Recensione the stranger inside - l'inganno regia di Adam Neutzsky-Wulff Danimarca 2013
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione the stranger inside - l'inganno (2013)

Voto Visitatori:   3,50 / 10 (9 voti)3,50Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film THE STRANGER INSIDE - L'INGANNO

Immagine tratta dal film THE STRANGER INSIDE - L'INGANNO

Immagine tratta dal film THE STRANGER INSIDE - L'INGANNO

Immagine tratta dal film THE STRANGER INSIDE - L'INGANNO

Immagine tratta dal film THE STRANGER INSIDE - L'INGANNO

Immagine tratta dal film THE STRANGER INSIDE - L'INGANNO
 

"The stranger within - L'inganno", è un thriller psichiatrico di rilievo, ricco di effetti drammatici ben modulati che sorgono inaspettati da situazioni di intensa familiarità in grado di accenderne a dismisura i toni. Un film con intrecci di notevole plausibilità letteraria che ne innalzano l'interesse.
Questi esiti estetici sono sfumati da alcune forme recitative teatrali che ne accentuano la spettacolarità verbale e l'emotività suscitata dagli sguardi enfatici molto ricercati dei protagonisti, lungo una dimensione inter culturale-onirica delle scene di pregevole fattura analitica visiva.
Questi risultati filmici provengono anche da una sceneggiatura ben imbastita, frutto di una paziente ricerca clinico-psicanalitica, le cui trascrizioni logiche per la narrazione visiva appaiono subito efficacemente trovate, sintetizzate nella forma visiva specifica più idonea al cinema.

"The stranger within" è un ottimo film supportato qua e là, nelle scene chiave, da una interpretazione psichiatrica del disagio, con filosofia annessa, di una certa profondità e coerenza.
Splendide le location del film, girato in Spagna, New York, Copenhagen, da cui scaturiscono immagini preziose per inquadrature e contenuti, selezionate con cura, di grande effetto, simili alla forma nota del meraviglioso, immagini che si assimilano felicemente con la storia creando un contrasto vita-morte che affascina e coinvolgendo le profondità più recondite della psiche dello spettatore là dove accennano a diventare sogno-incubo.

La sceneggiatura è originale, ed è scritta dallo stesso regista, Adam Neutsky-Wulff, all'esordio nel cinema legato ai grandi circuiti distributivi che hanno, sorprendentemente, subito apprezzato il valore dell'opera e la sua alta predisposizione a circolare nel mercato più commerciale.
"The stranger within" vede la brillante partecipazione dello statunitense William Baldwin nel personaggio di Robert e la carismatica canadese Estella Warren nel ruolo di Emily. Essi recitano nel film la parte di una coppia sposata di grande successo professionale, infastidita da terzi sconosciuti, perseguitati fino al punto di diventare oggetto di attenzioni maniaco-criminali prima e ambigue intrusioni di estranei in casa dopo.

Emily è un'attrice famosa e bella. Una sera nel garage, quando è ancora dentro la propria automobile, viene selvaggiamente aggredita da un uomo, vestito di nero e incappucciato, poi rapita e in seguito stuprata. L'uomo è un individuo dai desideri sessuali sadici, forse un suo vecchio ammiratore psicotico o un ambiguo ex amico protagonista con lei nel passato di una storia passionale degenerata in follia vendicativa.
Per fortuna la polizia riesce in breve tempo ad individuare il luogo dove si trova la star dl cinema rapita e a liberarla prima di ulteriori evoluzioni della violenza fisica e psicologica sulla donna che avrebbero potuto esserle fatali per la vita.

Ritornata a casa Emily, dopo la spaventosa esperienza, non è più la stessa, soffre di allucinazioni e pensieri ossessivi che limitano la sua libertà personale coinvolgendo anche il marito in preoccupazioni molto stressanti. Col passare del tempo Robert appare, nonostante il suo notevole selfcontrol da medico psichiatra, sempre più angosciato, nevrotizzato da una atmosfera familiare di vera e propria follia.
In un momento di lucidità Emily, d'accordo con il marito Robert, decide quindi di lasciare New York per passare una vacanza insieme a lui in una splendida villa isolata in una incantevole isola del Mediterraneo. Durante il primo giorno sull'isola arriva presso la loro abitazione una giovane ragazza di nome Sara (Sarah Butler), con le mani insanguinate e molto provata psicologicamente a causa della morte del suo fidanzato, precipitato al suolo da un punto assai alto mentre scalavano una scogliera. L'isola non ha un ospedale e Sara sembra essere rimasta sola, perché non vuole far sapere niente, di quanto le è accaduto, alla famiglia. Robert molto sensibile allo sfortunato evento umano persuade la moglie, dapprima reticente, sulla necessità di offrire ospitalità e cure mediche-psicologiche alla ragazza.

Il comportamento di Sara verso Emily in principio è ossequioso e riconoscente, per poi diventare sempre più ambiguo, contorto, supponente e infine chiaramente ostile, tanto da far credere alla povera Emily che tra la donna ospitata e il marito Robert potrebbe esserci una ambigua intesa.
Quando in un film come questo i problemi psichici-esistenziali dei personaggi passano da una dimensione che potrebbe richiedere l'attenzione della psicanalisi ad un'altra collocabile più verso la sfera psichiatrica, il coinvolgimento emotivo dello spettatore viene per qualche istante stravolto, deluso da aspettative legate al godimento voyeuristico da lui immaginato al cinema, assumendo toni nuovi, di grande apprensione sintomatica.
Si passa infatti da qualcosa che riguarda un possibile enigma psichico-storico biografico a un ignoto causale di tipo psicotico, il cui meccanismo è di caotica provenienza inconscia: è qualcosa che priva lo spettatore di ogni certezza, di ogni pulsione attendista costruita in precedenza, impedendogli qualsiasi possibile nuova configurazione visiva nella sua mente rispetto alle cose misteriose messe in gioco fino a quel momento dal racconto: è un ignoto di fronte al quale egli si sente completamente impotente, sconfitto nel suo investimento psichico del momento sul cinema. Il suo io viene per qualche attimo sconvolto, disorientato perché, là dove stava per arrivare uno scioglimento degli intrecci messi in campo dalla prima parte della sceneggiatura, avviene invece qualcosa di spaventoso, che distrugge ogni significato, ciascun senso costruito in precedenza: la psicotizzazione dei personaggi.
Essa rilancia infatti la storia del film verso un nuovo nodo di questioni psichiche, che appare non più drammatico ma aggrovigliato senza via di uscita nel tragico.
Ciò avviene nella psiche dello spettatore in una modalità particolarmente amara, che vede l'annullamento di tutte le sue precedenti identificazioni e proiezioni avute sui personaggi e la storia narrata. La sua psiche diventa una sorta di tabula rasa rimanendo per qualche istante annichilita e sbigottita, fino a quando un nuovo desiderio identificativo si forma, meno modulato, più passionale e sintetico, denudato da ogni immaginazione civile e proprio per questo per certi aspetti oscuro.
Un desiderio che si muove autonomo tra le pieghe delle nuove rivelazioni narrative tendenti alla tragedia, lasciandolo dapprima affranto e in seguito ammutolito per lungo tempo.

Commenta la recensione di THE STRANGER INSIDE - L'INGANNO sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di Giordano Biagio - aggiornata al 18/05/2015 14.38.00

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#ops - l'evento1938 diversi7 sconosciuti a el royalea private warachille taralloalmost nothing - cern: la scoperta del futuroalpha - un'amicizia forte come la vitaanatomia del miracoloangel faceanimali fantastici: i crimini di grindelwaldarrivederci saigona-x-l: un'amicizia extraordinariabaffo & biscotto - missione spazialeberniniblack tidebohemian rhapsodycalcutta - tutti in piedichesil beach - il segreto di una nottecoldplay: a head full of dreamscolette (2018)conta su di me (2018)conversazione su tiresia. di e con andrea camilleri
 NEW
conversazioni atomichecosa fai a capodanno?dinosaurs (2018)disobediencee' nata una stella (2018)euforiafriedkin uncut - un diavolo di registafuoricampoghostland - la casa delle bamboleguarda in alto
 HOT
halloweenhell fest
 NEW
hepta. sette stadi d'amorehunter killer - caccia negli abissii spit on your grave: deja vui villaniil banchiere anarchicoil castello di vetroil complicato mondo di nathalieil destino degli uominiil grinch (2018)il mistero della casa del tempoil presidente (2018)il primo uomo (2018)il ragazzo piu' felice del mondoil salutoil sindaco - italian politics 4 dummies
 NEW
il testimone invisibileil verdetto - the children actil vizio della speranzaimagine (2018)in guerrain viaggio con adeleisabellejohnny english colpisce ancoraklimt & schiele - eros e psichela diseducazione di cameron postla donna dello scrittore
 NEW
la donna elettricala fuitina sbagliatala morte legalela prima pietrala scuola seralela strada dei samounil'albero dei frutti selvaticil'ape maia - le olimpiadi di mielel'apparizionele ereditierele ninfee di monet: un incantesimo di acqua e lucelo schiaccianoci e i quattro regni
 NEW
lo sguardo di orson welles
 NEW
lontano da quilook away
 NEW
l'uomo che rubo' banksy
 NEW
macchine mortalimalerbamenocchiomillennium - quello che non uccideminicuccioli - le quattro stagionimiraimorto tra una settimana... o ti ridiamo i soldimuseo - folle rapina a città del messiconessuno come noinon ci resta che vincerenon dimenticarmi - don't forget menon e' vero ma ci credonotti magicheoltre la nebbia - il mistero di rainer merzopera senza autoreotzi e il mistero del tempoovunque proteggimipapa francesco - un uomo di parolapiccoli brividi 2 - i fantasmi di halloweenpupazzi senza gloriaquasi nemici - l'importante e' avere ragionered land (rosso istria)red zone - 22 miglia di fuocorenzo piano: l'architetto della luceride (2018)robin hood - l'origine della leggendaroma (2018)santiago, italiase son rosesearchingseguimisenza lasciare traccia (2018)sick for toysslaughterhouse rulezsmallfoot - il mio amico delle nevisogno di una notte di mezza eta'soldadostyxsulle sue spallesummer (leto)terror take awaythe barge peoplethe domesticsthe other side of the windthe predatorthe reunionthe wife - vivere nell'ombrathis is maneskinti presento sofiatre voltitroppa graziatutti lo sannoun giorno all'improvvisoun nemico che ti vuole beneun peuple et son roi
 NEW
un piccolo favoreuno di famigliaup&down - un film normaleupgradevenom (2018)widows: eredita' criminalezanna bianca (2018)zen sul ghiaccio sottilezombie contro zombie - one cut of the dead

981994 commenti su 40571 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net