inseparabili regia di David Cronenberg Canada, USA 1988
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

inseparabili (1988)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film INSEPARABILI

Titolo Originale: DEAD RINGERS

RegiaDavid Cronenberg

InterpretiJeremy Irons, Geneviève Bujold, Heidi von Palleske, Barbara Gordon, Shirley Douglas

Durata: h 1.55
NazionalitàCanada, USA 1988
Generethriller
Tratto dal libro "Twins" di Bari Wood e Jack Geasland
Al cinema nel Settembre 1988

•  Altri film di David Cronenberg

Trama del film Inseparabili

I gemelli Elliot e Beverly Mantle sono abituati sin dall'infanzia a condividere tutto, e la loro simbiosi e dipendenza reciproca non si attenua neanche in età adulta, ma quando nelle loro vite entrerà Claire Niveau, attrice di successo e Beverly se ne innamorerà, le conseguenze saranno tragiche..

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,02 / 10 (105 voti)8,02Grafico
Voto Recensore:   10,00 / 10  10,00
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Inseparabili, 105 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo REDAZIONE amterme63  @  04/10/2010 20:47:36
   8 / 10
"Inseparabili" appartiene al gruppo dei film di Cronenberg in cui l'eccezionale e l'estremo non interessano il mondo fisico umano ma quello mentale (tipo "La zona morta" e "Crash). Inoltre sono presenti anche tutte le altre caratteristiche che formano l'ossatura della gran parte dei suoi film. Ad esempio c'è la tipica figura femminile pansessuale che sconvolge il protagonista, turba un equilibrio fittizio ed instabile e trascina il malcapitato in una spirale di irrazionalità e distruzione.
Il sottofondo ancestrale, istintuale che emerge, vince e distrugge la parte razionale e sociale umana è in questo caso il fortissimo legame che unisce due gemelli. Cresciuti fin dall'infanzia in maniera morbosamente autosufficiente e isolata rispetto al mondo esterno, è come se fossero veramente uniti da un collegamente fisico, proprio come due gemelli siamesi. Il destino dell'uno è in pratica indissolubilmente legato a quello dell'altro e questo sentimento di predestinazione reciproca è sentito come più forte della freddezza razionale e della volontà di resistergli. Ancora una volta la "ragione" pensa di essere superiore, di dominare e controllare tutto e invece finisce miseramente travolta da forze incontrollabili molto più potenti di lei.
Questo è il disegno di Cronenberg e il film ce lo mostra chiaramente, solo che, secondo me, non è riuscito perfettamente a calarlo nella storia. Ci sono passaggi che non quadrano, voltafaccia improvvisi, cambiamenti di atteggiamento inspiegabili. Insomma "Inseparabili" appare alla fine come la tipica storia "forzata" a dimostrare una certa tesi, piuttosto che una storia che nel suo farsi naturale "evidenzia" la suddetta tesi.
La contraddizione sta nel fatto che per 4/5 del film Cronenberg sembra intenzionato a mettere in rilievo tutto ciò che distingue i due gemelli, piuttosto che quello che li accomuna, per poi passare improvvisamente a una strana ed estrema comunione di intenti, a un "cupio dissolvi" condiviso che fin a quel momento non aveva minimamente sfiorato uno dei gemelli, quello più "forte".
Il carattere di Beverly (il gemello "debole") è quello più plausibile, più curato, più intenso, più credibile. La mistura di insicurezza, delicatezza, intensità, sensibilità, fuga nel sogno, malattia mentale è rappresentata e trasmessa in maniera molto sicura e convincente (grazie anche alla magistrale interpretazione di Irons).
Non così però il carattere di Eliot. Per la gran parte del film è freddo, distaccato, riesce in qualche maniera a controllare la situazione. Certo, a un certo punto se la fa sfuggire di mano per la leggerezza e per il brutto vizio di giocare con le persone e i sentimenti. Comunque la sua intenzione di curare il fratello, di farlo uscire dal circolo vizioso in cui si è cacciato è seria e sentita. Solo che, a un certo punto, di fronte al proprio fallimento, invece di continuare a essere quello che era sempre stato e abbandonare il fratello al suo destino (come lui stesso gli chiede), cede a un sentimento di appartenenza totale che fino a quel momento non era mai venuto fuori con tale prepotenza. La scena cruciale è il breve dialogo con la sua ragazza, in cui lei (giustamente) rimprovera una passività e un'arrendevolezza che non aveva mai conosciuto in lui. Il repentino cambiamento di Eliot è secondo me un passaggio mal rappresentato, quasi forzato. Ed è così che dopo una delle tante ellissi che caratterizzano il film (in questo caso molto strategica), troviamo Eliot conciato come Beverly, se non peggio.
Evidentemente a Cronenberg interessava poco "spiegare" una trasformazione, per lui contava di più come realizzarla e rappresentarla con il massimo del risultato visuale ed emotivo. Da questo punto di vista ci è riuscito proprio in pieno. Il film è ricchissimo di primi piani e campo/controcampo (forzati dal fatto che i due protagonisti erano interpretati dallo stesso attore) e questo aiuta a coinvolgere emotivamente lo spettatore (soprattutto per quanto riguarda Beverly). L'ambientazione è quasi tutta in ambienti chiusi, per lo più scuri e a dominanza rosso-marrone-nero. Pochissime le scene in esterni e in piena luce. Una sottile tensione poi pervade ogni inquadratura e viene trasmessa di scena in scena, fino al climax finale, veramente micidiale.
Nonostante le incongruenze il film è davvero forte e coinvolgente. Lascia dentro inquietudine e disagio. Bravo Cronenberg e soprattutto Irons, uno dei miei attori preferiti.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

 NEW
47 meters down: uncageda mano disarmataalla corte di ruth - rgbamerican animalsannabelle 3aquaslasharrivederci professorebaby gang (2019)beautiful boy (2018)birba - micio combinaguaiblue my mind - il segreto dei miei annibring the soul: the moviecarmen y lolachristo - walking on waterclimax (2018)
 NEW
crawl - intrappolatidaitonadi tutti i colori
 NEW
diamantino - il calciatore piu' forte del mondodicktatorship - fallo e basta!dolcissimedomino (2019)due amici (2019)edison - l'uomo che illumino' il mondoescape plan 3 - l'ultima sfidafast & furious - hobbs & shawfiore gemellogodzilla ii - king of the monstersgoldstonehotel artemisi morti non muoionoil flauto magico di piazza vittorioil grande salto
 NEW
in fabricjuliet, naked
 NEW
kinla bambola assassina (2019)la mia vita con john f. donovanla piccola bossla prima vacanza non si scorda mail'angelo del criminelucania - terra sangue e magial'ultima orama (2019)maryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmen in black: internationalmidsommar - il villaggio dei dannatinevermindpallottole in liberta'passpartu': operazione doppiozeropets 2: vita da animalipolaroidpowidoki - il ritratto negatoprimula rossaquel giorno d'estateraccolto amarorapina a stoccolmarealmsred sea divingrestiamo amicirocketmanselfieserenity (2019)shelter: addio all'edensir - cenerentola a mumbaiskate kitchensoledadspider-man: far from hometesnotathe boy 2the deepthe elevatorthe mirror and the rascal
 NEW
the nest (il nido)the quake - il terremoto del secoloti presento patricktoy story 4una famiglia al tappetovita segreta di maria capasso
 NEW
wake up - il risvegliowelcome home (2019)wolf call - minaccia in alto marex-men: dark phoenix

990833 commenti su 41757 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net