light of my life regia di Casey Affleck USA 2019
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

light of my life (2019)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LIGHT OF MY LIFE

Titolo Originale: LIGHT OF MY LIFE

RegiaCasey Affleck

InterpretiAnna Pniowsky, Casey Affleck, Tom Bower, Elisabeth Moss, Hrothgar Mathews

Durata: h 1.59
NazionalitàUSA 2019
Generedrammatico
Al cinema nel Novembre 2019

•  Altri film di Casey Affleck

Trama del film Light of my life

Un uomo e la figlia viaggiano attraverso le periferie di una società in cui un decennio di pandemia ha spazzato via quasi tutta la popolazione femminile, mettendo in pericolo l'equilibrio del mondo. Mentre il padre si sforza di proteggere l'innocenza della figlia dai pericoli circostanti, i due vedono il loro legame messo in pericolo quando l'uomo è costretto a difenderla a tutti i costi.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   4,20 / 10 (10 voti)4,20Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Light of my life, 10 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Chemako  @  07/06/2020 21:55:56
   4 / 10
Troppo lento e monotono...

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  05/06/2020 00:06:50
   4½ / 10
Parlare del rapporto genitore/figli sullo sfondo di una distopia non tanto lontana dalle nostre paure attuali. Quelle di una pandemia capace di sterminare gran parte del genere umano, quello femminile in questo caso.
Tra "I figli degli uomini" e "The road" possiamo mettere questo film di Affleck (non il regista di Argo purtroppo) e sicuramente esce sconfitto nella sfida.
Non mi è piaciuto quasi nulla, e non tanto per l'assenza di azione, non succede nulla se non negli ultimi minuti.
Deludente

markos  @  31/05/2020 15:29:01
   5 / 10
Rapporto padre figlia. Rimasti in pochi, causa una malattia misteriosa che colpisce solo le donne. Un po annoia, manca qualcosa. Evitabile.

Wilding  @  26/12/2019 09:34:16
   3½ / 10
Le aspettative erano altissime, altrettanto è stata la delusione però. Dialoghi/monologhi interminabili padre figlia, briciole di azione, neppure quelle di trama.

benzo24  @  03/12/2019 16:19:16
   2 / 10
Film uguale a tanti altri o simile (un po' The Road e po' Senza Lasciare Traccia), parte da un soggetto che potenzialmente poteva essere interessante ma viene svillupato da una sceneggiatura nel nulla più assoluto

topsecret  @  02/12/2019 14:36:41
   6 / 10
Non ha molta originalità dalla sua, ma tutto sommato la storia regge bene fino alla fine, anche se la durata sembra eccessiva, soprattutto perchè succede poco in termini di dinamicità, delegando agli ultimi 20 minuti i momenti più drammatici e intensi.
Non male la prova dei protagonisti, il ritmo però (e, come detto, l'eccessiva durata) a tratti pregiudica il coinvolgimento per una storia che resta comunque sufficientemente valida.

Invia una mail all'autore del commento roizzz  @  27/11/2019 17:55:16
   2 / 10
lento e penoso...

l'avessi visto da casa, dopo i primi dieci minuti interminabili del racconto a braccio e senza senso del padre alla figlia, l'avrei stoppato senza esitazione... trovandomi invece al cinema e volendo ammortizzare il costo del biglietto sono stato a torturarmi per due ore di noia siderale...

lucasssss  @  27/11/2019 10:59:22
   6½ / 10
mi aspettavo un film completamente diverso, più azione, invece tutto il film si incentra sul rapporto tra padre e figlia e risulta piatto

non male cmq

Lucasssss

Mauro@Lanari  @  26/11/2019 23:25:57
   2 / 10
Potrà ricordare "28 giorni dopo" (Boyle, 2002) e "I figli degli uomini" (Cuarón, 2006), "The Road" (Hillcoat, 2009) e "Codice Genesi" (The Hughes Brothers, 2010), ma quando c'è Casey, l'Affleck che non recita meglio del fratello Ben e che però cura così bene la propria cadaverica emaciatezza corporea ed espressiva che Van Sant l'ha reso un'icona del cinema indie e autoriale da "Trilogia della Morte" già con la sola locandina di "Gerry" (2002), sappiamo perfettamente a cosa si va incontro: giurie e critici festivalieri in estasi, spettatori in fuga. M'associo a quest'ultimi.

Mauro Lanari

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  23/11/2019 17:18:18
   6½ / 10
La storia può ricordare nello spunto The Road di Hillcoat, ma della pandemia ci vengono fornite pochissime informazioni ed in fondo non è tanto importante perchè tutto incentrato sul rapporto padre/figlia, visto con un occhio molto minimalista. Il viaggio senza una meta precisa dei due personaggi da una parte è il percorso di maturazione, o coming of age, della bambina e il conseguente passaggio di consegne tra padre e figlia, quasi un risarcimento morale dell'uomo nei confronti della donna. Non è un survival movie, non presenta scene d'azione particolarmente eclatanti se non nella parte finale, ma un film che mostra l'evoluzione del rapporto padre/figlia in molte sfaccettature.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008481 commenti su 44050 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net