lo sciacallo (2014) regia di Dan Gilroy USA 2014
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

lo sciacallo (2014)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LO SCIACALLO (2014)

Titolo Originale: NIGHTCRAWLER

RegiaDan Gilroy

InterpretiJake Gyllenhaal, Rene Russo, Bill Paxton, Riz Ahmed, Anne McDaniels, Jamie McShane, Kathleen York, Eric Lange, Jonny Coyne

Durata: h 1.57
NazionalitàUSA 2014
Generethriller
Al cinema nel Novembre 2014

•  Altri film di Dan Gilroy

Trama del film Lo sciacallo (2014)

Nella contemporanea Los Angeles, regno di criminalità, incidenti, incendi e omicidi, il giovane Lou Bloom è alla disperata ricerca di lavoro quando scopre il giornalismo free lance. Insieme alle diverse troupe che riprendono reati e crimini, Lou si fa i muscoli in un mondo in cui ogni suono di sirena equivale a un possibile colpo di fortuna e ogni vittima è convertibile in denaro. Aiutato da Nina, una veterana delle news locali, Lou ottiene il successo ma la sua ricerca incessante di filmati lo renderà protagonista di una propria storia da raccontare.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,31 / 10 (114 voti)7,31Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Lo sciacallo (2014), 114 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

Niko.g  @  05/07/2020 15:39:18
   7½ / 10
Un bravo Jake Gyllenhaal interpreta un reporter arrivista munito di telecamera.
La storia poggia su dialoghi che rivelano un'attenzione non comune per la sceneggiatura, sostenuta dalla bella ambientazione di una Los Angeles notturna, splendidamente fotografata.
Il film è un'amara riflessione sul sensazionalismo e sul potere manipolatore dei media, alimentati in un circolo vizioso dalla morbosità del pubblico. Tema non nuovo che potrebbe apparire scontato, ma in un'epoca dove centinaia di migliaia di persone seguono il sedere di 150 centimetri dell'anonima Courtney Barnes, si comprende come non sia mai superfluo porre una riflessione sul rapporto degenerato tra immagine e business e versare, per quel che è possibile, un po' di neuroni nei cervelli liquefatti di questi followers ex umani.

zerimor  @  25/04/2020 05:18:18
   7½ / 10
Il connubio adrenalina/suspense è la formula vincente di questa pellicola... un buon thriller che entra quasi immediatamente nel vivo. Molto bene Gyllenhaal, che sforna un'interpretazione pazzesca di un personaggio folle e manipolatore.
Bella la fotografia che ritrae una Los Angeles notturna e affascinante.

ValeGo  @  24/04/2020 12:31:28
   7 / 10
Film molto cinico e al limite dello psicopatico. Spietato.

krystian  @  01/03/2020 14:49:07
   6 / 10
La storia è originale e ci sono parecchi colpi di scena, ho apprezzato sia Jake Gyllenhaal sia Rene Russo però, però… però alla fine non ha entusiasmato granché e non lo riguarderei. Forse non è il mio genere di film.

Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  05/01/2020 16:30:51
   8 / 10
Gran film, che sembra uno strano mix thriller di fuori orario e quinto potere, abbondantemente inneggiato di cinismo. Sceneggiatura solidissima aiutata da un Jake Gyllenhall in stato di grazia. Veramente notevole: peccato Dan Gilroy non abbia saputo mantenere il resto della sua carriera a questi livelli.

mauro84  @  20/12/2019 21:48:37
   8 / 10
Eccomi a recensire questo gran film. Trama particolare, tutto è cinico ed particolare lungo tutta la sua visione, c'è tensione ed patos.
Bè il finale, una gran finale d'azione, difficilmente prevedibile.

Un film apparentemente ordinario reso straordinario. Tante frasi son scelte con il giusto senno di poi.. gran film nel suo complesso.


Jake Gyllenhall: gran attore, bravo, il suo lato "bastardo" lo esalta.

Il regista sforna un gran lavoro, cura dettagli, particolari... varie scenografie ed buona fotografia. ed in parte anche colonna sonora ed il patos in generale.
E' il film della sua punta dell'iceberg, può entrare nel giusto giro dei film.
Complimenti al suo ottimo lavoro.

Film consigliato, un gran film thriller, originale ed meritevole.

Attila 2  @  29/05/2019 10:35:38
   6 / 10
Un bel film che mette in evidenza il cinismo e lo sciaccallaggio dei reporter freelance che per fare soldi vanno a fotografare gente che sta morendo e che arrivano addirittura a spostare i corpi per rendere piu' d'impatto la ripresa e farci piu' soldi al momento di venderla.Addirittura riprendono un loro collega-concorrente agonizzante ridendogli in faccia.Un bello spaccato cinico e spietato su questa parte del giornalismo americano.Il film pero' e' un po' monocorde nel senso che e' tutto una ricerca,mediante laa radio della polizia dell'evento piu' tragioca da andare a fotografare e poi rivendere alle TV locali,migliore attrezzatura per migliori riprese e furgoni piu' veloci per raggiungere prima il posto dove e' accaduto l'incidente o l'omiciidio.La trama non si evolve mai,solo sul finale quando vanno a riprendere gli autori del delitto nella villa,c'e qualcosa di diverso se no cambia solo l'evento che viene fotografato,senza variazioni e sviluppi di trama.Poi Jake Gyllenhaal .....io non posso essere obiettivo perche' e uno degli attori che mi piace di meno nell'intero panorama cinematografico e forse quell'espressione da assassino pscicopatico che ha in faccia si addice anche bene a questo film,ma io lo trovo veramente mediocre.Ha una mimica facciale di un robot quegli occhi sempre spenti e senza espressione,lo vedrei bene solo nei film di vampiri dove interpreterebbe benissimo la parte del Conte Vlad

kingofdarkness  @  29/04/2019 14:24:48
   7½ / 10
Nightcrawler rappresenta alla perfezione il cinismo umano nella realtà quotidiana, calato nella figura lucida quanto angosciante di Lou Bloom/Jake Gyllenhaal, qui autore di una prova a dir poco superlativa. Il film è girato in modo molto freddo, diretto, a volte leggermente forzato in alcune situazioni ma complessivamente sempre molto teso. Gyllenhaal è il protagonista assoluto, mente e cuore di un'opera che per certi versi fa anche da denuncia ad un sistema carrierista e di arrivismo dove ciò che conta è solo ed esclusivamente il risultato, a prescindere da come lo si ottiene.
Non è un capolavoro, ma un suo fascino ce l'ha di sicuro.
Le atmosfere notturne di Los Angeles (che a tratti mi hanno ricordato Drive di Refn) valgono da sole il prezzo del biglietto.
La durata è di quasi due ore, ma avrei voluto non finisse più.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Zazzauser  @  24/11/2018 03:53:43
   8 / 10
Dopo una prima mezz'ora che ho trovato poco convincente, fatta di personaggi che parevano forzati e buttati a caso in situazioni illogiche, Nightcrawler inizia a farsi perdonare la sospensione dell'incredulita' a cui ha costretto lo spettatore e prende la piega per cui e' stato giustamente apprezzato da critica e pubblico. Inutile sprecare i soliti (ma azzeccati) aggettivi per il tono del film: basta dire che Gyllenhaal, a cui nessuno ha mai creduto davvero, da' probabilmente la sua prova migliore nella sua superlativa interpretazione di un subdolo, manipolatore, passivo-aggressivo, amorale sociopatico che trova nella violenza, nella brutalita', nella sofferenza altrui una valida merce di scambio per la sua scalata sociale e lavorativa. Cinico al limite del surreale ma mai tanto da sfociare nel ridicolo, Nightcrawler e' un film che trova nel parossismo il terreno giusto per veicolare il suo messaggio: il mercato della morte in diretta, lo snuff a colazione, servito allo spettatore per il morboso compiacimento del gore, sta assumendo sempre piu' proporzioni grottesche. Non e' un argomento nuovo di sicuro (a partire dai mondo movies di Cavara e Jacopetti, passando per Videodrome e La morte in diretta di Tavernier) ma Nightcrawler e' uno dei pochi che mette in primo piano (in tutti sensi) l'atto di creazione stessa del prodotto, interrogandosi anche (dall'interno) sul ruolo che i media (la TV dei notiziari in questo caso) ricoprono: su quelle responsabilita' sempre scaricate dietro un "viewer discretion is advised", su quell'atteggiamento che si dichiara scevro di implicazioni morali perche' sempre protetto dall'egida del "diritto di cronaca", su quella deontologia professionale sempre dimenticata (quando non deliberatamente mandata al diavolo) in favore di nuovi dèi chiamati "share" e "audience".
Davvero bello

horror83  @  14/11/2018 18:51:48
   7 / 10
Davvero un bel film. parla del cinismo e della spietatezza del giornalismo fatto più che altro per lucrare sulle disgrazie altrui. Molto bravo l'attore protagonista che riesce a rendere bene il carattere psicopatico, freddo, calcolatore e cinico del personaggio (e anche tutta la sua solitudine). Un film che riesce ad incuriosire e a coinvolgere lo spettatore. Non gli avrei dato 2 lire ed invece mi ha sorpresa!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

federicoM  @  28/10/2018 00:42:53
   8 / 10
Film cinico e bastardo...da non perdere!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  02/10/2018 20:03:51
   8 / 10
Cinico film che vede un ottimo Jake Gyllenhaal nei panni di un sciacallo (il titolo, per quanto azzeccato nel suo rimando, è come al solito non paragonabile a quello originale) dell'informazione che non si fa scrupoli ad usare cose e persone, noncurante adelle conseguenze estreme, per il proprio tornaconto.
Vera protagonista rimane comunque la città in versione notturna, con i suoi mostri e i suoi demoni.

jek93  @  22/12/2017 16:38:15
   7½ / 10
Vi siete mai chiesti se quello che leggete o vedete nelle news sia vero o falso? Beh in questo film capirete meglio come, a volte, funziona il mondo dello scoop attraverso gli occhi di uno psicopatico, MAGNIFICAMENTE interpretato dal talentuoso J. GYLLENHAAL.

yeah1980  @  04/07/2017 11:05:05
   4½ / 10
Odio i messaggi negativi, questo è peggio.
Inoltre personaggi con credibilità scarsa e moventi assenti.

Murphy  @  10/05/2017 09:35:31
   6½ / 10
Non potevano scegliere titolo più azzeccato per un film che vede Jake Gyllenhaal perfettamente calato nel ruolo del cinico, perverso, arrivista, ossessionato dai soldi e dalla fama ed insensibile alle sofferenze altrui..insomma fastidioso dall'inizio alla fine. Mi sarei aspettata qualcosa in più sul finale..

daniele64  @  19/11/2016 18:51:31
   8 / 10
Raramente ho visto un protagonista più odioso di quello di questa pellicola ! Lou Bloom è mellifluo , amorale e del tutto privo di scrupoli , con un repertorio di vuoti slogan raffazzonati su internet , buoni per convincere i gonzi a fidarsi di lui . Lo interpreta magnificamente il bravo Jack Gyllenhaal , veramente abile a rendere l' ( in ) espressività dei suoi occhi vacui e la sua parlantina sciolta ma superficiale . Validi nelle parti di contorno l'ingenuo aiutante - vittima Riz Ahmed , la vecchia volpe Renè Russo ed il sottovalutato Bill Paxton , precocemente sparito dai ruoli che contano . Una sceneggiatura efficace ed una adeguata fotografia di Robert Elswit , al servizio della spigliata regia di Dan Gilroy , autore che non conoscevo ma che qui è bravo a confezionare un duro atto di accusa contro lo strapotere della moderna società dell'informazione televisiva , dominata oramai sempre più dal dio danaro e sempre meno dall' etica professionale .

Paolo70  @  17/11/2016 08:55:06
   7½ / 10
Film con una trama avvincente. Il protagonista è caratterizzato da un sadismo eccessivo, da una freddezza proverbiale e da una ricerca avida di denaro. Bella la scena del finale con riprese molto dinamiche. Bravo il protagonista. Buona la regia.

Thorondir  @  27/07/2016 00:06:48
   7 / 10
Un thrillerone ben confezionato, con tutte le accortezze tecniche che ci si aspetta da un film del genere, fotografia soprattutto. Gyllenhall da corpo e voce ad un personaggio di rara analiticità, maniacale, perverso e sostanzialmente folle che diventa ossessionato dal suo lavoro. La sua è una figura contorta e complessa che l'attore rende molto bene. Un film di sostanza, eccessivamente "costruito" e verboso in alcuni punti, dove forse era meglio puntare su quell'immagine a cui il regista dimostra di tenere particolarmente: anche perchè il suo è un film sull'immagine, come mezzo, come verità, come veicolo di emozioni. Nightcrawler è l'immagine della potenza dei media nella veicolazione delle notizie nella società capitalistica del trionfo primario dell'immagine. Sottotesti neanche troppo velati che il regista cela dietro ad un apparente thriller psicologico. Gilroy plasma un film solido, che intriga, ma forse eccessivamente pregno di una certa voglia di autocompiacersi.

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  17/07/2016 13:45:43
   8 / 10
Jake Gyllenhaal continua a mostrarci la sua bravura interpretando un personaggio originale in un'ambientazione altrettanto insolita. Belle riprese notturne e tanta atmosfera che non fanno sentire l'apparente lentezza del film. Dialoghi e rapporti tra i personaggi scritti benissimo, magari un po'azzardata la parte finale (dove si riaccosta di più ai film a cui siamo abituati) ma comunque una pellicola da vedere. Raramente un protagonista era risultato tanto sgradevole!

Overfilm  @  17/04/2016 20:47:26
   7 / 10
Per il commento vi rimando a... quello postato dagli altri ...(faccio lo sciacallo... :-) ).
Merita senz'altra la visione.
Ottima la prova di Jake Gyllenhaal.

kanon1981  @  31/03/2016 23:11:11
   8 / 10
Super sorpresa! Grazie ai voti alti del sito ho scoperto questo gioiellino.
Trama molto originale che sa davvero di novità, mi ha trasmesso molta tensione soprattutto nelle scene dove sono impegnati i reporter.
Fantastico jake ghyllenhaal(penso al suo apice fin qua),il suo lou bloome é veramente spietato.
Consigliatissimo.

Mildhouse  @  18/03/2016 12:58:09
   7½ / 10
Durante la visione di questo film ho respirato aria nuova.
La storia è avvincente, il protagonista affascinante. Il tutto integrato in una vera e propria giungla, quella della città e della società in cui oggi viviamo.
Lou Bloom è il prodotto di questa società : è egoista, apatico, cinico e insensibile di fronte alle sofferenze altrui, disposto a tutto pur di ottenere il successo tanto desiderato. Queste sue caratteristiche lo avvicineranno al mondo del giornalismo freelance, in particolare quello interessato alla cronaca nera rendendolo in breve uno sciacallo che lucra su incidenti, furti e omicidi. Sempre più avaro di scoop, il giovane reporter si spingerà sempre più oltre , rivelando allo spettatore la sua natura perversa.
Il film scorre veloce, è fresco e diretto : l'unico difetto forse lo troverei nel finale, un pò troppo azzardato

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Juza21  @  13/03/2016 20:53:27
   7 / 10
Buon thriller, mi aspettavo qualche colpo di scena ma tutto sommato mi è piaciuto..

-Uskebasi-  @  28/02/2016 03:34:08
   7½ / 10
Lo sciacallo è un predatore. Spesso sfrutta fatiche altrui e si nutre delle prede già uccise. Nella società moderna la metafora con i giornalisti ci sta sicuramente e in questo film si, ne vediamo di sciacalli perché parla anche di questo, ma non è il caso del protagonista. Definire Lou Bloom uno sciacallo è riduttivo.
Lou Bloom è lo sciacallo che divora la carcassa lasciata dal leone.
Lou Bloom è l'avvoltoio che osserva e attende che lo sciacallo finisca.
Lou Bloom è la leonessa che ha ucciso la gazzella.
Lou Bloom è l'erba che mangiava la gazzella.
Lou Bloom è macchina e natura contemporaneamente, non è una persona. E' un qualcosa programmato a un unico scopo: il successo. E' un concetto machiavellico con le gambe, finto in tutto e per tutto, dalle espressioni alle frasi, frasi fatte, sempre. Non ha pensieri, ha slogan. Non ha un cuore, ha una calcolatrice.

Novellini della "Video Productions News" tremate. Non potete misurare il peso delle parole finali di quell'innocente presentazione.
"Mai e poi mai vi chiederò di fare qualcosa che non farei io stesso"
Non sapete cosa significa...

Jack_Burton  @  04/02/2016 10:34:57
   9 / 10
Thriller intensissimo con un Jake Gyllenhaal superlativo che interpreta un folle videoreporter pronto a tutto pur di arrivare al successo; il mostro che ne viene fuori è il figlio di una società malata che spinge le persone piano piano nel baratro della follia...vedere per credere.

marcogiannelli  @  26/01/2016 10:12:01
   8 / 10
film sorpresona con un bravissimo Gyllenhaal
un thriller lontano dal classico, visto da un neo giornalista free lance, che venendo dalla fame, è disposto a tutto pur di fare lo scoop e di conseguenza soldi
un viaggio in cui Lou si spinge sempre oltre il limite, gradualmente, fino all'incredibile finale

camifilm  @  15/01/2016 11:38:48
   7 / 10
Un buon film.
Trama interessante.
Bravi attori.

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  14/01/2016 18:35:13
   6 / 10
Mi aspettavo molto di più da questo film, anche considerato che reputo Jake Gyllenhaal un ottimo attore. Invece non decolla mai, ti aspetti sempre qualcosa che però non succede.

wicker  @  08/01/2016 20:03:33
   8 / 10
Bello..mi è piaciuto molto..le atmosfere notturne che ricordano Collateral,la fotografia di una Los Angeles criptica che sembra sempre nascondere qualcosa.
Ottima prova di Gyllenhaal,ossessionato dal denaro e dal potere,cinico,infame,perfettamente calato nel ruolo.
trama affascinante il tempo vola via e due ore sembrano niente.
Bene anche la regia,non si perde in una situazione che poteva essere ripetitiva e stupisce lo spettatore con un bel finale!

Gabrielendil  @  22/12/2015 01:04:59
   9 / 10
Finalmente un soggetto originale, ben recitato e che tiene incollati allo schermo senza annoiare, ovviamente la recitazione di Gyllenhaal sovrasta il resto del pur buon cast, ma in questa pellicola è lui il film.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  29/11/2015 21:51:15
   7½ / 10
Potente racconto a metà tra l'ossessione megalomane e quella vojeristica della società moderna che si riflette nel ruolo del protagonista.
Film asciutto ed essenziale che si regge su una buona amalgama del cast con personaggi secondari molto potenti come quelli interpretati da Riz Ahmed e Rene Russo.
Film che va contestualizzato nella realtà americana dove arriva ad acquisire ancora maggiore forza proprio per denunciare una certa tendenza giornalistica d'oltreoceano da risvolti inquietanti.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  27/11/2015 10:50:46
   7½ / 10
Il personaggio di Lou Bloom non è poi cosi' lontano dalla realta'. In un Mondo affarista e in crisi esistono davvero certi personaggi pronti a tutto pur di guadagnare qualche soldo.
Lo "sciacallo" è spietato nel suo lavoro ed entra presto in una spirale di violenza che lo portera' a diventare come i criminali che cerca di riprendere.
Tutto questo, non a caso, accade a Los Angeles...
Un film intenso e coinvolgente ottimamente interpretato da Gyllenhaal.

Invia una mail all'autore del commento albatros70  @  26/11/2015 18:07:53
   7 / 10
storia cinica e cruenta di un arrivista affamato di denaro e fama. Storia a tratti un pò lenta ma film molto ben strutturato con un'ottima prova di Gyllenhaal!

Invia una mail all'autore del commento agen  @  15/11/2015 23:16:50
   7½ / 10
dopo tanta pupù finalmente un bel film da seguire fino alla fine senza annoiarsi da vedere

Alex2782  @  15/11/2015 23:07:45
   7 / 10
Grande jack un attore con la A maiuscola.
Film nero e crudo nella sua semplicità, due ore volate, buon film.

Sestri Potente  @  15/11/2015 23:07:35
   9 / 10
Jake Gyllenhaal in versione genio del male... Gran bel thriller giornalistico, con un livello sempre alto di suspense. Consigliato!

alesfaer  @  22/10/2015 10:57:21
   7 / 10
film che rappresenta nel suo piccolo lo spaccato del nostro presente. egoismo e noncuranza del prossimo. ottime atmosfere e mlt bravo l'ex donnie darko

genki91  @  22/10/2015 02:36:21
   7½ / 10
Parte in maniera poco convincente, si riprende nettamente nella seconda parte.
Nightcrawler è un bel thriller dove non mancano fiato sospeso e colpi di scena.
Non è saturo di questi ultimi, ma la suspense non manca e tiene incollato in maniera interessante lo spettatore.
Ottimo Gyllenhall.

deadkennedys  @  19/09/2015 15:50:32
   7 / 10
Bello, indubbiamente, ma se lo sceneggiatore avesse lavorato ancora un po sul soggetto, magari aggiungendo qualche connessione fra gli avvenimenti all inizio del film e la seconda parte e ideando un finale un po diverso (un paio di cose erano davveroprevedibili) avrebbe potuto essere da 9. Eccessivamente lineare la trama,senza deviazioni- facile, freddo e bidimensionale il protagonista

darkscrol  @  06/08/2015 05:28:49
   9 / 10
Ebbene questo film è uno spettacolo. Mi ha tenunto incollato dall'inizio alla fine. Jake Gyllenhaal di una bravura incredibile. Il finale poi...assolutamente da vedere.

alescar84  @  23/07/2015 23:26:25
   8 / 10
Superba interpretazione di un immenso Gyllenhall. Film molto ben girato, con ottima trama e musiche. ASSOLUTAMENTE DA VEDERE.

BrundleFly  @  15/07/2015 10:38:38
   7½ / 10
Jake Gyllenhaal - nel ruolo della vita - è il protagonista viscido e spregevole di questo thriller che ben critica il modo di fare informazione giornalistica ai giorni nostri.
Bellissime le scenei notturne e la colonna sonora.

ZanoDenis  @  19/06/2015 19:10:34
   7½ / 10
Decisamente interessante questa pellicola. "Lo sciacallo" termine più adatto non ci potrebbe essere, la cosa che veramente mi ha stupito del film è che al contrario di molti suoi parenti stretti, che parlano dello stesso argomento, sia più datati che più recenti, questa pellicola non punta tanto a criticare l'attività di questi "giornalisti" appunto spesso etichettati come sciacalli, ma tende a sensibilizzare, anzi lo spettatore si ritroverà dalla parte dello sciacallo, simpatizzerà con lui, si rispecchierà nello sciacallo, si perché lo sciacallo è come tutti noi potremmo essere attualmente, un povero uomo disoccupato e solo, che per riempire tempo e cercare di guadagnare cerca di fare il possibile, sfidando e infrangendo tutti i principi morali possibili.
Straordinaria interpretazione di Jake Nonsoscrivereilcognome, in un ruolo assolutamente non facile, incredibile come riesce ad alternare fasi inespressive, volutamente contenute a fasi più istrioniche, un attore che si avvia ad essere veramente maturo, ma era gia da parecchio che recitava per bene.
Cio che colpisce del personaggio, approfondito divinamente, è come non abbia nemmeno mezzo scrupolo, di come sia schetto e volenteroso di raggiungere il successo, lavorativo, sociale o economico che sia, senza pensare a nulla, per lui gli altri individui non sono altro che pedine di cui servirsi, conta poco se sopravvivono o meno, ma forse è anche per questo così solo.
Buono a livello tecnico, mi è piaciuta molto la fotografia, specie nelle scene ambientate in notturna, che riescono a fornire delle località americane molto suggestive, in cui può accadere di tutto, sono enormemente attratto da queste ambientazioni urbane notturne, ricordanti molto la New York che spesso e volentieri ha dipinto Scorsese in molti suoi famosi film, ma tornando a ritroso, che troviamo anche in molti noir d'annata.
Insomma, un buonissimo prodotto, una delle sorprese dell'anno con una sceneggiatura ben sfruttata, con i giusti tempi e diverse riflessioni su temi ancora molto scottanti. Da vedere.

rebootboy  @  11/06/2015 00:56:48
   7½ / 10
Noir intenso che tratta un argomento troppo spesso banalizzato:il giornalismo,il fare informazione più in generale,dovrebbe essere regolamentato in maniera seria e 'sana' ed invece con la più celebre 'libertà d'informazione' si finisce per trasfigurare spesso la realtà solo in favore dell'audience.Il film mostra un uomo senza limiti,metafora vivente della mutazione (nostrana) avvenuta nel proporre dati sensibili,nel mostrare senza i dovuti filtri ogni qualsivoglia notizia che possa interessare la maggior fetta di pubblico.
In conclusione:ben scritto,di forte impatto visivo,veloce e risoluto,senza pietà.
Ripeto,non retorico anzi evidenziatore (attraverso una vicenda borderline) di un'interessante contraddizione nella cosiddetta evoluzione dell'informazione.

antoeboli  @  08/06/2015 15:04:50
   7 / 10
Spunti interessanti in un thriller sociologico , dove in Italia conosciamo questi effetti anche attraverso i nostri giornalisti, che quasi quasi poco che ricalchino il personaggio di J.Gyllenhall , in quella che forse è una delle sue interpretazioni convincenti .
Bella la fotografia per quanto riguarda il lato tecnico , e molte inquadrature alla mockumentary proprio perchè lo vuole il tema .
Regia funzionale , ma secondo me è proprio il protagonista a saper reggere le due ore di pellicola ,che ci regalano momenti in alcuni punti un poco morti , e altri dove sembra esserci un alone di follia professionale.
Film che ha ricevuto numeroe nominations ai premi più ambiti ma che giustamente non ha vinto nulla , perchè credo sia largamente sopravvalutato .
Se cercate un thriller alternativo nightcrawler vi piacerà da morire , chi invece come me è legato ad altri fattori e altri genere di thrilling può solo apprezzare ma nulla più.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

maxi82  @  07/06/2015 19:52:40
   7 / 10
Ottimo film ben interpretato dal protagonista,niente di tutto ciò avviene in modo scontato e ti tiene in ansia per tutta la durata..da vedere

the saint  @  31/05/2015 22:55:48
   7 / 10
grandissmo Gyllenahaal!! il merito del 7 è soltanto suo!
perché comunque è un buon film ma non esageriamo

popoviasproni  @  24/05/2015 17:17:06
   7 / 10
Gyllenhaal regge il peso del film col suo personaggio viscido e spietato.
Thriller insolito e intrigante con un occhio strizzato sulla denuncia della deriva del potere mediatico.

Charlie Firpo  @  19/05/2015 09:13:57
   7 / 10
Film interessante con una trama originale e con un Jake Gyllenhall che sforna un' interpretazione davvero convincente di un cinico reporter senza scrupoli.

Pellicola che scorre via bene... da vedere.

Burdie  @  16/05/2015 20:59:54
   6½ / 10
...poco pretenzioso

corey  @  11/05/2015 23:40:44
   7½ / 10
Film dalla trama originale, non a caso ha ricevuto la nomination per la sceneggiatura.. Jake Gyllenhaal cinico e spietato, ruolo perfetto per lui, davvero molto bravo.

maitton  @  05/05/2015 12:43:56
   7 / 10
continua il periodo d'oro di gyllenhal che ho molto rivalutato dopo la performance in prisoners; qui da solo tiene in piedi tutta la baracca.
film spietato, lui di piu'.

Trixter  @  02/05/2015 23:02:26
   5½ / 10
Ebbene, lo ammetto: vado un pò contro corrente rispetto ai rispettabilissimi commenti di chi mi ha preceduto.
Nulla quaestio sull'interpretazione cinica ed allucinata di Gyllenhaal, anche se ormai il ragazzo si sta imponendo come il monoespressivo della new generation, ma il problema è che il film, a mio parere, non decolla mai. Forse perchè la definizione di thriller è palesemente fuorviante, laddove Nightcrawler appare più una pellicola di denuncia nei confronti dell'esasperazione, del cinismo e mancanza di scrupoli dei mass media.
Man mano che i minuti passano la vicenda si fossilizza, tanto da concludersi con un finale telefonatissimo e quanto mai scontato (almeno io, che non sono un fulmine di guerra, l'avevo ampiamente previsto). Ad ogni modo, buon montaggio ed ottima colonna sonora.
Peccato, avevo aspettative piuttosto alte che ahimè sono andate deluse.

lupin 3  @  29/04/2015 11:58:49
   7 / 10
Vale la pena dargli un'occhiata, riflessivo!

eruyomè  @  28/04/2015 22:46:58
   7½ / 10
Molto molto bello, e originale. Gyllenhaal tiene il film sulle sue spalle e dà vita e forma ad un personaggio che rimane impresso, tanto negativo quanto perfettamente scritto e realizzato. Una interpretazione notevolissima, questo attore mi sorprende sempre di più.

Questo cinico psicopatico narcisista all'inverosimile, privo di etica, empatia, emozioni, mette davvero i brividi. Come dà i brividi riflettere su quanto non si racconti altro che la realtà che si cela dietro la facciata scintillante del "giornalismo" tv e dei mass media in generale, veri sciacalli del dolore, senza pietas nè umanità.

Di buon mestiere tutto il resto, bella la fotografia notturna. Certi passaggi, ad esempio quelli con la polizia, potevano essere gestiti meglio.
Non male l'attrice, inquietanti le interazioni tra i due, ben scritti ed interpretati.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR 1819  @  25/04/2015 21:13:48
   7½ / 10
Cinico come il protagonista, un uomo vuoto dentro che insegue solo il successo. Inquietante e irriconoscibile Jake Gyllenhaal, ben calato nel ruolo.
In definitiva una pellicola disturbante, che mostra con realismo gli effetti della smodata ambizione sugli esseri umani.

canepazzotanner  @  20/04/2015 19:33:08
   7½ / 10
Buon thriller atipico, che parte un po' in sordina ma con il passare dei minuti aumenta il livello di intensità e tensione fino ad arrivare alla scena finale veramente appassionante.
Ottima prova nei panni dell'antieroe di Jake Gyllenhaal (che ormai e una garanzia).

TonyStark  @  19/04/2015 23:50:25
   7½ / 10
Grandissima interpretazione di Gyllenhaal per un thriller sempre interessante che ti prende fino alla fine, molto affascinanti gli scorci di una Los Angeles notturna desolata e desolante. Ho trovato alcune forzature nella trama leggermente eccessive ma il film nel suo complesso è più che buono.

Beefheart  @  12/04/2015 22:28:41
   7½ / 10
Discreto thriller atipico, che prende forma intorno a tematiche importanti, addirittura sociali, attuali. Il festival dell'arrivismo (a qualunque costo) e, più in particolare, della incontrollabile spudoratezza delle televisioni e dei loro network spettacolarizzati oltre ogni limite. Si presenta subito con una fotografia nitidissima, iperlucida, come la follia del protagonista (che ha la faccia assurda di un Jake Gyllenhaal più in forma che mai), via via convince, mantiene un buon ritmo e procede con credibilità ed efficacia sino quasi alla fine, dove un epilogo un po troppo sciolto e facilone va un po ad inficiarne la bontà. Nel complesso comunque è riuscito.

fragolo1980  @  10/04/2015 17:28:46
   7 / 10
Bel film buona trama e ottimi attori,ma la pellicola è tutta basata sull'ottima interpretazione di Gyllenhaal veramente una grande interpretazione.
Da vedere

Nic90  @  03/04/2015 18:53:41
   6 / 10
Mi aspettavo molto di più da questa pellicola,tali film di denuncia nei confronti dei mass media sono pochi in circolazione e il regista ha avuto coraggio..
Buona la prestazione di Jake Gyllenhaal(non so se in questo film sia più pazzo o cinico),ma il film ha delle pecche nella parte iniziale(lento e prevedibile).

Metto un voto a metà tra la prima parte (4) e la seconda(7)

Arrotondo a 6 per la prestazione di Gyllenhaal.

john doe83  @  02/04/2015 20:52:18
   6½ / 10
Bel film incentato sull'esasperazione dei media nel raccontare fatti di cronaca e sull'invadenza quasi morbosa dei giornalisti nel documentare tragedie.
Ottima l'interpretazione di Gyllenhaal.

krypton  @  02/04/2015 09:56:34
   7 / 10
Jake Gyllenhall veste i panni di un ambizioso e controverso giornalista free lance che riprende in immagini i più efferati crimini di Los Angeles, al fine di soddisfare la sete di voyeurismo del pubblico televisivo.

Un film con un'ottima ambientazione notturna ed un protagonista ottimamente caratterizzato ed interpretato dal attore americano. Peccato che si debba attendere la seconda parte del film per vedere un po' d'azione. Ottima la scena conclusiva.

Consigliato, da vedere!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  26/03/2015 20:14:35
   8 / 10
L'ambientazione visiva quasi sempre notturna alla Collateral ma con il cuore nero di Vivere e morire a Los Angeles. Perchè lo Sciacallo è il racconto di una scalata sociale a colpi di servizi trash che fanno audience, confezionati apposta per fare ascolti sempre più alti. Allo stesso tempo è una discesa ed un abbandono di ogni etica di un individuo che già di per sé mostrava segni percepibili di amoralità: lo sfrenato individualismo, la voglia di denaro e successo a qualsiasi costo. Un figlio della generazione di Internet che trascina nella sua discesa la bellezza sfiorita della direttrice dei servizi della televisione, mezzo ormai messo sotto scacco dalle nuove tecnologie, un quinto potere ormai spuntato e preda preferita degli sciacalli notturni che infestano la città. Ottima la sceneggiatura, come l'intepretazione di Gyllenhall sempre più maturo e dialoghi di primissima qualità. Sotto quest'ultimo aspetto la cena al ristorante tra Lou e Nina è straordinaria per intensità e specchio di come stanno cambiando i tempi. Il momento migliore del film. Web killed the video star.

kikkokonti  @  25/03/2015 22:10:53
   7 / 10
Qualche esagerazione evitabile che rende lievemente meno credibile l"impressione di "ordinaria follia" .
(Proprio perché la realtà è più incredibile della fantasia... )

Notevole lavoro di montaggio.
Parecchi passaggi inaspettati.

Difficile perdere l'attenzione.
Da vedere.

Macs  @  22/03/2015 10:54:34
   8 / 10
Questo film è un pugno allo stomaco, due ore di viaggio allucinato nei meandri del lato oscuro della mente umana. Una storia cruda e crudele, diretta alla grande e interpretata da un Gyllenhaal sempre più maturo e convincente (e qui anche produttore): meritava di giocarsela con Keaton per l'Oscar. Sceneggiatura quasi perfetta, con qualche piccola veniale falla, ma soprattutto una fotografia magnifica: come il protagonista, fredda, tagliente, quasi violenta nella sua nitidezza. Avendo vissuto in USA, trovo questo film perfetto nel raccontare quella società, l'aggressività strisciante del loro sistema massmediatico e più in generale, delle relazioni interpersonali basate su una idolatria del denaro e del successo, dell'apparenza, in nome della quale non si esita a oggettificare il prossimo e a trattarlo come un mero strumento, od ostacolo, al raggiungimento dei propri obiettivi di carriera e affermazione personale.

alberto9  @  07/03/2015 15:08:37
   7 / 10
Jake Gyllenhaal veramente ottimo in questo film. Questo é un film che parla di una persona tanto malata mentalmente quanto determinata a raggiungere il successo. Come lui ce ne sono tanti altri nel mondo. La scena finale assieme al "collega" e quella successiva assieme agli stagisti fa pensare parecchio.

E' un film che ti lascia qualcosa dentro e che non ti lascia indifferente.

BlueBlaster  @  02/03/2015 03:30:40
   7½ / 10
Buonissima opera cinica e concreta che racconta il sottobosco dei mass media.
Jake Gyllenhaal ancora una volta ai massimi livelli, si dimostra un attore versatile che qui mette in piedi un personaggio spaventoso nella sua lucida disumanità...proprio uno sciacallo senza pietà che si nutre del dolore altrui per raggiungere i propri obbietti.
Molto apprezzabile la regia veloce e la fotografia satura che portano alla mente "Drive" per via delle ambientazioni losangeline notturne.
In certe circostanze, sopratutto ed ovviamente nel finale al cardiopalma, si rasenta l'assurdo e l'improbabile ma generalmente è un film realistico che farà sicuramente riflettere.
Un film con un soggetto originale, un ottimo ritmo e riflessioni intelligenti.
Mi è molto piaciuto e lo consiglio caldamente a chiunque!

deliver  @  01/03/2015 21:34:30
   6½ / 10
Un film incompleto, così lo definirei... Che crolla proprio sul finale, tant'è che ormai si potrebbe discutere a lungo su questo fenomeno: diversamente che negli anni novanta, ad Hollywood ormai non sanno più inventare finali degni di un thriller - e vale anche per le serie TV, tipo Lost e Dexter. Non voglio ridurre con ciò tutto alla chiosa, ma nello Sciacallo si avverte una tensione in crescendo che dovrebbe preludere ad un evoluzione e che invece si interrompe con uno scioglimento piuttosto banale, da manuale. Peccato, perché il film parte veramente a razzo, ma poi Gilroy teme di osare di più e allora si rifugia nella convenzione. Plauso per Gyllenhal a cui però ad un certo punto la sceneggiatura tarpa letteralmente le ali.

sahles  @  01/03/2015 12:06:57
   8 / 10
Bello, inizio leggermente soporifero ma che comunque regge grazie soprattutto all'interpretazione magistrale di Jake Gyllenhall. Diventa più coinvolgente nella seconda metà. JG si conferma uno dei miei attori preferiti, dopo Prisoners un'altra prova di spessore, qui forse ancora più avvalorata dalla particolarità del personaggio.
Consigliatissimo!

sev7en  @  06/02/2015 13:51:22
   8 / 10
Lou Bloom da disoccupato a tempo a freelance di successo svela i retroscena di un mondo costellato dagli strilli televisivi e dalla ricerca dello scoop ad ogni costo.




Dal regista di the Bourne legacy Dan Gilroy, dal rivalutato 'Prisoners' Jake "Lou Bloom' Gyllenhaal , una pellicola che aspira a candidarsi come manifesto e testimonianza dei dietro le quinte di una News, ma anche lo specchio a cui ogni mattina ciascuno di noi dovrebbe guardarsi…
Originalità, realismo, cinismo, apatia e alienazione sono aggettivi e sentimenti non sorteggiati per una rimpatriata della Crusca, ma in quanto cardini e demiurghi dell'intera visione che assume una duplice regia: la prima built-in a cui si assiste passivamente lasciando che occhi e sentimenti filtrino l'eccellente fotografia del film ed i crimini quotidiani di cui ogni città è vittima, l'altra quella dello spettatore che dinanzi ai fatti può porre i propri paletti etici e morali, il proprio giudizio.
La forza e la magia del film è quella di lasciarsi vivere ed interpretare a seconda di chi lo guardi esattamente come un guanto che camaleonticamente assume nervature e forme di una mano. La prova attoriale di Lou è da Oscar perché riesce a farsi amare ed odiare nello stesso istante : è un self-made man, ha tenacia ed ambizione smodata, una cultura basata sull 'ask to Google' e voglia di potere, non di ricchezza. Lo si odia perché a tratti il suo cinismo rasenta l'inverosimile e la sua vocazione è tale da fare terra battuta di ogni sentimento ed emozione, come un robot alla stregua di un perfetto, gelido di calcolatore.

Il regista da parte sua lascia che sia questo one man show a condurre ogni fotogramma anche nei fuori campo nei quali sua moglie moglie, una 'comparsa' dal nome impegnativo, Rene Russo, supporta il talentuoso uomo sul pezzo ad ogni costo e con ogni compromesso, mossa solo dal dio share. Un direttore di news dovrebbe ambire alla fedeltà della storia narrata, alla coerenza della notizia ma la smentita è secca quando si viene a scoprire che sono i ricchi e intoccabili bianchi in 'difetto' e che la rapina nella loro abitazione era motivata dalla polvere bianca.
A cosa può importare questo particolare quando il magnete è tarato sul sangue ed il pubblico televisivo swappa tra un canale, si badi, e non un programma/format/testata, alla ricerca di tali tratti cromatici? La news non è la notizia in sé quanto la forza delle immagini, l'ossessione, morbosa, dello zoom in modalità macro anche a costo di infastidire i servizi di pronto soccorso.

Un film che scommette e gioca le sue carte sulla bravura del protagonista, che le mostra scoperte sul banco fin dai titoli iniziali ma dal finale che ci auguriamo sia solo un monito alla società moderna ('the show must go on...') e non il preludio a nuovi episodi...

william sczrbia  @  31/01/2015 00:02:44
   7 / 10
Curiosity  @  20/01/2015 09:17:26
   8 / 10
Gyllenhaal IMMENSO. Atmosfera cupa, buoni ritmi, piaciuto un sacco veramente.

dgdrfg  @  07/01/2015 12:01:50
   7½ / 10
Mi è piaciuto molto questo "thriller" (direi più drammatico come genere), veramente ottimo Jake Gyllenhaal, che già mi era piaciuto in "Prisoners", ma qua si supera. Il film trasmette in maniera molto efficace le emozioni che si propone di dare, con un'atmosfera cupa e angosciante che regna efficacemente per tutta la visione. Consigliato.

pardossi  @  06/01/2015 00:09:06
   7½ / 10
Jake Gyllenhal è un fuoriclasse e in questo film è da oscar, la trama è molto originale e assolutamente ben costruita, quando dare spessore e caratterizzare i personaggi diventa un arte e non si uniforma alla moltitudine di pellicole mediocri escono queste chicche, film assolutamente consigliato .

Clint Eastwood  @  01/01/2015 19:29:54
   7½ / 10
E' buono, è coraggioso, vale.

TheGame  @  01/01/2015 19:23:13
   5½ / 10
Modesta produzione tirata su da un Gyllenhaal irriverente al punto giusto, malgrado un personaggio forse troppo monocorde e un soggetto oltremodo lineare e intuibile.

markos  @  31/12/2014 13:58:13
   7½ / 10
Jake Gyllenhaal superlativo, il suo sguardo è peggio di un sciacallo!
Non ricordo un film del genere, quindi premio la novità, o se ci saranno c'è sono pochi con questa trama. Mi è piaciuto.

barone_rosso  @  28/12/2014 19:14:53
   5 / 10
Avevo grandi aspettative, voti alti, Gyllenhaal mi piace... Invece, che monnezza! Neanche l'interpretazione riesce a convincere, sorvolando su una trama abbastanza banale e priva di spunti. Alla fine anche il regista si fa prendere dalla follia del protagonista. Peccato, un'occasione sprecata.

winning  @  28/12/2014 12:48:21
   5 / 10
assolutamente in disaccordo con gli altri commenti. Di certo non lascia a bocca aperta la storia e le scene, che molte volte sono veramente di una forzatura che non si adattano ad un film che vuole essere un thriller drammatico. Nulla a che vedere con thriller veri e di spessore. Film che ti scordi dopo 10 minuti dalla visione.

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008870 commenti su 44074 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net