il giustiziere della notte regia di Michael Winner USA 1974
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

il giustiziere della notte (1974)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film IL GIUSTIZIERE DELLA NOTTE

Titolo Originale: DEATH WISH

RegiaMichael Winner

InterpretiStephen Elliott, Olympia Dukakis, Steven Keats, Jeff Goldblum, Stuart Margolin, William Redfield, Vincent Gardenia, Hope Lange, Charles Bronson

Durata: h 1.33
NazionalitàUSA 1974
Genereazione
Tratto dal libro "Il giustiziere della notte" di Brian Garfield
Al cinema nel Settembre 1974

•  Altri film di Michael Winner

Trama del film Il giustiziere della notte

Per vendicare la moglie, uccisa da un trio di teppisti e la figlia stuprata, un mite architetto di New York, ex obiettore di coscienza e con idee di sinistra, si trasforma in uno spietato giustiziere.

Film collegati a IL GIUSTIZIERE DELLA NOTTE

 •  IL GIUSTIZIERE DELLA NOTTE 2, 1982
 •  IL GIUSTIZIERE DELLA NOTTE 3, 1985
 •  IL GIUSTIZIERE DELLA NOTTE 4, 1987
 •  IL GIUSTIZIERE DELLA NOTTE 5, 1994

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,53 / 10 (56 voti)7,53Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Il giustiziere della notte, 56 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Italo Disco  @  31/08/2023 22:33:46
   9 / 10
Eccellente, se avesse la potenza visuale di un Friedkin staremmo parlando di un capolavoro. Bronson leggendario.

XYX324  @  17/04/2023 19:13:41
   7½ / 10
Grande classico con un bravissimo Charles Bronson. Violento e cinico al punto giusto. Consigliato.

cort  @  20/09/2021 22:22:29
   6½ / 10
Attori pessimi e qualità video anni 80 non bastano a scalfire la parte centrale e finale di questo film d'azione di carattere.
Se si ha pazienza di superare la prima mezzora di serie b è consigliato!

Hagen di Tronje  @  16/07/2018 14:43:04
   8 / 10
Un film d'azione come se ne facevano una volta, forse un po' lento ma di indubbio fascino. Il controverso tema del cittadino che, sfiduciato nei confronti di una giustizia impotente, decide di combattere la criminalità per proprio conto, viene trattato in modo efficace, ricorrendo anche a scene che, all'epoca, suscitarono un certo scalpore per la loro brutalità.
Fra gli attori, oltre, naturalmente, al protagonista Paul Kersey, al quale Charles Bronson rende pienamente giustizia con la sua ottima interpretazione, si fa notare Vincent Gardenia nel ruolo del capace ispettore di polizia.
Di grande impatto la fotografia, che mostra una New York notturna e ostile.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

VincVega  @  19/06/2018 18:38:55
   7½ / 10
C'è da dire che come messaggio non è dei migliori e poi ha dato vita anche a film non all'altezza, ma il primo "Death Wish" è sicuramente una pellicola che se presa nel modo giusto, ovvero action/thriller d'intrattenimento unito al dramma personale del protagonista. La spirale di vendetta e giustizia che attanaglia Paul Kersey, è ben evidenziato, fino al diventare impassibile di fronte ai propri metodi violenti. Una pellicola ben fatta, con le solite atmosfere anni '70 in primo piano e un Bronson azzeccato.
P.S. Sinceramente mi è venuto da ridere, quando Paul Kersey ha detto di essere stato in passato obiettore di coscienza.

Mike91  @  04/06/2018 20:14:01
   6 / 10
Il volto di Charles Bronson è stato una stupenda icona del cinema americano...ho visto questo film sapendolo un cult e devo dire che non mi ha esaltato, sarà perché la storia del vigilante che si fa giusti*ia da se siamo abituati a vederla da lungo tempo...non discuto che questo film sia stato il capostipite, allora innovativo quando uscì; e la musica è molto bella, così come la regia...solo, non è la mia ta**a di te quotidiana.

albert74  @  31/05/2018 22:57:13
   7 / 10
buon poliziesco, a mio avviso un po' sopravvalutato, in cui il vendicatore è interpretato da Charles Bronson che comparirà anche nei seguiti.
moralmente discutibile ma girato piuttosto bene. Il limite id questo genere di film è una certa ripetitività nello script che ne pregiudica la tensione e lo rende alquanto prevedibile.

Invia una mail all'autore del commento marco986  @  13/03/2018 23:38:23
   7 / 10
UN OTTIMO CHARLES BRONSON IN UN FILM CHE HA ANCORA OGGI GRANDE SUCCESSO



Tratto dall'omonimo romanzo di Brian Garfield, Il giustiziere della notte ha assunto nel corso degli anni l'aura di titolo cult. Incipit di una lunga serie di sequel e paradigma di svariati film incentrati sulla vendetta privata, la pellicola di Michael Winner consacra inoltre Charles Bronson nel suo ruolo più celebre, dopo quello di Armonica in C'era una volta il west (1968) di Sergio Leone.

Con ben 4 seguiti all'attivo e una riuscita parodia nostrana fatta dal buon Franco Franchi diretto da Mario Amendola.

Colonna sonora di Herbie Hancock

alex94  @  26/10/2014 13:36:47
   7 / 10
Cult movie degli anni 70 diretto da Michael Winner.
La trama è buona,piuttosto cruda e violenta ed anche se è sviluppata in modo poco realistico risulta sempre coinvolgente.
Molto buona anche l'atmosfera sporca e malsana che si respira per gran parte del film.
Ottima la regia e la recitazione,bravissimo come al solito Bronson nei panni del protagonista.
Merita almeno una visione.

DogDayAfternoon  @  06/08/2014 22:02:04
   7 / 10
Sicuramente un cult da vedere, ma con alcuni limiti. L'idea è molto interessante, il tema della giustizia personale è abbastanza ricorrente nel cinema e forse questa è una delle rappresentazioni migliori o comunque più coinvolgenti. Il problema principale sta nella credibilità della storia stessa, è inaudito come quest'uomo attiri su di sé ogni volta che mette il naso fuori di casa il fior fiore della criminalità e riesca sempre con estrema facilità a sbarazzarsene. Ma è da vedere comunque, almeno una volta.

Trixter  @  14/07/2014 22:27:57
   8 / 10
Tra i cult anni 70 spicca sicuramente Il Giustiziere della Notte (e non parlo della serie, bensì solamente del primo capitolo) con un Charles Bronson in stato di grazia che più che interpretare, è Paul Kersey, mite ingegnere newyorkese che, a seguito dell'uccisione della moglie e lo stupro della figlia da parte di tre balordi, veste i panni del giustiziere, affamato di vendetta contro la criminalità dilagante nella grande mela.
E' un film cupo, nerissimo, notturno, tagliente: affronta tematiche sociali di grande rilevanza in modo tale che, all'epoca, ebbe grande impatto sociale: ancora ricordo, sul finire degli anni 70 e buona parte degli anni 80, che spesso la cronaca statunitense raccontava di improvvisati vendicatori, emuli di Kersey, sostituirsi ad una polizia inerme dinanzi alla criminalità ormai incontrollabile. Oggi, forse, Death Wish risente degli anni sulle spalle, ma è indubbio che ha tracciato un filone cinematografico di grande successo, una pietra miliare del noir/poliziesco. E' sempre un piacere vedere questa pellicola. Grande Bronson, grande Kersey.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR 1819  @  31/05/2014 14:57:05
   7½ / 10
Semplice, senza vezzi stilistici, cerca di catturare lo spettatore. L'obiettivo è presto raggiunto, il protagonista assurge al ruolo di eroe popolare e i minuti scorrono piacevolmente.
Coinvolgenti le musiche, ottima la regia. D'effetto la scena finale.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  11/03/2014 13:25:08
   6½ / 10
Il primo film e portavoce assoluto sul vigilantismo e la giustizia fai da te.
Violento, cupo e cattivissimo (la sequenza dello stupro lascia ancora a bocca aperta) con un protagonista perfetto ed un'atmosfera newyorkese talmente lurida e malsana da indurre anche il più coraggioso a barricarsi dentro casa. La critica sociale che si porta dietro è ancora potente ed ahimè più attuale che mai (qui da noi in particolare non si sente parlar d'altro dalla cronaca) tuttavia soffre non poco del peso degli anni, di un ritmo spesso soporifero soprattutto nella parte centrale, e di certi passaggi ripetitivi e poco credibili (il protagonista esce praticamente ogni sera in cerca di guai, ma i guai sembrano venire incontro sempre e solo a lui anche quando è tranquillo).

Ad ogni modo rimane una pietra miliare del genere, uno dei film più brutali degli anni 70, e l'apripista per una serie di sequel ed imitatori di alta e bassa lega.

Non mi ha mai fatto impazzire, ma è un pezzo di storia.

genki91  @  19/02/2014 02:21:12
   7 / 10
Giusta dose d'azione e dramma per questo famosissimo film.
Risente un po' il passare degli anni, ma rimane un classico.

peppe87  @  30/04/2013 20:29:25
   6½ / 10
si è un bel film, un cult per alcuni, ma mi aspettavo di piu

BlueBlaster  @  20/09/2012 01:44:56
   7 / 10
Un supercult! Vecchio si ma sempre affascinante e cupo...

Gabo Viola  @  22/11/2011 23:35:53
   6 / 10
Senza infamia e bla bla bla. Prova registica buona, discrete le musiche di herbie hankcock, carismatico Bronson. Quello che manca è una sceneggiatura, davvero pessima, sbrodolosa, reiterata allo sfinimento. Dietro c'è pochissimo. Si salva solo per Charles e poco altro. Quasi mediocre. 6 - - - - - - - -- - -- - - -

Leonardo76  @  05/08/2011 20:36:26
   8 / 10
Bel filmaccio violento ambientato a new york pre-Giuliani: violenta, sporca,con i tombini che fumano, molto bella (soprattutto per noi che viviamo a 7000km di distanza ^_^). Ha un'ideologia un po' pericolosa ma visto senza prenderlo sul serio più di tanto.

1 risposta al commento
Ultima risposta 18/11/2011 11.57.22
Visualizza / Rispondi al commento
Nudols85  @  11/03/2011 17:26:38
   7½ / 10
Grande film perfetto in tutto, la trama ora sembrerebbe scontata ma x il tempo era davvero sconvolgente..ottimo Bronson parte pittata per lui..combattutto tra la legalità e la sete di vendetta vive il dramma della morte della moglie...incantevole!!! consigliato per gli amanti del genere!!!

arpia  @  14/01/2011 06:46:23
   10 / 10
Insuperato per drammaticità, soprattutto se si considera che si riferisce a uomo realmente esistito: il grande Charles di Charlestown della South Carolina. Una grande figura di giustiziere, come ne esistono anche nel cuore del vecchio c ontinente. A loro si rivolgono i disperati e gli assetati di giustizia, ossia quanti, per ragioni gravi, non ottengono giustizia con le vie ordinarie. In Europa esiste il tribunale dei 13 incappucciati tedeschi (Tribual di Weme), come a Torino esiste quello minor di Theme (sempre 13 incappucciati). Figure emblematiche che la letteratura e poi il cinema hanno desunto dalla realtà. Mitici gli esempi de Il Giudice e il suo Boia, Dieci piccoli Indiani o tre piccoli topolini ciechi. Analoghi gli esempi di lega thriller americani mutuati da Grisham. In Europa famosa è anche la saga Kill Bill la cui bandiera è di colore bianco e giallo (laddove il giallo dell'abito e dello sfondo di cupertina si riferiscono invece al giallo ebraico di razza). Figure rese celebri, anche caratterialmente e per il loro stile decisionale e di vita, soprattutto, nella realtà quotidiana e naturale, prima ancora che in quella letteraria e cinematografica.

Luis82  @  25/12/2010 20:54:35
   9½ / 10
Film bellissimo da rivedere!!!Na bomba!!

JOKER1926  @  07/08/2010 18:31:17
   7 / 10
E' notte fonda a New York, una "notte" metaforica che Ŕ simbolo di un vuoto e di una violenza d'animo incontrollabile sillabata poi da una splendida fotografia che esalta il tutto per il film di Michael Winner "Il giustiziere della notte".

"Il giustiziere della notte" Ŕ un film che mette in risalto un uomo che ha provato sulla sua pelle gli effetti della violenza perdendo fisicamente e mentalmente moglie e figlia, desolato nel profondo del cuore con il tempo avrÓ una metamorfosi trasformandosi dunque in un "killer" notturno pronto a far pulizia di gentaglia (stile "L'ultimo treno della notte" di Aldo Lado).
E qui sale in cattedra la regia che attraverso scene vibranti e di sgomento, specie quelle iniziali dell'uccisione dei teppisti, mette tensione nell'animo del pubblico e in modo sistematico porta il giustiziere ad essere un'icona "mitizzata" degna persino di incoraggiamento e di protezione politica!

Bello da vedere, specie nella seconda parte, il film Ŕ una totale esaltazione della giustizia "privata", sicuramente fonte di critica ma il tutto Ŕ prettamente soggettivo; l'agire del personaggio pu˛ essere elogiato visto che il mondo va a rotoli e il rispondere alla violenza con la prepotenza a volte non Ŕ solo difetto umano. Uccidere un "collega" dell'assassino dei tuoi familiari sa di "soddisfazione" e gratifica la mente di un uomo straziato oltre a presentare a tutti gli effetti un' indiretta protezione di eventuali e potenziali vittime.

"Il giustiziere della notte" poi presenta un cast dignitoso, in primis Charles Bronson che nel ruolo se la cava benissimo, segue, come accennato, una fotografia di ottimo livello utilissima a scandire i vari scenari, buona anche la musica.

Il film dunque non presenta problemi di gran rilievo, certo un po' furbo e "almanaccato" con una sceneggiatura ad arte che non pu˛ non portare scintille nel finale, ci saranno ovviamente dei seguiti cinematografici, basta guardare il finaleů

4 risposte al commento
Ultima risposta 07/08/2010 22.54.48
Visualizza / Rispondi al commento
gemellino86  @  27/06/2010 06:37:19
   6½ / 10
Un prodotto discreto dove Bronson dà il meglio di sè stesso. Come intrattenimento soddisfa ma il peso degli anni si sente. Il primo rimane il migliore.

pinhead88  @  18/04/2010 03:47:00
   8 / 10
Stracult anni '70.un vero gioiellino.

ROBZOMBIE81  @  13/03/2010 15:40:23
   7 / 10
Messaggi vagamente conservatori e vendetta fai da te al centro di un classico dell'azione..

76eric  @  18/02/2010 23:37:32
   9½ / 10
Questo era veramente un grandissimo attore. Grazie a lui e a Clint sono nate le icone Stallone, Scwarzenegger ecc........Consigliatissimo anche perchè una volta sapevano fare film

outsider  @  10/02/2010 21:41:42
   8 / 10
per l'epoca grandissimo, oggi quasi banale ma sempre bello da rivedere.

potter79  @  31/01/2010 17:03:13
   7 / 10
Un poliziesco d'azione di pregevole fattura che ha come protagonista Charles Bronson. I seguiti è meglio lasciarli perdere.

Gruppo COLLABORATORI Zero00  @  29/08/2009 09:49:18
   7 / 10
Uno dei film più imitati di sempre, con un Bronson non nel suo ruolo migliore ma sicuramente nel più famoso. Un film lineare, con un significato poco condivisibile ma sicuramente con un suo perchè. Nel film un uomo si pone in maniera trasversale rispetto a tutto: popolo, criminalità, giustizia. Il film non mostra tanto quanto una scelta di questo tipo possa influire sul contesto, ma è un succedersi di eventi quasi inesorabile. Il dramma personale al centro di un evoluzione dei fatti. Alla fine tutto sembra essere affrontato superficialmente ma tutto appare al proprio posto, inesorabile come la voglia di vendetta di un uomo a cui viene levato quello che ha di più importante.

bulldog  @  04/08/2009 02:31:17
   6½ / 10
Piccolo cult del famoso giustiziere interpretato da Charles Bronson.
Scuro.

Robgasoline  @  27/07/2009 19:37:54
   8 / 10
Cult! Per scene e colonna sonora.
Ma d'altronde chi è che non l'ha ancora visto?

JIGSAW  @  23/07/2009 23:33:08
   8 / 10
Nessuno si è accorto di quanto sia coinvolgente la colonna sonora?A parte questo gran film...

edmond90  @  11/07/2009 23:57:59
   8½ / 10
Film cult la cui fama e'purtroppo stata lievemente oscurata dai sequel piu o meno pessimi...grandissimo Charles Bronson.

massaro  @  27/01/2009 14:27:45
   8 / 10
Ottimo film con un eccezionale Bronson in cerca di giustizia ma allo stesso tempo anche di vendetta. Peccato sia l'unico a essermi veramente piaciuto perchè i seguiti non ne sono proprio all'altezza.

risikoo  @  15/08/2008 09:37:19
   8 / 10
Un cult, che si doveva fermare al primo capitolo. Il voto riguarda ovviamente solo questo film e non tutta la saga. Visto la prima volta da bambino, mi rimase impressa la violenza sulla figlia del giustiziere.

Invia una mail all'autore del commento DonD  @  15/08/2008 00:47:34
   10 / 10
A me è sempre piaciuto moltissimo.

harold  @  09/06/2008 17:10:20
   7 / 10
Dall'omonimo romanzo di Brian Garlfield,una versione abbastanza riuscita,per
quanto riguarda le scene d'azione,che peraltro sono presenti nella seconda
metà del film.Per il resto,una lunga serie di dialoghi e scene relativamente
tranquilli,se si eccentua quella che da il là alla storia.Winner ha buon polso e
il cast è in palla.Bronson nel ruolo che lo marchierà a vita è eccezzionale.Ma
da non sottovalutare Gardenia in quelli del poliziotto che gli da la caccia.Un
buon film.

Invia una mail all'autore del commento BIONDO  @  23/05/2008 02:00:27
   9 / 10
mezzo voto in piu' perche' la saga è entrata nella leggenda,grande bronson,grande storia,grande titolo,cult è la parola giusta.

aleee  @  16/01/2008 19:03:00
   7 / 10
un film storico,come si fa a non ricordarselo....mitico charles bronson

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  10/12/2007 14:55:05
   7½ / 10
Tralasciando il messaggio di fondo, vagamente reazionario, sulla giustizia fai da te del cittadino privato, il film è un buon thriller d'intrattenimento che non delude le aspettative ed offre l'occasione di vedere un Charles Bronson con il suo personaggio cult in assoluto.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  09/12/2007 21:23:22
   4½ / 10
Bene bene... posso finalmente concedermi il lusso di stroncare i must amatissimi dagli spettatori... un pò come ho fatto con Papillon. Scusate la franchezza, ma la saga del Giustiziere... aveva le ore contate fin dall'inizio. Winner è un regista di rara mediocrità e il film è un monstre (ma in negativo) reazionario e poco incisivo, superficiale anche come invettiva sociale. Certo Bronson è un grande attore e non si discute, ma questa serie ha rischiato di mettere ombre sulla sua personalità.
"Il giustiziere della notte" è il capostipite di Walker Texas Rangers e di Rambo, tanto mi basta per distruggerlo... ma se volessimo dirci la verità, o meglio quello che io penso sia la verità, ha una sua rozza efficacia: un b-movie girato con calcolo approssimazione ma anche con una certa astuzia (è terribile ma "incoerente" pure la sequenza del massacro).
Non abbastanza per identificare Bronson (60 film all'attivo) col Giustiziere, malgrado la stima immensa

vitocortesi  @  01/12/2007 13:51:18
   8 / 10
Charles Bronson un vero mito.

Sestri Potente  @  01/12/2007 13:33:19
   8 / 10
Un grande film: Charles Bronson in uno dei suoi ruoli più congeniali è il protagonista di una avventura davvero drammatica... Ma saprà come farsi valere!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

AKIRA KUROSAWA  @  22/11/2007 10:42:15
   8 / 10
mi è piaciuto davvero moltissimo, adoro i film sul tema della vendetta vedi il corvo, old boy , kill bill ecc..
ottima interpretzione per chales bronson qui quasi ai massimi livelli, bella la stora, la prima part è dvvero molto cruda, dopratutto qando imalviventi entrano in casa e uccidono moglie e violentano la figlia..
nn eccezzionale per oil fnale , dove si poteva sicuramente fare moto meglio..cmq un gran bel film

lampard8  @  18/11/2007 13:53:34
   7½ / 10
Un cult movie. Bronson con quella suaespressione da eterno incazz.ato incarna alla perfezione l'uomo medio americano che sa farsi giustizia da se.
Ottime location e grande prova di tutto il cast in un film che non sente il peso degli annetti che in effetti ha.

Simmetria84  @  07/11/2007 01:06:44
   6½ / 10
BUon film ma charles bronson ha un espressività molto ridotta

Gruppo COLLABORATORI Marco Iafrate  @  17/10/2007 22:14:29
   8 / 10
Gran bel film, un cult, essenziale nella sua durezza, nella sua violenza, senza inutili esagerazioni o gratuite scene di sangue tanto care ai film americani di adesso. Il protagonista (un grande Charles Bronson) subisce una violenza [ indiretta perchè colpisce la sua famiglia ] ed indiretta è la sua reazione [ la vendetta è trasversale ]. Il film è logicamente una denuncia al sistema giudiziario, il cittadino che subisce una violenza si fa giustizia da solo diventando suo malgrado quasi un eroe ammirato dalla stessa polizia che arriva a chiudere un occhio anche di fronte ai suoi omicidi. Il tema sembra apparentemente semplice e stereotipato ma non lo è, non lo è perchè adesso, ancora più di allora, di fronte a tanta violenza gratuita alberga nei sentimenti della gente la sensazione che, purtroppo, per rendere giustizia ad un supruso si debba agire per conto proprio, è un gatto che si morde la coda, l'individuo non può rappresentare la legge, si innescherebbe una spirale senza fine, ce lo insegna proprio l'America dove il 90% dei cittadini possiede un'arma da fuoco, ( detenuta legalmente per legittima difesa ) e gli omicidi sono all'ordine del giorno, senza contare le stragi nei college tristemente note. L'essere umano è stanco della violenza, ma ne è circondato, e ne subisce il contagio come un virus, lo stesso che ha contaminato il mite architetto di New York.

Gruppo COLLABORATORI paul  @  09/08/2007 10:50:13
   8 / 10
Veramente molto bello, e con un messaggio di fondo discutibile ma importante: la vendetta puo´ essere in taluni casi un deterrente per liberare l´ombra junghiana che e´ in noi, ma spesso e´ un sentimento nobile. Una delle migliori prove di Bronson, qui al top della forma.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento thohÓ  @  17/06/2007 12:46:07
   6 / 10
Credo che ormai faccia parte dei cult. Ma l'ho trovato spesso tirato per le lunghe e noiosetto. E poi, diamine, li trovava tutti lui?
Bello il finale con il gesto mimato ed il sorriso di chi sta per rimettersi "al lavoro".

Invia una mail all'autore del commento franx  @  15/04/2007 16:13:27
   6½ / 10
Un altro cult movie degli anni settanta: stitico, puntuale, preciso, senza falsi moralismi o autocompiacimenti.
Recitazione al minimo indispensabile. Qui mi sembra che si tenda più a mettere l'attenzione nella storia che nello studio del personaggio, peraltro assai stereotipato.
Forse il personaggio più riuscito di Bronson e che lo reinterpreterà molte volte il tutti i giustizieri successivi.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  24/03/2007 10:09:09
   7 / 10
storia di classica vendetta realizzata molto bene...molto realistica la scena di violenza all'inizio(mi sembra di aver riconosciuto un giovane jeff goblum) e coinvolgente il suo seguito!
molto bella la scena del finto western con la folla che applaude alla carneficina e la frase "al calar del sole" che non a caso viene ripetuta dal protagonista in un punto nevralgico della pellicola...
un senso importante di originalita' lo troviamo nel finale dove...


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Philanselmo  @  23/03/2007 19:22:08
   8 / 10
Grandissima pellicola e grandissimo Charles Bronson, un film semplice ma con le idee ben chiare.
Il personaggio del giustiziere della notte è verametne leggendario!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento goat  @  24/01/2007 17:39:00
   9 / 10
una sorta di mix fra un rape & revenge e un poliziesco, che si discosta dal primo genere per la mancanza della revenge, almeno verso i materiali autori del fattaccio (di cui fa parte un giovanissimo jeff goldblum).
una trama semplice ma ricca di fascino, a cui una notturna e violenta new york fa da spalla perfetta.
e poi charles bronson trova il ruolo perfetto in cui far risaltare il suo viso antico e del tutto apatico, paul kersey è decisamente l'uomo che sarebbe stato se invece di far l'attore si fosse laureato in ingegneria.
innegabile inoltre il debito che uno dei nostri migliori polizieschi, 'il grande racket', abbia verso death wish; riscontrabile sia nella figura del mite civile che in conseguenza di traumi personali si ritrova nell'inedito ruolo di feroce giustiziere (il personaggio di orso maria guerrini è preso pari-pari da quello di chuck bronson), sia nella presenza in ambedue le pellicole dell'eccezionale vincent gardenia.

Invia una mail all'autore del commento domeXna79  @  10/01/2007 21:05:02
   7 / 10
Uno dei classici action polizieschi.
Trama decisamente scarna ma solida, definita intorno al personaggio del “Giustiziere”, uomo mite che si trasforma in brutale assassino, cercando quell’appagamento che lo tormenta dal momento in cui ha subito il brutale omicidio della moglie ad opera di tre malviventi ..la discutibile scelta di farsi giustizia da solo, oltre a quella della polizia che finisce per non accusarlo in quanto forte deterrente ai reati di strada, sono le tematiche più evidenti che la pellicola vorrebbe tracciare (senza particolare convincimento).
Peccato che poco venga approfondito, infatti tutte le tematiche introspettive (il dramma del mite ingegnere e quello dell’intera famiglia) vengono lasciate ai margini della narrazione, per prediligere solo il lato più violento del racconto ..di grande impatto invece la colonna sonora, così come le ambientazioni cupe della città di notte (la grande New York), senza dimenticare un particolare umorismo nero che alcuni dialoghi fanno emergere.
Nel complesso un film che viene considerato giustamente un cult nel suo genere ..voto 7 ½ per l’idea di base e 6 ½ per la realizzazione ..imperdibile per chi ama il filone violento!

mago di segrate  @  17/12/2005 19:57:42
   9 / 10
charles,una leggenda che cammina!!!

KANE  @  22/07/2005 18:13:33
   7 / 10
ormai è leggenda.
film crudo e violento con un Charles Bronson abbastanza convincente!
il primo e il migliore della serie di film che lo hanno seguito!

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

amleto e' mio fratelloanatomy of a fallanimali selvaticiasteroid cityavanzers - italian superheroesbarbieblackbitsblue beetlebugiardo serialecattiva coscienzacoma (2022)comandante (2023)come le tartarughecome pecore in mezzo ai lupiconversazioni con altre donnedemeter: il risveglio di draculadoggy styledouble souldue fratelli (2023)enzo jannacci vengo anch'iofatello e sorella
 NEW
felicita'gli oceani sono i veri continenti
 NEW
gran turismo - la storia di un sogno impossibilehai mai avuto paura?hanno clonato tyronehypnotic (2023)
 NEW
i mercen4ri - expendablesi peggiori giorniil castello invisibileil confine verdeil faraone, il selvaggio e la principessail giuramento di pamfiril grande carroil mio amico tempestail mistero del profumo verdeil pi¨ bel secolo della mia vitail sapore della felicitail supplente (2023)in the fireindiana jones e il quadrante del destinoinsidious - la porta rossaio capitanoio sono tuo padrejeanne du barry - la favorita del rekurskla bella estatela casa dei fantasmi (2023)la lunga corsa - una commedia stralunatala maledizione della queen maryla stanza delle meraviglie (2023)last film showle mie ragazze di cartal'invenzione della nevel'ordine del tempomamma qui comando iomanodoperamission: impossible - dead reckoning - parte unonina dei lupinoi anni luceoppenheimerpapa' scatenatopassagespatagoniapiggy (2022)priscillaraffarheingoldrido perche' ti amoritratto di famigliarodeorossosperanzaruby gillman - la ragazza con i tentacolishark 2 - l'abissotartarughe ninja - caos mutantethe equalizer 3 - senza treguathe nun 2the storetitinauna commedia pericolosauna donna chiamata maixabeluna stanza tutta per se'una sterminata domenicauomini da marciapiedewolfkin

1042955 commenti su 49758 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

BUGIS STREETL'ARMONICALE CREATURELIFE OF A SHOCK FORCE WORKERLUMBRENSUENOMOVINGTHE WORKING GIRLS

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net