carrie (2002) regia di David Carson USA 2002
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

carrie (2002)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film CARRIE (2002)

Titolo Originale: CARRIE

RegiaDavid Carson

InterpretiAngela Bettis, Patricia Clarkson, Rena Sofer, Kandyse McClure

Durata: h 2.15
NazionalitàUSA 2002
Generehorror
Al cinema nel Giugno 2002

•  Altri film di David Carson

Trama del film Carrie (2002)

La timidissima studentessa Carrie White viene impietosamente bersagliata dai lazzi - non di rado piuttosto crudeli - dei suoi compagni. I quali, per˛, ignorano che Carrie Ŕ dotata di straordinarie facoltÓ telecinetiche, che si scateneranno in tutta la loro devastante potenza durante il ballo per l'elezione della "reginetta dell'anno"...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,31 / 10 (8 voti)5,31Grafico
Voto Recensore:   6,50 / 10  6,50
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Carrie (2002), 8 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Peanuts02  @  13/07/2017 00:39:52
   5½ / 10
questo nuovo adattamento di Carrie, primo romanzo dell'acclamato Stephen King, si pone l'obbiettivo di essere un adattamento fedele ma che funga da pilota per una nuova serie televisiva.

Stupisce la scelta di Angela Bettis nel ruolo dell'emarginata e complessata adolescente, soprattutto vista l'età che allora l'attrice portava: 29 anni.
Anche la Spacek era una giovane donna bella che adulta, ma la sua performance sublime riusciva a toglierle i segni dell'età rendendola così una teenager tipo perfetta. Si tratta poi anche di una questione di fisionomia, visto che la Spacek ha un fisico molto riconducibile ad una ragazza forse troppo alta, ma comunque sui 18 anni.
La Bettis ha un che di allucinato nella sua performance, e ciò è una cosa buona visto il tipo di personaggio che interpreta, e dimostra un impegno immenso nel voler essere ottima per il suo ruolo, ed in effetti non sarebbe neanche una brutta performance, ma dopo il mito della Carrie di Sissy Spacek era difficile riuscire a fare qualcosa a quel livello.
La Clarkson nelle vesti della fanatica madre di Carrie risulta una particolare performance che pone un'idea diversa di Margaret White: più posata e calma nelle sue azioni perverse, quasi come un cattivo di James Bond.
Ma dicasi quello che ho detto sopra per la Bettis: si tratta di una performance non affatto male, ma che non riesce a raggiungere i livelli di pura follia che la Laurie aveva impresso nelle sue espressioni dell'originale del 1976.
Carrie, di Brian de Palma, è un film che raggiunge vette di recitazione divenute talmente iconiche, acclamate e celebri per poter essere eguagliate.
Rena Sofer è una scelta buona visto il personaggio che in origine era l'insegnante di educazione fisica: una donna giovane, piacente e carina, sebbene non risulti nulla di memorabile, anzi è una performance alquanto fredda e distaccata che va a cozzare con il calore materno di Betty Buckley, che in seguito troverà un rovescio nella celeberrima sequenza dello scherzo del ballo, dove l'insegnante prima dolce e pronta a prendere le difese della povera Carrie scoppia a ridere di fronte alla sua più crudele umiliazione.
Per il resto, le altre performance sono molto dimenticabili, sebbene alcuni abbiano dimostrato un certo impegno, è quasi impossibile far dimenticare al pubblico del capolavoro targato 1976.
La sceneggiatura segue in maniera molto fedele il romanzo di King, ma modificando di grosso il finale per poter appunto introdurre il plot di una nuova serie, una serie destinata a non essere mai fatta.
E' difficile, ma molto difficile riuscire ad adattare uno scritto di King, perché King per questo romanzo ha adottato uno stile corale ed epistolare attraverso il quale una marea di personaggi dice la sua sulla storia, e tale espediente è molto difficile da trasporre sullo schermo. Il film ci mostra un'idea simile all'inizio, con un commissariato dove viene interrogata Sue Snell, interpretata da una dimenticabile Kandyse McClure, fidanzata di un altrettanto dimenticabile Tobias Mehler.
Da lì in poi si susseguono scene prese pari passo dal romanzo e dall'originale degli anni 70, ma dirette dall'insipida e (mi ripeterò ma poco importa) DIMENTICABILE regia di Carson.
Il momento dello scherzo del ballo è il momento clou, se viene fatto male quello allora crolla tutto il film, e qui troviamo una gran delusione.
Se nell'originale Carrie, dopo l'umiliante e disgustosa secchiata di sangue suino, ci mostra un dolore e una disperazione che tocca ogni spettatore nell'intimo, che in seguito sfocerà in una furia omicida e spirito di vendetta dovuto a tanta sofferenza, ma soprattutto una palestra piena di gente CATTIVA, in preda all'ilarità per il dolore di un'altra persona, FELICE perché quella persona sta soffrendo in uno dei momenti di maggior critica sociale della storia del cinema, qui troviamo una banale sequenza di azione e di violenza molto edulcorata.
Carrie qui non ci mostra alcun dolore per l'umiliazione subita, semplicemente trema un po' come una foglia per poi entrare in uno stato di trance durante il quale compirà il massacro e dal quale uscirà una volta uscita dalla palestra, scioccata per ciò che ha appena fatto. Questo è SBAGLIATO. Carrie ha sofferto, Carrie è diventata una furia desiderosa solo di dare tempesta laddove è stato seminato il vento, un vero vaso dove è caduta la goccia che l'ha fatto traboccare, un angelo armato di spada che punirà i peccatori con il fuoco (quest'ultimo è un simbolismo molto presente nel romanzo, vago ma comunque presente nel film del 76, e del tutto assente qui)
Andava benissimo voler fare una serie su una ragazza dotata di poteri paranormali, ma perchè farla proprio su Carrie?!
Ci sono tantissime opere che includono la telecinesi quindi King non credo che si sarebbe tanto arrabbiato a vedere questa idea in un'altra serie!
Sarebbe appena sufficiente, ma il 5 1/2 è per la banalità con cui è stato trattato il tema del bullismo, vero cardine del dramma e della critica sociale del romanzo

-Uskebasi-  @  07/12/2014 22:08:01
   5½ / 10
Il Carrie del 2002 non va di fretta, si prende tutto il tempo per raccontare la vita della tormentata ragazza dai poteri telecinetici, ogni scena vista nel film di De Palma qua è approfondita e allungata; da un lato questo è utile per dare sostanza alla storia e per far si che le scene risultino più legate tra loro, dall'altro però fanno raggiungere una durata eccessiva, inadeguata se si considera anche che stiamo vedendo qualcosa che già conosciamo.
La vendetta di Carrie (interpretata dall'adattissima Angela Bettis) non si limiterà alla scuola, seminerà distruzione in tutto il percorso verso casa, con degli effetti speciali non proprio invidiabili. A quanto pare questo remake è più fedele al libro, quindi presumo che quella bruttissima pioggia di meteore sia in qualche modo giustificata.
Tecnicamente parlando, il taglio televisivo si fa sentire.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR dubitas  @  29/05/2013 19:19:42
   6½ / 10
Weamar  @  23/08/2012 23:23:52
   5½ / 10
Il film potrebbe anche essere salvabile, ma il finale ottimistico sinceramente ha peggiorato la situazione.
Sì, è sicuramente molto più fedele al libro rispetto a quello di De Palma ma la bellezza dell'originale, fortunatamente, resta.
Le scene che aggiunse/modificò da De Palma risultarono sublimi e persino lo stesso King si mangiò le mani per non averci pensato prima.
Questo dimostra chiaramente come un film, sebbene fedele al libro, non sempre è all'altezza.
E' questo il caso. Inoltre il finale


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

affossano il film perchè il finale di De Palma (e del libro) rappresenta appieno il male dell'umanità e della debolezza umana (anche se più magica) che tutti abbiamo e temiamo.
La Bettis sarà anche bravina nel ruolo, ma il paragone con Sissy Spacek non esiste. La Spacek è e resterà la vera Carrie.
Un elogio alle musiche.

Un film carino, ma dimenticabile.

DarkRareMirko  @  05/01/2012 23:57:44
   7 / 10
Dal Carson del decoroso thriller Letters from a killer, una riedizione del Carrie di De Palma (seppur con +++++vedi SPOILER) che, anche se inferiore a quest'ultimo, è almeno a pari livello del seguito (Carrie 2 la furia).

Molto psicologico, intimista, va più a riferirsi alle caratterizzazioni che al resto, seppur la scena finale del secchio rovesciato sia sempre sadica e fastidiosissima, proprio come nel film originale (King poi la sera deve mangiare proprio pesante per ideare cose così, seppur sia un grandissimo scrittore).

Gli inserti in CG son sufficienti, la fotografia "a chiazze luminose" fa il suo dovere in una produzione tv e il film, che dura 135 minuti, non pochi, non annoia mai e regge bene.

Ben interpretato da un valido cast (la Bettis è quella presenta nel meraviglioso Master of horror Sick girl di Lucky McKee), è una valida rimpatriata per chi ha amato il libro di King e il film di De Palma, veri must.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento polamidone  @  16/11/2010 09:24:10
   1 / 10
se hai apprezzato l'originale, questo arnese buonista con le ragazze in mutande nella doccia per poterlo far passare in televisione ti farà tremare le vene ai polsi (e da dove mi è uscita questa?)
seriamente, è raccapricciante. a parte la fine della hargensen che è più fedele al libro il resto è da buttare.
il romanzo originale -e anche l'adattamento di depalma- sono un HORROR ambientato nel corpo femminile oggetto di preconcetti e pregno di passioni.
questo film sembra concepito dal regista di elisa ri rivombrosa...

trickortreat  @  26/12/2009 19:29:44
   6 / 10
E' un film difficile da valutare. Intanto non avendo visto l'originale non posso fare paragoni, però posso dire che non mi ha deluso. Nonostante non succeda nulla per quasi tutta la durata del film (2 h), la pellicola in questione non annoia e commuove più che spaventare. Carrie è una ragazza timida, disturbata e costantemente soggetta al bullismo. Per non parlare della madre che la offende costantemente in quanto la ritiene peccatrice nei confronti di Dio. Ha però dei poteri sovrannaturali, che si azionano ogni qual volta perde le staffe, poteri che causeranno una strage al ballo di fine anno scolastico. Che dire.. intanto mi è piaciuta l'interpretazione di Angela Bettis, non impeccabile, ma comunque discreta. Carina anche la storia, nonostante poteva essere sviluppata molto meglio.

camifilm  @  10/08/2009 19:58:13
   5½ / 10
il tentativo buono... meglio l'originale...

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

adorazionealcarras - l'ultimo raccoltoalla vitaamanti (2020)american nightblack parthenopecasablanca beatscip e ciop: agenti specialicome prima (2021)dashcamdoctor strange nel multiverso della folliadue donne al di la' della leggeelizabeth (2022)elvis (2022)emergencyesterno nottefassbinderfemminile singolarefirestarterfreedom (2021)gagarine - proteggi cio' che amigenerazione low costgli stati uniti contro billie holiday
 NEW
gold (2022)hill of visionhope (2019)hustlei giovani amantii tuttofareil fronte internoil giorno piu' belloil naso o la cospirazione degli anticonformistiil paradiso del pavoneil talento di mr. cil viaggio degli eroiinvito al viaggio. concerto per franco battiatoio e lulu'italia. il fuoco, la cenerejane by charlottejurassic world - il dominiokarate mankoza nostrakurdbun - essere curdola bicicletta e il badile - in viaggio come hermann buhlla doppia vita di madeleine collinsla fortuna di nikukola grande guerra del salentola mia ombra e' tuala ragazza ha volatol'altra lunal'angelo dei muril'arma dell'inganno - operazione mincemeatl'audizione
 NEW
le voci solel'eta' dell'innocenza (2022)lettera a francolightyear - la vera storia di buzzliz e l'uccellino azzurromad godmarcel!memoriamemory (2022)mindemic
 NEW
mistero a saint-tropeznavalnynel mio nomenoi duenostalgiaonly the animals - storie di spiriti amantiour father
 NEW
paolo rossi - l'uomo. il campione. la leggenda.pleasurequel che conta e' il pensiero
 NEW
revolution of our timesrise - la vera storia di antetokounmposecret team 355settembre (2022)spiderheadstudio 666tapirulan
 NEW
tenebrathe batmanthe black phonethe deer king - il re dei cervithe man from torontothe other side (2020)
 NEW
the princessthe rescue - il salvataggio dei ragazzi
 NEW
thor: love and thundertop gun: mavericktutankhamon. l'ultima mostraunwelcomevecchie canaglieviaggio a sorpresawild nights with emily dickinson

1030628 commenti su 47845 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

L'OMBRA DELL'ALTROTHE HOUSE I LIVE IN

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net