forza maggiore regia di Ruben Ístlund Svezia 2014
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

forza maggiore (2014)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film FORZA MAGGIORE

Titolo Originale: FORCE MAJEURE

RegiaRuben Ístlund

InterpretiLisa Loven Kongsli, Johannes Kuhnke, Clara Wettergren, Vincent Wettergren, Brady Corbet, Kristofer Hivju, Fanni Metelius, Karin Myrenberg, Johannes Moustos

Durata: h 1.58
NazionalitàSvezia 2014
Generedrammatico
Al cinema nel Maggio 2015

•  Altri film di Ruben Ístlund

Trama del film Forza maggiore

Una famiglia svedese si reca sulle Alpi francesi per godersi un paio di giorni di vacanza e di sci. Il sole splende e le piste sono spettacolari, ma durante un pranzo in un ristorante di montagna, una slavina travolge ogni cosa. I commensali fuggono in tutte le direzioni, anche Tomas, il capofamiglia, preso dal panico, fugge e abbandona la moglie ed entrambi i figli...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,66 / 10 (16 voti)6,66Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Forza maggiore, 16 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

litoos  @  15/06/2020 10:28:10
   8 / 10
Il pessimismo dato dalla consapevolezza di un egoismo primordiale porta Ostlund a girare un film dove una vacanza in montagna diventa un inferno, tra il grottesco e il dramma, in cui la sfiducia regna sovrana senza lasciare scampo al protagonista che per un attimo di debolezza dettata da una situazione fuori dall'ordinario sarà visto con occhi diversi... Si viene a delineare una viltà intrinseca che caratterizza l'uomo, chiaramente legata all'istinto di sopravvivenza in questo caso. Anche se nella vita reale e quotidiana c'è sempre occasione di redimersi.
Una fotografia magnifica e una regia molto personale, statica e decisa, che detta un ritmo ben preciso a un film che si prende i suoi tempi (e quando un film é lento significa che lascia spazio a più cose, approfondendo aspetti estetici e di significato in modo più profondo). Quindi Ostlund dirige una vicenda che viene resa in modo molto efficace, dove in una situazione tragicomica regna comunque una certa inquietudine di sottofondo che spiazza lo spettatore, facendo crollare ogni certezza.
A partire da un goccia che fa traboccare il vaso quello che sembrerebbe surreale si rivela essere ciò che descrive al meglio la verità della psiche umana.
Molto interessante!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

mark23az  @  19/11/2016 16:35:19
   5 / 10
film molto lento,noioso e ripetitivo.
Si salvano solo le ambientazioni belle.

fabio57  @  03/06/2016 21:44:35
   7 / 10
Film molto duro,algido,essenziale, a tratti anche lento,ma molto profondo. L'idea è semplice ma brillante.Padre di famiglia che in imminente pericolo, una improvvisa lavina,pensa a salvarsi,ignorando figli e moglie,incipit che provoca una serie di crisi,a cascata,ma la conclusione è ottimista.Il bianco delle nevi francesi abbacinante e gelido è meravigliosamente inquietante,l'albergo sembra kafkiano.Nel complesso un buon lavoro

Mildhouse  @  26/05/2016 21:12:45
   8 / 10
Non l'ho trovato per niente noioso, anzi a mio parere riesce non poche volte a tenere sulle spine lo spettatore e offre numerosi spunti di riflessione.
L'unica cosa che mi ha lasciato un po interdetto é il finale, non mi dispiacerebbe se qualcuno volesse illustrarmi la sua interpretazione.

2 risposte al commento
Ultima risposta 19/04/2017 14.34.42
Visualizza / Rispondi al commento
Crabbe  @  04/03/2016 10:09:26
   4 / 10
Un film soporifero che non arriva da nessuna parte.

Lunghi piani sequenza e silenzi dilatati al servizio del nulla.
Semplicemente brutto.

guidox  @  02/01/2016 13:12:40
   6½ / 10
resta impresso, ma da un senso di incompletezza generale che ti lascia un po' interdetto.
ottima l'idea di base, che però a mio avviso si perde quasi subito e sul finale si attorciglia pericolosamente senza più sapere dove andare.
spettacolari i paesaggi, che contribuiscono notevolemente al contorno della storia.

wicker  @  13/12/2015 19:44:32
   7 / 10
Ambiguo film che ha la capacità di raccontare le paure, le nevrosi e in generale i cambiamenti di umore scaturiti dopo un evento inatteso.
Regia solida che non perde mai la presa,cosa abbastanza facile in una pellicola dal taglio teatrale come questa,ovviamente bellissime le location montane e buona anche l'interpretazione degli attori.
l'ansia cresce col passare dei minuti,umanamente comprensibile,chissà se un finale aperto e ottimistita porterà anche una serenità futura.

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  12/10/2015 21:52:35
   8 / 10
L'ho apprezzato soprattutto per il puro linguaggio cinematografico, fatto di inquadrature immobili di spazi alienanti, suoni terrificanti, tempi dilatati e rari movimenti di macchina inquietanti. Molto bravi anche gli attori. Insomma, l'insieme crea un'atmosfera di normalità "malata", di gelo esistenziale e poi si trasforma nella tragedia del crollo del conformismo familiare. Verso il finale tutta questa chirurgica precisione si perde e l'intero discorso resta aperto, magari con un po'di delusione. Formalmente però resta uno dei film migliori che abbia visto negli ultimi anni.

eruyomŔ  @  27/06/2015 01:15:50
   7½ / 10
Davvero interessante. Tecnicamente bellissimo, formalmente perfetto. Le geometrie dell'albergo, i dettagli, la resa della natura circostante, la forza della Montagna, tutto comunica pericolo, disagio, inquietudine.

Un'idea veramente bella, e ben sviluppata. I tempi sono decisamente dilatati, forse è un filo troppo lungo, ma non annoia.
Si perde forse in qualche parentesi poco utile, tralasciando magari cose potenzialmente più interessanti, però il fulcro della questione rimane ben trattato.
Mi ha un po' deluso il finale, (ma ammetto tranquillamente di non averlo capito granchè (ma l'ho apprezzato a livello emotivo, e pure estetico) e soprattutto quella specie di "pre-finale" consolatorio e riparatore che mi ha dato non poco fastidio.

Rimane un film anomalo, differente e originale, ben fatto e con tematiche interessanti, profonde. Scava dentro e lo fa in modo sentito e viscerale, persino disturbante.

TheLory  @  27/05/2015 19:43:56
   7½ / 10
E' un film di soli dialoghi, ma non si sente la mancanza di supereroi coi razzi ai piedi!
Davvero un dramma con uno svolgimento che aumenta di interesse strada facendo. Può sembrare lento e noioso, invece nisba, ve lo consiglio.

dagon  @  21/05/2015 19:35:50
   6½ / 10
Film psicologico, che parte da una premessa molto intigante e la sviluppa e sviscera in maniera molto intelligente. Film accattivante a tratti.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  18/05/2015 21:46:32
   7 / 10
L'effetto valanga un po' come nei cartoni animati: da una singola palla di neve ad un ammasso distruttivo che travolge tutto e tutti. In questo caso metaforicamente parlando è la messa in discussione di un ruolo pater familias che va in crisi per un gesto di pura autoconservazione di fronte ad un pericolo. Un ruolo che viene demitizzato, messo a nudo nelle sue debolezze e nella consapolezza della perdita di una fiducia ormai consolidata all'interno di un quadretto familiare apparentemente perfetto. Potrebbe sembrare un dramma alla Bergmann, ma la sottile vena da commedia nera condita da un certo cinismo di fondo è lontano dai territori del grande regista svedese. Efficace il finale sospeso, apparentemente consolatorio, in cui il regista si diverte a scombinare le carte finora presentate.

gherycuper  @  18/05/2015 10:59:59
   1 / 10
SOPORIFERO SQUALLIDO INUTILE IL TITOLO E' CONSONO AL FILM...PER RESTARE SULLA SEDIA, INFATTI, CI VOLEVA PROPRIO UNA FORZA MAGGIORE. CREDO SIA IL PEGGIOR FILM MAI VISTO. PECCATO NON SI POSSANO DARE GIUDIZI AL DI SOTTO DELL'1...
CREDO CHE I PRECEDENTI GIUDIZI SIANO DEI FAMILIARI O PARENTI DELLO STAFF...

4 risposte al commento
Ultima risposta 04/06/2015 18.02.06
Visualizza / Rispondi al commento
Federico  @  17/05/2015 10:25:30
   7½ / 10
non male questo forza maggiore, diciamo che non è proprio il mio genere di film ed è anche un po' ripetitivo in alcuni punti (la moglie l'avrei presa a cazzotti, prima sigla la tregua col marito concordando che devono dimenticarsi quel "fatto" ma poi lo rievoca puntualmente) ma però ha una certa forza (maggiore appunto) e ci pone di fronte ad interrogativi ai quali, mi auguro, non sapremo mai rispondere.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  17/05/2015 02:27:28
   7½ / 10
Ostlund e' come un Bergman che trasporta tra le nevi Nordiche dell'Europa il minimalismo radicale di Raymond Carver. Guardatelo, e' un film completamente DIVERSO da tutti gli altri in programmazione. Chissa'perche' ho pensato a Together, altro film nordico di qualche anno fa, forse i personaggi, frastornanti, eccentrici, eppure vivi nella loro "normalita'". E' un film che ti annienta, un'Angelo Sterminatore che fa a pezzi il conformismo, e la Montagna e' il riflesso ora magnetico ora inquietante dei limiti umani, quelli di Tomas e della moglie. Personalmente credo che troppe cose suggerite siano superflue, che il tutto venga "caricato" di un rigore eccessivo, ma non lascia indifferenti. Quasi distopico nella sua Comunicativa Temporale, ma originalissimo nella sua Alienazione. Un film che finalmente racconta la Montagna senza artificiosita', paradigma ambientale e non solo, come non era purtroppo riuscito a Werner Herzog col suo fumoso "Grido di pietra"

Invia una mail all'autore del commento cupido78  @  12/05/2015 14:35:59
   8½ / 10
un evento esterno scuote l'inconscio di una famiglia come tante e ne mette in luce le nevrosi. Allo stato attuale delle cose un film del genere in Italia partorirebbe quell'obbrobrio di "Il nome del figlio" o altra spazzatura.
E invece, dal sud tirol (coproduttore) la materia di cui sono fatti i sogni è viva e vegeta, è imprevedibile, è umana e animale. Non risparmia nessuno, ma non abusa del dramma fino alla tragedia disturbante o al sentimentalismo strapppa lacrime.
Forza maggiore mette a nudo l'umanità, l'ipocrisia, le paure, ma l'epilogo è catartico, positivista.
Un gran bel film!

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

 HOT
1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghieraantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecambio tutto!candymancaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noida 5 bloods - come fratellidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy island
 NEW
ghostbusters: legacygli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estateoutbackpicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)promarequa la zampa 2 - un amico e' per semprequeen & slimrichard jewellrun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccaspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia dĺarteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1006275 commenti su 43641 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net