sete regia di Ingmar Bergman Svezia 1949
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

sete (1949)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film SETE

Titolo Originale: TÍRST

RegiaIngmar Bergman

InterpretiEva Henning, Birger Malmstein, Birgit Tengroth, Mimi Nelson

Durata: h 1.13
NazionalitàSvezia 1949
Generedrammatico
Al cinema nel Giugno 1949

•  Altri film di Ingmar Bergman

Trama del film Sete

Bertil e Rut sono una coppia in crisi che durante un lungo viaggio in treno dalla Germania alla Svezia, ritrovano i motivi per stare insieme. Tutto girato negli spazi angusti di un treno, un dramma concentrato sui tormenti interiori dei protagonisti, condizionati dalle loro esperienze passate e incapaci di perdonare sÚ stessi e gli altri.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,50 / 10 (6 voti)6,50Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Sete, 6 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Invia una mail all'autore del commento Elly=)  @  05/12/2011 02:28:05
   6½ / 10
Nella vita bisogna saper superare gli ostacoli o si finirà per aver sempre rimorsi di coscienza e la tristezza addosso.

Il film (uno dei primi) presenta lo stile e i pensieri che successivamente ritorneranno in tutta la filmografia di Bergman.
In particolare sarà fonte d'ispirazione per il film IL SILENZIO soprattutto per l'ambientazione scenica e l'uso delle due voci per raccontare un unico dramma famigliare.

L'inizio parte già da subito con dei flashback che svelano parte del passato della protagonista. Un passato difficile che le è costata cara la possibilità di avere figli. Questo episodio l'ha portata ha provare un odio molto grande verso il sesso maschile, si veda infatti il rapporto che ha con suo marito, Bertil, anche lui a sua volta uscito da una situazione sentimentale difficile.

Dopo questa veloce panoramica sui due protagonisti giunge il momento del "Guardare dentro di sè". Esposti alla brutalità ancora persistente negli ambienti tedeschi i due compiono una riflessione profonda su chi sono e cosa stanno facendo, rientrando nei parametri della normalità e cercando di restaurare il loro rapporto ormai sfiorito.

Questo momento di riflessione e di svolta viene accompagnato da un mini episodio all'interno del film che riguarda una ragazza, Viola, che in seguito ad un comportamento troppo spinto da parte del suo psicanalista e quello della sua amica lesbica si suicida.

Il film si conclude con Bertil che immagina di uccidere sua moglie. Questa allucinazione lo fa soffermare sul fatto che se ammazzare la moglie, a livello inconscio, è il modo per liberarsi dal vuoto d'amore, e che l'unico modo per riempirlo invece è quello di cercare di capirsi e amarsi con buona volontà.

Invia una mail all'autore del commento wega  @  07/05/2008 20:40:30
   7 / 10
Non male davvero neanche quest'altro lungo di Bergman, premettendo il fatto che mi riesce un pò difficile seguire una pellicola con i sottotitoli.
C'è da dire che però registicamente era più virtuoso, entro i limiti, agli inizi che nei film successivi, si destreggiava negli interni delle camere in maniera veramente notevole.
In questa pellicola c'è già una buona analisi psicologica, da citare l'incontro della donna con il psicologo, e sempre la mano di un regista già maturo nel trattare le tematiche dei matrimoni, tradimenti tra figli e noia.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  18/02/2008 23:20:30
   6½ / 10
un Bergman agli albori della carriera gia mostra quelli che sono i temi a lui piu cari...il dramma di una donna costretta ad abortire è al centro di questa storia che in alcuni punti tocca il massimo del dramma e il altri(purtroppo)sembra una commedia sentimentale...
il maestro saprà perfezionarsi...

Gruppo COLLABORATORI Harpo  @  28/11/2007 23:49:35
   6 / 10
Un Bergman indubbiamente acerbo, ma che rimane pur sempre Bergman.
Si vede chiaramente che Ingmar diventerà un grande regista, ma in questo film comunque non riesce a sfornare il capolavoro.
Da guardare solo se si ama Bergman e si vuole ulteriormente approfondirlo.

Beefheart  @  15/09/2007 21:41:46
   6 / 10
Uno dei tanti studi bergmaniani sul tema dell'amore, tanto importante quanto faticoso, all'interno della coppia. In questo caso sono Rut e Bertil, moglie e marito in viaggio in treno verso la Svezia, a confrontarsi su un argomento arduo e delicato come il consuntivo di un matrimonio in crisi. Sullo sfondo, la guerra che si intravede dai finestrini. Oltre ai lunghi dialoghi tra i due, sostenuti all'interno dell'angusto scompartimento a cuccette, purtroppo il regista ricorre anche ad un massiccio uso del flash-back, col risultato di rendere il tutto piuttosto contorto e poco immediato. Se a livello di contenuti siamo suppergiù intorno agli standard del regista, per quanto riguarda interpretazione ed atmosfera in generale si "lamenta" una minore intensità rispetto ad altri suoi lavori. Consigliato più che altro agli appassionati.

Crimson  @  22/06/2005 12:19:45
   7 / 10
A giudicare dall'anno credo si tratti di uno dei primissimi film di Bergman, che all'epoca aveva appena 29 anni. Egli tratta un tema a lui caro, ossia il turbolento universo del matrimonio. E' un film giocato moltissimo sui dialoghi. Sembra quasi che Bergman si diverta a giocare con lo spettatore (almeno mi ha dato quest'impressione) dal momento che presenta delle situazioni dal punto di vista emotivo sempre ambivalenti, che talvolta sfociano davvero nel grottesco. Mi ha colpito molto il modo in cui è costruito il film..infatti le scene sono così staccate le une dalle altre da dare la sensazione di stare guardando diversi episodi. Bellissima la scena della visita del medico. Come inizio non c'è male, un bel film!

3 risposte al commento
Ultima risposta 23/06/2005 11.45.56
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

7 uomini a molloa private waralmost nothing - cern: la scoperta del futuroalpha - un'amicizia forte come la vitaamici come prima (2018)anatomia del miracoloanimali fantastici: i crimini di grindelwaldaquamanattenti al gorillaben is backbenvenuti a marwenberninibird boxblack tide
 HOT
bohemian rhapsodybumblebeecalcutta - tutti in piedicapri-revolutionchesil beach - il segreto di una nottecity of liescold war (2018)coldplay: a head full of dreamscolette (2018)conta su di me (2018)conversazione su tiresia. di e con andrea camillericonversazioni atomichecosa fai a capodanno?dinosaurs (2018)don't fuck in the woods 2
 NEW
dove bisogna stareescape room (2019)friedkin uncut - un diavolo di registaghostland - la casa delle bambole
 NEW
glasshepta. sette stadi d'amoreholmes and watsonhunter killer - caccia negli abissii spit on your grave: deja vui villaniil castello di vetroil destino degli uominiil gioco delle coppieil grinch (2018)il ragazzo piu' felice del mondoil ritorno di mary poppinsil sindaco - italian politics 4 dummiesil testimone invisibileil vizio della speranzain guerraisabellela befana vien di nottela donna elettrica
 NEW
la douleur
 NEW
la favoritala notte dei 12 annila prima pietrala scuola serale
 NEW
l'agenzia dei bugiardilake placid: legacyle ninfee di monet: un incantesimo di acqua e lucelo sguardo di orson welleslontano da quilook awayl'uomo che rubo' banksy
 NEW
m.i.a. - la cattiva ragazza della musicamacchine mortalimalerba
 NEW
maria regina di scoziamenocchio
 NEW
mia e il leone bianco
 NEW
mia martini - io sono miamorto tra una settimana... o ti ridiamo i soldimoschettieri del re: la penultima missionenelle tue mani (2018)non ci resta che il criminenon ci resta che vincerenon dimenticarmi - don't forget menotti magicheotzi e il mistero del tempoovunque proteggimiralph spacca internetred land (rosso istria)red zone - 22 miglia di fuocoride (2018)robin hood - l'origine della leggendaroma (2018)santiago, italiase son roseseguimisenza lasciare traccia (2018)spider-man: un nuovo universostyxsulle sue spallesummer (leto)suspiria (2018)the barge peoplethe old man & the gunthe other side of the windthe young cannibalstre voltitroppa graziatutti lo sannoun giorno all'improvvisoun piccolo favoreupgradevan gogh - sulla soglia dell'eternita'vice - l'uomo nell'ombrawidows: eredita' criminalezen sul ghiaccio sottilezombie contro zombie - one cut of the dead

983420 commenti su 40748 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net