arizona junior regia di Joel Coen USA 1987
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

arizona junior (1987)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film ARIZONA JUNIOR

Titolo Originale: RAISING ARIZONA

RegiaJoel Coen

InterpretiNicolas Cage, Holly Hunter, Trey Wilson, John Goodman, William Forsythe, Sam McMurray, Frances McDormand

Durata: h 1.34
NazionalitàUSA 1987
Generecommedia
Al cinema nel Novembre 1987

•  Altri film di Joel Coen

Trama del film Arizona junior

Hi e Ed, ex-carcerato ed ex-poliziotta, si sposano e sarebbero perfettamente felici se non fosse per il fatto che non riescono ad avere figli. Quando il magnate dell'arredamento Nathan Arizona ha cinque gemelli, Ed decide di rapirne uno...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,24 / 10 (85 voti)7,24Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Arizona junior, 85 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

Jokerizzo  @  15/02/2020 08:37:22
   8 / 10
Simpatico....con un Nicolas Cage in stato di grazia...

Attila 2  @  04/06/2019 12:51:10
   6½ / 10
Una commedia con molto "humor nero" tipico dei fratelli Cohen ma che non ha il il loro "marchio" e si confonde con le altre commedie Americane di genere.Si di m0omenti divertenti e fuori dalla realta' ce ne sono ma sono sempre velati dalla disperazione di una famiglia che non ha nulla e non puo' avere bambini,e questa tristezza si trascina per tutto il film.I personaggi seppur strampalati e caratteristici non si avvicinano minimamente al Drugo e Walter de "Il Grande Lebowski" ma nemmeno a quelli dei criminali di Fargo o di "Non e' un paese per vecchi".In pratica non si riesce a verdere la firma inconfondibile dei Coen

Filman  @  13/09/2018 22:20:58
   9 / 10
L'anarchia artistica di Joel Coen e di suo fratello Ethan, non accreditato alla regia ma certamente più di un semplice commissario sceneggiatore sul set, pare lampante in RAISING ARIZONA (come nei loro altri film) quando tristezza, depressione e dramma vengono calpestati da una risata a denti stretti, spinta dall'assurdità delle scene o dal grottesco emanato dai protagonisti. Con questo contrasto agrodolce i due autori firmano un nuovo modello di commedia demenziale che di demenziale e comico non ha nulla, impietoso nei confronti dei loro stessi afflitti personaggi, rinchiusi tra le difficoltà del prendere una decisione e l'impossibilità di sfuggire alle proprie azioni. E, come uno schiaffo sul malinconico volto sociale dell'America sottoproletaria, l'esistenza appare nient'altro che una difficoltà da superare. Straordinariamente, l'impasto composto prende forma con l'apparire di un surrealismo che squarcia la realtà e dipinge la storia come fosse una filastrocca per nulla rassicurante e senza lieto fine, un'avventura mite, raccontata in maniera confidenziale e scanzonata, con una informalità ben rintracciabile nei dialoghi, inquadrati frontalmente, e indirizzata verso l'aleatorietà più pura, similmente a questo capolavoro, sterzante verso corsie prive di ogni logica.

kafka62  @  11/03/2018 12:20:38
   7½ / 10
Con "Arizona Junior", opera seconda a due anni di distanza dal brillante esordio di "Blood simple", i fratelli Coen (Joel regista, Ethan produttore e sceneggiatore) hanno realizzato un film straordinario, zeppo di trovate umoristiche, di citazioni cinefiliche e, soprattutto, di riferimenti ai fumetti. Del fumetto "Arizona Junior" ha anzitutto la struttura narrativa. Il film è veloce, ellittico e, pur non ripudiando del tutto il realismo e la verosimiglianza, possiede quella caratteristica tipica dei cartoons in virtù della quale le cose più eccentriche e incredibili accadono con una sorprendente naturalezza. I particolari della storia hanno poca importanza (non ci chiediamo, ad esempio, come abbiano fatto i due galeotti a evadere, o da dove venga Leonard Smalls, oppure come H. sia riuscito a penetrare nella casa di Nathan Arizona): ciò che conta è il ritmo, la fluidità dell'intreccio, come dimostra il brillante prologo, dieci minuti di veloci scenette modellate come delle stripes, che, oltre a mettere immediatamente a fuoco i personaggi, riassumono la storia di H. e Ed fino alla loro decisione di rapire un bambino per allevarlo. Parallela a questa scorrevolezza narrativa, è la stilizzazione degli ambienti e dei paesaggi. I luoghi del film sono praticamente astratti, privi di un vero spessore realistico. Gli appartamenti di H. e di Nathan Arizona sono sì descritti con cura, ma in mezzo non c'è nulla, solo il deserto, le interminabili freeways e città che sembrano di cartapesta tanto sono irreali e inconsistenti (nella lunga sequenza in cui è inseguito dalla polizia, vediamo H. attraversare senza difficoltà le case incontrate lungo la strada).
Anche i personaggi del film partecipano di questa vicinanza al mondo del fumetto. Più che esseri umani dotati di una credibilità psicologica, essi (fatta eccezione per i due protagonisti) sembrano dei cartoons in carne ed ossa, caricaturizzati fino al limite della rappresentabilità. Abbiamo così il "cacciatore di uomini" Leonard Smalls ("Lenny per gli amici. Ma io non ho amici"), una sorta di apocalittico bounty killer che semina morte e distruzione al suo passaggio e va in giro portando con sé un vero e proprio arsenale di armi ed esplosivi; i due inseparabili galeotti amici di H., infantili e pasticcioni al punto di dimenticarsi per ben due volte il "prezioso" bambino sul tetto dell'automobile; il padre dei cinque gemelli, arrogante e sicuro di sé, e nondimeno ridicolo quando la sua rabbia impotente si scontra con la burocratica ottusità delle forze dell'ordine; e altri ancora, dalla insopportabile famiglia in visita fino alle macchiette dei carcerati e dei colleghi di lavoro di H.
Su questo lavoro così profondamente calato dentro al genere, i fratelli Coen hanno impresso un marchio inconfondibile. La loro tecnica, esibita fin quasi all'eccesso, è strabiliante: steadycam, carrelli, dolly, lenti deformanti e altri stratagemmi tecnici sono usati in abbondanza, con una maestria e una padronanza tali da far sì che ogni inquadratura, grazie anche al ricorso agli angoli di ripresa e ai tagli di montaggio più originali e meno abusati, risulti alla fine un qualcosa di veramente insolito e anticonvenzionale. Numerose sono le "sequenze culto": quella, divertentissima, del rapimento, in cui i bambini sgattaiolano dappertutto, cadono giù dal letto, si nascondono nell'armadio o scappano verso le scale; quella, stupefacente dal punto di vista della realizzazione tecnica, in cui la macchina da presa, con una velocità vertiginosa, scavalca un'automobile e una fontana, si lancia su per una scala a pioli, entra nella stanza al primo piano e si arresta di fronte alla bocca spalancata di Florence Arizona; quella, parossistica, dell'inseguimento notturno, in cui i poliziotti fanno il tiro al bersaglio con il fuggitivo, i negozianti rapinati si trasformano in sadici killer e una muta di cani scatena il parapiglia in un supermercato; quella, allucinante, dell'evasione dei due galeotti, che assume i connotati di un parto mostruoso, con le due sinistre figure, infangate e urlanti, che escono fuori dal sottosuolo; e infine quella, concitatissima, della lotta con l'implacabile e invincibile Smalls, destinato ironicamente a finire vittima delle sue stesse diaboliche armi.
Sarebbe sbagliato però considerare "Arizona Junior" solo un exploit tecnico-visuale. La satira dei Coen, pur non potendo definirsi impegnata, e neppure calata nella realtà sociale come le commedie di un Billy Wilder, non è né qualunquistica né fine a se stessa. I richiami alla difficile situazione economica dell'era reaganiana non mancano ("difficile essere onesti con Reagan alla Casa Bianca" è il senso di una riflessione di H.), l'argomento delle adozioni è di scottante attualità, e se è vero che il finale (un sogno in cui H. si immagina vecchio insieme a Ed, circondato da figli e nipoti sorridenti) ha un sapore falsamente dolciastro e consolatorio, l'ultima battuta ("Io non so che posto fosse, forse era Disneyland") riporta il tono del film sui corretti binari di un acre sarcasmo.

VincVega  @  13/04/2017 20:47:15
   6½ / 10
Stimo tantissimo i fratelli Coen, ma reputo "Arizona Junior" una delle pellicole minori della loro strabiliante filmografia. Film simpatico, con spunti divertenti, ma a volte troppo demenziale ed esagerato. Buona la prova di Nicolas Cage, ancora non famosissimo all'epoca. Mezzo punto in più per la parte finale.

Goldust  @  12/04/2017 16:45:32
   7 / 10
La pazza scena della rapina al supermercato è il vertice di questo piccolo grande film dei Fratelli, imbevuto sì di un grottesco esasperato ( che la Vita riesce però spesso a superare ) ma anche molto amaro nel tratteggio di un'umanità alla canna del gas, priva ormai di ogni punto di riferimento. Per quanto non si rida moltissimo - per via di situazioni un pò troppo al limite quando non assurde - il ritmo è senza sosta e lo stile dei registi, alla seconda pellicola, è già formato. Bravo anche Cage, attore non proprio di razza qui però sfruttato come meglio non si potrebbe.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  15/06/2016 21:15:37
   7½ / 10
Una commedia dal ritmo indiavolato, dai toni apparentemente scanzonati e leggeri, eppure in questo lungo inseguire il sogno di un'apparenza normale, di una famiglia normale da parte di due protagonisti in fondi emarginati, socialmente l'uno e geneticamente l'altro, i Coen mostrano un retrogusto più amaro di quello che sembra. Il sogno ingenuo ed infantile in fondo confrontato con modelli egoistici, superficiali e volgari da linguaggio televisivo dai toni kitsch. Una normalità vista occhio deformato dalla regia dei Coen e da una camera quasi sempre in movimento, dalle angolazione assurde e grottesche, già adottate dal loro collega e amico Sam Raimi. Un finale amaro e malinconico per una pellicola meno "minore" di quanto sembri.

eruyomè  @  09/01/2016 16:34:45
   7½ / 10
Film dei Coen tutt'altro che minore, come credevo, lo avevo sempre scansato, sottovalutandolo colpevolmente, soprattutto a causa di una certa mia idiosincrasia congenita per Nicolas Cage. Non ci posso fare niente, ha una faccia che proprio non sopporto.
Devo invece ammettere che qui, in una sceneggiatura fresca e frizzante, sostenuta da un bel ritmo, da trovate spassose e da interpreti, anche secondari, decisamente azzeccati e divertenti, persino Cage risulta appropriato. Anzi, più che buono, regala un personaggio, nel suo piccolo, decisamente indimenticabile.
Ecco cosa cambia quando, anche se pessimi attori, si viene diretti da registi fenomenali e padroni del proprio mestiere.

Delirante e divertentissima la sequenza della rapina con annesso inseguimento. Nonsense adrenalinico e fuori di testa

bacci88  @  09/01/2016 00:28:48
   7½ / 10
Uno dei pochi film che mi mancavano dei Coen, e devo dire che mi sono divertito davvero parecchio! Si vedono qua e là le genialità tipiche dei registi, che anche se forse ancora un po' acerbi, girano delle sequenze di sicuro impatto (tra gag e scene come il lungo inseguimento con annessa sparatoria, che davvero valeva la visione).
Tutti i personaggi sono sopra le righe e in qualche modo speciali e paradossali, e il ritmo è sostenuto tanto che il film scorre via in un attimo, fino al finale che rischiava di scadere un po' nel melenso, ma che è salvato dalla battuta finale. Non certo il lavoro migliore dei Coen, ma davvero godibilissimo.

william sczrbia  @  19/01/2015 19:47:45
   5½ / 10
Nn mi è piaciuto molto

albyhfintegrale  @  18/04/2014 00:06:37
   6 / 10
Non vorrei che l'aria degli anni 80 e la straordinaria interpretazione di Nicolas Cage mi avessero influenzato, ma voglio dare la sufficienza a questo strampalato film dei Coen. Simpatico, ma niente di eccezionale.
Va visto forse solo per sorridere di Cage con i capelli (ebbene sì!) spettinati e del suo buffo personaggio.
Se non fosse stato per quanto sopra, però, sinceramente non so se gli avrei dato il 6...

Alex22g  @  27/02/2014 10:19:37
   9 / 10
Altro grande film dei Coen dove anche Cage si dimostra molto bravo. Film semplice leggero e molto cartoonesco, ma proprio per questo diventa un gran film in mano ai Coen :) da vedere e rivedere

pak7  @  15/02/2014 08:14:03
   7½ / 10
Anche qui i Coen confermano la loro originalità con una storia divertente ma che riesce a far riflettere. Ottima la prova dei due protaognisti, specialemente di Cage. Splendido il finale, che per me vale mezzo punto in più.

Invia una mail all'autore del commento lostbannerman  @  15/09/2013 19:51:30
   7½ / 10
Non si può certo dire che sia unico per originalità, ma è indubbiamente ben fatto per regia sceneggiatura e interpretazioni. Funziona!

Invia una mail all'autore del commento nightmare95  @  03/08/2013 22:06:36
   7 / 10
Commedia carinissima, leggera e movimentata. Stupenda la prova di Nicolas Cage, mi ha sorpreso in positivo. Brava anche la Hunter e il grande Goodman.
La storia seppur non originalissima coinvolge e non annoia, geniali alcune scene/trovate.
La scena che mi è piaciuta maggiormente è quella dove Cage cerca di scappare dai poliziotti in un grottesco e divertentissimo inseguimento a piedi. PROMOSSO!!!

MonkeyIsland  @  12/07/2013 22:35:54
   7½ / 10
Ottima commedia.
Regia sempre inoppugnabile e film divertente e con diversi spunti di riflessione.
Fotografia eccellente e cast che funziona bene dove si nota un Cage in grande spolvero e una brava Hunter.

hghgg  @  20/05/2013 19:29:01
   7½ / 10
Ottima commedia, questo secondo film dei Coen, lontana dalle loro vette (il trittico imprescindibile Fargo-Lebowski-L'Uomo che non c'era seguiti da Crocevia della morte) ma indubbiamente di buon livello. Innanzitutto resta uno dei 3-4 film con un'interpretazione discreta di Cage (che 9 volte su 10 è un cane totale), poi è forte di una buona sceneggiatura, brillante e divertente. Regia rapida e impeccabile, anche se lontana dagli apici tecnici degli anni '90-'00. Il cast poi rende a meraviglia, non tanto con i protagonisti (comunque discreti) ma con gli attori secondari, primo su tutti il solito John Goodman (buon attore che quando vede "Coen" diventa un mostro di bravura, tassativamente) e poi William Forsythe (indimenticabile Cockeye di Leoniana memoria) strana coppia molto ben assortita che alla fine rappresenta la vera anima comica del film. Buon secondo lavoro per i fratelli, dopo lo già sfolgorante (e superiore a questo) esordio di Blood Simple. Ma dovevano ancora iniziare a fare sul serio.

keisersoze  @  17/01/2013 00:15:22
   6 / 10
Film a mio parere leggermente sopravvalutato. Sarà che avevo delle aspettative più alte me oltre alla trama un po bizzarra non mi è rimasto molto.

manuakacoach  @  14/12/2012 15:56:04
   6½ / 10
Sono rimasto un pò deluso da questa opera dei Coen. La cosa che più mi ha infastidito di questo film è che vuole essere costantemente sopra le righe e alcune scene sono decisamente forzate. Nonostante questo la visione risulta sufficientemente scorrevole,i personaggi sono ben caratterizzati e qualche volta si riesce anche a ridere. Buono anche il finale ma dai Coen mi sarei aspettato qualcosa di più.

calso  @  26/11/2012 12:12:02
   7½ / 10
Una delle prime opere dei Coen...veramente intriso di ogni pazzia caratteristica del loro modo di vedere...un caos coinvolgente , con la capacità di mostrare i lati più assurdi dell'america del tempo

vale1984  @  31/08/2012 13:03:02
   7 / 10
Film molto interessante con un Cage che per la prima volta mi sembra un vero attore...forse era giovae...:)
Insomma il film è molto particolare e la regia è ottima. La storia è interessante e i protagonisti sono eccentrici e dei veri pazzi. Una coppia formata da una poliziotta e un delinquente decide di rapire un bambino perchè non riescono ad avere figli. Succederanno cose strane e assurde e il finale sarà tenero.
Insomma magistrali i Coen e ben fatto.

C.Spaulding  @  04/08/2012 13:39:06
   7 / 10
Buon film. Una commedia leggera e movimentata. Non è uno di quei film che fanno morire dal ridere ma qualche risatina la strappa. La storia è abbastanza coinvolgente e non annoia. Bravissimo come sempre Nicholas Cage . Un film da vedere. Consigliato.

BlueBlaster  @  15/06/2012 14:06:46
   7 / 10
Di certo per i miei gusti non siamo al top della filmografia Coen ma è una commedia road movie abbastanza divertente e pungente con un ottimo Cage...

Testu  @  20/03/2012 22:09:06
   5½ / 10
Una commedia da quattro soldi, fiacca e senza quel momento di risveglio promesso

Crazymo  @  14/03/2012 22:36:48
   7 / 10
Spassosissimo film dei fratelli Coen che non si prende mai troppo sul serio e che ci offre 1 ora e 30 in allegria. Troviamo Nicolas Cage in un ruolo fuori dal solito (e meno male!) con un'ottima compagna ed inoltre il MITICO John Goodman in un ruolo "marginale" ma non meno fantastico!. Da antologia alcune scene, una su tutte quelle del "furto" del pannolino...
Da vedere! (Il centauro solitario dell'apocalisse entra di diritto nei personaggi più epici del cinema.)

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  16/01/2012 18:31:56
   6½ / 10
Commedia grottesca degli inconfondibili Coen. Trama semplice, narrazione frenetica, situazioni oniriche, personaggi fuori dagli schemi: un miscuglio di stravaganti caratteristiche che possono divertire da matti come annoiare a morte. Personalmente, ho trovato l'insieme godibile fino a un certo punto, in quanto l'umorismo è spesso infantile, esagerato (ridicola l'intera sequenza dei pannolini) e non sempre esilarante come vorrebbe.
In ogni caso, coinvolge, non annoia, e gli attori fanno un lavoro semplicemente fantastico (specie Goodman, Wilson, e il grezzissimo Randall "Tex" Cobb), di questo gli va dato atto.
Solo che, a mio parere, non è così irresistibile come molti lo fanno passare.
Un'occhiata in allegria, tutto qui. Meglio "Il Grande Lebowski".

PignaSystem  @  19/07/2011 22:39:20
   7 / 10
Grande prova dei Coen sul campo della commedia a tinte grottesche. La storia è curiosa, gli interpreti buoni, la regia fantasiosa e coinvolgente - l’apice è la furente, incontenibile scena dell’inseguimento di Cage, dopo aver rubato un pacco di pannolini. Finale alla Woody Allen, fra l’esistenziale ed il comico. Gustoso.

baskettaro00  @  17/07/2011 22:16:35
   7½ / 10
Uno dei primi film realizzati dai fratelli Coen, l'ho trovato piuttosto riuscito e divertente, inoltre do mezzo punto in più per le trovate registiche utilizzate, su tutte quelle usate durante il sogno di Cage, elemento tra l'altro ricorrente nei film dei fratelli.
Piu' tardi i Coen realizzeranno un film migliore di questo grosso modo sul suo genere, intitolato IL GRANDE LEBOWSKY.
Scena preferita:furto di pannolini:P

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

MidnightMikko  @  06/06/2011 08:25:28
   7½ / 10
Una spassosissima commedia dei primi Coen, già infarcita di humor originale e pungente. La regia è sempre ai limiti della perfezione e le interpretazioni sono a dir poco fenomenali (Cage, Hunter, anche i comprimari Goodman e Forsythe). Le uniche pecche che rendono un capolavoro mancato questo film sono la fotografia un pò troppo insipida e un certo senso di immaturità complessiva.
Comunque resta un grandissimo film, una commedia originale e più che godibile.

kako  @  23/04/2011 18:57:24
   7½ / 10
Nicolas Cage non mi è mai piaciuto come attore ma questa commedia è veramente originale. Uno dei primi lavori dei Coen ma che già ne esprime in buona parte la carica e la particolarità, che contraddistingue i loro film. Personaggi al solito ottimamente caratterizzati. Goodman eccezionale

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  06/04/2011 20:26:51
   8 / 10
"Ma...ti sei accorto che hai una calza sulla testa?"

Il Grande Lebowski è un'altra cosa,diciamolo subito. Ma Arizona Junior è una commedia grandiosa.
Gira tutto alla perfezione: Cage marito,ladro e occasionale padre col vizio di rapinare supermarket con armi scariche e con i sogni e i comportamenti ingenui di un bambinone; Holly Hunter moglie,poliziotta e occasionale madre che vuole a tutti i costi avere un figlio; tutto il resto del cast,impreziosito dal solito Goodman che nei momenti di difficoltà urla come un pazzo insieme al fratello senza motivo alcuno (sono entrambi due evasi) e alla girandola di pazzoidi che gravitano intorno ai protagonisti del film. Tutto si complica quando marito e moglie,senza avere la possibilità di fare figli né di adottarli,decidono di rapirne uno...

I Coen sono ancora acerbi ma qui ci sono lampi di genialità: l'incipit è perfetto e ha un ritmo incalzante che,pur rallentando necessariamente in seguito,non fa calare mai l'attenzione. Poi i dialoghi fulminanti e questa volta mai banali,i personaggi assurdi e fuori da ogni logica (il datore di lavoro che racconta male le barzellette razziste è fantastico),e soprattutto i momenti di comicità demenziale che nel caso della scena della rapina dei pannolini mi ha fatto star male dalle risate: mai un attimo di pausa,costruzione della sequenza perfetta e personaggi che si comportano in maniera insensata...non si può chiedere di più.
Tutt'altro che insensato è il fondo malinconico della pellicola che in verità si avverte raramente,se non mai,tranne nel finale particolarmente emotivo. Il desiderio di maternità (non solo di Ed ma un pò di tutti,perché tutti vogliono il bambino a un certo punto) e i sogni di una vita normale e senza problemi si infrangono contro la realtà,tema questo carissimo ai Coen e rilevabile in quasi tutti i lavori successivi.
Certo per quanto leggera e demenziale riesce ad imprimersi dentro la figura di Cage (buonissima prova) e il suo sogno di speranza che ci rivela e ci conferma il carattere bambinesco e fondamentalmente buono del personaggio: "forse era Disneyland".

guidox  @  03/01/2011 15:44:33
   7 / 10
un 7 un po' stropicciato, perchè non è male e alcuni pezzi sono di qualità superiore (John Goodman da solo vale il prezzo del biglietto).
lo stile dei Coen si vede eccome, ma non sempre arriva al punto.

ValeGo  @  21/11/2010 23:54:21
   5½ / 10
Speravo di ridere un pò di più con questo film di cui si parla così bene..alcune gag carine e Cage giovanissimo e simpatico..ma il film non mi ha divertito molto.

7219415  @  21/11/2010 19:41:27
   7 / 10
due risate...ma nulla di più

ste 10  @  26/07/2010 01:07:56
   8 / 10
Brillante commedia dei fratelli Coen da fratelli Coen; ci sono tutti gli ingredienti che hanno poi reso la coppia cosí popolare ed apprezzata

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  19/06/2010 20:10:00
   6½ / 10
Divertente commedia grottesca scritta dai fratelli Coen e diretta dal solo Joel!
Alcune gag molto divrtenti,come quella della indimenticabile rapina in banca,altre un po' troppo infantili!
Tra gli attori meglio John Goodman che Nicolas Cage...
In futuro i Coen riusciranno a modificare in meglio questo genere di "commedie" aggiungengo molto humor nero!

filipporich  @  27/03/2010 03:56:10
   7½ / 10
Grandissimi coen... demenzialità allo stato puro.
Idolo il venditore di mobili... :D

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  01/03/2010 11:19:52
   7 / 10
Commedia dei Coen acerba nella struttura ma già riconoscibile nello stile originale e di mix di generi: dal comico al grottesco all'onirico. In questa commedia si avvicendano sullo schermo diversi personaggi molto interessanti e ben caraterizzati. Grandioso John Goodman, molto divertente Holly Hunter, abbastanza bravo Cage anche se l'ho preferito altrove.

Cianopanza  @  08/02/2010 01:40:02
   7½ / 10
gandyovo  @  20/01/2010 19:04:55
   7 / 10
commedia molto carina con un bravo Nicolas Cage.

Bono Vox  @  11/01/2010 12:52:48
   6 / 10
Niente di che, pensavo fosse più divertente. I Coen con le commedie non mi prendono più di tanto...

Clint Eastwood  @  15/12/2009 14:49:28
   8 / 10
Una sceneggiatura dei Coen, regia dei Coen, un film dei Coen come pochi altri. Una storiella che funziona alla grande, cast azeccatissimo di bravissimi attori in cui è impossibile non nominare quel maledetto figlio di p*****a di Cage in una delle sue migliori interpretazioni.

Da non perdere, un film senza tempo.

Gruppo REDAZIONE VincentVega1  @  23/09/2009 13:49:04
   8 / 10
Una delle prime commedie dei fratelli Coen e ancora oggi una delle loro migliori (sconfitta effettivamente solo da Drugo & co.).
Caratterizzazione dei personaggi notevole e situazioni al limite del grottesco (come poi sarà il loro cinema).

Cage baffone baffuto non ha prezzo.

topsecret  @  28/04/2009 16:40:31
   8 / 10
Molto bravi ed appassionati Holly Hunter e Nicolas Cage, John Goodman semplicemente esilarante. Una commedia divertente e scanzonata che lascia spazio anche ai sentimenti.
Poetico e struggente il finale raccontato da Cage.

Max78  @  16/02/2009 16:58:18
   9 / 10
Puro estro creativo a piede libero, i Coen non si fanno mancare davvero nulla
in questa scoppiettante commedia dal ritmo vorticoso.
Il grottesco nelle loro mani è di un imbarazzante raffinatezza, come se Leonardo dipingesse la tavoletta del cesso...

Redrum83  @  06/02/2009 20:00:46
   7½ / 10
Dopo l'ottimo esordio con "Blood simple" i Coen firmano la loro prima commedia, mettendo in scena le avventure di una coppia di coniugi ai limiti del paradossale. "Arizona Junior" pur essendo piuttosto grezzo mette subito in evidenza il talento registico dei due fratelli - come appunto la loro prima pellicola ne aveva rivelato la strepitosa capacità di creare tensione e suspence - attirando l'attenzione con le loro trame intricate, ingarbugliate sfociando spesso e volentieri nel grottesco. Il film in questione si distacca un po' dai loro successivi lavori, a parte lo stile ancora da affinare ma quello che è più evidente è la scelta di mettere in scena una comicità più schietta e travolgente che differenzia quest'opera dalle altre, più tinte di black humour. Il risultato comunque è più che soddisfacente, le risate sono costanti per tutta la durata del film con alcune sequenze da scompiscio vero... un film per tutti.

paride_86  @  27/01/2009 19:40:56
   6 / 10
"Arizona Junior" è un film comico dal ritmo veloce che racconta le sgangherate avventure di un ex galeotto in cerca di una nuova vita. Tra pannolini e rapimenti vari le cose troveranno il giusto finale. E' una commedia piacevole, ma niente di che.

gasy  @  08/01/2009 16:00:38
   8½ / 10
Ritmo forsennato per una commedia stupenda girata dai Coen uin maniera sublime. L'elogio dell' esagerazione, Cage in forma smagliante, Goodman era già stupendo. Bellissimo.

Suskis  @  05/01/2009 17:31:00
   7 / 10
Molto divertente questo film. I personaggi sono fenomenali, come ci si aspetta dai Choen e anche se qua e là si può storcere il naso, devo dire che mi è proprio piaciuto.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Sestri Potente  @  02/01/2009 13:21:09
   7 / 10
Un classico degli anni '80, caratterizzato però dal moderno stile dei fratelli Coen, fra i pochi registi in circolazione capaci di raccontare storie stupefacenti ed intriganti. Merita!

Aztek  @  26/12/2008 17:34:54
   6½ / 10
Il primo lavoro dei Coen naturalmente non è a livello delle loro opere successive, comunque non è un film da buttare, anzi, la trama è originale e Cage non è stato male.

The Monia 84  @  14/12/2008 16:13:57
   7 / 10
Senza un attimo di respiro seguiamo le vicende di questa strampalata famiglia in cerca di normalità:
perfetti gli attori, stupenda la fotografia!

Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  10/11/2008 15:14:32
   6½ / 10
Il secondo lavoro dei Coen rivela un talento ancora acerbo, in cui le trovate geniali (il già citato sguardo fanciullesco dell'intera vicenda, con sfoggio di grandangoli, alcune gag) non riescono comunque a compensare alcune improprie scadute melense e l'approssimazione della recitazione di Nicholas Cage.
Una discreta commediola che spianerà la strada alla più creativa coppia di registi sulla piazza.

alexp79  @  27/10/2008 18:34:02
   4½ / 10
pessimi fratelli coen, stavolta non ci siamo. Ho apprezzato solo qualche scena (geniale quella dei pannolini) e qualche personaggio estremo....il resto è noia

Invia una mail all'autore del commento wega  @  26/10/2008 22:42:32
   8 / 10
Secondo lungometraggio di casa Coen, grande film, è comunque acerbo rispetto i capolavori come lo è "Prendi i soldi e scappa" per Woody Allen nella sua filmografia. E' un sogno di un grande, Hi, visto con degli occhi da bambino (perfetto l' intero girato col grandangolare che evoca le proporzioni di una visuale da neonato), e un personaggio "risolutore" forse immaginario, che parla, e ha la stessa logica di Bardem di "Non è un paese per vecchi". Un altro loro film che getta una morale, che distingue il bene dal male e come si cerchi di trovare del bene anche nelle cattive azioni; il bambino verrà rapito con la scusante che 5 per gli Arizona erano troppi, non ce l' avrebbero fatta. Tutti i protagonisti di "Arizona Junior" non sono ancora pronti per il ruolo sociale che cercano di ritagliarsi: Hi cercherà di fuggire da quello di padre, Ed non crederà più nella loro relazione, e a casa Arizona, alla fine, entrambi saranno "invitati a uscire da dove erano entrati", come anche i due amici evasi dal carcere, che nel sogno finale di Hi rientreranno dallo stesso buco usato per evadere. Lui se li immaginava incapaci di affrontare il mondo fuori, perchè è proprio così che si sentiva lui stesso in prima persona. Una commedia riuscitissima, ed il monologo finale, ha tutto il sapore drammatico di un' amara sconfitta che contraddistingue il marchio di fabbrica Coen. Numerosi i riferimenti cinefili, da "P.O.E E.O.P." di "Stranamore" sulla porta del cesso, al cacciatore di taglie che sembra uscito da un western di Leone, al poliziotto Kowalski che multa per una barzelletta sui polacchi di troppo.

Crimson  @  19/10/2008 12:47:26
   7½ / 10
Il bellissimo finale di questo secondo lungometraggio dei Coen credo possa essere un valido punto di partenza per entrare nel film: un sogno tutt'altro che banale sulla teoria dei ruoli che ricorre per tutto il film. L'uomo impersonificando un ruolo può cambiare se stesso oppure no? L'ardua sentenza non arriva, nemmeno dopo la grandiosa battuta finale che rende preziosa la lettura del dilemma da parte del protagonista. Il ruolo di padre, di madre, di marito e moglie, un'identità che forse è impossibile conoscere pienamente e sul quale facciamo solo grandi progetti e pie illusioni. Oltre alla bella commedia, c'è tutto questo.
Un film che rivela tutta la grande capacità dei Coen di creare personaggi assurdi e divertenti, e ciò non sarebbe possibile senza altrettanto grandi caratteristi. John Goodman in questo film anticipa già tanto del Walter de 'il grande Lebowski', in un ruolo favoloso tanto quanto quello del cacciatore di taglie interpretato da Randall Cobb (ex pugile che qui alla sua prima interpretazione degna di nota nel cinema, anticipa tanto di un personaggio rozzo e primitivo che interpreterà spesso).
Alcune scene sono spassosissime: il bambino lasciato all'autogrill e la reazione dei due goffi malviventi è la più esilarante. Nicholas Cage con un look che fà sensazione a 20 anni di distanza, non sfigura. Holly Hunter, altra grande attrice, è strepitosa nei ruoli di moglie, 'madre' e poliziotta.
Non è la migliore commedia dei fratelli Coen, ma neppure la peggiore. Un film indubbiamente molto carino, degno di attenzione.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Andre85  @  07/10/2008 18:46:02
   7 / 10
godibilissima commedia dei fratelli coen, sviluppandosi la trama diventa sempre più pazza e vorticosa
ps.preferisco i loro film "noir" rispetto alle commedie

laconico  @  30/09/2008 02:26:38
   7½ / 10
Volete farvi due (ma anche tre) risate con i fratelli Coen? Questo film fa per voi: sgangherato al punto giusto con un Cage in gran forma. Esilarante e intelligentemente demenziale. Serata in allegria assicurata!

somberlain  @  27/09/2008 12:58:50
   7 / 10
Secondo lavoro per i fratelli Coen che, dopo lo stupendo thriller Blood Simple, si cimentano in questa divertente commedia con un risultato tutto sommato buono.
Anche se non ai livelli di altre pellicole dei due registi, Arizona Junior brilla, oltre che per la buona prova di Cage e della Hunter, anche per alcune scene cult


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

veramente mitiche!

Invia una mail all'autore del commento gian  @  21/09/2008 22:10:53
   10 / 10
Sto rivedendo con piacer tutti i film dei fratelli Coen e devo dire che sono tutti eccellenti,anche questo loro secondo film con una storia simpatica,divertente
demenziale con personaggi alquanto bizzarri.

Phelps  @  06/04/2008 11:40:11
   4 / 10
A me nessuno lo toglie dalla testa....se sto film non fosse stato targato Coen avrebbe ricevuto la sufficenza a stento.Il peggiore film visto finora che abbia a che fare con i Coen.

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  29/03/2008 20:53:20
   7½ / 10
Dolce, delicata quanto mai ironica commedia demenziale dei magici fratelli.
È un bellissimo, ma dolente inno alla vita condito con sapiente umorismo e ritmo incalzante (pensare solo alle prime scene oppure all’esilarante inseguimento in macchina a metà); gli interpreti sono scelti con arguzia, Cage è ancora passabile, ma le due star d’eccezione sono il prorompente Goodman e la stupenda Holly Hunter, per non parlare dell’incredibile comparsata del tremendo centauro vendicatore (“ci sono mosche”?).
La cosa che più mi ha colpito di questo secondo film dei Coen è la magica e malinconica scena finale, quella del sogno: l’anticipazione di una poetica onirica che da allora in poi (ma accennata nel precedente “Blood Simple”) sarebbe stata uno dei cavalli di battaglia dei due cineasti, soprattutto pensando a due o tre momenti di un capolavoro come “Il Grande Lebowski”, cinema di altissimo livello.

Gruppo COLLABORATORI Harpo  @  21/03/2008 19:09:51
   8½ / 10
Il mega inseguimento con sparatoria tra Cage/commesso/polizia e moglie di Cage vale da solo il voto. Bellissimi anche i primi dieci minuti e stranamente in parte Cage. Indubbiamente un cult.

Dan of the KOB  @  17/03/2008 23:22:30
   6½ / 10
Sono dei Coen agli inizi e il loro stile non è ancora del tutto definito!
Ci sono già alcuni degli ingredienti fondamentali del loro cinema, primi tra tutti i personaggi grotteschi che riescono a sfornare le loro menti malate, però sinceramente la storia non mi ha preso!
Si lascia guardare, simpatico in alcuni punti ma non decolla mai secondo me!

Cardablasco  @  14/02/2008 01:51:00
   5 / 10
Mah niente di che,dai commenti cedevo fosse molto più esilarante

everyray  @  29/12/2007 05:23:06
   8 / 10
cinematograficamente parlando questo film di Joel Coen ha molti spunti interessanti(vedi scena inseguimento con cani e dietrofront dei due balordi dopo la rapina per tornare a prendere il bimbo scordato sull'asfalto..)la storia è di quelle divertenti,gli attori manco a dirlo sono eccellenti,spicca su tutti il talentuoso Nicolas Cage e grande come sempre John Goodman

Gruppo STAFF, Moderatore priss  @  01/03/2007 17:19:35
   8 / 10
ok... sono di parte: adoro quei due malati di mente dei coen. Anzi mentre ci sono colgo l'occasione per consigliare a tutti i fan di leggere l'ottimo libro di racconti di Ethan Coen "i cancelli dell'eden".
detto ciò devo ammettere che il finale è agghiacciante e melenso (fra le altre cose micholas cage per me è l'antiattore), ma ci si colgono in nuce tutti gli elementi essenziali con alcune gag da antologia!

viagem  @  11/02/2007 19:24:43
   7½ / 10
Acerbo ma tutte le peculiarità dei Coen sono ben presenti.
Gradevole questa commedia eccezion fatta per il finale insipido.
La scena della rapina dei pannolini e quel che ne segue è impagabile così come la figura del folle alla ricerca del bambino con la Harley, una delle tante macchiette generate dai fratelloni.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  01/01/2007 20:18:06
   6½ / 10
Arizona Juinior e'il secondo film dei fratelli Coen,ed e'il primo in cui la loro vena onirica,comica e grottesca prende forma:l'umorismo vulcanico e visionario e'una piacevole sorpresa anke se i prodotti migliori sono ankora lontanissimi.Strepitoso il cast con un giovane Cage perfettamente in parte e l'attore feticcio John Goodman autore di alcuni siparietti irresistibil.Acerbo ma godibile anke ai giorni nostri.

aiemmdv  @  29/12/2006 17:06:14
   6 / 10
Una commedia senza infamia nè lode che scorre piacevolmente...ma nulla più

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR quadruplo  @  08/12/2006 01:06:25
   7 / 10
In "Raising Arizona" vengono introdotti molti personaggi "stile Coen" e prendono vita diverse idee che caratterizzeranno i futuri film dei due fratelli (a me sono venuti in mente "Fargo", "il Grande Lebovski" e "Fratello dove sei?").
Sicuramente è una buona commedia (non ottima) con uno stile di regia molto personale, soprattutto considerando quando è uscita (20 anni fa!!).
Nicolas Cage "anni 80" mi è piaciuto ma lo preferisco quando fa il depresso/disperato. Il film è comunque da vedere e da mettere nel giusto ordine cronologico della filmografia dei Coen.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento matteo200486  @  13/10/2006 23:04:44
   7 / 10
...una commedia carina e molto ben diretta... Il mio voto va in particolare alla direzione, ma Cage nn mi è piaciuto molto... Sicuramente nn il migliore dei grandi Coen...

lupin 3  @  05/10/2006 17:00:30
   7½ / 10
Carinisima commedia, troppo forte la scena dei pannolini...
Consigliato :)

Diames  @  23/09/2006 00:02:53
   9 / 10
Una delle migliori commedie di sempre, un vero capolavoro. Personalmente, devo ammettere, nel finale sono rimasto un po' destabilizzato, però nel complesso il film funziona alla grande. Inoltre le scene da antologia sono molte. C'è da dire, sì, che man mano che il film procede, nonostante le incessanti trovate esilaranti, perde un po' di mordente. Peccato, perché le carte in regola per un capolavoro assoluto c'erano tutte. Diciamo che personalmente avrei attennuato i sentimentalismi espliciti della "seconda parte", per tenermi sul tono della prima. Comunque da vedere assolutamente. Inoltre in questa pellicola possiamo vedere alcune delle sequenze più originali e meglio girate da Joel Coen. La parte finale, ripeto, a mio parere è da meno di nove, ma la "prima parte" è veramente ottima... insomma, diamogli sto 9, che alla fin fine se lo merita tutto!

benzo24  @  28/07/2006 12:43:27
   8½ / 10
film divertentissimo sorretto da un ritmo incalzante e da una regia fresca e dinamica alla sam raimi. Nicolas cage è perfettamente in parte, così come il mitico john goodman.

sweetyy  @  24/06/2006 13:40:47
   7½ / 10
Troppo carino questo film che secondo me è migliore de ''Il grande Lebowski''...fortissima la scena di lui che ruba i pannolini dopodichè si scatena un gran casino!!! il finale ha reso il film un pò troppo smielato se non fosse stato per questo avrei dato 8! Bravissimo Cage !!!

Keith  @  27/10/2005 20:24:28
   10 / 10
Dai, alziamo un po' i voti! Dite tutti che è molto bello e poi gli date solo un misero 7.. Invece è una grande commedia, una delle migliori che abbia mai visto, e merita il 10.

Invia una mail all'autore del commento bobo94  @  09/07/2005 19:29:20
   7 / 10
Film sicuramente sopra la media. Originale nel suo complesso, però lascia qualcosa di incompiuto. Cade giusto a metà tra paradossale, comico e sentimentale. Proprio per questo pero' il mix non riesce ad eccellere. Trama ben disegnata e divertente. Interpreti di buon livello, come per Holly Hunter e John Goodman (2 dei miei preferiti). Peccato per un Cage che proprio non riesco a mandare giù, nemmeno in questi ruoli.
Sicuramente da vedere, ma mi aspettavo qualcosa in più.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento goat  @  23/06/2005 12:32:18
   7 / 10
film molto piacevole e divertente,si riconosce la mano dei coen

KANE  @  20/06/2005 15:01:22
   8 / 10
grandi coen!
film tutto alla coen, capostipite del genere, bravissimi tutti gli attori:
in particolare Nicolas Cage e John Goodman!

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

(im)perfetti criminalia declaration of loveacque profonde (2022)after loveagainst the iceali & ava - storia di un incontroaline - la voce dell'amorealtrimenti ci arrabbiamo (2022)ambulanceamerica latinaamma's way - un abbraccio al mondoananda (2022)anima bellaanimali fantastici: i segreti di silenteapollo 10 e mezzoarthur rambo - il blogger maledettoassassinio sul nilo (2022)atlantis (2019)bad roads - le strade del donbassbe my voicebeautiful mindsbelfastbella ciao - per la liberta'belli ciaobig bugbla bla babybocche inutilibrotherhood (2021)calcinculocaliforniecaveman - il gigante nascostoc'era una volta il criminecitta' novecentoclean (2020)c'mon c'moncorro da tecriminali si diventacyranodakotadarklingdio e' in pausa pranzodoctor strange nel multiverso della folliadownfall: il caso boeingdownton abbey 2: una nuova erae' andato tutto benee buonanotteennio: the maestrofellini e l'ombrafemminile singolarefinale a sorpresa - official competitionfleefragilefresh (2022)full time - al cento per centofuriozagenerazione low costghiacciogiovanna, storie di una vocegiulia - una selvaggia voglia di liberta'gli amori di anaisgli amori di suzanna andlergli anni belligli idoli delle donnegli occhi di tammy fayegli stati uniti contro billie holidaygold (2022)hope (2019)hopper e il tempio perdutohotel transylvania 4 - uno scambio mostruosoi cassamortarii cieli di alicei segni del cuoreil discorso perfettoil filo invisibileil legionarioil lupo e il leoneil male non esisteil mondo a scattiil muto di gallurail naso o la cospirazione degli anticonformistiil palazzoil peggior lavoro della mia vitail ritratto del ducail sesso degli angeliil tempo rimastoil truffatore di tinderio e lulu'io lo so chi sieteio restoio sono veraitalia. il fuoco, la cenerejackass foreverjimmy savile: a british horror storyking - un cucciolo da salvarekoza nostrakurdbun - essere curdola cena delle spiela cena perfettala crociatala donna per mela fantastica signora maisel - stagione 4la fiera delle illusioni - nightmare alleyla figlia oscurala grande guerra del salentola macchina delle immagini di alfredo c.la notte piu' lunga dell'annola nuova scuola genovesela promessa: il prezzo del poterela scuola degli animali magicila tana (2021)l'accusal'altro buio in salalambl'arma dell'inganno - operazione mincemeatl'audizionelaurent garnier: off the recordleonardo - il capolavoro perdutoleonora addiolet's kiss - franco grillini storia di una rivoluzione gentilelicorice pizzal'incendiaria (2022)lizzy e red - amici per semprel'ombra del giornoluigi proietti detto gigil'ultimo giorno sulla terralunana - il villaggio alla fine del mondomancino naturalemarry me - sposamimartin luther king vs fbimatrix resurrectionsme contro te: il film - persi nel tempomemory boxmistero a saint-tropezmoonfallmorbiusnavalnyno exitnoi duenotre-dame in fiammeocchiali nerionly the animals - storie di spiriti amantiopen arms - la legge del mareour fatherparigi, 13 arr.parigi, tutto in una notteperdutamente (2021)petrov’s flupiccolo corpopopower of romequando hitler rubo' il coniglio rosaquel giorno tu sarairadiograph of a familyred rocketreflectionsarura - the future is an unknown placescream (2022)seance - piccoli omicidi tra amichesecret team 355sempre piu' bellosenza fine (2021)settembre (2022)sonic 2 - il filmspencerstoria di mia mogliestrawberry mansionstringimi fortesul sentiero blusulle nuvolesundowntakeawaytapirulanthe adam projectthe alpinistthe batmanthe bunker gamethe contractor (2022)the king's man - le originithe last rave - a free party storythe lost city (2022)the northmanthe tender barthe tragedy of macbeththe wall of shadowsthey live in the greytintoretto - l'artista che uccise la pitturatra due mondi (2021)tromperie - ingannotroppo cattivitrue motherstutankhamon. l'ultima mostraun altro mondo (2021)un eroeun figlioun mondo in piu'una famiglia vincente - king richarduna femminauna madre, una figliauna squadrauna storia d'amore e di desideriouna vita in fugaunchartedunderwater - federica pellegrini
 NEW
unwelcomevecchie canaglievesuvio - ovvero: come hanno imparato a vivere in mezzo ai vulcanivetrovoyage of time - il cammino della vitawindfallwyrmwood: apocalypsex (2022)you won't be alone

1029410 commenti su 47620 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

IL PEDONEUN GRANDE AMORE DA 50 DOLLARI

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net