hereditary regia di Ari Aster Usa 2018
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

hereditary (2018)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film HEREDITARY

Titolo Originale: HEREDITARY

RegiaAri Aster

InterpretiToni Collette, Gabriel Byrne, Alex Wolff, Milly Shapiro, Ann Dowd

Durata: h 2.06
NazionalitàUsa 2018
Generehorror
Al cinema nel Giugno 2018

•  Altri film di Ari Aster

Trama del film Hereditary

Dopo la morte di un'anziana donna, sembra che un'oscura eredità sia stata lasciata alla sua famiglia.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,95 / 10 (43 voti)6,95Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Hereditary, 43 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

the saint  @  18/12/2018 11:53:38
   7 / 10
Beh non male, qualcuno l'ha paragonato a the Witch (schifezza orrenda)!! ma per favore!
qualche altro utente , sicuramente un cialtrone, manco si sarà fatto due domande, né avrà approfondito la trama e ha sentenziato con voto super basso, che per questo film è inaccettabile:
1) ben recitato
2) trama costruita bene, ( se non vi è chiara guardate link sotto)
3) tensione sempre alta

naturalmente qualcosa può sfuggire, per questo necessita magari una seconda visione.. il link di seguito mi ha permesso di capirlo a tutto tondo.

https://auralcrave.com/2018/07/20/la-spiegazione-di-hereditary-il-film-che-ha-stregato-i-fan-dellhorror/

AMERICANFREE  @  16/12/2018 22:36:20
   7 / 10
Ottimo horror, regia perfetta e atmosfera cupa e angosciante. Bravissimi gli attori, la recitazione e' perfetta.Finale un po' deludente per me, mezzo voto in meno

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  08/12/2018 13:55:29
   7 / 10
Un horror che mi è piaciuto.
La tensione è alta. La storia affronta varie tematiche riuscendo più nella prima parte che in quella finale.
Ottima prova per Toni Collette.

Invia una mail all'autore del commento Jason XI  @  06/12/2018 12:49:46
   7 / 10
Discreto... ma avrei peferito una più decisa linearità narrativa sulla genesi del male "ereditario", appunto, mentre invece è facile perdersi.... la figura di Joanie doveva essere più incisiva e collante rivelatrice di tutta la vicenda, insomma, manca qualcosa per arrivare all'eccellenza del genere, compreso il finale non troppo convincente, ma un buon horror, senza dubbio.

markos  @  24/11/2018 16:37:36
   7 / 10
Horror da una certa tensione, non male.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  22/11/2018 09:47:35
   7 / 10
Debutto ambizioso da parte di Ari Aster, forse fin troppo coccolato dalla critica festivaliera spiazzata da un prodotto che si inserisce nel panorama horror attuale in modo anomalo e al tempo stesso, per certi aspetti, molto riuscito, ma non privo di magagne.
Dall' elaborazione del lutto e dalla conseguente interruzione di un rapporto tutt'altro che semplice nasce un film in cui l'esponenziale crescita del male è generata da antiche radici inserite nel contesto teoricamente più accogliente e protettivo che ci possa essere.
Aster fa crollare con abilità le già poche certezze esposte in partenza, andando a creare un clima opprimente in cui gesti e parole appaiono trattenuti a stento. La maturità a livello di scrittura è indiscutibile, seppur l' eccessivo minutaggio finisca col proporre qualche sequenza francamente superflua, mentre il voler mettere tanta carne al fuoco sembra più un' autoincensazione gratuita che un'esigenza imprescindibile.
"Hereditary" guarda alla contemporaneità affidandosi più alle tematiche che al modus operandi, le sequenze accostabili ai nuovi horror sono infatti davvero minime, con un 'insistenza sui risvolti psicologici ispirata senza dubbio a certe pellicole degli anni 80/90.
La tensione è ben costruita e non facilmente inquadrabile in quanto nascosta sotto un malefico gioco di possessione e complotti, in cui svetta la brava Toni Colette coadiuvata da un cast non altrettanto all'altezza. Come non proprio indimenticabile è il finale, in cui si sfiora più volte il kitsch fornendo spiegazioni in parte convincenti ma esposte in maniera quasi ridicola. Il problema è soprattutto questo, l'uscire dalla semplicità in cui già risiede tutto il necessario, per mostrare qualcosa di non richiesto, errore in cui Aster incappa più volte, riuscendo comunque a mettere in piedi una storia inquietante e ben stratificata.

Invia una mail all'autore del commento kampai  @  16/11/2018 08:35:59
   4½ / 10
Ma questo dovrebbe essere un film di spavento? Intendiamoci la regia è fatta bene e la Colette è strepitosa, la bambina è inquietante il giusto ma basta. Una trama che scimmiotta Rosemary baby senza ahimè riuscirci. Il finale,sembra raffazonato oltre che ridicolo. Brutto

jason13  @  13/11/2018 21:20:57
   8 / 10
Bellissimo Horror. Atmosfera da brividi e inquietante. Toni Collette ci regala un personaggio che restera' nella memoria come la mamma di Sissy Spacek in Carrie.
Avrei dato pure un voto piu' elevato ma il finale mi ha lasciato con l'amaro in bocca.

BlueBlaster  @  11/11/2018 18:31:12
   6 / 10
Purtroppo si passa dalle stelle alle stalle...ossia si parte molto bene con una regia molto curata e capace di creare tensione oltre che una storia intrigante che inserisce nuovi elementi goccia a goccia.
Poi comincia la noia, il ritmo rimane lento, la sceneggiatura comincia a complicarsi inutilmente e a mostrare il fianco dimostrandosi non così originale come pareva.
Per certi versi torna alla mente "It Follow" e per altri "Babadook" ma a mio parere il risultato finale è lontano da entrambi...proprio perché la parte finale fa cadere le braccia su tutti i fronti sia per la confusione di idee, sia per le sequenze horror da 4 soldi che per i minuti finali di una banalità unica!
Molto bene il cast, la fotografia e la colonna sonora ma purtroppo è stata una deriva negativa e oltre due ore sono parse infinite.

Wilding  @  04/11/2018 18:16:31
   6½ / 10
Sembra una pellicola ben fatta e nonostante lentezza e lungaggine si lascia seguire.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  30/10/2018 21:55:30
   8 / 10
E' un horror psicologico con momenti realmente inquietanti e dire che di sangue non se ne vede tanto, per ribadire ancora una volta che la quantità di sangue non è fondamentale per la riuscita di un horror. Una famiglia che viene devastata dai lutti, la loro difficile elaborazione che porta alla disgregazione del nucleo. Il paranormale, almeno nella prima metà del film, non è immediatamente visibile. Lo si può percepire, ma al tempo stesso può essere considerato come una normale manifestazione di un malessere fisico o mentale di una famiglia che letteralmente va in pezzi. Nella volontà della madre il paranormale è la chiave per rimuovere i vari sensi di colpa, essere la base fondante per la ricostruzione della famiglia, ma sarà al contrario l'accellerazione della sua distruzione. E' un film ben costruito, dalla tensione sottiie e sempre costante, ambiguo nel rappresentare i personaggi che vanno oltre le loro apparenze (bravissima la Colette). E' un film che ha riferimenti precisi e certamente Polanski è uno di questi. Un horror con i contro.

Supercecco  @  30/10/2018 16:37:21
   6½ / 10
Anche io sono rimasto un pochino deluso perché veniva acclamato dalla critica.
E' un buon film però ha dei difetti. Il problema del cinema horror moderno è che il livello è così basso che basta un film un po più che sufficiente per gridare al capolavoro. I difetti principali sono la lentezza (tra l'altro dura anche più di due ore) e alcuni relativi buchi di trama che però si possono giustificare parlando di un film che si presta a più di una interpretazione. Si può parlare di bel film e rimanere comunque delusi? Per quanto riguarda i PRO, notevole la caratterizzazione dei personaggi, alcune interpretazioni da manuale, e una sceneggiatura all'altezza. Il finale sorprende, non voglio parlarne troppo per non rovinare; si discosta notevolmente dal film in generale.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

IrishRay  @  15/10/2018 15:21:23
   7½ / 10
Angoscia.
Dall'inizio alla fine.
Da subito presente il dramma familiare, che durante la durata del film si intensifica sempre di più.
La parte "horror" del film invece si insinua lentamente nella pellicola, fino a dominare, ma solamente nei minuti finali.
Interpretazione a tratti magistrale della madre (Toni Collette), supportata bene dalla famiglia.
Le musiche e la fotografia contribuiscono perfettamente nel ricreare l'atmosfera pesante e drammatica.
Mi sono perso un po' nel finale, ma questa può anche essere una mia colpa, vista la stanchezza che avevo durante la visione.
In sintesi, un horror/thriller/drammatico che merita la visione.
resterete con l'angoscia anche dopo aver finito il film.

nazgul  @  14/10/2018 11:00:24
   6 / 10
finale deludente. ottime interpretazioni. e qualche risata...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Mike91  @  25/09/2018 16:49:04
   9 / 10
Visto al cinema non troppo tempo fa. E' un film stupendo, con una Toni Colette stratosferica. Certe sue espressioni sono veramente da iena: impressionante.
E' un film che mischia sapientemente e amabilmente il dramma famigliare, l'horror misterico, medianico, e ha anche un qualche cosa della commedia nera. La tensione cresce in maniera lenta per poi esplodere sul finale, giungendo a una sorta di catarsi, di beffarda risoluzione che spaventa e insieme diverte. Solo alla fine ogni dettaglio trova una giusta collocazione nella mente stordita dello spettatore, che per tutto il film è come spinto all'indagine, al voler sapere di più sulla realtà isterica e/o soprannaturale di ciò che sta succedendo. Veramente una gran sorpresa. Certo, sicuramente se non l'avessi visto al cinema m'avrebbe fatto un'impressione minore; ma è comunque un gran bel film, pieno e riuscito, che dice ciò che vuol dire.

1 risposta al commento
Ultima risposta 05/10/2018 21.33.10
Visualizza / Rispondi al commento
Alex22g  @  23/09/2018 21:54:53
   9½ / 10
Horror notevolissimo, come se ne vedono sempre meno. Mi ha fatto pensare al capolavoro di Polanski Rosemary Baby, o anche all'ottimo recente "The Witch" ,visto che tutte queste pellicole sono horror basati molto sulle atmosfere opprimenti che riescono a creare . Non mancano le scene forti comunque ed il cast ha fatto un ottimo lavoro . La bambina utilizzata è perfetta per il ruolo e anche molto brava per la sua età. Aspetto di averlo in blu-ray in collezione appena disponibile.

Glenn0212  @  21/09/2018 09:00:24
   7 / 10
Film veramente interessante e ben realizzato, con interpretazione magistrale sia da parte della grande Toni Collette, ma anche del giovane Wolff. Giusta tensione, tanta angoscia, ottima regia, ottime musiche. Unica pecca che mi ha fatto storcere il naso, alcune trovate nel finale che lo rendono un po' banalotto.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento goat  @  12/09/2018 09:00:57
   8½ / 10
Bella legnata 'sto film, moltomamolto inquietante e con un paio di WTF moments di gran pregio.
Non sono affatto d'accordo con alcune critiche che ho letto riguardo al finale.
A mio parere permette al film di lavorare benissimo su due livelli (dramma famigliare + horror sovrannaturale) invece che togliere qualità al primo aspetto.
Bella la fotografia pulita e geometrica, solida la sceneggiatura (gli indizi sono tutti lì, basta raccoglierli) e grande prova del cast.

Pulcino95  @  06/09/2018 23:04:50
   7½ / 10
Devo ammettere che finita la visione del film la mia prima impressione é stata: "E quindi?"; ho dovuto leggere la spiegazione del finale perché non mi era ben chiaro. Mi sono chiesta: "Ma ti è piaciuto o no questo film?", non riuscivo a capire. Beh, sono stata tre giorni a ripensarci, quindi lascio a voi indovinare la risposta. E' una pellicola particolare, da vedere almeno due o tre volte per capirla fino in fondo. Gli aspetti horror non mancano, soprattutto verso la fine dove c'è un climax di tensione e terrore (alcune scene finali mi hanno ricordato "It follows" per alcuni particolari). Il cast funziona, Toni Collette regala un'interpretazione magistrale, bravo anche Alex Wolff. Insomma, se siete alla ricerca di un horror particolare e non della solita storia trita e ritrita, questo é il film che fa al caso vostro.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

6 risposte al commento
Ultima risposta 30/09/2018 09.49.16
Visualizza / Rispondi al commento
maxwin  @  04/09/2018 13:47:26
   6½ / 10
Un film a tratti originali ed a tratti scontato, il crescendo è ottimo ma il finale secondo me ha rovinato un film che nel suo genere poteva essere ricordato! Un'occasione mancata! Peccato...

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  02/09/2018 18:24:46
   6½ / 10
Buon horror, diverso dai soliti prodotti del genere. Ha il pregio di creare una tensione crescente, anche se una durata leggermente inferiore avrebbe alleggerito la visione. Soggetto non troppo originale ma ben sceneggiato.

horror83  @  01/09/2018 18:31:10
   6½ / 10
Anche per questo film avevo alte aspettative perchè è stato molto acclamato un po' da tutti, critica e pubblico, il trailer ti fa pensare ad un capolavoro, tutti che gridano al miracolo.....ed invece non lo è!!! Poi ci sono quelli a cui non è proprio piaciuto!!! io sto nel mezzo!!! Mi è abbastanza piaciuto come film ma non mi ha entusiasmata e non mi ha convinta al 100%.
Poi è un film un po' particolare, che si fa un po' di fatica a capire solo con una visione (io sono dovuta andarmi a leggere le spiegazioni sul web perché non è tutto così chiaro in questo film).

Inizio con i difetti:

1) la narrazione della storia è lenta, in certe scene troppo lenta. E dato che dura 2 ore ho fatto un pò di fatica ad arrivare alla fine!

2) per essere un horror dura un pò troppo!!

3) La storia, alla fine della fiera, non è nulla di nuovo, non l'ho trovata così interessante (anche se non l'ho trovata neppure brutta) ed è un pò troppo contorta!

4) Se finito di vedere un film devo andare a leggere le spiegazioni sul web per capirlo al 100% vuol dire che il regista è stato troppo contorto e ha omesso troppe cose!

5) l'unica interpretazione che mi è piaciuta è dell'attrice Toni Collette, il resto non tanto!

6) non fa paura ed inquieta solo in poche scene!

i pregi:

1) non è il solito film horror con il gruppo di adolescenti americani, ma è coinvolta una famiglia con dei problemi famigliari.

2) è un film che cerca di affrontare anche tematiche reali come possono essere i lutti o il difficile rapporto genitori-figli. (ma sotto questo profilo ho preferito Babadook)

3) Le poche scene un pò inquietanti, e le belle inquadrature!

Per concludere dico che non è male ma poteva essere migliore!!!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

4 risposte al commento
Ultima risposta 14/10/2018 13.50.34
Visualizza / Rispondi al commento
-vik-  @  31/08/2018 12:16:58
   10 / 10
A mio modesto avviso, questo è un horror che davvero merita. Per nulla scontato, trama buona, atmosfere ottime, musica eccellente. Il film si sviluppa in un crescendo di tensione fino all'epilogo finale. Per gli amanti genere horror/thriller/psicologico una manna dal cielo! CONSIGLIATISSIMO!

CineOLE'  @  30/08/2018 01:02:40
   10 / 10
Capolavoro di suspace ! dove il dubbio vive nelle scene.
Dove il male si annida nella pazzia della gente.
Un incubo drammatico, tra lutti, perdite, dolore e pazzia famigliare.
Con un finale , forse scontato, ma sempre molto inquietante.
Per me uno dei migliori film di genere degli ultimi anni.
In barba alle commercialate -

daaani  @  30/08/2018 00:42:24
   5 / 10
dal trailer sembrava molto più accattivante sto film. In realta la sufficienza ce l'hanno solo la fotografia, la scenografia e gli attori. La trama non lascia nulla di nuovo.

adamantio  @  28/08/2018 01:53:00
   7 / 10
MI è piaciuto, ben diretto, ben recitato e con una trama interessante. Evitatelo se volete un horror classico con mostri, mostricchi ed ammazzamenti vari. Se cercate qualcosa di più allora questo è il film per voi! :-)

dagon  @  27/08/2018 18:44:15
   7 / 10
Non male. Intrigante e di atmosfera, dispensa tensione montante lentamente, senza "bu!" e con qualche finezza. Purtroppo il finale non l'ho trovato gestito al meglio e non mi è parso all'altezza di quanto seminato prima, anzi.

Mattealus  @  27/08/2018 17:37:42
   8 / 10
Finalmente un horror senza adolescenti protagonisti col pacco sempre gonfio, senza dialoghi scritti da sceneggiatori col cervello sempre sgonfio e senza i soliti jump scare che ti fanno continuamente saltare sulla sedia (ormai abbiamo i calli sulle chiàppe grazie agli horror odierni [per non parlare delle sedie che abbiamo sfondato negli ultimi anni]). Lo definirei un horror per adulti intelligenti e coscienziosi, a me è piaciuto davvero e ha dei buoni momenti, con situazioni piuttosto disturbanti e verosimili (sempre grazie al fatto che non è indirizzato ai bimbi). A chi non è piaciuto dico: Ehi tu, sì dico a te! Tu non sarai mai amico mio; già, hai letto bene, proprio così!

VincVega  @  27/08/2018 12:19:54
   7 / 10
Sicuramente una pellicola ben fatta e piuttosto originale, nonostante le diverse forzature. La tensione c'è, mancano effettivamente i classici "salti sulla sedia", qua il regista vuole dare più peso al dramma personale della protagonista, incastrando l'horror poco a poco, fino al finale. Personalmente non ho sentito particolarmente la durata estesa della pellicola, più di due ore per un horror è certamente una cosa non abituale. Sinceramente non lo vedo come un capolavoro, come lo hanno elevato alcuni critici americani. Decisive le prove dei protagonisti, veramente in palla.

albert74  @  26/08/2018 02:35:04
   6½ / 10
è un film molto particolare. Sa dosare perfettamente il livello di tensione e mette paura pur non mostrando nulla di pauroso. Purtroppo, malgrado l'ottima confezione e la cura per gli ambienti, il soggetto fa schifo, lo sviluppo a tratti è molto lento e il finale è estremamente ridicolo.
Se preso nell'insieme è un horror che, in parte, si discosta dagli altri, per la capacità registica nel creare la tensione e per le ambientazioni piuttosto tetre e misteriose.
Peccato per il resto.
diciamo un 7 abbondante per la regia e un 4 per la sceneggiatura

federicoM  @  24/08/2018 10:53:22
   6½ / 10
SPOILER
E' un bel film per carità. Il regista cerca di mantenere la tensione il più possibile alta. Il problema è che il personaggio più inquietante di tutti, la bambina scompare presto, la nonna è solo una falsa pista e la madre è un pò strana, ma non riesce a mantenere la tensione alta. Io sono stato più tempo a capire cosa stava succedendo, che a godermi il film.
E' uno di quei film, che alla fine dici:" fatto bene, con alcune trovate, peccato che non mi abbia coinvolto e che abbia capito tutto solo adesso."

topsecret  @  23/08/2018 22:38:34
   6 / 10
Come esordio non c'è male, anche se Aster nel suo film mostra poca originalità.
Il merito di HEREDITARY è quello di sopperire alla mancanza di freschezza con una storia piuttosto tesa, forse povera di scene a effetto ma comunque capace di rendersi visivamente interessante.
Il cast fa degnamente la sua parte, la sottovalutata (per quanto mi riguarda) Toni Collette riesce a essere credibile e intensa più degli altri, la debuttante Shapiro inquietante nel suo piccolo e i protagonisti maschili ben calati nei ruoli. Tutti contribuiscono a far sì che la storia funzioni, purtroppo il ritmo narrativo non sempre appare fluido e questo si ripercuote sulla visione, specialmente dopo che per un'ora abbondante succede poco o nulla.
HEREDITARY rimane comunque, a mio avviso, un horror sufficientemente interessante che forse non possiede un grande appeal ma si lascia guardare tranquillamente senza grossi fastidi.

Sopranik  @  09/08/2018 12:06:42
   7½ / 10
Opera prima del regista statunitense Ari Aster, Hereditary è una grande scoperta all'interno del cinema horror contemporaneo.
Nei suoi 126 minuti, durata non convenzionale per un film di questo genere, il regista, quasi volendo imitare l'ossessione di Annie per i modellini plastici, riesce a caratterizzare minuziosamente la psiche dei personaggi principali che, costretti contro la loro volontà a dover a muovere i fili di un destino incerto, in bilico tra l'incapacità di metabolizzare un lutto e la difficoltà a gestirne le sue ripercussioni, si ritrovano intrappolati all'interno di un contesto cupo, caotico, carico di tensione, dove ogni minimo cambiamento possiede la forza di procurare gravi cambiamenti sul resto delle vicende narrate.
Accanto a questi soggetti prende vita una storia studiata nei suoi più piccoli particolari, capace di coinvolgere, senza mai annoiare, un pubblico molto vasto di spettatori risultando, nel suo complesso, godibile e disturbante al punto giusto.

Gruppo COLLABORATORI peter-ray  @  06/08/2018 10:20:04
   3 / 10
Una vera mondezza di film. Gli effetti speciali praticamente ero capace a farli anche io, inutilmente lungo, zero pathos, colonna sonora praticamente assente .... 2 OO così per arrivare a un finale a dir poco ridicolo. Era mille volte meglio rivedere un film di Dario Argento degli anni 70

1 risposta al commento
Ultima risposta 18/12/2018 12.00.38
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento marlamarlad  @  05/08/2018 19:21:04
   8½ / 10
Bel filmone. Più thriller che horror, fantastici colpi di scena e piccole trovate che deliziano. Non assegno un voto più alto perché qualcosa nella trama ancora non mi torna.

76mm  @  04/08/2018 09:39:05
   6 / 10
Prima di parlare del film in questione vorrei spendere due parole su uno dei grossi problemi della società in generale e in questo caso, nello specifico, delle sale cinematografiche italiane: i bimbiminkia.
Ormai sono una piaga ampiamente diffusa e prolificano in maniera esponenziale (del resto si dice che la madre dei cretini è sempre incinta)…se fino a pochi anni fa beccare un gruppo di bimbiminkia rompicogl.ioni in sala poteva essere considerata una sfortunata coincidenza, oggi come oggi, a meno di non recarsi in qualche sperduta saletta d'essai a vedere un film di Lav Diaz, è diventata praticamente una certezza.
Se poi si ha l'incauta idea di andare a vedere un horror in un'afosa serata estiva stai pur sicuro che se c'è un gruppo di bimbiminkia in libera uscita te lo troverai proprio lì dentro con l'unico scopo di irritarti e rovinarti la visione del film.
Risate, sghignazzi, battutine a voce alta…ma che caz.zo ti ridi?
Che poi, fra l'altro, fra tutti i difetti che si possono trovare a questo film di sicuro non c'è quello di essere involontariamente comico, anzi…
Poi dicono che la gente non va più al cinema…
Ok, sfogo finito, veniamo al film…non mi ha entusiasmato, anche se bisogna riconoscere che almeno un tentativo di proporre qualcosa di un minimo originale è stato fatto.
Intanto già il fatto di non essere un sequel/prequel/remake/reboot/ecc. di un film famoso degli anni 70/80 depone a suo favore.
La prima parte si lascia seguire con interesse, anche se non succede niente di propriamente horror e non si capisce bene dove si voglia andare a parare (e dura un po' troppo, tra l'altro)…lo spettatore sprovveduto che si sia trovato in sala per caso (ne esistono ancora?) potrebbe pensare di trovarsi davanti a un drammone familiare a tinte forti.
Di contro c'è un buon approfondimento dei personaggi e un sapiente dosaggio di elementi sottilmente inquietanti che preparano (o, meglio, dovrebbero preparare) il terreno per la discesa negli inferi della seconda parte.
Purtroppo, una volta instradato verso l'horror puro, c'è un notevole calo d'interesse dovuto principalmente al fatto che la soluzione del mistero viene spiattellata troppo presto e con troppa dovizia di spiegazioni…in pratica, a livello di trama, il film finisce a più di mezz'ora dalla fine effettiva e non propone altre sorprese, trascinandosi per una pesantissima ultima parte fra apparizioni, visioni, jump scares (almeno uno ben assestato, bisogna riconoscerlo) e armamentario vario degno dell'horror più dozzinale, fino ad arrivare ad un finale abbastanza suggestivo ma che ricorda un po' troppo quello di altri film horror recenti


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

La durata complessiva è comunque spropositata per un horror.
Però va bene dai, ci abbiamo provato, questo è già di per sé lodevole visto il periodo di vacche magrissime per il genere.
A quando un decreto legge contro la presenza dei bimbiminkia nelle sale?

Invia una mail all'autore del commento mistress999  @  01/08/2018 11:06:37
   8 / 10
Hereditary è un film atipico, a partire dalla durata (126 minuti), insolita per una pellicola horror. Ari Aster si prende tutto il tempo che gli serve per costruire e mostrare i disturbi mentali, i disagi e le problematiche dei suoi protagonisti, gettandoci piano piano in un turbinio terrificante di immagini ed eventi, passando da un racconto sull'elaborazione del lutto in una famiglia dagli equilibri instabili ad un incubo demoniaco, infernale, esoterico e tremendamente crudo. Nel farlo, evita tutti i cliché del genere, come per esempio jumpscares e simili, e piuttosto predilige scelte registiche da cinema d'autore. Aster punta tutto sull'immergere lo spettatore in un'aria malsana, una condizione di costante ansia e paura per qualcosa ancora da venire ma che stenta a palesarsi, un presagio, un disagio costante, supportato da una colonna sonora efficace ed una Toni Collette spaventosa. Ed infine l'incubo diventa caos e orrore totale, tra immagini dal forte impatto visivo e rivelazioni conturbanti. Uscito dalla sala, il senso di malessere ti perseguita, ti resta sulla pelle anche giorni dopo la visione. E questo è uno dei grandissimi pregi di questa pellicola, non priva di difetti o di qualche forzatura, ma assolutamente valida. E' molto importante prestare attenzione durante la visione a tutti gli indizi che il regista lascia per la comprensione della pellicola, che non risulta affatto ''incomprensibile'' ma che può dar vita ad interpretazioni comunque affascinanti aldilà della spiegazione ''ufficiale''. Insieme a Babadook e The Witch uno degli horror migliori degli ultimi anni.

2 risposte al commento
Ultima risposta 06/08/2018 17.17.52
Visualizza / Rispondi al commento
lucasssss  @  31/07/2018 11:01:27
   2 / 10
film indecente....... non ho altro da aggiungere

InvictuSteele  @  29/07/2018 12:07:18
   6 / 10
Sinceramente non so cosa pensare di questo film, spacciato come uno dei migliori horror degli ultimi dieci anni, si rivela invece un film pienissimo di difetti, difetti palesi e molto gravi. Do la sufficienza giusto perché girato molto bene e con un paio di idee intriganti, purtroppo sviluppate malissimo. Un horror piatto e noioso, dove l'ansia emerge a tratti, di spavento neanche l'ombra, alcuni buchi di sceneggiatura non convincono affatto, comportamenti inspiegabili di alcuni personaggi, tra cui un padre inutilmente passivo e una medium raccattata a casaccio, senza contare un'evoluzione psicotica frettolosa della madre. La bimba, che con quel viso e quell'aria misteriosa sarebbe potuta essere la carta vincente, viene presto eliminata. La figura del ragazzo è sviluppata con sufficienza. Gli ultimi dieci minuti sono buoni, almeno succede un qualcosa che si aspetta dall'inizio ma che arriva solo alla fine, e che dura troppo poco, anche se tutto è fin troppo palese con l'inutile spiegone per un pubblico che soffre di disturbi dell'attenzione. Peccato, un film con delle potenzialità ma sceneggiato da cani. L'esorcista dei tempi moderni? Certo, come no, credeteci...

TheSorrow  @  28/07/2018 15:28:44
   9 / 10
Ciò che più accomuna "Hereditary" ai vari ' l'inquilino del terzo piano" e "rosemary's baby"o, senza andare così in là, a Babadook, sebbene il film di Aster sia molto più stratificato e incisivo di quello della Kent, è l'angoscia. Un'ansia e un mal di vivere che solo chi ha passato determinate situazioni può comprendere appieno. E Annie, interpretata da una mostruosa Toni Colette, è l'incarnazione dell'angoscia, un recipiente umano della fragilità che si nasconde in tutti noi, pronto a rompersi irreparabilmente alla prima occasione utile.

E nel suo caso le occasioni per andare in frantumi sono state innumerevoli: un'infanzia infelice, un rapporto burrascoso con la madre, lutti improvvisi e un matrimonio in cui ella giace inerme. Un'intera vita - in realtà - in cui Annie giace inerme, in totale balia degli eventi che si susseguono e a cui ella non può porre rimedio in alcuna maniera, incapace di credere IN se stessa e persino A se stessa. Poi il punto (o i punti?) di rottura, in grado di scatenare una serie di eventi incredibili, forse in un certo senso necessari, sicuramente inevitabili per la vita della donna, ormai arrivata al turning point finale.

Ad uno spettatore superficiale Hereditary potrebbe sembrare un film che vive di luce riflessa ma è spingendosi nelle sue profondità che si afferrano i pregi di un prodotto in grado di dare davvero nuova linfa al filone, capace di rimescolare e a tratti rinnovare alcuni stilemi tipici ormai considerati triti per ergersi quale nuovo totem per i futuri film di genere.

Violenza psicologica, sofferenza, ambiguità e follia vi parranno così vividi, che uscirete dalla sala storditi e con un nodo alla gola e soprattutto con la sensazione di aver visto qualcosa di terribilmente vero, nonostante tutto. Per quanto mi riguarda era da molto tempo che il limite tra realtà e follia non era così labile.

Invia una mail all'autore del commento Tempesta  @  26/07/2018 23:49:11
   6 / 10
Non vi va di bocciare un horror del genere.
Anche se non mi ha convinto del tutto ti tiene agitato per tutta la durata.
Molta tensione con scene che non te le aspetti .
Il filane! Perché? Come 10 minuti possono diatruggere a mio giudizio un bel film .

marlin  @  25/07/2018 17:38:30
   10 / 10
Finalmente un horror nuovo, ragionato e soprattutto inquietante.

Vegetable man  @  25/06/2018 23:49:22
   4 / 10
Il nulla, letteralmente il nulla per 126 minuti. Ti aspetti che sia un lento crescendo verso qualcosa, ed invece....finisce il film.

Protagonisti piatti ed irritanti. Elementi "di mistero" somministrati col cucchiaino, come se lo spettatore fosse un minus habens. Salvo giusto alcuni bei montaggi.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

3 risposte al commento
Ultima risposta 05/10/2018 11.57.15
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#ops - l'evento1938 diversi7 sconosciuti a el royalea private warachille taralloalmost nothing - cern: la scoperta del futuroalpha - un'amicizia forte come la vita
 NEW
amici come prima (2018)anatomia del miracoloangel faceanimali fantastici: i crimini di grindelwaldarrivederci saigona-x-l: un'amicizia extraordinariabaffo & biscotto - missione spazialeberniniblack tide
 HOT
bohemian rhapsodycalcutta - tutti in piedichesil beach - il segreto di una nottecoldplay: a head full of dreamscolette (2018)conta su di me (2018)conversazione su tiresia. di e con andrea camilleri
 NEW
conversazioni atomichecosa fai a capodanno?dinosaurs (2018)disobediencee' nata una stella (2018)euforiafriedkin uncut - un diavolo di registafuoricampoghostland - la casa delle bamboleguarda in alto
 HOT
halloweenhell fest
 NEW
hepta. sette stadi d'amorehunter killer - caccia negli abissii spit on your grave: deja vui villaniil banchiere anarchicoil castello di vetroil complicato mondo di nathalieil destino degli uominiil grinch (2018)il mistero della casa del tempoil presidente (2018)il primo uomo (2018)il ragazzo piu' felice del mondoil salutoil sindaco - italian politics 4 dummies
 NEW
il testimone invisibileil verdetto - the children actil vizio della speranzaimagine (2018)in guerrain viaggio con adeleisabellejohnny english colpisce ancoraklimt & schiele - eros e psichela diseducazione di cameron postla donna dello scrittore
 NEW
la donna elettricala fuitina sbagliatala morte legalela prima pietrala scuola seralela strada dei samounil'albero dei frutti selvaticil'ape maia - le olimpiadi di mielel'apparizionele ereditierele ninfee di monet: un incantesimo di acqua e lucelo schiaccianoci e i quattro regni
 NEW
lo sguardo di orson welles
 NEW
lontano da quilook awayl'uomo che rubo' banksy
 NEW
macchine mortalimalerbamenocchiomillennium - quello che non uccideminicuccioli - le quattro stagionimiraimorto tra una settimana... o ti ridiamo i soldimuseo - folle rapina a città del messiconessuno come noinon ci resta che vincerenon dimenticarmi - don't forget menon e' vero ma ci credonotti magicheoltre la nebbia - il mistero di rainer merzopera senza autoreotzi e il mistero del tempoovunque proteggimipapa francesco - un uomo di parolapiccoli brividi 2 - i fantasmi di halloweenpupazzi senza gloriaquasi nemici - l'importante e' avere ragionered land (rosso istria)red zone - 22 miglia di fuocorenzo piano: l'architetto della luceride (2018)robin hood - l'origine della leggendaroma (2018)santiago, italiase son rosesearchingseguimisenza lasciare traccia (2018)sick for toysslaughterhouse rulezsmallfoot - il mio amico delle nevisogno di una notte di mezza eta'soldadostyxsulle sue spallesummer (leto)terror take awaythe barge peoplethe domesticsthe other side of the windthe predatorthe reunionthe wife - vivere nell'ombrathis is maneskinti presento sofiatre voltitroppa graziatutti lo sannoun giorno all'improvvisoun nemico che ti vuole beneun peuple et son roi
 NEW
un piccolo favoreuno di famigliaup&down - un film normaleupgradevenom (2018)widows: eredita' criminale
 NEW
wine to lovezanna bianca (2018)zen sul ghiaccio sottilezombie contro zombie - one cut of the dead

982053 commenti su 40582 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net