arriva john doe regia di Frank Capra USA 1941
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

arriva john doe (1941)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film ARRIVA JOHN DOE

Titolo Originale: MEET JOHN DOE

RegiaFrank Capra

InterpretiGary Cooper, Barbara Stanwyck, Edward Arnold, Walter Brennan

Durata: h 2.15
NazionalitàUSA 1941
Generecommedia
Al cinema nel Gennaio 1941

•  Altri film di Frank Capra

Trama del film Arriva john doe

In una piccola cittÓ degli Stati Uniti, un giornale cambia proprietario ed alcuni redattori vengono licenziati. Per vendicarsi del licenziamento, una giovane cronista inserisce, nella sua ultima rubrica, una falsa lettera di un ipotetico John Doe. Nella lettera l'uomo annuncia che, nella notte di Natale, si getterÓ dal grattacielo del municipio per protestare contro le autoritÓ.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,79 / 10 (12 voti)7,79Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Arriva john doe, 12 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  05/04/2021 11:57:51
   8 / 10
John Doe è un'idea nata da un falso scoop che diventa trascinante per come riesce a convogliare su quell'utopia capriana dell'uomo comune capace di poter ribaltare o mettere in crisi i raporti di potere. Ma il potere non sta con le mani in mnao. IL potere stesso ha plasmato quell'idea ed è disposto a distruggerla insieme al falso/vero alfiere di un'ideologia basata sull'uguaglianza. Una commedia brillante che gradualmente smorza i propri toni. Ad una fotografia molto chiara e brillante della prima parte i toni diventano sempre più cupi sempre attraverso la fotografia in cui si evidenziano i chiaroscuri di miti nati e costruiti per la massa e fatti a pezzi sempre di fronte a tale massa. John Doe è un film che diventa sempre più oscuro con i toni di commedia sempre più sfumati e non so se senza il codice Hayes avrebbe avuto un lieto fine, anche se ben congegnato.

steven23  @  17/01/2015 16:03:14
   8 / 10
Film che appare datato per la qualità della pellicola (le immagini sembrano renderlo più vecchio di ulteriori dieci anni) ma che risulta terribilmente attuale per i temi trattati: corruzione, influenza dei mass-media sulle menti delle persone, insomma, problemi con i quali abbiamo a che fare anche oggi.
La differenza importante qui la fa il contesto storico. Siamo praticamente in piena seconda guerra mondiale e la valenza del messaggio che ci vuole mandare Capra se da un lato può essere visto come banale (anzi, diciamo pure che lo è se visto a settant'anni di distanza) dall'altro ha un suo perché, specialmente provando a inquadrarlo attraverso l'ottica di chi quel periodo l'ha vissuto. E poi, ingenuo o meno, personalmente riesco lo stesso a colpirmi allo stesso modo in cui lo hanno fatto quelli contenuti nelle altre pellicole del regista.

Il film in questione non è tra i suoi migliori ma risulta lo stesso splendido e molto intenso, specialmente in un paio di scene. Ovviamente la scena principe è quella del comizio di John Doe rovinato dall'arrivo della polizia e dalla scoperta delle sue bugie, di una intensità e drammaticità davvero senza eguali. L'altra non può essere che quella finale sul tetto del palazzo circondato dalla neve.
Sì, insomma, la regia non è neppure da mettere in discussione, impeccabile come al solito. Allo stesso modo la sceneggiatura di Riskin e la capacità del regista di dirigere gli attori.
E a proposito di questi direi che si va sul sicuro. Nessun nome nuovo tra i protagonisti: viene ripreso Cooper dopo "E' arrivata la felicità" (chi meglio di lui può interpretare l'antieroe per eccellenza? Forse James Stewart?) e ci regala un'altra, convincente interpretazione, forse persino superiore a quella del film precedente; accanto a lui c'è la Stanwjck, diva prediletta da Capra nella sua prima parte di carriera e penalizzata unicamente da un doppiaggio non all'altezza. Non meno intensa l'interpretazione di Arnold, cattivo per eccellenza nelle pellicole Capriane, vedi "Mr Smith va a Washington" oppure "L'eterna illusione", anche se qui non a simili livelli.
Discreti anche i personaggi di contorno nonostante meno incisivi che in altri film dello stesso regista.


Goldust  @  16/01/2015 12:16:46
   7 / 10
Per apprezzare appieno questo lavoro bisogna immergersi nella delicata situazione politico-sociale del '41, l'anno in cui è stato girato: se oggi risulta più retorico che avvincente ai tempi credo sia stato visto come un monito non certo da sottovalutare sui limiti della democrazia americana e su quell'arma a doppio taglio chiamata informazione mass-mediatica, potenzialmente letale. E' forse il più politico tra i film di Capra il quale, cosa abbastanza insolita, non risparmia lati oscuri neanche ai suoi personaggi principali ( lui è rozzo e un pò tonto, lei è smaccatamente arrivista ); avranno comunque tempo per redimersi a vicenda.
La figura del colonnello, più patetica che simpatica ma soprattutto sempre in mezzo ai piedi dei protagonisti, l'ho trovata a dir poco irritante.

bm_91  @  07/01/2014 14:04:08
   8 / 10
Film molto bello con un ottimo Gary Cooper che qui è l'equivalente di James Stewart in Mr. Smith va a Washington. Volendo semplificare al massimo rappresentano la stessa faccia della medaglia: l'uomo medio che si batte per difendere un ideale, suo o che gli viene trasmesso.

Gruppo COLLABORATORI atticus  @  03/07/2011 01:39:38
   8½ / 10
Grande affresco sociale sul potere negativo dei mass media e apoteosi dei valori democratici nei quali Capra credeva molto.
Magari eccede in populismo e spesso gli slogan si riducono a banalità del tipo "Aiutatevi l'un l'altro" e "Sii un miglior vicino", ma è anche vero che è una delle rare occasioni in cui certe banalità sono speculari ad un messaggio appassionato, sincero e fervidamente positivo (la protagonista a un certo punto dice "Per la prima volta queste parole stanno acquisendo un senso").
Ancora oggi attualissimo proprio perché i mali del mondo sono sempre gli stessi, la corruzione dilaga e il popolo indignato reclama giustizia.
Splendido Gary Cooper, volto perfetto dell'americano medio dai sani principi travolto da menzogne e responsabilità, come sempre fantastica la Stanwyck.
Da antologia la scena del comizio sotto la pioggia, di grande impatto drammatico, e famoso il finale sul tetto innevato del grattacielo nella sera di Natale, omaggiato dai Coen in "Mister Hula Hoop".
Emozionante e comunitario.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gatsu  @  07/10/2010 22:29:15
   6 / 10
Uno dei film di Capra che meno mi è piaciuto anche se devo ammettere che è girato con un certo stile e molta passione. La storia è interessante, evidenzia il potere gestionale dei media anche se lo spunto mi pare ispirato un pò da "Quarto potere". Scadente in certi punti nella trappola retorica, non mi ha entusiasmato poi più di tanto preferisco altri film dello stesso regista, qui manca la verve.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  12/02/2010 23:55:18
   8½ / 10
In assoluto la miglior interpretazione di Gary Cooper, forse non l'attore più espressivo e carnale della storia... metafora sull'abuso della stampa e licenza poetica a parte, il film è tutt'altro che buonista.
Cooper, ripeto, uomo solo in un oceano di contraddizioni esterne, è superbo

dave89  @  12/02/2010 23:42:39
   9½ / 10
assolutamente stupendo film ...con un' ideologia insormontabile...assolutamente da vedere

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  22/11/2009 12:26:08
   8½ / 10
Il contesto storico è importantissimo per poter valutare il film...Il messaggio di Capra è proprio diretto a quelle generazioni che si stanno uccidendo sul campo di battaglia!
Questa "apertura" al proprio vicino,all'amore al nemico,tanto lontano dal pensiero di chi combatte!
Cooper bravissimo in questo difficile ruolo a due facce mentre la Stanwick non mi ha convinto forse a causa del pessimo doppiaggio che la rende una vecchia lagnante!
Altro gioiello di Frank Capra che forse eccede in buonismo alla fine...



Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento wega  @  27/08/2008 17:21:49
   5½ / 10
Sceneggiato dallo stesso regista durante il secondo conflitto mondiale, "Arriva John Doe", distribuito anche come "I dominatori della metropoli", è famoso per essere la pellicola più ideologica di Capra, e quella più rappresentativa nello schieramento politico del regista stesso. Il risultato, è un’ostentata e forzata critica ai mass media, con un protagonista dalle gesta astruse e totalmente non credibili, fuori dalle corde di questo autore. Il finale melò poi, se da uno come Capra, assume connotati retorici, allora significa che c’è qualcosa che non va in tutta la sceneggiatura. L’unico prodotto del regista americano che mi ha lasciato indifferente.

1 risposta al commento
Ultima risposta 15/11/2009 06.35.47
Visualizza / Rispondi al commento
Dick  @  05/07/2007 23:34:32
   8 / 10
Film sul potere dei media proprio godibile e con qualche spunto di riflessione proprio mica male.

marco86  @  26/01/2006 01:09:11
   8 / 10
Nello stesso anno di Quarto potere e all'alba della seconda guerra mondiale con lo sviluppo avvenuto nell'ultimo decennio dei vari regimi dittatoriali,il grande Frank Capra decide di girare un film sul potere della stampa.E sotto questo punto di vista non manca davvero nulla,dall'analisi spietata dell'autorità all'analisi sincera della popolazione media americana.Gary Cooper,manco a dirlo,è perfetto nella parte dell' "uomo che visse due volte",accompagnato da dei comprimari uno più bravo dell'altro.E la regia di capra,cosi come la fotografia,sono semplicemente ottime.Nonostante il carattere sostanzialmente "nero" degli eventi narrati,e nonostante il periodo storico delicatissimo durante il quale il film è stato creato,non manca il lieto fine tipico del regista.Ma forse,più che lieto fine,sarebbe opportuno chiamarlo finale ottimista,in quanto lascia l'amaro in bocca,ma nello stesso tempo lascia aparte le porte della speranza.

Se qualcuno ha intenzione di prendere il dvd,farebbe meglio a cambiare idea.L'immagine non è delle più nitide e io ho avuto dei problemi con la riproduzione almeno 3-4 volte durante la visione.In compenso tra i pochi extra spicca un'intervista al figlio di Frank Capra.

3 risposte al commento
Ultima risposta 04/04/2006 02.01.45
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

1899 - stagione 1a spasso col panda - missione bebe'acqua e aniceaiuto! e' natale!amanda (2022)amsterdamanna frank e il diario segretoargentina, 1985astolfobelle & sebastien - next generationbentublack adamblack panther: wakanda forever
 R
blondeboiling point - il disastro e' servitobones and allboris - stagione 4bradobroscoldplay: music of the spheres - live broadcast from buenos airesconfess fletchcut! zombi contro zombidampyrdantedeinfluencerdiabolik - ginko all'attacco!do revengedon't worry darlingdragon ball super: super heroen los margenesevangelion: 3.0+1.01 thrice upon a timeeverything everywhere all at oncefallfalla girareforever young (2022)fortuna grandafranco zeffirelli, conformista ribelleglass onion - knives outgli occhi del diavologli orsi non esistonogoodnight mommy (2022)halloween endshatching - la forma del malehellholehocus pocus 2house of darknessi racconti della domenicail colibri'il mio nome e' vendettail mio vicino adolfil mondo in camerail piacere e' tutto mioil principe di romail prodigioil signore delle formicheil talento di mr. crocodileimprovvisamente natalein viaggioincroci sentimentaliio sono l'abissoipersonniala californiala notte del 12la pantera delle nevila prima regolala ragazza della paludela ragazza piu' fortunata del mondola signora harris va a parigila stranezzala timidezza delle chiomela vita e' una danzalas leonasle buone stellele favoloseleaveliam gallagher: knebworth 22licantropusl'immensita'lo schiaccianoci e il flauto magicol'ombra di caravaggioluminamahmoodmaigretmarcia su romamarginimaria e l'amoremasking thresoldmemory (2022)miracle - storia di destini incrociatimona lisa and the blood moonmonicamoonage daydreammr bachmann e la sua classemr. harrigan's phonemunch - amori, fantasmi e donne vampiromy soul summernel nostro cielo un rombo di tuononessuno dve saperenido di vipereniente di nuovo sul fronte occidentale (2022)notte fantasmaomicidio nel west endone piece film redorlando (2022)
 R
pearl (2022)per niente al mondo
 NEW
pinocchio di guillermo del toropiovepoker faceprincess (2022)quasi orfanoqueensquesta notte parlami dell'africaragazzacciorapiniamo il duceritratto di reginariunione di famiglia - non sposate le mie figlie 3santa luciascare package ii: rad chad's revengesergio leone - l'italiano che invento' l'americasiccita'significant othersmilespaccaossaspirit halloweenstoria di un uomo d'azionestrange world - un mondo misteriosotango con putinthe christmas showthe fearwaythe good nursethe great busterthe hanging sun - sole di mezzanottethe land of dreams
 NEW
the leechthe menuthe munstersthe retaliatorsthe woman kingticket to paradisetiziano. l'impero del coloretori e lokitatriangle of sadnesstutti a bordoun anno, una notteun mondo sotto socialuna birra al fronteuna mamma contro g. w. bushuna notte violenta e silenziosauna voce fuori dal coroutama - le terre dimenticatevicini di casawar - la guerra desideratawild men - fuga dalla civilta'

1034785 commenti su 48599 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

10/31 PART 3AFTER SHE DIEDASH AND BONECHASE - SCOMPARSADEATH-SCORT SERVICE PART 2: THE NAKED DEADFORMAN VS. FORMANGIORNO ZEROHEAVEN'S GATEI VIAGGIATORIIL DESTINO DI RUBYIL LADRO DI CARDELLINIJOSEPHINELA PERLA DI RUBYL'INCUBO DI LISANATALE A GREENPINE GROVENOVE CUCCIOLI SOTTO L'ALBERONUVOLA NERAQUEL GIORNO DIO NON C'ERA (IL CASO DEFREGGER)SHADY GROVESLUMBERLAND - NEL MONDO DEI SOGNITASTE ME: DEATH-SCORT SERVICE PART 3TEMPO LIMITETHE MANAGERTHE PUMPKIN MANVENUS (2022)

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net