suburbicon regia di George Clooney USA 2017
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

suburbicon (2017)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film SUBURBICON

Titolo Originale: SUBURBICON

RegiaGeorge Clooney

InterpretiOscar Isaac, Matt Damon, Josh Brolin, Woody Harrelson, Julianne Moore, Glenn Fleshler, Noah Jupe, Michael D. Cohen, Lauren Burns, Steve Monroe, Megan Ferguson, Jack Conley, Gary Basaraba, Marah Fairclough

Durata: h 1.45
NazionalitàUSA 2017
Generecommedia
Al cinema nel Dicembre 2017

•  Altri film di George Clooney

Trama del film Suburbicon

A Suburbicon, comunitÓ periferica di sorridenti e giovani famiglie nel cuore degli Stati Uniti, nel 1957 i Lodge vivono un'esistenza tranquilla fino a quando un'irruzione domestica degenera e provoca la morte della madre del piccolo Nicky. Da quel momento in poi una serie di eventi scatena una catena di tradimenti, adulteri e ricatti, che portano Nicky a tentare di dare un senso alle macchinazioni strane ed egoistiche degli adulti. La sua curiositÓ per˛ minaccia i tentativi del padre di riportare ordine in casa, facendo passare quasi in secondo piano la mobilitazione dell'intera comunitÓ contro l'arrivo della prima famiglia nera.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,50 / 10 (23 voti)6,50Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Suburbicon, 23 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

jonquerido  @  15/01/2019 23:12:08
   6½ / 10
Si vede chiaramente la mano dei Cohen nella sceneggiatura e Clooney fa di tutto per imitare i loro film.
Buon film anche se Clooney non riesce a rendere così piacevolmente grottesco il tutto come di solito sanno fare i Cohen.
Alcuni elementi poi non si capiscono fino in fondo: la famiglia dei neri non è chiaro se deve fare da contorno alla vicenda o da contraltare alla famiglia del protagonista.
Buone le interpretazioni.

Ps: nella scheda del film appaiono Josh Brolin e Woody Harrelson ma non mi sembra che ce ne sia traccia o sbaglio?

Beefheart  @  03/11/2018 12:50:17
   7½ / 10
Buon noir, buona interpretazione, buon cast, buona fotografia, buona sceneggiatura. In poche parole un film ben fatto.
Si vede l'aleggiante influenza coheniana che Clooney ha cavalcato felicemente e con una certa scioltezza.
Consigliato.

cort  @  11/09/2018 22:23:27
   6 / 10
Location, scenografia e costumi ottimi. Buona la fotografia ma poi la regia e la sceneggiatura, nel tentativo di dare profondità con temi come Spoiler, si incappella non riuscendo in nessuno e creando un film piatto che si salva solo per le prime cose positive che ho detto.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

topsecret  @  30/06/2018 14:18:47
   6 / 10
Non ci ho visto nulla che possa catalogarlo nel genere commedia, anzi mi pare che di sangue e di omicidi ce ne siano in abbondanza. E non ho neanche capito cosa centra il tema del razzismo, visto che è più una cornice avulsa dal contesto che il fulcro vero e proprio della storia.
Clooney sforna un thriller-comedy? Una commedia nera? Un giallo drammatico? Un noir? Non si capisce bene cosa, e nemmeno la prima mezz'ora di film chiarisce le intenzioni del regista, anzi assumono dei contorni abbastanza sterili e irritanti come quasi tutti i personaggi che lo popolano. Fortunatamente si riprende nalla seconda parte, quando entra in scena l'investigatore assicurativo, portando con sè gli eventi che fanno precipitare il tutto in una spirale di sangue e violenza.
Complessivamente SUBURBICON non dispiace, anche se lontano dall'essere un capolavoro di intrighi e dramma, anche perchè l'assenza di chiarimenti nella prima metà porta alla sola, logica, conclusione, che poi si è rivelata essere, gettando le basi per un intreccio abbastanza prevedibile e poco originale.
Tutto sommato, vista la performance del cast e la seconda parte della storia con un minimo di ritmo in più, SUBURBICON, a mio avviso, riesce a portare a casa la sufficienza in maniera abbastanza agevole.

popoviasproni  @  22/04/2018 19:10:43
   7½ / 10
Lo spietato mondo degli adulti visto dagli occhi di un bambino.
Intrigante e grottesca commedia nera con il classico girotondo Karmico, beffardo e inesorabile della vita by fratelli Coen.
Personaggi ingannamente stereotipati con un solidissimo Damon e una sfilza di ottimi caratteristi.
Ottimi i dialoghi.
Fine critica alla bigotta e ipocrita società americana: l'ambientazione anni 50' ne fortifica il messaggio (poco è cambiato nelle dinamiche sociali).

"Voglio che stai alla larga da quel ragazzo di colore"

jek93  @  12/04/2018 09:37:03
   6 / 10
Questo film con regia di G.Clooney è stato completamente distrutto dalla critica (sui siti di rating più famosi nel mondo ha una media tra il 4 e il 5 e mezzo).
Certamente il film presente delle pecche madornali, su tutte la sotto trama legata alla famiglia dei neri che non aggiunge NULLA alla trama principale, e inoltre il cambio di tono improvviso, dal rilassato-comico, al tragico-grottesco, specialmente nella prima parte.
Ciò detto, non ho trovato Suburbicon un prodotto orrendo, è una pellicola perfettamente godibile, con dei difetti pienamente visibili, ma niente di scandaloso insomma.

Mattealus  @  10/04/2018 18:18:13
   7 / 10
Prevedibile una cippa. Secondo me è un buon film con un grande Damon e una storia che non sai dove andrà a parare (a meno che non abbiate la palla di cristallo come quelli che dicono che sapevano già dall'inizio come sarebbe finito)

TheLegend  @  06/04/2018 22:05:01
   5½ / 10
Clooney cerca di sviluppare un film prendendo spunto dai fratelli Coen ma,purtroppo,senza raggiungere il loro livello.

wicker  @  28/03/2018 13:47:18
   6½ / 10
Classica commedia Coen , in bilico tra Fargo e Barton Fink.
Un pò troppe pause soprattutto nella prima parte e una storia di secondo piano che nulla centra e sembra solo una mossa politica-sociale furba di Clooney per accattivarsi l'oopinione pubblica .
Maiuscoli Damon e Moore senza i quali il film sarebbe senz'altro più scadente

jason13  @  24/03/2018 13:23:06
   6 / 10
Beh...si vede proprio la mano dei fratelli Coen. Commedia nera con un Matt Damon ormai lievitato a dismisura. Si puo' vedere ma si dimentichera' presto.

Wolverine86  @  21/03/2018 09:38:58
   5½ / 10
Strano forte. Lascia un senso di inquietudine e di smarrimento per tutta la sua durata.
Per gli amanti del genere.

dagon  @  11/02/2018 20:33:41
   6 / 10
Migliore delle critiche lette, spesso esageratamente massacranti, anche se è un film oggettivamente non troppo riuscito. La mano dei Coen si vede pure troppo e la satira sociale ogni tanto centra il bersaglio. Tanto potenziale sprecato, ma comunque migliore di tanti altri film, magari perfino osannati.

albert74  @  04/02/2018 13:04:40
   6 / 10
un film anonimo da una sceneggiatura discreta e da una recitazione nella norma ma non eclatante. L'ho trovato pochissimo incisivo e piuttosto anonimo.
Si può guardare ma si dimentica facilmente.

Attila 2  @  30/12/2017 12:22:26
   6 / 10
Clooney,avendo lavorato con i fratelli Coen,cerca di imitarne lo stile in questo film che ricorda tanto Fargo dei Fratelli Coen , appunto.Un uomo .....

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER il piano,naturalmente va male,e le cose degenerano.La pellicola merita la sufficienza perche'0 il film e' vedibile,ma si vede proprio che il tentativo di Clooney di rifarsi ai film dei Coen va "a vuoto".Manca la loro ironia,i personaggi "cattivi" non riesce a renderli quasi simpatici come avviene in Fargo dove i personaggi sono grotteschi e ,a tratti ridicoli,cosi',,invece di veniure fuori una "commedia-nera" ne esce quasi un giallo-drammatico dove non si ride praticamente mai.La storia e' gia' stata usata e quindi non si vede niente di nuovo.I Fratelli Coen sono di altra pasta.

VincVega  @  19/12/2017 17:32:29
   6 / 10
Un noir più sui toni del dramma, invece che da commedia nera, come pensavo inizialmente e da come si presentava. Probabilmente "Suburbicon" non è un film pienamente riuscito. La sceneggiatura dei Coen era rimasta incompiuta e mai tradotta sullo schermo, ci sarà stato un motivo. La contrapposizione della storia della famiglia del di Damon a quella di colore, non è ben amalgamata e parecchio scollegata, però la pellicola intrattiene e diverte anche. Clooney ripropone le tematiche politiche a lui molto care, rese molto bene in "Good Night, and Good Luck" e "Le Idi di Marzo". In "Suburbicon" mostra, con risultati alterni, una metafora della popolazione borghese statunitense di ieri e di oggi, probabilmente, a mio avviso, è uno dei motivi per cui la pellicola ha fatto flop, in particolare in America.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento williamdollace  @  17/12/2017 00:57:53
   6½ / 10
Suburbicon è una cittadina perfetta, sono gli anni Cinquanta lastricati di vialetti simmetrie e uomini seri. Una città costruita sul modello della pacca sulla spalla bianca e la conversazione dolosa nel grappolo di signore. E dietro i muri verniciati di fresco i Coen e Clooney scrivono una sceneggiatura dell'orrore, lastricata di xenofobia plastificata. È ancora una volta il paradosso americano dello steccato eretto fra i colori pastello e i bicchieri di latte e le torte ai vicini e del prato tagliato di fresco, che colano sangue.

Cianopanza  @  16/12/2017 13:59:36
   7 / 10
Molto Coen. La trama è abbastanza lineare e telefonata, si intuisce un po' tutto subito e con anticipo. Niente di nuovo, ma piacevole da vedere. Interessante la ricostruzione anni 50.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

FABRIT  @  13/12/2017 16:01:44
   7½ / 10
commedia nera che dall'inizio alla fine tiene inchiodati alla poltrona!

Strix  @  12/12/2017 15:22:50
   7 / 10
Nella parte centrale si dilunga troppo nel nulla, con la trama che non gira e non si capisce dove voglia andare a parare.

Poi però, quando i nodi vengono al pettine, ti rendi conto di essera ad un prodotto di buona fattura, più nella sostanza che nella forma.

Mi ha sorpreso leggere alla fine che il film era diretto da Clooney e scritto dai Cohen, poichè non ero a conoscenza di tali informazioni. Lì ho capito molte cose.

Promosso

marcogiannelli  @  09/12/2017 19:38:27
   6½ / 10
Sceneggiatura dei Coen tenuta fin troppo in naftalina, ha perso ulteriormente con il passaggio alla regia di Clooney, che elimina un pò il grottesco tipico dei fratelli, e rende il tutto un pò più serioso, spingendo anche sulla vicenda razziale parallela (per me ampiamente slegata dal film).
Buone le interpretazioni.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Wilding  @  06/12/2017 21:05:36
   8 / 10
Bellissima commedia nera che si lascia seguire tutta d'un fiato.

Invia una mail all'autore del commento kampai  @  19/09/2017 09:41:24
   6½ / 10
Film che parla del passato e le sue ipocrisie anni 50, per raccontare l'America attuale. Le barriere che si costruiscono i vicini amorevoli che non voglio la famiglia borghese ma nera, le barriere di famiglia felice pubblicamente, e dentro le mura un covo di serpenti. Interpreti bravi a fare degli odiosi perbenisti , bravissimo il bambino della coppia Damon- moore. Lo stile dei choen si vede, speravo in una cosa più clooney, che si sta rivelando un bravo regista ma qua non da il meglio. Graffiante ma sempre corretto nel modo giusto, compitino fatto bene bene.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  13/09/2017 22:29:45
   6½ / 10
Gli anni cinquanta americani sono considerati un'epoca d'oro in cui il cosidetto sogno americano era non solo a portata di mano, ma si poteva toccare in maniera tangibile. Il problema è che la visione di questo sogno, poneva in sottordine le sue contraddizioni. Il film di Clooney, basato su una vecchia sceneggiatura dei Coen, è strutturato su due linee principali: la violenza collettiva che nasce e si sviluppa quando nel quartiere si installano una famiglia di neri e la violenza domestica che si consuma all'interno della famiglia Lodge.
Si possono riscontrare facilmente alcuni elementi portanti dell'intreccio, nelle opere precedenti dei fratelli del Minnesota come Blood Simple o Fargo. Ad un intreccio coeniano che si manifesta soprattutto in ambito domestico, Clooney sviluppa maggiormente l'aspetto collettivo con il razzismo e l'elevazione di steccati e barriere che non nascondono di certo i suoi intenti per sferrare un attacco alle derive trumpiane dell'America.
Certamente fra queste due linee principali è presente più di una scollatura, non riuscendo a creare un legame più solido di quello che presenta. A tratti anche divertente, dotato di un certo grado d'ironia, il film di Clooney non riesce a graffiare con la necessaria cattiveria, pur rimanendo comunque un lavoro di tutto rispetto e certamente migliore dello scivolone di Monument Man. Apprezzabile ma non all'altezza delle opere migliori di Clooney.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

7 uomini a molloa private waralmost nothing - cern: la scoperta del futuroalpha - un'amicizia forte come la vitaamici come prima (2018)anatomia del miracoloanimali fantastici: i crimini di grindelwaldaquamanattenti al gorillaben is backbenvenuti a marwenberninibird boxblack tide
 HOT
bohemian rhapsodybumblebeecalcutta - tutti in piedicapri-revolutionchesil beach - il segreto di una nottecity of liescold war (2018)coldplay: a head full of dreamscolette (2018)conta su di me (2018)conversazione su tiresia. di e con andrea camillericonversazioni atomichecosa fai a capodanno?dinosaurs (2018)don't fuck in the woods 2
 NEW
dove bisogna stareescape room (2019)friedkin uncut - un diavolo di registaghostland - la casa delle bambole
 NEW
glasshepta. sette stadi d'amoreholmes and watsonhunter killer - caccia negli abissii spit on your grave: deja vui villaniil castello di vetroil destino degli uominiil gioco delle coppieil grinch (2018)il ragazzo piu' felice del mondoil ritorno di mary poppinsil sindaco - italian politics 4 dummiesil testimone invisibileil vizio della speranzain guerraisabellela befana vien di nottela donna elettrica
 NEW
la douleur
 NEW
la favoritala notte dei 12 annila prima pietrala scuola serale
 NEW
l'agenzia dei bugiardilake placid: legacyle ninfee di monet: un incantesimo di acqua e lucelo sguardo di orson welleslontano da quilook awayl'uomo che rubo' banksy
 NEW
m.i.a. - la cattiva ragazza della musicamacchine mortalimalerba
 NEW
maria regina di scoziamenocchio
 NEW
mia e il leone bianco
 NEW
mia martini - io sono miamorto tra una settimana... o ti ridiamo i soldimoschettieri del re: la penultima missionenelle tue mani (2018)non ci resta che il criminenon ci resta che vincerenon dimenticarmi - don't forget menotti magicheotzi e il mistero del tempoovunque proteggimiralph spacca internetred land (rosso istria)red zone - 22 miglia di fuocoride (2018)robin hood - l'origine della leggendaroma (2018)santiago, italiase son roseseguimisenza lasciare traccia (2018)spider-man: un nuovo universostyxsulle sue spallesummer (leto)suspiria (2018)the barge peoplethe old man & the gunthe other side of the windthe young cannibalstre voltitroppa graziatutti lo sannoun giorno all'improvvisoun piccolo favoreupgradevan gogh - sulla soglia dell'eternita'vice - l'uomo nell'ombrawidows: eredita' criminalezen sul ghiaccio sottilezombie contro zombie - one cut of the dead

983411 commenti su 40748 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net