il mostro di st. pauli regia di Fatih Akin Germania, Francia 2019
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

il mostro di st. pauli (2019)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film IL MOSTRO DI ST. PAULI

Titolo Originale: DER GOLDENE HANDSCHUH

RegiaFatih Akin

InterpretiJonas Dassler, Margarethe Tiesel, Katja Studt, Martina Eitner-Acheampong, Tristan G÷bel, Greta Sophie Schmidt, Marc Hosemann, Uwe Rohde, Hark Bohm, Lars Nagel, Dirk B÷hling, Peter BadstŘbner, Simon Goerts, Victoria Trauttmansdorff, Jessica Kosmalla, Barbara Krabbe, Tilla Kratochwil, Adam Bousdoukos, Philipp Baltus, Laurens Walter, Jens Weisser, Heinz Strunk

Durata: h 1.55
NazionalitàGermania, Francia 2019
Generethriller
Al cinema nell'Agosto 2019

•  Altri film di Fatih Akin

Trama del film Il mostro di st. pauli

Il film racconta la vera storia di Fritz Honka (Jonas Dassler), serial killer tedesco che getta nel panico i residenti di Amburgo all'inizio degli anni Settanta, uccidendo almeno quattro donne e tenendo i cadaveri nel suo appartamento. Il film indaga la vita segreta e le frequentazioni di quello che si rivelerÓ un vero e proprio mostro. Tutto ruota attorno al bar nel quartiere a luci rosse di Amburgo, che da il nome al romanzo, dove l'alcolizzato Fritz passa la maggior parte del suo tempo e incontra le sue vittime.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,53 / 10 (17 voti)7,53Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Il mostro di st. pauli, 17 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Macs  @  13/11/2020 08:11:20
   6½ / 10
Buona la ricostruzione storica, film girato con budget bassissimo. Bene la recitazione e un certo non prendersi troppo sul serio - con la frequente infrazione della quarta parete. Il doppiaggio italiano mi ha lasciato a desiderare: ok che il tizio nella realta' aveva problemi di dizione, ma ho finito per capire ben poco di cio' che diceva.

markos  @  14/10/2020 19:02:56
   7½ / 10
Brutto, sporco e cattivo. Bel film

topsecret  @  11/10/2020 13:16:51
   7 / 10
Cronistoria su un serial killer attivo nella Germania anni '70.
Ennesimo racconto su fatti reali perpetrati dall'ennesimo scarto dell'umanità, devastato dall'alcool, dalla natura e da una mente non proprio sanissima. Il protagonista, Jonas Dassler, sforna una prova molto credibile, aiutato da un cast di contorno piuttosto abile, da una regia attenta nel ricreare un'atmosfera e degli ambienti malsani e da un make-up decisamente apprezzabile.
Un film crudo, ovviamente, capace di rendersi interessante e teso quanto basta per meritare una considerazione positiva.

Oskarsson88  @  15/07/2020 23:38:10
   7 / 10
Abbastanza malato negli ambienti mostrati e nel protagonista serial killer. La pecca principale è una trama troppo costruita e organizzata che stona un po' col disagio. Gli manca qualcosa per avere una marcia in più.

JOKER1926  @  22/06/2020 16:16:37
   7 / 10
Il progetto cinematografico di Akin è impostato su una lineare e decisa struttura, "Il mostro di st. Pauli", è un film pesante (la visione non è per tutti) che racconta le vicende di uno sfrenato serial killer. Nella parte del macellaio, un ottimo Jonas Dassler.

Il film, ancor prima di illustrare la figura del killer, vuole mettere sotto i riflettori il concetto del marcio, della violenza e della prepotenza, che alberga nell'animo degli uomini.
"Il mostro di st. Pauli" è un ritratto quindi di una società nascosta, pronta ad esplodere lontano (ma non troppo) dagli standard di una vita normale e serena.
Tutti i personaggi portati in scena da Akin sono deviati, si innesca una specie di cortocircuito, le stesse vittime sono personalità sinistre, insomma questo film appare essere un vero e proprio festival dell'orrore, non si salva praticamente (quasi) nessuno.
Akin è molto bravo a proporre un film tecnicamente ineccepibile; funziona tutto, la fotografia e la scenografia sono i tasselli che più si fanno notare.
La storia è incentrata su tante ripetizioni e segue una metodicità massiccia; le scene si ripetono e servono per rinvigorire, prepotentemente, un alone di massima degenza visiva e morale.

"Il mostro di st. Pauli" è una visione dura, esiste anche di peggio, ma nel complesso questo di Akin resta un film (a suo modo) indimenticabile.

JOKER1926

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  12/06/2020 12:53:37
   7½ / 10
Un film malato.
Il degrado umano.
Nessuna pietà, nessun sentimento, nessuna redenzione.
La colonna sonora che stride con le efferate e disgustose scene rende ancora più esplicita la desolazione e la violenza raccontate.

gianni1969  @  12/06/2020 01:56:21
   9½ / 10
da amante di film sporchi e malati,il piu' delle volte bisogna ricorrere a pellicole semisconosciute ai piu',subbate e mai uscite da noi,neppure in home video. questo mostro di st. pauli invece e' uscito nelle sale,e non mi aspettavo assolutamente un personaggio di questo tipo,follia e degrado allo stato puro,con un attore straordinario per come riesca a scendere cosi in basso,altro che dahmer,gacy e co,questo per essere un sk reale li batte davvero tutti a follia. chi ama film come angst,schramm,henry pioggia di sangue non puo' perdere questo capolavoro. chi non ama il genere lasciate stare,che poi ve la prendete che ho messo un super voto.

1 risposta al commento
Ultima risposta 12/06/2020 01.59.30
Visualizza / Rispondi al commento
il ciakkatore  @  11/04/2020 15:27:14
   7 / 10
Non è un sette da paragonare ad altri film da sette,il buon voto è dato dal senso di disagio e di angoscia che il film riesce a trasmettere,potrebbe non piacere a tutti ma è comunque ben fatto

7219415  @  31/03/2020 22:13:51
   7 / 10
Non provare profonda repulsione per Dassler è impossibile, bel film

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  21/03/2020 20:05:02
   8 / 10
Un film come Il mostro di St.Pauli potrà avere tutti i difetti che si vuole, dopotutto nulla è perfetto, ma bisogna dare atto ad Akin di farti sentire la bruttura di persone e contesto sulla pelle. Viene naturale un senso profondo di repulsione, dal piccolo e opprimente appartamento di Honka al Golden Glove, luogo di un'umanità disperata che non cerca redenzione e non fa nulla per trovarla. Relitti umani al quale la figura grottesca di Honka funge quasi da spazzino che preleva gli scarti, li disseziona e li conserva come una discarica. Una socialità dove l'alcool è l'unico tramite di contatto fra le persone, l'unico modo per instaurare una socialità distorta. Akin rende repellente e malsano ogni cosa, specialmente gli approcci ed i rapporti sessuali all'interno dell'appartamento di Honka. Non c'è erotismo perchè non può esserci erotismo. Non c'è tenerezza o amore perchè non esiste, malgrado la presenza di brani d'epoca rassicuranti che non centrano nulla con quello che si vede, creando un effetto ancora più straniante.

alex94  @  18/03/2020 20:31:43
   7½ / 10
Un film sporco, reale e cattivo come pochi, Fatih Akin ci racconta la vera storia di un serial killer tedesco degli anni 70 prendendosi ben poche licenze e mantenendosi piuttosto fedele ai fatti.
Si concentra molto sul'ambientazione e sulla galleria di squallidi e sordidi personaggi che il nostro protagonista frequenta così come sulla sua dipendenza dall'alcol....
Bella la prova recitativa offerta da Jonas Dassler, buona la regia, forse un po eccessivo il minutaggio considerando che la vicenda non presenta grossi colpi di scena.
Nel complesso un film riuscito, parecchio disturbante anche, merita una visione.

Noodles71  @  16/03/2020 16:03:25
   7 / 10
Brutto, sporco e cattivo il pluriomicida Fritz Honka che riuscì a compiere i suoi efferati delitti ad Amburgo negli anni '70 venendo smascherato solamente per una casualità fortuita. Un film violento, crudo dove viene descritta la personalità turbata del protagonista alcolizzato, impotente che placa la sua rabbia nei confronti di anziane prostitute rimorchiate nel bar Golden Glove. Bravissimo il giovane attore Jonas Dassler ad interpretare il serial killer con un make-up che lo rende irriconoscibile. Un film non per tutti soprattutto per chi non sopporta le scene forti....

Spera  @  06/03/2020 13:53:25
   8½ / 10
L'uomo è certamente disturbato.
Per svariate ragioni e il fatto che ogni tanto qualcuno se ne meravigli mi fa sorridere, basta guardarsi un momento intorno per capire che il mondo degli umani è un mondo perverso e disturbato.
Certo si generalizza ma secondo me ognuno nel proprio piccolo lo è.

Detto questo, il film entra a far parte immediatamente della mia personale TOP5 list dei film sui serial killer andando a minare i primato di "Angst".
Si rimane in Germania comunque, terra pericolosa a quanto a pare.
Sporco, lurido, cattivo.

Perchè dovrebbe piacere un film del genere?
Innanzitutto perchè racconta un personaggio realmente esistito e secondo perchè ti fa toccare il fondo attraverso le immagini e il suo protagonista con sensazioni forti.
Disagio, disgusto e inadeguatezza che tutti dovremmo provare ogni tanto.
La cosa sconvolgente è che il signor Honka potrebbe essere il nostro vicino di casa.

Imperdibile.

wicker  @  14/02/2020 18:15:53
   7½ / 10
il film più disturbante della scorsa stazione insieme al Jack di Von Trier , grande prova di Dassler e buona el cast di supporto, manca un pò di sceneggiatura nella parte centrale , dove le peregrinazioni al golden Glove si succedono , ma passa abbastanza in secondo piano di fronte alla buona resa della fotografia e di una storia veramente cruda .

Jokerizzo  @  11/02/2020 20:12:33
   7½ / 10
Crudo e senza speranza. Ottima biografia di un serial killer!

Budojo Jocan  @  11/02/2020 17:37:39
   8 / 10
Mamma mia che film zozzo e lurido… vale comunque la pena vederlo solo per l'interpretazione clamorosa di Jonas Dassler, giovane e bellissimo attore qui irriconoscibile, e se pensate che Joaquin Phoenix sia il miglior attore del mondo, date un occhiata a quest'altro e rimanete a bocca aperta, signori.

jason13  @  04/02/2020 21:52:03
   8 / 10
Sporco crudo e cattivo. Finalmente una "biografia" di un serial killer anni 2000 come si deve.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1011174 commenti su 44513 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net