dio perdona... io no! regia di Giuseppe Colizzi Italia 1968
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

dio perdona... io no! (1968)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film DIO PERDONA... IO NO!

Titolo Originale: DIO PERDONA… IO NO!

RegiaGiuseppe Colizzi

InterpretiTerence Hill, Bud Spencer, Frank Wolff, Gina Rovere, José Manuel Martín

Durata: h 1.44
NazionalitàItalia 1968
Generewestern
Al cinema nell'Agosto 1968

•  Altri film di Giuseppe Colizzi

Trama del film Dio perdona... io no!

Tra agenti vari e fuorilegge, anche Terence Hill e Bud Spencer inseguono un rapinatore in fuga con 300.000 dollari in oro.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,87 / 10 (34 voti)6,87Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Dio perdona... io no!, 34 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Goldust  @  12/01/2024 15:38:01
   6 / 10
E' una pellicola perlopiù storica visto che sancisce il sodalizio di una delle coppie più fortunate del nostro cinema; in verità come western non è granché perchè mette in fila una serie di soluzioni già viste ed anche i personaggi sono ricalcati su figure classiche del genere ( Hill gioca a fare l'Eastwood, Spencer fa quello buono che non ci arriva, Frank Wolff è il bandito senza remore ).
Sorprende il tono serioso della vicenda, che non è un male in assoluto ma vedendo i protagonisti in campo qualcuno potrebbe aspettarsi un altro tipo di film. Un sei meno meno.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  13/11/2023 20:08:43
   6½ / 10
Primo film della leggendaria coppia Terence Hill & Bud Spencer, anche se va detto che il vero protagonista è il personaggio di Terence Hill (Bud spencer è più una spalla) che ha molto più spazio e ricalca quasi in toto l'Eastwood di Sergio Leone. Qualche piccolissimo sprazzo di ironia, velata ma pungente, già si intravede nella coppia ma "Dio Perdona... Io No!" è principalmente una pellicola seria, anche violenta per quella che sono i canoni dei spaghetti western (vedere ad esempio l'incipit), che potrebbe spiazzare chi ha conosciuto (praticamente tutti) i due attori grazie ai loro film comici e che si aspetterebbe un film alla "Lo Chiamavano Trinità".
Non eccelle in nessun aspetto particolare ma in fondo rimane un pezzo di storia se non altro per dare il via al sodalizio del mitico duo.

Jumpy  @  10/01/2021 12:14:23
   7 / 10
Abituato alla coppia Bud&Terence dei Trinità e delle varie commedie, all'inizio mi ha un po' spiazzato (anche perchè Terence Hll non è doppiato dal "solito" Pino Locchi) essendo infatti uno spaghetti western "serio" grezzo, a tratti cupo e violento.
Anche se il vero protagonista è Terence Hill (con alcune delle caratteristiche che si ritrovano in Trinità) è il primo film in cui Bud & Terence si spalleggiano e merita anche perchè tra i più rappresentativi dei western all'italiana.

Jokerizzo  @  27/02/2020 10:55:44
   9 / 10
marcogiannelli  @  01/07/2016 07:40:18
   6½ / 10
film che segna l'inizio della coppia, seppur con un western classico e privo dai toni scanzonati e puramente ironici delle altre pellicole che verranno dopo
bravino Frank Wolff, sapere come sia morto mi ha messo su una bella angoscia

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  12/04/2015 15:10:49
   6 / 10
Film un po' atipico del duo Bud Spencer-Terence Hill che non è tra i loro più riusciti.

kingofdarkness  @  31/03/2015 15:49:05
   6 / 10
Spaghetti western atipico per la coppia più famosa del cinema italiano.
Atipico non in quanto a genere o a sviluppi, ma per il fatto che è un film molto più serio rispetto a quelli che ci abitueranno a vedere negli anni a venire i nostri due mitici beniamini.
Terence Hill qui era ancora il protagonista principale, con Bud Spencer a fare da spalla e senza ancora quel carisma che in futuro l'avrebbe fatto diventare ciò che ben conosciamo.
Ad ogni modo, il film si lascia guardare, senza però esaltare nè tantomeno divertire....diciamo che lo considero un western come tanti altri, senza infamia e senza lode.
Da vedere solo per completezza nella filmografia della coppia.

gemellino86  @  18/02/2015 20:10:30
   6½ / 10
Non male questo spaghetti western italo-spagnolo. Se non sbaglio è uno dei primi film della coppia Spencer-Hill. Violento con moderazione. Bella la scena iniziale del treno.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  22/09/2014 00:06:31
   6½ / 10
Spaghetti western dalla confezione apprezzabile che senza dubbio risente delle influenze leoniane. Non è un prodotto che qualitativamente emerge dalla media senon fosse per l'indubbio merito ed anche la fortuna, oltre all'ottima interpretazione di Wolff, di aver scoperto e costituito il sodalizio fra Bud Spencer e Terence Hill. Proprio il personaggio leggermente più marginale di Spencer rispetto ad Hill a dare quel leggero tocco d'ironia alla pellicola che ha un inizio piuttosto violento con la scoperta del massacro dei passeggeri della rapina al treno.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  22/06/2014 18:17:18
   6½ / 10
Uno spaghetti western sporco e violentuccio anche se non esente da momenti lievemente simpatici.
Hill e Spencer in fase collaudo e ancora lontani dalla formula sganassoni/risate che li renderà divinità in tutto il globo (il primo infatti, alle prese con un personaggio dalle sfumature cupe sulle orme di Clint Eastwood, ha molto piu' screen time rispetto al secondo).
Forse nella parte centrale il ritmo cala un po', e risente parecchio del peso degli anni, ma rimane comunque una pellicola godibile e meritatamente di culto tra gli amanti del western.

Per questioni di gradimento non posso andare oltre, ma va assolutamente recuperata a fini di studio e cultura sulla nostra preziosissima cinematografia.

Charlie Firpo  @  23/05/2014 10:33:15
   6½ / 10
Stessa storia de i Quattro dell' ave Maria, entrambi sono stati girati praticamente assieme e anche questa volta siamo al cospetto di un classico degli spaghetti western all' italiana, ha però gli stessi problemi dell' altro film ovvero la parte centrale tende ad annoiare un pò.

Per gli appassionati del genere.

daniele64  @  07/05/2014 09:57:45
   7 / 10
Classica pellicola western all'italiana , con la coppia d'oro Spencer - Hill nel loro primissimo film insieme ! Qui l'atmosfera tende ancora al serio , tanto che entrambi ( perfino Spencer ! ) usano più le pistole che i pugni per affrontare il cattivissimo di turno , lo sfortunato Frank Wolff . La sceneggiatura ha qualche buono spunto e qualche momento di debolezza ma nel complesso non è male .
Efficace la regia di Colizzi ( il vero inventore dell'accoppiata che sbancherà i botteghini nel decennio successivo ! ) e pure la colonna sonora di Rustichelli .

Invia una mail all'autore del commento NotoriousNiki  @  05/03/2014 18:30:23
   6½ / 10
Sempiterna gratitudine a Colizzi (e alla fidanzata di Martellanza), il duo funziona nonostante disti ancora parecchio dagli archetipi che i loro personaggi prenderanno negli anni '70, Terence Hill riprende il modello alla Eastwood, solitario, sguardo tenebroso, sigaro in bocca, battute taglienti più affilate della lama del suo coltello, Bud invece è già l'omone simpatico e pacioso che ruba la scena infatti Colizzi ne accentra troppo la messinscena su Hill così da relegare Bud più marginale alla trama, non c'è un perfetto equilibrio che già dal successivo 'I Quattro Dell'Ave Maria' si paleserà. Clima non ancora comedy, c'è già un primo approccio ai concerto delle scazzòttate ma prevale l'atmosfera più cruda e reale degli spaghetti western di quel periodo, presente anche Wolff che 1 anno più tardi Leone impiegherà nel formidabile incipit di 'C'era una volta il West'.

Buba Smith  @  16/02/2014 13:35:47
   6 / 10


Un western senza infamia e senza lode.

Guardabile, ma sa già tutto di visto e rivisto.

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  07/12/2012 23:12:15
   7 / 10
Non male questo esordio di Colizzi (il vero inventore della coppia Spencer - Hill) che vede anche un bel cattivo interpretato dal Wolff che Leone mise l'anno dopo in C'Era una Volta il West. La storia è complicata, lunga e un po'lenta. E'un vero spaghetti western al 100% in cui Terence Hill lascia un po'interdetti per la sua freddezza, visto il personaggio che poi ha interpretato per tanti anni in coppia con Bud Spencer.

Fratuck89  @  24/12/2011 01:59:43
   6½ / 10
mi sa tanto di omaggio a sergio leone, infatti mi sembra che si sia rozzamente tentato di copiarne lo stile, chissà cosa avrebbe dato Colizzi per avere Clint Eastwood al posto di Terence Hill, secondo me ha preso Terence lo ha messo davanti a dei filmanti di Eastwood e gli ha detto "ecco cerca di fare quella faccia lì", il risultato fa un pò sorridere, perchè l'attore di Don Matteo ha una faccia da canaglia piuttosto che da duro del far west, e così vederlo strizzare gli occhi in quel modo e osservarlo mentre si muove al rallentatore mi ha fatto un pò simpatia diciamo.
Per il resto è un filmetto piacevole e sempliciotto, da sottolineare che da questo film sboccerà la esilarante coppia Bud Spencer-Terence Hill.

HATEBREEDER  @  27/06/2011 14:11:50
   8 / 10
Esordio del duo spencer-hill, il titolo iniziale doveva essere "il gatto, il cane e la volpe" (e per fortuna che poi l'hanno cambiato, vuoi mettere?), con wolff nella parte della volpe, hill il gatto, e bud il cane. Dopo averli visti decine di volte sconfiggere a suon ceffoni i cattivi di turno tra birra salsicce e fagioli senza mai farsi un graffio, magari fa un po' strano vederli in un contesto serio (soprattutto hill, il cui personaggio doveva ricalcare queli di eastwood e franco nero), alle prese con torture e sparatorie. Il film è comunque un ottimo western all'italiana del periodo d'oro, che getta le basi per ciò che diventerà in futuro la coppia. Gli elementi comici qui sono pochini, saranno più presenti già nel seguito "i 4 dell'ave maria".

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  26/01/2011 19:37:45
   7 / 10
Spaghetti Western con la coppia Spencer Hill agli inizi,quando avevano ancora dei ruoli "seri"!
Manca del tutto l'ironia dei futuri "Trinita'" e non mancano scene di violenza gratuita!
Quella di Colizzi è una buona regia,efficace anche se a volte l'azione appare troppo rallentata!
Carino

Invia una mail all'autore del commento anthonyf  @  25/01/2011 19:14:35
   8½ / 10
Veramente una pregiata pellicola diretta Giuseppe Colizzi, ambientata tra gli sconfinati territori del Texas, che segna l'esordio della coppia Hill-Spencer nell'ambito del cinema. La storia è molto interessante e ben costruita; i dialoghi agili e dinamici; il cast è buono, con nomi, quali oltre ai due protagonisti, Frank Woolf e Gina Rovere; le ambientazioni ben curate; e le musiche veramente ottime, composte da Carlo Rustichelli; il risultato p un western interessante, ben diretto, con la giusta dose d'azione, che affascina lo spettatore.

topsecret  @  19/01/2011 16:34:26
   6½ / 10
Nasce la fortunata e mitica coppia Spencer-Hill, che dopo questo film esploderà con una forza così dirompente da convincere ed appagare critica e pubblico.
Una pellicola che lascia intravedere già la magica combinazione di potenza, simpatia e furbizia che il magnifico duo incarna ed interpreta in maniera scaltra e coinvolgente, intrattenendo milioni di spettatori che cresceranno con i loro film e che ancora oggi li ricordano con affetto.
Uno spaghetti western che però non mi ha coinvolto totalmente, anche se non manca di brio e simpatia.

LoSpaccone  @  06/04/2010 17:30:18
   6½ / 10
Non male la trilogia western di Colizzi, questo dovrebbe esserne il primo episodio e secondo me ne è anche il migliore. Un pò penalizzato dall'incertezza dei toni del racconto, che si dividono tra momenti più ironici e farseschi, e altri crudi e violenti. Tuttavia non mancano i passaggi riusciti e invenzioni degne di nota (la s*****ttata di Hill appeso per un piede a testa in giù era impensabile per Hollywood). Spencer sicuramente meglio di Hill, poco a suo agio nei panni di in pistolero taciturno ma sentenzioso alla Eastwood, e che troverà la sua giusta dimensione nei "Trinità".

dobel  @  25/02/2010 15:23:26
   7½ / 10
Atmosfere cupe, decadenti, volutamente squallide, descritte da luci soffuse e recitazione contenuta. Un vago senso di nostalgica rivisitazione che pervade tutto il film. Non siamo ai livelli di Leone, ma nemmeno siamo di fronte ad un'opera che deve più di tanto al genio romano. Ho sempre sostenuto che i cinque western di Leone non possano essere paragonati ai capolavori coevi di Peckinpah (infatti non scambierei uno dei film di Peckinpah per tutti i Leone del mondo), in quanto uno rivive in chiave grottesca e ironica ciò che l'altro vive in modo drammatico e veramente elegiaco. Leone, tuttavia, ha dato il la ad un filone inventando un genere autonomo che del western ha solo i costumi e le ambientazioni. Merito grande, se si considera che il western è il genere cinematografico (a mio modestissimo parere) per eccellenza, e che stava (negli anni sessanta e settanta) vivendo la propria ultima gloriosa stagione. Il ricreare, sulle sue ceneri, un filone capace di catturare l'immaginazione del pubblico è stato sicuramente un servizio artistico non indifferente. Ma dobbiamo considerare che il genere nato dalla fiammella accesa da 'Per un pugno di dollari', si affranca presto dal proprio modello: gli 'spaghetti western' (che termine orribile!!!!!!) sono spesso pellicole molto poco ironiche proprio perché molto tragiche. La tempesta degli anni sessanta si riversa pienamente in pellicole che parlano di massacri, rivoluzioni, disperati che tentano di sopravvivere in un mondo primitivo e ostile. La violenza è tutto tranne che grottesca, la sofferenza viene descritta spesso in modo crudo e compiaciuto. Registi che hanno vissuto la guerra di liberazione hanno riversato nelle proprie pellicole molta dell'esperienza accumulata in montagna. Il western si riconferma il genere per eccellenza: quello nel quale immettere tutta la temperie di una generazione. Il western è come un contenitore (la terra dei sogni) che, a seconda delle epoche, degli stili, e dei gusti, gli autori riempiono di ciò che hanno in testa e nel cuore. Nel west tutto è possibile, tutto può accadere e tutto è sempre accaduto. Il west è il mondo nel quale i poeti diventano assassini e i ladri di galline diventano eroi. Il west è la terra nella quale i poveracci possono in un attimo diventare milionari e i milionari poveracci. Il west è il mondo con tutto quello che vogliamo metterci dentro: i nostri sogni, le nostre angosce, le avventure che mai vivremo, la violenza che ci spaventa o che ci conquista...
In questo bel film non mancano gli ingredienti per un puro intrattenimento, ma soprattutto non manca una poetica riconoscibile, a cominciare alle musiche particolarissime: l'eco di cori barbarici in stile Carl Orff è sempre presente. E' di una terra barbara nella quale la legge è affidata al più furbo, più che al più forte, che si parla. Una terra nella quale non conta più tanto l'abilità con la pistola o i pugni, quanto la capacità di destreggiarsi nelle più differenti situazioni pena la morte violenta. Non c'è Peckinpah perché manca l'iperbole romantica, non c'è Leone perché manca l'ironia grottesca, ma c'è comunque altro: pur senza essere un capolavoro siamo di fronte ad un'opera che parla una lingua autonoma. Come dicevo all'inizio, la cupezza, l'amarezza, la solitudine sono i temi sui quali si reggono non solo questo film, ma molti 'spaghetti western'. Sono temi sempiterni: travestiti da cowboy e da pistoleri, spesso li ascoltiamo parlare più volentieri.

chry2403  @  07/01/2010 23:14:09
   8 / 10
Primo film della trilogia di Colizzi e primo film della mitica coppia Spencer-Hill, tra l’altro nata quasi per caso proprio in quest’occasione, data dall’infortunio ad un piede di Peter Martell (alias Pietro Martellanza), sostituito proprio da Hill.

Questa pellicola dimostra che la mitica coppia ha iniziato con film assolutamente seri per poi migrare nel comico da Trinità in poi, eppure, nonostante siamo abituati a vederli s*****ttare simpaticamente, sono bravi anche in un film serio come questo. Purtroppo è la sceneggiatura che fa un po’ acqua con una storia abbastanza banale, e non permette un voto ai massimi livelli.

Già in questa loro prima esperienza assieme non si può non giudicarli in modo estremamente positivo, è stato il destino a metterli assieme e basta una sola visione per capire che sono perfettamente intercambiabili: “lui è il cane ed io il gatto” ha detto giustamente Mario Girotti (vero nome di Terence Hill). Il cast di contorno non è niente d’eccezionale, in particolare il cattivo (Wolff) è solo sufficiente, mentre la meretrice Rose (la Rovere) neanche la raggiunge. Solo come contorno gli altri.

Qui nasce il mito di Bud Spencer e Terence Hill, da vedere anche solo per capire che la mitica coppia funziona anche con un film serio.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR 1819  @  25/10/2009 17:11:28
   6 / 10
Non è niente di speciale, per quanto gradevole, tuttavia il film presenta tutte le caratteristiche che poi, enfatizzate, compariranno nei gran lunga più famosi comici degli anni a venire. Coppia affiatata, facce da schiaffi, situazioni assurde e musiche allegre!

Gruppo REDAZIONE maremare  @  22/10/2009 17:01:06
   6 / 10
Esordio della mitica coppia e del regista che li lancia in anteprima assoluta, l'onesto Colizzi. Il film in sè non è memorabile, ma rappresenta l'inizio della deriva 'ajo e oio' degli western-spaghetti

edmond90  @  10/10/2009 14:47:48
   7½ / 10
Buonissimo spaghetti di Colizzi,a mio avviso gran professionista ampiamente sottovalutato dalla critica.Primo storico film di Bud e Terence in coppia da protagonisti

Invia una mail all'autore del commento mcnapo89  @  18/04/2009 11:28:16
   7½ / 10
Buon film del duo Terence-Bud, i due protagonisti lasciato il classico stile comico che accomuna i loro film, si calano nelle parti di due rozzi e duri pistoleri...il resto è del film è CINEMA.

nwo pozz  @  20/07/2008 01:08:57
   6½ / 10
Non tra i migliori di Hill-Spencer......Terence Hill già nella locandina è troppo somigliante a CLint Eastwood dei tempi d'oro

private_joker  @  05/07/2007 18:40:39
   7½ / 10
Un buon western, ben diverso da quelli successivi di Bud e Terence. Questo infatti è un film cupo, incentrato sulla vendetta.

Dick  @  02/06/2007 13:02:22
   8 / 10
Il film che ha lanciato la mitica coppia Spencer-Hill è un western cupo con Terence che all' epoca interpretava il pistolero telebroso e taciturno prima di passare al personaggio giggionesco ed impenitente che tutti conosciamo. Bud invece comincia a sperimentare i suoi micidiali *****tti. Devo dire che mi è piaciuto. Come spaghetti western è bello. Magari chi è abbituato a vedere la coppia in maniera diversa da quì come nei successivi film dal 70 in poi ne rimarrà un pò spiazzato.

fio81  @  02/02/2007 08:41:00
   6½ / 10
Film di tutt'altro genere di quello per cui si ricorda la coppia Spencer & Hill, infatti un film brutale, nel pensiero e nei personaggi, mai nelle scene. Bellissima la sceneggiatura, che sviluppa molto bene il tema della vendetta, contornato da quello dell'amicizia. La regia non risulta però all'altezza del film, sempre un pò troppo lenta e noiosa in alcune scene. Con un altro regista dietro la cinepresa se ne sarebbe potuto tirar fuori un capolavoro, peccato. Molto bravo l'attore che interpreta Bill Sant'Antonio, e anche Terence Hill rientra bene nel ruolo.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  16/01/2007 00:03:55
   6½ / 10
A quanto mi ricordo era un western tutt'altro che scanzonato, persino brutale in certe sequenze... personalmente ho un debole per l'accoppiata "Trinità" comunque anche se i ricordi sono sfocati questo film non mi dispiacque affatto

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Requiem  @  04/09/2006 19:46:35
   6 / 10
Colizzi è il primo regista (onestissimo) che aveva scoperto la coppia Spencer-Hill.
E infatti in questo "Dio Perdona ... io no" , siamo ancora lontani dalla deriva buffonesca del western nostrano. E' un western di routine accettabile, anche abbastanza noioso, degno di nota solo perchè è il primo che vede insieme Bud e Terence.
I successivi di Colizzi sono migliori. Questo se non sbaglio è anche il suo esordio)

2 risposte al commento
Ultima risposta 25/10/2007 16.37.26
Visualizza / Rispondi al commento
BobRobertson  @  29/08/2006 12:19:24
   7½ / 10
il primo film in cui Bud Spencer e Terence Hill lavorano effettivamente in coppia.
Abbiamo a che fare con uno "spaghetti western" puro, con tutte le sue caratteristiche più tipiche.
La storia è davvero molto bella e la pellicola è diretta in ottimo modo.
Questo western è il primo tassello di una bella trilogia che comprende i seguenti titoli:

- DIO PERDONA... IO NO!;
- I QUATTRO DELL'AVE MARIA;
- LA COLLINA DEGLI STIVALI.

Cmq "dio perdona... io no!" è un film che merita di essere visionato, senza dubbio!!

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

a quiet place: giorno 1abigail (2024)accattaromaacidamen (2024)animale umanoanimali randagianna (2023)arrivederci berlinguer!bad boys: ride or die
 NEW
banel e adama
 NEW
cuckoocult killer - la vendetta prima di tuttodall'alto di una fredda torreeileenel paraiso
 NEW
era mio figlio (2024)fantastic machinefederer: gli ultimi dodici giornifly me to the moon - le due facce della lunafremontfuga in normandiafuriosa: a mad max sagagarfield - una missione gustosaghost: rite here rite nowgirasoligli immortaligli indesiderabili (2023)
 NEW
glory hole
 R
hit man - killer per casoholy shoeshorizon: an american saga - capitolo 1hotspot - amore senza retei dannatiif - gli amici immaginariil caso goldmanil coraggio di blancheil gusto delle coseil mio posto e' quiil mio regno per una farfallail mistero scorre sul fiumeil regno del pianeta delle scimmieil segreto di liberatoin a violent nature
 NEW
indagine su una storia d'amoreinside out 2io & sissiio e il seccoio, il tubo e le pizzejago into the whitekinds of kindnessl’amante dell'astronautala memoria dell’assassinola morte e' un problema dei vivila profezia del malela stanza degli omicidila tartarugala treccial'esorcismo - ultimo attol'impero
 NEW
l'invenzione di noi duelonglegs
 NEW
l'ultima vendetta
 NEW
madame lunamade in dreams - l'italiano che ha costruito l'americamarcello miomatrimonio con sorpresa (2024)me contro te: il film - operazione spiemetamorphosis (2024)mothers' instinctnew lifeniente da perdere (2024)noir casablancanon riattaccareprima della fine - gli ultimi giorni di enrico berlinguerquattro figlie (2023)quell'estate con ireneracconto di due stagioniricchi a tutti i costiritratto di un amorerobo puffinroma bluessamadsaro' con tesei fratellishoshanashukransuperlunathe animal kingdomthe bikeridersthe boys - stagione 4the fall guythe penitent - a rational manthe rapture - le ravissementthe strangers: capitolo 1the tunnel to summer, the exit of goodbyesthe watchers - loro ti guardanoti mangio il cuoretroppo azzurro
 NEW
twisters
 NEW
un messicano sulla lunaun piedipiatti a beverly hills: axel funa spiegazione per tuttouna storia neraunder parisunfrosted: storia di uno snack americanovangelo secondo mariavincent deve morirewindlesswoken - nulla e' come sembra

1052524 commenti su 50959 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

CALEU SEI QUE VOU TE AMAR

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net