la trattativa regia di Sabina Guzzanti Italia 2014
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la trattativa (2014)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LA TRATTATIVA

Titolo Originale: LA TRATTATIVA

RegiaSabina Guzzanti

Interpreti: -

Durata: h 1.48
NazionalitàItalia 2014
Generedocumentario
Al cinema nell'Ottobre 2014

•  Altri film di Sabina Guzzanti

Trama del film La trattativa

Di cosa si parla quando si parla di trattativa? Delle concessioni dello stato alla mafia in cambio della cessazione delle stragi? Di chi ha assassinato Falcone e Borsellino? Dell'eterna convivenza fra mafia e politica? Fra mafia e chiesa? Fra mafia e forze dell'ordine? O c'è anche dell'altro? Un gruppo di attori mette in scena gli episodi più rilevanti della vicenda nota come trattativa stato mafia, impersonando mafiosi, agenti dei servizi segreti, alti ufficiali, magistrati, vittime e assassini, massoni, persone oneste e coraggiose e persone coraggiose fino a un certo punto. Così una delle vicende più intricate della nostra storia diventa un racconto appassionante.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,87 / 10 (15 voti)7,87Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La trattativa, 15 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Paolo70  @  03/12/2016 11:42:45
   7½ / 10
Un misto tra documentario ed un interpretazione teatrale ambientata per il grande schermo. Ottimi ed interessanti i riferimenti documentaristici, meno interessanti alcune delle interpretazioni delle vicende sulla trattativa.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  27/09/2016 13:37:29
   6½ / 10
Sono pochi i cineasti Italiani che hanno avuto il "coraggio" di mettere in scena il marciume che sta dietro alla politica. Quando qualcuno ci riesce scoppia sempre la polemica, forse perche' la verita' fa male, come diceva una famosa canzone.
Una verita' un po' camuffata con la fiction pero', il punto debole del film è questo.
Ad un certo punto non capisce se quello che vedi è reale, se l'intervistato è un attore o sono immagini di archivio. Il punto di vista che dovrebbe essere "esterno" diventa troppo di parte e si cade nel "Guzzantesimo".
Alcune rivelazioni documentate pero', fanno gelare il sangue...come il ladrocinio avvenuto al covo di Riina e coperto da chissa' chi...
Un buon film di denuncia, un mediocre documentario.

billieray  @  25/05/2016 06:51:55
   9 / 10
Non credo la guzzanti sia stata denunciata per i contenuti di questo film , che quindi considero veritieri . Il docu film è ben fatto , con una formula innovativa nella quale le " dietro le quinte " di questa produzione sono coinvolte . E' appassionante e esaustivo . ripercorre filo filo questa brutta storia .

Goldust  @  15/02/2016 11:14:38
   7 / 10
Il documentario della Guzzanti è prezioso per conoscere e ripercorrere alcune tappe oscure della nostra storia repubblicana e per sollevare qualche dubbio sulla trattativa tra Stato e Mafia che verosimilmente si sarebbe consumata in quegli anni. Lo stile utilizzato, a metà strada tra l'inchiesta ed il cabaret, non è sempre pertinente ma è comunque funzionale alle intenzioni del film, che oltre a basare l'intero castello di accuse sulle dichiarazioni di un pentito - Gaspare Spatuzza - non sempre considerato attendibile è purtroppo pregno di quella partigianeria politica che da sempre accompagna i lavori della comica romana. Non che qualcuno si aspettasse qualcosa di diverso, ovviamente, ma nonostante ciò il risultato finale d'insieme è comunque interessante.

Zarco  @  18/12/2015 19:56:29
   10 / 10
Nel suo genere, il massimo. Documentazione, informazione, denuncia. Attori eccellenti. Grazie a Sabina Guzzanti per questa importantissima opera di conoscenza, resa anche in modo cinematograficamente originale e accattivante.

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  04/10/2015 20:23:13
   7 / 10
Ho appezzato questa ricostruzione (direi più teatrale che cinematografica) della presunta trattativa che avvenne tra stato e mafia dopo le stragi del '92. Bravi gli attori e molto chiaro tutto quel che viene mostrato. E'praticamente un documentario, anche se in un paio di momenti ci scappa una gag (fuori posto?). Per quanto si possa dubitare di tutto quel che viene detto nel film, almeno i fatti e quel che sta agli atti processuali non si possono ignorare.

ragefast  @  25/05/2015 01:40:29
   7½ / 10
Una valida opera che affronta un tema sempre attuale e che non merita di finire nel dimenticatoio, ovvero la mafia e i rapporti con le istituzioni nel corso degli ultimi decenni. In realtà, per chi conosce più o meno gli argomenti trattati, non si dice quasi nulla di nuovo, però lo si racconta in maniera abbastanza originale, con quest'alternanza tra documentario e cinema vero e proprio. Certo, per approfondire gli eventi raccontati sarebbe necessario tanto altro materiale poichè il film, nonostante offra buoni spunti, non può sintetizzare un tema del genere in un'ora e 40 minuti circa.

A livello di contenuti comunque va apprezzato il messaggio principale che si vuole trasmettere per cui la mafia non è solo lupare, padrini, pizzini, ecc. anzi è soprattutto una serie di legami intricati con il mondo della politica e della finanza, al punto da considerare i veri mafiosi non quelli che si nascondono nei casolari in campagne sperdute, ma insospettabili personaggi in giacca e cravatta.

Bravi gli attori in ruoli non facili e che richiedevano una certa versatilità anche nel passaggio tra italiano e dialetto siciliano. Nel cast anche Nino D'agata, che ricordo con piacere per alcuni classici del genere giallo in un teatro a Roma.

polbot  @  22/03/2015 18:33:12
   8½ / 10
Opera assai meritevole in un presente che lentamente tende a far scendere l'oblio su ciò che disturba di più.. La forma "teatrale" per quanto discutibile a me è sembrata azzeccata, in quanto "alleggerisce" e vivacizza la narrazione.

fabio57  @  09/03/2015 11:32:44
   6 / 10
Malgrado il nobile intento della Guzzanti, di confezionare un film impegnato e di denuncia, che dovrebbe mettere luce su alcuni arcani accadimenti della politica nostrana, il lavoro risulta impreciso , confuso, disordinato, riducendo l'opera a un'accozzaglia di generi:documentario,fiction, intervista e quant'altro.La regista dovrebbe decidere cosa fare da grande.Sono lontani i tempi delle esilaranti imitazioni di Moana Pozzi,Berlusconi,D'alema ect . L'ambizione della Guzzanti è aumentata, ma Il livello della performance è diminuito, il film è velleitario.pretenzioso, ma inefficace.Ho visto qualche anno fa un'esibizione della Guzzanti a teatro ed era ben' altra cosa.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  16/11/2014 00:17:31
   7 / 10
Diciamo che e' un fiom importante per quello che dice piu' per COME lo dice. In sala non sapevo se applaudire (cosa che avrei fatto senza remore con Draquila!) o no. Guzzanti (ormai un sinonimo e non piu' un cognome) crea un affresco pensando forse a Pirandello, ma il gusto della macchietta o caricatura (v il figlio di Ciancimino) e' dietro l'angolo. Nelle allusioni a un sistema compromesso incide pero' con tre o quattro momenti che lasciano realmente di stucco, positivamente

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  29/10/2014 18:44:52
   8 / 10
Ottimo promemoria della Guzzanti su un pezzo di storia italiano che ogni decennio andrebbe ricordato con maggiore convinzione. Un puzzle di sequenze storiche e fiction orchestrato alla perfezione, dove la "semplicità" nel mostrare i fatti diventa il pregio maggiore.

7 risposte al commento
Ultima risposta 31/10/2014 19.29.00
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  18/10/2014 14:59:31
   7½ / 10
La trattativa conferma la tendenza della Guzzanti, già mostrata in Draquila, di asciugare la sua opera da eccessivi personalismi ed opera una attenta ricostruzione del periodo più tormentato degli ultimi vent'anni della storia italiana, all'indomani delle stragi di Capaci e Via D'Amelio. Miscelando in maniera eccellente immagini di repertorio, fiction e buone pennellate di satira, la Guzzanti pur non offrendo granchè dal punto di vista inedito, mette in risalto una vicenda sinistra e realmente inquietante che di risalto, perlonemo nei media ufficiali, non ha mai avuto il giusto rilievo. Un bel puzzle che la Guzzanti riesce a rendere estremamente lineare nella sua messa in scena e fruibile per coloro che fossero interessati all'approfondimento di una vicenda che proprio in questo periodo sta celebrando il suo processo.

2 risposte al commento
Ultima risposta 19/10/2014 20.20.04
Visualizza / Rispondi al commento
valis  @  13/10/2014 19:08:53
   8 / 10
ottimo film della guzzanti, che mischia il documentario alla fiction.
io personalmente avrei optato per un documentario integrale, senza inserti attoriali, ma la mia è solo una questione di gusto personale.
l'opera non dice niente di nuovo, per carità, l'argomento è stato già trattato in libri, speciali televisivi, articoli di giornale, ma la guzzanti ha il merito di ricordarcelo, purtroppo noi italiano abbiamo il vizio delle dimenticanza.
io stesso avevo dimenticato l'assalto a scalfaro, discutibillissimo presidente della repubblica del periodo, le reticenze di mancino, il ruolo di napolitanp nella trattativa, le ambiguità dell'arma, dei politici e financo di parte della magistratura.
per non dimenticare

1 risposta al commento
Ultima risposta 13/10/2014 19.29.26
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento cupido78  @  11/10/2014 18:18:06
   10 / 10
Un capolavoro terribilmente ispirato a fatti veri le cui conseguenze ciascun italiano perbene vive sulla propria bella. Il film usa linguaggio innovativo, un racconto incredibilmente efficacie e degli attori italiani straordinari. Do 10 per il coraggio civile degno del nostro migliore cinena , per il senso artistico e la fattura di una pellicola di valore internazionale. Dopo l'uscita mi aspettavo gli italiani scendere in piazza e invece tutto tace come sempre!

Lagavulin70  @  08/10/2014 18:43:52
   8½ / 10
Era difficile fare meglio. Sabina riesce a concentrare in poco più di 1 ora e mezza i fatti salienti (e più comprensibili a tutti) di come si è originata, come si è sviluppata e a cosa è approdata la TRATTATIVA tra lo STATO e la MAFIA. Il film-documentario è efficace e chiaro nella narrazione, sorretto da ottimi attori, dalle solite meravigliose musiche del premio Oscar Piovani e dalla realistica fotografia di Ciprì. Anche il ritmo del racconto non lascia buchi o pause, grazie a una continua commistione di generi. Che dire... l'obiettivo è raggiunto a pieni voti e il film meriterebbe la visione nelle scuole e la diffusione in tutte le case. Utile non solo per i giovani, ma soprattutto per coloro che non hanno memoria o che, come struzzi, mettono la testa sotto la sabbia per non voler sapere.
Film consigliatissimo a TUTTI indistintamente

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

a quiet place iia riveder le stelleafter midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandalobunuel - nel labirinto delle tartarughecambio tutto!candymancaterinacats (2019)cattive acquecercando valentina - il mondo di guido crepaxcharlie's angels (2019)criminali come noida 5 bloods - come fratellidoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofamosafantasy islandgamberetti per tuttighostbusters: legacygli anni piu' belligretel e hanselgreyhound: il nemico invisibileil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil principe dimenticatoil re di staten islandil richiamo della foresta (2020)impressionisti segretiin the trap - nella trappolala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la sfida delle moglila vita nascosta - hidden lifel'agnellol'anno che verràl'apprendistatol'hotel degli amori smarritilontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marianne e leonard. parole d'amoremarie curie
 HOT R
memorie di un assassinomorbiusnel nome della terranon si scherza col fuocoonward - oltre la magiaoutbackpicciridda - con i piedi nella sabbiaqua la zampa 2 - un amico e' per semprequeen & slimrun sweetheart runsaint maudshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccaspiral - l'eredita' di sawstar lightstay stillthe boy - la maledizione di brahmsthe gentlementhe grudge (2020)the new mutantsthe old guardthe other lambthey shall not grow oldun figlio di nome erasmusun lungo viaggio nella notteuna intima convinzionevivariumvolevo nascondermivulnerabiliwaves

1007247 commenti su 43880 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net