lezioni di volo regia di Francesca Archibugi Italia 2006
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

lezioni di volo (2006)

 Trailer Trailer LEZIONI DI VOLO

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LEZIONI DI VOLO

Titolo Originale: LEZIONI DI VOLO

RegiaFrancesca Archibugi

InterpretiFlavio Bucci, Roberto Citran, Anna Galiena, Angela Finocchiaro, Giovanna Mezzogiorno, Sabina Vannucchi, Maria Paiato, Riccardo Zinna, Manuela Spartà, Mariano Rigillo

Durata: -
NazionalitàItalia 2006
Generedrammatico
Al cinema nel Marzo 2007

•  Altri film di Francesca Archibugi

Trama del film Lezioni di volo

Due amici diciottenni, partano per l'India, alla ricerca della loro vera natura. Non solo i posti incantevoli di quella splendida terra, ma anche l'incontro con un'assistente sanitaria di un'organizzazione internazionale, spingeranno i due amici verso l'inizio della vita da adulti...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,38 / 10 (32 voti)6,38Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Lezioni di volo, 32 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

DarkRareMirko  @  15/03/2012 20:28:35
   7 / 10
Di certo non la miglior Archibugi, ma ad ogni modo un film dolce, tenero e delicato, con gran bravi attori (sexy Mezzogiorno al solito, posata Finocchiaro e irriconoscibile Galiena).

Siam quasi sul road movie, ma ci son pretese ed ambizioni maggiori, come il ritratto di popoli diversi, l'amicizia tra questi ultimi, le crisi adolescenziali, un certo stile semiautoriale.

Comunque è magari esagerato l'avergli conferito il titolo di opera di interesse culturale e, viste le premesse e i nomi coinvolti, si poteva ambire a risultati cinematografici molto maggiori.

Discreto ma non perfettamente riuscito.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  28/08/2011 17:05:55
   6 / 10
Due ragazzi se ne vanno in India a cercare qualcosa che forse trovano e forse no. Qualcosa trovano comunque.
Niente di originale, l'India sta troppo sullo sfondo, ma comunque non è un lavoro da buttare.

tavullia86  @  13/01/2011 13:07:54
   5 / 10
non ci siamo proprio. il film sviluppa molteplici tematiche ma in modo scarso, caotico e confusionario. il risultato è un film senza sapore. tempo perso.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  24/07/2009 18:30:44
   6 / 10
Fuggire per perdersi e/o ritrovarsi: un pò la filosofia spicciola (stravista o straletta) del film, ma va dato atto alla Archibugi di aver evitato il trappolone del reducismo d'accatto.
Il film è indubbiamente grazioso, anche se l'impressione che tutto rimanga in superficie permane.
E c'è soprattutto il bisogno represso di favorire un percorso di comunicativa multirazziale/multiculturale che per molti versi resta un'utopia nella nostra incompiutezza terrena.
Ottima comunque la Finocchiaro, in uno di quei ruoli "materni" che sembrano costruiti apposta per lei

Invia una mail all'autore del commento Clint Eastwood  @  19/06/2009 17:40:14
   4½ / 10
Ricordo vagamente questa pellicola che mi fece incaz.zare per il tempo perso e i soldi sprecati al noleggio. Evitare a tutti i costi.

Invia una mail all'autore del commento malocchio  @  14/10/2008 15:05:02
   6½ / 10
a me è piaciuto,non si capisce bene quale argomento in particolare la archibugi voglia approfondire soprattutto all'inizio

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER ma tutto sommato il film è scorrevole e le interpretazioni sono convincenti ,anche la mezzogiorno che di solito non mi piace l'ho trovata piuttosto in forma.

Gruppo REDAZIONE Pasionaria  @  17/07/2008 20:29:30
   7 / 10
La Archibugi torna a parlarci di adolescenti come nei suoi migliori film, ce ne parla con delicata partecipazione sfiorando anche il tema dei trentenni disincantati ma spaventati dalle responsabilità e quello delle gravi problematiche sociali di un Paese disorientato come l'India. Lo fa con onestà e, pur incappando nel tema del viaggio-metafora del rito d'iniziazione verso il mondo adulto, sfruttato dalla letteratura e dal cinema in modo eccessivo, riesce ad ordire un intreccio narrativo riuscito con una splendida fotografia.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

popoviasproni  @  07/04/2008 12:54:12
   7 / 10
Vicenda di formazione giovanile narrata con tatto e mestiere con due protagonisti acerbi ma funzionali e una sempre brava Mezzogiorno.

billino  @  30/12/2007 01:08:46
   4½ / 10
ho solo dato 4 e mezzo e non 3 come volevo dare perchè almeno me lo sono visto tutto senza avere tanta voglia di alzarmene e spegnere la tv. E' un film molto politacly correct, ma al tempo stesso per niente perneato dalla realtà. I giovani d'oggi non si basano su una sola amicizia e di sicuro non parlano così e non fanno viaggi in India da soli alla cazzarellona. La mezzogiorno me la ricordavo più brava, in alcune scene dà veramente il peggio di se' e come già detto da altri il suo rapporto con il ragazzo è poco chiaro e inverosimile. Il ragazzo bianco sarebbe da prendere a pedate per quanto è moscio, l'altro anche se con i suoi limiti ci mette un po' di voglia. Poi non capisco il quartetto di attori per fare i genitori che sicuramente saranno stati pagati molto. La finocchiaro è brava si, ma non ho capito affondo il personaggio, la galiena ho visto che si è rifatta e mi ah deluso, l'unico vero attore è l'immenso Flavio Bucci...anche per lui il film meritava mezzo voto in più

éowyn_3  @  14/12/2007 19:38:22
   6 / 10
viaggio adolescenziale alla ricerca di sè. caruccio

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento mkmonti  @  26/11/2007 13:52:42
   6 / 10
L'idea è buona,lo sviluppo un pò meno........l'ultimo lavoro della Archibugi comunque merita la sufficienza perlomeno perchè ha il merito di descrivere vasti aspetti della vita indiana in modo dettagliato sì da risultare a noi occidentali sorprendenti.Per il resto tutto un pò già visto,compreso l'amore intergenerazione tra i due protagonisti.....brava la Mezzogiorno,sempre più matura.

pier(pa)  @  06/11/2007 13:24:12
   6 / 10
Non conosco la Archibugi sinceramente, ma il film non mi è dispiaciuto. E' vero che i due ragazzi non sono proprio due grandi attori, ma la Mezzogiorno mi sembra che reciti piuttosto bene. La trama è un pò scontata, effettivamente gli eventi più che colpire si fanno attendere, ma le scenografie sono buone, e in generale l'opera rende un forte senso di disadattamento. Non è il massimo, ma qualcosa lascia.

pinnazza  @  10/10/2007 00:35:39
   3½ / 10
Dialoghi assurdi.
recitazione pessima dei due protagonisti.
Trama scandalosa.
Superficialità estrema.

macchè inizio della vita da adulti...la penultima scena fa capire che in realtà non è cambiato niente...

Fa schifo veramente,fa venire il nervoso.
E dell'India non passa veramente nulla...

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  09/10/2007 10:23:05
   4 / 10
Non si capisce bene di cosa voglia parlare il nuovo film di Francesca Archibugi,francamente mi è apparso come un’accozzaglia di stereotipi e luoghi comuni rappresentanti svariati argomenti mai sviscerati nella giusta maniera ma sempre con eccessiva semplicita’ e faciloneria.
Parlare di percorso di crescita di due adolescenti ricchi,viziati e pure apatici mi sembra eccessivo,le loro prese di coscienza sono infatti non credibili,raggiunte attraverso eventi e situazioni che non hanno assolutamente il giusto spessore per poter rappresentare dei cambiamenti cosi’ radicali.
La Archibugi poi affronta troppe argomentazioni perdendo clamorosamente il bandolo della matassa,gli argomenti toccati e ripeto toccati,mai approfonditi, sono di vario genere,dalla situazione della poverta’ in India,alla prima infatuazione di uno dei ragazzi,alla presenza di genitori asfissianti o severi, comunque incapaci di capire a fondo i bisogni dei propri figli.
Sicuramente temi nobili ed interessanti che pero’ non vengono trattati adeguatamente,come ad esempio il rapporto che nasce tra Chiara (una discreta Mezzogiorno) e Pollo,rappresentato in maniera incredibilmente superficiale e assolutamente non verosimile.
Imbarazzante poi la recitazione dei due giovani e soprassediamo sulle enormi forzature in sede di sceneggiatura ravvisabili soprattutto nella prima parte della pellicola e sui dialoghi che paiono direttamente usciti da un fotoromanzo degli anni '80.
Per fortuna il cinema d’autore in Italia pur avendo avuto negli ultimi anni una notevole flessione continua ad essere vivo,questa roba invece nonostante tenti di trattare temi “alti” è da considerarsi alla stregua di una fiction da prima serata tv.Da dimenticare.

giumig  @  15/09/2007 16:12:25
   7 / 10
Bel film, cattura da subito l'attenzione soprattutto per il tema trattato e per come la regista è riuscita a creare una certa atmosfera che ci fa completamente immedesimare nelle ambientazioni indiane.

Invia una mail all'autore del commento francescofelli  @  19/08/2007 09:59:04
   6 / 10
Pur apprezzandone lo sforzo di uscire dalla solita commedia italiana, in verità non fa altro che riproporne maschere e dialoghi, pur con uno sfondo diverso (l'india).
Molte situazioni ovvie o banali. Recitazione a tratti indecente (vedi i due protagonisti).

Il Messere  @  14/05/2007 20:09:09
   6 / 10
Altra storia "generazionale" da cinema italico, con i soliti dialoghi piccoli piccoli. L'ambientazione suggestiva (ma il film in parte si svolge a Roma come al solito) non basta a far dimenticare che - tra crisi d'identità e terzomondismo di maniera - troppa carne è stata messa al fuoco.

viagem  @  06/05/2007 12:15:40
   7 / 10
Film sfaccettato, che affronta molti temi contemporaneamente, quali la formazione degli adolescenti, la solitudine e la crisi d'identità dei trentenni, le incomprensioni tra genitori e figli, il viaggio come fuga e ricerca di sè stessi.
Aspetti già visti e rivisitati da molto cinema italiano recentemente, ma la Archibugi ha il non disprezzabile merito di trattarli sfiorando il banale senza mai caderci.
E così personaggi come il figlio adottivo alla ricerca dei propri genitori naturali, la ragazza medico senza frontiere che vuole salvare il mondo,o i giovani che viaggiano con destinazione India per guardare dentro sè stessi, non appaiono stereotipati perchè, come ha affermato la regista in un'intervista, i protagonisti "non cercano, trovano" e questa sensazione di immediatezza e accadimento è ciò che realmente fa di questo film un buon film.
Solida prova della Mezzogiorno e interessante pure quella dei due giovani che con naturalezza ricoprono il ruolo di cialtroni che caratterizza i loro personaggi nella prima parte del film.

carisma  @  28/04/2007 18:19:27
   1 / 10
irriverente castronata, pessimo!

maen  @  28/04/2007 15:28:20
   9½ / 10
E' la storia della mia vita....
Sono stato adottato pure io e ora ho 24 anni, ho un amico fantastico come nel film ed entrambi siamo inseparabili ma la vera amicizia va oltre quello che possono pensare i soliti maliziosi invidiosi..come nel film!
Lo consiglio a tutti ma in particolare a quelli che potrebbero ritrovarsi nel protagonista (come me) xke è davvero fatto bene ed emozionante...

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento Giordano Biagio  @  14/04/2007 23:08:47
   8 / 10
Film prosaico ma vero.

Il tentativo di entrare nel modo di vedere e di sentire del diverso riesce appieno. Forse con un po' di schematismi ma l'Archibugi è efficacie nel configurare un disagio che diventa via via sentimento di appartenenza a un unico involucro esistenziale: bianchi e uomini di colore si mescolano dimenticando le provienenze nel turbinio delle responsabilità della propria vita e di quella degli altri...

L'amore ravviva e segna in modo indelebile, fa maturare verso una crescita che riserva sorprese di ogni genere...

Un film che non vuole fare spettacolo ma insegnare qualcosa a chi crede di aver capito tutto del diverso...

erre73  @  10/04/2007 16:39:26
   7½ / 10
Non sono un fan sfegatato della Archibugi, ma devo dire che questo film è estremamente delicato e godibile.
Personalmente lo preferisco a "mignon è partita" e lo consiglio un po' a tutti, soprattutto per la sensibilità con cui vengono trattati temi non banali.

marvy  @  01/04/2007 15:58:40
   5 / 10
Estremamente lento...basato unicamente sui dialoghi. Merita di essere visto solo per la bravura della Mezzogiorno e della Finocchiaro, mentre gli altri attori sono abbastanza scarsi! Pensavo meglio!

1 risposta al commento
Ultima risposta 10/04/2007 16.36.23
Visualizza / Rispondi al commento
batisgrulla  @  30/03/2007 10:46:52
   7½ / 10
Il voto è la media delle 6 persone che hanno visto il film con me.
Il film è bello ed è piaciuto veramente molto a tutti.
Non mi dilungo sui singoli commenti di ognuno di noi.
Saluti
batisgrulla

Gruppo REDAZIONE maremare  @  26/03/2007 01:57:49
   7 / 10
Sono lontani i clamori di film quali 'Mignon è partita' e 'Il grande cocomero', tuttavia la Archibugi si risolleva dagli ultimi tonfi, attraverso un film delicato sulla crescita interiore di due adolescenti e un giovane medico di frontiera.

juliette  @  24/03/2007 12:25:22
   10 / 10
Bellissimo questo film! Mi ha affascinato come pochi.
Altro che effetti speciali ed Americanate, questo è un film indimenticabile, pieno di sentimenti e di valori, di sensualità pulite, di solitudine e di forza interiore.
Dovrebbero vederlo tutti specialmente gli adolescenti.
Complimenti vivissimi a questo film.
Mi ha solo un po' delusa la Finocchiaro ma solo perchè da anni ormai fa sempre le stesse espressioni, gli stessi ruoli sempre con l'animo triste in qualsiasi film e a me ha un po' stufato, la vorrei vedere capace di ruoli più vivi.

Invia una mail all'autore del commento Maria Lucia  @  23/03/2007 16:24:07
   7½ / 10
Il flm si avvale della presenza e recitazione di Giovanna Mezzogiorno attrice bravissma con una forte presenza scenica, ed è per questo che ho dato un voto abbastanza alto, per il resto gli attori-ragazzini sono bravini ed il protagonsita Appollonio detto Pollo, ANdrea Miglio Risi, se la cavicchia anche se non brilla per la recitazione (è stato scritturato in quanto nipote di Dino Risi, figlio di Marco e Eliana Miglio..?); Anna Galiena mi sembra peggiorata la parte della svampita-snob non gli dona, invece altissima come sempre, recitazione di Angela Finocchiaro da sottolieneare la scena quando è in macchina con Anna Galiena piange senza farsi notare dalla stessa.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

2 risposte al commento
Ultima risposta 30/03/2007 09.13.49
Visualizza / Rispondi al commento
omnibus81  @  22/03/2007 20:05:47
   8 / 10
Finalmente un film pieno di contenuti, anche importanti.
Bellissimi i posti, bravi gli attori, tutto curato nei minimi particolari.
Non capisco il motivo della così poca pubblicità, sono venuta a conoscenza di questo film grazie a questo sito.

bussisotto  @  21/03/2007 09:43:58
   6½ / 10
Francesca Archibugi si è sempre distinta dalla mediocrità grazie ad una regia attenta ai particolari, sapiente e leggera, ricca di poesia. Questo Lezioni di volo non smentisce le qualità a cui la nostra ci ha abituato.

La storia ruota attorno a due ragazzetti diciotteni che partono per un viaggio in India (uno dei due, adottato, è indiano). Durante il loro tragitto verranno derubati dei loro soldi e troveranno aiuto presso un'organizzazione di medici senza frontiere.

La realtà del luogo viene descritta con un certo realismo, senza forzature nè moralismi patetici. La storia, nella sua semplicità, è carina e si osserva con piacere.

Giovanna Mezzogiorno è assolutamente perfetta, Angela Finocchiaro rivela un lato di sè più malinconico e nostalgico rispetto alle sue performances ironiche e leggere a cui siamo abituati, Roberto Citran e Bucci confermano la loro bravura di attori, Anna Galiena un pò sottotono (forse è legato al suo ruolo, ma mi è apparsa decisamente falsa). I due ragazzi sono ancora piuttosto ingenui, nonostante la loro spontaneità.

Ciò che delude è il finale frettoloso, buttato lì, senza climax.
Questo ridimensiona il voto finale di un film che avrebbe potuto essere un piccolo capolavoro.

Invia una mail all'autore del commento emmepi8  @  20/03/2007 11:09:47
   8½ / 10
Colpisce il film per la sua straordinaria ambientazione, che non sa assolutamente della solita salsa turistica, pseudo religiosa e pseudofilosifica a cui l'India si presta facilemnte, ma riesce a rangiungere il cuore di certi problemi e della società che la compone, lasciandosi dietro una certa facile moralità, che è sempre in agguato. Oltre a questo, l'interessante del film è la lezione di volo che viene espressa, e come viene fotografata la nuova generazione con tutti i suoi problemi e dubbi, con pochissimi tratti che riescono perfettamente a disegnarla e a mostrarcela. Oggi più che mai abbiamo bisogno di questo ma pochissimi riescono a comporla ed a farne una storia composita, la regista e la scenggiatrice riescono nell'intento. L'esclusione da Venezia ha un singificato?? Riflettiamo un attimo.. ma anche freghiamocene!!
Un'ottima ritorno di questa regista, che alle volte non è riuscita a comporre bene le sue idee cinematografiche; qui riesce, grazie anche all'apporto della Leondeff, come coosceneggiatrice.
Giovanna Mezzogiorno. Ha saputo contenenere bene questo personaggio che poteva cadere benissimo in certi trabocchetti evidenti, continua la sua crescita di iterprete sensibile, e che io segue con vero interesse
Anna Galiena. Un ruolo in cui ribalta in assoluto il look e non sono, affrontando un personaggio non facile della madre di Pollo
Flavio Bucci. Il padre ebreo di Pollo, un attore dal volto ineguagliabile, ed ingiustamente perduto in un cinema anemico come il nostro
Roberto Citran. Attore discreto che venne fuori con Il Toro di Mazzacurati, qui nel ruolo del padre di Marco, personaggio ben sceneggiato e ben condotto
Angela Finocchiaro. Il ruolo della madre adottiva, raffinata e sfumata intepretazione di questa attrice brillante, che dalla Comencini in poi ha sfoderato armi e qualità da tutti trascurate, forse anche da lei stessa

carlo51  @  18/03/2007 12:16:52
   7 / 10
E' un film ben diretto e ben interpretato da Giovanna Mezzogiorno

Supergiaf  @  17/03/2007 19:59:35
   6 / 10
Ho rivisto dei posti del mio viaggio in India.Discreto film.Bellissima Giovanna Mezzogiorno.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008723 commenti su 44074 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net