ulisse regia di Mario Camerini Italia 1953
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

ulisse (1953)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli! Condividi su Facebook

Seleziona un'opzione

locandina del film ULISSE

Titolo Originale: ULISSE

RegiaMario Camerini

InterpretiRossana PodestÓ, Anthony Quinn, Silvana Mangano, Kirk Douglas

Durata: h 1.44
NazionalitàItalia 1953
Generestorico
Al cinema nel Giugno 1953

•  Altri film di Mario Camerini

Trama del film Ulisse

Mentre Ulisse (Douglas) vaga desolato per i mari, la fedele Penelope (Silvana Mangano) deve vedersela con i Proci che hanno preso il potere a Itaca. Grazie a un colpo di amnesia, Ulisse ha modo di apprezzare l'amore della giovane Nausicaa. Poi gli torna la memoria, si ricorda d'essere sposato e di dover tornare a casa.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,35 / 10 (17 voti)7,35Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Ulisse, 17 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Dick  @  21/07/2014 16:14:57
   8 / 10
Kolossal fantastico che si discosta dalla produzione storico-realistica dell' epoca nel genere.
Può apparire a tratti un po datato, ma dopo 60 anni rimane una delle più grandi produzioni italiche di sempre! Certo, anche per me "L' odissea" del 68 è il miglior adattamento del celebre poema, ma anche questa pellicola pur straridotta e con qualche cambiamento qua e là, è un bel film godibile e coinvolgente con un Douglas che fornisce la sua vigoria all' astuta figura di Ulisse. A momenti spettacolari si ben alternano altri più intimisti e personali. Silvana Mangano poi nei panni di Circe è veramente inquietante ed affascinante.

vieste84  @  20/10/2013 19:35:21
   7 / 10
"oggi la reggia di ulisse, i massi di polifemo, il sorriso di penelope, gli incanti di circe...tutto giace confuso nella medesima polvere. ma l'immortalità che l'eroe rifiutò da una dea, un poeta gliela offrì piu tardi. e il canto di omero aleggia per sempre nel mondo consacrato dal genio greco come da un sorriso di Dio"

daniele64  @  25/07/2013 17:17:21
   7 / 10
Anche a guardarla adesso,pur essendo ovviamente un po' datata,questa pellicola non dimostra i sessant'anni che ha! L'abile regia di Camerini e la bravura degli sceneggiatori riescono a condensare in 100 minuti gli episodi salienti del grande poema omerico. Grandioso Douglas (uno dei miei attori preferiti in assoluto!),bellissima la Podestà,convincente il cinico Quinn,bella la Mangano (ma ha la metà degli anni di Penelope!).Si fa perdonare anche talune modifiche (anche importanti) alla storia originale.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento Project Pat  @  14/03/2013 15:00:29
   8½ / 10
Premettendo subito che per me la migliore trasposizione su schermo del poema d'Omero è la fiction RAI del '68 diretta da Franco Rossi e Mario Bava, questo è un gran film con un grande Kirk Douglas. Certo assai più conciso della suddetta (d'altra parte si parla di un'ora e quaranta di film rispetto alle sette e passa della serie TV) ma più che sufficientemente esaustivo, un classico.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Assolutamente da vedere, a maggior ragione se si è fan de "L'Odissea".

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  14/02/2013 23:42:14
   7 / 10
C'è un fotogramma-capolavoro in questo scialbo, ma affascinante (ossimoro totalmente voluto) peplum italiano, il fotogramma che connette l'accorrere di Nausicaa alla stanza di Odisseo (per farsi vedere) all'inizio dell'immenso flashback (che coraggio che aveva Omero) sulle multiformi avventure del Laerziade. Uno stacco così è qualcosa che non andrebbe dimenticato, che conferma la maestria di Camerini (il cineasta-letterato "minore" d'Italia, dopo Visconti) e che personalmente userei continuamente, se fossi un regista.

Per il resto credo sia stato detto già tutto dagli ottimi colleghi qua sotto. Ma vorrei fare alcune considerazioni sparse: Silvana Mangano è brava, ma soprattutto è splendida. Questo salva una recitazione troppo fuori dalle righe, anche se c'è da dire che Penelope è il personaggio che più mi ricorda i "gooi" (pianti e lamentazioni funebri) del genere tragico che verrà, è un personaggio sconsolatamente triste, e nei dialoghi omerici (specialmente nel libro XIX) più volte reitera lo strazio e la commiserazione sulla propria sventura. I Greci non avevano paura di eccedere nel patetico. Come già ricordato, l'Odisseo di Kirk Douglas è semplicemente immenso e indimenticabile. Anthony Quinn devastante. Ma eccelso in generale il resto del cast. Bunueliana la scelta Circe/Penelope.

E' un film che, al di là del grande cancro del cinema anni '50, ossia l'intrusiva e ossessiva colonna sonora, conserva molto del suo fascino (Polifemo è ancora convincente, anche se avrei gradito un accenno, come del resto è anche nel libro IX, ai Lotofagi) nonostante, come alcune persone capaci hanno argutamente osservato, sia un imbiancato pezzo da museo ormai.
Bellissima anche la scena della "nekuia", la rievocazione dei morti.

Si potrebbe scrivere qualcosa di interessante, a mio parere, sul rapporto che l'Italia anni '50 aveva con i poemi omerici, perché alcune scelte sono palesemente ideologiche: la mancanza totale del mondo divino (nonostante qualche accenno polito) - nell'Odissea i numi sono una presenza assolutamente reale e fenomenica -, gli inutili (in un'ottica non ideologica) prologo ed epilogo assertivi, una miscela di opinione e riassunto, qualcosa di poco comprensibile, ma di speciale valore comunicativo in una visione socio-culturale. E tante altre cose. Resta comunque un film che consiglio vivamente, l'Odissea è sempre uno spettacolo straordinario e commuovente.

Gruppo COLLABORATORI atticus  @  14/10/2012 01:08:36
   7½ / 10
Kirk Douglas è un Ulisse straordinario sia per physique du role che per straripante intensità e il film, frutto di un lavoro sceneggiativo senza precedenti che annovera tra le penne anche Ben Hecht, Irwin Shaw, Mario Camerini, Ennio De Concini e Franco Brusati, passa per essere il peplum più costoso nella storia del cinema italiano. Come rilettura omerica è piuttosto semplificata ma lo spirito del poema non viene sacrificato e lo spettacolo è di quelli che saranno godibili anche fra altri cinquant'anni. Geniale l'idea di far interpretare alla stessa attrice (un'eterea Silvana Mangano) sia l'amorevole Penelope che la mantide Circe.

Invia una mail all'autore del commento anthonyf  @  10/12/2011 17:00:28
   8½ / 10
Gran bel peplum di produzione italiana, diretto intensamente da Mario Camerini, interpretato da una magistrale Silvana Mangano e da un grande e carismatico Kirk Douglas (doppiato alla perfezione da Emilio Cigoli).
Avvincente, scorrevole e godibilissima la storia, frutto di una salda sceneggiatura; pregiati i costumi e le ricostruzioni scenografiche; e grandissima la colonna sonora.
Semplicemente un film bellissimo: recitazione immensa, storia avvincentissima ed epilogo fenomenale.
Qualsiasi altro commento è superfluo.
Sebbene risenta un po' degli anni, conserva sempre un ottimo posto nel cinema storico.

bulldog  @  01/10/2009 14:10:57
   6 / 10
Un ottimo K.Douglas in questo Ulisse di Camerini del 1953.
Parecchi buchi rispetto al libro e trasposizione mediocre.
Anonimo ma sufficiente.

harlan  @  09/03/2009 11:22:43
   9½ / 10
film grandioso, avvicente. krik douglas perfetto e azzeccatissimo per il ruolo. sguardo furbo, intelligente, gestualità da leader. cosi' come ulisse doveva essere. fantastica la mangano, uno sguardo che rende al massimo la sofferenza di penelope.
sintesi degli eventi realizzata molto bene e senza trascurare(anzi curandoli benissimo) gli aspetti principali di questa oramai mitica opera di omero.
effetti speciali buoni, data l'epoca, certo oggi risentono del peso degli anni.
fenomenale la scena finale, da brividi.
un film che per come è realizzato, interpretato e per come ti coinvolge, merita di essere cosiderato uno dei più bei film di sempre.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Enzo001  @  08/03/2008 17:16:09
   7 / 10
Adoro il genere peplum! Kirk è molto molto bravo, direi una buona trasposizione cinematografica dell'Odissea di Omero, che ho letto e molto apprezzato (anche se preferisco l'Iliade sinceramente). Non eccezionale, comunque da vedere.

Kayo  @  23/10/2007 00:40:30
   7 / 10
film sull'odissea molto ben rappresentato...
grandi attori e grandi interpretazioni...

Invia una mail all'autore del commento domeXna79  @  14/07/2007 13:52:31
   7½ / 10
Buona trasposizione cinematografica dell’opera di Omero.
Uno dei peplum più costosi nel cinema italiano del dopoguerra, costruito sulla indubbia bravura interpretativa dei sui protagonisti ma anche da apprezzabili effetti speciali (soprattutto se rapportati all’epoca in ci venne girata la pellicola) e da una solida sceneggiatura (sono sette gli sceneggiatori che hanno collaborato alla stesura per questa imponete opera), che, se pur con qualche limite di fondo (l’evidente semplificazione), riesce nell’intento di far emergere tutte le sfumature (soprattutto lo spirito d’avventura, la sete di conoscenza che si frappone alla ricerca della sicurezza, della solidità che solo il nucleo familiare e l’amore per Penelope possono garantire al nostro protagonista) che si annidano dietro il più noto personaggio omerico ..scelte tecniche particolari, apprezzabili nella ricostruzione per flash-back (l’avventura narrata attraverso i ricordi) e nella affascinate rappresentazione scenica, ma anche la duplice interpretazione della Mangano nel doppio ruolo di Circe e Penelope.
La narrazione e ben scandita da fatti ed avvenimenti che si susseguono con buon ritmo (in questo senso il lato più avventuroso del racconto risulta preponderante), ma anche la scelta di alternare a questo dialoghi e momenti più intimisti, risulta nel complesso apprezzabile ..accuratezza nell’accompagnamento musicale, nella caratterizzazione dei personaggi e nel modus narrativo sono gli ulteriori elementi che rendono gradevole e suggestivo l’intero racconto.
Davvero memorabili le interpretazioni di Michael Duglas (perfetto, per la sua fisicità, nel ruolo di Ulisse), della bellissima Silvana Mangano ma anche quelle dei comprimari, tra tutti il bravo Anthony Quinn (nel ruolo del perfido Antinoo) ed un giovane Franco Interlenghi ..abile la regia di Mario Camerini, capace di tratteggiare e far emergere, sui volti dei protagonisti, una grande espressività (in questo corroborato anche dall’ottimo gioco di luci del grande direttore della fotografia americano Harold Rosson).
Pietra miliare nella storia dei peplum girati nel nostro paese, a fronte di un indubbio impegno produttivo ..imperdibile per gli amanti del genere!

2 risposte al commento
Ultima risposta 25/07/2007 00.15.05
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  05/07/2007 20:05:20
   6½ / 10
Beh sicuramente Douglas è dotato di una fisicità straordinaria, e non solo. Il film sarà costato parecchio all'epoca (non quanto il controverso "Fabiola" di Blasetti però...) e tutto sommato è una discreta rilettura del classico di Omero: ma al di là degli attori impiegati (memorabile e inarrivabile nella sua crudeltà Anthony Quinn) resta un senso di incompiuto, di informale, di scarsa ambizione da parte del regista.

nwo pozz  @  15/09/2006 20:02:58
   7 / 10
Un film che vale la pena vedere, ma a cui non posso dar più di sette perchè mancano alcuni punti chiave.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR bellin1  @  24/08/2006 19:12:55
   6½ / 10
un buon film ma ke nn mi ha convinto del tutto...l amnesia di ulisse non e' credibile come altri punti in determinati contesti della pellicola...un buon Kirk Douglas fa guadagnare mezzo punto in piu ( soprattutto nella caverna di polifemo) .
Viaggio al centro della terra come film storico e' decisamente superiore..

4 risposte al commento
Ultima risposta 28/09/2006 12.06.39
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR frine  @  11/07/2006 01:47:53
   7 / 10
Dico la verità: passa per il migliore 'péplum' italiano, ma personalmente non mi ha molto convinta. Grande impegno produttivo, sceneggiatura affidata ad una prestigiosa équipe (comprendente, fra gli altri, i drammaturghi Irwin Shaw e Ben Hecht), cast stellare.
Eppure, c' è qualcosa che non regge alla prova del tempo, e finisce per rendere più convincente e godibile il successivo film TV "Odissea" di Franco Rossi.
Anzitutto, i colori. Ma perché tutto quel verde, che per i Greci era il colore della paura? Certo, il senso cromatico dei Greci era molto diverso dal nostro (ad esempio, il mare era di volta in volta 'nero', 'colore del vino' ovvero 'blu scuro'), ma proprio per questo sarebbe forse stato preferibile attenersi a colori 'moderni': tanto vale...
Altro punto dolente: l'associazione/identificazione dei personaggi femminili. Che Circe e Calipso fossero più o meno la stessa cosa, era intuito già da Alberto Savinio ("Capitan Ulisse") e da Cesare Pavese ("Dialoghi con Leucò"). Ma il film va oltre, trasformando Circe/Calipso in un duplicato di Penelope, frutto dell'anelito di Ulisse al ritorno in patria. Allora, però, perché fare eccezione per Nausicaa? Pur di avere sulla scena la bella Rossana Podestà, gli sceneggiatori sono costretti a ricorrere ad un'improbabile amnesia di Ulisse.
Beninteso, "Ulisse" è un film colto, e lo confermano alcune citazioni dagli scrittori moderni sopra ricordati. Valeva la pena insistere in quella direzione? Forse. In ultima analisi, però, il film non osa distaccarsi troppo dalla tradizione.
Il risultato -paradossale- è che il grande assente è proprio il mondo omerico, che nell'Italia degli anni '50 era ancora, nella percezione predominante, quello di Vincenzo Monti ed Ettore Romagnoli, e degli eroi epici filtrati attraverso pitture vascolari del V e IV secolo. Eccoci così un'ombra di Achille bruno e barbuto, un'icona di Atena che richiama immagini classicheggianti di fine Ottocento, oltre ad arredi e acconciature che forse un regista di oggi avrebbe evitato.
Interessante la caratterizzazione del 'sovversivo' Antinoo, che tuttavia assomiglia troppo a Zampanò. Stupenda Sylvie nel ruolo di Euriclea. Sempre incisivo Kirk Douglas, anche se molto rodomonte e poco "polymetis'. Incantevole la Podestà. Ho dimenticato qualcuno? Chissà perché....

1 risposta al commento
Ultima risposta 14/02/2013 23.25.02
Visualizza / Rispondi al commento
orsetto_bundi  @  05/06/2006 16:14:51
   7½ / 10
Waaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa...........kome so' stato kontento quando ieri pom. l'hanno ritrasmesso in tv, mado'.........
Lo vidi, per la prima volta, quando avevo tipo 12 anni : quella tro.. della prof di Lettere alle medie ci appioppo' alkuni passi dell'Odissea......kominciai ad "astemmare" kontro Ulisse, i Proci, Circe e tutta la loro "genia", poi però inkappai in 'sto film e.......mi "flashai" di brutto.......troppo una ****ta !!!!!!!!!!
Non a kaso è stato il peplum made in Italy più kostoso in assoluto e, sikuramente, quello più bello e avvincente, anke se poi si sa kome va a finire......ma questo, in fondo, konta poko.......
Belli quei poki effetti speciali (il gigante Polifemo troppo un lusso per quell'epoka !!!), straordinario Kirk Douglas e adattamento al poema omeriko alquanto fedele.

8 risposte al commento
Ultima risposta 03/01/2010 06.17.40
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

 T
1303 - 3d2047 - sights of death
 T
22 jump street
 T
3 days to kill
 T
adhd - rush hourafflicted
 T
anarchia - la notte del giudizio
 T
babysittingblue ruincan't stand losing you
 T
carta bianca
 T
cattivi vicini
 T
chef - la ricetta perfetta
 T
dragon trainer 2
 T
gabrielle - un amore fuori dal coro
 T
gebo e l'ombra
 T
hercules - il guerrieroi muppet 2
 T
il fuoco della vendetta - out of the furnace
 T
il magico mondo di oz
 T
il pianeta delle scimmie: revolution
 T
incompresa
 T
insieme per forza (2014)
 T
instructions not included
 T
into the storm
 T
io rom romantica
 T
io vengo ogni giorno
 T
jersey boys
 T
la gelosia
 T
la madre (2014)
 R T
la pioggia che non cade
 NEW
la ragazza del dipinto
 T
la ricostruzione
 T
le cose belle
 T
le origini del male
 T
le week-end
 T
l'estate sta finendo
 T
liberaci dal male
 T
mademoiselle c
 T
mai cosi' vicini
 T
maicol jecson
 NEW T
mud
 NEW T
one on one
 T
paranormal stories
 NEW T
pazza idea - xenia
 T
per nessuna buona ragione
 NEW T
planes 2 - missione antincendio
 T
provetta d'amore
 T
quel che sapeva maisie
 NEW
quel momento imbarazzante
 T
ragazze a mano armatario 2096 - una storia d'amore e furia
 T
rompicapo a new yorksharknado 2: the second one
 T
step up all instories we tellsurrounded
 HOT R T
synecdoche, new york
 T
the best man holiday
 T
the big wedding
 T
the congress
 NEW
the damned
 T
the dark side of the sun (2011)
 T
the gambler
 NEW T
the stag - se sopravvivo mi sposo
 T
thermae romae
 HOT T
transformers 4 - l'era dell'estinzione
 T
tutta colpa del vulcano
 T
tutte contro lui - the other womantutte le storie di piera
 T
un amore senza fine
 T
un insolito naufrago nell'inquieto mare d'oriente
 T
una notte in giallo
 NEW T
under the skin (2013)
 T
walesa: uomo di speranza
 T
we are the best!we are what we are (2013)

873280 commenti su 30983 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net
Division: Workless