fuoco cammina con me! regia di David Lynch USA 1992
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

fuoco cammina con me! (1992)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film FUOCO CAMMINA CON ME!

Titolo Originale: TWIN PEAKS: FIRE WALK WITH ME

RegiaDavid Lynch

InterpretiSheril Lee, Ray Wise, Kyle MacLachlan, Kiefer Sutherland, Chris Isaak, Harry Dean Stanton

Durata: h 2,15
NazionalitàUSA 1992
Generethriller
Al cinema nel Settembre 1992

•  Altri film di David Lynch

Trama del film Fuoco cammina con me!

Prequel della celebre serie di Twin Peaks, il film racconta le vicende dell'ultima settimana di vita della liceale Laura Palmer prima di essere uccisa, tra festini a base di sesso e droga e spaventosi incubi che diventano realtà.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,65 / 10 (113 voti)6,65Grafico
Voto Recensore:   6,50 / 10  6,50
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Fuoco cammina con me!, 113 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

Spotify  @  26/04/2019 05:50:06
   7 / 10
Pellicola che funge da prologo al capolavoro "Twin Peaks".
In questo film, Lynch ci mostra le ultime ore di vita di Laura Palmer, così da chiarire le idee allo spettatore.
Per me, il risultato è molto buono. Il vecchio David tira fuori un lungometraggio che per più di 2 ore tiene incollati allo schermo. Certo, il film è diverso dalla serie. Qui infatti, ci si focalizza su Laura, mentre gli altri personaggi come Bobby Briggs, Leo, Shelly o Cooper, fanno semplici comparse.
Manca sicuramente il clima unico che si respirava nella serie (anche se poi l'atmosfera cupa c'è anche in questa pellicola) e mancano quei toni grotteschi dati da determinati personaggi. Ma ciò non lo considero un male. Diciamo che "Fuoco Cammina con Me", si può considerare come un episodio a se, un preludio a quella che sarà la serie vera e propria.
La caratterizzazione di Laura Palmer è esemplare. Il regista ce la descrive in maniera dettagliata, mettendo in risalto tutti i contrasti all'interno della ragazza, facendo capire allo spettatore quanto era complicata la vita della protagonista.
Gli altri soggetti, come detto, sono appena accennati, anche perché avevamo già imparato a conoscerli nella serie e sarebbe stato inutile approfondirli pure nel film.
Il ritmo scorre. 2 ore che volano via in un batter d'occhio. Più la pellicola procede, più Laura va allo sbaraglio e più lo spettatore vuole sapere cosa è successo davvero in quella carrozza abbandonata.
Lynch insiste molto coi primi piani, quasi a voler scrutare Laura dal suo interno, entrare nella sua testa. Non mancano nemmeno scene di sesso piuttosto esplicite ma girate benissimo. Trasmettono carica erotica e ci mostrano chi fosse davvero Laura.
Le scene nella loggia nera poi... semplicemente sublimi.
Il finale è quello drammatico che tutti conosciamo. Non serve aggiungere altro.
Fotografia bella con colori accesi e poi c'è quell'ambientazione che tutti conosciamo e che tutti abbiamo amato. Senza quei boschi, "Twin Peaks" non esisterebbe.
Il cast è guidato da Sheryl Lee, la quale era stata mostrata si e no 3-4 volte nella serie. La giovane attrice, bellissima tra l'altro, sfodera un'ottima performance, realistica e versatile. La Lee infatti, passa rapidamente da stati di profonda euforia ad altri di grande turbamento. Buone le espressioni e valida l'interpretazione dei dialoghi.
Da segnalare la presenza dell'immenso Frank Silva, ancora una volta nei panni del temibile BOB.
La sceneggiatura è solida, aiuta a far comprendere al pubblico molte cose che nella serie non erano state spiegate o soltanto accennate. Non ci sono falle, le situazioni chiave sono piazzate sempre nei posti giusti, stesura dei personaggi funzionale e dialoghi dotati di un buon ritmo.


Conclusione: non doveva essere un capolavoro e infatti non lo è e non deve esserlo. "Fuoco Cammina con Me" doveva solo svelare al pubblico i segreti riguardanti Laura Palmer e ci è riuscito. Se si è fan della serie, allora va visto anche questo film. Non guardatelo se, invece, non avete mai visto "Twin Peaks".

Colibry88  @  15/07/2018 13:22:46
   8 / 10
Sebbene si tratti di un prequel, "Fuoco cammina con me" apporta non poche informazioni utili per capire meglio il senso di certi eventi lasciati in sospeso o comunque solo evocati in Twin Peaks. Un film certamente indirizzato a chi la serie l'ha seguita, ma che resta oggettivamente fatto bene. A differenza della serie tuttavia qui la trama è molto più lineare; eccetto qualche sequenza dal gusto esplicitamente onirico o misterioso, la storia si svolge in modo abbastanza logico e naturale. In sostanza assistiamo a due vicenda separate che in realtà confluiscono in un unico mistero. Si parte con l'omicidio di Teresa Banks per poi immergerci nella commovente, torbida e intensa storia di Laura Palmer, personaggio che nella serie era sullo sfondo. Sono presenti molte sequenze che appaiono come piccoli omaggi al pubblico, come per esempio la bellissima introduzione del personaggio di Laura accompagnata dalla meravigliosa e indimenticabile sigla della serie firmata da Angelo Badalamenti. Un film molto emozionante, nostalgico e visionario.

horror83  @  27/05/2018 17:47:16
   7½ / 10
Dopo essermi vista le prime due stagioni della serie tv ho voluto vedermi anche questo film. A differenza di molti a cui non è piaciuto a me è piaciuto. Certo la serie tv è meglio perché la trama si snoda in tante puntate mentre in questo film si raccontano gli ultimi 7 giorni di vita di Laura Palmer, ma ho ritrovato anche in questo film la stessa atmosfera cupa e soprannaturale. ci sono certe scene che fanno venire i brividi.

daaani  @  27/05/2018 00:13:12
   7 / 10
Dopo aver visto tutte e 3 le serie, ho deciso di vedermi pure questo prequel perchè Twin Peaks ti entra dentro al cuore!
che strana sensazione rivedere i personaggi di nuovo ringiovaniti!

antoeboli  @  16/02/2018 22:22:51
   7 / 10
Film diretto ai soli appassionati di Twin Peaks , dove fa da prequel alle vicende di Laura Palmer , in modo da capire il suo passato , scavare nelle amicizie e nel suo carattere . Nulla di piu, nulla di meno .
Normale che chi non ha guardato Twin paekas di tenersene alla larga in quanto è quasi una puntata di due ore dello stesso telefilm , ma creata per soddisfare le domande dei fans e per guadagnare qualche soldino in quello che era il periodo di boom di questa serie .

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  26/12/2017 23:01:45
   7½ / 10
A Cannes dove fu presentato per la prima volta fu un fiasco totale di critica e di pubblico. Il tempo lo ha in buona parte rivalutato perchè questo film, oltre ai numerosi rimandi utilizzati nella terza stagione di Twin Peaks, segna una pietra angolare con il proprio cinema, verso un percorso di destrutturazione narrativa già con il succcessivo Lost Highway.
Laura Palmer è un perfetto miscuglio di purezza e dannazione. Figlia di quel provincialismo tutto rose e fiori già piuttosto evidente in Velluto Blu, ma al cui interno si nascondo demoni capaci delle più ferici efferatezze. Fuoco cammina con me tende più a colpire lo spettatore in maniera meno sottile. L'intreccio viene gradualmente messo in secondo piano a favori di sequenze estremamente forti dal punto di vista visivo. E' un Lynch che utilizza la serie, ma allontanandosi da essa. Solo con la terza stagione ci sarà un vero e proprio percorso di ritorno a casa.

Filman  @  22/11/2017 14:02:54
   8½ / 10
I limiti invalicabili e l'idealità di un film tributo, staccato ma componente di un universo a parte come una serie televisiva, sono tutti presenti in TWIN PEAKS: FIRE WALK WITH ME. I limiti invalicabili sono della più comune specie, come l'incapacità di resettare fatti e personaggi, compattandoli al fine di rendere autonomo il film a chi non conosce il background incorporato. Ed è così che protagonisti principali e secondari appaiono e scompaiono, spezzando addirittura la pellicola in due per motivi che non sono narrativi e cinematografici, affidandosi alla preconoscenza dello spettatore. Tuttavia uno dei più importanti tasselli nella filmografia di David Lynch non sarebbe tale senza quelle particolarità non marginali che albergheranno tutte le sue opere seguenti, quei surrealismi sensazionalistici che mettono alla pari il mondo conosciuto da quello ipotizzato e creato dall'autore, a metà strada da il grande e il piccolo, tra la materia e l'energia, presente nei sogni. Non solo Lynch prende la sua opera originaria e ne fa quello che vuole, cambiando i contesti e voltando l'altra faccia della medaglia, quella scevra dalle censure e dai paletti imposti all'allora pubblico televisivo, ma esibisce formalmente e cinematograficamente il succo della serie stessa: la realtà della provincia americana, isolata, piena di criminalità incensurata, degrado umano e turbe psicologiche derivanti da situazioni di cronaca attribuibili ai contesti più socialmente arretrati, il tutto addensato in un formato a metà tra il noir e il dramma.

marcogiannelli  @  15/02/2017 13:09:02
   8½ / 10
Da vedere necessariamente dopo Twin Peaks, ci fa vedere qualcosa che avevamo solo immaginato, approfondendo il recente passato dei personaggi della serie. A tratti anche più allucinante e perverso della serie stessa, al tempo fu bocciato sicuramente perché il pubblico si attendeva di più.

mainoz  @  26/08/2016 06:59:22
   7 / 10
Eccessivo, grottesco, scioccante, malato, perverso, allucinante. Un Twin Peaks in miniatura.Stessi elementi di inquietudine, stesse atmosfere, tanti personaggi della série principale, il grottesco agente Cooper e le telefonate a Daienne, Bob, il nano, il padre geloso della figlia e dei suoi amanti, le visioni...ovvio che devi aver visto obbligatoriamente prima la série per farti un idea del film. Cameo simpatico per David Bowie

sagara89  @  15/08/2016 19:30:03
   6 / 10
Sinceramente mi aspettavo qualcosa di piu'. Giusto qualche informazione aggiuntiva su quello che e' l' immediato passato della serie.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  21/07/2016 15:59:43
   6½ / 10
La serie originale, con film annesso, rappresentarono molto per me negli anni dell'adolescenza. Un seriel tv cosi inquietante e ben fatto non si era mai visto, eravamo abituati a "L'incredibile Hulk", "Chips" e "Happy days"...
Evidentemente anche per Lynch questa serie aveva rappresentato tanto, cosi decide di riportare sullo schermo altre verita' legate a Laura Palmer.
Rispetto alla serie l'assenza piu' evidente, e forse piu' grave, è quella dell'humor, che ammorbidiva la visione.
Per il resto ritengo che sia un film che puo' essere "sopportato" solo dai fan o da chi ha ben in mente la serie originale poiche' nel complesso e' di difficile comprensione.
A mio avviso il personaggio di Laura Palmer, per come viene rappresentato, perde di smalto, diventa una ragazzina drogata e irrequieta alle prese con i suoi fantasmi. Per altro non ottimamente portata in scena dall'attrice in questione.
Nel complesso un lavoro a meta' tra, un tentativo non troppo riuscito di portare smalto ad una serie che non ne aveva certo bisogno e il solito ottimo lavoro di Lynch nel portarci dentro la follia piu' assoluta.

Thorondir  @  26/05/2016 23:30:47
   6 / 10
Forse non l'ho visto così concentrato come faccio di solito con i film, ma è l'unico vero film di Lynch che mi ha lasciato con l'amaro in bocca, probabilmente anche perchè ho amato (e amo) follemente la serie tv. Questo l'ho trovato a tratti forzato e forzatamente criptico, decisamente di difficile lettura per chi non ha visto prima la serie e si ritrova davanti personaggi completamente schizzati e ambigui. Troppo incentrato sulla figura di Laura, tra l'altro un personaggio che appare troppo sopra le righe rispetto a ciò che deriva dalla serie, dove è completamente messo in secondo piano. Manca il tocco magico della serie, maglia un po' di verve a Lynch, ma soprattutto manca quell'urgenza filmica che rendeva i film di Lynch totalmente personali e capaci di esprimere una visione. Quì c'ho visto solo la ripresa di un'idea già espressa, ma un semplice film illustrativo, dove certo non manca il gusto estetico e la solita grandiosa messa in scena.

Goldust  @  23/02/2015 16:44:33
   3½ / 10
Delirante ed incomprensibile atto primo della serie cult Twin Peaks che puzza lontano un miglio di mera e strumentale operazione commerciale. Le atmosfere lugubri montane che ne hanno decretato il successo in tv sono completamente assenti, al pari dell'ironia e delle celebri musiche di Badalamenti ( che fanno timidamente capolino solo in alcuni frangenti della storia ); la bizzarria e la cagnaggine degli attori è purtroppo rimasta. Un obbrobrio di film. La mente di Lynch ed il suo universo macchiettistico restano ancora una volta insondabili.

10 risposte al commento
Ultima risposta 24/02/2015 19.35.34
Visualizza / Rispondi al commento
Crystal_89  @  21/12/2014 18:03:53
   4½ / 10
Un fiasco clamoroso ed inspiegabile, sia dal punto di vista artistico che commerciale. La bellissima serie tv aveva diversi punti di forza: location suggestiva, musiche sempre azzeccate, indagine che mescola il giallo con l'occulto, ironia che affiora quà e là, personaggi interessanti e complessi.
Ad eccezione delle musiche di Badalamenti, tutto il resto è lettaralmente noia. Sintetizzo i difetti:
1) Regia dal taglio televisivo di bassa lega: sembra di guardare una soap opera latino-americana
2) Ritmo lentissimo. E' vero che anche "Twin Peaks" aveva molte pause, ma la mancanza di azione era quasi sempre compensata da sviluppi dei legami personali o da approfondimenti sui personaggi. Non si avverte mai non dico paura, ma nemmento un pò di tensione! E dire che Lynch ne era stato capace nella serie, ma anche in "Strade perdute"
3) Trama essenzialmente vuota ed inutile. Non manca solo il movimento, ma anche un qualsiasi minimo approfondimento che sarebbe stato utile per capire una storia complessa come quella della serie. Questo prequel non introduce nessuna situazione: i personaggi vengono già trovati inseriti nei loro meccanismi. Chi non ha visto la serie non capirà niente, ma anche io ho fatto qualche sforzo per ricordarmi i ruoli dei protagonisti.
4) Mancanza quasi totale dell'occultismo. Bob è giusto una comparsa, così come l'uomo senza braccio. Le visioni oniriche sono ininfluenti e quasi ridicole, messe lì per fare numero.
5) I personaggi, vero punto di forza di "Twin Peaks", sono quì delle macchiette con poca voce in capitolo. Ognuno ha un ruolo limitatissimo, lontano dalla poliedricità vista nella serie. Delude persino Laura Palmer, di cui continuiamo a saperne come prima: perché è entrata in quei brutti giri?

CONCLUSIONE: Un prequel inutile dal punto di vista della trama complessiva della serie: non solo non aggiunge informazioni, limitandosi a presentare fatti più o meno noti in maniera superficiale, confusa e ripetitiva. Anche dal punto di vista dell'intrattenimento è un fiasco: lungo, lento e noioso. Mezzo voto in più solo per le musiche di Badalamenti.

Nic90  @  02/08/2014 14:22:19
   6 / 10
Molto meglio la serie...

GianniArshavin  @  23/02/2014 21:29:59
   6½ / 10
Fuoco cammina con me è una delle opere di Lynch più criticate e contestate,nonostante la recente rivalutazione in positivo. Prequel della serie TV "Twin Peaks",questo film è sicuramente confuso (un po volutamente,un po per dei tagli in fase di produzione) ed adatto prettamente a chi ha già visto il telefilm ma non per questo da buttare e demolire.
La regia di Lynch è quella classica,con scelte cromatiche precise e molto forti,simbolismi disseminati ovunque,una trama intricata e difficile da ricomporre anche per gli appassionati della serie e momenti onirici alternati ad altri inquietanti o "pacati".
La pellicola elimina del tutto l'umorismo del sequel televisivo e ci immerge totalmente nel mondo oscuro e infernale di Laura Palmer,un continuo vortice di sofferenza e perversione dove non può esserci spazio per l'ironia.
Molte scene sono disturbanti e martellanti grazie ad una regia ispirata,attori in parte,fotografia di alto livello e simboli metaforici che continuamente rendono la visione più straniante.
Il ritmo non è elevatissimo e come detto il prodotto potrebbe risultare incomprensibile a chi è a digiuno con "Twin Peaks".
Il cast è quasi quello del serial,con una Sheril Lee tormentata e sensuale che fa la voce grossa nella migliore prova della carriera.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  04/09/2013 22:21:42
   8 / 10
Non siamo ai livelli della serie ma secondo me ci andiamo molto vicino, direi che "Fuoco Cammina Con Me" è davvero tanto, troppo sottovalutato. Probabilmente non era poi così fondamentale, ma è comunque di notevole interesse conoscere ciò che è avvenuto nelle ultime ore di vita di Laura Palmer. E c'è da dire che questo film è molto più inquietante della maggior parte delle pellicole horror in circolazione.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gabe 182  @  15/05/2013 19:07:41
   7 / 10
Non capisco come mai certi voti siano cosi bassi, non mi è sembrata nemmeno una trovata commerciale, e chiaro fin dall'inizio, Fuoco cammina con me non può avere la stessa bellezza e lo stesso fascino di Twin Peaks, nemmeno lontanamente, è un semplice prequel e racconta in maniera drammatica l'ultima settimana di vita della povera Laura Palmer.
Per il resto, il film rispecchia il cinema lynchiano per eccellenza, fortemente visionario, fortemente onirico, inquietante al massimo e molto intricato.
Cade un po nella noia quando si allunga troppo in alcune scene, soprattutto nella seconda parte, dove la vita della povera Palmer cade nell'inferno totale, tra sesso perverso, droga e misteri.
L'attrice Sheril Lee interpreta in maniera magistrale, bravissima, peccato si veda poco l'interprete dell'agente Cooper, Kyle MacLachlan,bellissime anche le musiche e ovviamente la scenografia.
Tutto sommato un Lynch apprezzabile, la storia di Laura Palmer ovviamente sarà ricordata per Twin Peaks, ma fuoco cammina con me è un prequel degno della serie.

GodzillaZ  @  26/04/2013 19:06:50
   7½ / 10
Ho visto da poco l'intera serie di Twin Peaks, davvero bellissima (con qualche calo verso il finale...), e mi sono avvicinato con curiosità a questo prequel.
Mi è piaciuto alla grande, le caratteristiche sono le stesse del telefilm e tipiche di Lynch.
Psicologico, intricato, a tratti inquietante e regala pure qualche brivido.
Non aggiunge nulla alla storia della serie, tanto che molti lo stroncano per la sua presunta inutilità, e credo anche che chi non conosce il telefilm non ci capisca granchè...
L'unico "difetto" è che il mitico Cooper fa solo una piccola parte.

BrundleFly  @  22/03/2013 19:25:53
   6½ / 10
Un prequel di cui non se ne sentiva più di tanto il bisogno e che cerca di ricalcare il successo della serie tv Twin Peaks, ma senza riuscire a ricrearne la magica atmosfera o a riproporne i personaggi di più successo. Alcuni interrogativi vengono a galla, ma in compenso ne vengono aggiunti altri.
Evitabile anche per i fan del telefilm.

Gruppo REDAZIONE amterme63  @  03/02/2013 21:42:02
   7 / 10
Molto probabilmente David Lynch con "Fuoco cammina con me" ha voluto riprendere i temi e le vicende trattate nella serie "Twin Peaks", per rifarli con uno spirito surreale, angosciante e disturbante, simile a quello usato in "Eraserhead".
L'operazione è riuscita però solo a metà. Il problema è la "zavorra" costituita dalle vicende e dalle descrizioni che erano state sviluppate nella serie televisiva. Avendo in mente quello che certi personaggi avrebbero fatto dopo la morte di Laura Palmer, e soprattutto il ritratto caratteriale di quest'ultima venuto fuori come un puzzle durante le indagini, lo spettatore finisce per provare un po' di disagio e smarrimento di fronte alle vicende e ai modi di raccontare di "Fuoco cammina con me".
Prima di tutto Lynch prende subito le distanze dallo stile e dall'ambiente ritratti in "Twin Peaks". La prima parte di "Fuoco cammina con me" (quella con Chris Isaak e Kiefer Sutherland) ne è quasi una parodia. Teresa Banks morta ha una espressione decisamente meno angelica e bella di quella di Laura Palmer. L'ambiente in cui viveva non è certo quello rispettabile e decoroso di Twin Peaks. Lo sceriffo e l'entourage dell'Oregon non sono certo affabili e divertenti come quelli dello stato di Washington. Tutta l'ambientazione è degradata (ricordando un po' "Eraserhead", citato in un paio di scene). Anche lo stile di ripresa tende a deformare gli ambienti, a esprimere angoscia e disagio. Le immagini della morta sono assai più crude. Insomma c'è il contrario dell'edulcorazione a cui la serie televisiva veniva sottoposta.
Questa prima parte è quella più interessante e riuscita del film, proprio perché è quella più originale.
Nella seconda parte invece si fallisce nel dare un ritratto credibile di Laura Palmer. Il sentimentalismo che era stato bandito nella prima parte, qui invece domina e rende incomprensibile e strano (certamente schizofrenico) il comportamento di Laura. Certamente piange troppo, si autocommisera, però allo stesso tempo fa scelte e atti in stridente contrasto con ciò che sente. Sembra quasi che abbia una volontà che non riesce a controllare. Insomma si fa fatica a mettere insieme i due aspetti scissi della sua personalità (quello depravato e voglioso di sesso e quello sentimentale e psicologico). L'attrice che la interpreta era più adatta al ruolo di Meddy che a quello di Laura.
Si aggiunga poi il personaggio di Mike, quello più misterioso e contraddittorio sia della serie che di questo film (non si capiscono per niente le ragioni e i fini del suo comportamento). Pure qui il personaggio della madre di Laura è lasciato troppo ai margini, troppo passivo (non era così nell'episodio pilota).
Il discorso ideologico stesso del film fa un po' acqua. Sembra che Lynch dia credito al dualismo cristiano bene-male, angeli-diavoli (rifugiandosi così nella convenzionalità americana), questo sembrerebbe venir fuori dall'ambiguo finale.
Eppure anche questa seconda parte non è del tutto da buttare via. Ci sono alcune scene molto belle e inquietanti, come quella del quadro con la porta che interagisce con la realtà e finisce per confondersi con essa. Le apparizioni della vecchia con il bambino in cravatta danno un tocco di vertigine destabilizzante, che intriga molto.
Appaiono insomma i primi segni di quelli che saranno i grandi film dell'angoscia e dello scardinamento ("Inland Empire" su tutti).

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  17/01/2013 21:37:30
   10 / 10
"Ma questo vorrei sapere, o fedeli: Atene dove dicono che sorge, in quale luogo del mondo?" (Eschilo - Persiani)

Eccoci arrivati al punto finale di una delle storie più dolorose e difficili e umane che il cinema abbia mai avuto l'ardire di raccontare. Ed è un finale violento, cupo, temibile.
Il mio giudizio non è di certo scevro da implicazioni personali, ho guardato il film con delle simboliche lacrime agli occhi, perché Laura Palmer era il tassello che mi mancava per eleggere quella di Twin Peaks una storia fra quelle che ti penetrano nelle ossa e rimangono per sempre.

"Ma chi, se gridassi, mi udrebbe, dalle schiere degli Angeli?" (Rilke, Elegie Duinesi, I, 1)

Laura entra in un pub che abbiamo conosciuto e conosceremo molto bene e la vediamo piangere disperatamente, poiché ella è la vittima sacrificale. Ave Maria, piena di grazia. Ave Maria, piena di segreti. Il segreto è ciò che contraddistingue la nostra vita di umani. Laura è contemporaneamente tutti e nessuno di noi. E' un capro espiatorio, un personaggio tragico. Innocente, ma colpevole allo stesso tempo. Ma vederla piangere stringerebbe il cuore di chiunque. Lynch ha avuto il merito di raccontare la storia più brutta di tutte, e di averlo fatto con eleganza, rispetto e passione. Questo si chiama essere artisti.

"Ma noi, che abbiamo bisogno di sì grandi misteri - quante volte da lutto sboccia un progresso beato -: POTREMMO mai essere noi, senza i morti?" (I, 89-90)

Farebbe bene a ognuno di noi conoscere una Laura nella nostra vita. Ma a ben pensarci ogni personaggio di Twin Peaks, dalla Log Lady a Bobby Briggs, e forse anche Leland Palmer.

"Supplica ormai non più, o voce che mi sfuggi, oh, che non suoni. Supplica il tuo grido" (VII, 1)

Considero questo uno dei film più belli e dolenti di Lynch, un canto magnifico e immortale. Ogni fotogramma trasuda una tristezza immonda, come se Lynch vedesse davvero quei fantasmi. E' la scena finale quella che ci inonda di una tristezza e di una gioia davvero incommensurabili. Dale e Laura, una mano sulla spalla, uno sguardo di umana pietà. Il nostro. Finalmente Laura piange e ride ("ridevano nel pianto" direbbe Omero), poiché il suo Angelo è finalmente rivelato. La fine è la pace. Twin Peaks ha pagato il suo tributo di sangue. Come può andare avanti la vita ora che Laura è morta? Eppure essa va.

"Ma questo vorrei sapere, o fedeli: Twin Peaks dove dicono che sorge, in quale luogo del mondo?"

4 risposte al commento
Ultima risposta 18/01/2013 19.39.02
Visualizza / Rispondi al commento
-Uskebasi-  @  14/09/2012 15:47:31
   7 / 10
La misteriosa vita di Laura Palmer. La morte. Il resto, è Storia.
Il film inizia con uno degli assurdi personaggi di Lynch qua identificabile in una strana ragazza smorfiosa vestita di rosso. Ancor più strano, e forse senza precedenti per il regista, è vedere che nella scena seguente venga data una spiegazione esauriente a quella altrimenti incomprensibile apparizione.
Poi torna il Lynch che conosco. Si vedono volti di Twin Peaks, non tutti, anche volti sostituiti, si rivede il nano cult, il sempre terrificante Bob, ed altri personaggi che solo lui può creare. Il picco del nonsense è senza dubbio quello di David Bowie.
Un prequel che non mi è diapiaciuto, utile a capire più la complicata anima di Laura. Utile a capire soprattutto, tra le altre cose, che era un puttanone non indifferente.

16 risposte al commento
Ultima risposta 20/09/2012 11.43.27
Visualizza / Rispondi al commento
maitton  @  14/06/2012 23:59:22
   7 / 10
e'incredibile come non riesca mai a trovare le parole quando mi ritrovo a giudicare un film di lynch.
cio'che mi resta, e'una profonda sensazione d'inquietudine.

lukef  @  05/02/2012 13:23:12
   6½ / 10
Senza dubbio originale, questo prequel purtroppo soffre dell'accostamento con la serie e probabilmente non centra a pieno l'obiettivo. Della serie ci sono i personaggi, ma molti protagonisti appaiono sotto una diversa veste o vengono trattati in maniera superficiale (tipo Donna o Cooper). Inoltre l'atmosfera è diversa, molto più sul "disperato" direi.
Ma sarebbe assurdo anche pensarla come un'opera a sè stante visto che sì, senza aver visto il telefilm, si comprenderebbe ugualmente la trama, ma non se ne potrebbero tuttavia cogliere la maggior parte dei riferimenti.
In definitiva il legame c'è e non c'è... e presa da sola questa pellicola risulta essere poco organica ed eccessivamente intrisa di tutte quelle trovate Lynchiane che, spalmate su sole due ore di durata, non trovano un loro spazio adeguato.
Trovo ridicolo dire che addirittura "rovini l'intera serie" (perchè mai?!?) anche se a mio avviso come concentrato non ne è all'altezza. In conclusione particolare, da vedere (magari dopo il telefilm), certo non uno dei migliori di Lynch.

kako  @  10/11/2011 22:45:22
   8 / 10
intrigantissima opera Lynchiana, condita dalle solite parti onirico e da incubo. Mantiene alta l'attenzione per tutto il film e tutto sommato si riesce anche a capire. La regia è ottima come al solito e buone anche le interpretazioni, mi è venuta molta voglia di vedere la serie!

1 risposta al commento
Ultima risposta 13/11/2011 17.43.58
Visualizza / Rispondi al commento
SKULLL  @  03/10/2011 06:21:59
   7 / 10
Io proprio non riesco a non sentirmi invischiato nell'animo tormentato di Laura e a non provare quel miscuglio di attrazione, colpa, orrore...

TheLegend  @  01/08/2011 18:07:01
   7 / 10
Niente a che vedere con la serie,molto meno ironico e più cupo.

7219415  @  12/11/2010 14:31:01
   6 / 10
L'ho guardato subito dopo aver finito la serie televisiva e ci son rimasto davvero male...non all'altezza del telefilm...6 giusto perchè è di Lynch

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Silly  @  21/10/2010 17:12:48
   7½ / 10
Lynch ha realizzato questo film per farmi una cortesia. Ve lo giuro. Lui sapeva della mia ossessione per Laura Palmer e quindi ha pensato bene di illuminare me e tutti gli ossessionati del pianeta sulla storia di Laura.
E io lo ringrazio per questo.
In Fuoco cammina con me ci si inoltra in un mondo allucinante e malato, il mondo di Laura. Che non è certo il mondo di Patty, evidentemente. Questo prequel forse non era necessario. Probabilmente l'insuccesso della pellicola Lynch avrebbe dovuto prevederlo, tenendo conto del punto di vista molto lontano dalla serie Twin Peaks, alla quale il mondo intero si era appassionato. Qui non si respira mai, non c'è ironia, c'è solo un cupo orrore. Inoltre non tutti i dubbi si chiariscono, anzi, Lynch getta benzina sul fuoco. Ma sapete che vi dico? Non me ne importa. Sono d'accordo con Lynch. Forse questo film è stato superfluo, se non addirittura dannoso, ma resta un atto d'amore e pertanto io lo apprezzo.

E poi come urla Sheryl Lee non urla nessuna. Superlativa.

4 risposte al commento
Ultima risposta 22/01/2011 18.48.34
Visualizza / Rispondi al commento
guidox  @  12/09/2010 14:56:38
   5½ / 10
la valutazione bassa che dò a questo film, più che un giudizio assoluto, è un voto in relazione alla serie di Twin Peaks.
questo prequel in realtà non aggiunge granchè alla storia e personalmente l'ho trovato molto deludente.
da Lynch mi sarei aspettato una storia che insinuasse ancor più dubbi, mentre invece i vari avvenimenti non spiegano più di quanto ogni persona che abbia visto la serie potesse già spiegarsi per conto suo, oltretutto senza spremersi le meningi.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  08/09/2010 17:36:44
   7½ / 10
Un prequel inutile che permette a Lynch di sprigionare la sua creatività.
La serie non necessitava di un prequel, semmai di una fine, forse Lynch non voleva darla una fine altrimenti, invece di girare questo, avrebbe girato la fine. Il risultato è un film che può essere apprezzato solo dagli amanti della serie e che comunque non aggiunge nulla.
La pellicola è comunque molto elegante e curata, come tutti i lavori di Lynch. Da vedere per gli amanti della serie.

Invia una mail all'autore del commento Il Cartaio  @  22/08/2010 16:27:22
   4 / 10
I migliori 70 euro spesi in vita mia sono serviti ad acquistare il cofanetto con le due stagioni complete di "I Segreti Di Twin Peaks"; detto questo non vi sarà difficile capire il mio senso di tristezza dopo aver concluso di vedere la serie... senso di tristezza che raddoppia inevitabilmente dopo la visione di "Fuoco Cammina Con Me", un film noioso, inutile e a tratti incomprensibile!!! La serie TV è misteriosa, entusiasmante e coinvolgente, qui invece non si fa altro che ribadire ciò che già tutti sapevano e cioè che la dolce Laura altro non è che una drogata, stupida puttan3lla. Non c'è nient'altro che richiama la serie TV, a parte Laura, Donna e James gli altri personaggi praticamente non esistono, addirittura le ambientazioni differiscono in modo drastico da quelle della serie dove trovavamo una Twin Peaks sempre avvolta in una misteriosa atmosfera dark mentre nel film manco l'ombra. Una delusione fortissima che però da sola non basta ad offuscare lo straordinario fascino creato da una delle migliori serie Tv di sempre. IL CARTAIO

chem84  @  07/07/2010 14:39:44
   8 / 10
Dopo aver finalmente concluso la strepitosa serie, non ho potuto non vedere anche "Fuoco cammina con me", una degna conclusione che poi in verità conclusione non è.
Viene qui dato risalto, grazie all'ottima interpretazione di Sheril Lee, alla figura della misteriosa Laura Palmer, attraverso i tipici deliri Lynchiani, forse ancora più amplificati rispetto alle puntate viste in precedenza. Ciò, unito ad uno scorrere non sempre rapido e fluente, potrebbe far risultare questo film meno intrigante rispetto alla serie, ma le vicende sapientemente ideate durante la serie stessa, fanno sì che anche l'ultima fatica del regista si attesti su livelli molto alti.
Menzioni speciali vanno poi per il sempre ottimo BOB e per la breve comparsa del Duca Bianco.

4 risposte al commento
Ultima risposta 12/07/2010 14.09.22
Visualizza / Rispondi al commento
MarkTheHammer  @  18/06/2010 15:00:17
   5 / 10
La parola che meglio descrive questo film è "delusione".
Tutta la serie televisiva di Twin Peaks è splendida. Questo film annulla totalmente l'atmosfera che ha creato la serie.

Bellissima la colonna sonora, comunque.

Suskis  @  02/03/2010 15:38:40
   8 / 10
Smentisco subito quelli che lo ritengono un film che si possa reggere solo conoscendo la serie tv. Io della serie tv non ho visto una sola puntata, ma questo film per me è fantastico. I personaggi sono notevoli e le atmosfere di Lynch ci sono tutte. La storia tra l'altro è abbastanza comprensibile volendo.
La colonna sonora è un capolavoro (il suo cd l'ho praticamente consumato negli anni).

1 risposta al commento
Ultima risposta 02/03/2010 15.42.51
Visualizza / Rispondi al commento
Libss  @  02/03/2010 14:07:28
   6½ / 10
Non all'altezza della serie: questo è il punto di partenza. Rimangono il fascino visivo, l'atmosfera morbosa ed insinuante, il senso pervadente di mistero: questo c'è tutto e il talento di Lynch lo amplifica ancora di più. Ma tutto è incoerente, manca una vera profondità d'essere. Personaggi che appaiono e scompaiono senza che il loro ingresso significhi qualcosa, spunti presi e messi da parte: quelle che in altri film di Lynch sono delle virtù qui si trasformano in difetti. Peccato che Lara Flynn Boyle non abbia voluto cimentarsi ancora con il personaggio di Dana, la migliore amica di Laura Palmer.

Invia una mail all'autore del commento s0usuke  @  25/01/2010 16:51:07
   6 / 10
Corsa in discesa verso la perdizione che aspetta con braccia aperte rosso fuoco l'adolescente Laura Palmer. Visivamente raffinato non sembra lasciare alcuno scampo alla speranza. Trionfo dei sensi e dei rumori sinistri...musiche da impressione, ma Lynch per tratti sembra forzato, forse stufo di perdere tempo con un prodotto nato per la televisione. La Serie è indubbiamente superiore, ed una pietra miliare del piccolo schermo.

Redrum83  @  15/01/2010 20:25:13
   9 / 10
Io sono - ero uno di quelli che la serie non l'aveva vista, e dopo essere venuto a contatto con "Fuoco cammina con me" sono rimasto colpito al punto tale dal continuare a seguire la vicenda nella serie televisiva; credo che sia questo il percorso giusto da seguire per poter apprezzare in pieno tutta l'opera. Il film è un viaggio ipnotico, onirico e inquietante nella vita di Laura Palmer prima del suo assassinio; Lynch ci proietta in un mondo fatto di perversione e malvagità da cui non si fa ritorno... personalmente le sue "sfuriate metaforiche" e le allucinazioni visive dei suoi personaggi mi fanno impazzire - e sono anche le cose che apprezzo di più della serie televisiva... gli episodi girati da lui sono nettamente i migliori - le musiche di Badalamenti sono maestose e l'attrice Sheryl Lee, che nella serie rimane un po' nell'ombra, qui sfodera una performance da applausi a scena aperta, riuscendo a cogliere ogni sfumatura di un personaggio molto complesso. Mi ha sorpreso di primo impatto vedere una media voto così bassa, ma poi ho capito visto che la serie tv è uscita prima del film in questione... ripeto "Fuoco cammina con me" è a mio avviso un grande film ma è consigliato a chi non ha visto ancora la serie di Twin Peaks, come "antipasto" va più che bene.

Lory_noir  @  06/11/2009 18:19:11
   7 / 10
Purtroppo non ho visto la serie e forse non ho potuto godermi questo film al massimo ma sono rimasto comunque affascinato dal classico stile Lynch. Secondo me però l'identità dell'assassino si doveva capire alla fine, invece si capisce abbastanza presto. Inquietante.

2 risposte al commento
Ultima risposta 23/11/2009 15.16.32
Visualizza / Rispondi al commento
Nokturnia  @  14/08/2009 00:17:55
   8 / 10
mi è piaciuto parecchio, lo trovo in linea con gli episodi, si respira la stessa aria malata e omertosa

Invia una mail all'autore del commento Mr Mandarino  @  25/07/2009 15:17:37
   3½ / 10
Quello che aggiunge al telefilm non vale le due ore di durata.
Si perde tutto quello che era la serie, per dare spazio (a parte i 15 minuti iniziali e i 15 finali) ad uno stracciamento di maroni di quelli che sono stati i giorni di Laura Palmer prima del suo omicidio, di cui avremmo fatto anche a meno.
Diciamo che l'unica cosa interessante è il fatto che si capisce un po' meglio (beh, si capisce... qualcosina l'ho cercata in internet) chi sono i vari Bob, Mike, il nano, eccetera.

P.S. Da quand'è che Chris Isaak recita?

2 risposte al commento
Ultima risposta 06/02/2010 15.14.57
Visualizza / Rispondi al commento
bulldog  @  16/07/2009 16:25:47
   7 / 10
Non all'altezza della serie.

l'ispanico94  @  14/07/2009 20:46:51
   9 / 10
un film molto bello da non perdere.
la scena secondo me piu bella e quando cooper si smarrisce .

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  11/07/2009 00:26:15
   8 / 10
Non il miglior Lynch,ma di certo questo film dà il via ad un nuovo percorso del Maestro.Ingiustamente sottovalutato e maltrattato dai più come squallida operazione commerciale,in realtà questo film non ha assolutamente nulla di commerciale,le atmosfere si allontanano da quelle della serie tv e diventano più cupe,più disperate.La prima mezz'ora è un elogio della decostruzione di una trama,completa follia lynchiana.Poi il film prende una strada diversa e ci vengono mostrati gli ultimi 7 giorni di vita di Laura Palmer,una bravissima Sheryl Lee.Fuoco cammina con me non dà spazio all'ironia e l'humor nero che si era soliti apprezzare in Twin Peaks.In un certo senso,quest'opera di Lynch non sembrerebbe avere molto a che fare con la serie tv,con le sue atmosfere,ma solo apparentemente.Infatti Lynch ci mostra semplicemente un anima ormai condannata,Laura,una ragazza dal volto angelico ma da un anima divisa.Da notare un piccolo ruolo anche per David Bowie nel ruolo del misterioso Philip Jeffries.Bella quanto corta anche l'interpretazion di Chris Isaak nel ruolo dell'agente Desmond.Il ruolo dell'agente Cooper è qui secondario risptto alla serie tv,e di certo molti saranno scontenti di sapere che questo film è un prequel e nn un seguito della splendida e innovativa serie tv.Ma in un film di Lynch non esistono passato e futuro come li conosciamo e forse,guardando bene,riusciremmo anche a indovinare la sorte dell'agente Cooper.Grande Badalamenti,qui molto jazz.Il flm resta comunque molto pesante in alcune scene che sono veramante lente,in effetti,e a tratti potrebbe sembrare discontinuo.Per me un film che pur non somigliandole,non ha niente da invidiare ala serie tv.Da guardare ma soprattuto da rivalutare

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

3 risposte al commento
Ultima risposta 11/10/2014 17.15.12
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gatsu  @  11/06/2009 11:46:25
   4 / 10
Accozzaglia di roba confusa e non alla maniera di Lynch che così facendo ha rischiato di rovinare anche la serie tv. Un film che non mi è mai andato giù. Forzato e anche in modo evidente.

JOKER1926  @  14/05/2009 20:46:16
   5 / 10
"Fuoco cammina con me" è con molte probabilità uno dei peggiori film del Maestro Lynch; il regista formula un progetto vago e dispersivo; pellicola poco "incisiva" e con pochissima suspence, il ritmo basso penalizza enormemente il tutto.

"Fuoco cammina con me" è una astutissima mossa commerciale del regista, a Mio avviso tale film è un pasticcio di idee incompiute e impossibili intersecate nella disperazione della protagonista principale, insomma il Maestro in questo frangente non riesce a idealizzare una dinamica precisa e scivola squallidamente in passaggi (indubbiamente suggestivi) irritanti e vuoti.
Inoltre anche sul piano tecnico Denoto delle pecche, innanzitutto la fotografia e molto comune, poco curata; gli attori non sono grandiosi e (come accennato) il ritmo non è incalzante (in un film di 120 minuti il ritmo deve essere prettamente incalzante altrimenti la noia è pressoché inevitabile).
Da segnare positivamente le musiche, dunque complimenti vivissimi a Badalamenti.

David Lynch con "Fuoco cammina con me" non riesce mai ad appassionare lo spettatore, troppi passaggi vuoti e noiosi; il film pecca, in alcuni frangenti, di particolarità e di carisma; generalmente i prodotti di Lynch restano impressi nella mente (ed è inutile citare i vari Capolavori come "M.Drive", "Strade perdute"…) ma in questo caso, dopo la visione del film, rimane davvero pochissimo; in pratica non ci sono sequenze di tensione, non ci sono scene inquietanti e suggestive (se, ad esempio, escludiamo quelle finali nella loggia), si salvano solo determinati protagonisti come il bambino mascherato.
Le trovate del Maestro sono poche, ma comunque aumentano maledettamente le positività del film; Segnalo dunque la sequenza della registrazione (inquietante) che svolge magistrali funzioni metaforiche nella "sfera" spazio/tempo con il personaggio "ingabbiato" nella camera e il quadro della dimensione che apre strade concettuali e vortici di paura primordiale nell'animo dello spettatore… Ecco tutto, purtroppo oltre questi bellissimi pregi il film è poco convincente.

La storia introdotta da Lynch è un po' troppo "banale" (se paragonata alle altre del regista); comunque il disegno concettuale del regista si basa su teorie e astrazioni prettamente sessuali, da segnalare il movimento concettuale investito da Bob (sul piano cinematografico non curata, quasi mediocre l'icona di questo protagonista ) che sdoppiato in una doppia personalità turberà l'animo della protagonista; il disegno teoretico del Maestro è basato su un viaggio allucinante negli inferi dell'intelletto sublimato e allo stesso tempo declassato in concezioni dimensionali vaghe ed inquietanti (essenziale il richiamo dello specchio), la protagonista "viaggia" in una struttura temporale e spaziale pressoché indecifrabile e alla fine dell'apoteosi si ritroverà sorvegliata da un angelo e dal detective; da questo momento si aprono nuove strade dottrinali.

"Fuoco cammina con me" è dunque un mezzo "flop" del Maestro, la prolissa introduzione dei personaggi (confusionale ed evitabile), il quasi sistematico richiamo simbolico/metaforico indirizza (spesse volte) tale prodotto sui "binari" della prevedibilità.
Lynch (come i suoi film) penetra ( in questo caso) clamorosamente in un vortice di mediocrità, tale insoddisfacente prodotto comunque sarà surclassato dalle seguenti vere "perle" dottrinali del Maestro…

Gruppo COLLABORATORI maxpayne230  @  07/05/2009 21:50:10
   8½ / 10
Erotico, visionario, angosciante, terrificante. Eh sì. Questo film ci stava proprio. Dopo lo spiazzante finale inconcluso di Twin Peaks, Lynch decide di riprovarci di nuovo e di ritornare insieme a noi a Twin Peaks. Obiettivo centrato? Quasi. Da un lato, Lynch vorrebbe farci felici e dirci tutto su quello che successe a Twin Peaks e dintorni. Ma dall'altro lato non può fare a meno di raccontare la storia usando i propri modi assurdi, visionari. Il problema è che dove in ERASERHEAD l'intero comparto di visioni pazzesche era assolutamente accettabile, in FCCM a tratti la cosa diventa quasi irritante. Si vorrebbe seguire la storia in maniera normale e lineare, a tratti è così ma tratti non lo è, tra crema di mais e cavalli bianchi in camera da letto , e mette a dura prova lo spettatore.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Un consiglio? Stringete i denti, ne vale davvero la pena. E' vero comincia lento. E' vero la prima scena dell'agente Cooper è assurda

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER ma il film è un continuo crescendo, e migliora di minuto in minuto fino al candido finale. Sheryl Lee dimostra che non solo un personaggio può essere il nucleo intero di una serie, nonostante non appaia mai in vita, ma da anche prova di qualità recitative ottime e così è anche per
MacLachlan (a chi non è scesa una lacrimuccia quando è entrato in scena?) e Wise. Lynch conosce molto bene le proprie tecniche e decide con poche scene lo stato d'animo da trasmettere allo spettatore (Vedere finale). Davvero sorprendente.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

alesfaer  @  16/03/2009 21:35:50
   2 / 10
noioso, a tratti incomprensibile. si fa fatica a superare la mezzora di visione. molto lento. attori che sembrano automi.
bah...almeno nonostante sia un film di lynch nn è nella top 25.

paride_86  @  16/03/2009 16:20:20
   8 / 10
Si tratta del prequel di Twin Peaks, interamente dedicato all'ultima settimana di vita di Laura Palmer, famosissima ragazza di cui finora si era soltanto sentito parlare e che adesso, grazie a questo film, si prende la "rivincita" partecipando da protagonista alla sua storia.
Il film è lynchiano nel senso più stretto: metaforico, simbolico, inquietante e misterioso; mi è dispiaciuto molto per l'attrice che interpretava Donna, che rifiutò di girarlo: pur se ben rimpiazzata, allo spettatore affezionato della serie rimane sempre l'amaro in bocca quando cambia la faccia di uno dei personaggi.
"Fuoco cammina con me" mi è piaciuto tantissimo, soprattutto per l'approfondimento psicologico e (melo)drammatico fatto sul personaggio di Laura Palmer, interpretata da una bravissima Sheryl Lee; certamente non può essere un film a se stante e dipenderà sempre dalla serie. Io consiglio di vederlo subito dopo la prima stagione di Twin Peaks, soprattutto per il modo in cui viene rivelata l'identità dell'assassino: mentre in "Fuoco cammina con me" la rivelazione è inquietante e disturbante, nella seconda stagione di Twin Peaks il modo in cui si scopre l'identità dell'assassino è orribile, al limite della barbara banalità televisiva.

VikCrow  @  07/03/2009 13:24:48
   7 / 10
Adoro "Twin Peaks", ma in questo prequel, troppe parti sono sconnesse e non si ricollegano bene con la trama della serie TV. Se considerato come film a se stante, meriterebbe un 8 pieno.

heartbreaker  @  28/01/2009 21:40:36
   7½ / 10
Il prequel di Twin Peaks è un film folle e visionario. Per l'occasione quasi tutti gli attori sono tornati sul set ancora una volta per resuscitare il mito di Twin Peaks e per collegarlo con quanto avvenuto prima della morte di Laura Palmer (l'omicidio di Teresa Banks).

Agli amanti della serie tv il film non dispiacerà anche se, francamente, poteva essere fatto molto meglio. A tratti il film è lento ed eccessivamente visionario (questa "visionarietà" a tratti è fastidiosa). A suo tempo fu bastonato dalla critica che, obiettivamente, non aveva tutti i torti.

Ma questo film è comunque importante per la filmografia di Lynch, dopo questo lavoro infatti Lynch cambierà modo di fare cinema, concentrandosi più sulle sensazioni e meno sulla sceneggiatura. Ma questa è un'altra storia.

Un must per i fans della serie, una perdita di tempo per chi non conosce Twin Peaks.

Bestiolina  @  31/10/2008 15:52:51
   7 / 10
Buona parte del voto è determinata dall'affetto per Twin Peaks, che a mio avviso resta uno dei telefilm più affascinanti di sempre (almeno la prima stagione). Nel complesso non chiarisce molti dubbi che ci aveva lasciato la serie televisiva e, se possibile, ne aggiunge di nuovi. Inquietante in molti punti, a tratti malinconico, va visto rigorosamente dopo aver visto Twin Peaks.

Drugo.91  @  30/10/2008 20:26:24
   8 / 10
come fan di Twin Peaks non poteva non piacermi..

Developer  @  13/10/2008 21:15:18
   8½ / 10
Ritengo questo film sottovalutato.

La prima parte è formidabile. Eccezionale l'uso della musica jazzistica di sottofondo, costantemente presente per diversi minuti.

Fastidiose le scene di "collegamento" con la serie TV, ad esempio


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Bellissime le scene riguardanti la Loggia. In parecchie scene è più pauroso di un film di paura!

Nella parte finale - quando entra in scena l'assassino, per intendersi - diventa Meraviglioso, Affascinante, Capolavoro.

In conclusione: peccato per alcuni punti deboli nella parte centrale, ma resta un ottimo film in perfetto stile Lynch.

lupin 3  @  18/08/2008 22:50:20
   10 / 10
Visto dopo twin peaks...
Altro capolavoro di David Lynch.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  01/07/2008 22:12:18
   7½ / 10
Non è affatto una porcheria, anzi, secondo me non attacca minimamente il fascino del bellissimo serial Twin Peaks. Uno stile tutto alla David Lynch, con musiche stupende tutte alla Badalamenti.
Molte volte angoscioso. E secondo me non è così incomprensibile come dicono alcuni.
Solo una cosa:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Da vedere per chi adora Twin Peaks, meglio dopo aver visto la serie.
Sono ancora sconvolto per la fine

Invia una mail all'autore del commento BIONDO  @  23/05/2008 15:33:56
   10 / 10
faccio rientrare il film nella serie twin peaks,effettivamente ne fa parte,quindi meno di 10 non posso dare,è in linea con la serie solo meno ironico ma visionario e bellissimo.

marfsime  @  11/04/2008 14:32:50
   8 / 10
Sicuramente un ottimo film..ma essendo un prequel di Twin Peaks se non si è vista la serie dice sicuramente poco. In pratica si narrano i giorni prima della morte di Laura Palmer..la sua vita sregolata..il suo angoscioso dramma interno e le sue inquietudini. Il dispiacere più grande è che la migliore serie fantascientifica della storia sia stata troncata di netto senza fornire ulteriori spiegazioni e senza farci vedere cosa sarebbe accaduto dopo l'ultima puntata della seconda serie..un vero peccato che Twin Peaks sia salito alla ribalta tanto velocemente quanto la sua caduta.

Voto:8

Theredroom  @  01/04/2008 00:59:32
   8½ / 10
questo film è sempre stato ingiustamente sottovalutato, quasi snobbato, basta vedere la media voti bassina che ha anche in questo spazio di commenti, in realtà ci troviamo di fronte ad un film strabordante, allucinante, cupo, quasi sciamanico, la nemesi di tutti i filmettini "FAMOSE Dò RISATELLE IN COMPANIA" e di baci perugina di Moccia. Fire walks with me è un film angosciosamente poetico, romantico, depressivo ed evocativo. A chi parla di pastrocchio inconcludente: poveri voi, Lynch va per significanti e mai per significati, l'esplosione simbolica del televisore ad inizio film è un monito a chi si appresta a tuffarsi nelle 2 ore di questo enigmatico ed oscuro film, bisogna mettere in moto il cervellino, il simbolismo gioca un ruolo determinante, tanti sono gli esempi (mi rivolgo ai più smaliziati in fatto di cultura) a proposito ad esempio della congiunzione Giove-Saturno, della passione di Lynch per l'ufologia e del tempo al contrario della "dimensione loggesca", della storiella a proposito di Lucifero/Mallona, simbolo del male e decimo pianeta fatto di antimateria che ruota al contrario, un rimando alla visione dell'aldilà dello sciamanesimo, è anche una cosa che lynch riprende nei suoi ultimi e più visionari film, Strade perdute, Mulholland e INLAND EMPIRE, ovvero il tempo non lineare, dato che il tempo cronos in realtà NON ESISTE (legge fisica, ne parla molto bene Bergson), esiste invece il tempo aion, il tempo aion sarebbe l’immediato attimo presente in cui si vive il tempo cronos, è l’epoca temporale che forma il presente vissuto, cioè che il tempo della loggia non segue le stesse regole del tempo normale: Annie quando compare, prima della vicenda narra già quello che succederà nel finale, Cooper si vede più anziano in sogno, poi entra nella loggia tempo dopo e Laura gli dice che si vedranno tra venticinque anni, per me i rimandi al tempo non-lineare, ai labirinti oscuri, ai sortilegi e a ragazze in un baratro senza uscita di INLAND EMPIRE trovano una sincera pre-testimonianza in FWWM. E poi vogliamo parlare della prima mezzora del film? quanto di più surreale il cinema abbia mai mostrato? e del delirante quanto fiabesco finale?metto 8 e mezzo solo perchè Lynch ha fatto film migliori di questo che si meritano, loro si, 10.

Invia una mail all'autore del commento wega  @  30/03/2008 15:11:18
   6 / 10
Se penso alla magnifica prima parte, addirittura divertente come non troppo spesso accade, dove l'arte surrealista di Lynch (da notare la rosa azzurra su sfondo rosso collegata alle rose rosse su sfondo azzurro di "Velluto blu") mi faceva ben sperare sull'andamento di questo film, peccato per tutto ciò che è avvenuto dopo.
Sull'onda del pessimo "Cuore selvaggio" un'altra sfilata di castronerie varie, compresi i rossetti sulle facce estesi a macchia d'olio, orribili, anche se l'ho trovato comunque superiore al suo film precedente.
A Badalamenti la responsabilità di salvare tutto quanto.

3 risposte al commento
Ultima risposta 28/06/2008 22.32.17
Visualizza / Rispondi al commento
sbrudlon  @  24/03/2008 16:29:39
   6 / 10
per uno che non conosce twin peaks risulta difficile capire sino in fondo sto film. twin peaks è amio avviso la miglior serie televisiva di sempre(tenendo conto che è del 1990 e un genere innovativo per quei tempi), ma a questo film manca qualcosina, è bello rivedere quasi tutti i personaggi della serie, ma certe parti potevano essere approfondite meglio

Gruppo COLLABORATORI Zero00  @  10/03/2008 17:14:27
   6½ / 10
Il film che meno mi è piaciuto di Lynch, dopo Dune. All'inizio pensavo fosse stata solo una manovra commerciale, quella del regista. Poi mi sono reso conto che i toni di Fuoco Cammina con me sono molto diversi da quelli del serial di cui e prequel: dal film scompare completamente l'ironia che caratterizzava TP, i personaggi grotteschi del telefilm, i motivi più caratterizzanti. Un film cupo, doloroso, che punta i fari su quello che in TP era stato messo da parte, voltamente accennato. Tutto questo non può che scontentare lo spettatore medio che per due stagioni a seguito le avventure in tv.

Escludendo quindi le motivazioni commerciali (che forse erano solo della produzione), concentro l'attenzione su fotografia e scelte stilistiche (e su questo nulla da eccepire).
Cerco allora di ricostruire un po' il senso della storia, tramite indizi vari raccolti qua e là, ma i tasselli che mancano sono troppi. Poco male, mi dico, è un film di Lynch. Ma qualcosa che non va c'è: questo film è incomprensibile se non si è visto la serie televisiva, con toni e atmosfere così diverse da da allontanare molti possibili spettatori (alcuni riferimenti a TP sono stati persino tagliati, quindi film e telefilm risultavano legati a filo doppio) e non solo i misteri rimangono tanti, ma aumentano in maniera esponenziale.

Non è un brutto film, io personalmente gli do 6 e 1/2. Quello che mi lascia dubbioso è che sembra che Lynch si prenda un po' troppo sul serio.

Vedi recensione

darko.romanov  @  20/01/2008 15:32:57
   4 / 10
Faccio lo sforzo, cerco di immaginare che il film l'abbia fatto un regista emergente o qualcuno comunque con un curriculum quasi in bianco, e penso che gli darei un 6 e mezzo, perchè capisco l'intento ma il film resta al di sotto di quelle che potevano essere le possibilità.

Poi finisce il gioco e devo ricordarmi che questa scoreggia l'ha fatta David Lynch e allora non posso far finta di nulla, non posso dimenticare ciò di cui è capace e il voto scende, scende parecchio. Molto al di sotto della sufficenza. Avrei preferito non vederlo, mi è sembrata, giuro, la parodia da ridere di Twin Peaks.

everyray  @  31/12/2007 04:45:21
   8 / 10
film da vedere se si è seguito per lo meno Twin Peaks,la serie televisiva più incredibile mai trasmessa....grande David Lynch,mai banale

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  26/12/2007 19:05:08
   4 / 10
Pessima operazione commerciale sull'onda del successo della famosa serie televisiva....la pellicola parte bene per poi crollare sotto i colpi di una noia incontrollabile:lento,a tratti incomprensibile e minato dall'egocentrismo di un Lynch qui ai minimi storici,il film gira a vuoto snocciolando avvenimenti gia'ben ricostruiti nel corso della prima serie.
Non manca qualche sequenza ben costruita,ma nel complesso e'un film inutile e soprattutto trascurabile anche dai fan piu'accaniti.

Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  04/12/2007 00:33:13
   5 / 10
Inutile porcheria che peraltro riesce nel difficile compito di rovinare pure gran parte del fascino di quel capolavoro della serie di twin peaks.
Peccato.

doppiak  @  12/11/2007 12:27:03
   5 / 10
da evitare... almeno uno immaginava come fossero successe le cose. con questo film nn c'è più spazio alla fantasia..

Daddy90  @  16/10/2007 20:07:30
   7½ / 10
e bello si, ma se non hai visto la serie tv sei fregato e passi poco più di due ore a non capire di che si parla!

Invia una mail all'autore del commento Andrix84  @  30/08/2007 16:50:30
   7½ / 10
Bello,ma può vederlo solo chi ha seguto l'intera serie di Twin Peaks!Alcune scene mettono i brividi!

sweetyy  @  17/08/2007 18:53:04
   4 / 10
Scialbo e, per molti tratti assolutamente deludente, prequel della serie di Twin Peaks.
Penso sia uno dei peggiori film di Lynch.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR kubrickforever  @  15/08/2007 18:32:19
   5 / 10
Non mi ha convinto proprio per niente. Non spiega praticamente nulla di nuovo sull'omicidio di Laura Palmer. Il finale della serie rimane dunque un mistero. L'unica nota positiva è la buona prova di Sheril Lee, per il resto il film è caratterizzato da un ritmo abbastanza blando privo di qualsiasi colpo di scena. Mi spiace, perchè adoro i film di Lynch, ma questo "Fire Walk with Me" mi ha abbastanza deluso.

jess  @  04/07/2007 08:18:20
   1 / 10
Il peggior film della mia vita

1 risposta al commento
Ultima risposta 31/07/2007 22.46.55
Visualizza / Rispondi al commento
Fede dea  @  30/05/2007 08:19:51
   8 / 10
La prima cosa che posso dire (e ricordare) di questo film è che nel '92 non mi fecero entrare al cinema (seppur accompagnato da mio papà) perchè all'epoca avevo 13 anni ed il film era VM 14 ._.
In ogni caso questo fatto sarà per me sempre un motivo di vanto per dire che già a 10 anni (i tempi del telefilm in tv) adoravo alla follia il cinema di Lynch (e di conseguenza d'autore) (anche se all'epoca differenziavo poco il significato in se di certa cinematografia).
Sinceramente, anni dopo quando lo vidi in VHS, lo apprezzai tantissimo e fui folgorato da un "prequel" di tale spessore. Non mi ero mai avvicinato alla filmografia di un maestro (d'altronde a 15-16 è comprensibile, no?) e fu proprio con questo lungometraggio che iniziai però a farmi un'idea tra cinema di qualità e cinema commerciale. Ecco dunque giustificato il mio voto eccellente. Ma non solo. Reputo infatti "Fuoco cammina con me" una grandissima prova di Lynch; fedele al serial tv e soprattutto ricco di trovate, inquadrature, sequenze e sceneggiatura molto affascinante nel suo insieme.
Non capisco perchè la critica all'epoca lo visse con molto scetticismo (per non dire che proprio lo bocciò nella sua totalità) ed ancor piu' difficile è capacitarmi del perchè una buona parte dei fans di "Twin Peaks" fu concorde con essa.
Io lo trovo semplicemente splendido; straripante di phatos e d'atmosfera lisergica nella sua semplicità/complessità. A mio avviso accontenta tutti: spiega il perchè e il per come dell'intera vicenda (per gli spettatori medi che ricercano quello da un film/serial tv) e regala nuovi stimoli, dubbi, allucinazioni per i cinofili piu' ambiziosi, ovvero coloro che invece hanno sempre vissuto Lynch come "un'esperienza" prima ancora che come una semplice visione.
Comunque sia merita. La regia è tecnicamente impeccabile e le musiche... beh... non penso che nessuno scorderà mai la colonna sonora. Ecco, dopo i primi 46 minuti di film quando parte la canzone/colonna sonora dell'intera serie... beh, è da brividi.
Infine è splendido il cameo di David Bowie. Inquietante come pochi.
In conclusione: film emozionante anche per chi non ha mai visto neanche una puntata di "Twin Peaks". Per i fans invece è imperdibile a prescindere. E non è poco...

1 risposta al commento
Ultima risposta 30/05/2007 12.48.56
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento klod1011  @  07/05/2007 12:03:58
   7 / 10
Mi piacciono i film intrisi di mistero e con incastri impossibili ma alla fine secondo me deve essere tutto risolto sennò non capisco niente.
Vale la pena vederlo perchè descriverlo è impossibile.

macinazzi  @  04/05/2007 19:38:55
   6 / 10
sufficienza stiracchiata perchè ogni cosa che mi ricorda minimamente twin peaks merita applausi.qui c'è uno fioco battere di mani da parte mia...decisamente un lavoro mediocre;scontati per chi ha visto twin peaks tanto la trama quanto il finale.mi aspettavo qualche sorpresina e magari qualcosa che mi chiarisse il finale della serie televisiva....ma lynch ha pensato di chiudere con un sorriso tra laura e cooper...e le lacrime di chi come me ha visto twin peaks esa che non ci potrà essere un seguito.peccato

ely80  @  05/04/2007 14:25:18
   6½ / 10
Film cupo e di difficile comprensione in cui ritorna preponderante l'elemento onirico e visionario di Lynch. Di difficile interpretazione anche per chi conosca la famosa serie (della quale costituisce il prequel), "Fuoco cammina con me" lascia aperti molti interrogativi e non convince del tutto.

Invia una mail all'autore del commento angel__  @  25/02/2007 02:18:06
   9 / 10
troppo spesso è stato bollato come un prodotto studiato a tavolino,per fare soldi al botteghino sulla scia del successo ottenuto dal serial,a parer mio si tratta di un'opera indispensabile per penetrare i misteri in cui il telefilm ci ha fatto entrare,realizzato con grande maestria di regia e script,grandi attori,e contiene tutti gli elementi onirici e inquietanti del cinema di lynch. il viso urlante e straziato di sheril lee sicuramente ha impressionato molti di noi,cosi' come la presenza demoniaca bob-signor palmer. per chi lo avesse sottovalutato, consiglierei di riprenderlo e riguardarlo.si tratta di un film tremendamente triste e disturbante, il prequel di quello che è forse è stato il fenomeno televisivo più eclatante di sempre,data la complessità dei contenuti,la magia e il noir. solo un genio come lynch poteva creare una dimensione così realistica e terrificante allo stesso tempo come quella di twin peaks. dimenticavo,badalamenti è al suo meglio.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  23/02/2007 09:24:39
   6½ / 10
Lynch ha il merito di aver dato l'avvio (magari non sara' stato il primo ma è il primo che io ricordo) al prequel, cosa che oggi sembra andare parecchio di moda. Infatti "Fuoco cammina con me!" racconta gli eventi che avrebbero generato la fortunata serie tv "Twin Peaks".
Devo ammettere che questo film parte in modo magnetico, originale, con ironia e humor nero per poi perdersi nella seconda parte in una perversione grottesca che delinea la discesa agli inferi della giovane Laura Palmer.
Devo ammettere che questa pellicola mi ha risolto qualche dubbio rimasto dalla visione di Twin Peaks di qualche annetto fa! Spero che il volto di Laura Palmer che sbuca dal sacco di cellophane plastificato non tormenti più le mie notti!!!
C. Isaak nella prima parte è superlativo, ma il mio affetto va' naturalmente a Kyle MacLachlan ;)
Di sicuro Lynch non firma il suo capolavoro, ma nel complesso non è male.

lesaripresa  @  03/01/2007 15:31:57
   6 / 10
niente di che questo film!!...linch ha fatto moooolto di meglio!
da vedere se avete visto twin peaks...se no è un casino!!!!!!!

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

45 seconds of laughter47 meters down: uncaged5 e' il numero perfettoa herdadea mano disarmataa sonabout endlessnessadults in the roomall this victoryalla corte di ruth - rgbamerican animalsamerican skinandrey tarkovskji. a cinema prayerangry birds 2 - nemici amici per sempreannabelle 3
 NEW
antropocene - l'epoca umanaapollo 11aquaslasharab bluesarrivederci professoreatlantis (2019)attacco al potere 3 - angel has fallenbaby gang (2019)babyteethballoonbarnbeautiful boy (2018)beyond the beach: the hell and the hopebirba - micio combinaguaiblanco en blancoblinded by the light - travolto dalla musicablue my mind - il segreto dei miei anniboia, maschere, segreti: l'horror italiano degli anni sessantabombay rosebring the soul: the movie
 NEW
burning - l'amore bruciaburning canecarmen y lola
 NEW
c'era una volta a... hollywoodcercando valentinacharlie says - charlie dicechiara ferragni - unpostedchristo - walking on watercitizen kcitizen rosicity hunter - private eyesclimax (2018)colectivcorpus christicrawl - intrappolatidaitonadelphinedi tutti i coloridiamantino - il calciatore piu' forte del mondodicktatorship - fallo e basta!dolcissimedomino (2019)due amici (2019)e poi c'e' katherine
 NEW
eat local - a cena con i vampiriedison - l'uomo che illumino' il mondoeffetto dominoel principeelectric swanemaemilio vedova. dalla parte del naufragioescape plan 3 - l'ultima sfidafast & furious - hobbs & shawfellini fine maifiebre australfiore gemellofulci for fakegenitori quasi perfettigiants being lonelygive up the ghostgloria mundigodzilla ii - king of the monstersgoldstonegretaguest of honourhava, maryam, ayeshahotel artemishouse of cardini diari di angela - noi due cineasti. capitolo secondo
 NEW
i migliori anni della nostra vita (2019)i morti non muoiono
 NEW
il colpo del caneil criminaleil flauto magico di piazza vittorioil grande saltoil mostro di st. pauliil pianeta in mareil prigionieroil re leone (2019)il regnoil signor diavoloil sindaco del rione sanitàil varcoin fabricit: capitolo 2juliet, nakedjust 6.5kinkingdom comela bambola assassina (2019)la fattoria dei nostri sognila legge degli spazi bianchila lloronala mafia non e' piu' quella di una voltala mia vita con john f. donovanla piccola bossla prima vacanza non si scorda maila rivincita delle sfigatela verita' (2019)la vita invisibile di euridice gusmaol'amour flou - come separarsi e restare amicil'angelo del criminele coup des larmesles chevaux voyageurslife as a b-movie: piero vivarellilingua francal'ospite - un viaggio sui divani degli altrilucania - terra sangue e magial'ultima orama (2019)mademoisellemadre (2019)marriage storymartin edenmaryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmen in black: internationalmes jours de gloiremidsommar - il villaggio dei dannatimio fratello rincorre i dinosaurimoffiemondo sexymosulnever just a dream: stanley kubrick and eyes wide shutnevermindneviano.7 cherry lanepallottole in liberta'parthenonpasspartu': operazione doppiozeropelican bloodpets 2: vita da animaliphotographpolaroidpop black postapowidoki - il ritratto negatoprimula rossapsychosiaquel giorno d'estateraccolto amarorapina a stoccolmarare beastsrealmsred sea divingrestiamo amicirevenirrialtorocketmanroqaia
 NEW
rosa (2019)sabbiasanctorumsaturday fictionscalesscherza con i fantise c'e' un aldila' sono fottuto: vita e cinema di claudio caligarisebergselfie
 NEW
selfie di famigliaserenity (2019)seules les betessh_t happensshadow of watershelter: addio all'edensir - cenerentola a mumbaiskate kitchensolesoledadspider-man: far from homestate funeralstrange but truestuber - autista d'assaltosubmergencesupereroi senza superpoteriteen spirit - a un passo dal sognotesnotathe boy 2the burnt orange heresythe deepthe diverthe elevatorthe great green wallthe king (2019)the kingmakerthe laundromatthe lodgethe long walkthe mirror and the rascalthe nest (il nido)the painted birdthe perfect candidatethe quake - il terremoto del secolothe rider - il sogno di un cowboythe scarecrowsthey say nothing stays the sameti presento patricktolkientony driver
 NEW
torino nera (2019)toy story 4tutta un'altra vitaun monde plus granduna famiglia al tappetoverdictvita segreta di maria capassovox luxwaiting for the barbarianswake up - il risvegliowasp networkwelcome home (2019)wolf call - minaccia in alto marewomanx-men: dark phoenixyou will die at 20zerozerozero - stagione 1zumiriki

991957 commenti su 41971 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net