end of watch - tolleranza zero regia di David Ayer USA 2012
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

end of watch - tolleranza zero (2012)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film END OF WATCH - TOLLERANZA ZERO

Titolo Originale: END OF WATCH

RegiaDavid Ayer

InterpretiJake Gyllenhaal, Michael Pe˝a, Anna Kendrick, Cody Horn, America Ferrera, Natalie Martinez, Frank Grillo, Shondrella Avery, David Harbour, Gene Hong, Kristy Wu

Durata: h 1.49
NazionalitàUSA 2012
Genereazione
Al cinema nel Novembre 2012

•  Altri film di David Ayer

Trama del film End of watch - tolleranza zero

Taylor e Zavala sono due poliziotti di pattuglia del dipartimento di Los Angeles. Con la loro auto, garantiscono la sicurezza nella zona a sud della cittÓ, mettendo a rischio la propria incolumitÓ e quella delle persone a loro pi¨ care.á

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,34 / 10 (34 voti)6,34Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su End of watch - tolleranza zero, 34 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

ZanoDenis  @  01/09/2015 18:46:28
   7½ / 10
Ancora Ayer ci propone un altro poliziesco di alto livello, innumerevoli i punti in comune col precedente "Street Kings" a partire dall'ambientazione periferica, continuando con la rappresentazione della malavita locale e degli affari sporchi che vi sono.
La principale differenza con la precedente pellicola é la presentazione dei poliziotti da parte di Ayer, qui totalmente buoni, senza doppifini, raramente sopra le righe e sempre in buonafede. Purtroppo la regia spesso non mi ha detto molto, e purtroppo é colpa dell'odioso stile mockumentary che spesso prende la pellicola.
Interessante la destrutturazione della vicenda e di tutto il film in generale, pochi collegamenti cronologici tra gli eventi che accadono, sembra tutto raccontato a piccoli episodi, alternando i momenti professionali dei due protagonisti ai momenti familiari, in questo aspetto, la destrutturazione della trama e lo stile molto simile alla telecamera in spalla mi hanno ricordato molto "Mean Streets" di Scorsese, qui con i poliziotti al posto dei gangster.
Bravo Jake Comesichiama, che si conferma uno degli attori piú talentuosi degli ultimi anni, anche se questa non é di certo la sua migliore performance, si trova molto a suo agio.
Un po scontato e strappalacrime il finale, ma questo non cambia la mia valutazione, rimane un buonissimo poliziesco, abbastanza sottovalutato.

Schmitt  @  11/08/2015 19:10:03
   7½ / 10
Bel film. Molto reale

gemellino86  @  28/01/2015 10:15:00
   8 / 10
Bel film con un bravo Gyllenhaal e alta tensione. Ayer è un regista che mi piace sempre di più. Parolacce e tanta violenza. Un po' sottovalutato ma forse si poteva evitare lo stile "documentario" alla Rec. Ottimo il finale.

Manticora  @  16/12/2014 21:28:12
   7½ / 10
Film gradevole, che con lo stile monumenchtary mette a fuoco i personaggi, analizzando la loro vita. Gyllenhall e Pena sono credibili come poliziotti, i dialoghi sono serrati, anche le vicende che li riguardano sono azzeccate. La cosa interessante è che la vicenda si svolge su due piani, la vita privata dei due, e soprattutto la vita professionale, essendo di pattuglia sembra solo rutine, ma quando entra in scena una gang messicana la faccenda si fà seria. La musica diegetica è azzeccata anche quella. Il tutto si svolge nei sobborghi di los angeles, in cui si muovono i due agenti.
Ayer si è dimostrato bravo, come al solito, regista talentuoso, che propio or ora ha sfornato Fury, un film di guerra, e a tra un anno e mezzo ci delizierà con il film sui Suicide Squad.

alex94  @  28/07/2014 15:45:50
   7 / 10
Altro mockumentary riuscito diretto da David Ayer nel 2012.
La trama non è nulla di originale anzi è piuttosto banale ma è sviluppata abbastanza bene,con un buon ritmo cosa che permette al film di non annoiare praticamente mai.
Buona la recitazione e discreti i dialoghi.
Alla fine ha i tipici difetti di tutti i mockumentary ma a differenza di questi riesce a coinvolgere lo spettatore e per questo secondo me merita di essere visto.

Buba Smith  @  21/07/2014 00:18:16
   4 / 10
Una boiata. Dialoghi penosi, con troppe parolacce buttata a cascaccio senza senso.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  12/03/2014 12:49:40
   6 / 10
La cosa che ho amato di meno in questo nuovo film d'azione di Ayer è lo stile da finto documentario. Per fortuna con il tempo sembrano diminuire questo genere di sequenze e ci si concentra piu' sull'azione.
Uno spietato viaggio nella delinquenza di un quartiere di Los Angeles dove, a detta dei protagonisti, ci sono piu' casi di violenza in un anno che in qualsiasi altro distretto.
Niente di nuovo ma comunque piacevole.

benzo24  @  24/02/2014 16:26:20
   1 / 10
maitton  @  24/02/2014 16:17:14
   6 / 10
a tratti sembra piu' un episodio di una serie tv che un film vero e proprio.
non e'malvagio, ma nemmeno un granche'.

JB488  @  04/02/2014 21:40:01
   5 / 10
amo AYER scrittore e regista di grande talento mi ricorda un po singleton... il prodotto è abbastanza lienare con una regia e una fotografia davvero da sceneggiato TV a proposito di sceneggiati su questo filone consiglio mille volte di piu Southland una serie che si mangia The Shield e anche sto film nel quale si poteva e si doveva fare di piu,va bene a basso costo ... ma non esageriamo !

Odoacre71  @  01/12/2013 20:56:02
   7 / 10
Non sarà originale, ma ha il grosso merito di non annoiare.

floyd80  @  02/11/2013 19:32:34
   7 / 10
Un'ottima regia per una pellicola che racconta l'amicizia di due colleghi nelle strade più pericolose di Los Angeles.
A tratti sembra un mockumentary (vedi Rec...Paranormal Activity...) in altri frangenti l'azione viene vista in soggettiva, con telecamera a mano ma dalla parte del regista.
Tutto è fluido, tutto è in movimento.
Ma la bellezza del film sta proprio nella libertà lasciata allo spettatore di farsi una propria idea.

calso  @  29/08/2013 17:56:59
   7 / 10
Ottima l'interpretazione ed il legame tra i due poliziotti è ben mostrato...la storia un pò prevedibile, si sviluppa bene e non è mai noiosa...godibile, con una bella dimostrazione di ciò che accade nelle strade americane

alberto9  @  09/08/2013 10:45:20
   7½ / 10
Film veramente bello da vedere in lingua originale, non capisco la media cosí bassa. Rende perfettamente l'idea di come sia difficile fare il poliziotto. Molto bella e genuina l'amicizia tra i due poliziotti!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  29/06/2013 11:15:04
   6 / 10
Sarà una mia impressione, ma questo film seppur infarcito di stili diversi che non sempre si amalgamano fra di loro, mi ha dato una sensazione di deja vu sia a livello di riferimenti cinematografici (Friedkin), sia a livello televisivo (la vecchia serie Police Story), solo aggiornato ai tempi nostri con la stessa violenza nelle strade, la quotidianeità vissuta sempre sul filo tra la vita e la morte.
Ci sono i due protagonisti, molto affiatati che offrono scampoli della loro vita, i loro dialoghi che fra l'altro offrono un epilogo tarantiniano, ma personalmente troppo poco per colpire più di tanto.

axel90  @  27/06/2013 18:15:10
   5½ / 10
Nonostante i buoni intenti di Ayer, l'alchimia tra i due protagonisti e una buona tenuta del film, "End of Watch" soffre immancabilmente sotto un punto di vista di scrittura. Cercare di far trasparire la quotidianità di chi lavora in polizia, i successi e i dolori di una vita passata portando una divisa si rivela una storia interessante e coinvolgente oltre ad una regia che svicola dal genere prendendo un taglio molto documentaristico. Ma come al solito il film è sotterrato dalla retorica e banalità tipicamente americane, da una drammatizzazione ricercata e fastidiosa (specie nel finale) che lascia un sapore insipido. Alla fin fine, il film si rivela essere un accozzaglia di clichès sulla polizia, gangster, lotte tra bande, cartelli delle droga e via discorrendo. Passabile ma proprio niente di memorabile.

vale1984  @  25/06/2013 14:02:47
   7 / 10
film che mi ha piacevolmente sorpreso, crudo, intenso e con un finale piacevole. Insomma non appassionante ma piuttosto ben fatto. Molto all'americana ovviamente nel descrivere la polizia ma anche abbastanza irriverente.

topsecret  @  06/06/2013 07:37:14
   7 / 10
Lo stile con cui è girato non è certamente una innovazione nel mondo del cinema, però END OF WATCH riesce ad essere talmente ben congeniato ed interessante che tutto il resto passa in secondo piano.
Un'ottima interpretazione dei due protagonisti riesce a coinvolgere lo spettatore dall'inizio alla fine, lasciandogli un ricordo drammatico, amaro e vero di vite vissute al centro della legalità, dove ogni giorno si rischia di morire in nome di un ideale. E forse è l'epilogo finale che non sembra del tutto riuscito, caricandosi di troppa enfasi e cercando ad ogni costo l'effetto a sensazione, ma è un dettaglio facilmente trascurabile quando si è visto tutto quello che si è succeduto prima.
Un buon film che merita la visione.

Alex22g  @  19/04/2013 11:40:06
   8½ / 10
Gran bel film , girato in stile mockumentary che personalmente ho sempre apprezzato come tipologia di regia. Ottima l'immersione nel contesto del film grazie appunto allo stile delle riprese e all'ottimo cast, con particolare merito al duo Gyllenhaal/Pena . Realistico e freddo questo End of watch è stata una bella sorpresa .

Cardablasco  @  19/02/2013 15:39:43
   7 / 10
A me è piaciuto,per le inquadrature e per il senso del pericolo che ti fa percepire.Il film ti vuol far vivere in prima persona quello che deve vivere tutti i giorni un poliziotto nei quartieri malfamati americani,poi alcune scene veramente realistiche

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

mauro84  @  03/02/2013 23:35:55
   7 / 10
ci son film che ti prendono dal trailer, visto casualmente.. e ti prendon dentro.. ti fanno sentire nell'azione.. ti fanno sentire parte di quelle figure fondamentali in una città.. come è la polizia.. affasciante.. semplice trama che lega l'intero film autogirato con telecamera.. ottime location.. originale in tutto. ha il suo fascino come poliziesco.. lega vita reale e quotinidianità in tutto. soprattutto si nota ancora molto razzismo tra neri.. ispanici..ed europei..
Nonostante la drammaticità che lega il tutto. Chi fà questo lavoro sà bene i rischi che può comportare, è un bel finale degno di sto film.

un film poliziesco con azione, molto realistico, reso bene e ben sviluppato.

complimenti al regista per l'idea sviluppata..

per gli amanti del genere.. film da vedere! merita

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Manu90  @  13/01/2013 14:50:12
   6 / 10
Buon film d'azione, con due ottimi protagonisti. Nulla di eccezionale, ma si lascia guardare piacevolmente.

john doe83  @  18/12/2012 15:49:40
   7 / 10
Film d'azione interessante e abbastanza realistico. David Ayer ancora una volta sforna un altro buon film sui poliziotti di LA tanto cari al regista, ma questa volta lo fa in stile mockumentary, che va tanto di moda di questi tempi.

TheLegend  @  17/12/2012 01:37:08
   6 / 10
Per il genere è sicuramente passabile.

dagon  @  16/12/2012 20:15:06
   4½ / 10
Che film inutile. Non è nemmeno un mockumentary, visto che molte delle riprese non sono realizzate da un personaggio del film. Una sequela di ovvietà e scontatezze sulla polizia.
Una puntata qualsiasi di The Shield annichilisce questa pellicola.

albert74  @  16/12/2012 19:37:47
   5 / 10
i film stile candid camera (blair witch project, cloverfield docent!) mi hanno un po' stufato. Oltre al fatto che gli occhi ti si intrecciano, alla fine il tutto si risulta in riprese di insulse battute, immagini volutamente sgranate o mosse e cose di questo genere. l'intento è coinvolgere direttamente lo spettatore che diventa anche regista, sempre se viene coinvolto dal film stesso.
nel caso di BWP ciò avveniva più o meno bene, nel caso di cloverfield il senso di horror era piuttosto accentuato ma le riprese in notturna mettevano a dura prova l'acutezza visiva delle persone: vederlo al cinema è una cosa, ma in dvd è veramente stancante (per gli occhi).

nel caso di end of watch abbiamo un film non all'altezza dei precedenti in cui le banalità e i cliché si sprecano e che alla fine stanca in tutti i sensi.
Per certi versi mi ricorda un po' quei telefilm degli anni '80, stile chips.

alla fine di tutto il film mi è rimasto impresso solo il finale, forse perché potevo tornare a casa a prendermi un'aspirina.

MarcoCam  @  15/12/2012 03:10:08
   6½ / 10
nel complesso non è male, però non sempre riesce a tenere alta l' attenzione, consigliato comunque.

PATRICK KENZIE  @  05/12/2012 23:18:21
   3 / 10
Che brutto brutto brutto film!
Una serie impressionanti di cliche e stereotipi viste gia decine e decine di volte:
- la classica coppia di sbirri adrenalici e con testosterone super sboroni (ma poi per piacere una pattuglia che gira con la videocamera in servizio!! ahahhahaah)
- i messicani cattivi e che parlano mezzo spagnolo mezzo inglese e che vogliono uccidere i neri
- i neri fumati e drogati che girano in canotta che vogliono uccidere i messicani
- le auto di rinforzo che quando servono non arrivano ma che arrivano quando ormai è tutto finito

E poi la regia... che cosa inguardabile! la scelta della camera-a-mano è senza logica e di una bruttezza rara (e dire che come genere di regia mi alletta). La sceneggiatura non esiste ed è un'insieme di cose stupide buttate li a caso senza capo ne coda..
E le recitazioni beh,sono qualcosa che di piu banali non potrebbero.Nessuna caratterizzazione,niente di niente.. I dialoghi lasciamo stare (*****,porca troia,*****,ma che *****,***** ma che ***** porca troia...! )

poi quando (vedere spoiler)

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER sono uscito dalla sala ridendo senza piu poter resistere alla marea di *******te e insensatezza del film...

Insieme a Le Belve uno dei peggiori film dell'anno...!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  29/11/2012 13:59:39
   6 / 10
Il taglio simil-documentaristico del film è ormai abusato nel cinema contemporaneo ed è una tecnica qui fin troppo furba per entrare in empatia con la coppia di poliziotti protagonisti.
Il ritmo è abbastanza sostenuto e il film si lascia guardare soprattutto grazie all'intensa prova dei due ottimi protagonisti e ad alcune scene davvero ben girate come la sparatoria finale.
Il montaggio però alla lunga risulta ripetitivo e un po' stancante.

marfsime  @  28/11/2012 23:20:05
   7 / 10
Per il suo genere è decisamente un buon film..adrenalinico e teso con sparatorie e situazioni pericolose che si sprecano. Probabilmente però è un po troppo spettacolarizzato (classica americanata insomma) ed in alcune scene in cui intervengono i due colleghi le circostanze appaiono un attimo forzate. Tutto sommato comunque un buon film.

KasinaKD  @  25/11/2012 19:53:29
   7 / 10
La vita di due poliziotti di pattuglia in una zona difficile di L.A... interessante, emozionante, tiene l'attenzione per tutto il film.. niente di nuovo sotto il sole, ma vale la pena vederlo. Da nausea le riprese steadycam, ma non durano tanto. Per fortuna.

bood  @  24/11/2012 21:15:26
   8 / 10
poliziesco assolutamente manieristico e con ottima sceneggiatura ma un po' inverosimile ( un po' troppo carica ) rispetto alla vena d'azione "realista" che vorrebbe avere il film .
detto questo è un film magistralmente costruito , in tutte le sue parti , la sceneggiatura nonostante sia di cliche' è tutt'altro che lasciata al caso , ben girato , recitato molto bene , convincente , e come se non bastasse il ritmo è serrato dall'inizio alla fine , non ha 1 minuto di tempi morti , e i tempi dei dialoghi hanno sempre un qualcosa o un perchè .
morale , film scritto benissimo e riuscitissimo , in tutte le sue parti . 8 .

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  19/11/2012 21:07:32
   5½ / 10
A' Devid, un ce la fai a farme piacè i sbirri.

Proprio così. L'America tenta un film innovativo sullo scottante tema della polizia e fallisce. Fallisce perché Ayer pensa che i buoni lavori si facciano in poco tempo. La sceneggiatura, scritta in sei giorni, fa acqua da tutte le parti. Sia narrativamente, che contenutisticamente. Un mare di retorica (il monologo d'apertura è imbarazzante), un mare di bugs, un mare di banalità. In realtà amo questa banalità tutta americana, una banalità che si concretizza soprattutto col personaggio di Janet e soprattutto con il volto e la performance dell'attrice Anna Kendrick, che dopo una discutibile prova nel meraviglioso "Up in the air" (J. Reitman) ci ripropone la stessa prova e non capiamo se sia brava o no. In ogni caso, tremenda la sequenza in cui si filma. Ma non è colpa sua, è la sceneggiatura che fa *****.
Il punto di forza di sto filmetto secondo me (il motivo di un voto così alto) non è tanto che per la prima volta non parla di quanto faccia schifo la polizia, piuttosto sta nei fantastici dialoghi tra i due amici, interpretati dai magnifici Gyllenhaal e Pena, perfettamente a loro agio, divertenti e capaci di rendere i loro personaggi davvero apprezzabili e condivisibili. Nonostante siano sbirri.
Patetico come al solito il titolo italiano. Dicevo che la banalità tutta americana di questo tipo di film mi piace perché amo l'America e la sua subcultura astorica. La sua volgarità, il suo relazionarsi, il suo prendersi sul serio. Il buon proposito di Ayer fallisce, soprattutto a pensare che in giro c'è roba come Breaking Bad (di cui tra l'altro ripropone lo schema bianco/ispanico di Hank e Gomie). Ma resta un godibile poliziesco, con qualche nota strappalacrime di troppo.

1 risposta al commento
Ultima risposta 05/12/2012 23.28.22
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento tnx_hitman  @  08/11/2012 17:44:34
   8 / 10
Siamo ad un'altra prova di Ayer convincente,ben ritmata,con interpretazioni intense,molto misurate.
End Of Watch andiamo con ordine.
Visionato un mesetto fa,la nuova pellicola del nostro esperto in analisi dei sobborghi malavitosi si cimenta di nuovo in una Los Angeles insidiosa,mai così spietata.Seguiamo con occhi attenti una coppia di agenti di pattuglia con riprese dal vivo,che sembrano materiale preso dal dipartimento di Polizia.I due attori energici e sicuri di se(l'accoppiata Gyllenhall-Pena spericolata)si distaccano dalla figura di interpreti e abbracciano a piene mani il profilo reale,veritiero di un poliziotto che rischia il tutto e per tutto per guadagnarsi la pagnotta,coinvolto in situazioni al limite del sopportabile nella quale chi ha i nervi meno saldi viene trucidato e fatto fuori.
Il ritmo è molto ben dosato,abbiamo picchi di tensione che mai avrei pensato di trovare in una pellicola apparentemente"leggera" e scanzonata,ma al suo interno molto cruda,decisamente matura,con una sceneggiatura di ferro che ci fa affezionare alla vita privata delle nostre due"pecore immerse nella fossa dei lupi",e poi ci porta a pregare di non vedere i loro corpi distesi in strada sanguinanti.
Ogni giro di pattuglia è imprevedibile.Le sparatorie ricalcano lo stile Michael Mann,con inquadrature nitide,fluide,digitali,con una fotografia che gioca col"vedo e non vedo",che si mescola con il chiassoso sonoro che ti tiene col fiato sospeso.
E i minuti finali fanno parte di un maestoso concentrato di adrenalina,con una resa dei conti conclusiva che appaga e che porta il mio giudizio nei confronti di questo film a buonissimi livelli.
Ayer è un mago ad analizzare il marcio dell'America ma la vera faccia dell'America che viene trascurata.Antoine Foqua riuscirebbe anche lui a presentarci dei polizieschi degni di nota,ma la sua filmografia non ha più convinto e lui ha perso decisamente lo smalto,non ha più nulla da dire.
Invece il regista di questo End Of Watch prepara dopo Harsh Times e Street Kings ancora una volta un pugno nello stomaco per gli spettatori,una pellicola che intrattiene ma non solo,ci porta a guardare in faccia alla brutalità intrisa ma nascosta degli angoli più oscuri di una nazione che cerca sempre di apparire la più potente al mondo.
E per questo lo dobbiamo lodare.

Recensione in anteprima dal vostro tnx di fiducia.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#ops - l'evento1938 diversi7 sconosciuti a el royalea private warachille taralloalmost nothing - cern: la scoperta del futuroalpha - un'amicizia forte come la vitaanatomia del miracoloangel faceanimali fantastici: i crimini di grindelwaldarrivederci saigona-x-l: un'amicizia extraordinariabaffo & biscotto - missione spazialeberniniblack tidebohemian rhapsodycalcutta - tutti in piedichesil beach - il segreto di una nottecoldplay: a head full of dreamscolette (2018)conta su di me (2018)conversazione su tiresia. di e con andrea camilleri
 NEW
conversazioni atomichecosa fai a capodanno?dinosaurs (2018)disobediencee' nata una stella (2018)euforiafriedkin uncut - un diavolo di registafuoricampoghostland - la casa delle bamboleguarda in alto
 HOT
halloweenhell fest
 NEW
hepta. sette stadi d'amorehunter killer - caccia negli abissii spit on your grave: deja vui villaniil banchiere anarchicoil castello di vetroil complicato mondo di nathalieil destino degli uominiil grinch (2018)il mistero della casa del tempoil presidente (2018)il primo uomo (2018)il ragazzo piu' felice del mondoil salutoil sindaco - italian politics 4 dummies
 NEW
il testimone invisibileil verdetto - the children actil vizio della speranzaimagine (2018)in guerrain viaggio con adeleisabellejohnny english colpisce ancoraklimt & schiele - eros e psichela diseducazione di cameron postla donna dello scrittore
 NEW
la donna elettricala fuitina sbagliatala morte legalela prima pietrala scuola seralela strada dei samounil'albero dei frutti selvaticil'ape maia - le olimpiadi di mielel'apparizionele ereditierele ninfee di monet: un incantesimo di acqua e lucelo schiaccianoci e i quattro regni
 NEW
lo sguardo di orson welles
 NEW
lontano da quilook away
 NEW
l'uomo che rubo' banksy
 NEW
macchine mortalimalerbamenocchiomillennium - quello che non uccideminicuccioli - le quattro stagionimiraimorto tra una settimana... o ti ridiamo i soldimuseo - folle rapina a cittÓ del messiconessuno come noinon ci resta che vincerenon dimenticarmi - don't forget menon e' vero ma ci credonotti magicheoltre la nebbia - il mistero di rainer merzopera senza autoreotzi e il mistero del tempoovunque proteggimipapa francesco - un uomo di parolapiccoli brividi 2 - i fantasmi di halloweenpupazzi senza gloriaquasi nemici - l'importante e' avere ragionered land (rosso istria)red zone - 22 miglia di fuocorenzo piano: l'architetto della luceride (2018)robin hood - l'origine della leggendaroma (2018)santiago, italiase son rosesearchingseguimisenza lasciare traccia (2018)sick for toysslaughterhouse rulezsmallfoot - il mio amico delle nevisogno di una notte di mezza eta'soldadostyxsulle sue spallesummer (leto)terror take awaythe barge peoplethe domesticsthe other side of the windthe predatorthe reunionthe wife - vivere nell'ombrathis is maneskinti presento sofiatre voltitroppa graziatutti lo sannoun giorno all'improvvisoun nemico che ti vuole beneun peuple et son roi
 NEW
un piccolo favoreuno di famigliaup&down - un film normaleupgradevenom (2018)widows: eredita' criminalezanna bianca (2018)zen sul ghiaccio sottilezombie contro zombie - one cut of the dead

981994 commenti su 40571 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net