sharknado 4 regia di Anthony C. Ferrante Usa 2016
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

sharknado 4 (2016)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film SHARKNADO 4

Titolo Originale: SHARKNADO 4: THE 4TH AWAKENS

RegiaAnthony C. Ferrante

InterpretiIan Ziering, Tara Reid, Masiela Lusha, Cody Linley, Ryan Newman

Durata: h 1.25
NazionalitàUsa 2016
Generefantascienza
Al cinema nel Luglio 2016

•  Altri film di Anthony C. Ferrante

Trama del film Sharknado 4

Cinque anni dopo che uno sharknado si è abbattuto sulla costa dell'Est, Fin, la sua famiglia e l'intero cosmo hanno vissuto in serenità senza nessun pericolo all'orizzonte. Quando il passato sembra essere oramai definitivamente sepolto, un nuovo attacco di squali "volanti" si presenta in luoghi (e modi) del tutto inaspettati...

Film collegati a SHARKNADO 4

 •  SHARKNADO, 2013
 •  SHARKNADO 2 - A VOLTE RIPIOVONO, 2014
 •  SHARKNADO 3 - ATTACCO ALLA CASA BIANCA, 2015
 •  SHARKNADO 5, 2017

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   3,72 / 10 (9 voti)3,72Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Sharknado 4, 9 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Budojo Jocan  @  18/06/2019 17:34:39
   1 / 10
Abbastanza divertente, ma mentre lo segui ti sembra di fare qualcosa di sbagliato, talmente vaccata è, quasi da andare poi a confessarsi.

fistignaccheri  @  08/07/2017 19:09:36
   9 / 10
Grandissima STR****** VOLONTARIA !!!!!!!!
( solo io ho visto Vince Neil ?!?!?!? )

LoSqualo  @  18/06/2017 19:30:53
   2 / 10
Dopo tre capitoli, dopo tre Sharknado, dopo la collaborazione triennale del trio più trash degli Usa formata da Ian Zering, Tara Reid e il regista Anthony Ferrante, si poteva intuire che in questo quarto capitolo ne avremmo visto delle belle, in questo caso delle schifezze come sempre del resto accade nei film della Asylium che con questo Brand ha fatto breccia nei cuori degli amanti del trash di tutto il globo e ricavando dei bei profitti grazie alla distribuzione su Netflix e nei canali degli States, in particolare per il famoso Shark Week.

La cosa che più sbalordisce è la capacità di farci ancora sbellicare dalla risate per le trovate di Ferrante in scene che invece dovrebbero mettere tutt'altro, come la tensione tanto per citarne una, e che quindi non si fai mai prendere sul serio, come ad esempio il prologo, una sorta di Remake dell'introduzione storica di Star Wars, ma anche per scene da ricovero, come quella in cui il buon Zering viene riportato in vita tramite l'utilizzo di due mini squali usati a mo di defibrillatore, ma anche il solito salto con la motosega il must della saga, e quella in cui il figlio di cinque anni, estrae da una roccia una mini motosega in stile Excalibur per poi tranciare lo stomaco di uno assemblamento di squali in stile matriosca per riportare alla luce l'intera famiglia inghiottita qualche tempo prima.

Poi come non parlare degli effetti speciali, come sempre il punto più basso della saga insieme alla geniale idea di riportare alla luce quel fossile vivente di Daniel Hasselhoff, che dire anche della geniale idea di mettere nella sceneggiature frasi emblematiche di vari film che hanno fatto la storia del cinema.

Come sempre il finale rimanda ad un ennesimo capitolo, il quinto che sicuramente ci offrirà ancor di più scene imbarazzanti, che dopo gli sharknado unito ai vari elementi come acqua, fuoco ed elettricità, sia arrivato il momento di un invasione di squali marziani?

Caro Ferrante .... sbalordiscimi ancora una volta.

1 risposta al commento
Ultima risposta 03/05/2021 19.04.21
Visualizza / Rispondi al commento
chem84  @  07/10/2016 15:53:39
   1 / 10
Beh è chiaro che tutti noi eravamo in trepida attesa da mesi per questo nuovo episodio; ricordo per le strade di aver incontrato gente quasi sull'orlo di una crisi di nervi, che non ce la faceva più ad aspettare. Ed eccoci finalmente esauditi, fortunatamente Sharknado 4 è arrivato tra di noi.
La presentazione è magnifica (ringraziamo Astro), così come pure lo Shark Word, dove chiaramente andrei di corsa, se mai un giorno lo inventeranno. Purtroppo invece è tutto finto e, a proposito di finto, il nome "The Asylum" stavolta ci mette un po' più del solito a comparire (ben più di 2 minuti), lasciandoci preoccupare non poco.
Dal momento però che dopo i suddetti 2 minuti il nome compare, va da se che è inutile sottolineare come gli effetti grafici siano gli stessi dei capitoli precedenti (lascio a voi il giudizio), anzi forse qui riescono perfino ad essere peggiori (si vede che ormai, dopo gli Oscar vinti per i precedenti capitoli, i responsabili si sono un po' seduti sugli allori).
La sigla invece resta sempre la stessa ed è a dir poco fantastica; è impossibile non canticchiarsi per mesi (ma che dico, per anni) il ritornello "go,go,go,go, gogogo, run away from the sharknadoo".
Il cast è sempre al gran completo, non manca nessuno neppure il vecchio ed appesantito Mitch ed è normale che sia così dal momento che quando inizi a partecipare ad una simile saga non ti puoi proprio distaccare, a meno che non ti chiamino per girare dei capolavori tipo il sequel di "Dinocroc vs. Supergator".
Tara Reid è sempre fìga anche se bionica, mentre Ian Ziering forse è un poco sottotono, considerando ciò che ci aveva abituato a fare negli episodi precedenti.
La parte più interessante di questo quarto capitolo è sicuramente l'evoluzione dello Sharknado, che si stufa di essere appunto un semplice Sharknado, dando di volta in volta origine ai vari sabbianado, rocciarnado, oilnado-petrolnado, firenado-fuoconado, fulminado, grandinado, lavanado, nuclernado (sì esatto proprio così), fino ad arrivare all'incredibile cownado (vaccanado per i più disattenti).
Le scene imbarazzanti anche qui non si contano, ma purtroppo rimangono ben impresse, tipo quando viene inquadrata tutta la famiglia schierata o quando il piccolo di casa chiede dove sia finita la sua motosega.
Soprassediamo poi sugli squali che si mangiano uno con l'altro tipo matrioska verso la fine, anche perché poi il finale vero e proprio è ancor più epico (ma dico io come cazz ti viene in mente il defibrillatore fatto con gli squali???).
E comunque mai come ora ci sentiamo pronti per Sharknado 5.

Arkantos  @  03/10/2016 10:02:56
   2½ / 10
Ormai è la prassi: ogni anno esce un nuovo Sharknado, una buona occasione per gettarsi a capofitto nel trashume dell'Asylum: dopotutto, già l'incredibile ispirazione nella locandina a quella di Star Wars 7 mi fa ben sperare, quindi inizio subito.

ATTENZIONE SPOILER!!!
"Roba da Asylum nido" CAPITOLO 2, PARTE 4: "Go go go run away from the Sharknado"

Sputo subito il rospo: il figlio di Shepard è veramente insopportabile e tedioso, in tutto il film non fa altro che dire…
"DAAAAAAD! DAAAAAAD!"
"AAAAAAAAAAAAAAAAAAH!"
"AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH!!"
"AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH!!!"
Provatelo voi a reggerlo uno così! Io mi sparerei in testa dopo 2 minuti!
Comunque, nonostante questo importante difetto, almeno non annoia come il secondo film e presenta qualche buona idea: no, non ci sono sharknado galattici come magari poteva far intuire la presentazione a mo' di Star Wars, però, oltre ai classici sharknado e firenado, ora abbiamo i fratellini lightningnado, sandnado, petrolnado, cownado e nuclearnado che rendono questo fenomeno… Più interessante.
Oltre al solito cast e al bambino, dovrei aggiungere, tra le comparse meritevoli di menzione, il cacciatore di sharknado pazzo che urla di continuo.
Le scene d'azione sono abbastanza variegate tra loro, a ciò si aggiungono anche varie citazioni cinematografiche (inclusa una verso Christine – La macchina infernale) abbastanza buttate, ma che rendono il film spigliato anche nelle scene dove non vediamo gli squali volanti. Sostanzialmente, lo metto alla pari col primo, spero solo che nel quinto facciano crescere il bambino.

P.S: a dir poco delirante la scena finale dove il bambino squarta gli squali uno dentro l'altro come scatole cinesi trovando tutti i membri della sua famiglia.

sandrone65  @  26/09/2016 19:46:58
   2½ / 10
Una vera vaccata di film, e non solo perchè lo sharknado ad un certo punto diventa un mucca-nado. No, no, le mucche volanti che danno cornate agli squali volanti ci starebbero tutte, ma è proprio questo quarto episodio ad essere sonoramente noioso. Dove il terzo episodio era spesso spiritoso e ricco di trovate assurde qui si assiste ad un deciso calo di budget nello script e nella realizzazione degli effetti speciali, con il risultato di annoiare a morte il malcapitato spettatore. Arrivare alla fine richiede uno sforzo non indifferente. Speriamo che non facciano il quinto episodio che poi finisce che lo vedo

marcogiannelli  @  22/09/2016 08:08:52
   6 / 10
già con i titoli di testa alla Star Wars raggiunge il top del trash. Le idee purtroppo cominciano ad essere un po' da coperta corta, ma comunque ci si diverte sempre.

alex94  @  15/09/2016 18:52:06
   5½ / 10
Ed ecco arrivare il film più atteso (ma anche no) dell'anno,il quarto capitolo della trashosissima saga targata Asylum, che al contrario di quello che mi aspettavo si rivela una........ bomba..... si avete capito bene..... questo film è veramente divertente,molto più dei precedenti,tanto per cominciare non presenta un solo momento morto,non annoia neanche per mezzo minuto,si parte infatti sparatissimi a Las Vegas dove i nostri eroi finiscono ad affrontare i terribili squali volanti a bordo di un vascello pirata,poi nel deserto dove gli squalotti attaccano un treno in corsa e poi ecc ecc..... ed è solo l'inizio,ci ritroviamo inseguito ad osservare con lo scorrere del film ad una serie d'evoluzioni dello sharknado,diventa sandnado,poi petrolnado,firenado,cownado (il più delirante) e alla fine diventa addirittura atomico (tanto per non farsi mancare un accidenti) che per qualche strana ragione (io sostengo il parere della sindaca di Chicago) insegue il nostro gruppo di protagonisti che tentano di raggiungere il Kansas.... porca vacca che roba assurda,in mezzo a tutto questo bisogna poi segnalare una serie quasi infinita di citazioni e cammei,per quanto riguarda le prime le più esilaranti secondo me sono quelle riguardanti Star wars e Non aprite quella porta...non dico nulla per non fare spoiler...per i cammei si lascia invece ricordare David Hasselhoff che verso il finale si lascia andare ad un delirantissimo dialogo che non potrà non strappare una risata allo spettatore.......comunque (anche se forse è un po inutile dirlo)per quanto riguarda quest'ultimi aspetti non aspettatevi nulla di particolarmente raffinato,per quanto carine e divertenti sono inserite veramente alla cazzò di cane .
Anche l'aspetto tecnico sorprende,questa volta ci troviamo di fronte ad una pellicola leggermente più curata rispetto agli standard di questa casa di produzione,sia per quanto riguarda la qualità degli effetti speciali (tranquilli fanno ancora schifo ma qualche passo avanti si nota,sopratutto nella costruzione delle scene d'azione)sia per la regia ed il montaggio (che non sono nulla di che ma almeno questa volta ci hanno provato).
E sicuramente il capitolo più divertente dell'intera saga, ricco di assurdità e cazzaté,ma anche maledettamente esilarante... Voto al film: 3...... Voto trash: 8.

1 risposta al commento
Ultima risposta 15/09/2016 19.23.41
Visualizza / Rispondi al commento
topsecret  @  15/09/2016 18:34:33
   4 / 10
Quattro capitoli in 4 anni...di certo non si può dire che la The Asylum non si sia impegnata per non farci mancare la nostra ciofeca annuale.
Le citazioni si sprecano, le scene speciali si arricchiscono sempre più di cacchiate, i personaggi sono sempre gli stessi (e chi li ammazza?!), le vicende però diventano sempre più monotone e ripetitive e i dialoghi aggiungono enfasi dove non c'è bisogno.
Ormai non ci sono più aggettivi per definire questa furbata commerciale, visto che è assodato l'intento degli americani nel fare delle pellicole sci-fi-action-trash, quindi, piaccia o no, non c'è granchè da dire o da fare: spaparanziamoci, birra gelata, patatine e tasto play attivato.

Scommetto nel quinto capitolo l'anno prossimo.

2 risposte al commento
Ultima risposta 15/09/2016 22.39.11
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#iosonoqui2 fantasmi di troppo3/198 rue de l'humanite'a chiaraa house on the bayoua white white day - segreti nella nebbiaagente speciale 117 al servizio della repubblica - allarme rosso in africa neraainbo: spirito dell'amazzoniaallons enfantsannetteantigoneantlers - spirito insaziabileariafermaarmy of thievesatlantidebentornato papa'bingo hellbrain freezebroadcast signal intrusioncarlachi e' senza peccato - the drycity hall (2020)claudio baglioni - in questa storia che e' la miaclimbing irancoming home in the darkcon tutto il cuoredaysdeandre'#deandre' - storia di un impiegatodemigoddivinazionidjango & django - sergio corbucci unchaineddovlatov - i libri invisibili
 T
dune (2021)
 NEW
e' stata la mano di dio
 NEW
encantoeternalsezio bosso. le cose che restanofino ad essere felicifrancefreaks outfrida kahlofutura (2021)ghostbusters: legacyhalloween killsi gigantii molti santi del new jerseyil bambino nascostoil materiale emotivoil migliore. marco pantaniil potere del caneillusions perduesi'm your maninsidious: the dark realmio e angelaio sono babbo nataleisolation (2021)jazz noirl’acqua, l’insegna la sete - storia di classela famiglia addams 2 (2021)
 NEW
la festa silenziosala legge del terremotola padrina - parigi ha una nuova reginala persona peggiore del mondola pittrice e il ladrola scelta di anne - l'evenementl'arminuta
 NEW
les choses humainesl'incorreggible (2021)l'uomo nel buio - man in the darkmadresmadres paralelasmarilyn ha gli occhi nerimarina cicogna - la vita e tutto il restomy hero academia the movie: the two heroesmy sonnapoleone - nel nome dell'artenight teethno time to dienon cadra' piu' la nevenotti in bianco, baci a colazioneparanormal activity: next of kinper tutta la vitapetite mamanpolvere (2020)promisesquerido fidelred notice
 NEW
resident evil: welcome to racoon cityron - un amico fuori programmasalvatore - il calzolaio dei sognishepherd
 NEW
sotto le stelle di parigispace jam - new legends
 NEW
the curse of humpty dumptythe feastthe french dispatchthe ghosts of borley rectorythe harder they fallthe last duelthe manor (2021)the truffle huntersthegrandmothertime is upultima notte a sohoun anno con salinger
 NEW
un bambino chiamato natale
 NEW
una famiglia mostruosauna notte da dottoreupside down (2021)venom - la furia di carnagevita da carlo - stagione 1vivi - la filosofia del sorrisowarningyarayaya e lennie - the walking libertyzappazlatan

1023277 commenti su 46690 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

AMBITION WITHOUT HONOURBATMAN: THE LONG HALLOWEEN, PART ONEBATMAN: THE LONG HALLOWEEN, PART TWOBRUISEDDEATH SPADIE IN A GUNFIGHT - UN BUON MODO PER MORIREFINCHGLEE - STAGIONE 1GLEE - STAGIONE 2GLEE - STAGIONE 3GLEE - STAGIONE 4GLEE - STAGIONE 5GLEE - STAGIONE 6GRAVE INTENTIONSIL PATTO CON IL DIAVOLOJUSTICE LEAGUE DARK: APOKOLIPS WARMARIA, FIGLIA DEL SUO FIGLIOMONSTER FAMILY 2MOTHERING SUNDAYMY HEART IS THAT ETERNAL ROSENON DORMIRE NEL BOSCO STANOTTE 2OOOPS! - L'AVVENTURA CONTINUAOUR LADIES - LE NOSTRE SIGNORESUPERMAN: MAN OF TOMORROWTHE DEMENTEDTHE FEMALE BRAIN - DONNE VS. UOMINITHE IRON MASKTICK, TICK... BOOM!VAMPIRE HOOKERSZANNA BIANCA E IL GRANDE KIDZEIRAMZEIRAM 2ZEROS AND ONESZUMAZUMA 2: HELL SERPENT

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net