il maschio e la femmina regia di Jean-Luc Godard Francia 1966
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

il maschio e la femmina (1966)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film IL MASCHIO E LA FEMMINA

Titolo Originale: MASCULIN FÉMININ

RegiaJean-Luc Godard

InterpretiChantal Goya, Jean-Pierre Léaud, Michel Debord, Francoise Hardy, Catherine-Isabelle Duport, Brigitte Bardot, Marlène Jobert

Durata: h 1.50
NazionalitàFrancia 1966
Generedrammatico
Al cinema nel Settembre 1966

•  Altri film di Jean-Luc Godard

Trama del film Il maschio e la femmina

Diviso in 15 capitoli, ma narrativamente destrutturato, è un film sui giovani, 'i figli di Marx e della Coca-Cola': Paul (J.-P. Léaud) cerca lavoro, ha interessi sociopolitici ma non è militante come il suo amico Robert (M. Debord). Conosce Madeleine (C. Goya) che vorrebbe diventare una cantante e le sue amiche Catherine (C.-I. Duport) ed Elizabeth (M. Jobert).

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,75 / 10 (4 voti)7,75Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Il maschio e la femmina, 4 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR jem.  @  03/04/2013 23:50:41
   9 / 10
Attualissimo questo film di Godard. I 15 fatti precisi che compongono i film rappresentano attraverso uno stile del tutto scomposto la banalità e la solitudine che investono il mondo odierno.
Tanti cuori per Jean-Pierre Léaud.

Gruppo REDAZIONE amterme63  @  23/02/2013 15:32:54
   7 / 10
I film del primo Godard sono decisamente noiosi, però sono fatti molto bene, ricchi di spunti di riflessione. Non sono film-racconto, sono film-conoscenza, film-approfondimento di una certa epoca, di una certa tipologia di persone (i giovani francesi degli anni '60). Sono film approfondimento anche sull'arte stessa, sulla sua natura, essenza e funzione. L'intellettualità di questo film e degli altri di Godard è comunque funzionale, mai fine a se stessa. E' lo specchio di un'epoca e di una generazione che amava molto riflettere e approfondire.
Anche stavolta purtroppo ho dovuto fare i salti mortali per tenere gli occhi aperti (lo so, è colpa mia che guardo questi film alla fine di un'intensa giornata di lavoro). Riflettendoci sopra adesso a mente fredda mi rendo conto che anche "Masculin Feminin" è una piccola opera d'arte. Prima di tutto lo stile. Nessun regista come Godard riesce a rendere in maniera così perfetta su pellicola la normale vita ordinaria, con i caffé, i vetri appannati, i discorsi della gente, i rumori di fondo. Nessuno porta così bene sullo schermo la spontaneità diretta del personaggio, con quelle lunghe inquadrature fisse che non si fanno sfuggire neanche un sorriso, una piccola espressione, un gesto meccanico. Poi i lunghi dialoghi-interviste, i discorsi che rivelano i gusti, i pensieri, i caratteri dei personaggi-modello sociologico. Sì, perché i suoi film sono piccoli spaccati-studio della società parigina anni '60. "La generazione di Marx e della Coca Cola", la frase non poteva essere descrizione migliore dell'umanità e dell'ambiente rappresentati in questo film del 1966.
Sullo sfondo l'eterno tema del primo Godard: l'impossibilità per un giovane uomo e una giovane donna di intendersi, di formare una vera unione, una coppia salda. Anche qui i soliti tira e molla continui con tragedia finale. Per la prima volta in un film di Godard fa la sua apparizione l'omosessualità, trattata comunque in maniera neutra (come del resto tutto quello che avviene nelle sue storie, in quanto tutto è in ogni caso degno di rappresentazione estetica).
Un bell'omaggio alla gioventù francese degli anni '60, da gustare in maniera estetica, ammirando la fine arte dietro le immagini nella loro successione. Un plauso a Léaud, grande attore, splendida ed emotiva la sua interpretazione di Paul.
Nonostante ciò rimane comunque un film impegnativo, quasi impossibile da seguire a mente spenta.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  16/06/2012 11:40:58
   7 / 10
Solo la fugace presenza di Françoise Hardy mi ha spinto a vedere questo film... peccato però che si vede solo per un secondo, senza mostrare il volto o far sentire la sua voce. -.-
Pazienza.

Un Godard analitico, innovativo. Solo per chi conosce la Nouvelle Vague, gli altri lascino pure stare.
E poi c'è Jean-Pierre Léaud. Più commenti quindi, please.

Gruppo REDAZIONE maremare  @  20/02/2007 09:08:04
   8 / 10
la destrutturazione del cinema ebbe inizio con godard.
questo film ne è un fulgido esempio.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

50 primaverea casa tutti benealla ricerca di van gogh
 NEW
belle e sebastien 3 - amici per semprebenedetta folliabigfoot juniorblack panther
 NEW
caravaggio - l'anima e il sanguec'est la vie - prendila come vienechiamami col tuo nomecinquanta sfumature di rossococo (2017)come un gatto in tangenzialecorpo e animadancer (2018)dickens: l'uomo che invento' il nataledownsizing - vivere alla grandeedhelella e john - the leisure seekerfabrizio de andre' - principe liberoferdinand
 NEW
figlia miafinal portrait - l'arte di essere amicifinalmente sposigli invisibili (2018)grace jones: bloodlight and bamihannahi primitivi - tutta un'altra preistoria
 NEW
il filo nascostoil ragazzo invisibile: seconda generazioneil vegetaleinsidious 4: l'ultima chiavejumanji - benvenuti nella giunglala forma dell'acqua - the shape of waterla poltrona del padrela ruota delle meravigliela testimonianza
 NEW
la vedova winchesterland of smilesl'arte viva di julian schnabell'assoluto presenteleo da vinci - missione monna lisal'incantesimo del dragol'ora piu' buial'ultima discesal'uomo sul trenomade in italy (2018)marlina. omicida in quattro attimaze runner: la rivelazionemorto stalin, se ne fa un altromy generationnapoli velatanatale da chefoleg e le arti strane
 NEW
omicidio al cairoonce upon a time at christmasore 15:17 - attacco al trenopagine nascosteparadisepoveri ma ricchissimiprimal rage: the legend of oh-mahradiusreset - storia di una creazionesan valentino stories
 NEW
sconnessislumber - il demone del sonnosono tornato
 HOT
star wars: gli ultimi jedisuper vacanze di natale
 NEW
the disaster artistthe greatest showmanthe midnight manthe partythe post
 HOT R
tre manifesti a ebbing, missouritutti gli uomini di victoriatutti i soldi del mondoun sacchetto di biglievi presento christopher robinwonder

969246 commenti su 38848 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net