28/03/2022 10:15:46
   6 / 10
L'adattamento cinematografico del celebre fumetto creato dalle sorelle Giussani nei primi anni sessanta non era così semplice, i Manetti Bros hanno cercato comunque di ricreare in parte le atmosfere ed i personaggi adattandoli al meglio nel film. Impeccabile la scelta di Miriam Leone nei panni della bellissima e misteriosa Eva Kant, Marinelli come Diabolik non mi è piaciuto nonostante sia un buon attore e Mastandrea in quelli dell'ispettore Ginko ancora meno. Ispirato al terzo fumetto della collana originale del 1963 dove fa la sua prima apparizione Lady Kant, la pecca secondo me più grossolana è stata nel dare ai dialoghi quel tocco fumettistico come per le movenze degli attori, voluta dai registi per essere più fedele ai personaggi della saga a fumetti. Sicuramente rivedremo Diabolik al cinema in futuro e da come ho letto con il cambio dell'attore che impersonerà il ladro mascherato.

1 risposta al commento
Ultima risposta 28/03/2022 10.17.46
Visualizza / Rispondi al commento
werther  @  23/01/2022 20:00:11
   7 / 10
Un film su Diabolik è un richiamo per tutti, chi non conosce il famoso ladro? Anche chi come me ha appena letto qualche fumetto e conosce i personaggi in modo superficiale, motivo per cui non posso giudicarlo a dovere. In questi casi si va di pancia e di sensazioni. Il film secondo me è ben costruito, sia le ambientazioni che la colonna sonora, ed ho trovato credibili tutti i personaggi ben interpretati, soprattutto Mastandrea e la Leone davvero credibile come Eva Kant. Paradossalmente il meno credibile a mio avviso è proprio Marinelli, nonostante la bravura, alle prese con un personaggio davvero difficile come Diabolik. Film che si lascia guardare abbastanza scorrevolmente, finale misurato senza eccessi che avrebbero stonato. L'impegno c'è e va premiato.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  10/01/2022 00:56:25
   7 / 10
Di Diabolik sentiremo ancora parlare, al cinema. Per adesso c'è questo amplesso sfumato nei Cinema per mano dei Manetti e onestamente è uno spettacolo godibilissimo. La trama, un Incanto di passaggi ed espedienti alla 007, supera di gran lunga la riuscita artistica del film. Perché al di là di tutto si apre nel migliore dei modi e si chiude nel modo peggiore. L'uso smodato di luoghi comuni e topoi fanno pensare a uno sterile esercizio di gigionismo, l quale non sfuggono certi interpreti (il Ginko di Mastrandrea alla Simenon proprio no, non si può sentire né vedere). L'aderenza fisica dei protagonisti funziona più delle loro interpretazioni, e dei dialoghi spesso imbarazzanti che sono costretti a recitare. Ripeto, tutto si supera davanti a una regia diligente e a una trama molto coinvolgente, che rende un film un poco tiepido un vero piacere per gli occhi e il cuore. Le potenzialità inespresse di una colonna sonora che poteva essere "diversa" dal solito stereotipo lounge fa parte di questi limiti, ma va bene così

Strix  @  06/01/2022 13:37:46
   4½ / 10
Lento, poca azione per essere un film su Diabolik.
Verboso all'inverosimile, la parte del


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

fa venire il sonno ed è spiegata malissimo.

Personaggi ingessati a dir poco, non c'è naturalezza nei dialoghi e talvolta la sceneggiatura è stupida forte, ad esempio


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Tutto è troppo asettico o troppo farsesco per essere preso sul serio.

Capisco la volontà dei registi (che apprezzo molto) di ricreare pedissequamente l'esperienza fumettistica, ma ciò NON FUNZIONA al cinema, dove quasi nessuna iniziativa cerebrale è lasciata allo spettatore e occorre colpire non solo la vista (cosa nella quale il film riesce perfettamente) ma anche gli altri sensi.

Insomma, questo film è sbagliato proprio a monte, nella sua concezione. Ed è un peccato perchè visivamente è un noir con la N maiuscola.
Ma la cosa più grave, al di là della poca credibilità del tutto, è che a una certa non vedevo l'ora che finisse, e mancava ancora mezz'ora.

E se un film del genere non riesce a intrattenere allora ha fallito miseramente, non c'è fotografia che tenga.

Occasione sprecata.

Manticora  @  01/01/2022 18:06:04
   5½ / 10
Purtroppo il giudizio risente degli ultimi 40 minuti in cui il film, già con problemi legati a ritmo e personaggi crolla nella resa e nell'azione. Ciò che funziona in un fumetto può(non)funzionare nella narrazione cinematografica. I personaggi principali sono Diabolik, a cui Marinelli dà la giusta personalità e violenza, ma il tutto viene penalizzato da costume e movenze dell'attore, non per sua colpa, impossibilitato a impersonare UN FUMETTO. Ginko ha la parlantina e le movenze(con annessa parrucca) di un efficace Valerio Mastandrea, invero il secondo personaggio meglio caratterizzato è più in parte. Il primo OVVIAMENTE è MIRIAM LEONE, con il suo calarsi nella interezza di MIRIAM LEONE, la fisicità di MIRIAM LEONE e la camminata di MIRIAM LEONE. Insomma, a ben vedere è Miriam Leone che si trasfigura in Miriam Leone- Lady Kant, capello biondissimo, ciglia e occhi magnetici, e la voce di MIRIAM LEONE a dare il tocco finale.
Anche Alessandro Roja pur se macchiettistico nei comportamenti risulta in parte, tutto sommato, la dove invece il resto dei comprimari sono appunto figuranti che si muovono ad uso e consumo dei protagonisti, la coppia perfetta Diabolik-Eva Kant, i primi servono solo come macchiettistici stilemi di personaggi utili per essere ingannati, uccisi, seminati. Il problema dei Manetti Bros è che non SANNO GESTIRE l'azione, semplice, vedasi la scena iniziale dell'inseguimento, in cui praticamente

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
come ho già detto NON FUNZIONA così come la rapina alla banca girata a Trieste, inutilmente arzigogolata dove lo confesso nel pieno del suo svolgimento MI SONO ADDORMENTATO. Per concludere i pregi del film sono veramente pochi, la colonna sonora, più che buona, gli ambienti e le scenografie, senza considerare abiti e trucco. Ma tutto ciò non basta a salvare il pastrocchio narrativo in cui il fumetto non diventa mai veramente cinema.

frank193  @  30/12/2021 10:06:32
   4 / 10
Personalmente l'ho trovato IMBARAZZANTE.
Forse l'unico che si salva è l'ispettore Ginko.
La voce (tono/cantilena) di Diabolik è patetica.
L'ispettore di Ghenf poi sembra la caricatura di Rezzonico (Aldo-Giovanni-Giacomo).

Light-Alex  @  28/12/2021 10:08:31
   6½ / 10
Prodotto abbastanza originale nel panorama italiano.
Ottima ricreazione dell'aspetto fumettistico, che trasuda da tutti i pori di questo film (le battute, le pose degli attori, la trama, spesso anche la regia divide lo schermo come se si trattasse di una pagina da leggere).
Ci si immerge nell'atmosfera anni '60 di Diabolik con un film che resta fedele all'opera originaria e alla sua trama.

Gli interpreti mi sono piaciuti tutti: Kant/Leone assolutamente credibile, Ginko/Mastrandea che riesce ad trasmettere l'integgerimità del personaggio, Manetti/Diabolik bravo in una parte difficile, probabilmente la regia ha voluto che si puntasse su un Diabolik totalmente impersonale, una maschera anche nella vita reale, quindi può apparire la sua una recitazione monocorde, ma fa parte del personaggio non facile.

Dove non mi ha convinto?
E' un film fatto di atmosfere, non ci aspettiamo realismo, anzi puntando molto sul fumetto spesso trasmette un senso di ingessatura molto anni '60, un po' surreale in alcuni momenti, fino ad essere un po' estraniante.
Lo si prende come un prodotto che vuole omaggiare una certa cultura, ma manca un po' di appeal contemporaneo (mistero, azione, dinamismo, thriller). La storia è abbastanza prevedibile, quindi ben presto il film non si segue tanto per l'intreccio noir quanto per godere della buona trasposizione.

mrmassori  @  22/12/2021 14:53:37
   7½ / 10
i Manetti Bros metttono in scena, abilmente una trasposizione fedele per tematiche e per estetica che soddisfa sotto diversi aspetti. Con il loro stile da polizieschi anni 70, hanno saputo trasporre sul grande schermo l'atmosfera anni 60, insieme ai gadget alla cura per i dettagli e alla recitazione caricaturale, quasi macchettistica, del buon cast. Ed infatti, tutto, fa enfatizzare ancor di più l'atmosfera fumettistica che si respia in ogni momento del film. Luca marinelli è perfetto e in parte, con la sua recitazione monocorde e miimalista rende ancor più enigmatico un personaggio che trasdua fascino e mistero. La bellissima Miriam Leone è perfetta nel ruolo di Lasy Kant: ammaliante e affascinante come non mai in ogni singolo fotogramma. Non la apprezzo molto solitamente, poichè la sua recitazione non è granchè, ma in questa parte se l'è cavata bene. La prima metà del film è più introduttiva, e fa da vero apripista allo svolgere degli eventi. Ottima fotografia e bellissima colonna sonora. Un film riuscito e che forse avrà un seguito.

1 risposta al commento
Ultima risposta 26/12/2021 11.59.46
Visualizza / Rispondi al commento
Wilding  @  22/12/2021 08:58:21
   8 / 10
Effettivamente magnifico perchè è una fedelissima trasposizione cinematografica del leggendario fumetto e dei suoi personaggi, delle atmosfere, dei luoghi e dei look tanto amati dai lettori. Manca un pizzico di azione in più, di adrenalina, e quelle continue sorprese che lasciano il lettore a bocca aperta, ma la regia e gli interpreti (un Cast incredibile persino tra le comparse!!), come i costumi e le scenografie, portano il film a livelli ottimali.

marcogiannelli  @  20/12/2021 23:05:27
   7 / 10
Se volessimo ridurre il tutto ad una mera questione di numeri, il mio voto è la media tra un 6/6.5 della prima parte e un 7.5/8 della seconda.
Perché è vero che la prima parte è introduttiva al mondo e ai personaggi di Diabolik ma l'ho trovata fin troppo verbosa e didascalica. Inoltre ci ho messo un pò ad abituarmi all'impostazione di voci e dialoghi un pò lontani dal cinema odierno.
Diabolik vuole essere un noir, lontano da un cinecomic tutto azione ed effetti speciali. Anzi basa tanto sull'atmosfera anni '60, anche nel look.
Ho trovato non sempre puntuale la recitazione, passando da un Marinelli bravo ma forse un pò sopra le righe in alcuni momenti nell'essere legnoso, ad un Mastandrea che non sembra per nulla geniale come il personaggio che interpreta, da una Miriam Leone bellissima ma che spesso si lascia andare a espressioni un pò forzate a una Serena Rossi fin troppo poco sfruttata. Credo che sia un problema di direzione degli attori a questo punto se tutti rendono sotto il loro potenziale.
Tutto molto italiano direbbe Stanis, ed è così. Si respira italianità da ogni poro. Però a tratti anche quella italianità di cui ci vorremmo liberare, quella delle fiction di Rai 1. Insomma, mi aspettavo qualcosa di più dalla messa in scena, soprattutto per creare quella sana suspance che non ho mai percepito.
Sarei curiosissimo di vedere un sequel diretto da Mainetti, never say never.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  20/12/2021 16:13:28
   7 / 10
C'è una piena aderenza al fumetto nella trasposizione cinematografica dei Manetti Bros. Non siamo ai livelli pop del film di Bava ma riscrittura molto fedele all'opera delle Giussani. Visivamente ben ricostruita quell'atmosfera tipica degli anno 60 con tanto di gadget e gusto vintage che non guasta. Per quanto riguarda la storia ricalca i primi numeri della serie (mi sembra il n. 3) con l'incontro fatale con Eva Kant che cambierà la vita per entrambi. Il ritmo non è sostenutissimo. Chi si aspetta un film di pura azione può rimanere deluso perchè il film si prende delle pause per studiare meglio i personaggi, in particolare la Leone che a livello fisico e stavolta anche recitativo è perfetta come Eva Kant. Marinelli e Mastandrea duettano a distanza e non, per tutto il film. Certamente Marinelli rende Diabolik un mistero assoluto. Sempre impassibile e freddo, monocorde nella sua recitazione, ma è una cosa voluta per dare nessun appiglio a cosa si nasconde dietro un personaggio che in fondo indossa maschere ma è una maschera anch'esso. Un po', più o meno, come tutti.

Giovanni78  @  18/12/2021 12:30:52
   7 / 10
Film ben realizzato ed interpretato. Mi è piaciuto.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

adaadorazionealcarras - l'ultimo raccoltoall the streets are silentalla vitaamanti (2020)american night
 NEW
beast (2022)black parthenopebodies bodies bodiescarter (2022)casablanca beatscip e ciop: agenti specialicome prima (2021)dashcamdoctor strange nel multiverso della folliadue donne al di la' della leggeelizabeth (2022)elvis (2022)emergencyesterno nottefallfassbinderfemminile singolarefirestarterfly - vola verso i tuoi sognifreedom (2021)gagarine - proteggi cio' che amigenerazione low costgli stati uniti contro billie holidaygold (2022)hill of visionhope (2019)hustlei giovani amantii tuttofareil fronte internoil giorno piu' belloil naso o la cospirazione degli anticonformistiil paradiso del pavone
 NEW
il pataffioil talento di mr. cil viaggio degli eroiinvito al viaggio. concerto per franco battiatoio e lulu'io e spottyitalia. il fuoco, la cenerejane by charlottejurassic world - il dominiokarate mankoza nostrakurdbun - essere curdola bicicletta e il badile - in viaggio come hermann buhlla doppia vita di madeleine collinsla fortuna di nikukola grande guerra del salentola mia ombra e' tuala ragazza ha volatol'altra lunal'angelo dei muril'arma dell'inganno - operazione mincemeatl'audizionele voci solel'eta' dell'innocenza (2022)lettera a francolightyear - la vera storia di buzzliz e l'uccellino azzurromad godmarcel!memoriamemory (2022)mindemic
 NEW
minions 2 - come gru diventa cattivissimomistero a saint-tropeznavalnynel mio nomenoi duenon sarai solanopenostalgiaonly the animals - storie di spiriti amantiour fatherpaolo rossi - l'uomo. il campione. la leggenda.peter va sulla lunapleasureprey (2022)quel che conta e' il pensierorevolution of our timesrise - la vera storia di antetokounmposecret love (2021)secret team 355settembre (2022)shark baitspiderheadsposa in rossostudio 666tapirulantenebrathe batmanthe black phonethe deer king - il re dei cervithe forgiventhe gray manthe man from torontothe other side (2020)the princessthe rescue - il salvataggio dei ragazzithe slaughter - la mattanzathe twin - l'altro volto del malethor: love and thundertoilettop gun: mavericktutankhamon. l'ultima mostrauna boccata d'ariaunwelcomevecchie canaglieviaggio a sorpresavieni come seiwild nights with emily dickinsonx - a sexy horror story

1031840 commenti su 48035 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

ABANDONED (2022)ANIMA GEMELLA CERCASIANNE FRANK, LA MIA MIGLIORE AMICABOCCHE CUCITEBRILLANTISSIMEBYE BYE VIETNAMCLARA (2021)CONTRA - LA PARTE AVVERSAFAMILY DINNERFISCHIA IL SESSOFRATELLO LADROIL MISTERO DI CASA USHERIL NODO DEL CARNEFICEIL VIRGINIANO (1946)KEEPING COMPANYLA CARICA DEGLI APACHESLA QUERCIA DEI GIGANTILA REGINA DEI DESPERADOSL'ISOLA DEL DOTTOR FRANKENSTEINLUCIDA OSSESSIONEL'UOMO DELLA VALLELUX AETERNAMAIXABELNAKED SINGULARITYPALMA - UN AMORE DI CANEPIGGY (2022)PIRANHA WOMENPUSSYCAKERACCONTI ROMANI DI UNA EX-NOVIZIAREVENGE - PIACERE E MASSACROTARZAN CONTRO I MOSTRITARZAN E LE AMAZZONITHE CROSSING (2020)TREDICI VITETU SEI AL DI LA'TUTTO E' POSSIBILETUTTO SI AGGIUSTAUN PRETE SCOMODOZOMBLOGALYPSE

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net