look both ways - amori e disastri regia di Sarah Watt Australia 2005
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

look both ways - amori e disastri (2005)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LOOK BOTH WAYS - AMORI E DISASTRI

Titolo Originale: LOOK BOTH WAYS

RegiaSarah Watt

InterpretiJustine Clarke, William McInnes, Anthony Hayes, Lisa Flanagan, Andrew S. Gilbert, Daniella Farinacci, Maggie Dence, Edwin Hodgeman, Sacha Horler, Andreas Sobik

Durata: h 1.40
NazionalitàAustralia 2005
Generedrammatico
Al cinema nel Giugno 2009

•  Altri film di Sarah Watt

Trama del film Look both ways - amori e disastri

Durante un fine settimana insolitamente caldo, quattro amici si trovano a fare i conti con delle notizie che cambieranno la loro vita.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,43 / 10 (7 voti)6,43Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Look both ways - amori e disastri, 7 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

topsecret  @  18/08/2016 00:05:42
   6 / 10
Dramma ordinario, senza originalità nei temi trattati e nei modi in cui li affronta, però abbastanza convincente nella performance del cast.
Ritmo blando per forza di cose, ma storia lineare che si segue sufficientemente bene, anche se non coinvolge più di tanto.
No male, ma poteva essere migliore.

Trixter  @  13/07/2011 11:07:25
   5 / 10
Per prima cosa, davvero non capisco come si sia potuto dare a questo film il sottotitolo 'Amori e disastri', quasi a voler farlo sembrare una commediola alla Ashton Kutcher.
Il film è molto triste, angosciante, malinconico, arricchito da una bella colonna sonora, ovviamente composta da musiche struggenti. La regia è a tratti convenzionale, a tratti originale, una sorta di pout-purri che, nel complesso, risulta più disturbante che altro.
Se siete votati al suicidio questa pellicola fa per voi, altrimenti trovatevi qualcos'altro.

gandyovo  @  04/01/2010 18:01:05
   7 / 10
beh un film che fa pensare, a tratti originale. secondo me, merita la visione

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  27/10/2009 16:20:18
   6½ / 10
Il titolo originale esorta a guardare in entrambe le direzioni,ammonimento applicabile alla tragedia iniziale che fa da collante a tutti gli eventi o più metaforicamente ad accettare ciò il destino ci riserva,cercando di vivere la vita nella maniera più intensa possibile consapevoli che la morte può richiedere il suo naturale tributo in qualsiasi momento.
Il debutto dell’australiana Sarah Watt, pur essendo a tratti ingenuo e intriso di riflessioni poco interessanti, ha il grande pregio di affrontare con grande coraggio il tema della morte.Uno degli argomenti tabù per eccellenza viene messo quasi alla berlina,i toni gravi che sovente accompagnano l’azione sono sdrammatizzati da break leggeri,spesso divertenti e da inserti animati comicamente “catastrofici”.
“Look Both Ways” è un film sospeso con delicatezza tra commedia e dramma,pur presentando una nutrita schiera di personaggi dei quali solo alcuni riescono a rendere con efficacia,si lascia apprezzare per l’approccio originale e a volte irriverente.Intriganti alcune vertiginose scelte di montaggio,mentre le affinità con “Magnolia”,epilogo purificatore compreso,offrono un fastidioso senso di deja-vu che lascia un po’ perplessi anche perché fin troppo accomodante nella risoluzione degli intrecci.L’espediente “ballad” strappalacrime unita ad immagini più o meno commoventi ci sta,quando però viene riproposta ben quattro volte nel giro di un’ora e mezza ci si inizia domandare se la Watt non abbia esagerato un poco,riempiendo nel momento in cui non sapesse dove andare a parare.
La mancanza di esperienza della regista lascia qualche dubbio e crea qualche falla,una cosa però è certa,Sarah Watt sembra avere tutte le carte in regola per azzeccare in futuro un bel colpaccio.

Gruppo STAFF, Moderatore Lot  @  27/08/2009 12:57:48
   7 / 10
Un piccolo film fatalista.
L'impronta in effetti è quella di un magnolia indie ma per buona parte se ne allontana, lasciando al nobile precedente il caso e i suoi intrecci, per concentrare la riflessione sui binari accidentati di alcune esistenze e sulla paura di morire (e di vivere).
Notevoli le soluzioni grafiche e di regia, discreto cast, debole il finale, imbarazzanti (come al solito) i titolisti italiani.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  13/07/2009 22:01:35
   6 / 10
"Non importa come finisce una vita, ma come è stata", questa me la segno.
Intanto invito caldamente a conoscere questo film prima... di andare a vederlo, teneteneve alla larga se la vostra salute mentale è già mentalmente compromessa...
malgrado tutto, le intenzioni funzionano solo in parte: sinceramente dubito che la cosiddetta terapia d'urto sul tabù della morte sia la ricetta giusta. E l'impressione che tutto sia confezionato a tavolino o resti in superficie permane: e non mi sembrano così autentici neanche i personaggi.
Ricoperti di pioggia e un pò di retorica esistenziale non è esattamente come rivedere "Magnolia" di Anderson (che per certi versi me lo ha ricordato subìto).
Un breve ma intenso momento di separazione sembra collimare con uno sguardo "vero" ma si è visto troppo spesso al cinema.
Una novità è la visione medianica del cartoon che esplora l'imprevisto e l'orrore del dolore in un contesto più che mai moderno (l'allucinante motore di ricerca sulle malattie per es.).
Alla fine l'unico personaggio che mi ha comunicato davvero qualcosa mi è sembrato il malato di cancro, proprio per la motivata e comprensibile reazione alla paura (autentica) della morte.
Ripensandoci è anche l'unico che davvero la tema.
Il resto non riesce a suscitare interesse quanto il titolo originale (quello italiano, inutilmente à la Allen, è del tutto superfluo e spiazzante).
E poi: l'epilogo più atroce è la sopravvivenza? Illuminante, direi.

JesusOfSuburbia  @  24/06/2009 01:47:31
   7½ / 10
L'ho visto in lingua originale dopo averne letto su un giornale che lo presentava come un Magnolia però più indie (o qualcosa del genere).
E così è.
Non fatevi ingannare dal solito trailer o sottotitolo italiano che deviano come al solito. é un film sulla morte, sul caso, e sulle possibilità.
L'argomento è già stato trattato, sì. Varie personaggi che incrociano le loro storie a causa di un avvenimento comune però è trattato diverso dal solito, almeno così mi è sembrato.
Lasciando un po' perdere gli aspetti estetici e concentrandosi sulle sensazioni. Forse è un po' incompleto ma è riuscito a trasmettermi qualcosa.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

50 primaverea casa tutti benealla ricerca di van gogh
 NEW
belle e sebastien 3 - amici per semprebenedetta folliabigfoot juniorblack panther
 NEW
caravaggio - l'anima e il sanguec'est la vie - prendila come vienechiamami col tuo nomecinquanta sfumature di rossococo (2017)come un gatto in tangenzialecorpo e animadancer (2018)dickens: l'uomo che invento' il nataledownsizing - vivere alla grandeedhelella e john - the leisure seekerfabrizio de andre' - principe liberoferdinand
 NEW
figlia miafinal portrait - l'arte di essere amicifinalmente sposigli invisibili (2018)grace jones: bloodlight and bamihannahi primitivi - tutta un'altra preistoria
 NEW
il filo nascostoil ragazzo invisibile: seconda generazioneil vegetaleinsidious 4: l'ultima chiavejumanji - benvenuti nella giunglala forma dell'acqua - the shape of waterla poltrona del padrela ruota delle meravigliela testimonianza
 NEW
la vedova winchesterland of smilesl'arte viva di julian schnabell'assoluto presenteleo da vinci - missione monna lisal'incantesimo del dragol'ora piu' buial'ultima discesal'uomo sul trenomade in italy (2018)marlina. omicida in quattro attimaze runner: la rivelazionemorto stalin, se ne fa un altromy generationnapoli velatanatale da chefoleg e le arti strane
 NEW
omicidio al cairoonce upon a time at christmasore 15:17 - attacco al trenopagine nascosteparadisepoveri ma ricchissimiprimal rage: the legend of oh-mahradiusreset - storia di una creazionesan valentino stories
 NEW
sconnessislumber - il demone del sonnosono tornato
 HOT
star wars: gli ultimi jedisuper vacanze di natale
 NEW
the disaster artistthe greatest showmanthe midnight manthe partythe post
 HOT R
tre manifesti a ebbing, missouritutti gli uomini di victoriatutti i soldi del mondoun sacchetto di biglievi presento christopher robinwonder

969162 commenti su 38840 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net