widows: eredita' criminale regia di Steve McQueen USA, Gran Bretagna
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

widows: eredita' criminale

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film WIDOWS: EREDITA' CRIMINALE

Titolo Originale: WIDOWS

RegiaSteve McQueen

InterpretiViola Davis, Michelle Rodriguez, Elizabeth Debicki, Cynthia Erivo, Colin Farrell, Brian Tyree Henry, Daniel Kaluuya, Jacki Weaver, Carrie Coon, Robert Duvall, Liam Neeson, Manuel Garcia-Rulfo, Jon Bernthal, Garret Dillahunt, Michael Harney, Lukas Haas, Matt Walsh, Adepero Oduye, Ann Mitchell, Kevin J. O'Connor, Molly Kunz, Coburn Goss, Clare Cooney, James Vincent Meredith, Eric C. Lynch, Will Zahrn, Stephen Hill, Deron J. Powell, Keith Kupferer, Lily Mojekwu, Laura Fisher, Tonray Ho

Durata: h 2.08
Nazionalità:  USA, Gran Bretagna
Generedrammatico
Al cinema nel Novembre 2018

•  Altri film di Steve McQueen

Trama del film Widows: eredita' criminale

Widows: Eredità Criminale è la storia di quattro donne che non hanno nulla in comunque, eccetto un debito lasciato loro dalle attività criminali dei loro defunti mariti. Ambientato a Chicago, in un periodo gravido di tumulti e tensioni, vede Veronica, Alice, Linda e Belle prendere il loro destino nelle loro mani e cospirare assieme per forgiare il futuro secondo il loro volere.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,42 / 10 (6 voti)7,42Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Widows: eredita' criminale, 6 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

VincVega  @  25/11/2018 10:41:12
   7½ / 10
Un noir ottimo sotto molti punti di vista, ovvero regia, caratterizzazioni, interpretazioni, ritmo, intreccio. La sceneggiatura, nonostante sia buona, offre qualche forzatura di troppo. Comunque Steve McQueen riesce a proporre qualcosa di nuovo e di qualità in un genere ormai saturo di idee, con la componente politica di città in primo piano e le sue varie sfaccettature, ma soprattutto il punto di vista femminile in un crime/heist movie, raramente ben inquadrato come in "Widows" (in passato c'è stato "Set It Off", ma a mio parere non è riuscito come "Widows"). Lungo ma mai noioso, anche grazie al ritmo che l'accoppiata Flynn/McQueen riesce a dare, "Widows" ha la carta della regia, splendidamente mossa dal cineasta inglese, elevandola al punto più forte del film, insieme a mio avviso, all'interpretazione della bella e brava Elizabeth Debicki, formidabile prova di un'attrice che avevo già apprezzato parecchio nella serie "The Night Manager" e ormai sul trampolino di lancio, cui seguirà certamente dei ruoli da protagonista.

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  22/11/2018 12:13:14
   8 / 10
WIDOWS (ci sono spoiler, ma non gravi)
Sono andato a vedere il nuovo film di McQueen e l'ho trovato divertente, emozionante e interessante.
L'ho trovato inoltre un film (qui emerge il mio ingenuo tematismo) sulla fragilità del potere. C'è una scena abbastanza didascalica e francamente di cattivo gusto, ma che a mio parere è simbolica di quello di cui il film mi sembra che voglia parlare. Parlo di una scena in cui un ragazzo nero viene ammazzato da due poliziotti, in quanto colpevole di essere seduto su un Mercedes rosso fiammante. La scena è brutta e messa un po' a caso, il punto più debole di una sceneggiatura per il resto molto forte. Il ragazzo è figlio di un uomo politicamente preminente, ma che, nonostante questo, non riesce a difendere il suo ragazzo dalla violenza dei bassifondi, rappresentata dalla polizia di Chicago. Questo è un esempio perfetto di fragilità del potere. Puoi essere qualcuno a livello di "sporco gioco politico", ma non è detto che i Nessuno siano meno aggressivi e violenti e per questo pericolosi. Il poliziotto rappresenta una cellula minimale di potere, ma è un signor Nessuno rispetto al figlio di un grande politico. Il film mostra bene quanto fragili ed esposti possono essere i ricchi, i potenti. Non a caso ognuno di loro (il personaggio di Robert Duvall) cade nella trappola di sentirsi eccessivamente sicuri del proprio potere. Al contrario, le donne, le vedove di uomini forti e sicuri di loro stessi (due caratteristiche che sfociano nella violenza e nella mancanza di rispetto verso chiunque, persino appunto la propria moglie), con naturalezza riescono a far fronte alla sfida complessa che la vita mette loro davanti, ossia come mantenersi dopo una vita passata a essere mantenute.

La tesi del film è che il potere è un'illusione, è un gioco che ci siamo inventati e che non riguarda il nostro quotidiano, ma solo una messinscena (la scena del rap è clamorosa in quest'ottica, la migliore del film), una rappresentazione teatrale in cui entri per svariate ragioni: vinci un concorso pubblico, ti candidi perché sei il figlio di un politico importante (Colin Farrell), perché magari sei un idealista, perché vuoi sfuggire a un destino segnato (come il criminale interpretato da Brian Tyree Henry, avversario di Farrell).

"Widows" è un film che parla di politica a partire dalle motivazioni personali degli attori coinvolti. Non è un film particolarmente complesso, ma proprio qui sta la sua forza: è universale, e soprattutto non c'è nessuna traccia di psicologismo, o peggio di eroismo maledetto, non c'è nessuna figura letteraria. Ci sono uomini e soprattutto donne che si trovano schiacciate nel loro conflitto con la società, nella loro appartenenza a un sistema di valori occidentale che appiattisce le tue motivazioni interiori sul ruolo che ti è stato assegnato in partenza. La violenza diventa dunque farsa (il rap, la pista da bowling), il gangster è una figura sottoposta alle leggi del rischio come tutti, il cinema di genere (in questo caso il robbery movie, vecchio quanto il cinema americano stesso) non c'entra più nulla. Questo film è un condensato di antropologia politica, quindi chiunque vi cerchi una lezione di regia (come ai vecchi tempi di Hunger) o di stile (Shame), o anche solo la continuità di percorso di un grande "autore" del nostro tempo, cerca male. È un film che insegue la migliore televisione americana, ma lo fa sul grande schermo, una cosa che almeno a me fa sempre il suo porco effetto. Racconta una storia sul potere, e lo fa, a mio avviso, bene. Molti sono i momenti didascalici, o semplicemente incongrui, il finale è consolatorio, ma non incoerente: una volta sfuggite ai loro ruoli, ci sono due donne fisicamente e spiritualmente molto diverse che si trovano a vivere inaspettatamente la loro vita. La domanda che sorge spontanea allora è quella che ci facciamo tutti quando incontriamo l'Altro: "Come stai?".

mrmassori  @  21/11/2018 22:58:07
   7½ / 10
Bel film, ben congeniato, diretto e interpretato. Mitico robert duvall come sempre anche se appare poco recita sempre alla grande. sembrerebbe il tipico heist movie ma ha diverse sfaccettature molto interessanti....da vedere

jek93  @  19/11/2018 10:10:23
   5 / 10
Non ho (quasi) mai visto un film con così tanto talento sprecato. Un film di una noia mortale, di una banalità assurda, i cui personaggi risultano senza carisma, piatti e con motivazioni semplicistiche. Assolutamente uno dei film più sopravvalutati dell'anno.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  17/11/2018 14:20:08
   8 / 10
Un crime/noir realizzato con classe ed eleganza, che nello stile riporta alla memoria le grandi pellicole di genere del passato.

Mi dispiace che in sala si siano lamentati in tanti causa lentezza, segno che il pubblico medio non sa apprezzare un film di classe innata come questo.

Gran cast e gran regia.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  16/11/2018 01:18:15
   8½ / 10
"Widows", oltre ad essere uno splendido Heist Movie, contiene sequenze memorabili, dai primi 10' al piano-sequenza in macchina, ed è un caleidoscopio dove trovi Tarantino e Pollack, Lumet e Villeneuve, i romanzi di McBain, i riferimenti involontari a Bush Sr. E figlio, i giorni di fuoco di Rodney King, il gangsta-rap e molto altro ancora. Dialoghi superbi, ottime ambientazioni che Spike Lee darebbe un braccio per farle di nuovo sue, e uno stuolo di attori strepitosi a cominciare dalla favolosa protagonista. Colin Farrell, ma soprattutto Liam Neeson e l'87enne Robert Duvall danno davvero il meglio di sé stessi. Ma soprattutto una lezione di regia da parte di uno dei migliori cineasti contemporanei in circolazione, che senza problemi passa dall'Eire a un'America marcia e violenta che sembra conoscere fin troppo bene. Da non perdere, uno dei migliori film dell'anno

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#ops - l'evento1938 diversi7 sconosciuti a el royalea private wara voce alta - la forza della parolaachille taralloalmost nothing - cern: la scoperta del futuro
 NEW
alpha - un'amicizia forte come la vitaanatomia del miracoloangel faceanimali fantastici: i crimini di grindelwaldarrivederci saigona-x-l: un'amicizia extraordinariabaffo & biscotto - missione spazialeberniniblack tideblackkklansmanbogside storybohemian rhapsodyboxe capitalechesil beach - il segreto di una nottecoldplay: a head full of dreams
 NEW
colette (2018)conta su di me (2018)conversazione su tiresia. di e con andrea camillericosa fai a capodanno?country for old mendisobediencedog dayse' nata una stella (2018)euforiafriedkin uncut - un diavolo di registafuoricampo
 NEW
ghostland - la casa delle bambolegirlgotti - un vero padrino americanoguarda in alto
 HOT
halloweenhell festhunter killer - caccia negli abissii spit on your grave: deja vui villaniil banchiere anarchicoil bene mio
 NEW
il castello di vetroil complicato mondo di nathalieil destino degli uominiil grinch (2018)il mistero della casa del tempoil presidente (2018)il primo uomo (2018)il ragazzo piu' felice del mondoil salutoil sindaco - italian politics 4 dummiesil verdetto - the children actil vizio della speranzaimagine (2018)in guerrain viaggio con adeleisabellejohnny english colpisce ancorajust charlie - diventa chi seiklimt & schiele - eros e psichela banda grossila casa dei librila diseducazione di cameron postla donna dello scrittorela fuitina sbagliatala morte legale
 NEW
la prima pietrala profezia dell’armadillola scuola seralela strada dei samounil'albero dei frutti selvaticil'ape maia - le olimpiadi di mielel'apparizionele ereditierele ninfee di monet: un incantesimo di acqua e lucelo schiaccianoci e i quattro regnilola + jeremylook awayl'uomo che uccise don chisciottemalerbamandymenocchiomichelangelo - infinitomillennium - quello che non uccideminicuccioli - le quattro stagionimio figliomiraimorto tra una settimana... o ti ridiamo i soldimuseo - folle rapina a città del messiconessuno come noi
 T
new york academy - freedance
 NEW
non ci resta che vincerenon dimenticarmi - don't forget menon e' vero ma ci credonotti magicheoltre la nebbia - il mistero di rainer merzopera senza autoreotzi e il mistero del tempoovunque proteggimipapa francesco - un uomo di parolapiazza vittoriopiccoli brividi 2 - i fantasmi di halloweenpupazzi senza gloriaquasi nemici - l'importante e' avere ragionered land (rosso istria)red zone - 22 miglia di fuocorenzo piano: l'architetto della lucericchi di fantasiaride (2018)robin hood - l'origine della leggendaroma (2018)
 NEW
santiago, italiasaremo giovani e bellissimise son rosesearchingseguimisei ancora qui - i still see yousembra mio figliosenza lasciare traccia (2018)separati ma non tropposick for toysslaughterhouse rulezsmallfoot - il mio amico delle nevisogno di una notte di mezza eta'soldadostyxsulla mia pelle (2018)
 NEW
sulle sue spallesummer (leto)suspiria (2018)terror take away
 NEW
the barge peoplethe domesticsthe equalizer 2 - senza perdonothe islethe little strangerthe milk system - la verita' sull'industria del lattethe nun - la vocazione del malethe other side of the windthe predatorthe reunionthe wife - vivere nell'ombrathis is maneskinti presento sofiatouch me nottre voltitroppa graziatutti in pieditutti lo sannoun affare di famiglia (2018)un amore così grandeun figlio all'improvvisoun giorno all'improvvisoun nemico che ti vuole beneun peuple et son roiuna storia senza nomeuno di famigliaup&down - un film normaleupgradevenom (2018)widows: eredita' criminalezanna bianca (2018)zen sul ghiaccio sottilezombie contro zombie - one cut of the dead

981765 commenti su 40505 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net