prisoners regia di Denis Villeneuve USA 2013
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

prisoners (2013)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film PRISONERS

Titolo Originale: PRISONERS

RegiaDenis Villeneuve

InterpretiHugh Jackman, Jake Gyllenhaal, Paul Dano, Maria Bello, Viola Davis, Terrence Howard, Erin Gerasimovich, Melissa Leo, Jane McNeill

Durata: h 2.26
NazionalitàUSA 2013
Generethriller
Al cinema nel Novembre 2013

•  Altri film di Denis Villeneuve

Trama del film Prisoners

Keller Dover sta affrontando il peggior incubo di ogni genitore. Sua figlia di sei anni, Anna, Ŕ scomparsa Insieme alla sua giovane amica, Gioia, e con il passare del tempo il panico dilaga. Il responsabile dell'investigazione, il Detective Loki ha arrestato l'unico sospetto, ma la mancanza di prove lo ha obbligato a rilasciarlo. Sapendo che vita della figlia Ŕ in pericolo, Keller non ha altra scelta se non prendere la situazione nelle proprie mani. Il padre disperato farÓ ditutto per trovare le ragazze, rischiando la propria vita.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,80 / 10 (198 voti)7,80Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Prisoners, 198 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
««Commenti Precedenti   Pagina di 3   Commenti Successivi »»

raffaelepr  @  06/03/2014 19:22:32
   9 / 10
Finalmente un bel triller!!

topsecret  @  06/03/2014 15:03:28
   7½ / 10
Quando un film è ben articolato, ha una trama intrigante, un inizio che cattura subito l'attenzione dello spettatore e parecchie dosi di tensione e thrilling ben evidenziate, la durata che supera le due ore e mezza non deve spaventare.
Il film di Villeneuve sotto il profilo dell'originalità non ha grandi meriti ma è capace di offrire parecchi spunti interessanti e sempre attuali, senza rendere difficile la visione, trasmettendo emozionalità ed inquietudine che non lasciano indifferenti.
Tutto questo viene esaltato dalla performance di un cast di spessore e molto abile nel rendersi credibile: Jackman e Gyllenhaal soprattutto riescono a trasportare lo spettatore fin dentro alla storia, in maniera totale e coinvolgente. Una storia che forse non è perfetta in ogni dettaglio ma che si lascia guardare tutta d'un fiato, sostenuta da un ritmo abbastanza cadenzato per tutta la durata e da una regia abile nel saperla sfruttare ed evidenziare.
Secondo me un buon thriller da tenere in considerazione.

Izivs  @  02/03/2014 19:20:22
   7 / 10
Buon film, ben recitato e con una trama non scontata.
Insomma un thriller gradevole

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

kastalya  @  01/03/2014 02:11:44
   7 / 10
Sa un pò di già visto...e alcune scene/situazioni non hanno molto senso logico....
Comunque si lascia vedere anche se è lunghetto...

lapensocosý  @  27/02/2014 03:39:30
   7½ / 10
i 113 commenti prima del mio dicono già tutto, buon thriller!

Gruppo COLLABORATORI Gabriela  @  26/02/2014 10:50:51
   6 / 10
Nsomma.
In un periodo nel quale il thriller l'abbiamo visto e rivisto in tutte le salse questo mi sembra una copia di tanti altri e con forzature narrative pazzesche.
Mah, non riesco a dire che fa schifo ma sicuramente non mi è rimasto impresso.
Anche le interpretazioni niente di che.

9 risposte al commento
Ultima risposta 19/07/2014 00.37.14
Visualizza / Rispondi al commento
John Nada  @  24/02/2014 21:07:05
   8 / 10
Thriller piuttosto atipico.
Non è tanto il "caso" in se ad affascinare

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER quanto la caratterizzazione dei personaggi ed i temi che il film affronta. Non è tanto importante stabilire chi è perchè sia il colpevole, quanto mostrarci fino a che punto ci si può spingere pur di arrivarci, pur di trovare quella persona, pur di capire, quanti errori si possono commettere a fin di bene e quanto il fine giustifichi i mezzi. Quando si comincia a smettere di essere vittime e trasformarsi in carnefici? Quanta importanza ha il caso nello spingerci verso decisioni e atti che cambieranno la nostra vita per sempre?

Un film insomma che ha come sua caratteristica migliore l'indagine sui protagonisti e sulla loro indole, sulla loro idea di giustizia, sul loro senso di impotenza davanti all'imponderabile e in questo gli attori sono davvero bravissimi a renderci il tutto credibile e "naturale".

Un ottimo film insomma e ultimamente di thriller ben fatti se ne vedono sempre meno.

vale1984  @  23/02/2014 18:27:34
   8 / 10
bellissimo film, con attori che sono stati magnifici in ogni momento. Il padre e il poliziotto sono davvero verosimili, bravi e sempre con i giusti accenti. Molto bravo anche il ragazzo accusato e credibile anche la madre di Anne. Bello, ben fatto e interessante fino alla fine.

TonyStark  @  19/02/2014 14:31:11
   7½ / 10
Bello questo Film di Vileneuve, sono stato spinto a vederlo dalla serie di commenti positivi su di esso. Commenti di cui trovo conferma, gli attori sono molto bravi, la storia è coinvolgente ed è ben scritto e ben girato. l'atmosfera cupa del luogo è perfetta per la storia raccontata. poteva essere accorciato un pò, alcune scene s dilungano un pò troppo e la durata complessiva ne ha risentito.
comunque un bel prodotto di cui consiglio la visione.

Invia una mail all'autore del commento NotoriousNiki  @  16/02/2014 14:09:54
   7½ / 10
Il salto di Villeneuve in terra statunitense non è poi costellato da troppi compromessi al suo taglio autoriale, la sua politica del suggerire è qui palesata da tanti accenni e pochi approfondimenti della messinscena, elude volontariamente le riconciliazioni con le infanti (lascia il film a tratti insoluto), quasi a tenere inviolata la sacralità del riserbo famigliare, non ponendo mai freno alla tensione, sequenze dissolte di nero portate subito sui binari dell'indagine. Il thriller è permeato da questo alone religioso, mai troppo invadente, un occhio poco smaliziato non ci farebbe neanche caso sino alla rivelazione del movente, religioso puritano, ma fino ad allora sono oculati prodromi sparsi lungo la narrazione. Rammenta molto il fincheriano 'Zodiac' non solo per l'attore protagonista, o per l'incupita fotografia umida ma per questo perenne corteggiare il noir, luoghi che se prima aderiscono ad un contesto infantile, la neve, gli addobbi sulle porte, un attimo dopo hanno il sapore di minaccia, le case a schiera, i boschi, le cantine, luoghi fertili per l'oscurità. Il cast, gratuitamente prestigioso, ci regala un altra buona prova di Dano che lo stesso anno troverà spazio nel film di McQueen, sono i suoi ruoli da antagonista, ammesso che ce ne sia uno in questo film, dato che è labile il confine che separa le vittime dai predatori. Jackman che oltre le doti canore, svezzate in gioventù, inizia seriamente a recitare personaggi dalle variopinte sfumature. La durata non è un problema, scorre liscio coinvolgente, purtroppo ci sono grossolane forzature, per rendere credibile l'incredibile (cosa che ne 'La Donna che canta' gli era riuscito anche bene), quel fatalismo che va sempre tenuto con le briglie per non storpiare la credibilità del thriller.

YaoMing  @  15/02/2014 16:29:23
   8½ / 10
Finalmente un film che guardi fino alla fine senza distrarti,(nonostante le 2:30 di durata)perche' finalmente e' stato realizzato qualcosa,senza avere una trama scontata (come purtroppo spesso accade) ed in maniera ineccepibile.Thriller con la T maiuscola con molte sfumature e un finale increscendo.
Se ancora nn l'avete visto,FATELO SUBITO,fatevelo prestare,rubatelo(scherzo) prenotatelo,fate quello che volete ma vedetelo,merita davvero.
Infine,non mi sentirei di escludere,visto il finale,un possibile sequel.

barebone  @  11/02/2014 12:26:44
   7 / 10
Ottimo thriller in cui il regista riesce a gestire molto bene la tanta carne al fuoco.

Atmosfere cupe ( praticamente tutto il film si svolge sotto a un copioso acquazzone ) e trama un po' complicata, ma alla fine tutto si incastra alla perfezione e il puzzle si chiude senza pezzi mancanti.

Nonostante i buoni ritmi e l'intreccio avvincente, verso la fine la durata eccessiva comincia a farsi sentire, e una mezz'oretta in meno non avrebbe guastato...

Comunque consigliato.

BlueBlaster  @  10/02/2014 16:37:03
   7 / 10
Un thriller drammatico di ottima fattura con una storia che sa emozionare specie perché i rapimenti di bambini, oltre che purtroppo reali, toccano lati dell'animo molto deboli...
Bravissimo Hugh Jackman in questo ruolo sfaccettato tra il depresso-disperato e l'arrabbiato, ma anche Jake Gyllenhaal (un pò troppo impettito) nella parte dell'investigatore frustrato, si nota dai tic nervosi, dall'incapacità di salvare le bambine!
In questo film i "prigionieri" non sono solamente le due piccole ma nel corso delle ricerche si creerà un "cerchio" che unisce il passato al presente e che renderà le vittime in carnefici...una struttura thriller ben congegnata ma non irresistibile e che porta con se degli errori e delle superficialità come la motivazione che porta ai rapimenti o

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER.......

La regia è quasi perfetta, l'atmosfera diurna è sempre uggiosa e triste e mi ricordava film come "Il silenzio degli innocenti", mentre di notte questo aggirarsi tra le comuni abitazioni di un quartiere apparentemente per bene nell'oscurità illuminata da lievi luci delle case è inquietante e qui mi torna in mente "Natale Rosso sangue" di Bob Clark!
Fotografia eccellente e montaggio ineccepibile con apice nella corsa verso l'ospedale nel finale...finale che tra l'altro lascia di stucco nella sua ambiguità e al limite della disperazione e che lascia anche la storia aperta a possibili interpretazioni.
Un altro paio di errori che non mi fanno urlare al capolavoro sono la durata un pò eccessiva (mezz'ora in meno non avrebbe guastato) e sopratutto il poco approfondimento delle bambine nella fase iniziale che non permette di provare poi tanta empatia...comunque un ottimo esempio di come si deve fare un thriller che tiene incollati allo schermo.
Le comunità americane hanno sempre un passato oscuro e scheletri nell'armadio, o meglio in cantina....ed la consapevolezza che queste cose accadono di continuo rende la pellicola davvero toccante e spaventosa!

torino78  @  10/02/2014 15:11:24
   7½ / 10
vista la durata... pensavo fosse un malloppazzo... ed invece una pellicola coinvolgente, emozionante e semplice ma per nulla banale.

MonkeyIsland  @  09/02/2014 19:08:25
   7½ / 10
Se non si tiene conto del Sospetto di Vintenberg questo è a mio avviso insieme a La Vita Di Adele il miglior film dell'anno.
Villeneuve si conferma un gran regista riuscendo a confezionare un thriller (o meglio un noir) molto classico che al giorno d'oggi è un bell'azzardo visto che lo spettatore medio non sopporta più ritmi lenti uniti a una durata non indifferente.
L'ambientazione ricreata è perfetta, l'unico neo come detto da molti riguarda la sceneggiatura che presenta diversi buchi e alcune situazioni decisamente irreali

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Infine nel cast bene tutti e film che merita veramente aldilà degli errori di sceneggiatura perché thriller di questo livello sono diventati rarissimi.

BrundleFly  @  29/01/2014 00:01:11
   6½ / 10
Il voto relativamente basso rispetto alla media è dovuto a un semplice motivo: avevo capito tutto dopo neanche un'ora di film.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Reputo comunque il film un buon thriller che regala la giusta dose di tensione e che nonostante la durata scorra via tranquillamente. E poi per una volta Hugh Jackman è riuscito a convincermi.
Diciamo che è un 7--

marcogiannelli  @  27/01/2014 22:37:57
   7½ / 10
Nulla di nuovo, ma Hugh Jackman è molto bravo, l'ambiente da "Heavy Rain" così cupo e l'indecisione e la paura dei protagonisti sono messe in scena molto bene. Gyllenhaal non mi ha stupito così tanto. Diamogli sto sette e mezzo va

jb333  @  27/01/2014 15:42:27
   8 / 10
mamma mia che bella sorpresa questo film! Uno dei migliori thriller dei ultimi 5 anni a mio aviso.. ottime le interpretazioni, sopratutto mi e piaciuto Hugh Jackman.. sicuramente un film che vale la pene vedere. l'unica piccola pecca e forse la durata, ma le quasi due ore e mezza scorrono comunque via come niente.. OTTIMO!

Horrorfan1  @  27/01/2014 14:57:09
   5½ / 10
Non è un brutto film nel vero senso, ma io non riesco a dargli la sufficienza.

Non mi piace innanzi tutto il tipo di messaggio che il film vuole trasmetterci, neanche troppo velatamente (un messaggio finale di "buonismo cattolico") e non mi piace...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

2 risposte al commento
Ultima risposta 13/02/2018 16.56.33
Visualizza / Rispondi al commento
7219415  @  27/01/2014 14:40:20
   8 / 10
Veramente un bel Thriller con la t maiuscola

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 04/06/2014 13.46.46
Visualizza / Rispondi al commento
uito  @  20/01/2014 18:54:57
   8 / 10
THRILLER DALLE MOLTE SFACCETTATURE. OTTIMA CARATTERIZZAZIONE DEI PERSONAGGI, SCENEGGIATURA INECCEPIBILE, TENSIONE IN CRESCENDO E FINALE CRIPTICO.

NutriaDanzante  @  08/01/2014 13:17:28
   8 / 10
Un thriller semplicemente perfetto!
Ancora più coinvolgente se mettiamo in mostra il fatto che sia tratto da una storia vera! Provate ad immedesimarvi nei protagonisti, principalmente in Hugh Jackman, padre di una delle due bambine rapite e vedrete come viene messa a nudo la preoccupazione di un genitore nel vedere scomparire da un momento all'altro la propria piccola bambina, il dono più grande che la vita possa dare!
Intrigante e ben riuscito!

ketch  @  07/01/2014 23:29:51
   9 / 10
tra i film piu belli visti ultimamente al cinema,grandi attori e bella trama nemmeno un punto morto!veramente grande film

kako  @  07/01/2014 01:13:02
   8 / 10
gran bel thriller, decisamente uno dei migliori degli ultimi tempi. Storia che scorre perfettamente e non fa mai sentire la lunghezza, costruzione solida, atmosfera cupa e tesa, misteri che si susseguono in un intreccio estremamente ansiotico e coinvolgente. Una regia di ottimo livello, una fotografia pulita, musiche che supportano bene la vicenda e interpretazioni ispiratissime. Qualcosa forse di troppo ingarbugliato che non viene perfettamente spiegato, ma sicuramente farò una seconda visione, in ogni caso niente che rovini un gran film, che merita decisamente di essere visto e tiene incollato allo schermo, con una serie di situazioni e di avvenimenti che si districano tra la disperazione, la speranza, la voglia di vendetta, di giustizia, la violenza, la rabbia e la follia, in una realtà quotidiana apparentemente tranquilla, pronta a essere sconvolta da un avvenimento che cambia le vite delle persone interessate. Il tutto prende lo spettatore e lo trascina in un cupo vortice tenendolo in sospeso fino alla risoluzione finale.

sev7en  @  05/01/2014 17:47:04
   7½ / 10
Nel giorno del ringraziamento, due famiglie americane vivono il peggiore degli incubi, la scomparsa delle proprie bambine e mentre la polizia cerca di far luce sul caso, Keller Dover, uno dei genitori, conduce una claustrofobica indagine parallela.
Quando guardando fuori della finestra non si scorge più l'orizzonte, quando le certezze, che sembravano granitiche, si lasciano trasportare dal vento come polvere, quando le tenebre e l'oscurità riempiono l'abisso che la solitudine, il senso di colpa, l'impotenza di poter risolvere, ora, subito, immediatamente, scavano in modo forsennato dentro il nostro io… si annulla ogni differenza tra l'uomo e la bestia.
Denis Villeneuve, regista con alle spalle pochi ma significativi lungometraggi, torna in sala con un thriller che rinuncia ad ogni compromesso di redenzione, mostrando come due famiglie stile Mulino Bianco, nel giorno del Ringraziamento (al Signore…), possano finire nell'oblio al pari di un'esplosione controllata quando, piano dopo piano, l'impressione di un allontanamento temporaneo timbra invece il biglietto di sola andata per l'ignoto.
La polizia, diversamente dal solito, prende subito sul serio la questione, schierando in prima linea il suo detective più perspicace, un fenomenale Jake Gyllenhaal, analitico, metodico, calmo e convito delle proprie capacità, almeno inizialmente..., mentre un Hugh Jackman da Oscar da sfogo alla più brutale delle bestie: un padre accecato dalla disperazione e lorogato dal rimorso di una promessa.
Il film è ambientato in un indefinito presente, confinato all'interno di una provincia americana in cui ogni abitazione sembra essere uno stato a sé, per la totale indifferenza con cui si guarda oltre le proprie mura o la pacatezza con cui "partecipa" agli appelli accorati di Keller, al secolo Wolverine, padre di Anna, una delle bambine scompase, di suo figlio e di Franklin, il padre dell'altra bambina, Eliza.
Suo figlio ricorda che prima che le bambine sparissero stavano giocando attorno ad un camper, ora, purtroppo, scomparso...
Mentre gli "uomini" si trovano in strada, in casa si consuma il dramma della madre di Anna, una fin troppo provata Grace, che oltre ad essere cliente fissa delle farmacie per l'abuso di psicofarmaci, non si fa troppi scrupoli nel rinfacciare a Keller di non averle protette, come promesso, e non ancora ritrovata, come dovuto. A questi due piani narrativi si aggiunge quello del detective Loki, interpretato in modo magistrale da Jake Gyllenhaal che senza dove far ricorso a sovraumane capacità deduttive (vedi CSI) o intuizioni alla Colombo, applica il metodo scientifico alla lettera, sminuzzando ogni singolo evento a particella elementare per incasellarlo all'interno di un puzzle intrigante quanto indefinito. La caccia all'uomo porta all'identificazione del camper ma ancora piu' importante del suo conducente con un unico problema: Alex, è un ritardato mentale, apparentemente con nulla da condividere con quanto accaduto salvo una frase sussurata a Keller, che risuonerà martellante nella sua mente:"non hanno pianto finché non le ho lasciate". La polizia prende in custodia Alex ma nonostante le pressioni di Keller ed i dubbi del detective è costretta a lasciarlo libero dando il là a quella che potremmo definire la seconda parte della pellicola, decisamente più movimentata e dai ritmi incalzanti. Se nella prima parte la necessità di creare un background credibile e accrescere nello spettatore quel mix spiazzante di sicurezza/tranquillità, all'inizio, e smarrimento/disperazione, nel seguito, rischia di apparire logorroica, il regista prende di petto l'intricata sceneggiatura di Aaron Guzikowski dando voce ad ogni singolo attore in campo che come in un'orchestra, all'unisono, suona tanto la liturgia della Parola, identificata dal sacerdote giudice e carnefice o dai precedenti storici dei personaggi, dai temi musicali ispirati ai canti religiosi che stridono come dita su una lavagna con la crudeltà della violenza mostrata, con le improvvise battute d'arresto tra un'azione e l'altra, come a riprendere fiato, mentre si sprofonda sempre più in basso, nella ragione e nei sentimenti, con un filo sotteso verso il vuoto tra la pazzia e l'ira funesta.

La vera forza di Villeneuve è quella di aver ignorato ogni cliché dei film dell'ultima decade, lasciando che ogni situazione debordasse e assumesse contorni non più confinati all'interno della pellicola ma estesi e proiettati all'infinito, verso quell'imprevedibilità che caratterizza la vita reale, le situazioni in cui ci si trova, per la prima volta, che si affrontano, da soli, che sembra in qualunque traversa condurre ad un vicolo cieco. Il thriller trasuda riferimenti allegorici in ogni fotogramma ed i labirinti percorsi dai singoli personaggi sono una visione microscopica del grande quadro affrescato, perché non è vero che per tutto ci sia una seconda possibilità, che tutte le cose "andranno bene", che c'è qualcuno disposto ad ascoltare. Gli scatti di ira di Keller mentre tortura Alex possono essere identificate dalle martellate che da al muro, una, due, tre, quattro… perché la distruzione fa breccia negli oggetti materiali ma continua ad essere coltello nel burro all'interno della mente, e questo, questa impotenza, è la chiave di lettura del film.

La sceneggiatura è complessa ed articolata e reggere due ore e mezza di film senza sbavature sarebbe risultato non di questo mondo, difatti sono presenti numerose incoerenze e forzature che una seconda visione, meno attenta alle scene visive e più a quelle celate, portano a galla senza tuttavia minare la bontà dell'opera ma lasciando, questo sì, un po' perplessi.
La colonna sonora è affidata al compositore islandese Jóhann Jóhannsson che anziché fornire riferimenti e coordinate, aggiunge quell'effetto riverbero alle scene: le amplifica, espande e porta all'implosione nelle frazioni di secondo in cui sembrano arrivare i titoli di coda e tutto finire, salvo poi rivelarsi, come già detto, dei pit-stop.

Fincher e Nolan sono avvertiti: in sala solo se accompagnati dai genitori.

Gruppo COLLABORATORI Mr Black  @  05/01/2014 11:52:28
   8 / 10
Difficile essere originali in film di rapimenti. Ormai era stato detto tutto... o quasi tutto. Prisoners invece, nonostante la lunghezza, rende qualcosa e ha una trama davvero abbordabile. Davvero una buona sorpresa, complice anche la presenza di ottimi attori.

camifilm  @  03/01/2014 16:12:10
   6 / 10
Questo film, nel panorama attuale della cinematografia, merita una nota di merito. Considerando però il film a se stesso, non risulta essere un'opera del tutto riuscita.
Lascia troppe domande allo spettatore, soprattutto nella seconda parte del film, proprio li dove dovevano trovarsi le soluzioni.

Ottime sono le interpretazioni dei protagonisti, buoni e cattivi. La regia lascia un pochino a desiderare.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

favam  @  02/01/2014 10:54:51
   8 / 10
Una delle migliori sorprese positive del 2013. Ne temevo la lunghezza ed invece avrei voluto continuasse ancora dopo la maratona di due ore e mezza anche se devo ammettere che il finale è ottimo ed è stato giusto fermarsi li.
Momenti di grandi cinema e anche qualche sbavatura che m'impedisce di dare un voto ancor più significativo al film.

Davedk  @  01/01/2014 02:19:21
   8 / 10
Hugh Jackman che come sempre riesce nella parte, facendoci dimenticare l ironia di Wolwerine e calandoci in un personaggio che fa con tristissima lucidità i conti con una realtà che non piace a nessuno ma che vede come unica via ... Jake Gyllenhaal triste.. in conflitto ..e che dà ancora piu patos con la sua mimica fisica che lascia intendere una vita privata poco felice..e una lavorativa ancora piu difficile..
Guardatelo.. non rimarrete delusi

TheGame  @  28/12/2013 17:01:41
   5 / 10
Regia pezzente al servizio di un racconto fiacco seppur ben interpretato, alla fine ne deriva un prodotto gradevole, ma facilmente dimenticabile.

3 risposte al commento
Ultima risposta 13/02/2018 16.56.59
Visualizza / Rispondi al commento
Azrharn  @  28/12/2013 13:56:55
   7½ / 10
Ben intrecciato e diretto con un solido cast è un thriller da non perdere. Sfondo del film la provincia americana più triste e squallida.

barone_rosso  @  28/12/2013 10:11:00
   6 / 10
Film di lunghezza abnorme, che promette molto bene all'inizio, con una trama intricata e ottimi protagonisti, ma sconfina nel ridicolo nella seconda parte. I buchi nella trama sono talmente tanti che è meglio non cominciare neanche ad elencarli.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER.

Sufficienza tiratissima

Macs  @  26/12/2013 10:00:20
   6½ / 10
Media troppo alta e commenti troppo generosi per questo film. I suoi punti di forza sono la fotografia e la recitazione dei due protagonisti maschili, impeccabili (Jackman eccezionale). Ma oggettivamente la storia zoppica da tutte le parti, come è stato notato da più utenti qui sotto. Aggiungo altri due buchi di sceneggiatura, francamente clamorosi, nello Spoiler. Inoltre vedere questo film mi ha fatto rivivere una parte della mia vita non troppo piacevole. In Pennsylvania ci ho vissuto, in luoghi del tutto simili a quelli dove si svolge il film (eccetto Philadelphia, tutto lo Stato è come nel film; e non solo, se andate un po' in tutto il Nord Est degli USA, sembra esistano solo posti come quelli del film): casette a schiera, non c'è assolutamente nessun divertimento o centro di aggregazione, gente che si fa solo gli affari propri nella propria villetta, vivendo in simbiosi con le proprie auto, e non parla a sconosciuti nemmeno sotto tortura. Insomma se sei straniero e non conosci nessuno, non più di un mese e ti spuntano gli istinti suicidi.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

4 risposte al commento
Ultima risposta 19/07/2014 00.47.17
Visualizza / Rispondi al commento
albert74  @  25/12/2013 03:10:22
   7½ / 10
è un triller molto lungo ma anche molto furbo. La regia è buona e c'è una tensione veramente notevole che lo rende coinvolgente tranne qualche tratto in cui è un po' lento.
Complessivamente direi che ci hanno preso. L'ho definito furbo perché in sostanza è molto simile ad alcune ottime puntate di telefilm del genere triller-poliziesco. Solo che in questo caso la regia è più accurata e la recitazione è superiore a quella delle serie tv.
Magari questo potrebbe essere un demerito ma in fondo non lo è anche perché vi sono degli aspetti psicologici che rendono il triller più che godibile.
Mi sento di dargli un voto ampiamente positivo. e mi sento di consigliarne la visione a tutti.

maxwin  @  21/12/2013 14:10:49
   8½ / 10
Crudo, violento, amorevole, reale, visionario e pazzo..uno dei migliori thriller che abbia visto in questi ultimi anni. Bellissima anche la fotografia, colora l'umore che si respira nel film. Consigliato

Curiosity  @  20/12/2013 16:51:45
   6½ / 10
Mah, sembra un SERIAL versione extralunga più che un film. Bello eh, ma forse troppo lungo e Hugh Jackman non mi ha convinto!

amsterdam  @  16/12/2013 13:57:57
   7½ / 10
Un dramma nero e pesante. Il film è angoscioso e pesante per tutta la durata, ma credo prorpio che fosse questo l'obiettivo del regista.
Consigliato

Gruppo REDAZIONE VincentVega1  @  15/12/2013 14:18:08
   7½ / 10
Tralasciando forzature narrative che avrebbero sicuramente diminuito la suspense, il film si rivela un ottimo thriller sia per quanto riguarda la tensione che la caratterizzazione dei personaggi. Gli stessi personaggi che rinchiusi dentro prigioni di vetro si rivelano incapaci nell'appropriarsi del proprio destino, lasciati alla mercè di avvenimenti dimenticati da Dìo. Nemmeno il prete riesce a seguire la parola del Salvatore, perché nessuno può salvarli dalla meschinità dell'essere umano.

Darksyders77  @  13/12/2013 00:18:28
   9 / 10
Davvero un gran thriller,Jackman fantastico,interpretazione perfetta,storia che si lascia seguire tutta d'un fiato ,nonostante l'imponente durata.
Cosa aggiungere quando una pellicola mantiene le aspettative riposte?Assolutamente consigliato.

CyberDave  @  12/12/2013 18:04:04
   8½ / 10
Uno dei film più belli dell'anno.
Un thriller con molte sfumature drammatiche che non sente per niente il peso delle 2 ore e mezza totali, avvincente, adrenalinico e angosciante.
Storia bellissima, ricca di colpi di scena e capovolgimenti che non ti fanno mai intuire come si concluderà.
Da vedere assolutamente.

Ale-V-  @  05/12/2013 16:44:09
   8 / 10
Strepitoso e avvincente thriller dai risvolti drammatici. Ottima la storia e superba l'interpretazione degli attori. Nonostante la lunga durata non annoia assolutamente. Probabilmente il miglior film del 2013.

sharins  @  05/12/2013 12:23:49
   7 / 10
Film carino, ben fatto e non annoia, con un cast di ottimo livello e un Jake Gyllenhaal strepitoso. Sicuramente vale la pena vederlo.
Promosso

gianni1969  @  05/12/2013 01:32:43
   9 / 10
grande film,grande cast,grande tensione ed ottima sceneggiatura. tra i commerciali di gran lunga il miglior thriller 2013

-Uskebasi-  @  03/12/2013 17:40:23
   8½ / 10
COMMENTO SPOILEROSO

Padre nostro
Che sei nei cieli
Sia santificato il tuo nome
Venga il tuo regno
Sia fatta la tua volontà
Come in cielo così in terra
Dacci oggi il nostro pane quotidiano
Rimetti a noi i nostri debiti
Come noi li...

Come noi...

Keller Dover ha ancora una coerenza intellettuale che non gli permette di finire la frase. Non sta rimettendo alcun debito, anzi, sta torturando un debitore, un presunto debitore. Non finisce la frase.
Un thriller vecchio stile, granitico, solido, freddo, lento e lungo, anche se quando termina avresti voluto durasse molto di più. Mi ha ricordato molto un altro grandissimo film, perché lo considero tale anche se in realtà è un videogioco: Heavy Rain.
Villeneuve è una certezza. Mai una scena inutile, tutte belle, stupende quelle di Keller con il martello sul lavandino e quella del camper grondante acqua piovana. Un registello qualunque nel finale avrebbe fatto vedere Loki che sposta la macchina - apre la botola - cerca qualcosa per tirare su Keller - lo libera - Keller all'ospedale - Keller che torna a casa - abbraccia la figlia - Keller che va felice in prigione - blablabla blabla blabla. Ma per fortuna non c'è un registello qualunque.
Un fischio. Un secondo fischio.
Ho sentito qualcosa? Naaa...
...un altro fischio. C'è davvero?
Ancora uno. Si.
Fine. Il resto non conta.

Burdie  @  02/12/2013 00:25:56
   7 / 10
...ben fatto, magari a tratti un po' lento

guidox  @  02/12/2013 00:15:04
   7½ / 10
film di ottima fattura che si basa su una trama non troppo intricata ma efficace nella suspance ed un cast che trova in due dei protagonisti un notevole punto di forza.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento thohÓ  @  28/11/2013 02:43:05
   8 / 10
Un giorno felice, due famiglie felici, il Giorno del Ringraziamento e due bambine, una di sei e d una di sette anni, scompaiono.
Vengono cercate dai rispettivi genitori, niente, svanite. Un camper è l'unico indizio, un veicolo dove le bimbe si erano avvicinate per giocare probabilmente dando fastidio a chi stava all'interno. Ma questo non è più parcheggiato dov'era.
Non resta che rivolgersi alla polizia.
Il camper viene ritrovato. L'autista sembra un ebete drogato fino al collo.
Segue l'interrogatorio.
Alex, l'autista, sembra 'pulito'. Le pattuglie della polizia cercano in ogni dove.
Il detective che ha arrestato Alex lo ritiene ritardato ed incapace di rapire due bambine. Nessuna prova e quindi è costretto a rilasciare l'unico indiziato.

"Allora come fa a guidare un camper se non è capace di rispondere alle domande".
"Ha una regolare patente della Pensilvania".
"E' scappato, giusto? So che ha tentato di scappare... perché scappare".
"Ho interrogato quel ragazzo per 10 ore....".

Via via il poliziotto scopre cose allucinanti cercando tra i maniaci del paese

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER.
"Hanno pianto solo quando le ho lasciate".
Che significato potrà avere?
Keller, il padre di Anna, una delle due bambine scomparse, decide di indagare a proprio rischio e pericolo convinto che la polizia non possa fare molto più di ciò che ha già fatto. E se Alex non fosse stato solo?
"Dobbiamo essere pronti".


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Avvincente. Ottime interpretazioni, strepitoso Hugh Jackman. Tenerezza infinita il fratello di Anna. Pena per le due madri e i due padri.
Ambientazione invernale che dà ancora più incisività all'angoscia per le due piccole. In definitiva da vedere senza dubbio alcuno.

ste88  @  25/11/2013 11:22:03
   7½ / 10
Buonissimo film, ottime riprese, attori molto bravi! Sono uscito però non completamente esaltato, anche se pagherei più volentieri se avessi la certezza di vedere film così..

Ho solo qualche perplessità:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

7 risposte al commento
Ultima risposta 13/10/2014 10.39.15
Visualizza / Rispondi al commento
Lory_noir  @  25/11/2013 00:52:53
   7½ / 10
Mi è piaciuto. Ritmo incalzante e cast all'altezza. Forse però, dopo il capolavoro La donna che canta, mi aspettavo qualcosa di più.

O.D.  @  24/11/2013 21:03:16
   8 / 10
Proprio un bel film..., ottima prova di attore di Hugh Jackman..., mi Ŕ piaciuto dall'inizio alla fine. :)
Ottimo.

L'unica cosa che non mi Ŕ stata chiara....

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

3 risposte al commento
Ultima risposta 28/11/2013 23.45.10
Visualizza / Rispondi al commento
suspirio  @  23/11/2013 21:18:00
   9 / 10
Bel thriller, misterioso, coinvolgente, diretto bene, con buone prove degli attori. Personalmente dopo mezz'ora avevo già individuato chi fosse il rapitore ma fino alla fine vi sono altre cose da scoprire. La scena finale da la possibilità a chi vede il film di scegliere come sarebbe meglio finisse la storia. A dire il vero, in un modo o in un altro sarebbe una fine poco giusta per il protagonista.

4 risposte al commento
Ultima risposta 03/12/2013 14.51.58
Visualizza / Rispondi al commento
max_1974  @  23/11/2013 21:17:50
   7½ / 10
Buon thriller, mai noioso, ma davvero troppo lento nella parte iniziale.

Improvvisamente, però, la matassa logica si sbroglia con un epilogo abbastanza originale e non scontato.

Preferisco i thriller con ritmo più sostenuto, questo con mezz'ora - tre quarti d'ora in meno sarebbe stato perfetto.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

winning  @  23/11/2013 18:59:12
   9 / 10
Film eccellente, da vedere. pero' vorrei sapere qualcosa su un particolare che non credo ho notato solo io, almeno spero.......

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

3 risposte al commento
Ultima risposta 05/12/2013 12.28.38
Visualizza / Rispondi al commento
Edredone  @  23/11/2013 13:04:21
   7 / 10
Bel film non annoia mai per tutta la lunga durata...

arkantos87  @  23/11/2013 11:57:20
   10 / 10
un capolavoro! questo film non ha difetti!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

9 risposte al commento
Ultima risposta 24/11/2013 12.03.09
Visualizza / Rispondi al commento
peppe87  @  22/11/2013 18:09:27
   7½ / 10
Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  22/11/2013 15:05:04
   8 / 10
Riscontro una sorta di cura visiva in qualche modo serissima di questo autore, nel tratteggiare persone che sono sia icone che cuori pulsanti. Il thriller è il genere moralistico per eccellenza, e accostarsene è difficilissimo, credo. Infatti è un genere che non amo particolarmente, eppure "The Prisoners" vale pienamente il prezzo di un biglietto, un film che stanca e logora, che appassiona e onora l'intelligenza di un essere umano, di uno spettatore.
Vorrei indagare e sondare ogni centimetro di questa pellicola, poiché mi è sembrato di assistere a una decalcomania della natura umana e della storia dell'espressione cinematografica. Purtroppo l'unico difetto di quest'opera è che non riesce a completare quel dentro-fuori dal genere che penso sia la marca stilistica di un vero artista. Assistiamo a un'opera di alto, verticistico intrattenimento, ma che pur sempre rimane legata agli stereotipi di genere, a quella sensazione di aver davanti un giocattolo narrativo perfetto, ma senza il sapore di un fondo psicologico che anima ogni mente artistica.
Eppure, la magia a volte è fortissima: come non riandare (cito un esempio e basta per non essere prolisso), anche giorni dopo alla visione (cosa che nel thriller è rarissima), a quelle carezze morbose, ma in fondo espressione di una mente distrutta dalla crudeltà e follia della vita, date da Bob Taylor all'orsacchiotto posato tra le fiaccole "normali, borghesi" di una provincia scossa dall'Irrazionale? Quel mescolarsi di morbosità incolpevole e normalità ipocrita e leggera mi ha fatto pensare, quel suicidio, quella vita spezzata due volte e persa nelle spire di un labirinto che sarà, sempre, oscuro. Non c'è nessuna luce, nessun suono, nessun segnale che potrà vincere le tenebre dell'irrazionalità. Per questo il motivo della "lotta contro Dio" è stanco come il suo portavoce, il suo paladino. Non c'è nessun motivo, questa è la grandezza e la sconfitta del thriller. Villeneuve è un regista classico e molto competente, i suoi personaggi attraversano l'intera gamma dei sentimenti possibili, ovviamente sempre constatando l'esiguità sempre più onerosa del format cinematografico. Menzione d'onore per Gyllenhall, che dà vita a uno dei detective più veri e cupi degli ultimi anni, intossicati da queste figure. Un plauso al piccolo, grande, nuovo psicopatico del cinema americano, David Dastmalchian, già visto in "The Dark Knight" nel ruolo dell'attentatore di Gordon, "la tipica mente attratta da Joker". Solo che stavolta, il suo Bob Taylor rappresenta la tenerezza del morboso, del folle, e purtroppo l'impossibilità fisiologica che qualcuno di noi normali possa capire queste persone. Stavolta, grazie al cinema (e non in modo retorico come in certi film del passato), proviamo un barlume (falso e comunque ipocrita) di comprensione, e ne siamo grati.

flackie76  @  21/11/2013 23:15:30
   9 / 10
Un film bellissimo, ti tiene inchiodato per quasi 3 ore.

mabumba77  @  21/11/2013 22:33:25
   8½ / 10
Qualche falla qua e la ma nel complesso un bellissimo thriller come non se ne vedevano da anni.

pardossi  @  21/11/2013 19:23:34
   8 / 10
Questo è un gran bel film, era molto che non vedevo una pellicola che mi teneva incollato per due ore e mezzo, molto semplice nella sua trama ma ottimamente articolato che rende il tutto assolutamente ben riuscito, consigliatissimo.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Botticciolo  @  21/11/2013 11:45:44
   8½ / 10
Se ne vedono raramente di thriller così. C'è tutto: adrenalina, panico, tensione, dalla prima fino all'ultima sequenza. I personaggi sono così ben caratterizzati che lo spettatore si identifica con ciascuno di loro, condividendone la disperazione e la follia. Il medaglione-labirinto è proprio ciò che meglio rappresenta la pellicola: essa stessa è appunto un labirinto; un labirinto di disperazione e violenza in cui i personaggi coinvolti si ritrovano inesorabilmente intrappolati, e da cui uscire non sarà per niente facile.

A.L.  @  21/11/2013 10:27:18
   8 / 10
La vendetta, la tortura, il senso di giustizia e la guerra contro l'onnipotente o la sorte designata per ognuno (?), l'infanzia rubata che porta segni per il resto della vita... in una parola tosto sia come film che come intreccio, interpretazioni e scenari agghiaccianti, regia altrettanto attenta

Gyllenhaal nel suo ruolo più sentito

Luca401  @  21/11/2013 00:54:42
   8½ / 10
Bellissimo film.

Sbrillo  @  20/11/2013 14:14:19
   7½ / 10
molto ben strutturato questo film....nonostante la lunga durata (2h 30) il film non perde di interesse.....tensione e ansia miste a speranza e sconforto rendono questo film un thriller che non lascia insoddisfatti...il tutto accompagnato dalla ottima prova degli attori tutti e da un finale che.....(fa prendere mezzo voto in più alla pellicola)

bluebell  @  20/11/2013 03:23:04
   9 / 10
A mio modesto parere il film è ben strutturato come trama; parte iniziale, centrale sviluppata dagli autori con ruoli importanti che hanno valorizzato gli attori ma che non hanno fatto passare in secondo piano l'essenza del film in se, come capita spesso con cast d'eccezione, e finale ad alta tensione con libera interpretazione da parte del pubblico che segue l'avvolgente vicenda.
Come ogni thriller che si rispetti comprende parti enigmatiche avvolte da quel mistero che vengono poi velatamente decifrate durante il corso dell'opera, non esplicitando quindi niente ed evitando la banalità della trama.
Per chi ha una cultura di film di questo genere e non da vedere assolutamente, lascia tutti sulle spine fino all'ultimo e oltre, gran capolavoro.

Leonardo76  @  19/11/2013 23:08:08
   8 / 10
Immaginate un calciatore che parte dalla sua metà campo, dribbla 8 avversari e poi a portiere battuto tira alto e colpisce l'omino delle bibite, ecco questo film mi ha fatto un effetto simile: storia semplice, personaggi ottimamente caratterizzati e realistici, finale fatto bene ma in quasi 2 ore di film un fatto importantissimo

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
viene sbrigato in pochi secondi!!! Ok non rovinerà il film però un po' lo fa scadere...
Inquietante il personaggio Alex Jones che secondo il mio personalissimo cartellino


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Film da vedere.

Wen0m  @  19/11/2013 13:05:54
   7½ / 10
Piacevolissima sorpresa.
Amo questo genere di thriller, ma é molto facile confezionare porcherie se non si sa come muoversi. Invece "Prisoners" è senza dubbio il miglior film uscito al cinema negli ultimi mesi, angosciante, tenebroso, anche psicologico per certi aspetti; le atmosfere mi ricordano in parte quelle di "Un gelido inverno", anche se ci troviamo in una zona degli States diversa: non sono i luoghi, ma la pesantezza dell'aria e il senso di claustrofobia riescono molto bene a conferire un senso di ansia crescente che culmina in un finale notevole, ben orchestrato, non prevedibile e comunque a me rimangono dubbi anche dopo la fine della pellicola.
Decisamente buono

Febrisio  @  18/11/2013 21:54:32
   7½ / 10
I 2 protagonisti più l'ottima sceneggiatura fanno la differenza. Cadenzato d'indizi più o meno prevedibili, si basa non solo su un rapimento di coloro che peggio non ti possa mai accadere, ma ingrana una serie di reazioni emotive riuscendo nel gestirle in modo sufficientemente credibile. Lungo, anche lento, ma che merita l'assoluta visione.

Jim17  @  18/11/2013 19:03:32
   8½ / 10
Gran bel film , ne ero pienamente convinto leggendo le altre opinioni degli utenti di Filmscoop, magistrale le interpretazioni degli attori , soprattutto quella di Hugh Jackman immenso mi ha davvero catturato . Unica pecca forse l'eccessiva lentezza di alcune scene che si potevano benissimo velocizzare , la scelta dell'ambiente notturno con tanto di atmosfera invernale e piovosa è ben azzeccata. Finale che sinceramente avevo vagamente intuito ma che sorprenderà molti spettatori, un thriller con qualche innovazione finalmente visto il piatto declino di questo genere negli ultimi mesi.

kanon1981  @  18/11/2013 18:28:41
   8½ / 10
Ottimo thriller. Buonissime prove dei due protagonisti.
Atmosfere molto simili a mystic river.

El Piccio  @  18/11/2013 18:04:02
   7½ / 10
Un bel film!!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

codino18  @  18/11/2013 14:16:03
   6½ / 10
Mah... Letti i commenti su questo sito, mi aspettavo un capolavoro, invece l'ho trovato lento e un po' scontato. CIoè la sufficienza piena c'e' per carità, ma chi ha scomodato il paragone con quel capolavoro di Mistic RIver, è fuori luogo.MEzzo punto in piu' per un bel finale secondo me...

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  18/11/2013 12:49:12
   7½ / 10
Splendido thriller che ti tiene incollato alla poltrona per tutte le due ore abbondanti di durata.
Il merito non va' tanto all'originalita' della sceneggiatura ma alla sua qualita' in generale. Sono bilanciati momenti di tensione, dialoghi e colpi di scena.
La soluzione del caso non è banale e i motivi del rapitore fanno riflettere.
Poteva essere migliore eliminando un tentativo di paradosso finale:


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Comunque ci troviamo di fronte ad un ottimo thriller degno del miglior David Fincher!

hydramon  @  18/11/2013 12:45:16
   7 / 10
Qualcuno puo' spiegarmi il senso del labirinto, richiamato dalla piantina e a voce dall'ostaggio?

2 risposte al commento
Ultima risposta 18/11/2013 20.11.57
Visualizza / Rispondi al commento
horror83  @  18/11/2013 10:56:02
   9 / 10
sì è un bel thriller, mi ha tenuta incollata allo schermo dall'inizio alla fine. molto bella la storia, la sparizione di bambini mette sempre una certa ansia. e poi quello che c'era sotto a queste sparizioni è da brividi. come al solito c'è la solita cittadina americana dove sembrano tutti brava gente,e poi zac, c'è sempre la mela marcia! questo film dura 2 ore e mezza ma volano via tranquillamente, senza annoiare! Molto bravi Hugh Jackman e Jake Gyllenhaal.
Lo consiglio!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

maitton  @  18/11/2013 10:38:31
   9 / 10
forse non e' da 9, chissa'.
ma ho deciso, come cerco di fare sempre del resto, di giudicarlo solo in base a quello che e', non andandogli a cercare le stimmate del capolavoro ne' i difetti del (eventuale) mancato capolavoro.
resta il fatto che questo e'uno dei migliori thriller che abbia mai visto, a memoria non ne ricordo uno simile dai tempi di "non e'un paese per vecchi", alcune ambientazioni mi hanno ricordato fra l'altro altri lavori dei fratelloni.
il contrasto micidiale che ho avvertito nei primi 10 minuti raramente l'ho provato prima, quell'inizio quasi da tv movie degno di un sabato pomeriggio su canale 5, con due famigliole che farebbero arrossire quelle del mulino bianco...il tutto perfettamente interrotto da un' unica lentissima, lancinante inquadratura (sorretta alla perfezione da una soundtrack semplicemente agghiacciante).
stava iniziando il miglior thriller degli ultimi tempi.
un ritmo che definirei alla benitez "sin prisa pero' sin pausa", senza fretta ma senza pausa, ed alcune scene destinate a restare

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER.
su jackman non credo ci sia qualcosa da aggiungere, per gyllenhaal invece, probabilmente e' il film svolta della carriera.

un film eccellente, bisogna vederlo.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR 1819  @  17/11/2013 21:55:38
   8 / 10
Thriller di questo calibro sono veramente rari. In un'atmosfera cupa la caccia ad un colpevole risulta più che mai ardua, insidiosa e psicologicamente devastante.
Sensazionale la regia e altrettanto la sceneggiatura, che non presenta punti deboli.
Ottimo il cast, soprattutto Jake Gyllenhaal.
Imperdibile.

4 risposte al commento
Ultima risposta 22/11/2013 20.35.31
Visualizza / Rispondi al commento
the saint  @  17/11/2013 20:09:39
   8 / 10
Cominciamo dalle note positive.
la trama del film, pur non essendo di per sé originale, è ben intricata, e tiene viva l'attenzione dello spettatore.
Magistrale l' interpretazione di Hugh Jackman e di Jake Gyllenhaal; del resto l'intero cast non è da meno.
E' da dire che il regista si è eccessivamente dilungato, soprattutto nella parte iniziale; di contro è troppo breve nella spiegazione della soluzione del caso e del finale.
Nel complesso un film da vedere.

ferzbox  @  17/11/2013 15:59:02
   8 / 10
Finalmente ho visto Hugh Jackman in un ruolo più drammatico ed impegnativo.
Prisoners è un thriller che gioca le sue carte sulla drammaticità delle situazioni,piuttosto che sulla soluzione degli enigmi.
Trasmette allo spettatore la disperazione di un uomo affranto e distrutto per la perdita della propria figlia.
Tutti i personaggi sono studiati bene,ma Keller Dover mi ha affascinato in particolar modo.
Quest'uomo decide di far appello alle sue forze,al suo istinto e alla sua determinazione.
Per far questo non è aiutato semplicemente dal dolore per la figlia scomparsa,ma anche dalla collera per non essere riuscito a mantenere la sua più grande delle promesse;proteggere la sua famiglia da qualunque cosa la minacciasse.
Quello che porta un uomo a diventare come pian piano diventerà Keller,è la sensazione distruttiva di non poter far niente....circondato dalla disperazione dei suoi famigliari e dall'inefficenza delle autorità.
La rabbia e la frustazione di Keller sono dosate in modo realistico..si tratta di un personaggio che non si appoggia ai soliti stereotipi da grande schermo,ma su un'impronta più verosimile di un disperato padre di famiglia.
Interessante ed ambigua anche la figura del Detective Loki,personaggio fondamentale,ma allo stesso tempo poco invasivo nei confronti di una storia che possedeva più sfumature da raccontare.
Si arriva ad un finale più che discreto che abbassa il sipario con equilibrio ed eleganza.
Comunque concordo con chi si lamenta dell'eccessiva durata;in effetti lo si poteva tranquillamente asciugare,eliminando 10 minuti buoni....

sahles  @  17/11/2013 12:14:54
   8 / 10
A me è piaciuto tanto, anche se ci sono delle piccole cose che non mi tornano.
Trama simile a tanti altri film, ma ti tiene comunque incollato allo schermo nonostante la lunghezza.
Lo consiglio vivamente!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

8 risposte al commento
Ultima risposta 18/11/2013 17.45.21
Visualizza / Rispondi al commento
«« Commenti Precedenti   Pagina di 3   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

45 seconds of laughter47 meters down: uncaged5 e' il numero perfettoa herdadea mano disarmataa sonabout endlessnessadults in the roomall this victoryalla corte di ruth - rgbamerican animalsamerican skinandrey tarkovskji. a cinema prayerangry birds 2 - nemici amici per sempreannabelle 3
 NEW
antropocene - l'epoca umanaapollo 11aquaslasharab bluesarrivederci professoreatlantis (2019)attacco al potere 3 - angel has fallenbaby gang (2019)babyteethballoonbarnbeautiful boy (2018)beyond the beach: the hell and the hopebirba - micio combinaguaiblanco en blancoblinded by the light - travolto dalla musicablue my mind - il segreto dei miei anniboia, maschere, segreti: l'horror italiano degli anni sessantabombay rosebring the soul: the movie
 NEW
burning - l'amore bruciaburning canecarmen y lola
 NEW
c'era una volta a... hollywoodcercando valentinacharlie says - charlie dice
 NEW
chiara ferragni - unpostedchristo - walking on watercitizen kcitizen rosicity hunter - private eyesclimax (2018)colectivcorpus christicrawl - intrappolatidaitonadelphinedi tutti i coloridiamantino - il calciatore piu' forte del mondodicktatorship - fallo e basta!dolcissimedomino (2019)due amici (2019)e poi c'e' katherine
 NEW
eat local - a cena con i vampiriedison - l'uomo che illumino' il mondoeffetto dominoel principeelectric swanemaemilio vedova. dalla parte del naufragioescape plan 3 - l'ultima sfidafast & furious - hobbs & shawfellini fine maifiebre australfiore gemellofulci for fakegenitori quasi perfettigiants being lonelygive up the ghostgloria mundigodzilla ii - king of the monstersgoldstonegretaguest of honourhava, maryam, ayeshahotel artemishouse of cardini diari di angela - noi due cineasti. capitolo secondo
 NEW
i migliori anni della nostra vita (2019)i morti non muoiono
 NEW
il colpo del caneil criminaleil flauto magico di piazza vittorioil grande saltoil mostro di st. pauliil pianeta in mareil prigionieroil re leone (2019)il regnoil signor diavoloil sindaco del rione sanitÓil varcoin fabricit: capitolo 2juliet, nakedjust 6.5kinkingdom comela bambola assassina (2019)la fattoria dei nostri sognila legge degli spazi bianchila lloronala mafia non e' piu' quella di una voltala mia vita con john f. donovanla piccola bossla prima vacanza non si scorda maila rivincita delle sfigatela verita' (2019)la vita invisibile di euridice gusmaol'amour flou - come separarsi e restare amicil'angelo del criminele coup des larmesles chevaux voyageurslife as a b-movie: piero vivarellilingua francal'ospite - un viaggio sui divani degli altrilucania - terra sangue e magial'ultima orama (2019)mademoisellemadre (2019)marriage storymartin edenmaryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmen in black: internationalmes jours de gloiremidsommar - il villaggio dei dannatimio fratello rincorre i dinosaurimoffiemondo sexymosulnever just a dream: stanley kubrick and eyes wide shutnevermindneviano.7 cherry lanepallottole in liberta'parthenonpasspartu': operazione doppiozeropelican bloodpets 2: vita da animaliphotographpolaroidpop black postapowidoki - il ritratto negatoprimula rossapsychosiaquel giorno d'estateraccolto amarorapina a stoccolmarare beastsrealmsred sea divingrestiamo amicirevenirrialtorocketmanroqaia
 NEW
rosa (2019)sabbiasanctorumsaturday fictionscalesscherza con i fantise c'e' un aldila' sono fottuto: vita e cinema di claudio caligarisebergselfie
 NEW
selfie di famigliaserenity (2019)seules les betessh_t happensshadow of watershelter: addio all'edensir - cenerentola a mumbaiskate kitchensolesoledadspider-man: far from homestate funeralstrange but truestuber - autista d'assaltosubmergencesupereroi senza superpoteriteen spirit - a un passo dal sognotesnotathe boy 2the burnt orange heresythe deepthe diverthe elevatorthe great green wallthe king (2019)the kingmakerthe laundromatthe lodgethe long walkthe mirror and the rascalthe nest (il nido)the painted birdthe perfect candidatethe quake - il terremoto del secolothe rider - il sogno di un cowboythe scarecrowsthey say nothing stays the sameti presento patricktolkientony driver
 NEW
torino nera (2019)toy story 4tutta un'altra vitaun monde plus granduna famiglia al tappetoverdictvita segreta di maria capassovox luxwaiting for the barbarianswake up - il risvegliowasp networkwelcome home (2019)wolf call - minaccia in alto marewomanx-men: dark phoenixyou will die at 20zerozerozero - stagione 1zumiriki

991884 commenti su 41971 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net