educazione siberiana regia di Gabriele Salvatores Italia 2013
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

educazione siberiana (2013)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film EDUCAZIONE SIBERIANA

Titolo Originale: EDUCAZIONE SIBERIANA

RegiaGabriele Salvatores

InterpretiJohn Malkovich, Peter Stormare, Eleanor Tomlinson, Andrius Paulavicius, Giedrius Nagys, Arnas Fedaravicius, Kestutis Jakstas

Durata: h 2.00
NazionalitàItalia 2013
Generedrammatico
Tratto dal libro "Educazione siberiana" di Lilin Nicolai
Al cinema nel Febbraio 2013

•  Altri film di Gabriele Salvatores

Trama del film Educazione siberiana

La formazione umana e criminale del giovane Kolima, cresciuto dal nonno nel rispetto delle rigide regole che governano la vita a Transnistria, nella Moldavia Occidentale. Seguendo principi rigidamente codificati, Kolima apprenderÓ l'importanza dei tatuaggi, del rispetto nei confronti dei deboli e del disprezzo di alcune categorie sociali, mentre intreccerÓ un forte legame con una ragazza disturbata e lui e l'amico Gagarin prenderanno crescendo strade diverse.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,24 / 10 (78 voti)6,24Grafico
Voto Recensore:   6,50 / 10  6,50
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Educazione siberiana, 78 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Thorondir  @  21/07/2018 14:07:09
   5 / 10
Film raffazzonato, oserei dire dilettantesco a tratti nella sua messa in scena, veramente come già detto da altri sembra quasi di guardare una fiction tv. Inoltre la storia non trasmette nulla, con questi continui rimandi avanti e indietro che vorrebbero raccontare l'amicizia, una realtà sociale, un microcosmo criminale e finisce per non raccontare nulla.

hulaplain  @  02/10/2017 19:00:34
   7 / 10
Bello, profondo, crudo, reale

antoeboli  @  03/02/2017 00:05:35
   5½ / 10
Devo ammettere che piacendomi i film di Salvatore , questo è uno di quelli che ho trovato molto debole sul profilo registico , come se sembra a tratti una fiction tv , e sotto il profilo della sceneggiatura davvero blando , con scene montate in modo precipitoso e messe li una dopo l altra ,e ovviamente ci metto anche il finale di cui mi aspettavo molto di più rispetto a ciò che si vede.
Sembra come se manchi una parte di film , ovviamente senza spoilerarvi , come se nell ora e mezza il tutto sarebbe dovuto rimanere confinato .
Tra i pregi metterei l atmosfera che si respira di vera Siberia , con attori presi da quelle zone o comunque sconosciuti che ben si prestano alla camera . Tra cui troviamo anche nomi famosi come J.Malcovich.
Questo però non basta per un film secondo me incompleto .

marimito  @  30/01/2016 23:51:40
   6 / 10
La fotografia è notevole; ci sono paesaggi che mozzano il fiato. In un tale habitat la storia si perde un po' ed i dialoghi diventano poco adeguati al livello del contesto in cui avvengono. Per certi versi mi sembra un già visto, ma in altri luoghi. Però la sufficienza, almeno come media con la fotografia, la raggiunge.

markos  @  21/11/2015 18:47:33
   7 / 10
Merita una visione. Paesaggi freddi e ottima fotografia. Storia criminale basata sulle usanze moldave.

Nudols85  @  13/03/2015 19:28:24
   7 / 10
Buon film che acconta una realtà molto affascinate e soprattutto non enormemente sfruttata come per esempio la mafia americana, forse non molto avvincente e qui la colpa è di Salvatores che forse si perde eccessivamente nel voler dare alla pellicola una freddezza innaturale e una piattezza delle emozioni, fotografia molto bella attori sufficienti. Il film comunque risulta piacevole anche se a tratti lento, belle ambientazioni. Vale la pena guardarlo.

chem84  @  26/01/2015 22:53:36
   5 / 10
Non ho letto il libro, quindi giudico il film come se fosse un original; e il sentimento che prevale è una noia negativa, che non lascia molti spunti interessanti, solo tanta pesantezza.
Bocciato.

7219415  @  06/01/2015 19:02:55
   6 / 10
La cosa che mi ha fatto più effetto sono state le conversazioni piatte senza emozioni...le parole sono scandite sempre precise e lentamente! Per il resto il film non è nulla di che...piuttosto banale

Oskarsson88  @  05/01/2015 23:19:04
   5½ / 10
Dialoghi poco tonici.. poco convincente.. bella la neve!

william sczrbia  @  05/01/2015 23:10:08
   6 / 10
Mi aspettavo di più,qualche bel dialogo ma trama scarna senza grandi idee

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  28/09/2014 02:42:48
   6 / 10
Un film questo di Salvatores troppo sbrigativo rispetto al romanzo da cui è tratto. La recitazione è buona e anche determinate parti sono riuscite sia a livello registico sia contenutistico, purtroppo però lo svolgersi della vicenda non è del tutto convincente. Il ritmo non è sempre sostenuto. Mi aspettavo qualcosa di più. Appena sufficiente.

alex94  @  28/07/2014 11:47:59
   7 / 10
Buon film, tratto dall'ottimo romanzo di Nicolai Lilin, diretto da Gabriele Salvatores nel 2013.
La trama anche se in alcuni punti è stata completamente stravolta è pur sempre buona,sviluppata in un modo che almeno a me ha ricordato molto "C'era una volta in America"di Leone.
Ottima la regia ed il cast tra cui spicca il bravissimo John Malkovich.
Non può essere assolutamente paragonato al libro ma resta sicuramente un film che merita di essere visto.

Invia una mail all'autore del commento albatros70  @  28/07/2014 08:53:06
   6 / 10
Film molto violento con una buona regia e ottime ambientazioni in una bianca siberia. La storia non è nulla di trascendentale ma, in ogni caso, una sufficienza ed una visione le merita....

floyd80  @  19/06/2014 18:25:08
   7 / 10
Una pellicola che al primo impatto potrà sembrare banale, ma se ci si lascia trasportare dalla regia, dalle musiche e dalla stupenda fotografia si rimane piacevolmente sorpresi.
Salvatores rimane uno dei migliori registi italiani e qui è circondato da bravi attori e da una trama in fin dei conti non così scontata.
Certo non si parla di capolavoro, ma il film regge e non stanca mai.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  13/06/2014 16:19:05
   6½ / 10
Tutto sommato un buon prodotto. Abbastanza classico nell'impianto narrativo e nella storia (diversa dal romanzo), anche se le tradizioni dei siberiani danno un tocco di novità al tutto. Comunque bravo Salvatores, il film è piacevole.

The Cellular  @  28/05/2014 11:41:25
   5 / 10
Non raggiunge la sufficienza piena a malincuore, visto su sky poco tempo fa nn mi ha convinto del tutto...parte con il migliore degli auspici ma si riduce banalmente a una storia di vendetta tra compagni di fazione..

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento mkmonti  @  06/05/2014 17:37:23
   5½ / 10
L'ultimo lavoro di Gabriele Salvatores lascia lo spettatore con l'amaro in bocca, ponendosi come una pellicola riuscita soltanto a metà; di respiro internazionale (il che è certo un bene per il cinema italiano troppo provinciale ed autorefenziale), la sceneggiatura appare però lacunosa, in primis nel voler far passare il messaggio che quanto accade riguarda l'intera unione sovietica, trattandosi, invece, come riferisce lo scrittore del libro da cui è tratto il film, di fatti relativi ad uno spicchio di territorio particolare chiamato Transnistria. I due protagonisti principali non sfigurano, così come il grande John Malkovich. Ripeto, rimane un senso di incompiutezza per un film che poteva dare di certo di più, anche considerato l'alto budget a disposizione.

pinhead88  @  30/04/2014 17:44:08
   1 / 10
Un film che stanca, non coinvolge, scoraggia, deprime, ammoscia, esteticamente televisivo, privo di pathos, caratterizzazione, personalità, anima, fìga, tutto.

JOKER1926  @  25/03/2014 19:59:50
   5 / 10
"Educazione siberiana" è un film italiano di un regista conosciuto come Gabriele Salvatores, le questioni del film made in Italy convergono nelle azioni di bande criminali "oneste" siberiane, c'è anche una sorta di prefazione, proprio ad inizio film.
L'importanza del tema si sente, o meglio, è lo stesso a diventare importante andando a presentare diversi spunti di narrazione. Non si tratta di cose geniali ma, nella pura teoria, ci sarebbe parecchio da mostrare al pubblico.
Ma ogni concetto che erige la costruzione inizia pian piano a cedere; con "Educazione siberiana" sono troppe le cose che non appaiano palpabili, e quindi sono molte le cose che si possono definire liberamente negative, o perlomeno fuori dagli schemi, ma mai nella dolcezza del termine e del concetto. Le storie si destreggiano continuamente in un motteggiare patetico; poi la regia in questione risulta essere alquanto vaga nello stile; in pratica manca una compattezza scenica, film troppo vario, alterna troppe atmosfere e ambientazioni, coerenza latitante. Non solo i motti e un'opaca costruzione di scena, si aggiunge alla festa una elaborazione di storia poco chiara e troppo chiassosa. Difficile apprezzare tale prodotto, nessun attore brilla, tutto negli standard.

JOKER1926

Sestri Potente  @  24/03/2014 08:20:37
   5½ / 10
Bella la storia, realizzazione un po' moscia... Si poteva fare meglio

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  23/03/2014 07:50:03
   5½ / 10
"C'era una volta in... Russia" secondo Salvatores.
L'amicizia e gli scontri tra due ragazzi cresciuti insieme in un contesto sociale davvero particolare come puo' essere quello della Transnistria.
Malgrado il materiale a disposizione ne esce un film freddo che al termine della visione non lascia nulla e che verra' presto dimenticato.
La colpa peggiore è quella di non riuscire a creare empatia tra il pubblico e i due protagonisti...peccato.

Beefheart  @  21/03/2014 20:36:29
   7 / 10
Una sorta di "Padrino" in salsa slava, non del tutto funzionante per via di un certa mancanza di mordente e di efficacia. A parte Malcovich il resto del cast non impressiona nell'interpretare personaggi di modesto spessore. Sceneggiatura e trama semplici ai limiti della scontatezza. Musica alla Kusturica, discrete fotografia e location. Non imperdibile.

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  01/03/2014 17:21:18
   5 / 10
Film che non brilla per originalità che non mi è piaciuto in quanto non mi ha trasmesso alcuna emozione.

guidox  @  22/01/2014 20:11:45
   6 / 10
avevo discrete aspettative su questo film, ma purtroppo sono rimasto deluso.
piuttosto piatto, sembra girato frettolosamente e sempre leggermente fuori giri.
approfondimento dei personaggi parecchio tirato via, finale di corsa e piuttosto deludente.
la buona regia maschera parecchio la mancanza di tutto il resto.
sprecato Malkovich,

pak7  @  07/01/2014 22:32:53
   7 / 10
Piaciuto anche se moderatamente.
Applausi per location e fotografia, ma il difetto del film sta proprio non volere andare troppo a fondo, rimanendo sempre in superficie. Mi è sembrato un mix tra Romanzo Criminale e Stan by Me, ma mal dosato, anzi dosato poco perchè con un pò più di coraggio si poteva raccontare non una favoletta, come è sembrata, ma davvero una storia intrigante e coinvolgente. Un pò troppo caratterizzato il personaggio della ragazza.
Soddisfatto a metà.

marcodinamo  @  15/12/2013 11:45:33
   6½ / 10
Senza infamia e senza lode

DAPP  @  29/11/2013 17:50:50
   6 / 10
Savatores è uno dei registi più sopravvalutati degli ultimi vent'anni;
adulato fuori scala per Nirvana, film peggio che mediocre, con dialoghi, storia e regia a dir poco ridicola, con una trama che non ha veramente senso e con trovate e personaggi di una stupidità inaudita;
non meraviglioso per il resto (se qualcuno si ricorda la cartolina di Medierraneo, con una storia paradossalmente anti-storica e gli effetti speciali tento belli da far chiedere la restituzione dell'oscar), ma a tratti onesto;
qui siamo al regista che, al solito, pensa di essere lui la storia, e la reinventa, trasformandola in una stupidaggine senza senso (Gagarin che stupra la ragazza...Kolima che si arruola per andarlo a cercare...l'amico che prende la via del lato oscuro...ma quante idiozie ti sei inventato, Salvatores???)
Peccato, perchè Malkovich è grandioso e fotografia e luoghi sono bellissimi ed evocativi.
Peccato, me ne tornerò a leggere il libro cercando di dimenticarmi questa masturbazione dell'ego di Salvatores...l'ennesima

rogilord  @  14/11/2013 01:29:18
   7 / 10
Nel marasma di " cacca" nel quale, da troppo tempo ormai, sta affondando il cinema italiano fa piacere vedere un film di questo livello, non un capolavoro, ma comunque un buonissimo film ben diretto, con storia originale ( non le solite robe italiane tipo cine panettoni, film sulla crisi di coppia o sulla mafia) , con musiche ispirate, ottime recitazioni e belle scenografie, insomma, una buonissima pellicola consigliata che può interessare molti spettatori..

Aztek  @  04/11/2013 19:08:09
   6 / 10
Peccato, mi aspettavo molto di più. La sceneggiatura non è male, è molto intrigrante e alla lunga cattura l'attenzione dello spettatore, ma ci sono parecchi momenti lenti che ti annoiano un po'.
Buone le interpretazioni. Bella la location siberiana.

werther  @  30/10/2013 17:41:44
   5 / 10
Non mi è piaciuto affatto, non mi ha trasmesso nessuna emozione nel guardarlo e ho trovato la storia abbastanza inutile senza nulla di originale.

4 risposte al commento
Ultima risposta 10/02/2014 13.00.17
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento sb6r  @  27/10/2013 08:54:49
   7½ / 10
Non ho letto il libro da cui è tratto e forse questo condizionerà il mio giudizio.
Reputo, al contrario di molti, positiva la breve durata del film; anch'essa mi aiuta ad assaporare la crudezza di un angolo di mondo dimenticato. Non hai tempo di adattarti, non familiarizzi con i personaggi, non ti ambienti. E' freddo, è pericoloso e sopravvive chi ammazza per primo.
Come spesso accade, al film mancheranno parti importanti del libro che lo rendono scadente agli occhi dei lettori. Se però, come me, non avete nessuna aspettativa nè prospettiva nei riguardi della storia, probabilmente vi colpirà. Educazione Siberiana non vuole ripercorrere le epiche storie di famiglie malavitose che altri grandi registi hanno portato, efficacemente, sul grande schermo. E.S. è uno strappo sulla tenda da cui spiare un mondo a noi lontano. Un mondo crudo, povero, violento quanto affascinante.

paride_86  @  09/10/2013 00:52:12
   5 / 10
Quando ho letto il libro di Nicolai Lilin da cui è tratto il film sono rimasto davvero coinvolto e impressionato dalla cruda bellezza del racconto e dal conoscere una cultura a me totalmente estranea.
In questo film del romanzo rimane ben poco: non c'è atmosfera, non c'è coinvolgimento e, soprattutto, alcuni fatti vengono totalmente stravolti.
Salvatores ha girato un film mediocre, sprecando un grande attore come John Malkovich.

El Piccio  @  04/10/2013 09:44:37
   6½ / 10
Prima parte di film veramente promettente, poi nel passare dei minuti diventa (ma questa è una mia opinione) prevedibile, ma non annoia comunque...

calso  @  02/10/2013 09:35:00
   7 / 10
Mi aspettavo di più; forse la troppa attesa per i molti commenti entusiasti sentiti...crudo duro al punto giusto, racconta le vicende di crescita di quattro ragazzi in una realtà a noi sconosciuta, in cui fin da piccoli si è obbligati a diventare grandi e a credere in un proprio credo che non ha niente a che fare con ciò che rappresenta la nostra vita di tutti i giorni...comunque ben fatto e coinvolgente, ma mi è mancato qualcosa...

The Iceman  @  24/09/2013 23:09:22
   7 / 10
Bel film, attraverso la vita del giovane Kolima possiamo goderci una splendida ambientazione, una storia carica di significati (eccellente Malkovich come al solito) e una buona regia, in un panorama italiano sempre più povero di titoli competitivi...bravo salvatores.

Tony Ciccione90  @  14/09/2013 18:29:08
   8 / 10
Non capisco una media così bassa, probabilmente si tratta di utenti che fanno (giustamente) il paragone tra il film e il libro di Lilin. Il film è coinvolgente, i dialoghi incalzanti e interessanti. John Malkovich è sopra le righe, severo e rigido come il clima di "Mama Sibir", ma allo stesso tempo, come altri Siberiani, con il cuore caldo e accogliente, specie verso i matti (qui chiamati "i mandati da Dio"). Il popolo siberiano ha le sue usanze e i suoi costumi: fondamentale importanza hanno i tatuaggi, che possono dire molte, molte cose...

1 risposta al commento
Ultima risposta 29/11/2013 17.59.07
Visualizza / Rispondi al commento
giams  @  09/09/2013 18:09:15
   6 / 10
Buon film anche se mi aspettavo di più perchè le premesse erano davvero allettanti. Peccato.

Sbrillo  @  08/09/2013 22:49:12
   7½ / 10
Salvadores dirige un buon action thriller dall'inizio promettente che via via un pò va perdendosi....tuttavia non annoia mai grazie ad un ottima colonna sonora ed alla prova del cast di attori famosi e non...
belle le bianche e gelide atmosfere russe ed apprezzabile il coraggio di Salvadores nel voler tentare strade nuove....
A me non è per niente dispiaciuto...

freddy71  @  01/09/2013 20:23:50
   8 / 10
bel film di salvatores....molto coinvolgente... bella la fotografia...bravi gli attori...insomma uno dei migliori films di quest'anno secondo me.

vale1984  @  31/08/2013 11:11:39
   7 / 10
un buon film con una bella storia e un ottima ambientazione... mi ha stupito e fino in fondo riesce a coinvolgere. La controversa amicizia di alcuni giovani, i valori criminali insegnati fin da bambini, i principi, le lotte di potere, la filosofia di protezione dei più deboli rendono questo film piuttosto interessante.

Azrharn  @  25/08/2013 12:00:25
   7 / 10
Interessante e ben diretto. Finalmente di nuovo un buon film per Salvatores.

Alex22g  @  22/08/2013 23:58:13
   9 / 10
Davvero un ottimo film questo Educazione Siberiana. Non me lo aspettavo cosi'bello, ma fa sempre piacere vedere film di questo calibro. Ottima regia,cast, musiche e dialoghi. Davvero non so'cosa poter rimproverare a questa produzione, non conoscendo l'opera letteraria. Da vedere, e di certo lo acquisterò in blu-ray non appena disponibile per la vendita.

1 risposta al commento
Ultima risposta 29/11/2013 18.01.52
Visualizza / Rispondi al commento
Trixter  @  22/08/2013 22:29:25
   7 / 10
Buona prova di Salvatores, coraggiosa e abbastanza originale, merita senz'altro un voto positivo: non ho letto I'll racconto di Lilin, pertanto non potro' fare alcun paragone. Ad ogni modo I'll film e' intrigante, ben girato, caratterizzato da un buon ritmo e discretamente recitato (ottimo Malcovich). Visto I'll target dei prodotti nostrani, direi che Salvatores merita senz'altro un applauso.

zando  @  07/08/2013 19:10:48
   7 / 10
finalmente un film italiano che si distingue dalle solite commedie, purtroppo rimane un film un po sospeso, cioè, la trama è un po superficiale, anche se di fondo la storia è molto bella!!buona performance degli attori, alcuni ancora con poca esperienza!!un film che comunque merita di essere visto

giovielory  @  01/08/2013 22:52:02
   8 / 10
chi ha dato 4 a questo film,un po lo capisco, perche essendo abituato a vedere solo CINEPANETTONI PER CEREBROLESI, ovviamente non puo capire il messaggio che manda questo film allo spettatore.
poi perche bocciare un regista che finalmente prova a fare del cinema diverso dalle commediole a cui siamo abituati, a questo punto chi ha criticato il film dandogli 3 o 4 che si continui a vedere "vacanze di natale 35"
io premio questo film, come ho premiato l'ultimo film di tornatore,proprio perche finalmente ci sono registi italiani che provano ad uscire dal guscio in cui e stato rinchiuso il cinema italiano per 40 anni.
ps:premetto che reputo film come fantozzi o i film del "monnezza" capolavori del cinema italiano, ma non si puo vivere di sole commedie.

1 risposta al commento
Ultima risposta 29/11/2013 18.08.13
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  23/07/2013 11:07:07
   6 / 10
Lo snellimento del romanzo di Nicolai Lilin è fin troppo audace, i concetti riguardanti la contraddittoria società siberiana esiliata in Transnistria giungono smorzati, con la relazione tra precetti morali e crimine più che altro appena accennata.
La formazione fanciullesca di Kolima è tutto sommato avvincente ed offre dei buoni momenti, a seguire personaggi di grande importanza e situazioni emblematiche (su tutte la lunga sequenza del carcere) vengono sciaguratamente lasciate per strada o ammorbidite in modo incomprensibile.
L'incedere narrativo è claudicante, troppo frammentato senza che il concreto senso di appartenenza a questa fiera etnia sia realmente sviscerato, colpa anche degli inserti bellici che Salvatores aggiunge in preparazione al finale completamente stravolto rispetto al romanzo, ridotto ad un confronto tra stili di vita differenti decisamente poco soddisfacente.
Nulla a che vedere con quello cartaceo, caccia urbana sincopata e rabbiosa degna del miglior thriller che purtroppo Salvatores decide di abbandonare in virtù di un giustizialismo criminale piuttosto banale. Poco centrati anche i momenti più intimi, ci si imbatte in un lirismo spesso ai limiti del grottesco e comunque dal sapore eccessivamente dolciastro.
"Educazione siberiana" è però ben girato e recitato ( Malkovich appare divertito e in parte, molto bravi i giovani attori, piccolo ruolo per Stormare ), se si lasciano da parte i paragoni ci si ritrova al cospetto di affascinanti spaccati di vita tratti da un mondo all' interno del quale l' opposizione mira alla salvaguardia della propria identità. Lavoro quindi non inverecondo, più un'occasione sprecata considerato l'ottimo materiale di partenza.

8 risposte al commento
Ultima risposta 26/07/2013 23.17.46
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  10/07/2013 18:58:53
   6½ / 10
Ho una certa stima per Salvatores perchè è uno dei pochi registi italiano che cerca di dare un respire internazionale ai suoi film e l'eterogeneità della sua filmografia lo considero un segno di non volersi cullare sugli allori e provare strade nuove e differenti.
Educazione siberiana non è uno dei suoi film riusciti, pur possedendo qualche lampo di bravura. Un bel cast di attori tra conosciuti e non, rendono abbastanza coinvolgente una storia di formazione dalla buona ambientazione, immediatamente prima e subito dopo il crollo dell'impero sovietico, ma dallo sviluppo abbastanza convenzionale con qualche caduta rovinosa quando dall'analisi del ferreo codice morale dei criminali passa a quadretti sentimentali francamente inutili e dannosi.

Clint Eastwood  @  22/06/2013 09:24:49
   5½ / 10
Salvatores ci ha provato ma non era il suo film, peccato perché il libro non era male e del racconto di Lilin ne coglie giusto le sfumature apportando modifiche di trama imperdonabili ma anche sconclusionate.

TheLegend  @  22/06/2013 02:17:26
   5 / 10
Noioso nonostante il tema trattato.

Gruppo COLLABORATORI atticus  @  24/05/2013 00:46:51
   6½ / 10
Non si può certo dire che a Salvatores manchi la volontà (e il coraggio) di fare un cinema diverso dagli standard a cui siamo tristemente abituati. Non si parla, in questo caso, della potenza da esportazione indubbia di Educazione siberiana, trasposizione dell'omonimo romanzo di Nicolai Lilin, ma della capacità di creare atmosfere per noi inedite e di misurarsi con culture da noi lontanissime. Chapeau.
Le riduzioni letterarie si addicono a Salvatores, meglio se romanzi di formazione con pesanti valenze simboliche; in realtà il precedente Come Dio comanda, tratto da Ammaniti, era assai indigesto e, come in quel caso, anche qui si respira una certa cupezza che non facilità di certo il contatto con storia e personaggi.
L'occhio occidentale del regista non si rivela un limite per il racconto, specie quando la sceneggiatura non rinuncia a entrare nel temibile abbecedario formativo dei due ragazzini, addestrati al mestiere delle armi e chiamati ad assolvere a compiti più grandi di loro.
Lo spettacolo è di grande impatto, ed è sempre sbalorditiva la capacità della macchina da presa di passare dalla brutalità alla grazia di ogni singolo movimento, che sia una lotta o un volo in giostra (ma Bowie in colonna sonora è ormai un deja vu francamente abusato).
C'è, tuttavia una notevole discrepanza tra prima e seconda parte: le suggestioni dell'apprendistato, l'ansia per un mondo tenuto in pugno ma ancora da scoprire, le regole per una sopravvivenza quasi gangsteristica e, infine, l'amore vaneggiato per una donna sublime (tanto sublime perché irraggiungibile) si disperdono, col trascorrere del tempo, in un racconto di crescita sempre più banalizzato e privo di pathos che, se da un lato rispetta la costruzione di un percorso annunciato, dall'altro vanifica buona parte dell'interesse.
Non mancano scivolate nel patetico (Xenja che suona il pianoforte nel fiume in piena, le colombe bianche liberate nel cielo) e un ricorso, fortunatamente trattenuto, a futili scene madri; per non dire della recitazione terribilmente manierata di Malkovich, meglio (con le dovute misure) gli esordienti Fedaravicius, Tumalavicius e Tomlinson.
Resta un film sorprendentemente agile, fotografato magnificamente da Italo Petriccione, ma dal respiro epico alquanto trattenuto.

stallo  @  09/04/2013 21:23:12
   7 / 10
molto bello..crudo e riflessivo

jack98  @  06/04/2013 23:11:49
   8 / 10
Un film crudo e duro con un significato porte e profondo...
Finalmente un film italiano da come non si vedeva da tanto tempo, un film italiano dedicato al pubblico internazionale, non solo agli italiani..
un film in cui la violenza non viene mostrata esplicitamente (solo in piccola dose) ma punta più sulla psicologia dell'uomo, come piò cambiare un ragazzo nel corso di poco tempo, in cui tutto quello che avevano insegnato ad una persona svanisce come se niente fosse stato...il modo in cui lo fa vedere è un modo che colpisce lo spettatore, non con violenza, ma questo concetto resta impresso nella mente dello spettatore...
Da vedere

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  27/03/2013 23:27:22
   6½ / 10
redgirl  @  27/03/2013 03:40:11
   5 / 10
A me ha deluso un po'. Mi aspettavo un film più duro e con un significato più profondo

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

flackie76  @  20/03/2013 23:02:19
   8 / 10
che dire..a me e' piaciuto davvero tanto!!!!grande malkovich

gandyovo  @  17/03/2013 17:20:25
   6 / 10
una buona fotografia e una storia per niente appassionante. bellissima la ragazza voluta da Dio.

Gioyest  @  17/03/2013 01:59:03
   4 / 10
Se non paghi ti risparmi una trama banale senza alcuna costruzione drammaturgica ma soprattutto eviti di impressionare la retina con un'immagine caricaturale, distorta e falsa della Siberia dalla quale il film prende soltanto il titolo, senza toccarne alcuna peculiarità né poesia. La fotografia è buona ma rende ancor più irritante sapere che tanti mezzi sono a disposizione di operazioni cinematografiche senza alcuna grazia.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

dagon  @  14/03/2013 21:52:49
   5½ / 10
Film senza mordente e stranamente piatto, considerato il tema, con una sceneggiatura piuttosto anonima. Lo snodarsi della storia è molto prevedibile, peraltro con almeno un paio di momenti un po' nonsense. Tolto Malkovich, poco altro va sopra la sufficienza. Si può vedere ma senza il minimo palpito

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  13/03/2013 18:44:33
   7 / 10
Quando un regista italiano si appresta a svelarti il decorso della natura umana attraverso il mondo animali (v. sequenza) citando in poche parole nientemeno che Jack London i casi sono due: giù il cappello davanti a tanto coraggio, oppure pregiudizio per tanta eloquente presunzione. Nella carriera Salvatores ha OSATO più di tanti altri, e noi possiamo fidarci della sua sincerità. Che poi sia riuscito nelle sue imprese diciamo al 40 per cento è tutt'altro discorso. Il controverso Educazione siberiana è sicuramente il parto più temerario, perchè tra evidenti difetti formali ti lascia addosso comunque una lascivia, un fascino sinistro visivo da ricordare a lungo. Purtroppo il regista non convince fino in fondo: il ritmo a volte cala, momenti grotteschi si alternano in intrecci à la Jules et Jim o magari Novecento (amicizia inossidabile divisa nel tempo tra due coetanei) scivoloni di dubbio gusto nella patina - orripilante il deja vu dell'immagine sulla giostra, per fortuna un episodio isolato - nell'insieme c'è più freddezza che cuore.
I tenui colori della Siberia innevata vengono ridicolizzati da squarci estivi da soap-opera, e mettiamoci pure qualche momento di retorica che stride proprio nell'ambizione morale di raccontare il rito della grande appartenenza umana alla terra e alla forza retriva della "giustizia". Eppure il fascino del film resta intatto. In alcune sequenze, tipo il Mondo sommerso del carcere che Kolima conosce, nella sua coscienza di soldato al fronte, nei corpi tatuati da messaggi e identità di altri uomini e altri riti. Momenti in cui filtra un cinema che è debitore del primo Kusturica o magari di Schlondorff, e che tracciano una strada verso la maturità di un regista ancora troppo influenzato dal suo stile compassato. Ma nella giusta direzione per il futuro. Merito anche del cast, in part. un Fedaravicious strepitoso, che sembra una via di mezzo tra un ipotetico figlio di Russell Crowe e il primo Umberto Tozzi

2 risposte al commento
Ultima risposta 19/05/2013 11.03.46
Visualizza / Rispondi al commento
ClaudiaP.  @  13/03/2013 15:10:44
   6½ / 10
Amante di Salvatores ho trovato il film vedibile (a differenza dei 4 che ho visto qua e là sulla pagina). John Malkovich personaggio emblematico e ben fatto.Storia interessante, come il romanzo del resto. Fotografia stupenda.

lafujiko  @  13/03/2013 11:15:02
   7 / 10
Ottime le ambientazioni, la fotografia e la colonna sonora; spettacolare l'interpretazioni di Malkovich e vincente la scelta di attori sconosciuti ( a parte Xenya che risulta davvero irritante ).
Però dal trailer, e vedendo la prima parte, mi aspettavo un film molto più affascinante: in realtà non convince fino in fondo, non decolla, quasi fosse incompiuto. La seconda parte viene banalizzata ed il finale è poco significante, troppo frettoloso.
Un vero peccato, con poco ( più profondità ? meno retorica ? ) poteva risultare davvero un ottimo film.
Comunque da vedere !

fmazzucato  @  09/03/2013 18:06:50
   6½ / 10
Ho preferito di gran lunga il libro, forse se le aspettative fossero state inferiori il film avrebbe meritato un voto maggiore. Molto belle ambientazione, fotografia e musiche.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  08/03/2013 21:29:22
   7½ / 10
Mi reputo soddisfatto della visione: Salvatores dirige con mano decisa questo action-thriller storico (ma i fatti sono veri?); fotografia cristallina, interpretazioni spettacolari... e colonna sonora splendida...sì, mi è piaciuto davvero. Un paio di difettucci però ci sono: si vede che la sceneggiatura è stata spolpata da un romanzo (che non ho letto), infatti pare un riassunto... e poi Xenya è troppo stupida.

jiko  @  08/03/2013 11:49:50
   6 / 10
Non male, ma non mi ha convinto completamente, lo definirei un film incompiuto, non decolla mai. Malkovich perfetto nella parte di un carismatico anziano padrino, bella anche la fotografia, unica pecca la trama un pò sconclusionata e un finale fin troppo frettoloso e tirato via.

Strix  @  07/03/2013 18:29:54
   6 / 10
Premessa: non ho letto il libro nè mi importa sapere se sia una storia attendibile o meno: giudico solo ciò che ho visto.
Non conoscevo nulla delle usanze siberiane quindi ho trovato affascinante la storia di formazione nonostante l'interpretazione abbastanza piatta dei 2 protagonisti. Peccato però che dalla metà in poi il film mi sia sembrato tutto un susseguirsi di eventi poco interessanti ai fini dell'intrattenimento (caratteristica a mio parere fondamentale nella mia visione personale di Cinema con la C maiuscola)...a un certo punto mi sembrava di vedere uno di quei film -mattoni tipici del cinema est-europeo, lenti e freddi che fanno assopire. Per fortuna la durata non è lunghissima, quindi alla fine la visione scivola tranquilla. Non male la mano della regia, niente male per essere italiano.
In sintesi: bel film, ma piatto; manca quel qualcosa in più, non so cosa, che lo poteva rendere un gran bel film.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

suzuki71  @  07/03/2013 09:15:19
   7 / 10
Inizia sconclusionatissimo ma finisce decisamente bene un film dalla buonissima fotografia e registicamente valido.

the_wizard_ita  @  06/03/2013 16:52:47
   6½ / 10
Io non ho letto il libro, mi sono presentato sulle poltroncine senza conoscere niente di Lilin, i Siberiani e la loro tradizione. Sufficienza scarsa nel delineare i personaggi, la trama non è niente di particolare ma quantomeno si dipana bene lungo il film senza grandi forzature. Se non fosse chiaramente, almeno nelle intenzioni, un film di formazione bensì un action movie, allora per mio modesto parere potrebbe meritare anche qualcosa in più. La regia sembra non cogliere i dettagli fondamentali di diverse scene, sembra vagare senza incidere. Le interpretazioni invece mi sono piaciute.
Considerando i 5 euro spesi non ne sono nè pentito nè contento.

TonyStark  @  05/03/2013 22:30:32
   6 / 10
sinceramente mi ha deluso, è un film che ndava trattato con maggiore spessore, mi sembra invece una affresco molto colorato ma privo di profondità. Malkovich bravo.

Gruppo COLLABORATORI gerardo  @  05/03/2013 14:17:24
   4½ / 10
Film scadente da un regista mediocre: non c'è molto da dire su Educazione siberiana.
Quello che avrebbe dovuto essere un film (romanzo) di formazione, nelle mani di Salvatores si trasforma in una insipida e inutile ficscion con l'aggiunta di qualche spruzzo di sangue.
Ma da chi ha diretto "Quo vadis, baby?" ed "Happy family" francamente non ci si poteva aspettare di meglio.

2 risposte al commento
Ultima risposta 08/04/2013 19.57.46
Visualizza / Rispondi al commento
elnino  @  04/03/2013 11:24:26
   8 / 10
Una gran sorpresa, fatto veramente bene, Malkovich eccezionale, e anche gli altri non sono male. Da vedere assolutamente

Invia una mail all'autore del commento Constantine  @  03/03/2013 16:50:36
   5½ / 10
Salvatores ha preso il romanzo di Lilin (già controverso per la sua presunta inattendibilità storica) e lo ha completamente stravolto, disarmandolo come si fa con un ordigno fatto in casa. Per chi si avvicina a questa pellicola con il racconto stampato ancora ben chiaro in mente ne rimarrà più cocentemente deluso. Comunque anche preso singolarmente l'ultimo prodotto del regista italiano lascia a desiderare, scontato, banale, poco coinvolgente nella trama per quanto stilisticamente e visivamente accattivante. Tutto scorre in un trionfo della retorica e i pochi lampi estrapolati dal testo di Lilin non bastano a risollevarne le sorti. Il cast mi è sembrato all'altezza come le musiche e la fotografia, purtroppo qui a mancare completamente è il pathos ed il fascino indiscutibile che una pellicola come ad esempio "La promessa dell'Assassino" di Cronenberg possiede a profusione. Un Salvatores svogliato e forse poco coinvolto che non viene salvato dalla sua indiscutibile maestria.

Invia una mail all'autore del commento lapucciosauro89  @  03/03/2013 01:45:06
   5½ / 10
La storia è indubbiamente molto bella ma la noia mi ha assalto decisamente troppe volte.

exdinu  @  03/03/2013 01:09:08
   5 / 10
Sono sempre piu convinto che Salvatores si sia autosopravvalutato dopo l'oscar del 92 con Mediterraneo (specialmente dagli interventi descrittivi del suo film che fa in tv, addirittura nei tg) per presentare una specie di ragazzi (violenti) della via pal e scontri di bande all'arancia (clementina però) meccanica! e che finale poi, degno di un film da rai uno di prima serata!!! In ogni caso il film si ispira (lontanamente) soltanto all'omonimo libro di Nicolai Lilin.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  02/03/2013 18:52:32
   4 / 10
Pessimo.
Salvatores - regista definitivamente bollito - ci dimostra ancora una volta quanto sia facile prendere e distruggere un ottimo romanzo.

Semplificato e stravolto in fase di sceneggiatura, retorico fino all'inverosimile nella narrazione, con personaggi talmente irritanti da generare un totale disinteresse. Stendo un velo pietoso su doppiaggio, colonna sonora e banalità varie e assortite. Dico solo che a un certo punto Malkovich ringhia. Si, ho detto ringhia. Ma per carità.

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  01/03/2013 23:24:13
   6½ / 10
L'autore del libro da cui è tratto questo film è molto discusso (si è inventato tutto? è tutto vero?) e quindi non mi sento di parlare della verosimiglianza di quel che si vede. Sicuramente la prima parte di questo film è ben fatta, interessante ed affascinante. Bravi gli attori e belli i personaggi. Poi da metà in poi il tutto si banalizza e si sgonfia fino ad un finale insignificante (e abbastanza assurdo).

Manticora  @  01/03/2013 23:11:46
   8 / 10
Educazione Siberiana è una sorpresa come film, anche se l'opera letteraria della giovane promessa Lilin da cui è tratto ha un respiro più ampio, ma d'altronde è prevedibile, essendo un libro. Indubbiamente il materiale di partenza non era semplice, perchè ricreare l'atmosfera rappresentava la sfida più grande e soprattutto il tassello fondamentale per rendere credibile l'opera filmica. In questo Salvatores ha mostrato ancora una volta di essere un regista poliedrico ma soprattutto coraggioso, perchè dopo Come dio comanda e Nirvana ha abbandonato il facile registro della commedia e ha saputo reinventarsi misurandosi con una narrazione drammatica. La scelta degli attori è stata particolarmente felice, tutti giovani sconosciuti, tra cui il più azzeccato è John Malkovic nella parte del nonno di Kolima, una presenza sempiterna, che dispensa regole e saggezza, da ammirare l'esposizione dell'aforisma sul branco di lupi. Le location sono perfette, la storia purtroppo per forza di cose è stata ridotta, possiamo dire semplificata, ma ciò non toglie niente alla sua forza primigenia, in cui la voce di Kolima funge da guida per lo spettatore. Ottime le musiche ora mi aspetterei che Salvatores trasponga anche il seguito, l'ancor più duro Caduta Libera, sulla guerra di Cecenia.
"La dignità se si perde non si può riavere!"

ColdWar87  @  01/03/2013 13:28:18
   4 / 10
Veramente pessimo,infedele al libro ma soprattutto una trama e una sceneggiatura ridicole....se non fosse stato per Malkovich sarebbe stato un 3 .

Kitiara31  @  01/03/2013 10:20:24
   7½ / 10
Ho amato moltissimo il libro di Lilin, quindi aspettavo con ansia l'uscita di questo film.
A dir la verità, la sceneggiatura ha edulcorato molto, forse troppo, alcuni aspetti essenziali del libro: i tatuaggi, le regole della comunità, la vita pre e post URSS.
In ogni caso un film tecnicamente ben fatto, splendide immagini e bravissimi gli attori che interpretano Kolima e Gagarin.
Bravo come sempre Malkovic.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

45 seconds of laughter47 meters down: uncaged5 e' il numero perfettoa herdadea mano disarmataa sonabout endlessnessadults in the roomall this victoryalla corte di ruth - rgbamerican animalsamerican skinandrey tarkovskji. a cinema prayerangry birds 2 - nemici amici per sempreannabelle 3
 NEW
antropocene - l'epoca umanaapollo 11aquaslasharab bluesarrivederci professoreatlantis (2019)attacco al potere 3 - angel has fallenbaby gang (2019)babyteethballoonbarnbeautiful boy (2018)beyond the beach: the hell and the hopebirba - micio combinaguaiblanco en blancoblinded by the light - travolto dalla musicablue my mind - il segreto dei miei anniboia, maschere, segreti: l'horror italiano degli anni sessantabombay rosebring the soul: the movie
 NEW
burning - l'amore bruciaburning canecarmen y lola
 NEW
c'era una volta a... hollywoodcercando valentinacharlie says - charlie dice
 NEW
chiara ferragni - unpostedchristo - walking on watercitizen kcitizen rosicity hunter - private eyesclimax (2018)colectivcorpus christicrawl - intrappolatidaitonadelphinedi tutti i coloridiamantino - il calciatore piu' forte del mondodicktatorship - fallo e basta!dolcissimedomino (2019)due amici (2019)e poi c'e' katherine
 NEW
eat local - a cena con i vampiriedison - l'uomo che illumino' il mondoeffetto dominoel principeelectric swanemaemilio vedova. dalla parte del naufragioescape plan 3 - l'ultima sfidafast & furious - hobbs & shawfellini fine maifiebre australfiore gemellofulci for fakegenitori quasi perfettigiants being lonelygive up the ghostgloria mundigodzilla ii - king of the monstersgoldstonegretaguest of honourhava, maryam, ayeshahotel artemishouse of cardini diari di angela - noi due cineasti. capitolo secondo
 NEW
i migliori anni della nostra vita (2019)i morti non muoiono
 NEW
il colpo del caneil criminaleil flauto magico di piazza vittorioil grande saltoil mostro di st. pauliil pianeta in mareil prigionieroil re leone (2019)il regnoil signor diavoloil sindaco del rione sanitÓil varcoin fabricit: capitolo 2juliet, nakedjust 6.5kinkingdom comela bambola assassina (2019)la fattoria dei nostri sognila legge degli spazi bianchila lloronala mafia non e' piu' quella di una voltala mia vita con john f. donovanla piccola bossla prima vacanza non si scorda maila rivincita delle sfigatela verita' (2019)la vita invisibile di euridice gusmaol'amour flou - come separarsi e restare amicil'angelo del criminele coup des larmesles chevaux voyageurslife as a b-movie: piero vivarellilingua francal'ospite - un viaggio sui divani degli altrilucania - terra sangue e magial'ultima orama (2019)mademoisellemadre (2019)marriage storymartin edenmaryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmen in black: internationalmes jours de gloiremidsommar - il villaggio dei dannatimio fratello rincorre i dinosaurimoffiemondo sexymosulnever just a dream: stanley kubrick and eyes wide shutnevermindneviano.7 cherry lanepallottole in liberta'parthenonpasspartu': operazione doppiozeropelican bloodpets 2: vita da animaliphotographpolaroidpop black postapowidoki - il ritratto negatoprimula rossapsychosiaquel giorno d'estateraccolto amarorapina a stoccolmarare beastsrealmsred sea divingrestiamo amicirevenirrialtorocketmanroqaia
 NEW
rosa (2019)sabbiasanctorumsaturday fictionscalesscherza con i fantise c'e' un aldila' sono fottuto: vita e cinema di claudio caligarisebergselfie
 NEW
selfie di famigliaserenity (2019)seules les betessh_t happensshadow of watershelter: addio all'edensir - cenerentola a mumbaiskate kitchensolesoledadspider-man: far from homestate funeralstrange but truestuber - autista d'assaltosubmergencesupereroi senza superpoteriteen spirit - a un passo dal sognotesnotathe boy 2the burnt orange heresythe deepthe diverthe elevatorthe great green wallthe king (2019)the kingmakerthe laundromatthe lodgethe long walkthe mirror and the rascalthe nest (il nido)the painted birdthe perfect candidatethe quake - il terremoto del secolothe rider - il sogno di un cowboythe scarecrowsthey say nothing stays the sameti presento patricktolkientony driver
 NEW
torino nera (2019)toy story 4tutta un'altra vitaun monde plus granduna famiglia al tappetoverdictvita segreta di maria capassovox luxwaiting for the barbarianswake up - il risvegliowasp networkwelcome home (2019)wolf call - minaccia in alto marewomanx-men: dark phoenixyou will die at 20zerozerozero - stagione 1zumiriki

991916 commenti su 41971 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net