southpaw - l'ultima sfida regia di Antoine Fuqua USA 2015
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

southpaw - l'ultima sfida (2015)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film SOUTHPAW - L'ULTIMA SFIDA

Titolo Originale: SOUTHPAW

RegiaAntoine Fuqua

InterpretiJake Gyllenhaal, Rachel McAdams, Forest Whitaker, Oona Laurence, Naomie Harris, Rita Ora, 50 Cent, Clare Foley, Beau Knapp

Durata: h 2.03
NazionalitàUSA 2015
Generedrammatico
Al cinema nel Settembre 2015

•  Altri film di Antoine Fuqua

Trama del film Southpaw - l'ultima sfida

Detroit ai giorni nostri. Billy "The Great" Hope (Jake Gyllenhaal) Ŕ un campione di boxe. E' un "southpaw", un pugile mancino, dallo stile aggressivo e brutale. E' all'apice della sua carriera, ha una moglie che adora, Maureen (Rachel McAdams), e una figlia piccola. L'incontro con il suo rivale Miguel "Magic" Canto cambierÓ la sua vita per sempre. Durante una violenta rissa Maureen viene uccisa e da quel momento l'esistenza di Billy Ŕ sconvolta: la sua carriera Ŕ finita, la figlia Ŕ affidata ai servizi sociali. Billy deve ricominciare dal nulla, con l'aiuto e gli insegnamenti del vecchio pugile Tick (Forrest Withaker). Giorno dopo giorno inizia la dura risalita...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,43 / 10 (44 voti)6,43Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Southpaw - l'ultima sfida, 44 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

mauro84  @  02/03/2019 15:51:06
   7 / 10
Oggi recupero sto piacevole film sulla boxe, tra sport e drammatico, dall'incubo di perder tutto all'apoteosi della stessa vita, gran musiche alla fine e belle scene. Location americane nella norma, buona fotografia. Un sorriso sul finale.

Jake Gyllenhall, gran interpretazione, fino alla fine, convinto!
Rachel McAdams, veloce comparsa per la diva, bella e carismatica, forse lascia troppo presto il tutto...
Oona Laurence: una piccola "diva" che prenderà il suo spazio, ha sorriso ed fascino.. cresce bene!

Il regista confeziona un ottima pellicola, una bel dramma sportivo, sembra realistica la storia in effetti, con data ed luoghi sportivi veri, gran boxe, inizio e alla fine, in mezzo un gran dramma, ottimamente girato e svolto, manca qualche dettaglio, carenze ma non ne si sente la necessità di sapere... Buona scelta musicale ed fotografia. Ci sa fare!

Film consigliato.. la boxe per noi italiani è uno sport secondario, ma questo film ha la capacità di trascinarti, ad indurti ad incitare... Meritevole!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

horror83  @  25/11/2018 18:53:01
   7½ / 10
Mi è piaciuto molto questo film, e mi ha anche sorpresa perché i film sulla boxe non sono proprio il mio genere e poi penso che nessun film possa eguagliare la saga di Rocky, però devo ammettere che questo film mi ha coinvolta e ha catturato la mia attenzione dall'inizio alla fine. E' una storia molto drammatica. E' vero che si parla sempre di un uomo che ha una disgrazia e poi rinasce, (un classico nei film sulla boxe) però è raccontato in una maniera appassionata. Bravissimo l'attore protagonista.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  26/09/2018 19:01:03
   6 / 10
Classico film sulla boxe che vede un protagonista tormentato dai suoi drammi personali trovare la gloria e la liberazione dai suoi mostri grazie ai pugni tirati sul ring.
Si fa guardare ma è roba già vista e rivista tante volte.

DogDayAfternoon  @  02/05/2018 13:22:46
   6 / 10
Ennesimo film sulla boxe, di gran lunga lo sport più bistrattato dal cinema americano. I primi 20 minuti sono pessimi, non c'è una virgola o sequenza che sia una che si discosti minimamente dai milioni di film del genere venuti prima.

Poi accade qualcosa che fortunatamente porta il film su un binario diverso, neanche tanto ma quel che basta per renderlo sufficientemente gradevole. Merito anche di un Jake Gyllenhaal in formissima.

Pieno zeppo di stereotipi, uno dei tanti (ormai troppi) film sulla boxe ma, come quasi tutti gli altri, alla fine lo si guarda senza patemi.

floyd80  @  23/02/2018 17:32:54
   6 / 10
Il film è il classico film da boxe con rivalsa inclusa. Quindi il campo lo conosciamo bene ma sono quei tipi di film che nonostante sai già dove vanno a parare continui a vedere.
Ottime le interpretazioni Gyllenhaal migliora in ogni film, le scene sul ring sono d'impatto e la sceneggiatura fila via liscia.
Però guardando il nome del regista mi aspettavo quel qualcosa in più che qui non c'è stato.

Gruppo REDAZIONE VincentVega1  @  29/11/2017 18:08:25
   6 / 10
Va bene che non è un mostro di originalità ma si fa guardare. E' come mangiare un buon piatto di spaghetti col pomodoro. Ne conosciamo il profumo, il gusto, e la digestione.

AMERICANFREE  @  03/11/2017 10:55:23
   6½ / 10
Mi trovo d'accordo con la media di filmscoop, storia vista e rivista, da sottolineare i combattimenti molto realistici, bravi gli attori. Per gli amanti del genere lo consiglio.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  29/10/2016 09:52:12
   6 / 10
Era giusto aspettarsi di piu' da un regista come Fuqua capace di girare ottimi film d'azione. Qui fa il suo compitino ai minimi termini raccontando l'ennesima storia di redenzione di un pugile passato dalle stelle alle stalle.
Anche le sequenze di boxe non sono memorabili e tutto scorre sulla linea della previdibilita'.
Senza infamia e senza lode.

1 risposta al commento
Ultima risposta 07/11/2016 19.13.04
Visualizza / Rispondi al commento
LaCalamita  @  25/09/2016 06:54:29
   4 / 10
Altro passo falso di Fuqua.

Southpaw punta in maniera esagerata sui corpi degli attori. Quello di Gyllenhaal, messo a tiro per l'occasione, e di quella bella figliola che è Rachel McAdams.

Gyllenhaal sembra praticamente sia stato costretto a un interpretazione forzatamente sopra le righe, i risultati sono buoni solo in parte.
Mille volte meglio in Lo Sciacallo! Personaggio molto più interessante

La trama è trementamente monotona: il vero succo del film per assurdo non è manco il pugilato. E' il solito cerchio familiare americano stereotipato, con la figlia ultra-amata (e come sempre intelligentissima), la casa enorme, la piscina i soldi e la macchina. Cerchio che viene scolvolto, dunque caduta del protagonista e successiva redenzione.

Quando scegli in partenza una trama prevedibile già dal trailer, bisogna puntare ad altro, sulla forza delle singole scene, su interpretazioni sopra la media, insomma su qualcosa. Qui è tutto standard.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

L'inserimento di un mito del cinema come...Cinquanta Centesimi...dà veramente quel tocco di classe in più. Un pò come in Equalizer con Dan Bilzerian.


Ai tempi Training Day mi era sembrato un filmone, e mi piace ancora adesso. Ma credo che Fuqua stia campando di rendita su quel film, sta toppando troppe volte.

2 risposte al commento
Ultima risposta 08/04/2017 02.32.38
Visualizza / Rispondi al commento
Sestri Potente  @  19/08/2016 15:30:48
   8½ / 10
Jake Gyllenhaal sta tirando fuori davvero degli ottimi film, qui lo vediamo nei panni di un pugile in cerca di riscatto dopo aver perso moglie.
Forest Whitaker un po' ai margini ma in un ruolo ritagliato su misura.
Ottimo film!

marcogiannelli  @  10/03/2016 10:10:28
   7 / 10
classico film sulla boxe con caduta e redenzione, fa il compitino ma funziona grazie alla coppia Gyllenhaal, Whitaker

Strix  @  10/02/2016 02:12:45
   7 / 10
Nulla di trascendentale, ma prodotto di pregevole fattura: comparto tecnico eccelso, attori e regia in grande spolvero;

combattimenti iper-realistici che neanche per un secondo ti fanno storcere il naso, sembra quasi che lo spettatore si trovi a guardare un vero incontro di boxe in tv;

c'è molto dramma, e la sceneggiatura sicuramente è basilare (con annesse forzature) e ricalca il classico percorso in salita da parte del protagonista, ma il bello di Billy Hope è che alla fine non torna sul ring per vendetta ma per redimersi, nonostante abbia tutti i motivi per odiare a morte il suo avversario.

Ottimo per una visione non troppo impegnativa, magari anche in compagnia.

Jolly Roger  @  27/01/2016 01:51:26
   7½ / 10
Buon film, che avrebbe potuto essere molto potente, ma che non ha però saputo sviluppare tutti i suoi punti di forza.
Sicuramente la realizzazione è uno degli aspetti più positivi. La produzione, la scenografia, gli ambienti, la fotografia, tutto risulta molto ben confezionato.
La recitazione è l'altra punta di diamante. Jake Gyllenhaal regala un'interpretazione straordinaria: riesce a rappresentare in modo ottimale tutte le sfaccettature del proprio personaggio, il campione di box Billy Hope, che nel corso del film attraversa una transizione molto significativa, sprofondando dal successo e da una vita invidiabile giù fino ad un completo fallimento umano, fino a toccare il fondo e lottare poi per un riscatto, una rinascita. Billy Hope è davvero un personaggio molto intenso e le sue emozioni sono umane e comprensibili a livello empatico: Impossibile non sentirlo profondamente vicino in tutto quello che fa, quando non riesce a trattenere la rabbia, quando si trova perduto, quando si aggrappa alla vita con i denti, quando ingoia l'orgoglio e trova le energie per combattere.
Molto brava, oltre che bellissima, Rachel McAdams – ben lontana da essere la bambolina di turno: qui risulta anch'ella molto intensa e credibile nella parte della moglie innamorata, ma anche molto preoccupata e sofferente a causa del mestiere del marito.
Infine, c'è l'allenatore Forest Whitaker, l'occhio "pigro" più penetrante del cinema, un attore una garanzia, anche lui in una parte che gli calza a pennello.

La storia, seppur semplicissima, è di quelle che coinvolgono, forse proprio a causa di questa sua semplicità (alcuni potrebbero dire banalità), o, meglio, per un aspetto simile, che potrebbe però sfuggire: è una storia molto comune.
Ovviamente dico "comune" intendendo con ciò al netto della boxe, dell'incontro per il titolo, della ricchezza e del successo. Al netto di queste cose, dico, è la pura e semplice storia di un uomo che perde la bussola della propria vita e si trova, da un giorno all'altro, distrutto e solo, costretto a ricominciare tutto da capo. Questa non è certamente una condizione poi così rara ed è comunque una deriva a cui tutti noi, sotto sotto, ogni tanto pensiamo, ovviamente con timore. Ma se realmente imboccassimo tale deriva, questo timore può, anzi deve, trasformarsi in speranza - quella stessa speranza che non a caso dà il cognome al campione, HOPE.

Southpaw mi ha emozionato. Se si mette insieme una storia intensa e degli attori che ci credono, capaci di interpretarla e di mettere tutto quello che hanno, l'effetto è garantito. Tuttavia, non si può non tacere sul fatto che alcune cose proprio non funzionano.

-------------------presenti spoiler da qui in poi------------------------

Innanzitutto, la trama diventa confusa proprio nel punto cruciale, quello in cui avrebbe dovuto essere quanto più chiara possibile: la scena dell'omicidio della moglie di Billy.
Non si capisce nulla.
Un tizio spara a caso senza un motivo valido, il proiettile vagante colpisce la moglie, la pistola sparisce e la polizia brancola nel buio. La scena è molto confusa ma non è colpa della regia, bensì della sceneggiatura, che è troppo debole e superficiale su questo punto. La vicenda subisce sviluppi fumosi: l'omicidio, lo sbadato assassino, il ruolo del pugile antagonista Miguel, le provocazioni tra bande rivali, la mafia della boxe…tuttavia si ha la sensazione che tutto sia lasciato cadere nel vuoto, perché il film non calca per niente la mano sull'aspetto della vendetta, che però è un elemento fondamentale se vuoi coinvolgere lo spettatore in una vicenda simile.
Lo spettatore, dopo l'omicidio della moglie, si aspetterebbe un Billy che si allena con la potenza di un Tirannosauro, uno il cui unico scopo nella vita è salire sul ring, sbranare il Nemico e brindare in mondovisione con il suo sangue.
Invece no.
Billy Hope è un bravo ragazzo.
Il suo riscatto esistenziale ha una connotazione esclusivamente positiva, politically correct: egli è motivato dal desiderio di riemergere nello sport che ama e soprattutto di riconquistare l'amore della figlia, piuttosto che dal desiderio di polverizzare il nemico...
Ma quanto era invece più umano, più comprensibile, più vicino a noi comuni mortali, il grande Balboa di "Rocky IV", che voleva salire sul ring soltanto per uccidere Ivan Drago?
No soldi, no titolo in gioco. Solo Vendetta.
Se Southpaw voleva davvero giocare soltanto sul dramma di un uomo che sprofonda nella disperazione per la morte della moglie, beh, potevano farla morire in altro modo. In un incidente, o a causa di una malattia incurabile.
Invece, l'introdurre nella trama un elemento così forte come l'omicidio della moglie, da parte della gang del pugile antagonista, genera l'aspettativa di una portata emotiva molto più forte (pregna di rabbia, odio, vendetta) rispetto a quella che poi la vicenda manifesta nei fatti.
Si resta appesi, da un film che è troppo sbilanciato sulla figura del protagonista buono – e persino troppo sbilanciato sul fatto stesso che è buono. Ne risente, dall'altro lato, anche la figura del "cattivo", che non è costruita in modo efficace, è smorzata, poco convincente, insipida, poco odiosa. Questo Miguel, più che atterrire, irrita. E' un nerd fattone.
Un piacione antipatico.

Tutti i film della saga di Rocky hanno una visione decisamente manichea della realtà: il bene contro il male, il pugile buono che uccide il Drago cattivo.
Qui, nulla di tutto ciò. Tutto è appiattito sul Buono, che combatte più che altro contro sé stesso che non contro l'avversario.
Eppure, la contraddizione sta proprio nel fatto nel fatto che Southpaw ha una struttura narrativa similissima ad un qualsiasi Rocky: 1) un avversario cattivo 2) un evento negativo, la sconfitta dei "buoni" 3) un allenamento "naturale", diciamo alla vecchia maniera 4) la grande rivincita finale.
Specialmente poi se pensiamo alla fase di riabilitazione di Billy, quando cerca lavoro nella palestra e si adatta a fare l'aiutante, sembra in tutto e per tutto quel "Rocky 2", proprio quello che, dopo aver legnato per 15 round il campione del mondo Apollo Creed, tornò nella vecchia palestra del vecchio Mickey per fare l'inserviente, per raccogliere in un secchio gli sputi degli altri pugili.
La scala della palestra!
Praticamente è identica a quella dove Rocky venne malamente allontanato da Mickey, perché quest'ultimo non lo considerava capace di sostenere una rivincita con Apollo, a cause dell'occhio, ormai compromesso dalle botte ricevute.
Quella scala è uguale.
Stretta uguale, buia uguale. Malandata e triste, ma allo stesso tempo carica di fascino, di grandezza: essa è l'inizio della risalita, il punto di partenza per la riscossa.

Non puoi citare un film, peraltro una delle scene più intense di quel film, e poi beneficiare dell'esenzione dai paragoni. Southpaw è e resta un ottimo film, costruito e recitato benissimo, ma manca quel non so che…quella specie di pathos esasperato, che un film così dovrebbe avere. Quel pathos, forse un po' grossolano e puerile, che quando c'è fa un po' storcere il naso, ma quando manca lascia il brodo insapore.


mandrake1927  @  06/01/2016 01:47:08
   6 / 10
Diciamo che riuscire a fare un film sulla boxe che non faccia subito venire in mente Rocky non è per niente facile, Antoine Fuqua ci ha provato, non proprio con risultati eccelsi, ma almeno la trama è stata in parte stravolta con molteplici "colpi di scena" ( anche se a tratti risulta un vero e proprio dramma continuo) l'allenamento prima del grande incontro mi ha deluso, mi sarei aspettato molto di più , come nella scelta dell'avversario sia del nome (Miguel "Magic" imbarazzante) sia che nella scelta dell'attore ( i particolari sono tutto e non accetto un attore che non dia un minimo senso di vittoria, vedere e imparare da Rocky 4).
Per il resto c'è da annotare la prestazione molto ma molto positiva di Jake Gyllenhaal come di Rachel McAdams. Un grande applauso anche a Forrest Withaker prestazione sublime(pare proprio cucirsi a pennello su di lui).
Le due ore del film passano veloci e alla fine ti resta il sapore un pò agrodolce per un film che poteva essere molto di più.

lupin 3  @  02/12/2015 16:31:48
   10 / 10
Media un pó bassina dal mio punto di vista.
Lo consiglio vivamente.

wicker  @  15/11/2015 19:33:29
   7 / 10
Niente di nuovo per chiunque abbia visto uno a caso della saga dei Rocky..(quindi tutti).. Qualche piccola variazione sul tema ..qualche innesto sull'allenamento tecnico della boxe per stare al passo coi tempi..poi la tram scorre lineare e politicamente corretaa come si può facilmente intuire.
Film salvato dalla noia da una grandissima interpretazione di Gyllenhall,davvero bravo, mezzo punto in più solo per lui.

rikpse  @  28/10/2015 19:24:29
   7 / 10
originalità 0 , ma l'interpretazione salva questo film , alla fine scorre bene

Trixter  @  27/10/2015 09:24:11
   7 / 10
La boxe come rabbia, sconfitta, redenzione e purificazione. La rinascita di Billy Hope passa attraverso un volto sfigurato e l'incapacità di difenderlo dai colpi altrui, la drammatica perdita della moglie, sulle cui spalle poggia la propria esistenza, e l'amore per la figlia da riconquistare.
Come già detto da tutti i commentatori precedenti, Southpaw è una minestra riscaldata mille volte, pieno di clichè e di scene già viste e riviste (troverete varie analogie con Rocky) eppure le spalle di Gyllenhaal e di Whitaker sono sufficientemente salde da reggere alla grande l'intera pellicola. Che, in fin dei conti, riesce ad intrattenere, coinvolgere ed emozionare. Nel complesso, un buon prodotto.

alberto9  @  18/10/2015 11:55:50
   7 / 10
Non é il miglio film di boxe della storia ma si fa comunque rispettare ed apprezzare. Jake Gyllenhaal in grande forma

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  16/10/2015 23:15:51
   6 / 10
Redenzione e formazione in Southpaw. Billy Hope è rabbia pura da addomesticare e sfogare nel quadrato di un ring, ricoprire il ruolo di marito e padre. Quando però mancheranno le basi, cioè la moglie, il re sarà nudo perchè riveleranno le sue debolezze di uomo, come un pugile incompleto capace solo di picchiare ma incapace di difendersi dagli eventi avversi da cui verrà travolto. Aldilà di queste considerazione il film di Fuqua è la solita ricetta precotta, diversamente da esempi recenti come Warrior, per esempio. Il film si lascia seguire, Gyllenhall e Whitaker hanno spalle forti per reggere da soli le sorti di un film dalla trama prevedibile e scontata e sufficiente per portare la pagnotta a casa.

atreides  @  02/10/2015 19:16:41
   6 / 10
ben confezionato, ben interpretato, ma…………………nulla più, le mie aspettative erano alte, e sinceramente sono rimaste tali, forest whitaker e jake gyllenhaal, seppur bravissimi da soli non bastano

john doe83  @  01/10/2015 18:48:13
   6 / 10
Film che non aggiunge assolutamente nulla al filone delle pellicole sul mondo della boxe. Comunque ben interpretato

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  21/09/2015 21:24:27
   6½ / 10
Film ben realizzato ma per nulla originale. Bravi i protagonisti e ben girati gli incontri; buon ritmo.

Marco247  @  20/09/2015 13:10:54
   6 / 10
tutto sommato guadabile, avrei dato di più se non fosse un po' banale in alcune parti e, soprattutto, aleggi una chiara sensazione di deja vu


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

debaser  @  19/09/2015 17:10:26
   4 / 10
Brutto, brutto, trama irritante, incontri di Boxe piu'finti del finto. Personaggi imbarazzanti e mal caratterizzati, banalita' a go-go. Niente da ricordare, non vedi l'ora che finisca perche'2 ore di questa schifezza sono decisamente troppi da sopportare.

TheLegend  @  17/09/2015 04:11:21
   6½ / 10
Sicuramente nulla di nuovo o di minimamente originale ma la realizzazione è buona e si segue con interesse fino alla fine.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento goat  @  16/09/2015 09:30:48
   7 / 10
tutto già visto un milione di volte, ma se non altro ben realizzato.

Febrisio  @  12/09/2015 14:12:36
   6 / 10
Vuoi essere davvero il primo e vero film sulla boxe? Bene, esci da questo corpo e umanizzati Fuqua.

Southpaw, che non so, e non cerco nemmeno, cosa significhi questa parola, titolo della pellicola presentata anche al Festival di Locarno. Punta troppo al melodramma, escludendo di quest'ultima una parte importante, i rapporti umani, qui farciti di discorsi assai superficiali, finti profondi. Quando questo capita, alla lunga anche le cose più banali vengono a galla, e purtroppo mi rimane il ricordo di una farsa. Mi vengono in mente ora a caso, una serie di gesti che ne abbassano la credibilità.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Insomma in pentola bollono tante cose

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Per ognuno di questi, si riuscirebbe a farne un film, ma Southpaw riesce bene a fare tutto, non vi annoierete... in modo compresibilmente superficiale.

Darksyders77  @  11/09/2015 20:17:57
   8 / 10
Pellicola davvero sorprendente,dove la boxe,passa in secondo piano,dove sentimenti ben più forti dettano legge e danno la forza per andare avanti,per ricominciare,per ricostruire.Recitazione superlativa per Gyllenhaal,davvero un film da seguire tutto d'un fiato,con momenti drammatici e temi toccanti-Assolutamente consigliata la visione-

lucki71  @  11/09/2015 14:10:02
   7 / 10
E' un film in cui la boxe è marginale ma che va dentro il personaggio e alle sue debolezze (tante), devo dire che nonostante tutto il film mi ha preso in molti momenti e una lode ai combattimenti che non sono niente male.
Da vedere

Federico  @  09/09/2015 09:08:50
   7½ / 10
certi voti qui sotto non hanno proprio senso.

il film, è vero, è un po' il solito film sulla boxe vista come metafora della vita e naturalmente c'è un po' dei vari altri film sull'argomento ma, cavolo, è fatto davvero bene anche se mancano quei momenti carichi di pathos come in rocky, ad esempio. Non che questo sia un difetto (sarebbe stato semplice allungare il brodo facendoci magari assistere alla tragica

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER che viene invece solo accennata.

Gyllenhaal è un grande attore e qui lo conferma, aiutato da un sempre bravo Whitaker.

Le immagini degli incontri sono semplicemente splendide.

genki91  @  09/09/2015 01:13:39
   7 / 10
Jake Gyllenhall e Forest Whitaker sollevano quello che è un normalissimo film sulla boxe, di quelli che se ne sono visti a centinaia.
Non fosse stato per loro due, questo prodotto senza infamia e senza lode che vede una buona fotografia e una bella scelta della color, a mio modesto parere, poco altro avrebbe avuto da raccontare.
Invece un film che sfiora la sufficienza, viene salvato dai due ottimi interpreti che rendono una storia che fa sussultare solo per un attimo, un discreto prodotto godibile.
Bravi ai due.

Schmitt  @  08/09/2015 21:03:49
   7 / 10
Ho trovato " THE FIGHTER" di categoria migliore a questo film sulla boxe, ma non capisco come la media in questo forum possa essere cosi´bassa. Jake ha superato se stesso. Prova molto convincente di 50 cent, a cui ha partecipato in diversi film d´azione, acquisendo un profilo di nota importanza.

Voto 8 anche alla colonna sonora dell´illustrissimo EMINEM, ripeto EMINEM, le cui canzoni s´intitolano " IM PHENOMENALAL" e "KING NEVER DIE", scrivendo e rappando anche quella per il film " THE EQUALIZER" (GUTS OVER FEAR.

Curiosita´: EMINEM era favorito inizialmente rispetto a JAKE GILLENHAAL, come attore protagonista

Manticora  @  07/09/2015 16:12:07
   7 / 10
Va bene si,ma comunque non è che ci voleva molto,Fuqua si risolleva dopo the equalizer e olympus e confeziona un discreto film sulla boxe,che parte in un modo (prevedibile) e finisce in un altro(prevedibile) la speranza che perde tutto e poi si prende la rivincita,un pò rocky,un pò cinderella man,certo Gyllenhaall funziona, ma la vera spalla e Rachel McAdams,l'attrice canadese dimostra di avere una marcia in più,peccato che scompaia dopo poco più di mezz'ora,il suo omicidio e tragico ma serve fondamentalmente ad innescare gli eventi che verranno.Infine entra in scena Forest Whithaker che come anche in Rocky 3 dà un nuovo metodo ad hope, LA DIFESA.Per il resto combattimenti ben fatti,colonna sonora idem,attori più che buoni ma manca quel qualcosa in più per elevare il film a più di un incontro tra pesi medio-massimi.

lucasssss  @  06/09/2015 22:22:43
   8½ / 10
Gran bel film, grandi gli attori protagonisti e regia impeccabile di un Faqua al massimo

forse gli incontri troppo forzati, alla Rocky tanto per intenderci, non rispecchiano la realtà ma la storia è avvincente ed anche se si immagina come va a finire il film ti tiene sempre attaccato alla poltrona

da vedere

ciao

641660  @  06/09/2015 21:16:45
   6 / 10
Filmetto che si lascia guardare con le solite esagerazioni e la solita boxe finta di turno. Tutto scontato dall'inizio alla fine, i truccatori mi pare abbiano fatto un bel lavoro, gli attori molto meno.

Giovans91  @  05/09/2015 11:50:41
   7½ / 10
Antoine Fuqua ha abituato lo spettatore ad un cinema dal forte impatto visivo, realistico, crudo e metropolitano. Fuqua ha dichiarato fin da subito la sua intenzione di voler creare il primo film "vero" sulla boxe, una pellicola accurata, realistica e adrenalinica fin nei dettagli, che restituisce allo spettatore la sensazione di ritrovarsi davvero su un ring, in mezzo ai pugili intenti a boxare, percependo realmente il sudore, il sangue, la rabbia che irrompono sulla scena: e proprio grazie alla fotografia e alle inquadrature che il film acquisisce un gusto eccessivo e spettacolare, restituendo la stessa sensazione di un incontro "live" di pugilato, di un match senza esclusione di colpi tra rabbia ed equilibrio, vita e morte, odio e amore.
Interpretazioni memorabili per Forest Whitaker e Jake Gyllenhaal che danno una grande prova di talento ed intensità, entrando entrambi nei loro personaggi senza perderli per un attimo. Colonna portante dell'intera opera è indubbiamente Jake Gyllenhaal, mostruoso prima di tutto per bravura e poi per stazza; attore a tutto tondo di elevata dote recitativa.
Sulla melodia del brano inedito del rapper Eminem 'Kings never die', Southpaw si chiude e colpisce, appassiona e dà la carica, perché finchè sul ring c'è Billy, c'è speranza.

GTX33guitar  @  05/09/2015 11:17:24
   5 / 10
Il più brutto film sulla box che ho visto fin d'ora...scontato e insipido...poche cose positive...gli incontri di box non vengono esagerati come in altri film e questo forse non è un male..per il resto è una minestrina tiepidamente insapore che prova palesemente ad intenerire con situazioni forzatissime che hanno l 'unico compito di portare avanti una storia inesistente...

1 risposta al commento
Ultima risposta 05/09/2015 19.46.02
Visualizza / Rispondi al commento
Dompi  @  04/09/2015 15:14:00
   2 / 10
Mi spiace ma ci vado giù di brutto perché non è possibile che ce lo menino da un anno e più e la gente era presa bene con Jake coso che vincerà l'Oscar per questa interpretazione, che il film è uno dei migliori film sulla box, che sarà il film dell'anno blabla. No.

Il più brutto film di Rocky ne vale 10 di questo.

Ho letto di Fuqua che diceva che voleva fare un film oltre modo realistico con i combattimenti super veri e che si pestassero sul serio nel ring che voleva far vedere cos'è la box blabla, è uscito fuori invece che i combattimenti non sanno di nulla ma paiono di plastica. Chi afferma che è uno dei migliori film sulla box non ha mai visto un film sulla box, senza scomodare Scorsese o Eastwood, basta guardarsi Warrior(lì sì che si pestano sul serio) poi andarsi a guardare sto filmetto e trarre due conclusioni. Antoine Fuqua è conosciuto ai più perchè un suo film ha vinto l'OSCAR. E lo menano di brutto con Training Day, non se ne può più. Ha fatto uno dei film più brutti degli ultimi 40 anni, ATTACCO AL POTERE, POI HA FATTO L'ULTIMA ALBA CON BRUCE WILLIS CHE FA PAURA, KING ARTHUR, CIOE' KING ARTHUR CON LANCILLOTTO BIONDO CHE HA LE TRECCINE!!!!, THE EQUALIZER CON DENZEL WASHINGTON CHE RINCORRE I TRENI!!!!

Poi è partita la notizia che doveva dirigere sto filmetto ed è stato il caos perché si vedeva Jake coso sanguinante che urlava in slowmotion per due secondi nel trailer. Il film non sa veramente di nulla, tutto già visto, le solite robe con la figlia, il padre, "ho problemi di qui, ho problemi di là" blabla, l'eroe che si deve riscattare, i combattimenti sono diretti a due all'ora, non c'è UNA DIAMINE DI TENSIONE IN NESSUN COMBATTIMENTO DELLA FAVA e tu sei lì che speri:"Dai il prossimo combattimento sarà meglio", poi arrivi alla finale e ti buttano un incontro che sembra che duri 6 ore per la noia che trasmette, LA COLONNA SONORA NON ESISTE("Eminem ha fatto una bella canzone vincerà agli Oscar, è tornato!!!(cit.utentemedio)), l'allenatore(Forest Whitaker) è inguardabile e pare la versione povera di Morgan Freeman in Million Dollar Baby(lo stesso occhio cieco per l'incontro che ha fatto anni fa blabla), 50 CENT NON SI PUO' VEDERE, CIOE' C'E' 50 CENT NEL FILM, 50 CEEEEENTTT BOIAAA??!!!!!!!!


Il film l'ho visto perché c'era Rachel McAdams e stavo per dargli un 10 ma dopo 30 minuti viene ammazzata di malo modo e non si vede più per tutto il film. Poi veniamo al punto: Jake coso che è un grande attore mi ha dato l'impressione di essere nel film sbagliato, non recita male anzi, si è gonfiato di brutto, si è allenato, è l'unico che recita bene nel film, ci ha messo l'anima ma è diretto male. Andate a guardarlo ne "Lo Sciacallo" di un anno fa, lì è stato superbo e ha alzato il livello del film in maniera assurda. Qui recita bene ma il livello del film non lo alza di molto e mi spiace dirlo. Non sto a descrivere cosa succede nel film come faccio di solito dico solo che è stata veramente una delusione e soprattutto un'agonia guardare sto filmetto che era spacciato come un grande film(c'è chi ha gridato al capolavoro) e poi ritrovarsi di fronte ad una cosa che non ha forza, non è vitale, non trasmette nulla, è scontato, banale, sa di già visto 20 volte e NON HA RITMO, RIPETO NON HA RITMO E ALCUN TIPO DI TENSIONE.

Le cose brutte:
-50 cent.
-50 CENT.
-5 0 C E N T.
-Lo sfidante finale che ha un nome da marca di succhi di frutta che quando sparano alla moglie sembrava tutto dispiaciuto e che se l'era presa con il suo amico che ha fatto partire il colpo. Poi magicamente ritorna una bestia e vuole ammazzare di botte Jake coso.
-Rachel McAdams che è ridotta a fare la cagnetta nel film e recita male.
-Rachel McAdams che muore amuzzo.
-Non si sa nulla riguardo a chi ha ucciso la moglie, non si sa se l'hanno incarcerato, se è stato accusato di omicidio o se è ancora in libertà, se lo sfidante finale è stato accusato di qualcosa visto che era lì e ha provocato la rissa(boh tanto chissene frega).
-L'allenatore che è inguardabile e sembra un morto ad ogni dannato primo piano. Ad elenco le sue frasi più incoraggianti per la vita:"Non dire parolacce altrimenti 50 flessioni", "esci dal bar altrimenti fai casino", "risolvi la cosa con tua figlia così mi paghi lo stipedio per la palestra", "muoviti a menare i pugni così vinci la cintura d'oro e mi regali la Lamborghini", "tua moglie è morta è colpa tua", "tua figlia l'hanno portata via i servizi sociali è colpa tua", "sei una sega a combattere è colpa tua".
-Jake coso che si allena e ad ogni allenamento sembra che non abbia mai visto una corda per piegarsi, diamine sei stato il campione dei pesi massimi e sembra che tu non sappia cosa sia un sacco per menare i pugni!??!!
-Gli allenamenti sono uno più brutto dell'altro.
-La colonna sonora sembra quella di un videogioco che trovi su Need For Speed.
-L'assistente sociale che prima detta le regole:"Non puoi vedere tua figlia per 2 mesi e devi lavorare duro blabla" e poi va a guardarsi l'incontro tutta fogata con la figlia e a ogni pugno che subisce Jake coso inizia a stare male e a dispiacersi.
-Jake coso che urla in slowmotion per far vedere che sa recitare e che vuole l'Oscar della fava.

18 risposte al commento
Ultima risposta 10/02/2016 01.57.17
Visualizza / Rispondi al commento
Hyogonosuke  @  04/09/2015 11:32:57
   6 / 10
Film che fa il percorso inverso rispetto ai soliti basati sulla vita del boxeur, ovvero la caduta di un povero divenuto campione e ritornato allo stato di povero.
Il film è anche ben fatto, ma la sceneggiatura non offre veramente niente di nuovo, nessuno spunto....niente.
Si lascia guardare ma niente più.

senseiken  @  04/09/2015 10:42:48
   5 / 10
Non decolla. Un plauso a Gyllenhaal per la preparazione atletica (Risulta un boxeur quasi convincente) e l'interpretazione, ma il film non ha fascino.

Wilding  @  02/09/2015 22:38:14
   8½ / 10
Impossibile non pensare a Balboa, e troppe volte durante il film... Sarà perchè io sono di quella generazione!! Resta un bellissimo film, appassionante e commovente.

bood  @  02/09/2015 17:28:38
   4 / 10
jake gillenhall volevo fare un film da duro in cui mettere in mostra il fisico tra le varie .. il resto è raffazzonato(issimo) .. vorrei dargli la sufficienza perchè questo attore mi piace ma nel contesto di tanti altri suoi film questo è uno scivolone, brutto anche direi
4 per me

Clint Eastwood  @  02/09/2015 17:26:05
   4 / 10
Billy Hope ex ragazzo orfano ora campione, ricco, una bella moglie e una figlia. Un giorno perde tutto per via del suo "spirito di strada" dove la moglie resta uccisa accidentalmente portandolo così alla rovina. Per riavere la fiducia dell'unica figlia, affidata ai servizi sociali, dovrà rieducarsi e acquistare un po' di dignità che gli mancava.
Poche storie, il film sa di niente. C'è un po' di Toro Scatenato, un po' di Million Dollar Baby ma Southpaw non riesce a distinguersi fra situazioni e scene già viste, percorsi e conclusioni già calcolate. Bene Jake, ma il resto è il solito prodotto alla Fuqua, leggermente sotto i suoi standard abituali.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

45 seconds of laughter47 meters down: uncaged5 e' il numero perfettoa herdadea mano disarmataa sonabout endlessnessadults in the roomall this victoryalla corte di ruth - rgbamerican animalsamerican skinandrey tarkovskji. a cinema prayer
 NEW
angry birds 2 - nemici amici per sempreannabelle 3apollo 11aquaslasharab bluesarrivederci professoreatlantis (2019)attacco al potere 3 - angel has fallenbaby gang (2019)babyteethballoonbarnbeautiful boy (2018)beyond the beach: the hell and the hopebirba - micio combinaguaiblanco en blancoblinded by the light - travolto dalla musicablue my mind - il segreto dei miei anniboia, maschere, segreti: l'horror italiano degli anni sessantabombay rosebring the soul: the movieburning canecarmen y lola
 NEW
c'era una volta a... hollywoodcercando valentinacharlie says - charlie dice
 NEW
chiara ferragni - unpostedchristo - walking on watercitizen kcitizen rosicity hunter - private eyesclimax (2018)colectivcorpus christicrawl - intrappolatidaitonadelphinedi tutti i coloridiamantino - il calciatore piu' forte del mondodicktatorship - fallo e basta!dolcissimedomino (2019)due amici (2019)
 NEW
e poi c'e' katherineedison - l'uomo che illumino' il mondoeffetto dominoel principeelectric swanemaemilio vedova. dalla parte del naufragioescape plan 3 - l'ultima sfidafast & furious - hobbs & shawfellini fine maifiebre australfiore gemellofulci for fakegenitori quasi perfettigiants being lonelygive up the ghostgloria mundigodzilla ii - king of the monstersgoldstonegretaguest of honourhava, maryam, ayeshahotel artemishouse of cardini diari di angela - noi due cineasti. capitolo secondoi morti non muoionoil criminaleil flauto magico di piazza vittorioil grande saltoil mostro di st. pauliil pianeta in mareil prigionieroil re leone (2019)il regnoil signor diavoloil sindaco del rione sanitÓil varcoin fabricit: capitolo 2juliet, nakedjust 6.5kinkingdom comela bambola assassina (2019)la fattoria dei nostri sognila legge degli spazi bianchila llorona
 NEW
la mafia non e' piu' quella di una voltala mia vita con john f. donovanla piccola bossla prima vacanza non si scorda maila rivincita delle sfigate
 NEW
la vita invisibile di euridice gusmaol'amour flou - come separarsi e restare amicil'angelo del criminele coup des larmesles chevaux voyageurslife as a b-movie: piero vivarellilingua francal'ospite - un viaggio sui divani degli altrilucania - terra sangue e magial'ultima orama (2019)mademoisellemadre (2019)marriage storymartin edenmaryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmen in black: internationalmes jours de gloiremidsommar - il villaggio dei dannatimio fratello rincorre i dinosaurimoffiemondo sexymosulnever just a dream: stanley kubrick and eyes wide shutnevermindneviano.7 cherry lanepallottole in liberta'parthenonpasspartu': operazione doppiozeropelican bloodpets 2: vita da animaliphotographpolaroidpop black postapowidoki - il ritratto negatoprimula rossapsychosiaquel giorno d'estateraccolto amarorapina a stoccolmarare beastsrealmsred sea divingrestiamo amicirevenirrialtorocketmanroqaia
 NEW
rosa (2019)sabbiasanctorumsaturday fictionscalesscherza con i fantise c'e' un aldila' sono fottuto: vita e cinema di claudio caligarisebergselfieserenity (2019)seules les betessh_t happensshadow of watershelter: addio all'edensir - cenerentola a mumbaiskate kitchensolesoledadspider-man: far from homestate funeral
 NEW
strange but truestuber - autista d'assaltosubmergencesupereroi senza superpoteriteen spirit - a un passo dal sognotesnotathe boy 2the burnt orange heresythe deepthe diverthe elevatorthe great green wallthe king (2019)the kingmakerthe laundromatthe lodgethe long walkthe mirror and the rascalthe nest (il nido)the painted birdthe perfect candidatethe quake - il terremoto del secolothe rider - il sogno di un cowboythe scarecrowsthe truththey say nothing stays the sameti presento patrick
 NEW
tolkientony drivertoy story 4
 NEW
tutta un'altra vitaun monde plus granduna famiglia al tappetoverdictvita segreta di maria capasso
 NEW
vox luxwaiting for the barbarianswake up - il risvegliowasp networkwelcome home (2019)wolf call - minaccia in alto marewomanx-men: dark phoenixyou will die at 20zerozerozero - stagione 1zumiriki

991751 commenti su 41973 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net