don't look up (2021) regia di Adam McKay USA 2021
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

don't look up (2021)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film DON'T LOOK UP (2021)

Titolo Originale: DON'T LOOK UP

RegiaAdam McKay

InterpretiJennifer Lawrence, Leonardo DiCaprio, Meryl Streep, Cate Blanchett, Rob Morgan, Jonah Hill, Mark Rylance, Tyler Perry, Timothée Chalamet, Ariana Grande, Kid Cudi, Ron Perlman, Melanie Lynskey, Himesh Patel, Michael Chiklis, Tomer Sisley, Paul Guilfoyle, Robert Joy, Ashleigh Banfield, Gina Gershon, Meghan Leathers, Ross Partridge, Frank Ridley, Tamara Hickey, Matthew Perry, Chris Evans, Sydney Jenkins

Durata: h 2.25
NazionalitàUSA 2021
Generecommedia
Al cinema nel Dicembre 2021

•  Altri film di Adam McKay

Trama del film Don't look up (2021)

Don't Look Up racconta la storia di due umili astronomi che partono per un enorme tour mediatico con l'obiettivo di avvisare l'umanità dell'avvicinamento di una cometa destinata a distruggere la Terra.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,93 / 10 (62 voti)6,93Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Don't look up (2021), 62 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Attila 2  @  30/06/2024 23:12:24
   6 / 10
Quello che è già successo, quello che MERITATE che succeda, quello che succederà !!

benzo24  @  20/01/2024 13:03:38
   4 / 10
Nonostante certi spunti interessanti, il film è solo una parodia che sta tra tra 2012 e Melancholia

ValeGo  @  07/01/2024 17:03:10
   8 / 10
Era da tanto che non vedevo un film così ben fatto. Ottimo cast e ottima trama. Tremendamente realistico e attuale.

camifilm  @  25/11/2023 15:41:48
   8 / 10
Vi siete rivisti in uno o più personaggi?
Avete riconosciuto altri personaggi attuali?
Se non lo avete fatto, non avete capito.

Tutto bello, dico solo 2 cose piaciute meno:
Lunghezza trascinata
Purtroppo la pecca del film è di mantenere uno stile commedia leggera, non incide come uno Sci-fi e non è esilarante come comicità.

È una storia da seguire e riflettere sui temi, personaggi, soluzioni e interessi veniali.

Meteorite, virus, Millennium bug,...qualsiasi possa essere il problema sull'uomo.

Durante titoli di coda ci sono 2 scene a chiusura

Ottimi attori

markos  @  25/04/2023 06:48:32
   7 / 10
Buon cast di attori. Film moralista.

Godbluff2  @  26/02/2023 16:29:13
   6½ / 10
"Don't Look Up" è il film nel quale a McKay è concesso di fare le cose davvero in grande.
Grande è il cast, visto che qui c'è la crema recitativa di diverse generazioni di attori e attrici; grande è il budget, quantomeno il più corposo a sua disposizione fino a questo momento; grande l'ampiezza tematica del racconto, di caratura "Galattica" più che mondiale; grande è l'esposizione e la promozione concessa al film; grande è la messa in scena realizzata da McKay. Tuttavia, non sempre le opere migliori escono fuori facendo semplicemente le cose più in grande rispetto a prima.
Purtroppo a me "Don't Look Up" ha deluso; non una delusione cocente, bensì una che mi aspettavo di ricevere, una che temevo.
Lo temevo perché quando è Netflix a metter le mani sulla distribuzione di un film che si pone di essere una commedia satirico-apocalittica allora il dubbio che la forza della sua proposta debba essere stata annacquata attraverso il torrente di paletti direttivi viene; ma, al di la di quale possa essere stato il motivo, il problema è che questa commedia satirico-apocalittica, per quello che è il mio gusto e punto di vista, non graffia. Non Graffia, maledizione.
McKay abbandona il racconto di un evento storico o il film biografico e sceglie invece una storia originale con l'obbiettivo di satireggiare la sempre più sciagurata civiltà umana, sempre più de-umanizzata dalla soffocante dipendenza dal mondo ultra-frenetico/ultra-finto-sociale e tecnologico da lei stessa creato, fino a restare quasi del tutto indifferente alla propria imminente estinzione o non riuscendo a far di meglio che trasformarla in uno spettacolare show mediatico stracolmo di ipocrisie e dimostrazioni di imbecillità dove il reale supera di gran lunga il surreale.
Ottime le premesse, meno la realizzazione nei fatti. Forse perché l'ho trovato fin troppo "generalista" nell'esporre alla berlina un'enorme quantità di carne al fuoco e, quindi, senza mai riuscire a cuocerla del tutto, questa promettente bistecca, annacquando spesso critiche e comicità per costruire un film che non ha abbastanza forza da arrivare con contenuti davvero solidi alle due ore e mezza di durata; insomma, l'ho trovato davvero pesante, un film che vorrebbe dire tantissimo ma in realtà non ha abbastanza da dire né ha, o gli è stato concesso, il giusto mordente per farlo.
Poi certo, ci sono cose che dipendono molto da me: sono per carattere e scelta molto lontano dal "mondo social" e non riesce a non urtarmi l'ossessiva e parossistica esibizione del suo lato più folle e fanatico né sono riuscito a togliermi l'impressione molto fastidiosa che, nonostante il teorico obbiettivo satirico, tutta questa esibizione di modernità giovane d'interazione mediatica-social(esca) finisca per essere solo un rafforzamento di questo status sociale; paranoie mie, più probabilmente. Tuttavia è vero che tutta la satira e le critiche pungenti verso l'estrema deriva della nuova socialità umana del terzo millennio d.C. (dopo Coso) a me sono sembrate, in realtà, del tutto innocue, accettabili e integrate all'interno di un sistema di normale auto-parodia della nostra società che non aveva bisogno di un film così per mettersi in scena e che anzi spinge il successo di questa parodia perché tanto non c'è nulla che la costringa veramente a riflettere su se stessa.
Non c'è, in "Don't Look Up", un vero spunto di riflessione, una puntura costante e dolorosamente divertente, non c'è nulla che per quanto mi riguarda non fosse già scontato, ovvio, lapalissiano prima della visione, non ha idee davvero brillanti e non apre strade di satira interessanti come avrebbe potuto, ovviamente nell'ambito di quello che sarebbe sempre rimasto un intrattenimento cinematografico di classe, sia chiaro. E tutto questo in realtà me lo aspettavo (da Netflix) e non ne sono rimasto stupito.
Ahimè non mi ha mai, proprio mai fatto ridere, solo sorridere qualche volta. Gli manca l'ispirazione "comica" ma è carente anche del coraggio mostrato da McKay nei suoi due film precedenti, tanto nella messa in scena e nelle idee narrative/meta-narrative di regia e di montaggio (anche qui sempre del solito fedelissimo Corwin) quanto nell'esposizione critica del materiale narrativo. Tutto questo dunque lo rende anche un film annacquato e parecchio pesante nel ritmo e nel coinvolgimento, per quanto mi riguarda.
Naturalmente, McKay riesce a realizzare alcune sequenze memorabili, ci sono dei dialoghi o dei passaggi riusciti, qualche guizzo più brillante nelle due ore e mezza lo si trova, certo e, soprattutto, gli attori sono meravigliosi-e grazie ar càzzo-visto che sono tra il meglio del meglio a disposizione per il cinema americano: Di Caprio, Lawrence, Streep, Blanchett, Hill e via così. Nessuno di loro è meno che ottimo qui dentro, come ci si aspetta da loro. Le prove degli attori sono la cosa migliore di un film che mi da l'idea di un prodotto anche simpatico, intendiamoci, le satire sull'imbecìllità umana sono sempre bene accette, ma che pare un vecchio centenario sdentato, benvoluto e accettato proprio per questo da quelli ai quali urla contro. Spero McKay ritrovi quel genuino coraggio narrativo, ma anche quel gustosissimo senso del ritmo di due filmoni come "The Big Short" e "Vice", questo mi è piaciucchiato ma molto, molto meno.

weareblind  @  12/02/2023 21:50:12
   8 / 10
Niente da discutere, eccellente film di critica travestito da commedia.

biosman2010  @  22/01/2023 02:15:04
   6½ / 10
Film ben realizzato, con cast stellare..
C'è chi dice.. morale, critica alla società, alla politica..
No! essenzialmente mi sembra più propaganda, esaltazione, sublimazione..
E' la sfacciata descrizione dell'era attuale, camuffata di grottesco e di satira.. ma neanche poi così tanto, quanto potrebbe esserci di surreale di questi tempi, molto di più di quello che pensiamo... mi viene in mente in proposito la canzoncina natalizia dei virus star nostrani.. ma anche tutto il resto di questi tre anni..decine e decine di esempi..
Praticamente mi pare l'anteprima di ciò che avverrà nel futuro, in perfetto stile "hunger games".. della nostra Jennifer Lawrence..

Ma quando arriverà veramente una cometa per sistemare le cose?

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  13/01/2023 12:09:41
   7½ / 10
Pur essendo stato scritto nel 2019 è un resoconto perfetto del mondo odierno; dentro c'è tutto, dalle tv mainstream votate solo alla spettacolarizzazione delle notizie fino alle testate online ossessionate dalle regole della viralità. Dal lavoro del ricercatore brillante che cade vittima del suo stesso 'successo' e finisce per autocompiacersi (esempi illustri ne abbiamo, eh?), fino alla parodia (amabilmente frustrante) di un esercito di 'no vax' con cappellino e bava alla bocca. E poi c'è IL personaggio clou, interpretato da un sempre splendido Mark Rylance, macchietta perfetta di Elon Musk che più Elon Musk di così non si può (ma potremmo anche interscambiarlo con un miliardario a caso alla Jeff Bezos al quale non rimane che comprarsi una poltrona al fianco del Presidente per poi puntare direttamente all'Universo. Capitalismo spiegato bene)
Tempi tragi/comici perfetti, bravi tutti, da Di Caprio a Meryl Streep, con menzione d'onore per una Jennifer Lawrence esplosiva che ruba sempre (e sottolineo sempre) la scena a tutti (2 anni di pausa da Hollywood, non lo fare mai più <333).

polbot  @  10/01/2023 00:09:04
   4 / 10
BigHatLogan91  @  03/01/2023 17:27:40
   7 / 10
Simpatico film tragicomico, con un cast notevole.

Thorondir  @  24/11/2022 18:10:31
   7 / 10
Capisco le critiche che sono state mosse a questo film. Per certi versi sono anche condivisibili. Ciò che però mi preme sottolineare di questo lavoro di McKay è il coraggio: è tutt'altro che scontato fare un film così provocatorio e così dissacrante rispetto alla società statunitense (non a caso le maggiori critiche sono arrivate proprio dagli Usa): perchè il film non è solo un attacco al mondo dei media, della politica, dell'imprenditoria pseudo illuminata e filantropica: è anche un attacco contro gli stessi cittadini statunitensi, descritti o come complottisti trogloditi che credono alle favole e non alla scienza o come distruttori improvvisi e irrazionali. Ma è anche un attacco contro quel mondo degli esperti che, dopo l'iniziale dovere della divulgazione scientifica, odorano il successo e la notorietà e diventano ingranaggi dello stesso sistema che miravano a combattere/cambiare. Su questi elementi interessanti, oltre le gag e le battute, un altro elemento da sottolineare è la gestione del montaggio: questo non può essere un film "di regia", è troppo basato su primi piani e campi/controcampi per esserlo. È invece un solidissimo film di montaggio in cui la freneticità e il ritmo della narrazione mai vengono a perdersi, riuscendo invece a tenere una linea narrativa che si districa tra molti personaggi e che riesce a non far perdere nulla allo spettatore. In questo si vede che McKay (autore anche della sceneggiatura) viene dal mondo della tv.

BostonGeorge  @  23/10/2022 12:14:25
   9 / 10
Media ingiustamente bassa per un film godibilissimo.
Cast eccellente e musiche azzeccate.
Divertente spaccato di una società contemporanea palesemente alla deriva (quella americana poi..) che riesce a mettere in discussione addirittura la sopravvivenza pur di rimanere concentrato sulle caxxate e per quella "bizzarra" tendenza, ormai diffusa, di cercare ovunque complotti da smascherare, mentre i potenti governano per interessi personali.
Tutti stereotipi visti e rivisti ma non si può negare che trasmette il messaggio in maniera piacevolmente provocatoria e mai banale.
Qualche forzatura qua e là che non stona neanche troppo... finale mitico.

Light-Alex  @  28/06/2022 15:18:58
   7½ / 10
Brillante film di Adam McKay che sceglie di trattare un evento apocalittico destinato a distruggere l'umanità con un taglio non catastrofico, non da disaster moovie nè tanto meno da film stile "Armageddon", bensì sceglie di calarlo nella nostra dimensione reale, per mostrarci quali e quanti errori la nostra società correrebbe di fronte ad una tale notizia.

L'idea è di mostrare la moltitudine di errori e deviazioni che rischieremmo di compiere che ci allontanerebbero dall'obiettivo comune di salvarci. Il film è un'enorme satira a un'infinita lista di temi caldi dei nostri tempi: la comunicazione in senso ampio (social media, gironalisti, televisione), la politica (corruzione ed egoismo e ambizione personali, incapacità di progettare a lungo raggio ma desiderio di raccogliere consenso elettorale subito), scienza (spettacolarizzazione, scienziati che si improvvisano influencer, maschilismo e nonnismo), guru della silicon valley (eccessiva e ingiustificata fiducia in essi, eccesso di potere, uso ambiguo dei dati personali).

Le critiche sono talmente ampie e ad ampio raggio che alla fine il film vira sui toni del surreale, i personaggi diventano macchiette, il tutto diventa commedia, pur partendo da un tono quasi da reportage realistico.
Il tutto quindi diventa un grande gioco, con un cast stellare, un buon ritmo e il sapore di critica ai nostri tempi, che però poi alla fine risulta lieve su tutti i fronti e non colpisce bene nulla.

Forse la satira vera e propria è a noi consumatori finali, che siamo in grado di farci prendere in giro da così tante fonti diverse senza neanche rendercene conto.

DogDayAfternoon  @  02/05/2022 21:28:26
   7 / 10
Il pretesto è abbastanza (forse anche troppo) stupido, sicuramente il fatto che poi il tutto venga interpretato in chiave ironica e semi-grottesca fa sì che venga preso poco sul serio, fortunatamente. E probabilmente è proprio questa la forza del film, oltre ovviamente ad un cast galattico non di poco conto, il quale comunque devo dire che non sfodera in nessuno dei suoi componenti chissà quale interpretazione, considerando i nomi in cartellone: la migliore a mio avviso è Meryl Streep.

Concordo poi con chi l'ha trovato un po' troppo lungo, ma direi che comunque nel complesso la visione risulta piacevole.

Beefheart  @  13/02/2022 17:01:27
   5 / 10
Trovo che sia eccessivamente didascalico e banale. A tratti macchiettistico, mi fa pensare ad un Idiocracy 2.0
Ed io vomito con Idiocracy.
Belli i colori.

ragefast  @  13/02/2022 00:56:04
   7 / 10
Film satirico e grottesco che ha fatto parlare molto qui in Italia tra fine 2021 e 2022, risultando tra le opere più viste su Netflix.

Ideato prima della pandemia, ma girato durante la stessa, probabilmente è finito per essere involontariamente un film assolutamente attuale per il tema catastrofico/scientifico e le conseguenze su politica, opinione pubblica e interessi economici.

Le reazioni sono estremamente diverse: la politica che cerca di trarre vantaggio da questa storia snobbando inizialmente la vicenda e subito dopo cercando di sfruttarla a proprio vantaggio, tra proclami e toni trionfalistici del nemico esterno; gli scienziati che finiscono nel turbine mediatico e perdono in parte le staffe (principalmente DiCaprio); l'opinione pubblica che si divide tra chi crede, chi non crede, chi è disorientato e vorrebbe vederci chiaro.

Personaggi più riusciti sicuramente il presidente interpretato da una super Maryl Streep, estremamente cinica e senza scrupoli, interessata solo ai sondaggi e ad eventuali interessi economici, che in tal caso hanno come volto quello di Mark Rylance, che velatamente somiglia al tycoon del tech, il megalomane che vede in una possibile catastrofe un'opportunità per guadagnarci. Ottimi i due protagonisti, secondo me la Lawrence ha fatto un po' meglio di DiCaprio, rappresentando la dottoranda snobbata e in crisi di nervi per l'assurda situazione.

Difficile dire a chi vengono rivolte le critiche da un punto di vista di schieramenti, perché nel mirino potrebbero esserci repubblicani (per i temi patriottici, di negazionismo, etc.) ma anche democratici (la scelta della Streep come presa in giro alla Clinton?). Insomma, a me è sembrata una critica generale alla società, a prescindere dai colori.

Non un capolavoro, ma un film sicuramente che merita la visione, una satira molto forte e azzeccata.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Febrisio  @  12/02/2022 08:27:05
   6 / 10
Anche fosse durato un'oretta di meno riuscivano comuqnue a comunicare lo stesso messaggio, anzi forse sarebbe stato più obiettivo. A mio modo di vedere non merita nemmeno di stare in lista come miglior film agli oscar.

Goldust  @  29/01/2022 16:19:01
   7½ / 10
Satira sulla stupidità umana imbambolata dai media con spiegamento di ricco cast: non tutto gira a dovere o è di prima mano, ma i momenti di grande divertimento sono numerosi oltre ad essercene qualcuno di giusta riflessione verso temi sempre più attuali riguardanti il destino del nostro povero pianeta. Per il sottoscritto la palma della migliore in campo va ad una strepitosa Cate Blanchett, che presta volto e movenze ad una anchorwoman mangiauomini tutta da godere ( e sul tema il regista aveva già fatto centro in passato ). Di contro il prezzemolino Chalamet sembra essere messo lì per allungare il brodo, visto che il suo personaggio risulta essere abbastanza inutile alla causa. Ma è una piccola critica che non inficia il risultato finale di un'opera che si può dire ben riuscita.

Oskarsson88  @  29/01/2022 10:47:04
   7 / 10
Non male, molto satirico, prende in giro la politica, le multinazionali e l'establishment televisivo, la prima con la sua costante cecità e la ricerca del consenso, le seconde con la loro ingordigia che viene prima di tutto e la terza con la superficialità e la spettacolarizzazione. Ma prende anche in giro i cittadini, chi crede, chi non crede, le spaccature. Una commedia satirica che dovrebbe far riflettere...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

zerimor  @  27/01/2022 22:14:55
   7 / 10
Satira pungente ma a mio avviso eccessiva al punto da diventare talvolta oltremodo demenziale.
Fantastica la struttura fantascientifica.
Ottimo cast e interpretazioni convincenti.
Parte finale coinvolgente: dal momento nel quale la cometa fa capolino nell'atmosfera terrestre lo sviluppo cresce d'intensità e qualità.
Insomma nel complesso un bel film, ma ribadisco, troppo caricaturale. Probabilmente un'occasione "sprecata" perché con un po' più di moderazione nella forma sarebbe potuto essere molto di più, forse anche un capolavoro chissà.

the saint  @  25/01/2022 13:49:42
   6½ / 10
il tema è molto attuale, però forse fatto troppo a documentario

il ciakkatore  @  24/01/2022 19:48:43
   7½ / 10
Commedia,dramma e grottesco,questo è! Io l'ho interpretato come la nostra società sta convivendo con la situazione attuale...vedi Covid. Fa riflettere e personalmente non annoia,certo non può prendere come un film da forti emozioni,ma fa il suo,purtroppo descrive ciò che accadrebbe se un evento catastrofico avvennisse realmente...arivedi Covid. Non lo vedo tanto esasperato nelle situazioni che si verrebbero a creare,perchè purtroppo siamo così veramente,qualsiasi cosa può accadere al mondo..Covid..meteoriti...o chissà che altro e comunque non saremo mai tutti uniti nello stesso modo di percepire il fatto. Questo film lo descrive magarri in maniera leggermente grottesca,ma purtroppo nemmeno troppo lontano dalla realtà

Scuderia2  @  24/01/2022 07:47:36
   10 / 10
Non posso arrivare a dire che mi abbia eccitato, ma coinvolto tremendamente sì.
A partite da un cast siderale impegnato in una sfida di smorfie, faccette e ammiccamenti.
Dialoghi fantascientifici e situazioni paradossali continue mi hanno provocato sensazioni che avevo provato solo un'altra volta: con Pulp Fiction.
Le tavole rotonde col Presidente e le dirette al talk show sono robe da ricordare e rivedere negli anni.
Provo a fermare qualcuna delle scene epiche.

Il Filantropo (il mio personaggio preferito) che fissa il quadro della Guerra di Secessione e poi annusa i capelli di una scienziata.

Jonah Hill che si tocca le narici e regge la borsetta della madre.

I due conduttori dello show assolutamente irresistibili:
'Non immaginavo che la Subaru fabbricasse anche telescopi'
'Sembra molto eccitante: esplosioni stellari, stelle che esplodono davvero'
'Può distuggere la casa di qualcuno?'; 'Bella grande' (riferito alla cometa)
'Alleggeriamo le cattive notizie'
'La signora che strilla non la vogliamo più'

Il solito, grande DiCaprio, Il profeta del giorno del giudizio con gli occhi da sesso (AILF), monumentale quando perde la testa anche lui in diretta.

Le pale a 599 dollari

Il Messaggio a rete unificate del Presidente sulla corazzata di Cher (con eroe).

E riescono ad avere un senso anche Ariana Grande e la sua track che addolcisce l'apocalisse, e Chalamet col suo tocco religioso.

Siamo messi così, con la caccia a like e visualizzazioni anche sotto catastrofe.
Si spera almeno che nessuno, dopo il film, sia andato in un negozio di elettronica a cercare un cellulare BASH.
Perché altrimenti l'estinzione è l'unica via.

Spaziale.

werther  @  23/01/2022 19:31:42
   6 / 10
Film che apparentemente sembra il solito disaster movie, mentre il focus non è sul disastro imminente ma su come verrebbe vissuto oggi, estremizzando chiaramente il concetto. Il concetto è condivisibile e attuale come non mai, la realizzazione però non mi ha fatto sobbalzare. Un filmetto guardabile ma niente che faccia gridare al miracolo. Il cast è di tutto rispetto e il finale forse è un pò troppo eccessivo.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  21/01/2022 13:59:44
   7½ / 10
Magari tutto finirà e quei negazionisti continueranno a negare il virus, l'olocausto o addirittura la fine del mondo.

Adam McKay ironizzando moltissimo non va poi tanto fuori dalla strada del "tratto da una storia vera". Certi atteggiamenti dei media o dei politici sono credibili.

Il film è assolutamente geniale, c'è poco da aggiungere. Un cast di premi oscar mai visto che regala spettacolo al centro di una vicenda paradossale ma non troppo.

Da non perdere.

Kyo_Kusanagi  @  17/01/2022 15:34:50
   7½ / 10
Geniale! un film che usa il pretesto dell'evento catastrofico per fare satira ,criticando neanche troppo velatamente la politica Trump sull'ecologia, la società moderna, il mondo dei media e social network fino ai negazionisti della pandemia (emblematico l'atteggiamento e lo scetticismo dell'opinione pubblica davanti a dati scientici certi sul disastro imminente ). Tantissimi spunti di riflessione su come seppur in modo grottesco ed esagerato viene dipinta la nostra società : cinica, ipocrita, opportunista e superficiale.
Cast eccellente capitanato da un Di Caprio ispiratissimo e da tanto in prima linea come attivista sulle questioni ambientali,

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER ma anche la brava Meryl Streep o la bella Cate Blanchett . Due ore e mezza che non si sentono proprio, grazie alla presenza di tante stelle e un ritmo sostenuto. Consigliatissimo!

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  14/01/2022 16:03:59
   6½ / 10
McKay firma una sorta di satira sociale in cui mette alla berlina tutta l'idiozia della società dello spettacolo. Politicamente parlando, la pellicola è chiaramente anti-Trump, e questo è sicuramente un limite poiché ne limita la portata; la cometa ovviamente è la metafora del cambiamento climatico.
Tutto tecnicamente buono, bene il cast. Una visione godibile ma non un gran film.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  09/01/2022 12:35:50
   8 / 10
Se questo film è stato effettivamente concepito in epoca prepandemica, in effetti certe dinamiche sono replicate con una certa approssimazione. Sostituendo il meteorite con il Covid il gioco è fatto. Ormai è la comunicazione ed il modo di comunicare soffoca l'essenza del messaggio e nemmeno di fronte all'Armageddon imminente, la stupidità e l'inettitudine regna sovrana. Don't look up ha un'impostazione tipica dei disaster movie degli anni 90, ma viene virata in tonalità satiriche dove la risonanza data dai vari media soffoca appunto l'essenza del messaggio. In teoria l'umanità avrebbe i mezzi per salvarsi, ma compie atti che portano alla sua completa distruzione. Siamo nei territori del Dottor Stranamore o anche del meno conosciuto La seconda guerra civile americana di Joe Dante. McKay non raggiunge queste vette, tuttasvia possiede quella brillantezza ed incisività per essere apprezzato appieno.

Niko.g  @  07/01/2022 23:57:02
   5½ / 10
Satira è una parola grossa. Nella prima mezz'ora è rintracciabile il senso dell'opera, poi si procede con la reiterazione delle stesse banalità, con poca fantasia e caratterizzazioni macchiettistiche e superficiali.
Vedere sfruttata (e pubblicizzata) l'immagine di Ariana Grande in un film che vorrebbe sottolineare la stupidità al tempo dei social, fa sentire un po' stupidi (complimenti per il corto circuito degli autori).
Durata ingiustificata e credibilità scarsa.

7219415  @  07/01/2022 17:47:52
   6½ / 10
Non mi ha convinto del tutto...

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Enzo001  @  07/01/2022 16:29:49
   7 / 10
Non è facile fare satira su un tema di assoluta attualità: il rischio di cadere nel banale o nel telefonato è praticamente dietro l'angolo.
Anche l'eccessivo riferimento a social media come instagram e co. può rivelarsi rischioso o persino
McKay è riuscito a districarsi fra numerosi rischi e tutto sommato ne è uscito bene. Qualche dubbio sul finale e sulla lunghezza del film.

Vegetable man  @  07/01/2022 00:34:16
   4½ / 10
Questo film fa arrabbiare, ma non per il motivo che vorrebbe. Fa arrabbiare perché spreca un cast stellare per una cosuccia oscenamente didascalica, recitata male e sopra le righe, così caricaturale da sfociare nella parodia, invece della satira a cui aspirerebbe. E dire che bastava poco, semplicemente calcare meno la mano, essere più sottili, portare più sfumature e profondità ai personaggi. Sorprendere, ogni tanto. Invece, ne è uscito un film che non aprirà gli occhi a nessuno, ma al massimo farà fare qualche sbadiglio. E sarà esaltato giusto dai SJW da salotto su Instagram.

VincVega  @  05/01/2022 17:33:00
   8 / 10
"Don't Look Up" fa inc****re, perchè pur essendo un'esagerazione della realtà, non siamo troppo distanti a certe dinamiche politiche e sociali che succedono nel mondo. La critica statunitense non è stata benevola con il film di Adam McKay, forse perchè il regista ha spiattellato in faccia diverse cose ai suoi connazionali e sappiamo che quando l'americano medio viene giudicato, spesso non è in grado di esaminare quello che gli succede intorno. Cast veramente in palla, tutti bravi, mi fa piacere per la Lawrence, che ultimamente ha sbagliato un po' troppi film.

metal_psyche  @  05/01/2022 15:34:21
   3 / 10
Schifezza colossale di oltre due ore che vi annoierà e basta.

Hypeato come non mai, non capisco cosa ci sia di bello in questa pellicola.

A parte qualche battuta divertente, gli incessanti dialoghi vi romperanno solo le pall3 alla fine.

Fastidiosamente politicizzato (a sinistra) in una metafora dell'emergenza Covid che è impossibile da non notare: un film propaganda.

Non butto via tutto, perché la prima mezz'ora è anche carina e sembra presagire bene, ma poi, a mio avviso, l'opera non decolla mai.

Cast di mostri, ma non basta.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

3 risposte al commento
Ultima risposta 16/01/2022 23.05.40
Visualizza / Rispondi al commento
StefanoG  @  03/01/2022 18:45:34
   7 / 10
il film mi è piaciuto, interessante, divertente, abbastanza intelligente e soprattutto mi sembra una bella interpretazione, in chiave contemporanea e originale, della classica trama dell'asteroide o cometa che colpisce la terra.

LucaT  @  03/01/2022 17:21:39
   3½ / 10
per me è un film molto discutibile
tralasciando il cast che è l'unica nota di spessore
trovo che non è nulla di che anzi
risulta nel suo insieme -un filmetto riempitivo-
una commedia che evolve in dramma con un finalino strambo
che si vede e si dimentica subito poi
intrattiene per la sua durata ma vale poco
un film che non rivedrò

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR wicker  @  02/01/2022 17:16:18
   7½ / 10
Niente da dire , anche a leggere altri commenti mi sembra che siamo d'accordo su come questo film sia un punto fermo di una satira moderna pungente,cinica, paradossale al limite dell'irreale e a tratti grottesca al limite di far sembrare buona parte della razza mana stupida e schiava del " quinto potere" ovvero la rete, i social e quantaltro ne consegue .
Un otttimo film ben girato e montato , con un cast splendido (non capisco le stroncature a DiCaprio) e una scenggiatura brillante e dialoghi mai banali anche in situazioni delicate (come le visite alla casa Bianca).
Di contro un'eccessiva lunghezza e qualche forzatura in una parte centrale forse un pò troppo fantasiosa con la popolazione mondiale troppo idiota per sembrare reale .
Comunque nell'economia del film ci sta , ma io una mezz'ora l'avrei tranquillamente tagliata

maxi82  @  01/01/2022 21:24:07
   7 / 10
Un cast importante per un film adatto al periodo che stiamo vivendo... praticamente e raccontato perfettamente,fa riflettere fa ridere fa rabbia, ironicamente girato,da vedere

zakalwe  @  01/01/2022 11:05:25
   8½ / 10
Di gran lunga la cosa migliore che ho visto nel 2021!
Si basa su stereotipi, è didascalico e banalizzante!?
Vero, ma ce ne fossero di banalizzazioni di questo livello.
(ma poi si può parlare di banalizzazione per un film che non tutti arrivano a capire? Allora? è banale o complesso?)
Ogni parte, ciascuna "didascalia" è una lezione di cosa succede nei paesi industrializzati oggi. E' un Michael Moore moltiplicato per 15.
Media, influencer, guru , social, complottismo, covid, capitalismo, questioni di genere.
Con sarcasmo ed intelligenza affronta tutto.
Il film è una distopia tragicamente realistica che descrive, in modo comico e farsesco, il mondo in cui viviamo. In particolare restituisce il logos del sistema economico globale, l'anima del neoliberismo, qualcuno direbbe lo spirito del capitalismo in quanto tale: la ricerca del profitto ad ogni costo, fosse anche la fine della vita sul pianeta. Perché persino dalla fine del pianeta si ha l'illusione di poter ricavare profitti o, come viene venduto ad un'opinione pubblica pronta ormai a digerire qualsiasi cosa, di generare "posti di lavoro".

JohnRambo  @  31/12/2021 18:42:12
   6 / 10
Un prodotto gradevole che cerca di stereotipare i protagonisti degli ultimi due anni. Ottimo cast.

Invia una mail all'autore del commento Balrog  @  31/12/2021 15:53:04
   8½ / 10
Ottimo film che usa una satira molto efficace per denunciare la società attuale.
La cometa che distruggerà la terra fa meno paura della stupidità dell`uomo, le situazioni grottesche si susseguono per tutto il film e creano nello spettatore divertimento misto a tristezza e rabbia.
Opera che riesce nel suo intento di divertire e far riflettere.
Consigliato a tutti

Invia una mail all'autore del commento bart1982  @  30/12/2021 22:57:57
   7 / 10
Molto carina questa versione di film catastrofico in chiave moderna.
Il regista ci proietta in un contesto molto vicino a quanto visto durante la pandemia, con guru di ogni tipo che vengono eletti a super star e gli immancabili negazionisti.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento williamdollace  @  30/12/2021 15:06:04
   5½ / 10
COITO INTERROTTO.
Non ho trovato la contemporaneità pop di The Big Short né lo spessore politico di Vice ma mix e remix in chiave McKay fuori tempo massimo, come se fosse un film di 4 anni fa, considerato l'acume di Adam che di solito eiacula eccome in faccia allo spettatore, switcha e destruttura, spiana il tempo e lo accelera, drammatico eccome, satirico eccome, carne e pesce ma con gusto. Qui non ho trovato le bordate fuori campo ma solo interventi fuori tempo massimo, senza shakespeare (vedi prima stagione di Succession sempre con il suo zampino) o le vite a pezzi per scommessa. La decostruzione è interrotta, né l'uno né l'altro e quando i registri si mescolano non producono sbigottimenti, lo considero ancora un grande sceneggiatore montatore e regista ma questo è un mezzo passo falso, in cui gli obiettivi sono stati abbassati per un pubblico certo non abituato a lui ma non abituato troppo bene ai suoi pezzi da novanta (il Cheney ingessato nel corpo di un Bale da applausi di Vice o la decostruzione de La Grande Scommessa essa stessa narrazione seria, storia piega polsi, fiction elevata a verità e verità elevata a fiction). A chi è stato dato molto sarà richiesto molto: voto 5 e mezzo.

lukef  @  30/12/2021 12:32:29
   7½ / 10
Purtroppo è il film del momento pertanto, trattandone le qualità, ci si deve tristemente confrontare con quella schiera infinita di commentatori improvvisati che oggi gridano al capolavoro o alla ca**ta pazzesca, seguiti dalla loro entusiastica schiera di follower e smartphonisti incalliti a certificare l'autorevolezza delle rispettive sentenze.
Intellettualmente non si merita tutto questo (commercialmente sì) perché è un buon film e soprattutto ricco di scelte originali.
Il risultato è una critica discretamente sagace che copre numerosi aspetti del mondo contemporaneo, con un umorismo non sempre comprensibile e una commistione di generi atipica.
E' un film mainstream che tuttavia non teme di infastidire l'habitué di Netflix con uno sviluppo interessante dei personaggi, una componente religiosa (ad esempio) o un finale poco digeribile. Promosso.

marcogiannelli  @  29/12/2021 22:07:57
   8½ / 10
Avevo trovato La grande scommessa sopravvalutato, così come altri lavori del regista,, quindi all'annuncio di un altro film iperhyppato di Adam McKay non ero così tanto entusiasta. E invece, porca troia.
Film attualissimo, un'analisi lucidissima dell'oggi. E McKay colpisce tutti eh.
Le star che si attribuiscono battaglie di volta in volta diverse in base a cosa faccia più click, la tv che minimizza le cose serie per fare spazio alla visibilità, gli stessi scienziati che spesso si fanno corrompere non appena introdotti nel sistema mediatico (basta vedere la figura mediatica di Burioni oggi).
Ma anche noi, incapaci di vedere oltre il nostro naso, incapaci di credere alla verità incontrovertibile, capaci di assumere posizioni strampalate anche dopo 2 anni di informazioni su un virus di cui, ormai dovremmo sapere tutto, ed andare tutti nella stessa direzione.
I politici, che pur di vincere l'elezione tra 1 mese trascurano ciò che potrebbe succedere non tra 30 anni (come l'incombente cambiamento climatico), ma tra pochi mesi.
I social, mezzi per trasmettere tutto quello che ho scritto sopra, oltretutto esaltando le posizioni estreme.
E' un film che talvolta sembra andare sopra le righe per evidenziare quanto, effettivamente, siamo dei cretini.
Tutto ritmato benissimo, con una bellissima musica e un finale alla Melancholia.
E nelle scene dopo i titoli di coda un bell'omaggio a Tim Burton.
La scrittura sia del plot, ma anche dei dialoghi, vola alla grande.
Bravi gli attori, ho trovato per la prima volta fuori parte Chalamet, ma per il resto c'è una carrelata incredibile di personaggi tutti peculiari.
Se vi piace la satira intelligente, lasciate perdere i pregiudizi e correte a vederlo.

Invia una mail all'autore del commento luca986  @  29/12/2021 18:20:51
   7½ / 10
Simpatico. E che cast!

Mauro@Lanari  @  28/12/2021 16:45:09
   7½ / 10
Nel suo film più ambizioso, McKay evita il blockbuster d"Armageddon" o il nichilismo di "Melancholia" e guarda su fino a "Dr. Strangelove" per adattarlo ai cambiamenti epocali della nostra contemporaneità. Ma se Kubrick s'accendeva progressivamente passando dal grottesco all'invettiva finale sospesa tra farsa e satira devastanti, questo film segue il tragitto inverso: parte pieno di trovate spassos'e poi si blocca lì, in un'ironia parodistica che nella seconda parte non sa compiere geniali salti di qualità. Accontentiamoci: gli Stanley non nascono tutt'i giorni.

4 risposte al commento
Ultima risposta 07/01/2022 04.04.13
Visualizza / Rispondi al commento
topsecret  @  28/12/2021 14:46:42
   7 / 10
Satira socio-politica con inclinazioni apocalittiche.
Un cast di primo livello al servizio di una storia ben costruita, grottesca e inquietante allo stesso tempo, capace di un intrattenimento discreto sulla base di un'idea certamente non originale ma dotata di una certa inventiva, grazie a una regia capace e una sceneggiatura che riesce a miscelare più generi con intelligenza e abilità.
Forse un po' prolissa ma visione che non risulta pesante da seguire e che si fa apprezzare piuttosto facilmente.

Jumpy  @  28/12/2021 12:15:44
   7½ / 10
Per l'aspetto scientifico/astronomico ci sono diversi strafalcioni già da quando

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
ci si passa sopra tranquillamente in quanto il film si tiene costantemente sopra le righe, alternando grottesco/surreale/commedia/dramma.
Tende troppo a dilungarsi nella parte centrale: sarebbe potuto durare tranquillamente almeno mezz'ora in meno senza perdere efficacia.
Il cast è stratosferico, se la cavano tutti bene.
Senza scendere nel dettaglio tra le tante piccole gag e situazioni (alcune geniali) che danno l'idea

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Il messaggio che trasmette è potentissimo e fa riflettere.
Mi ha colpito particolarmente che,

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Il riferimento alla situazione attuale è immediato e centrato.
Anche se non è il filmone che mi aspettava (in questi giorni se ne parla dovunque), merita sicuramente una visione

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  28/12/2021 11:39:18
   8 / 10
Mi è piaciuta molto questa satira catastrofica più che mai attuale.
Un cast straordinario, impossibile fare qui una classifica di bravura.
Straconsigliato!

Signor Wolf  @  28/12/2021 11:20:12
   6½ / 10
Un film che si regge sugli attori, la commedia vorrebbe essere una sorta di fusion fra Melancholia ed Idiocracy, ma risulta solo forzata e didascalica nei suoi costanti riferimenti alla politica americana: continue strizzate d'occhio agli elettori democratici e citazioni davvero superflue.
Questo film invecchiera' alla stessa velocita' di un annuncio politico su twitter

Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  27/12/2021 23:36:14
   7½ / 10
Azzeccatissima satira catastrofista, con cui McKay si scaglia contro il modo in cui il genere umano, nelle sue sfaccettature di varia umanità reagisce di fronte alle catastrofi (pandemia, anyone?). Peccato l'eccessiva lunghezza, che penalizzano soprattutto la parte centrale.

Cast strepitoso, in cui tutti - ma proprio tutti - sono assolutamente in palla. Bello anche l'originale montaggio.

andrea9002  @  27/12/2021 19:30:13
   8 / 10
Un po' Armageddon un po' Idiocracy e un po' Melancholia.
Mezzo voto in più visto il periodo di magra al cinema causa covid, mezzo voto in meno perché poteva anche durare venti minuti in meno, 143 minuti passano bene su Netflix perché si può mettere in pausa!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

mrmassori  @  27/12/2021 14:40:33
   8 / 10
parodico e spaccato perfetto di questi inutli e idioti tempi dove la stupidità umana ha raggiunto livelli inimmaginabili.

BlueBlaster  @  27/12/2021 10:48:39
   8 / 10
Satira catastrofista molto buona con un cast stellare ed un interessante modo di vedere la fine del mondo.
Ci si diverte su un tema attuale (con molte metafore sulla pandemia di Covid con tanto di negazionisti efferati) cogliendo i molti lati negativi della politica corrotta e lobbista oltre al mondo dei social media fuori controllo.
Tutto è molto esasperato ed al limite dell'assurdo ma colpisce nel segno, strappa più di una risata risultando comunque intelligente e plausibile nel suo estremismo.

Tutti i personaggi sono la farsa dei loro corrispettivi reali ed il cast svolge un ottimo lavoro sia tra i personaggi primari ( Jennifer Lawrence e Leonardo DiCaprio) che comprimari ( Meryl Streep, Jonah Hill e Mark Rylance che risulta essere un mix tra Gates-Musk-Jobs)...qualcuno si porterà a casa dei Golden Globe ed in linea di massima il film qualche Oscar lo prende di sicuro (si parla pure della canzone di Ariana Grande che in effetti è carina).

Anche a livello tecnico e registico siamo su buonissimi livelli, non è inappuntabile ma fa la sua bella figura con effetti speciali validi anche se a volte quasi "fumettistici" come nel finale...il regista è molto pragmatico ed il film parte in quarta per poi arenarsi leggermente nella parte centrale, credo quindi avrebbe potuto starci dentro alle 2 ore risultando quindi ancora più fluido. Comunque sia a me il film è volato ed ha divertito parecchio tanto che sono ancora qui che ci ripenso!

Consigliato a tutti...

jason13  @  26/12/2021 15:46:46
   6½ / 10
Sicuramente un buon film, peccato per la parte centrale che mi risulta essere un po' noiosa. Finale di grande impatto. Ottimi gli interpreti.

frankb  @  26/12/2021 09:41:13
   4½ / 10
Onestamente non mi ha preso per nulla. Mostra solo quanto la stupidità e l'avidità di potere sia all'apice dell'uomo, per il resto il film ha solo un cast di ottimo/buon livello che in questo film ha perrso un pò di punti. A tratti sembra un film panettone, talmente è stupido e irrealistico, e questo non per la cometa ma per il contenuto.
Dovrei mettere un due per abbassare la media, ma preferisco non farlo

Moro89  @  25/12/2021 23:55:15
   7½ / 10
Ovviamente non è un disaster movie come si potrebbe ignorantemente presupporre.
Film ATTUALISSIMO che fa riflettere sulla stupidità dell'umanità e della società in cui viviamo

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

wuwazz  @  25/12/2021 20:17:31
   6 / 10
Il particolare e riconoscibile taglio registico e narrativo di McKay si presta abbastanza bene a questo genere comedy in cui le dinamiche reali sono leggermente alterate e parodiate. Il film è piacevole, ma credo che non sia uscito proprio come sperato: ci sono dei momenti in cui il flusso degli eventi un po' si perde e/o si arena. La morale e e la critica mossa alla società e alla politica di oggi sono chiarissimi, ed in questo senso il soggetto riesce a creare una forte empatia con lo spettatore; ciononostante, probabilmente il film soffre di una lunghezza eccessiva e di qualche sbandamento di troppo che in parte vanificano il grande sforzo degli attori, cui viene dedicato (giustamente) molto spazio e, credo, quasi totalmente carta bianca sulle caratterizzazioni e improvvisazioni

TheLegend  @  24/12/2021 20:33:22
   8 / 10
Davvero una commedia ben riuscita sotto tutti i punti di vista.
Riesce a divertire in maniera intelligente.

Manticora  @  20/12/2021 13:30:07
   8½ / 10
Netflix come sempre riesce ad azzeccare cast e storia.Grazie al talento di Adam McKay il film si muove su binari semplici ma chiari, dalla commedia drammatica al film catastrofista Don't look up riesce ad essere un credibile film non tanto di fantascienza catastrofista ma sull'abbruttimento e la mediocrità del genere umano. Basta notare l'egoismo, tutti i personaggi hanno un egoismo di fondo, dai peggiori (i politici, militari, giornalisti e uomini d'affari) ai minori, ovvero la gente comune, che si fà comunque abbindolare da i primi, salvo accorgersi guardando in alto che il problema della cometa è oramai EVIDENTE AD OCCHIO NUDO. Leonardo di Caprio si trova a suo agio nei panni dell'anonimo ma vanitoso professore Randal Mindy, ma comunque secondo me strappa una potenziale nomination per il personaggio, soprattutto quando sclera e nel monologo dentro lo studio giornalistico demolisce il sistema capitalistico e di sviluppo del genere umano. Jennifer Lawrence ovvero Kate, la stagista che praticamente ha scoperto che moriremo tutti lavora più per sottrazione, una outsider con capelli rossi, piercing e tatuaggi che ascolta metal. Ma sono il suo essere genuinamente stupefatta prima per l'incapacità dello stato di affrontare il problema e la sua presa di posizione fino all'indifferenza finale a rappresentare l'ottima interazione con il personaggio, possibile nomination anche qui. il resto del cast funziona, personaggi negativi come il presidente, una Streep con il pilota automatico, nell'essere una Trump in gonnella, affiancata dal meschino e iniquo figlio Jason, Jonah Hill mai così efficace nella parte dello st@@@zo. Aggiungiamo Mark Rylance nei panni dell'anaffettivo ed autistico uomo d'affari visionario e completamente PAZZO Peter Isherwell, che pensa di

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Il resto dei comprimari comprendono una star superficiale e affascinante che pensa che una canzone farà la differenza(Ariana Grande) una giornalista snob, presuntuosa e mangiatrice di uomini( Cate Blanchett) affiancato dalla spalla redazionale che la butta sulla battuta (Tyler Perry) un eroe di guerra affetto da demenza senile che crede di essere Clint Eastwood( Ron Perlman) Kid Kudi, Himesh Patel, Matthew Perry, Chris Evans e Timotheè Chalamet nel ruolo del ragazzo accattivante ma menefreghista.
Il tutto in un frullato di grandi speranze, idiozie conclamate follia collettiva fino

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Da vedere, anche al cinema.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

a quiet place: giorno 1abigail (2024)accattaromaacidamen (2024)
 NEW
animale umanoanimali randagianna (2023)arrivederci berlinguer!bad boys: ride or die
 NEW
cult killer - la vendetta prima di tuttodall'alto di una fredda torreeileenel paraisofantastic machinefederer: gli ultimi dodici giorni
 NEW
fly me to the moon - le due facce della lunafremontfuga in normandiafuriosa: a mad max sagagarfield - una missione gustosaghost: rite here rite nowgirasoligli immortali
 NEW
gli indesiderabili (2023)
 R
hit man - killer per casoholy shoeshorizon: an american saga - capitolo 1hotspot - amore senza retei dannatiif - gli amici immaginariil caso goldmanil coraggio di blancheil gusto delle coseil mio posto e' quiil mio regno per una farfalla
 NEW
il mistero scorre sul fiumeil regno del pianeta delle scimmieil segreto di liberatoin a violent natureinside out 2io & sissiio e il seccoio, il tubo e le pizzejago into the whitekinds of kindnessl’amante dell'astronautala memoria dell’assassinola morte e' un problema dei vivila profezia del malela stanza degli omicidila tartarugala treccial'esorcismo - ultimo attol'impero
 NEW
longlegsmade in dreams - l'italiano che ha costruito l'americamarcello mio
 NEW
matrimonio con sorpresa (2024)me contro te: il film - operazione spiemetamorphosis (2024)mothers' instinctnew lifeniente da perdere (2024)noir casablanca
 NEW
non riattaccareprima della fine - gli ultimi giorni di enrico berlinguerquattro figlie (2023)quell'estate con ireneracconto di due stagioniricchi a tutti i costiritratto di un amorerobo puffinroma bluessamadsaro' con tesei fratellishoshanashukransuperlunathe animal kingdomthe bikeridersthe boys - stagione 4the fall guythe penitent - a rational manthe rapture - le ravissement
 NEW
the strangers: capitolo 1the tunnel to summer, the exit of goodbyesthe watchers - loro ti guardanoti mangio il cuoretroppo azzurroun piedipiatti a beverly hills: axel funa spiegazione per tuttouna storia neraunder parisunfrosted: storia di uno snack americanovangelo secondo mariavincent deve morirewindlesswoken - nulla e' come sembra

1052264 commenti su 50929 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

ALL YOU NEED IS DEATHANCHE I CINESI MANGIANO FAGIOLIBAG OF LIESBLOODLINE KILLERBUTT BOYCINDERELLA'S REVENGEDR. CHEON E IL TALISMANO PERDUTOE IL CASANOVA DI FELLINI?EASTER BLOODY EASTERI DUE TORERII SAW THE TV GLOWIL MIO CORPO PER UN POKERIL MONDO DI ALEXIL SIGNORE DEL DISORDINEINSOSPETTABILE FOLLIAIP MAN: IL RISVEGLIOISLAND OF THE DOLLSK9 - SQUADRA ANTIDROGALA FORZA DELLA VENDETTALA STRANA SIGNORA DELLA PORTA ACCANTOLA TOTALE!L'APPRENDISTA DELLA TIGREMIO FIGLIO (2018)REFUGERINGO E GRINGO CONTRO TUTTISATAN'S SLAVE (1980)SPOONFUL OF SUGARSWIMTHE MONKEY KINGTHE MOONTHE PRINCESS (2022)THE SHE-CREATURETHE SOUL EATERUFO SWEDENUN AMORE IN PERICOLOWOMAN WALKS AHEAD

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

in sala


HIT MAN - KILLER PER CASO
Locandina del film HIT MAN - KILLER PER CASO Regia: Richard Linklater
Interpreti: Glen Powell, Adria Arjona, Austin Amelio, Retta, Sanjay Rao, Molly Bernard, Evan Holtzman, Gralen Bryant Banks, Mike Markoff, Bryant Carroll, Enrique Bush, Bri Myles, Kate Adair, Martin Bats Bradford, Morgana Shaw, Ritchie Montgomery, Richard Robichaux, Jo-Ann Robinson, Jonas Lerway, Kim Baptiste, Sara Osi Scott, Anthony Michael Frederick, Duffy Austin, Jordan Joseph, Garrison Allen, Beth Bartley, Jordan Salloum, John Raley, Tre Styles, Donna DuPlantier, Michele Jang, Stephanie Hong
Genere: azione

Recensione a cura di The Gaunt

POVERE CREATURE!
Locandina del film POVERE CREATURE! Regia: Yorgos Lanthimos
Interpreti: Emma Stone, Mark Ruffalo, Willem Dafoe, Ramy Youssef, Jerrod Carmichael, Christopher Abbott, Margaret Qualley, Suzy Bemba, Kathryn Hunter, Hanna Schygulla, Vicki Pepperdine, Jack Barton, Charlie Hiscock, Attila Dobai, Emma Hindle, Anders Grundberg, Attila Kecskeméthy, Jucimar Barbosa, Carminho, Angela Paula Stander, Gustavo Gomes, Kate Handford, Owen Good, Zen Joshua Poisson, Vivienne Soan, Jerskin Fendrix, István Göz, Bruna Asdorian, Tamás Szabó Sipos, Tom Stourton, Mascuud Dahir, Miles Jovian
Genere: fantascienza

Recensione a cura di The Gaunt

archivio


THE DEVIL IN MISS JONES
Locandina del film THE DEVIL IN MISS JONES Regia: Gerard Damiano
Interpreti: Georgina Spelvin, John Clemens, Harry Reems
Genere: erotico

Recensione a cura di The Gaunt

MERCOLEDI' - STAGIONE 1
Locandina del film MERCOLEDI' - STAGIONE 1 Regia: Tim Burton, Gandja Monteiro, James Marshall
Interpreti: Jenna Ortega, Gwendoline Christie, Riki Lindhome, Jamie McShane, Hunter Doohan, Percy Hynes White, Emma Myers, Joy Sunday, Georgie Farmer
Genere: fantasy

Recensione a cura di Gabriele Nasisi

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net