oliver twist regia di Roman Polanski Gran Bretagna, Repubblica Ceca, Francia, Italia 2005
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

oliver twist (2005)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film OLIVER TWIST

Titolo Originale: OLIVER TWIST

RegiaRoman Polanski

InterpretiBen Kingsley, Barney Clark, Lewis Chase, Frances Cuka, Jake Curran, Harry Eden, Frank Finlay, Jamie Foreman, Chris Overton, Leanne Rowe, Mark Strong, Jeremy Swift, Joseph Tremain

Durata: h 2.10
NazionalitàGran Bretagna, Repubblica Ceca, Francia, Italia 2005
Generedrammatico
Tratto dal libro "Oliver Twist" di Charles Dickens
Al cinema nell'Ottobre 2005

•  Altri film di Roman Polanski

•  Link al sito di OLIVER TWIST

Trama del film Oliver twist

Adattamento del classico di Dickens: l'orfanello Oliver fa amicizia, nelle strade di Londra, con un ladruncolo e da questo viene instradato a far parte della famiglia di ladri addestrati dal perfido Fagin.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,19 / 10 (148 voti)7,19Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Oliver twist, 148 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

wicker  @  01/07/2018 07:18:16
   6 / 10
Adattamento al famoso libro . Ben fatto e con un magnifico Kingsley, ma anche dal taglio molto televisivo e sinceramente l'avesse diretto uno qualunque,ma Polansky qui è veramente sprecato.

DogDayAfternoon  @  13/12/2017 14:05:36
   6½ / 10
Gradevole trasposizione del classico di Dickens, che comunque non è nemmeno una delle sue storie migliori. Diciamo che ho sempre trovato Dickens un grandissimo (forse il migliore insieme a Hugo) caratterizzatore di personaggi in povertà, ma poi le sue trame partono sempre interessanti e vanno scemando man mano che si prosegue la lettura.

Pertanto anche il film porta un po' gli stessi difetti, essendo tra l'altro anche parecchio lunghetto (e avendolo visto malauguratamente in tv, quindi doppia lunghezza) si fa fatica ad arrivare alla fine. E' comunque un film interessante e fatto bene, anche se visto il nome alla regia ci si potrebbe aspettare qualcosina di meglio.

outcast  @  19/03/2015 13:44:47
   4½ / 10
Anacronistico

1 risposta al commento
Ultima risposta 19/03/2015 15.43.15
Visualizza / Rispondi al commento
mauro84  @  19/03/2015 12:02:53
   7 / 10
Grazie alla tv, ho recuperato sto ottimo film. La trama è piacevole, è un lodevole adattamento al grande romanzo classico di Dickens.
Ottima ambientazione londinese che amo sempre, ottima fotografia, fatto davvero bene. Un film drammatico che è davvero di buona fattura e ben fatto anche nelle piccolezze.

Barney Clark, veste perfettamente i panni di Oliver, degno!!
Ben Kingsley, top attore, si prende il film per mano... attore
Resto del cast, piacevoli comparsi, attori di seconda fascia, tutti degni di prender parte ad un grande film come questo.

Roman Polansky, un nome, una garanzia di regista, c'è lui e i film li vedi con piaceere fino alla fine.. davvero meritevole, stato di grazia!

Film consigliato a tutti gli appassionati, il miglior adattamento! da vedere!!

william sczrbia  @  09/01/2015 23:47:37
   6 / 10
hghgg  @  20/11/2014 13:32:59
   5½ / 10
Io capisco che Polanski dopo aver realizzato un biopic drammatico e straordinario come "Il pianista" che per risapute ragioni è probabilmente il film più sentito e personale della sua carriera, abbia sentito il bisogno di dedicarsi a qualcosa di più semplice per riprendere fiato e certo una trasposizione del classico dei classici di Dickens era una soluzione perfetta; però non c'era bisogno di realizzare un prodotto tanto scialbo, palesemente annoiato e diretto per prendere tempo dopo gli sforzi creativi ed emotivi de "Il pianista" e in vista di lavori successivi certo più curati.

Insomma dal lavoro più personale del regista passiamo immediatamente al suo film più piatto e impersonale, chiaramente soltanto un film "di raccordo" un rilassamento del regista franco-polacco, e si vede, si vede eccome.

In questo film di Polanski non c'è nulla, nei titoli di testa si legge "diretto da Roman Polanski" ma poteva anche esserci scritto "diretto da Pinco Pallino" o "da Alice nel Paese delle Meraviglie" e non sarebbe cambiato nulla.

La trasposizione è abbastanza fedele alla fine, ma del confronto con il romanzo poco mi importa visto anche il mio poco gradimento verso le opere di Charles Dickens (nulla da dire sulla sua scrittura, ma il suo stile mi è indigesto e lo trovo tremendamente noioso, pur apprezzando l'ironica e sferzante critica sociale che in Dickens è tanta roba). E se trovo noioso l'autore originale pensate cosa io possa pensare di questo film. Un prodotto confezionato bene, ottima fotografia (ma di quella che non riesce a vivere di vita propria e regalare vere emozioni visive, anzi è di quelle fotografie belle e curate che non sono però di nessun vero valore aggiunto, sono solo il curato incarto della confezione) curata riproduzione delle ambientazioni e dei costumi con buon realismo e belle scenografie; ma non c'è nient'altro tolto questo, è un film in cui la noia regna sovrana per tutte le due ore, la sceneggiatura procede lentamente e senza guizzi, senza momenti e dialoghi interessanti, molle, senza mordente, con uno sviluppo narrativo monocorde e davvero poco coinvolgente e questa volta la regia di Polanski non aiuta.

Diavolo si vede che il buon Roman qui si stava davvero riposando, mai come in questo film la sua regia è stata priva di guizzi, di idee, di soluzioni registiche davvero interessanti. Secondo me ha tenuto la mdp incollata sugli attori e poi si è addormentato, boh... Tutto è piatto, noioso, scontato.

Anche gli attori sono francamente poca roba se si esclude un sontuoso Ben Kingsley che è l'unico che, soprattutto nel finale, riesce a trasmettere qualche emozione allo spettatore con la sua notevole interpretazione di Fagin; gli altri attori però non riescono a trasmettere nulla e il bambino che interpreta Oliver Twist davvero non si può vedere (nella famosa scena del "ne vorrei ancora" è molto meglio Stewie Griffin nella versione di "Family Guy" che proprio non voleva uscirmi dalla testa mentre vedevo quella sequenza :D).

Poi c'è lo stile dickensiano che come detto a me non piace: quella serie di sfìghe e soprattutto di cattiverie totalmente e talmente gratuite da rasentare e anzi superare la soglia del grottesco non riesco a capirle; sono soluzioni assolutamente volute e calcolate ma proprio non mi convincono (tutta la reazione alla doppia richiesta di zuppa di Oliver però è sinceramente esilarante, una delle poche scene che mi abbia tenuto sveglio).

Infine, una considerazione personale: Polanski ha detto di aver fatto questo film perché voleva fare qualcosa che avrebbe potuto far vedere ai suoi figli... Ora, carissimo Roman, l'ovvia intenzione è quella di traumatizzarli 'sti tuoi ragazzini no ? Lo so che è meglio questo certo che "L'inquilino del terzo piano" o appunto "Il pianista" (che in ogni caso è bene vedere fin da bambini per quanto mi riguarda) ma anche qui che vedono poi, tra sfìghe allucinanti, pianti, bambini condotti al crimine e rapiti, l'omicidio di Nancy, un tizio che scivola come un còglione e si impicca da solo e vecchi piuttosto inquietanti sai che bel film da far vedere ai propri figli...

A proposito dell'omicidio di Nancy, è la prima volta che vedo Polanski girare una sequenza del genere in maniera tanto pudica e moscia (ah già, stava pensando ai bambini, perché nessuno pensa ai bambini ?), sono rimasto traumatizzato da questa cosa, un'altra prova di quanto sia impersonale qui la sua regia e di quanto si faccia quasi fatica a riconoscerlo.

Il voto non è eccessivamente severo soltanto per Kingsley e il suo Fagin e per la confezione indubbiamente curata e ben fatta, ma siamo di fronte ad uno dei film meno riusciti di Polanski, certamente il più impersonale, probabilmente il più commerciale, realizzato un po' per rifiatare dopo "Il pianista" un po' per prender fondi e poi dedicarsi a progetti più sentiti; e infatti "Oliver Twist" è un passo falso perdonabile visto che i tre film successivi saranno tutti ottimi lavori e per di più uno meglio dell'altro ("Ghost Writer" "Carnage" e "Venere in pelliccia" ovviamente, tutti realizzati nell'arco di 3-4 anni- 2010-2013- con rinnovata voglia e prolificità).

Un film che si dimentica subito per dare spazio a ben altre gemme della carriera di Roman Polanski.

GianniArshavin  @  09/09/2014 01:09:06
   5 / 10
Ammetto di non aver mai letto il libro di Dickens vista la mia allergia a questo tipo di storie , ma siccome a dirigere l'ennesimo adattamento del succitato romanzo abbiamo il mostro sacro Polanski ho deciso di dare una chance all'orfano più famoso della storia.
Purtroppo il mio scetticismo è stato confermato ed infatti "Oliver Twist" è un film che non mi ha coinvolto quasi per niente , brillante e notevole per quanto riguarda l'aspetto tecnico ma poco incisivo sotto quello narrativo.
Polanski dirige questo film sia per le evidenti assonanze con la sua storia personale sia per fare un "regalo" ai figli ma del suo cinema abbiamo ben poco, l'opera è fin troppo bidimensionale e "hollywoodiana" , cosa molto atipica per il regista polacco. Anche nei suoi lavori più lineari e convenzionali (tipo "Frantic") il cineasta ci infilava sempre il guizzo geniale che lo ricordava e che andava ad arricchire il titolo , mentre in "Oliver Twist" di tutto questo non ne abbiamo traccia.
La vicenda scorre via molto lentamente e in modo abbastanza piatto , il protagonista non aiuta nell'immedesimazione e solo il bravo Kingsley riesce (ad esempio sul finale) a comunicare qualcosa.
A livello di scenografie,costumi,ricostruzione storica e fotografia siamo all'estremo in positivo , ma tutta la confezione estetica non basta se il contenuto è modesto.
Per me , al di la dei gusti personali , "Oliver Twist" non è un prodotto all'altezza del regista in questione.

marcogiannelli  @  10/02/2014 16:43:22
   7 / 10
Meglio il romanzo ma nulla male

horror83  @  21/01/2014 10:51:54
   8½ / 10
Veramente un gran bel film. Tecnicamente è fatto benissimo, le ambientazioni sono stupende (raramente ho visto una cosa del genere), curato nei minimi dettagli, fa proprio entrare lo spettatore in quel periodo storico e dell'Inghilterra (che a me ha sempre affascinato). Le ambientazioni sono cupe, buie, le strade piene di gente povera, i costumi fatti bene, tutto perfetto per far vedere come realmente era la vita in quel periodo. Oliver Twist è dolcissimo e l'attore che lo interpreta è stato molto bravo. La storia non la conoscevo bene e questo è il primo film che vedo su Oliver Twist. Una storia molto triste quella di Oliver, dove ad ogni sequenza si vede la vasta povertà che c'era a Londra in quel periodo, dove i poveri dovevano arrangiarsi come meglio potevano, dove c'erano più doveri che diritti, e che la parola dei bambini (specialmente orfani e poveri) non valeva niente, nessuno li ascoltava

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Per me è promosso.

Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  11/11/2013 10:11:20
   6½ / 10
Scelta azzeccata per Polanski girare un film simile, di decompressione quasi, dopo il Pianista. Come molti film di decompressione, però, questa ennesima versione di Oliver Twist brilla per tecnica più che per cuore: ambientazioni perfette, fotografia meravigliosa, un Ben Kingsley strepitoso e regia saggiamente classica, ma in fin dei conti niente di più. E la recitazione sopra le righe dei vari personaggi di contorno dà spesso la fastidiosa sensazione di trovarsi in una fiction costosissima, più che in un film. Compitino svolto egregiamente, tutto sommato.

Matteoxr6  @  17/09/2013 03:46:51
   7½ / 10
Nel suo complesso si merita questo voto.

guidox  @  05/07/2012 23:49:34
   7½ / 10
Polanski in una veste talmente classica da risultare quasi strana per lui, riesce comunque a tradurre uno dei romanzi più famosi del mondo su grande schermo in modo preciso, anche se un pochino didascalico.
colori e atmosfere fanno la differenza, il tocco dello stile personale del regista c'è e si vede.
non entusiasmanti gli attori, che non brillano per presenza scenica e risultano tutti troppo simili fra loro.
ma Dickens è sempre Dickens e la forza di Oliver Twist, vero e proprio caposaldo del genere, alla fine trionfa anche in questa versione cinematografica.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  23/06/2012 13:16:28
   7½ / 10
"Oliver Twist" è probabilmente il film più commerciale e se vogliamo hollywoodiano di Polanski, e il cambiamento di stile rispetto agli altri film del cineasta franco polacco si vede palesemente. Non per questo Polansky ha deluso, anzi, è riuscito a trasporre egregiamente su schermo uno dei romanzi più famosi del diciannovesimo secolo. Mettiamo in chiaro che questo non è certo il miglior film di Polanski, ne ha fatti di più belli sia prima che dopo, ma probaabilmente verrà ricordato come uno dei suoi film meno morbosi e più leggeri (anche perchè sembra sia stato realizzato per i propri figli).
Il cambiamento di stile toglie poco o niente alla bravura registica di Polanski che rimane impeccabile come sempre. Scenografie e fotografia sono da urlo. Il protagonista non è molto convincente ma sarebbe ingiusto dare delle colpe ad un attore così giovane. Ben Kingsley invece giganteggia.

Invia una mail all'autore del commento nightmare95  @  21/06/2012 04:06:21
   8 / 10
Bellissimo film di Roman Polanski che ha catturato in pieno la mia attenzione.
Musiche stupende, attori impeccabili, storia coinvolgente, costumi magnifici, fotografia ottima e scenografia bellissima.
Un film che mi ha davvero sorpreso in positivo. Da vedere e rivedere più e più volte!!!

Atlantic  @  18/06/2012 14:33:49
   8 / 10
Roman Polanski , dopo un infanzia difficilissima rilegge a suo modo , il famoso romanzo di Charles Dickens "Le avventure di Oliver Twist" del 1837-1839.
Bella colonna sonora di Rachel Portman , ottimo cast (Ben Kingsley su tutti nella parte Fagin).
Un film che appare ancora più drammatico ma comunque splendido.
Da vedere

C.Spaulding  @  11/06/2012 00:51:29
   8 / 10
Film bellissimo...ottima regia e stupenda la fotografia. Un film toccante e avvincente che cattura lo spettatore fino alla fine. CONSIGLIATO

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR carsit  @  16/01/2012 21:38:05
   7 / 10
A me non è dispiaciuto affatto , anche se il romanzo è un qualcosa di completamente diverso ( e di superiore).. Trovo la ricostruzione scenica di Londra veramente ben fatta ; con l'aggiunta di una fotografia deliziosa ed apprezzabilissima.
Di contro ho notato un pò la piattezza della trama che si sente soprattutto nella seconda parte del film, mentre la prima si segue più che bene... Il protagonista è abbastanza calato nella parte ed offre la visione innocente ( di un bambino) nei confronti di una Londra malata e colpita da una criminalità feroce!!!!!!!
comunque il film è notevolmente positivo ed il voto finale non può che essere buono!!!!

PignaSystem  @  09/07/2011 22:35:46
   6 / 10
Un 6 politico, solo per Ben Kingsley, le scenografie, i costumi e la fotografia.
Prima parte godibile, invece la seconda parte un po lenta e noiosa con una regia piatta.
Polanski ha fatto di meglio!

TheLegend  @  11/05/2011 15:05:04
   7 / 10
Carino.
Stile fiabesco com'è giusto che sia,attori di tutto rispetto e regia senza sbavature.
Bella la ricostruzione della Londra di quegli anni.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  28/04/2011 17:17:41
   7½ / 10
Mi unisco a chi loda il film per l'impressionante rigore stilistico tipico di questo grande regista,intenzionato a girare un film più adatto ai bambini per la prima volta nella sua carriera dopo i fasti del Pianista. Ma non si può dire che questo sia un film pienamente apprezzabile dai più piccini,prima di tutto per lo stile stesso da considerarsi troppo rigido e poco divertente per un ragazzino.
Non che sia un difetto in ogni caso perché Polanski sa il fatto suo e la ricostruzione della Londra del periodo dickensiano descritto è mirabile,così come la fotografia e alcune interpretazioni (Kingsley ruba la scena a tutti).
Il protagonista è inadatto e incolore,molti personaggi hanno purtroppo la stessa piattezza e sono appunto i "cattivi" a risultare i personaggi più sfaccettati ed interessanti,difetto troppo grande. D'altro canto,per quanto non completamente fedele al romanzo originale,tutta la trasposizione è mirabile e da criticare negativamente per il resto non c'è nulla.

Sembra che il Polanski più anziano,giunto alla fase finale della sua carriera,abbia deciso di concedere più di sé stesso nelle proprie opere in maniera decisamente più esplicita.
Da ricordare è infatti il suo rifiuto a dirigere Schindler's list perché ritenuto troppo personale (i suoi genitori morirono in un campo di sterminio),ma anni dopo il polacco ci ripenserà e dirigerà proprio un film sul tema,Il Pianista. Film freddo,distaccato e proprio per questo incredibilmente intenso.
Oliver Twist non può che essere un altro esplicito richiamo al Polanski ragazzino,orfano in un paese ostile proprio come il giovane personaggio creato da Dickens.
Alla fine il risultato non è quello sperato,il regista ha fatto e farà di meglio.
The Ghostwriter è un film splendido ad esempio,peccato sia sottovalutatissimo.

Ad una prima parte in cui vengono presentati adulti e ragazzini ostili ad Oliver,tutti quanti ossessionati dal proprio ruolo sociale e dalla forma (specie gli adulti),rinchiusi in un bigottismo spaventoso,viene contrapposta la società dei reietti in un secondo tempo, monelli ladruncoli e prostitute bambine al servizio di un avido ma al contempo gentile farabutto di nome Fagin.
Oliver cercherà e troverà un equilibrio per vivere in mezzo a questi due estremi,dopo essere stato disprezzato da una società odiosa e menefreghista e dopo essere stato indrottinato sulla via del delinquere.
Non sarebbe corretto dire che il mondo dei bassifondi londinesi sia ritratto posotivamente in contrasto con quello di una società borghese bigotta,in quanto il campionario umano mostratoci è vastissimo e esempi di esseri umani squallidi non mancano da entrambi i lati. Però è innegabile: l'ago della bilancia pende verso i disadattati; perché loro,come Oliver,si sono adattati a vivere in una società che li rifiuta pur non avendolo meritato,e che li sfrutta sin da bambini,soprattutto da quando sono bambini.

Di cattiveria tipica polanskiana non mancano esempi,per quanto stavolta meno espliciti ed evidenti.
Invece sorprende trovare un momento come quello del faccia a faccia finale,una sequenza inaspettatamente commovente in cui Kingsley si supera e per una delle rarissime volte il cinema polanskiano si apre allo stuggimento e alla commozione perdendo quei connotati di freddezza che gli sono tipici,mostrando pietà e compatimento verso un uomo mediocre e farabutto,ma non cattivo e crudele fino in fondo.
"Voi siete stato buono con me..."

Gruppo REDAZIONE amterme63  @  21/04/2011 23:16:13
   7½ / 10
Non ho letto (purtroppo) "Oliver Twist" di Dickens e quindi non posso fare raffronti fra il libro e il film. Posso però dire che Polaski con questo film dimostra tutta la sua grande arte registica. Il film è girato in maniera egregia, ottima ricostruzione, bei colori, scenografie curate, molto bene le recitazioni, la scansione delle scene, il montaggio. Tutto fatto insomma con grande mestiere, ed è il mestiere la caratteristica saliente dell'ultimo Polanski.
Qualcosa di particolare salta però all'occhio: il fatto che il mondo del crimine viene ritratto in maniera più "positiva" rispetto a quello della legalità. I personaggi della prima parte (quelli dell'orfanotrofio, del commerciante di bare, del tribunale) sono tutti venali, insensibili, gretti anche se formalmente rispettabili. Invece nel mondo del crimine troviamo sì la stessa ossessione materialista, ma le persone sono più umane, più divertenti, più simpatiche, addirittura più sensibili (nel positivo – la cura della ferita – come nel negativo – la distruzione di chi si ama). Ed è così che un personaggio così orripilante, brutto, moralmente odioso, come Fegin, passi paradossalmente come personaggio da compiangere, tutto sommato non completamente negativo. A ciò contribuisce anche l'interpretazione "positiva" e umana che ne dà Ben Kingsley. Polanski quindi qui sembra quasi parteggiare proprio dalla parte del "torto". Una nota di merito al cane, forse il personaggio più simpatico (e determinante) del film!
E' quindi un film che si guarda volentieri.

Lopan88  @  19/02/2011 10:44:42
   10 / 10
Davvero stupendo, fedelissimo al libro, peccato che se ne parli poco...

Niko.g  @  28/01/2011 13:47:14
   10 / 10
Grande stile. Polanski mette in mostra delle inquadrature avvolgenti, impreziosite da una fotografia straordinaria. Ottimo il controllo del ritmo narrativo. Impeccabile la caratterizzazione dei personaggi. Oliver è buono e ingenuo e, nonostante tutte le sofferenze, è incapace di provare risentimento o odio, il buio che lo circonda non prevale mai sulla luce che porta dentro di sé. Ci si commuove di fronte a questa tenerezza, non solo nel finale, ma durante tutta la storia. Polanski, infatti, rappresenta in modo sublime questa lotta dell’Innocenza contro il Male, animando personaggi che, per come sono caratterizzati, sembrano uscire da un libro di fiabe, riuscendo quindi ad ottenere un’eccellente trasposizione visiva, espressiva e di contenuto, senza alterazioni o colpi ad effetto, ma con grande maestria e ammirevole rigore stilistico. Prova eccellente di tutto il cast. Capolavoro.

kappa832  @  14/09/2010 15:10:02
   8 / 10
Buona trasposizione del classico di Dickens. Nelle cupe atmosfere della Londra Vittoriana ottenute grazie ad un lavoro scenografico superlativo, si svolgono le avventure del giovane Oliver Twist, tra degrado, povertà, cattiveria e maltrattamenti, ma anche gentilezza, amicizia e conforto. La trama si discosta dal romanzo nella seconda parte ma risulta comunqe ben sviluppata. Bene il cast, nel quale spicca l'interpretazione magistrale di Kingsley nei panni di Fagin. Ottimi i costumi e la colonna sonora. Eccellente anche il doppiaggio italiano.

gemellino86  @  17/04/2010 20:02:44
   6½ / 10
L'innocenza vista con gli occhi di un bambino. Polanski svolge discretamente la sua parte e gli attori in modo decente. Le scenografie sono il punto di forza del film.

goodwolf  @  13/04/2010 12:15:53
   5½ / 10
Se devo essere sincero ho preferito di gran lunga quello prodotto dalla Disney, che ha una svolgimento sicuramente più "semplice", ma più avvincente.
In questo Oliver Twist le atmosfere e la regia sono migliori, ma il personaggio del bambino è martoriato dall'inizio alla fine, e anche i personaggi non mi sono piaciuti molto, al contrario di quello della disney, dove c'è un ottimo Elijah Wood, tra gli altri.
Questo di polanski manca un pò di mordente e a volte risulta piatto. Molto bello invece il finale

edmond90  @  03/02/2010 10:11:54
   9 / 10
Polanski è davvero uno dei migliori cineasti in circolazione.Una trasposizione della famosa fiaba nera di Dickens che davvero rasenta la perfezione.Tutto è curato nei minimi dettagli(vedi la ricostruzione cupa e desolata di Londra)e inoltre la storia coinvolge dal primo all'ultimo minuto.Menzione doverosa per Ben Kingsley,un Fagin superbo.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Rand  @  02/02/2010 20:55:09
   8½ / 10
Molto realistica la versione del classico di Dikens di roman Polanski.
I bambini sono veramente bravi, in un mondo di adulti che li tiranneggia e li fa assomigliare a uomini e donne in miniatura.
Notevole l'interpretazione di Kingsley, che interpreta un Fagin oscuro, falso e malevolo. Musica molto coinvolgente, costumi ottimi.
Le scenografie ricostruite in Republica Ceka sono veramente realistiche, danno un tocco notevole alla Londra del 1800.
Una storia classica con un finale classico, ma c'è anche la velata critica ad una società che opprimeva i poveri, sfruttandoli, per poi gettarli via, in cui la pena di morte era una cura considerata necessaria, in cui il capitalismo rende la povera gente miserabile e dipendente dalla carità.
Adoro i film in costume...

camifilm  @  24/01/2010 15:00:54
   8 / 10
La storia si presta ad un rappresentazione amara della stessa. Ambientazione e personaggi tutto è ben strutturato. Forse poco adatto a bambini, anzi credo proprio non sia adatto. Forse a un pubblico a partire da ragazzi in su.
L'ho trovato ben sviluppato nella trama, con la crescita e la ricerca della felicità da parte di un bambino maltrattato, abbandonato da tutti e soprattutto sfruttato e solo da pochi compreso.

John Carpenter  @  24/01/2010 14:39:41
   7½ / 10
Molto coinvolgente questo ultimo film di Polanski. Merita di essere visto, la regia è di classe e gli attori se la cavano tutti egregiamente. La storia è raccontata come un'amara favola, e forse questo ad alcuni ha infastidito, io invece l'ho trovato toccante e avvincente.
Tra 7,5 e 8.

John.

kirk h.  @  26/12/2009 16:32:50
   7½ / 10
bel film che, secondo me, non è affato male ma potrebbe essere migliorato!!!

dobel  @  24/12/2009 16:06:46
   9½ / 10
Un dittico autobiografico, quello costituito da 'Il pianista' e 'Oliver Twist', che davvero mi sembra riuscitissimo e di grande profilo. 'Il pianista' è sicuramente un film molto bello (come se non più di 'Schindler's List' che pecca di troppo americanismo nella descrizione del protagonista e di un finale veramente stucchevole). Questa trasposizione del capolavoro di Dickens, a mio parere, è ancora migliore. Un film sorretto da una fotografia splendida da libro illustrato, da atmosfere notturne e inquietanti, e da una recitazione (Ben Kingsley straordinario e vero erede della tradizione degli Olivier, Gielgud, Guinness) riuscitissima.
La condizione dei bambini nell'ottocento era spesso questa... oggi è diversa? In certi luoghi no. Un film che parla di ogni infanzia in ogni tempo, certe condizioni non hanno età, purtroppo.
Polanski (bambino cresciuto nella Varsavia invasa dai nazisti e con la madre morta ad Auschwitz) si rivede in questo monello inghiottito da un mondo al quale non riesce a sfuggire. La sua lettura risulta commovente anche perché l'autobiografismo è meno scoperto che nel 'Pianista'. La forza dei classici... quando un grande testo offre lo spunto per rileggere in filigrana il proprio passato e riconsegnarlo sotto forma di opera d'arte.

axel90  @  03/12/2009 17:15:08
   8 / 10
Roman Polanski riesce di nuovo a fare centro ritrasportando al cinema un pregevole Oliver Twist. Buone le ambientazioni e i costumi, discreti gli attori (tranne Kingsley che è bravissimo nella parte di Fagin). Ottima la regia, sempre essenziale e giocata molto su moltissime scene di film mute ma dal grande impatto. Nonostante coinvolga fino alla fine, spesso però si ha la sensazione di un film freddo e vuoto, dove Polanski sembra trattenersi tutto dentro per poi esplodere alla fine. Niente di nuovo, ma comunque rimane un buonissimo film.

corbi91  @  25/11/2009 18:56:05
   8 / 10
Bel film davvero ben fatto regia impeccabile. Alcune piccole differenze nella trama rispetto al libro che però trovo ben inserite. Ottima anche la ricostruzione storica

FurFante9  @  28/09/2009 12:01:19
   6½ / 10
Regia impeccabile. film toccante

david briar  @  17/06/2009 12:01:06
   8 / 10
polanski mette in scena il dramma di denuncia sociale di dickens con un' abilità fuori dal comune, sfornando un ottimo prodotto. il film coinvolge appieno lo spettatore, che tifa con tutto il cuore per oliver. non annoia mai, è ottimamente recitato da tutto il cast, soprattutto da kingsley, la regia è ottima e la scenegiattura è il punto di forza dell' intero film. una pellicola emozionante, soprattutto nel finale, da vedere.

kalin_dran  @  30/03/2009 13:49:11
   6 / 10
Non mi è piaciuta moltissimo questa trsposizione cinematografica della celebre storia di Oliver Twist. Forse troppo lungo e inconsistente in alcuni punti.

Neu!  @  16/03/2009 17:54:03
   6½ / 10
Oliver Twist di Polanski. carino, anche se forse sono rimasto un tantino deluso dall'inconsistenza e dall'eccessiva ambientazione fiabesca. per il resto, nulla da segnalare.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  05/03/2009 17:16:37
   8½ / 10
Film di grande spessore e sopratutto di stile.
Polansky fa Button meno gotico ma sempre eccessivo.
Il tono fiabesco può aver infastidito, in realtà Dickens per me è fiaba, cruda a volte senza speranza ma sempre fiaba.
Polansky la colora di ottimismo ma non è mai buonista o stucchevole e poi sa dirigere i bambini una dote che spesso anche i grandi registi non hanno (o credono di avere come Spielbergh)

Splendida la ricostruzione vittoriana di Londra non si dimentica

Invia una mail all'autore del commento monica83  @  05/03/2009 17:08:25
   7 / 10
Buona trasposizione cinematografica,ma probabilmente se non fosse stata un'opera di Roman Polansky avrebbe avuto meno considerazione.Alcune scene sono davvero cupe e crude..per i bambini meglio oliver e company!

Matis  @  11/02/2009 23:50:49
   8 / 10
Molto bello, interessante e affatto noioso, più che buona trasposizione del romanzo di Dickens in una Londra fedelmente riprodotta nei suoi aspetti di una volta, sociali e paesaggistici.

BlackNight90  @  31/01/2009 19:57:05
   7½ / 10
Polanski fa rivivere l'Inghilterra vittoriana in questo film certamente non all'altezza di altri suoi capolavori, forse giustificato dal fatto che il messaggio e i modi del capolavoro di Dickens risultano non digeribili ai giorni nostri e Polanski segue abbastanza fedelmente (da quel poco che mi ricordo del romanzo che lessi molto tempo fa) e forse in modo troppo pedissequo il romanzo.
La cosa migliore è sicuramente l'atmosfera lugubre e grigia di Londra, dalla nebbia del London Bridge al marcio dei quartieri malfamati, grazie soprattutto a una fantastica fotografia. Affascinantissimo è soprattutto Fagin, interpretato da un grande Ben Kingsley, il personaggio più "vissuto" e ricco di contraddizioni, che alla fine è il vero protagonista del film, mentre gli alti personaggi, esclusi Nancy e Dodger, sono un po' piatti, a cominciare dal protagonista.
E' un bel film che coinvolge a sufficienza, ma da Polanski ci si aspetta di più.

Giankyx  @  17/01/2009 20:17:52
   8 / 10
INTERESSANTE DA VEDERE. FATTO MOLTO BENE PERO' CON QUALCHE DIFETTO PER ESEMPIO LA STORIA NON E' TUTTA, ALCUNI PEZZI SONO STATI SALTATI. PERO' BELLO E INTERESSANTE!!

Gruppo COLLABORATORI julian  @  29/12/2008 18:42:14
   7 / 10
Non si sentiva granchè bisogno di quest'altra trasposizione della favola nera di Dickens, ma vabbè.
I difetti del film sono, secondo me, i difetti del libro (che però non ho letto), dato che Polanski si è mantenuto fedelissimo al romanzo:
l'assenza totale nella prima parte di personaggi capaci di un minimo di misericordia, che si può giustificare solo in parte con il fatto che ci troviamo nella terribile Londra ottocentesca, rende la storia troppo forzatamente strappalacrime;
la cattiva luce in cui versa per tutto il tempo Fagin, quando poi non è lui il vero cattivo. Fagin è anzi una figura complessa: oppresso da chi è più forte di lui (Sykes), instabile, perennemente in lotta con sè stesso, capace alla fine addirittura di redimersi finendo per apparire come un'ombra dell'Innominato manzoniano.
Del film quindi c'è poco da dire... discreto affresco, godibile ma evitabile.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Annalisa88ct  @  27/12/2008 11:03:58
   7½ / 10
Essendo una studentessa di Lingue come potevo perdermi la trasposizione dell'opera più importante di Dickens? Premettiamo che non ho letto il libro ma conosco bene sia ambientazioni che trama, che vengono riportati nel film con estrema accuratezza di dettagli e mostrate nella loro tragicità espressa dal crudele destino dei bambini di Fagin e ancor prima nello stato in cui versano i poveri orfanelli di Bumbles. Perfetta la rappresentazione della Londra cupa e tenebrosa che Dickens tanto cita nelle sue opere, sia dal punto di vista topografico che dei suoi abitanti. Unica "pecca" il piccolo cambio nel finale....

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Paolo70  @  19/12/2008 21:20:46
   6½ / 10
Film drammatico che narra la vicenda di un ragazzo povero che viene avviato all'attività di ladruncolo. Purtroppo i tentativi di Oliver di fuggire da questa brutta vita risultano spesso vani. La storia viene raccontata per lo più come una favola quindi più adatta ai bambini.

margò  @  19/12/2008 11:46:02
   6½ / 10
Sarò una delle poche che non ha letto il libro di Dickens ma a parte scenografie e costumi questo film mi ha emozionato ben poco: unica scena memorabile l'incontro tra il piccolo e Fagin in prigione con un grande Ben Kingsley. Tutto troppo sbrigativo: a questo povero orfanello gliene capitano di tutti i colori e non fa una piega!

Gruppo COLLABORATORI peter-ray  @  18/12/2008 16:48:29
   8 / 10
molto triste la storia che racconta Charles Dickens.
La riproduzione cinematografica di Polanski è eccellente

Consigliato.

frizz  @  18/12/2008 16:21:38
   8 / 10
tristissimo...dall'inizio alla fine...ma bellissimo!!!da vedere assolutamente!!!

topsecret  @  18/12/2008 16:02:00
   8 / 10
Un film intenso che mi ha piacevolmente colpito per l'interpretazione degli attori, per la caratterizzazione dei personaggi e per le location molto ben curate. Una favola tragica dal ritmo incalzante, che coinvolge più di quanto ci si possa attendere.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  18/12/2008 15:48:55
   7 / 10
Film carino basato sul classico di Dickens.
Ottima ricostruzione di ambienti e costumi, e recitazione buona.
Un film gradevole che non annoia, da vedere con tutta la famiglia.

Manu90  @  18/12/2008 15:48:35
   7 / 10
Devo dire che mi ha sorpreso. Mi sarei aspettato un filmetto e invece l'ho trovato coinvolgente e mai noioso. Grande Polansky!

elmoro87  @  18/12/2008 14:28:36
   8½ / 10
stupendo film di Polanski che riproduce sul grande schermo il bellissimo romanzo di Dickens... Ambientazione eccellente, sceneggiatura ottima e i protagonisti danno una buona prova... il risultato è un gran film di oltre due ore che non annoia un secondo e anzi trasporta lo spettatore all'interno di esso... Grande Roman!

Invia una mail all'autore del commento Daniel91  @  30/11/2008 21:19:11
   7½ / 10
Bello ma non un granchè...

Cuoreimpavido  @  28/11/2008 20:36:01
   8 / 10
bel film basato sulla storia di oliver twist, poteva essere migliore ma consiglio la visione comunque dato che e un bel film

TheSorrow  @  13/10/2008 21:38:04
   8 / 10
Sarà pure lento, per carità, ma secondo me è davvero ben riuscito. Gran tocco di Polanski e ottima prova del cast...Ambientazioni tetre di gusto raffinato e realizzazione tecnica dei costumi e degli interni notevole.La storia poi è un classico. Davvero consigliatissimo..

inferiore  @  19/09/2008 12:41:47
   6½ / 10
Magari un pò lento ma tutto sommato non annoia! L'attore che interpreta Fagin sembra fatto apposta per il ruolo! Alla fine ne esce un buon prodotto ma non da raggiungere il 7!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

gei§t  @  14/09/2008 02:57:21
   6½ / 10
tanti personaggi buoni e malvagi si trovano sulla strada del povero Oliver.
storia semplice resa discretamente da polanski

everyray  @  03/09/2008 13:01:13
   8½ / 10
Bellissimo adattamento del classico di Dickens in cui la parte di Oliver viene fatta interpretare magnificamente del giovane attore....Impossibile non lasciarsi coinvolgere dalla storia appassionante...Polanski è sinonimo di qualità!!

superfoggiano  @  13/02/2008 20:59:30
   7½ / 10
è un bel film di Roman tratto da un romanzo di carl dickens
uno spaccato della londra urbana, della povertà e dell'infanzia dura in tempi non molto recenti ciononostante rimane un tema attualissimo....
peccato per gente che mette 4... sarà sicuramente qualcuno che basta vedere una sparatoria o un'effetto speciale x poter dire che un film è bello.....
che è fà? l'IGNORANZA E' UNA BRUTTA BESTIA.....

gustavone  @  03/01/2008 10:08:47
   4½ / 10
che barba..che noia..una tristezza!!

nulla da salvare in un film nel quale non accade una mazza per oltre 2 ore..

semplicemente narra di sto povero bimbo (antipaticissimo tra l'altro) sballottatto da una situazione sfig.a.t.a. ad un'altra..

caldamente sconsigliato..

vito corleone  @  24/12/2007 18:54:38
   6 / 10
Film che mostra l'altra faccia della medaglia che solitamente raffigura l'inghilterra ricca,moralista e perbenista.Qui infatti si vede il punto di vista del popolo,ovvero come andavano le cose per la maggior parte della gente e polanski rende bene il brutale e crudo realismo con cui la gente trattava altri esseri umani (sono un colpo al cuore le scene in cui i vari "padroni" di oliver credono di esser veramente convinti di essere dei benefattori magnanimi nei confronti del ragazzo che a loro parere è un ingrato).
Ipocriti,bugiardi,egoisti,disumani e meschini: questi erano gli inglesi medi.
Certo la recitazione degli attori non è eccellente,ma la scelta del regista sui personaggi dal punto di vista fisionomico è impeccabile: il volto angelico di oliver,quello odioso e vile di noah,quello sottomesso del padrone venditore di bare,quello viscido di fagin e soprattutto quello demoniaco e inquietante di bill. Tutti gli attori rendono al meglio l'idea dei personaggi che interpretano grazie al loro aspetto estetico e anche ad una certa bravura che comunica a primo impatto il carattere del personaggio attraverso un'espressione del viso.
La sceneggiatura non è originale ovviamente essendo molto aderente al libro di dickens,ma purtroppo è anche molto aderente al film del '48.
Il remake inoltre non dice nulla sulla madre di oliver e sull'uomo che poi l'adottera',personaggi un po' piu' approfonditi nel primo film.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Cmq buon film.

explorer7  @  24/12/2007 02:13:02
   7½ / 10
L'ho rivisto ieri sera in tv. Un film tecnicamente realizzato in modo impeccabile, storia gradevole che incuriosisce lo spettatore abbastanza.
Ne consiglio sicuramente la visione.

Invia una mail all'autore del commento wega  @  23/10/2007 12:58:35
   7 / 10
ho deciso di commentarlo perchè è uno dei pochi rimastomi che ho a non averlo ancora fatto..non so che dire su questo film,non mi ha preso o entusiasmato più di tanto d apoterne parlare ma ricordo sia un buon film cioè fatto sicuramente bene.

Kayo  @  21/10/2007 14:13:54
   7 / 10
un buon film di polansky, un bel remake, una storia bella e appassionante... da vedere.

Vitali95  @  03/08/2007 02:20:14
   9 / 10
Assolutamente da vedere... uno dei film migliori degli ultimi anni secondo me

Alex2782  @  02/07/2007 01:10:52
   6 / 10
non male si , sufficienza giusta ma non di più.
ottimo ben kinsley!!

Ch.Chaplin  @  24/02/2007 15:04:41
   8 / 10
adoro dickens e leggo volentieri i suoi libri. oliver twist è quasi un compendio...commentare questo film non è facile, e ci vuole coraggio a dare 8, cmq ottimo lavoro xkè, seppur polanski non abbia un ruolo fondamentale nel firmare la pellicola, il tutto risulta omogeneo e fedele all'opera scritta. commovente e molto ben girata la storia di nancy.

Lory_noir  @  13/12/2006 22:46:42
   5 / 10
Mi è sembreato trp noioso!

The Monia 84  @  07/12/2006 20:32:26
   8½ / 10
Contributi tecnici meravigliosi, in un'opera che trasporta magistralmente in immagini il perfetto romanzo di Charles Dickens.

Uniche sbavature? Forse la prima parte che è un pochino lenta. Notevoli i personaggi di Fagin, Sykes e Nancy.

QuentinTi  @  09/11/2006 22:23:05
   8 / 10
Ho apprezzato molto questo film.
Lungo, se vogliamo, triste, ma comunque avvincente con ottime interpretazioni.
Senza contare la favolosa regia di Polanski

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  12/10/2006 18:19:18
   5½ / 10
film che riesce bene nella prima parte ma che si rovina del tutto nella seconda...il protagonista non doveva essere oliver twist?e allora(e fateci caso) perche nell'ultima mezz'ora lo si vede piu che altro sdraiato e non lo si sente mai parlare?cosa fa lui per salvarsi?manca la sceneggiatura o il libro di dickens aveva le pagini in bianco?...penso la prima!
ancora una volta polansky mi delude

Gruppo COLLABORATORI fidelio.78  @  01/10/2006 12:19:38
   5 / 10
Opera mediocre e stucchevole. La regia è inesistente: non enfatizza a dovere i momenti salienti e sbaglia completamente la scena finale. Ma l'ha diretto davvero Polanski questo film?? Sembra fatto da un qualunque regista americano debuttante.
Splendida la fotografia fiabesca, ma forse anche quella a volte eccessivamente gialla e mal filtrata registicamente all'interno della scena.

4 risposte al commento
Ultima risposta 22/12/2006 11.15.17
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI Victor  @  21/09/2006 16:11:14
   7½ / 10
Bella ed interessante trasposizione cinematografica di uno dei più grandi classici della letteratura inglese. Fedele al libro, Roman Polanski non accetta compromessi, e mostra una realtà dura e difficile, specialmente per il pubblico a cui è indirizzato. Inutile dire che Ben Kingsley è perfetto come Fagin,ma anche Barney Clark è una bella scoperta.

risikoo  @  26/08/2006 11:08:13
   7 / 10
Lascio da parte ogni paragone con il romanzo capolavoro di Dickens.
Ottima la scenografia (si poteva quasi "toccare con mano" la sporcizia e il degrado dei bassifondi londinesi ottocenteschi), ottimi alcuni attori (Eden - Dodger, Foreman - Sykes e alcuni ladruncoli, oltre alla quasi comparsa ma odiosissimo aiutante del becchino), è pur vero che il film risulta a tratti noioso e che il protagonista non è proprio azzeccatissimo. Nel complesso un buon film, ma capisco chi da Polanski si aspettasse molto di più.

doppiak  @  20/08/2006 11:47:18
   8½ / 10
fatto molto bene poi la storia di dickens è fantastica

Invia una mail all'autore del commento Noirsenzacielo  @  10/07/2006 14:00:28
   4½ / 10
Da polanski mi aspettavo decsamente di più. Il film di dilunga trp ed è a tratti noioso... poi il bambino mi è sembrato un pò rimbambito!

domeXna79  @  27/06/2006 12:11:20
   7 / 10
Un buon film che traspone in maniera più o meno fedele il capolavoro di Charles Dickens.
L'incedere della pellicola risulta a tratti un pò lento ma ottime sono le scenografie e le ambientazioni della Londra ottocentesca, buona anche la prova degli attori.
Il film alterna alle luci della bontà ed ingenuità del protagonista, le ombre della malvagità degli adulti, ma alla fine tutto torno nei canali della speranza e del ravvedimento. Non un capolavoro ma buon film..

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  10/04/2006 10:16:54
   5 / 10
Sinceramente non si sentiva affatto il bisogno dell'ennesima trasposizione sul grande schermo del classico Dickensiano,il fatto pero' che fosse Polanski ad assumersi l'onere e l'onore incuriosiva.
Purtroppo la missione fallisce,il film che il regista ha dichiaratamente realizzato per i propri figli, appare proprio come un prodotto decisamente troppo lineare e distaccato,anche se ogni tanto la malignita' del regista prende il sopravvento come a ricordare ai giovani che il mondo è un luogo dove si aggirano molti lupi pericolosi...Polanski pero' non fa emergere il suo genio ma si limita al compitino,che potra' essere anche gradevole ma che non è affatto sufficiente se parliamo di un filmaker del suo calibro.
Il film è appesantito da una trama nota e priva di particolari spunti,inoltre non è aiutato da una regia eccessivamente anonima...certo una nota di merito va conferita alle scenografie e alla cupa fotografia,oltre che al Fagin interpretato dall'ottimo Ben Kingsley.
Decisamente poco credibile ed inespressivo il giovane Barney Clark nei panni di Oliver.
In definitiva un film freddo e tedioso,che si salva(parzialmente)nel finale.

piernelweb  @  06/04/2006 15:42:15
   7½ / 10
Polanski rivisita il celebre racconto di Dickens, tratteggiando con cura la Londra dell'800, e animando con stile fiabesco le disavventure del giovane Oliver Twist. E' un film che rimane forse un pò troppo intrappolato nella forma e nei tempi della messa in scena, ma nel complesso il nuovo lavoro di Polanski è un'opera che coinvolge, affascina ed emoziona. Grande merito hanno fotografia, scenografia e musiche e la grandissima interpretazione di un'irriconoscibile Kingsley. Di carataura il commovente finale. Consigliato

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917adoration (2019)
 NEW
alla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghierabirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbotero
 NEW
caterinacena con delitto - knives out
 NEW
cercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacediamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittle
 NEW
fabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovato
 NEW
fantasy islandfigli (2020)
 NEW
gli anni piu' belligood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicihammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorni
 NEW
il lago delle oche selvaticheil mistero henri pickil primo nataleil terzo omicidioimpressionisti segretijojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala ragazza d'autunnolast christmasleonardo. le operel'immortale (2019)l'inganno perfetto
 NEW
lunar citymarco polo - un anno tra i banchi di scuolame contro te: il film - la vendetta del signor s
 NEW HOT R
memorie di un assassinonancyodio l'estatepiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarerichard jewellritratto della giovane in fiammescherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshall
 NEW
sonic - il filmsorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe farewell - una bugia buonathe grudge (2020)the lodge
 HOT
tolo tolouna storia d’arteunderwatervilletta con ospiti

998622 commenti su 42900 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net