i, zombie regia di Andrew Parkinson Gran Bretagna 1998
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

i, zombie (1998)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film I, ZOMBIE

Titolo Originale: I, ZOMBIE: A CHRONICLE OF PAIN

RegiaAndrew Parkinson

InterpretiGile Aspen, Ellen Softley, Dean Sipling

Durata: h 1.25
NazionalitàGran Bretagna 1998
Generehorror
Al cinema nel Gennaio 1998

•  Altri film di Andrew Parkinson

Trama del film I, zombie

Un giornalista, inviato per una ricerca tra le rovine del deserto, viene improvvisamente attaccato da una donna che sembra morta. A poco a poco la mente e il corpo del giornalista iniziano a deteriorarsi e la sua sete di sangue diventa implacabile, perché solo il sangue può trattenerlo nel mondo sospeso dei morti viventi.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,18 / 10 (17 voti)6,18Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su I, zombie, 17 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Italo Disco  @  23/12/2018 22:27:39
   3½ / 10
Qualche spunto è interessante e la realizzazione lercia in questo caso ci può stare, ma nel complesso è bruttarello con uno stile poveristico e momenti dilettanteschi.

TheSorrow  @  13/04/2015 19:09:16
   4 / 10
Girato con 4 soldi e un'idea, davvero non saprei cos'altro salvare di questo film al di fuori di quest'ultima.
attori cani e trucchi così così passino pure, ma 1 ora e 25 così noiosa credo nessuno potesse pensare di raggiungerla in un film con "zombie" nel titolo.a dire il vero il sottotitolo un indizio già lo dava: "a chronicle of pain".eccerto, ma de chi? perchè m'è salito il dubbio...
comunque, senza filosofeggiarci sopra il film è straziante nella sua lentezza, orrendo nella realizzazione sia tecnica che narrativa e discutibile anche nell'idea.ecco a ripensarci bene non salvo neppure quella e a dirla tutta, "la mosca" in salsa zombie per me poteva anche non esistere..
Diciamo "un voto per ogni soldo speso"

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  28/01/2015 18:39:00
   7½ / 10
I Zombie è un film girato con pochissimi mezzi, location poverissime ed il risultato è abbastanza evidente. Vero anche che la prospettiva del racconto è piuttosto originale perchè la figura stessa dello zombi, il vivere la sua metamorfosi da così vicino ne fanno una pellicola dai canoni lontani da quelli usati. il corpo in disfacimento del protagonista va di pari passo alla graduale perdita della sua umanità. Non è la creatura morta e risorta di Romero, ma vive questo suo stato in maniera cosciente. Lo documenta giornalmente attraverso un registratore, ma è completamente incapace di fermare o rovesciare un corso degli eventi ormai irreversibile. Una persona viva che si nutre della vita altrui per rimanere attaccato disperatamente alla propria, elemento più vampiresco rispetto alle caratteristiche peculiari dei morti viventi. E' un individuo infettato, malato ma ancora vivo, però allo stesso tempo assistiamo alla morte della sua esistenza precedente, fatta di lavoro di ricerca e di una fidanzata. La sua disordinata quotidianeità precedente viene sostituita dalla precisa metodologia con cui è costretto a procacciarsi cibo.
Un approccio minimalista molto riuscito, distante dai cliché e che poco sarà gradito dai puristi del genere. Ci sono scene splatter ed il gore è ben presente, ma passa in secondo piano rispetto ad un processo o malattia che disumanizza il personaggio, lo rende simile ad un drogato e che in fondo tiene accesa la speranza di invertire il tutto e tornare alla sua vita normale.
Da vedere solo se si ha la volontà di visionare un film diverso dai soliti horror. In caso contrario da sconsigliare vivamente.

BlueBlaster  @  20/02/2014 03:49:24
   5½ / 10
Presenti spoiler

Concordo con il commento ed il voto di ferzbox che mi precede, il quale mi ha consigliato di buttarci un occhio.
Vale la visione solo perché concepito come film sugli zombie atipico ed a suo modo "etico"...l'evoluzione di un giovane morso che lentamente si decompone sia fisicamente che psicologicamente e che viene alla fine dimenticato.
Chiarissimi, ed ovvi, riferimenti all'epilogo di un drogato...emarginato, confuso, in preda a crisi di astinenza e destinato ad una fine inesorabile nella solitudine del suo marcio letto.
E così abbiamo un prevedibile finale tristissimo che mi fa rivalutare un pò un film che altrimenti avevo trovato piuttosto pesante e scontato...ma è un film POVERO:
E' povero nel budget e di conseguenza diviene mediocre nel cast, nella fotografia e nelle scenografie.
E' povero nelle idee e nei contenuti perché dopo il plot di partenza originale si perde in concetti e sequenze ripetitive che annoiano...non trova altri spunti se non quelli prevedibili da chiunque si metta alla visione.
Ed infine è povero nella realizzazione del make-up (a parte il volto finale del protagonista) sia per quanto riguarda le pustole sul corpo che nel volto dei vari zombi.

Il regista non se la cava male ma si arrampica sui muri inserendo interviste alla ex fidanzata, incubi e sogni del nostro neo-zombi oltre che l'occasionale "rifornimento di carne"...insomma cerca di riempire questa ora poco più come può ma avrebbe fatto meglio a limitarsi ad un cortometraggio!
C'è una sequenza valida (onirica) di lui che viene assalito da un'orda di putrefatti tra i cunicoli di un seminterrato...buona atmosfera e scenografie in questo frangente.
Una cosa però si salva alla grande ed è la colonna sonora e il pezzo finale è davvero triste e stupendo!

L'unica cosa che mantiene il protagonista legato alla sua umanità è la foto, e quindi il ricordo, della fidanzata che non potrà mai più rivedere...quando perde anche la possibilità di farsi le pugnette è la fine:)
Alla fine dai abbiamo visto anche questo e non me ne pento.

TRISTISSIMO

2 risposte al commento
Ultima risposta 20/02/2014 17.53.24
Visualizza / Rispondi al commento
ferzbox  @  05/08/2013 17:30:24
   5½ / 10
Vi confesso che di zombi ne ho visti di tutti i tipi,ma questo mi mancava.
Produzione low budget che si diverte a creare un film sulla sofferenza della decomposizione.
Il sottotitolo"A chronicle of pain" è senza dubbio azzeccato.
Tutto il film si concentra sulla "zombificazione" del protagonista,morso da una ragazza "non morta" durante un'escursione nel bosco.
In realtà il film non segue assolutamente i canoni classici degli horror,anzi,si tratta di uno "psicodramma" che punta tutta la sua forza sul limite della resistenza umana.
Per certi versi mi ha ricordato le pellicole tedesche "Underground"come "Schramm" di Buttgereit,dove si assiste per tutta la visione,ad una analisi della sofferenza fisica e psichica del personaggio.
Tuttavia,nonostante l'idea fosse interessante,non sono riuscito ad apprezzarlo più di tanto.
Ci sono troppi elementi poco convincenti come il basso budget,il pessimo montaggio,l'orrenda fotografia e la sceneggiatura piuttosto ritondante(ad un certo punto il film si fossilizza sullo stesso concetto,senza evolversi mai..se non per lo stato di decomposizione sempre più accentuato).
Tuttavia si tratta di uno "Zombi-movie" che merita di essere visto per la bizzarra trovata e per il dicreto make-up,che per quanto artigianale è ben fatto.
Consigliato solo agli amanti del genere,ma non particolarmente valido;dopo un pò diventa troppo ripetitivo.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

marfsime  @  19/08/2012 17:31:20
   6½ / 10
Pellicola diversa dai soliti zombie movies..quì si guarda più all'aspetto umano dell'uomo divenuto zombie che perde tutto della sua vita..compresi gli affetti. Direi buoni anche gli effetti speciali..seppur abbastanza grezzi. Mezzo punto in più perchè il regista è riuscito a creare una pellicola di discreto livello pur avendo un budget evidentemente limitato.

Invia una mail all'autore del commento orsetto_bundi  @  11/01/2011 18:26:52
   6 / 10
Prima, mentre mi ingozzavo di tarallini, stavo riflettendo sul fatto di quanto Face sia lo spekkio dell'ignoranza e dalla stupidità ke dilagano nel nostro paese....e parlo ovviamente di quelle vere, non di quelle messe lì x kostruirsi un personaggio (o presunto tale !!!).....allucinante....
soprattutto x quanto riguarda l'ignoranza.....anke quella grammatikale, eh.....c'è gente ke skrive MOLTO peggio dei miei ex alunni ecuadoriani, ma ovviamente non posso sottolineaelo, altrimenti....i miei ex alunni (ke leggono i miei post) si inkakkierebbero non poko.....e a ragione....
ovviamente tutto questo "kappello" non c'entra un kaxxo kol film ke vado or ora a kommentare, ma vabbè......volevo sfogarmi un po'......
I. ZOMBIE fa parte della miriade di dvd ke ho komperato a kavallo di 'ste appena konkluse festività natalizie in quel mitiko luogo ke si kiama "La Gabbia dei Matti" (posso fare pubblicità xkè tanto il nome non è ufficiale), dove vendono dvd tra 1 e 3 euro....tutti originali e ankora incellofanati....
il xkè di tanta generosità ???? boh.....non me lo sono mai kiesto....io vado lì e kompero a mani basse.....e si può trovare di tutto.....dalle ciofeke più assurde....a certe "kikke", tipo...ke so'....alkuni film di Lang, FREAKS, l'immenso CANI ARRABBIATI di Mario Bava.....
e oggi pomeriggio ho deciso di dargli un'okkiata, anke se pensavo di averlo già visto....e invece....no....mi è risultato nuovo....
l'idea è abbastanza karina ed originale, ma.......il film in sè è interessante solo a tratti....ha dei tempi un po' morti e deliranti ke sinceramente- se fossi stato il regista- avrei risparmiato agli spettatori....e vabbè-...kmq.....x essere un film a bassissimo budget e kon attori non professionisti non è poi questa grande ciofekona.....
sufficienza (striminzita) e non se ne parla più !!!!!

1 risposta al commento
Ultima risposta 14/11/2011 22.15.20
Visualizza / Rispondi al commento
gasy  @  21/12/2008 00:40:45
   5½ / 10
L'idea è stupenda, ma manca tutto il resto. Va bene budget ridotto, ma sembra filmato con un cellulare.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 07/01/2009 21.38.37
Visualizza / Rispondi al commento
topsecret  @  06/10/2008 20:56:01
   4½ / 10
Dare una nuova impronta al genere zombie è certamente interessante,ma forse mi sono fossilizzato troppo sul concetto che identifica il morto vivente incapace di altre azioni se non quella di cacciare e mangiare.Ammetto che l'idea di I zombie è originale,ma a me non convince molto. Forse dovrei aprire a nuove sperimentazioni,ma se un film mi annoia,mi viene difficile. Non mi è piaciuto.

bussisotto  @  02/09/2008 13:09:30
   6 / 10
Mark è un ragazzo come tanti. Ha una vita semplice, una ragazza che lo ama (anche se lui spesso non è presente come lei vorrebbe) ed un dottorato che gli impedisce di spiccare il volo.
Durante una perlustrazione per raccogliere campioni per i suoi studi, viene attaccato da una donna che gli provoca una profonda ferita al collo con i denti.
Tornato a casa, il ragazzo incomincia a subire una lenta, ma inesorabile, trasformazione: è diventato uno zombie. Cerca di nascondersi, di ribellarsi...ma a nulla può la sua volontà.
I, zombie è un film inusuale nel campo dell'horror: l'intera pellicola è incentrata sulla figura di Mark. Di quanto soffre, delle sue paure, delle sue nuove consapevolezze.
Un film sugli zombie visto dall'ottica di uno zombie.
Pochi balzi dalla sedia, splatter a piene mani e un considerevole elemento malinconico. Di Mark non si ha paura, quanto piuttosto pena: è solo, senza possibilità di scampo, costretto ad accettare la sua condizione.

Un lavoro a basso costo, piuttosto riuscito. Bravo il protagonista Gile Aspen.
Regia scarsina (causa povertà di mezzi). Pessimo doppiaggio.

statididiso  @  24/02/2008 21:08:47
   8 / 10
indovinatissima la scelta del regista di renderci partecipi della condizione di zombi attraverso gli occhi dello sventurato Mark. sfx e make-up di ottima fattura rendono alto il tasso di gore!!! mi mancava... L

voto: 8

Trash A Go-Go  @  12/10/2007 09:42:08
   5½ / 10
A me questo film non è piaciuto, troppo lento e realizzato anche piuttosto male, anche se l'idea era buona

Xavier666  @  12/09/2007 23:53:36
   7½ / 10
La prima parola che mi viene in mente è ANOMALIA perchè in un film su zombie la mia testa si aspetta un fuggi fuggi di persone e corpi in decomposizione in cerca di carne umana. Questo è proprio un film particolare, una sorta di horror drammatico, molto bello e molto toccante. E c'è anche quella dose di sangue che non guasta mai.
Consigliatissimo

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  26/01/2007 12:23:43
   7 / 10
Il regista decide di affrontare l'argomento da un punto di vista alternativo:descrivere la trasformazione psicologica oltre che fisica del protagonista indulgiando molto sui particolari.
E'un film di serie b e si vede subito,ma credo che anke chi mastica poco il genere possa apprezzare:buone le tecniche di ripresa e davvero ottimo il lato gore con un'attenzione maniacale per il macabro.
La scelta di trattare lo stato psicologico di uno zombie e'molto originale e credo che in questo senso il film sia una novita'assoluta...peccato per il netto calo nel finale.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  30/10/2006 10:51:34
   7 / 10
Davvero interessante questo film inglese che ad una visione superficiale potrebbe apparire come il solito b-movie ad alto contenuto emoglobinico.
“I,Zombie” è invece una pellicola originale che ci racconta la disperazione,l’alienazione e la rabbia del “mostro” dinnanzi all’inevitabile destino …questa volta infatti ad esserci mostrata è una visione alternativa,non ci troviamo di fronte alla solita sceneggiatura di un qualsiasi film horror con il cattivo a fare incetta di vittime innocenti.
In questo caso il regista approfondisce efficacemente il dramma psicologico del protagonista, costretto a tramutarsi in uno spietato assassino per poter sopravvivere,disperato per essere stato costretto ad abbandonare la donna che ama,dilaniato dalla solitudine che ha dovuto accettare per forza di cose.Il film mixa bene splatter ed introspezione psicologica,grazie anche ad alcune scene oniriche che mettono in risalto il dramma del protagonista,trascinandoci verso l’inevitabile finale commovente e drammatico al tempo stesso.
Gli effetti speciali sono ben realizzati soprattutto considerato che si tratta di una pellicola low budget.
Bella la colonna sonora anche se a tratti risulta un po’ troppo invasiva,pessimo il doppiaggio.
Un film particolare ed originale che merita sicuramente una visione.

Invia una mail all'autore del commento testadilatta  @  20/10/2006 13:55:12
   7½ / 10
Veramente una piacevole sorpresa.
Racconta della trasformazione in zombie di un ragazzo e lo fa in maniera mai banale, quasi documentaristica.
Un film originale e bizzarro diretto veramente bene.

liu_mi  @  13/02/2006 14:17:17
   8 / 10
Horror decisamente atipico, rispetto ai filmoni fracassoni stile videogame, intimista e melanconico, con rimandi kafkiani. il film segue passo passo, con lucida freddezza, la trasformazione di un ragazzo qualunque in zombie. girato in stile quasi documentaristico, di produzione indipendente, con voce off nei momenti di soggettiva e con intramezzi di piccole interviste della fidanzata del ragazzo e degli amici (il regista è uno degli amici) che alleggeriscono e spezzano il ritmo narrativo, il film non è particolarmente originale o innovativo, ma mantiene bene la tensione senza scadere troppo nel patetico, e vista la storia è un vero miracolo. la novità principale sta nel fatto che il protagonista stesso diventa uno zombie, e questo processo sembra voler simboleggiare, estremizzandoli, gli effetti devanstanti di una malattia terminale sulla vita di una persona qualsiasi.
è girato tra Londra e Brighton. il regista è anche produttore, sceneggiatore, e compositore delle musiche.
il film vaglia tutte le possibili emozioni umane che si possono provare in un momento così estremo, accentuate dalla considerazione che il ragazzo è una persona qualunque, con una vita qualunque, a cui accade un fatto imprevisto che gli sconvolge la vita. prende incosapevole la decisione di staccarsi da tutto quello che lo legava alla sua vita di prima e di isolarsi. per nutrirsi si trasforma in un involontario serial killer, piuttosto metodico e organizzato, ma su cui pesano i sensi di colpa di chi uccide per necessità.
parallelamente alla sua storia vengono presentati piccoli frammenti della vita della fidanzata che, dopo la sua improvvisa scomparsa, si è rifatta una vita. lentamente la sua vita precedente lo dimentica mentre lui sente fortissima la nostalgia degli affetti e dei ricordi. questi ricordi si fondono con la realtà trasformandola in un sogno allucinato, che si fonde con l'estrema solitudine e disperazione dell'emarginato in quella sua condizione senza speranza.
gli effetti speciali sono molto curati ed in alcune occasioni impressionati, perchè inseriti nei momenti di massimo patetismo della storia senza nessun tentativo di stupire o impressionare a tutti i costi.
sconsigliato a chi è depresso!!!

1 risposta al commento
Ultima risposta 06/04/2006 14.23.39
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghierabad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettoeasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandfigli (2020)gli anni piu' belligood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunno
 NEW
la vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammescherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe grudge (2020)the lodgethe new mutants
 NEW
the other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo tolouna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivolevo nascondermi

1001621 commenti su 43203 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net