3 days to kill regia di McG USA 2014
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

3 days to kill (2014)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film 3 DAYS TO KILL

Titolo Originale: 3 DAYS TO KILL

RegiaMcG

InterpretiKevin Costner, Amber Heard, Hailee Steinfeld, Connie Nielsen, Scott Burn, Richard Sammel

Durata: h 1.57
NazionalitàUSA 2014
Genereazione
Al cinema nel Giugno 2014

•  Altri film di McG

Trama del film 3 days to kill

Kevin Costner interpreta una spia internazionale che decide di abbandonare la sua vita vissuta sul filo del rasoio per riallacciare finalmente i rapporti con la moglie e la figlia, tenute sempre a debita distanza per proteggerle dai pericoli connessi al suo lavoro. Prima per˛ dovrÓ portare a termine un'ultima missione, anche se questo significherÓ dover trovare un equilibrio tra i due compiti pi¨ difficili che gli siano mai stati assegnati: catturare il terrorista pi¨ pericoloso al mondo e proteggere la figlia adolescente. Costner dovrÓ quindi destreggiarsi tra inseguimenti mozzafiato per la capitale parigina e i comuni problemi di ogni genitore che si trova a gestire figli adolescenti.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,27 / 10 (43 voti)5,27Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su 3 days to kill, 43 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR bellin1  @  22/12/2018 21:52:31
   5½ / 10
Dimenticabile, misto tra action e commedia con poco phatos
Bene solo Kostner.
Mediocre.

Attila 2  @  03/05/2018 11:58:10
   6 / 10
Il film piu' che d'azione e incentrato sull'ultimo "lavoro" che deve compiere laspia,e' piu' incentrato sul tentativo del protagonista di recuperare il rapporto con la moglie e la figlia,quindi di film d'azione non se ne puo' quasi parlare perche' le scene di quel genere sono davvero poche.La cosa centrale e' la "redenzione" di Kostner e cercare di recuperare il rapporto mai avuto con la figlia adolescente cosi si vedono scene dove

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER mi e' sembrato di vedere "The Wrestler" con Mickey Rourke dove il titolo e il trailer portano a pensare di vedere un film sul mondo del wrestling e invece si vede un film drammatico dove un padre cerca disperatamente di recuperare il rapporto con la figlia.QUi e' un po' la stessa cosa,titolo e trailer raccontano di un film d'azione e di una spia che deve catturare o uccidere uno sei piu' pericolosi terroristi internazionali,poi si vede il film e di questo se ne parla per una ventina di minuti su due ore di durata dello stesso,per il resto appunto e' centrale il rapporto padre assente che cerca di recuperare il tempo perso a causa del suo lavoro,cominciandoi ad essere presente nella vita della figlia e della moglie.La sufficienza la merita,ma nulla di piu' perche' il mix non e' riuscito nella maniera migliore.

Elfo Scuro  @  07/10/2017 21:28:50
   5½ / 10
Se aspettate action alla John Wick state freschi, perché questa è la classica Bessonata (perché la sceneggiatura è scritta da Besson) che può piacere a pochi e non piacere a molti come giusto.

McG non è mai stato un santo nella sua filmografia, se ne esce con questo film che nella parte action non decolla adeguamente, nella parte thriller non dice niente che però si fa sentire bene quando si entra in ambito da commedia e su valori familiari. Un misto strano ed ambigio, la regia non porta niente al film in fatto di qualità normale amministrazione da classico cineasta marchettaro.

Fotografia, scenografia, colonna sonora e costumi sono nella media senza mai cercare qualcosa in più.

Parlando del cast vi è molto (nei suoi limiti evidenti) da dire: Nonostante tutto Kevin Costner regge la parte senza sfociare in una recitazione attempata merito anche della collaborazione della brava Hailee Steinfeld che recita il suo ruolo con grande umiltà (è cresciuta molto dai tempi del Grinta dei Coen ma non perde la sua vena da caratterista) lo stesso dicasi per la sempre bellissima Connie Nielsen che fornisce supporto nel minimo sindacale. Amber Heard fa quello che sa fare meglio esibirsi nei suoi personaggi femminili alquanto particolari e ambigui, questa donna è un vero splendore quando si parla di presenza scenica e battute al vetriolo questo grazie anche ad una modesta bravura nella recitazione. Il resto del cast è di supporto alla pochezza della pellicola partendo dal divertente Eriq Ebouaney passando per lo scagnozzo interpretato da Tómas Lemarquis ed infine arrivando al cattivo principale interpretato da Richard Sammel (i Tarantiniani se lo ricorderanno bene in Bastardi Senza Gloria).

Lontano dall'essere un distinto action/thriller, ma anche dall'essere totalmente brutto grazie ad un buon sentimentalismo di fondo dal retrogusto francese. Ci troviamo davanti ad uno dei tanti figli di Besson scritti chissà in quale nottata tanto per battere cassa.

daniele64  @  10/10/2016 12:55:59
   5 / 10
Mi è parsa una miscela non ben equilibrata di azione e commedia . Il cast non sarebbe male ( beato Depp !! ) e Kostner non è ancora del tuto imbolsito nonostante la debacle del tonno , ma le incongruenze sono un po' troppe e rendono certe scene davvero poco credibili ... Sullo sfondo una Parigi un po' troppo da cartolina . Possibile che tutte le scene siano girate in posti turisticamente famosi ? Insomma , non ho gradito ....

gemellino86  @  09/10/2016 19:07:00
   5 / 10
Non basta Kevin Costner a sollevare le sorti di un mediocre thriller d'azione già visto. Un film povero di emozioni e idee. Dialoghi innocui e violenza moderata. Siamo decisamente sotto la sufficienza.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  08/10/2016 10:09:09
   4 / 10
Mediocre action infarcito di facili buonismi.
Costner imbolsito e poco affascinante.
Film adatto al solo passaggio televisivo.
Besson da anni ormai ha perso quel tocco di scrittura intrigante.

Cemmone  @  23/11/2015 18:27:14
   2½ / 10
Boiata tremenda. Uno zuppone indigesto di ingredienti tra loro non compatibili. I tentativi di dare alla pellicola un tono ironico naufragano. Il tutto è talmente grottesco da risultare nauseabondo. Tutto è fasullo, stupido, mal concepito. Il papino killer, la Vivi (personaggio irritante e sciocco), macchiette-bersagli mal ideati. Si cerca l'azione anche in situazioni ridicole come quando salva la figlia dai 4 ragazzotti in disco. Dopo ogni strage, ogni episodio che porterebbe in 2 minuti la polizia ad arrestare il protagonista (dallo sparare su un piede al buttafuori per non parlare delle stragi, le bombe sotto le jeep in pieno centro, macchine che volano giù dai ponti, persone spiaccicate nella metropolitana), si apre una nuova scena di massima tranquillità dove il nostro è libero e pacioso come se nulla fosse accaduto. D'accordo la fiction, ma questo è letame puro.

fabri70  @  06/11/2015 07:07:24
   6 / 10
Non annoia ma trama molto sciapa....

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  11/09/2015 16:04:39
   5½ / 10
Film d'azione che mescola poco sapientemente alcuni generi. In particolare le note sentimentali del rapporto Padre/Figlia sono spesso fuori luogo e appesantiscono la visione. Molto meglio quando l'agente Costner "gioca" a fare il cattivo mentre spiega una ricetta di spaghetti, o quando cerca di fuggire dai cattivi con qualche trovata di rilievo.
Sceneggiatura con svariate lacune (Guarda caso di Besson). Si sorvola sull'incredibile e mistrerioso medicinale come sul personaggio della spia femminile.
Qualche forzatura di troppo per un film disimpegnato che puo' essere visto per la simpatia del protagonista.

sognatore  @  10/08/2015 21:14:28
   6½ / 10
Merita la sufficienza piena. Non è certo il massimo, ma si vede bene e il fascino di Costner regge ancora.
Peccato per il doppiaggio veramente inadeguato.

Spotify  @  09/08/2015 01:19:00
   6½ / 10
Simpatico thriller con un Kevin Costner che torna nei ruoli a lui più cari anche se con qualche anno in più. Alla fine non è la solita americanata col poliziotto di turno che si improvvisa il rambo della situazione, no, qui, diciamo che vengono mostrate gesta più umane e non situazioni impossibili. La trama è molto intrigante ed è sviluppata molto validamente. Infatti il nocciolo di tutta la storia non ci viene presentato subito ma ben sì dopo una mezz'ora buona. Antecedentemente a ciò, possiamo osservare una vita privata del protagonista allo sbando, tra cattivi rapporti con figlia e moglie e un tumore che sembra non gli lasci nessuna via di scampo. Fin che non gli si presenterà l'occasione della speranza. La regia di McG l'ho trovata abbastanza buona: ci vengono offerti inseguimenti dove c'è suspense, anche se penso che quelli in cui Ethan è sulla bici assumano caratteri ridicoli. Poi sono numerosi gli inserti comico-ironici che in fondo non guastano assolutamente il lavoro. Si alternano bene alle parti dove sopraggiunge un tasso più action/thriller. Buonissima direzione degli attori, magari sono presenti i soliti stereotipi come ad esempio la maliziosa e scaltra donna sexy, però da una pellicola così ci si deve aspettare questo. Gran ritmo, grazie anche alle parti dove si ride di più, e anche proprio perchè tutta la vicenda è portata avanti solidamente. C'è spazio per tutto: dai toni comici alle sfuriate action fino a momenti melodrammatici. Non ci si annoia mai. Un errore che però McG commette è che a volte mette troppo in primo piano le questioni tra il padre e sua figlia, quasi dimenticandosi della trama principale. Infatti, è come se nel film ci fossero due storie parallele: la prima è quella di un uomo che per un farmaco sperimentale che potrebbe curare il suo tumore, deve trovare un potente boss ed ucciderlo per conto di una furba ragazza della CIA, mentre la seconda quella di un uomo che deve tentare di riconquistare la sua famiglia. Tutto un po' troppo scollegato. Fatto sta che le sequenze ritraenti Ethan e sua figlia sono girate molto bene e sono davvero toccanti. Gran caratterizzazione del protagonista, lo possiamo ben osservare nelle sue più diverse sfaccettature: prima è un genitore amoroso e un marito accorto o almeno ci prova e dopo è un poliziotto senza scrupoli e se serve anche particolarmente crudele. Il finale è ben fatto, colmo di tensione e con un singolare (anche se tuttavia non originale) colpo di scena. Fortissima, anche se scontata, l'ultimissima sequenza. Effetti speciali ben dosati e riuscite le scene delle svariate uccisioni. La fotografia non è eccezionale, però nel complesso è riuscita, specialmente nel finale dove assume toni molto interessanti. Scenografie convincenti e molto adatte. La sceneggiatura è valida, magari a volte è un po' ripetitiva, però presenta delle trovate originali, come ad esempio il bisogno di vodka dopo che Costner si prende la medicina, oppure l'affrontare di delicati temi, come ad esempio quello del poliziotto che ha una situazione difficile con i sui familiari o con la questione della gente che gli si piazza in casa. E poi i dialoghi sono ben fatti e talvolta esilaranti. Il cast rende bene: bravo Costner, questo è un ruolo che sicuramente gli garba, recitazione solida e senza fronzoli. Amber Heard non è che faccia chissà che interpretazione ma è troppo, troppo, troppo gnocca. E non dico altro. La Steinfeld, fattasi conoscere 4 anni prima nel "Grinta" dei fratelli Coen riesce ancora una volta a dimostrare di avere una certa stoffa.

Thriller carino, in giro c'è sicuramente di meglio, ma questo non sfigura affatto. Lo promuovo.

mauro84  @  16/07/2015 16:50:54
   7 / 10
Con la cognizione che si tratta di un film di serie B, e si vede a veder dalla regia, mi ritrovo a veder un film comunque piacevole sotto il lato trama, ambientazioni e fotografia! Piacevole anche da finale.

Kevin Kostner, ben tornato al tuo ruolo! Top attore, grande personalità!
Hailee Steinfeld, bella ragazza, piacevole, ci sà fare!!
Amber Heard Depp, top donna e piaciuta come ruolo!

Il regista o meglio la regia ci ha provato a disegnar un gran film, ci riesce in parte, un ottimo film di azione, mancan dei buchi, ci son cose obiettivamente da esser gestiti meglio... Piacevole il lavoro svolto.

Per gli amanti dei film di azione, ed amante di Kostner, da vedere!!

Rollo Tommasi  @  25/02/2015 19:37:06
   6½ / 10
Un B-movie che fonde in uno stesso contenitore il peggio di Carabinieri e lo spot del tonno in salsa familiare, ma anche qualche pregevole spunto, sempre molto stereotipato.
Kevin Kostner e Amber Heard sono bravi e molto calati nella parte. La trama è volutamente vaga e riprende vecchi clichè cari alla tradizione dei film d'azione con inseguimenti di auto veloci tra le vie cittadine nella totale insipienza delle forze dell'ordine e con l'assoluta impunità dei protagonisti. Tuttavia, nonostante queste pecche gravi e vari spargimenti di melodramma familiare e sociale, il film scorre....mi potrete dire, tutto scorre (panta rei)...ma questo significa anche che i pregi superano i marchianissimi difetti.
Furbetto il buon Luc Besson ad esasperare i toni action fino a renderlo una parodia: molte delle pacchianerie sembrano consapevoli tocchi registici

MonkeyIsland  @  24/02/2015 01:12:05
   4½ / 10
Quant'è difficile trovare oggigiorno un fillm d'azione decente che riesca ad unire una sceneggiatura senza la voglia di strafare e momenti adrelinaci come ad esempio Collateral di Mann.
Questa pellicola diretta (?) da Mcg e sceneggiata dall'infausta mano di Besson, il Re Mida al rovescio dell'action del nuovo millenio avrebbe tutto per funzionare perchè il lato action è girato discretamente ma crolla ogni qualvolta tenta di sviluppare la trama che è tutta giocato sul cercare di riconquistare il rapporto perso da un bollitissimo Costner e la figlia, perfetta per il pubblico medio-stolto americano ma fonte di sbadigli e dolori al basso ventre dello spettatore più navigato..
Il cast come accennavo vabbè non ha bisogno di tanti giri di parole Costner sta cercando di riciclarsi come ha fatto Neeson (e Reeves) nell'action per tentare di rilanciarsi ma non ha la faccia da cazzuto né tantomeno sembra volersi impegnare più di tanto, la Heard qui variabile randomica del film visto che appare e scompare senza senso è come al solito tanto gnocca quanto incapace di recitare ed è forse l'unico motivo per cui ci si potrebbe buttare sul film..
Alla fine di questo film l'unica cosa che si pensa è infatti fortunato Johnny Depp visto che il film è pessimo e il genere revenge movie sta toccando i livelli (se non l'ha già fatto) dei dtv di Seagal

Danny85  @  15/02/2015 18:47:27
   5 / 10
Robetta da 4 soldi. Come sottolineato da vari utenti, Besson, qui produttore e sceneggiatore, ha azzeccato 2, dico 2, film: Nikita, Leon.
Il resto fa schifo!

3 days to kill.
Produzione europea, per la precisione francese, stile americano, attore principale K.Kostner, così da avere un pubblico pagante anche da quei babbei negli USA.
Tante allegre battutine, tipiche della scrittura di Besson, che trasformano un thriller in una commediola, un paio di viste e straviste (pure con le stesse inquadrature) corse in auto nel centro di Parigi, tanto care a Besson.
Un po' di fi-ca per tenere sveglia l'attenzione, duemila sparatorie, uccisioni in stile pulp di K.Kostner, che essendo un agente della CIA cazzutissimo, come solo gli americani (babbei) sanno essere, spara a destra e a manca per ogni minima cosa. Storia trita ritrita, ma ritritra, ma ritritissima. Roba da far ridere: da un soggetto di Luc Besson. UHUHUHUHUHUHHHHHHH!!!!!!
In cento anni di cinema almeno 200 sceneggiatori hanno tirato fuori la stessa storia.
Ritmo del film con picchi interessanti ma anche noioso, soprattutto la parte familiare del nostro eroe.
Fastidiosissima la ragazzina. Ancora a romperci le p@lle con il vostro smartphone e il classico "benvenuto nel nuovo secolo" ?
Ma lo avete capito che siete una generazione con il cervello bruciato che non possiede l'iphone, ma che viene posseduta da iphone, facebook e troiate varie? E ancora nei film c'è la ragazzina di turno che si sente superiore perché connette l'ipod all'autoradio via Bluetooth? Whaaa quanto sei avanti, peccato che poi ascolti musica di mm.....

Ok, a parte questa digressione. guardate questo film solo a gratis.
Tanto ormai è più facile vedere un film gratis che a pagare!

Ah. Mcg o come cavolo si chiama quel buffone di "regista": non pervenuto. Praticamente è un film fatto da Besson, però sul set c'era un altro che diceva Azione!

calso  @  25/01/2015 14:13:24
   5½ / 10
Film in cui il padre deve cercare di salvare la propria famiglia...durante questa vita da spia si trova a gestire il difficile rapporto con la figlia...alla fine non è male, ma a volte sembra più una commedia che un film di azione

vale1984  @  06/01/2015 15:05:52
   5½ / 10
già visto, niente di originale e non convincente.

wicker  @  29/12/2014 19:51:40
   5 / 10
Scialbo film a metà tra l'azione e la commedia..
Buchi enormi nella sceneggiatura..

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Una Amber Heard imbarazzante per come recita e per un ruolo inutile e poco convincente..I cattivi son dei veri somari..
L'unico che prova a reggere il castello è il povero Kevin Costner.. ma dopo una mezz'ora sembra non crederci più neanche lui!!!

Trixter  @  05/12/2014 23:30:45
   6 / 10
Tra la spy comedy, il thriller, l'action movie ed i buoni sentimenti, Luc Besson inventa questa miscellanea di generi che più che confondere lo spettatore non fa. Insomma, una pellicola stucchevolmente originale che, in realtà di originale ha davvero poco.
Il bravo Kevin Costner stavolta è piuttosto impacciato ed imbolsito, chiamato ad interpretare un personaggio che, di certo, non gli calza a pennello. La parte migliore, forse, è resa dalle scene, per così dire, più comiche che, forse, nulla hanno a che vedere con lo sviluppo del film.
Tra una Parigi da cartolina, inseguimenti e sparatorie, il film comunque ha il pregio di non annoiare, grazie ad un ritmo discreto ed a dialoghi senza appeal ma, comunque, ben strutturati (il che non è poco visto che, per il resto, la sceneggiatura non è certo un capolavoro).
Mezzo punto in più, è doveroso dirlo, 3 Days To Kill lo merita per la presenza di una spettacolare Amber Heard in versione (poco credibile) di una spia-femme fatale decisamente mozzafiato.

Gruppo COLLABORATORI Mr Black  @  04/12/2014 00:28:40
   6 / 10
Giusta sufficienza per una pellicola che è un pò tutto e un pò niente. Costner fa quello che può per entrare nel personaggio, ma la sceneggiatura non lo aiuta di certo. Qualche buona scena d'azione, tanti buoni sentimenti e basta.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  26/11/2014 11:21:13
   5 / 10
L'incontro tra il mediocre filmaker McG e l'ormai famigerato Luc Besson -uno che dopo un paio di film notevoli ha inanellato solo boiate soprattutto in veste di sceneggiatore e produttore- non poteva che portare a questo desolante risultato.
Action di bassa lega con un Kevin Costner chiamato a recitare in sottrazione ma condannato ad apparire solo bolso e inadeguato ; il suo ex agente CIA in visita a Parigi presso moglie e figlia ignorate per anni a causa del suo lavoro è un personaggio privo di interesse, senza carisma, tanto da non suscitare alcuna compassione per la situazione di malato terminale in cui si ritrova.
Comunque ci vuole coraggio per definire "3 days of kill" un film d'azione, infatti le baggianate sentimentali soverchiano spesso e volentieri il lato più adrenalinico, frenando in maniera vergognosa un soggetto che limitato ad un intreccio spionistico sarebbe risultato quanto meno più accettabile. E invece le quisquilie votate al recupero dei rapporti riempono lo schermo; meglio le scene ironiche, anche se il tutto confonde le idee squilibrando la pellicola e alimentando avvilite alzate di sopracciglia.
McG sembra non sapere a che santo votarsi, o meglio, a quale registro voler aderire, finendo col toccare di tutto un po' in maniera incredibilmente sbagliata.
Di notevole c'è l'inseguimento per le vie parigine (ovviamente non possono mancare le inquadrature cartolina pro turismo), e la femme fatale Amber Heard, che pur costretta ad un ruolo abbastanza sconclusionato e periferico, ad ogni apparizione illumina la scena in maniera folgorante.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  29/10/2014 18:50:41
   4½ / 10
C'è quasi dell'autolesionismo che mi spinge a vedere ancora queste pellicole. L'equazione la completa un Kevin Costner invecchiato e fuori contesto più la penna del solito, mediocre e inspiegabilmente baciato dal successo Besson. Si, Luc Besson, uno che in carriera ha preso un paio di film passando i restanti 20 anni a scrivere (per di0 levategli quella penna) e produrre ***** di ogni genere.

lucki71  @  23/10/2014 21:22:18
   7 / 10
Personalmente è piaciuto, anche se il buon Kostner non ha la potenza fisica per i film di azione, cmq si è fatto valere, e la storia, pur se con qualche lacuna, scorre veloce.

atreides  @  17/10/2014 10:38:04
   5½ / 10
non è un action-movie, non è una commedia. non è un thriller e nemmeno una love-story, e allora cos'è? boh sinceramente non l'ho capito, forse sceneggiatori e regista cercavano di fare un prodotto originale, invece ne è venuto fuori un groviglio di situazioni che male combaciano tra loro, inverosimile, incoerente, sconclusionato.

Gruppo REDAZIONE Cagliostro  @  16/10/2014 16:04:34
   6½ / 10
Ennesimo film d'azione scritto e prodotto da Luc Besson.
La pellicola confonde eccessivamente i generi e in particolare dedica troppo spazio ad un improbabile recupero degli affetti famigliari a discapito dell'azione (interromperla una volta è divertente, interromperla tre o quattro diventa noioso) ed il ritmo della narrazione ne risente inevitabilmente.
Non molto differente dall'impianto narrativo di Wasabi (sempre scritto da Besson), 3 Days to Kill ha una storia più articolata e la pretesa di un approfondimento psicologico che alla fine nuoce anziché arricchire.
Il film alla fine risulta piacevole e si lascia guardare, ma avrebbe potuto essere assai migliore.

Niko.g  @  16/09/2014 10:42:43
   4½ / 10
E ora parliamo di Kevin.
Con profondo dispiacere devo dissociarmi dall'opinione dell'amica, nonché signorina Loredana qui del piano di sotto, perché probabilmente uno spot di due ore sul tonno sarebbe stato più appassionante.
Questo frullato di action, commedia e sentimento è un impiastro lento e prevedibile. Si salvano le scene d'azione - che sembrano un film montato a parte e poi incollato con il vinavil - e la bellezza di Amber Heard, che è la sorella gemella segreta di Martina Stella.
Per il resto, due scatole (di tonno) che non vi dico.

5 risposte al commento
Ultima risposta 16/09/2014 17.53.36
Visualizza / Rispondi al commento
TheLory  @  09/09/2014 09:31:22
   6½ / 10
Mi aspettavo uno spot sul tonno lungo 2 ore e 2 minuti, invece sto filmetto non è male come si chiacchiera al bar.
Un po' action e un po' commedia (a me ha fatto sorridere spesso, specialmente nella cabina del telefono mentre cantava "tanti auguri a te"), ben mischiate. Magari 1 ora e mezza bastava, ma pazienza.

gianni1969  @  30/08/2014 16:42:06
   5 / 10
Niente di che questa pellicola, tutto già visto. Triste vedere costner ridotto così

albert74  @  22/08/2014 13:05:10
   5 / 10
questo genere di film di mezzo spionaggio e azione stile bourne identity si riducono tutti in scene d'azione e un po' di trama di solito ispirata a qualche romanzo, ma di solito sono caratterizzate o ruotano intorno ad un protagonista più o meno convincente. qui Kevin costner è tutt'altro che convincente. svogliato, sotto tono, assente, la trama è flebile, le scene d'azioni prevedibili.
Si può vedere se non si ha altro da fare. In fondo non è noioso solo prevedibile e puzza terribilmente di già visto.

senseiken  @  09/08/2014 15:54:29
   4 / 10
Kevin Kostner nei panni di una specie di 007 in salamoia proprio non si può vedere. Film davvero scialbo, una specie di The Bourne Identity scaduto in cui il protagonista ha ricevuto la mossa di Raul che dopo tregggggggggiorni muore. Pessimo, pessimo, pessimo.

gemellino86  @  05/08/2014 20:02:51
   5 / 10
Mediocre film d'azione che si regge solo sul bravo Costner. Troppo spazio alla storia d'amore e poco all'azione. Male Amber Heard.

andre-o  @  13/07/2014 16:06:32
   2 / 10
Il film più brutto, insulso, mal recitato e ridicolo che vedo da anni. Il povero Kevin prova reggere un po' la baracca, ma alla fine gli han dato un personaggio a dir poco macchiettistico, la Heard è l'equivalente americano della Bellucci, gran gnocca, ma riesce a rovinare qualsiasi pellicola a cui prenda parte, recitare è un'altra cosa e lei non è proprio capace. Trama esile e piena di buchi, personaggi di contorno mal concepiti e pessimamente interpretati (il contabile italiano...che brutta cosa....). Insomma, una pila di m*rda fumante lunga quasi 2 ore.....

barebone  @  22/06/2014 13:22:34
   8 / 10
Anche senza Jean Reno, la mano di Luc Besson, sempre molto bravo a mischiare action sfrenato e commedia leggera, si sente parecchio, ed è molto buona l'idea di rielaborare "Wasabi" tirando fuori questa versione 2.0 in chiave Franco/americana al posto di quella Franco/giapponese.
Ottimo tutto il Cast, con un Kostner in ottima forma nel suo doppio ruolo di pessimo padre e ottimo killer in cerca di riscatto, e Amber Heard costruita ad arte per sembrare ancora più bella e glaciale di quanto non sia già di suo.

Teso e divertente senza essere esageratamente fracassone.

Da vedere.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  15/06/2014 11:52:42
   5 / 10
Nulla di particolare, un film che si dimentica facilmente. Besson ed il fido Mcg imbastiscono una storia che forse ha l'ambizione di raggiungere i livelli di True lies di Cameron, ma tale obiettivo non riescono ad inquadrarlo nemmeno con il binocolo. Lo spionistico si amalgama male con il lato più comedy e grottesco, in più le pause pseudo sentimentali di un padre che cerca di recuperare il rapporto con la figlia non solo rallentano il ritmo paurosamente ma diventano addirittura predominanti alla storia di base. Non male comunque la scena dell'inseguimento, l'impegno di Costner e gli abbigliamenti della Heard che potranno far felici gli estimatori del sadomaso.

melop  @  13/06/2014 11:26:01
   8 / 10
Il film mi è piaciuto molto perchè michia l'azione alla storia personale del personaggio principale.. Poi è chiaro che il film non si presta a chi vuole vedere scene che possano essere puramente realistiche in quanto le scene d'azione non lo sono generalmente. Ho visto un ancora buon Kevin Costner e una sempre fantastica Amber Heard che si immerge bene nella parte.

cris.more  @  11/06/2014 23:16:32
   9 / 10
A me questo film è piaciuto parecchio.. di certo non si può definire un film puramente d'azione. perchè nonostante molte scene d'azione, una buona parte della trama si può definire "drammatica". Consigliatissimo!!!

giovielory  @  11/06/2014 22:23:26
   8 / 10
UN KEVIN COSTNER MASSICCIO COME NON SE NE VEDEVA DA TANTO TEMPO , film originale per una trama a dire poco strepitosa ed avvincente.....se cercate un grande film 3 DAYS TO KILL e il film che state cercando................insomma il mio voto personale e un bel 8.

LaCalamita  @  11/06/2014 01:37:05
   1 / 10
Io credo davvero che qui siamo di fronte alla prima trollata cinematografica della storia.
E dire che l'altro giorno mi ero parecchio infastidito dopo aver visto Sotto Assedio. Incredibile come si possa ridefinire il concetto di immondità

Kevin torna a fare le pubblicità del tonno che è meglio và

CavaliereOscuro  @  10/06/2014 00:04:57
   3 / 10
Il film più brutto che ho visto di Kevin Costner! Trama a dir poco ridicola: "Ma quanto so ****! Sono una spietata assassina della CIA che non si sa per quale motivo si è messa a reclutare ***** piuttosto che ex incurosi delle US SF... però quanto so ****! Guido come Schumacher, sparo come Terence Hill in Trinità, e poi... vuoi mettere quanto so ****?" MACCHEROBBAE'!?". Non riesco a capacitarmi i come uno dei miei attori prferiti si sia abbassato a questo aborto!

Sayurisama  @  09/06/2014 15:13:39
   5 / 10
Trama molto carina, da cui mi aspettavo qualcosa di più action e meno romantico. Decisamente troppo romantico. Finale scontato.

conte3103  @  09/06/2014 14:53:35
   1 / 10
una ca....ta pazzesca

Luca401  @  09/06/2014 13:14:57
   6 / 10
Potevano farlo meglio

sev7en  @  06/06/2014 08:22:03
   3 / 10
Ethan Runner, agente della CIA, dopo aver scoperto di avere una malattia terminale, decide di ritirarsi per trascorrere i giorni restanti con la sua famiglia, ma l'Intelligence lo richiama per un'ultima missione e la speranza di vivere più a lungo, grazie ad una inedita cura sperimentale.

A 59 anni suonati il "regista, attore, produttore cinematografico e musicista rock statunitense" Kevin Costner torna davanti la macchina da presa per uno spy-thriller tra l'action e il melodramma familiare diretto da Joseph McGinty Nichol (McG).
Da un regista come McG che si è fatto le ossa con i videoclip musicali per poi imboccare la strada degli Studios con titoli quali Charlie's Angeles, Le ragazze del Coyote Ugly o anche Terminator Salvation non ci si aspetta di certo la profondità di un Nolan o la freschezza/dinamicità di quell'humor apprezzato in Mission Impossible e difatti con 3 Days To Kill non disattende le aspettative di chi, sfidando comunque l'umano spirito di preservazione, vuole vedere un film per farsi del male (e trovare qualcosa su cui inveire gratuitamente…).

Il lungometraggio, che tra gli sceneggiatori annovera anche Luc Besson, condensa in 1 ora e 40 minuti un caleidoscopio di interpretazioni del nostro Costner che spaziano dal comico al demenziale con una toccata e funga nell'introspettivo: abbiamo il solitario Robin Hood, che sacrifica la sua vita (erroneamente) per preservare quella di moglie e figlia; quella riflessiva fino all'autolesionismo di Dragonfly per un amore vissuto nel platonismo più assoluto; quella del Mr.Brooks con doppia vita che nonostante la scia di morti e la sensibilità mostrata "in cucina", è invece un cinico e improbabile killer. Mentre si assiste impotenti a questo "spettacolo" e alle sparate della platinata Vivi Delay, una indecifrabile Amber Heard, la storia prosegue alternando momenti di assoluto pragmatismo su quelli che sarebbero i veri pilastri della vita a cui tutti, in punto di morte, siamo ricondotti, a clip per scene d'azione montate in rapidamente, con il fine di suscitare stupore e coinvolgimento.
Purtroppo il flop è totale, una bocciatura sonora in grado di scuotere anche altre "istituzioni" di Costner come Trappola per un killer in quanto si fa fatica ad assorbire le troppe scene dedicate al rapporto tra padre e figlia, inutili, superflue e così mielose (una su tutte quella di insegnare ad una figlia che frequenta i night in scioltezza ad andare sulla bicicletta…) da far alzare paurosamente il tasso glicemico, ma anche, memori delle vere spie, a valutare come credibili le gesta del nostro quando in azione, poiché stucchevole, dalla battutina facile e dal grilletto infallibile.

Il principe dei ladri anche questa volta non è riesce a rubare il nostro cuore e continua a macchinare una carriera che, forse, avrebbe dovuto avere l'onore delle armi molte pizze addietro.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

 NEW
47 meters down: uncageda mano disarmataalla corte di ruth - rgbamerican animalsannabelle 3aquaslasharrivederci professorebaby gang (2019)beautiful boy (2018)birba - micio combinaguaiblue my mind - il segreto dei miei annibring the soul: the moviecarmen y lolachristo - walking on waterclimax (2018)
 NEW
crawl - intrappolatidaitonadi tutti i colori
 NEW
diamantino - il calciatore piu' forte del mondodicktatorship - fallo e basta!dolcissimedomino (2019)due amici (2019)edison - l'uomo che illumino' il mondoescape plan 3 - l'ultima sfidafast & furious - hobbs & shawfiore gemellogodzilla ii - king of the monstersgoldstonehotel artemisi morti non muoionoil flauto magico di piazza vittorioil grande salto
 NEW
in fabricjuliet, naked
 NEW
kinla bambola assassina (2019)la mia vita con john f. donovanla piccola bossla prima vacanza non si scorda mail'angelo del criminelucania - terra sangue e magial'ultima orama (2019)maryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmen in black: internationalmidsommar - il villaggio dei dannatinevermindpallottole in liberta'passpartu': operazione doppiozeropets 2: vita da animalipolaroidpowidoki - il ritratto negatoprimula rossaquel giorno d'estateraccolto amarorapina a stoccolmarealmsred sea divingrestiamo amicirocketmanselfieserenity (2019)shelter: addio all'edensir - cenerentola a mumbaiskate kitchensoledadspider-man: far from hometesnotathe boy 2the deepthe elevatorthe mirror and the rascal
 NEW
the nest (il nido)the quake - il terremoto del secoloti presento patricktoy story 4una famiglia al tappetovita segreta di maria capasso
 NEW
wake up - il risvegliowelcome home (2019)wolf call - minaccia in alto marex-men: dark phoenix

990886 commenti su 41757 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net