il corvo regia di Alex Proyas USA 1994
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

il corvo (1994)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film IL CORVO

Titolo Originale: THE CROW

RegiaAlex Proyas

InterpretiBrandon Lee, Michael Wincott, Ernie Hudson, Rochelle Davis

Durata: h 1.42
NazionalitàUSA 1994
Generefantastico
Al cinema nel Giugno 1994

•  Altri film di Alex Proyas

Trama del film Il corvo

In un'atmosfera sin dall'inizio molto "dark", Eric e la sua ragazza Shelly vengono aggrediti e uccisi da dei teppisti. Ma Eric "resuscita", si allontana dalla tomba e con l'aiuto di un corvo va a caccia degli assassini.

Film collegati a IL CORVO

 •  IL CORVO 2, 1996
 •  IL CORVO: LA RESURREZIONE, 1999
 •  IL CORVO 3: SALVATION, 2001
 •  IL CORVO 4 - PREGHIERA MALEDETTA, 2004

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,29 / 10 (413 voti)8,29Grafico
Voto Recensore:   8,00 / 10  8,00
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Il corvo, 413 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 6   Commenti Successivi »»

Jokerizzo  @  29/03/2020 21:18:40
   10 / 10
Capolavoro straordinario!

pak7  @  29/03/2020 21:16:44
   8½ / 10
Forse non sarà un capolavoro, ma è un cult ed ha segnato un'epoca e forse più. Strepitosa l'interpretazione di Brandon Lee (e chissà quanto avrebbe potuto dare al cinema) , in una pellicola che si districa tra generi diversi, passando dal poliziesco al romantico, passando per il fantastico attraverso un fotografia completamente gotica. Non può piovere per sempre.

Attila 2  @  11/03/2020 12:23:08
   7½ / 10
A distanza di 26 anni , l'ho rivisto ieri,per l'ennesima volta e non mi sono annoiato per niente di rivederlo.Sara' per il suo alone mistico che ha preso dopo lo morte sul set di Brandon Lee,il protagonista che nel film muore e ritorna dal mondo dei morti,grazie al Corvo ,con le scene finali del film che hanno "riportato" in vita Brandon Lee ,ricreandolo al computer.Naturale che questa "coincidenza" abbia reso il film leggendario.Che comunque lo sarebbe gia' stato anche senza quessto evento.Atmosfere straordinarie , fotografia eccezionale,personaggi,soprattutto Eric Draven , favoloso,ma anche il "cattivo" ha un grande carisma.Colonna sonora da urlo,frasi diventate "cult" come la ormai famosissima "Non puo' piovere per sempre".Insomma,tanta tanta roba

Burdie  @  23/12/2019 23:16:52
   9 / 10
...intramontabilmente bello e toccante

Romi  @  17/01/2019 22:31:09
   8½ / 10
Bellissimo film dark, originalissima la storia, forte e poetica insieme. La sua malinconia sembra presagire la terribile e inspiegabile morte di Brandon Lee. Indimenticabile la frase: "Non puo' piovere per sempre".

LucaT  @  27/10/2018 16:27:32
   9 / 10
Un gran bel film
che ha segnato un'epoca
una storia piacevole ed esaltante
una realizzazione eccellente
per me un mito del cinema come primo
e a se stante unico capitolo

VincVega  @  27/10/2018 11:57:13
   7½ / 10
Non si saprà mai quanti meriti propri abbia "Il Corvo", per essere diventato uno dei film simbolo degli anni '90. Chiaro che l'involontaria (?) morte sul set di Brandon Lee, abbia fatto entrare nel mito sia il compianto attore figlio di Bruce, sia la pellicola di Alex Proyas. Rimane il fatto che "Il Corvo" è un film visivamente eccezionale per l'epoca e Proyas è riuscito a donargli un'anima, cosa non facile per una pellicola che ha una trama sostanzialmente di serie B. Una fiaba fantasy dark rock di vendetta, potrebbe essere definito così "Il Corvo".

Colibry88  @  09/09/2018 15:12:37
   6 / 10
Mi rendo conto di aver dato un voto che si discosta di molto dalla media di questa pellicola ma tengo molto a restare fedele al mio gusto e a ciò che realmente ho provato guardando il film. Effettivamente ho sempre ritenuto "Il Corvo" un film che, piaccia o meno, ha avuto un grande impatto sul mondo del cinema, aprendo la strada ad un genere fino ad allora poco approfondimento quale il cinefumetto. Senza ombra di dubbio le atmosfere dark gothic hanno un certo fascino e rendono unica ed iconica la pellicola. Se la valutazione si dovesse fermare a questo, avrei certamente dato un voto molto più alto. Sfortunatamente non si può tralasciare cose come sceneggiatura, regia e dialoghi. La storia è infatti piuttosto semplice e, chiedo venia, anche alquanto banale e prevedibile. Una vendetta. Anzi, la vendetta di una vittima sui cattivi della città. Ecco appunto. Una storia così piccola a cui però fanno da cornice ambientazioni cupe e affascinanti. Mi chiedo se questo sia sufficiente per dare vita ad un buon film. Altresì, ho anche coltivato il forte sospetto che la pellicola abbia in qualche modo "beneficiato" della tragedia della morte di Lee, il quale, si stava finalmente affrancando dal suo essere "figlio di Bruce Lee". Questo evento drammatico ha inevitabilmente regalato - mi si passi il termine - una certa aura di venerazione da parte di pubblico e critica, gonfiando inevitabilmente le reazioni e le impressioni. Per quanto mi riguarda ho visto il film per quello che è, senza lasciarmi condizionare dalla "fama" che si porta dietro e, in ultima analisi, posso dire che non mi ha entusiasmato più di tanto. Probabilmente se lo avessi visto con la consapevolezza di oggi ma nel 1994, la valutazione sarebbe stata diversa ma tant'è.

biagio82  @  24/06/2018 00:59:09
   9½ / 10
un film icredibile, cruento e violento, ma intriso di poetica e maliconia.
proyas mette in scena una sceneggiatura basata su un fumetto, modificandone però le parti più ambigue.
una storia d'amore e vendetta in una cornice cupa e gotica, sporca, dove i personaggi buoni sembrano non sopravvivere schiacciati dal marciume di una città invasa da criminali psicopatici, pazzi furiosi, ma dove comunque non perdono la speranza, incarnata nella figura del protagonista, che non si limita ad uccidere i suoi assassini ma cerca anche di aiutare i disperati che inconta, come la madre della piccola sara, e sara stessa.
sono inn'umerevoli le le citazioni di questo film:
"non può pivere per sempre"
"Vittime....Non lo siamo tutti??? "
o le scene iconiche copiate nei modi più disparati:
il corvo disegnato con la benzina in fiamme o la scena del redivivo eric che rientrando nel suo appartamento rivive la scena della sua morte.
tutto unito con un acolonna sonora piena di pezzi rock e una struggente musica di sottofondo.
nonostante alcune cadute di stile e cose da serie b, come i criminali che ingoiano proiettili, eric che vede quello che vede il corvo,( che fa troppo super eroe) o lcuni dialohi un po scadenti in alcune parti questo è uno dei film più rappresentativi degli anni 90 quello che ha fatto più di tutti da sparti acque tra il cinema anni 80 e quello da lì a venire che merita di essere visto e rivisto

Matteoxr6  @  06/03/2018 13:11:16
   2½ / 10
Cinefumetto dalla trama pietosa, sceneggiato dal regista in modo piatto, monotono. Va bene la recitazione da caratterista che impone questo tipo di soggetto, ma c'è da piangere. Dialoghi, non ne parliamo. Visto che non è una produzione pensata per i bambini, bensì manifestamente indirizzata agli adolescenti di almeno quattordici anni, direi che non ci sia bisogno di infierire con altri attributi poco carini.

yeah1980  @  04/07/2017 11:33:12
   8½ / 10
Mezzo capolavoro gothic.
Che peccato per il povero Brandon... :'(

Vlad Utosh  @  12/04/2017 17:27:08
   10 / 10
Cult anni 90 purtroppo legato alla tragica scomparsa di Brandon Lee sul set; il suo Eric Draven fu una sorta di icona sacra per molti ragazzi del periodo, fra cui il sottoscritto. Le ambientazioni oscure e gotiche permeate da quella pioggia, che non vuole saperne di smettere, sono realizzate egregiamente – l'abitazione di Eric e Shelly, la chiesa con annesso cimitero curate nei dettagli – e fanno da perfetto sfondo, insieme alle ottime musiche, per le tristi vicende delle povere vittime di un mondo crudele dove tutto appare distorto, dark e con un degrado che dilaga inarrestabile.
Il film è ricco di citazioni e aforismi che nella realtà apparirebbero ricercati, ma in quel contesto e in un personaggio riuscito come Eric non stonano affatto, anzi, sono diventati parte integrante del cult

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER. Anche i cattivi, capeggiati da un Michael Wincott davvero in parte e sempre con grande stile, sono entrati prepotentemente nell'immaginario collettivo.
Bravo il regista Proyas, realizza belle inquadrature panoramiche e certe scene sono pregevoli e ispirate

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILERaltresì sa mantenere sempre un ottimo ritmo alla pellicola.
Il film oggettivamente non è da dieci- naturalmente ci sono pecche, come una trama in fin dei conti molto semplice e ripetitiva nella sua esecuzione – ma è una di quelle pellicole che mi sono rimaste dentro fin dalla prima visione, quelle che rivedi sempre volentieri e in cui il lato soggettivo è quello a prevalere.

nalis90  @  16/01/2017 02:16:25
   10 / 10
GianniArshavin  @  02/07/2016 13:51:20
   8 / 10
Il corvo è uno dei più grandi cult della storia del cinema , un antesignano dei cinefumetti dal gusto dark-gotich che ha fatto epoca. Indubbiamente alla fama del film ha contribuito la tragica e beffarda morte di Brandon Lee , resa ancor più assurda dal tema della pellicola.
La pellicola si basa su una storia che altro non è che un r&r dai toni dark e cupi, visto che tratta del tema della vendetta di un uomo che torna dal regno dei morti dopo essere stato ucciso insieme alla sua compagna da un gruppo di malviventi.
La trama è dunque effettivamente molto semplice , ma ad arricchire la storia c'è un'ambientazione oscura e piovosa , una dark-city che rappresenta uno dei vertici del filone gotico. Inoltre l'atmosfera dannata e opprimente avvolge i personaggi e da al film un fascino maledetto acuito dalla morte dell'attore protagonista ,aspetti che hanno sparato nell'olimpo il film.
La vicenda ha una sua schematicità che alla lunga diventa un difetto; durante tutta la visione assisteremo alla veloce vendetta notturna di Eric , che segue canoni sempre uguali e che mescola horror e azione grazie ad una regia ispirata ed ad una serie di scene diventate molto famose. Purtroppo il regista non riesce ad evitare del tutto l'effetto dejà vú.
Sicuramente hanno contribuito alla riuscita del film altre due componenti fondamentali: la prima è la musica , visto che Il corvo vanta una colonna sonora di livello assoluto , un dark rock che sfocia nel gothic e che vede presenti fra gli altri gruppi come i Joy Division e i Cure.
Il secondo punto essenziale è il personaggio principale: Eric Draven è un vigilante notturno , un antieroe/eroe affascinante,dilaniato e dal look celebre in tutto il mondo. Questo personaggio,entrato nel mito anche grazie alla sfortunata sorte di Brandon Lee, ancora oggi gode di un seguito che pochi altri eroi cinematografici hanno conservato nel tempo.
Quando si parla de Il corvo si parla di un cult nel senso stretto della parola , un film imperfetto, maledetto , che ha numerosi difetti (storia ripetitiva e semplice, un po di melassa, cattivi forse non sfaccettati al massimo) ma che possiede un fascino cosi magnetico che è quasi impossibile resistergli.

fabio57  @  26/05/2016 12:40:28
   6½ / 10
Leggendo i commenti e i voti degli spettatori, nonchè il grande successo di pubblico tributato a questo film, si potrebbe pensare ad un capolavoro del cinema, ma personalmente il mio giudizio non è così generoso. La regia elegante e sontuosa e le atmosfere gotiche di grande suggestione, non traggano in inganno, la storia è banale e francamente ha anche il sapore del "già visto". Pellicola adatta soprattutto agli adolescenti e agli amanti del fumetto. Dei sequel che ovviamente hanno fatto seguito a questo lavoro è meglio non parlarne.

Speedhoven  @  19/05/2016 20:19:42
   9 / 10
Un classico entrato nella storia del cinema, da vedere assolutamente. Attenzione però a non fare l'errore di guardare i sequel, che sono porcate senza senso e non hanno nulla a che vedere con il film!

GP19  @  29/04/2016 18:10:58
   9 / 10
Dal fumetto di James O'Barr il regista Alex Proyas tira fuori questo capolavoro divenuto ormai un film cult che ha influenzato l'intera generazione d'appartenenza grazie all'alone di mistero che lo circonda dovuto alla tragica morte di Brandon Lee, avvenuta a tre giorni dalla fine delle riprese. "The Crow" è un film poetico, malinconico, i personaggi si muovono in un contesto urbano degradato, in una città violenta, popolata da gente senza valori. Il protagonista, Eric, verrà resuscitato a un anno dalla sua morte (e della sua ragazza) avvenuta per mano di un gruppo di criminali per vendicarsi del torto subito, guidato dal corvo, suo spirito guida. Egli non è un eroe, è un angelo vendicatore, capace di stupire lo spettatore per la crudeltà dimostrata verso i suoi carnefici, per la sua lucida follia, ma anche per la sua vena poetica, per il suo attaccamento alle persone che ama. Se il protagonista ha goduto di una caratterizzazione eccellente lo stesso non si può dire per gli antagonisti, che se pur ottimamente interpretati lasciano un pò a desiderare per il poco approfondimento che il regista ha riservato alle loro storie, l'unica eccezione è l'antagonista principale, il boss Top Dollar, interpretato dall'ottimo Michael Wincott, attore a mio parere molto sottovalutato. Top Dollar è un cattivo carismatico, è mosso dal suo malessere, dalla noia, trova soddisfazione nel fare del male alla gente e non ha alcun valore morale. Il tutto è coadiuvato dall'ottima colonna sonora che sottolinea l'atmosfera dark del film con brani punk e metal. Proyas dirige un film immortale, forte della grande interpretazione di Brandon Lee, destinato a essere ricordato per sempre negli anni a venire (come infatti è accaduto) come il solo e unico Eric Draven. Un capolavoro, molto più del classico revenge movie, presenta dialoghi accattivanti e temi profondi. Da vedere assolutamente!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Spotify  @  31/01/2016 02:00:35
   8½ / 10
Immenso! Visto per la prima volta poche notti fa e sono rimasto letteralmente abbagliato. Non avevo nemmeno chissà quali aspettative, ma dopo 5 minuti ho capito subito che avevo iniziato ad assistere ad un qualcosa di pazzesco. Il film in questione è una specie di fiaba dark, che col tempo è diventata un cult assoluto, soprattutto per 2 principali motivi: il primo è naturalmente la sfortunata morte di Brandon Lee durante le riprese, davvero uno di quegli episodi che succedono una volta su un miliardo. Tuttavia, il tragico evento ha portato i teenager degli anni 90 a quasi venerare le figura di Lee, la quale è come se fosse diventata una leggenda per i giovani di allora. Ed eccolo subito il secondo motivo della fama del film, cioè che questa è stata un'opera che è ritenuta un'icona cinematografica proprio dai ragazzi degli anni 90 e probabilmente anche da quelli dei primi anni 2000. Nonostante questo, penso che anche gli adulti quando assistettero alla visione di questa pellicola nel 1994, rimasero stupefatti. Proyas crea un personaggio unico nel suo genere (come d'altronde lo è il film), Eric Draven, il quale non è ne un eroe, ne un antieroe e nemmeno un fantasma o qualcosa di simile, è semplicemente Eric Draven, accompagnato dal fedele corvo. Il regista con questo film evoca un tema che all'apparenza potrebbe sembrare stereotipato, cioè l'amore, e ci dice che si è disposti a tutto per la persona amata, che l'amore trionfa su tutto e così via, insomma le solite cose. Inoltre anche la trama fa si che questo sia un classico revenge movie, ma in tutto questo c'è un elemento, il quale fa si che le suddette caratteristiche, all'apparenza stereotipate, siano riproposte in una veste nuova: l'atmosfera. E' qualcosa di unico l'aura che si respira in questa pellicola, è prettamente gotica, oscura. E io, essendo molto attratto da tutto ciò che è appunto gotico, tetro e misterioso sapevo che avrei potuto trovare pane per i miei denti, anche se non avrei mai immaginato fino a questo punto. E' un clima davvero singolare, poi Proyas è bravissimo a mantenerlo per tutta la durata. Ovviamente, a ciò contribuiscono molto scenografia e fotografia che sono praticamente perfette: per quanto riguarda la prima, il director ci porta in una cittadina dove regna il caos, il disordine e la sporcizia. La gente per bene è poca e come se non bastasse nella notte di Halloween si verificano atti criminali di ogni genere, specialmente l'appiccare grossi incendi. Però, c'è una caratteristica particolare che il regista inserisce per rendere il paese ancor più malsano, e cioè la pioggia. Se ci si fa caso, è costante per tutta la pellicola e fa da sfondo perfetto a tutta la storia. Inoltre è parte integrante dell'aura tetra. Le case poi hanno tutte un aspetto sinistro e non potevano venir realizzate meglio. Per quel che riguarda la fotografia, si notano subito i colori scuri e intensi, volti ad evocare il dark, ci sono splendidi giochi di luce, e in definitiva la reputo alla pari della miglior fotografia del miglior Tim Burton. Proyas dirige alla grande Lee, lo rende una sua creatura, in quanto come ho detto prima, è solo Eric Draven e nient'altro. Lo rende credibilissimo e soprattutto originalissimo. Innumerevoli le sequenze che lasciano a bocca aperta e che evidenziano la bravura del director, come ad esempio quella della resurrezione di Eric e subito di seguito quando si trucca e si veste in maniera appropriata per iniziare la sua opera di vendetta. Poi ci sono anche tante altre scene da menzionare (vedi spoiler). Grandissimo il montaggio, attraverso esso, Proyas ci mostra man mano l'andamento degli eventi con vari intrecci tra passato e presente. E' bravissimo a rendere il tutto molto nitido pur proponendo un'assemblaggio delle immagini molto frenetico. Da qui poi ne deriva lo strepitoso ritmo, la pellicola è tremendamente avvincente per tutto il tempo, la tensione non cala mai, ho sentito un'adrenalina in corpo come poche altre volte, neanche un momento di stallo, niente. E il bello di tutto questo è che non è che per tutto il tempo siano presenti scene d'azione o sparatorie, anzi, ma si resta talmente affascinati dalla figura di Eric Draven, dalle sue gesta e dall'evolversi della storia in generale, che si perde la cognizione del tempo. Volevo che la pellicola non finisse mai XD. Gran cast: leggendario Brandon Lee, davvero fantastico anche se poi ho letto che in diverse scene è stato realizzato digitalmente. Comunque impersona uno dei personaggi più ammirevoli di sempre, ammalianti alcune espressioni a metà tra il serio e l'ironico e l'interpretazione dei dialoghi è impeccabile (gran doppiaggio di Luca Ward). Ottimo anche Ernie Hudson nel ruolo del simpatico poliziotto mentre Michael Wincott interpreta con mestiere e regalando anche lui delle espressioni niente male, il cattivone di turno. Colonna sonora portante, elemento importante in una pellicola come questa, molto rock, si sposa benissimo con le atmosfere. Effetti speciali notevoli, usati con maestria dal director. Tra i difetti che ho notato, ci sono un finale che si, è ben diretto, dotato di un po' di suspense ecc, ma infatti non è colpa di Proyas, quanto degli sceneggiatori, che alla fine scrivono un epilogo troppo classico e scontato, scelta, a parer mio sbagliata, per una pellicola così. Ma infatti è proprio la sceneggiatura l'elemento che mi ha convinto di meno: la storia di per se sarebbe anche originale, ma è anche un po' banalotta, in fin dei conti ci pensa il regista a renderla avvincente. Molti punti non vengono approfonditi, tant'è che ho proprio notato l'approssimazione in diversi momenti. Caratterizzati malissimo i personaggi cattivi. Per fortuna, almeno i dialoghi sono buoni, a volte persino trascinanti.

Conclusione: un piccolo capolavoro, visivamente sublime e avente uno dei personaggi più amati di sempre. Proyas sforna un'opera che ha cambiato il cinema fantasy e non solo, ha letteralmente rivoluzionato il concetto di supereroe. Splendido film.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

2 risposte al commento
Ultima risposta 04/05/2016 01.29.58
Visualizza / Rispondi al commento
demarch  @  22/01/2016 11:11:00
   7½ / 10
Quando uscì ero bambino e non era un film per me, ma ricordo ancora l'effetto che fece sui "grandi".
Un film generazionale, adatto proprio agli adolescenti, con una forte componente musicale rock, giusta per il target.
La faccenda della morte di brandon lee ne ha amplificato la portata elevandolo a film di culto. Visto ora non e'poi un granche', la trama e'sempliciotta ma fa ancora la sua figura tutto sommato.
Consigliato a che era un teenager negli anni 90

totty  @  03/11/2015 11:09:11
   9½ / 10
un classico degli anni 90 da vedere assolutamente, anche solo per la colonna sonora (nine inch nails, cure, pantera, rage against the machine ecc...).

ArielS  @  03/11/2015 02:11:53
   10 / 10
un film leggendario. lo vidi da piccolo quando non capivo ancora una mazza,ma Brandon Lee mi è entrato nel cuore,malgrado non capissi una parola. quando l'ho visto che ero piu grandicello,mi innamorai del film,rimasi folgorato dall'interpretazione di Brandon,e dall'atmosfera dark e tetra,un film che mi ha formato anche nel modo di pensare.bellissimo il riferimento all'ultraterreno,al tramite tra vivi e morti nei panni di un uccellaccio nero,il corvo che riporta in vita un ragazzo ucciso brutalmente,desideroso di vendetta. la pioggia incessante,l'anima "rockettara" e dark del film sono un qualcosa di assurdamente emozionante,da vedere e stra-rivedere.

marcogiannelli  @  06/08/2015 16:48:21
   7½ / 10
l'atmosfera, le storie dietro il film, il dramma, il personaggio (che influenzò persino Sting wrestler), la fotografia, la sua popolarità.....

deliver  @  28/03/2015 18:33:21
   8 / 10
Non si può non premiare questo film...
Alex Proyas, qui ai massimi storici detto col senno di poi, con il Corvo e con il successivo Dark City, firma due autentici manifesti di esterica noir/dark degli anni Novanta (i Wachowski gli sono debitori per il loro Matrix e non solo loro).
Torniamo al Corvo dunque, pellicola seminale e ricca di una visione nuova, capace di coniugare vecchio e nuovo nel grande affresco di una metropoli anonima e sotto steroidi. Il protagonista, Brandon Lee, semplicemente perfetto (ancora dispiace per la sua tragica e mai del tutto chiarita morte)... Ottima pellicola quindi, ritmo costante attraversato a tratti da pause di poetica bellezza. Stupenda la colonna sonora...
Da ricordare, perché gli anni novanta sono stati una autentica fabbrica di gioielli cinematografici - oggi non è più così.

Axel Sturm33  @  24/02/2015 10:58:39
   10 / 10
Veramente ECCELLENTE.

Lo vidi al cinema nel 94 o giu di li e da allora mi rimase dentro, nel profondo.
È magistralmente ambientato in questa scura e oscena città tra il gotico e il dark spinto tra buio e fuoco..non c è luce di mezzo o civiltà come segno di appianamento tra cattivi e Eric, solo buio e fuoco, oscurità e fuoco della passione per la vendetta disumana che incombe sui cattivi( anche loro molto bene recitati...fun boy è tra i miei preferiti..).

I dialoghi sono spesso ridotti ma assolutamente efficaci e di impatto, manca ogni effetto romanzato da commedia mancata verso la quale peccano molti film simili...questo per tenersi più orientati al fumetto immagino e alla scura maledetta storia che si va a raccontare..la violenza è giusta e commisurata al film, i connubi creati da regista e staff sono a dir poco ESEMPLARI.

certo stiamo parlando di un film del 1993 poi durante il 1994 riadattato graficamente dopo la tragica e prematura scomparsa di Brandon Lee, dunque effetti grafici commisurati all epoca, sarebbe fuori luogo Dover votare gli effetti in base alla tecnologia moderna ( quando il corvo corre sui tetti si nota l effetto grafico,oggi nn lo si noterebbe in nessun modo).

la morte di Lee non credo abbia dato un forzoso contributo al film..non stiamo parlando di un film bruttino che per questo motivo arriva alla sufficienza stentata, ma di un cult movie di serie A della storia cinematografica!

La trama poi( anche se creata dal fumetto omonimo) è veramente d impatto psicologico e nn puo che inchiodare lo spettatore alla poltrona per il resto del film specie se è la prima volta..

Film davvero tra i 500 forse i 100 migliori di tutti i tempi...

kingofdarkness  @  18/02/2015 12:56:03
   10 / 10
Poetico, affascinante, unico, irripetibile.
Dalle mitiche pagine di O'Barr non si poteva ottenere più di così. Anche se la fedeltà con il fumetto non è totale (il film è meno violento e spietato), tutti gli elementi sono stati incastrati a regola d'arte, dando vita ad un capolavoro visivo che resterà per sempre impresso nella storia del cinema.
Brandon Lee è semplicemente sublime nel ruolo di Eric Draven, così come tutto il cast di contorno (grandissimo Michael Wincott), scenografie, fotografia, colonna sonora.....tutto maledettamente perfetto.
E' vero che la morte di Brandon su set ha contribuito non poco ad accrescerne la fama, facendolo diventare il film "dannato" per eccellenza, ma è altrettanto vero che il fascino della pellicola non si discute, e anche se non si fosse consumata quella triste tragedia, probabilmente staremmo comunque qui a parlarne allo stesso modo (forse non tutti, ma sicuramente molti di noi).
Per me è un cult assoluto, non lo nego, sono molto legato sia al fumetto che al film e quindi il 10 è d'obbligo, ma comunque anche oggettivamente meno di 8 mi verrebbe difficile dare.

Filmaster95  @  13/11/2014 10:03:56
   10 / 10
Forse non vale il dieci come voto,ma questo film mi ha segnato nel profondo.....atmosfera tetra,pioggia che non cessa di cadere,città allo sbando,qui ritorna eric draven uno dei miei personaggi preferiti che cercherà vendetta contro chi ha distrutto la sua vita....tutte le uccisioni sono magistrali e ogni frase sembra avere un significato particolare,inoltre non si può stare dalla parte del corvo.
Come detto,almeno per me film magnifico che rimarrà nella storia del cinema per sempre.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

alex94  @  06/08/2014 22:39:09
   8 / 10
Cult movie anni 90 caratterizzato da un atmosfera molto dark e da una bella storia che anche se non è molto originale risulta comunque molto godibile.
Buona la regia,la fotografia e la recitazione.
Stupenda la colonna sonora.
Un film divenuto giustamente cult,non all'altezza del fumetto da cui è tratto ma pur sempre un opera che merita di essere vista almeno una volta.

horror83  @  24/07/2014 14:07:00
   8 / 10
IL CORVO!!!!! Come ho fatto a dimenticarmi di votare uno dei cult degli anni '90? questo film è pazzesco, è gotico, triste, piove sempre, ti mette tristezza, ecc........è uno dei miei film preferiti! Belle giornate non ce ne sono, è sempre notte, buio. Per chi è un pò dark e nerd è il massimo!!!! Poi c'è Brandon Lee, il figlio del grande Bruce, e pure lui morto giovane (che rabbia quando muore giovane della brava gente e non muoiono persone cattive)...........R.I.P Brandon!!!!
Da vedere assolutamente almeno una volta nella vita!!!


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

CyberDave  @  02/07/2014 18:55:28
   7½ / 10
Un cult per tutti gli appassionati di questi horror slash con il tema della vendetta, il Corvo si contraddistingue per l'interpretazione che riesce a dare il povero Brandon Lee, per le citazioni presenti e per le atmosfere dark presenti dall'inizio alla fine.
La storia è molto semplice e neanche sviluppata troppo, si cerca di far emergere solo il personaggio di Erick e della sua sete di vendetta.
La pellicola scorre molto bene e non annoia mai, uno ad uno riuscirà a trovare tutti gli aguzzini suoi e della sua ragazza.
Un film da vedere solo se appassionati di tutte queste cose che ho elencato.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Goldust  @  14/04/2014 16:29:49
   6 / 10
Vidi per la prima volta Il Corvo in epoca adolescenziale, e mi piacque così tanto che ne acquistai la colonna sonora in musicassetta ( sulla scia della dolcissima "It Can't Rain All the Time" dei titoli di coda presumo - un pezzo fantastico - non certo per i Pantera o i Cure..). Rivisto oggi mi chiedo se sia un film che valga o meno la sufficienza. Intendiamoci, tra pioggia incessante e vicoli cupi viene ricreata una suggestiva atmosfera malata che fa centro, ma che insieme all'attire del protagonista ha pesanti debiti con certa filmografia gotica del periodo ( di Burton soprattutto, vedasi Edward mani di forbice ed i primi Batman ) ed alcune ambientazioni urbane del decennio precedente ( si pensi a I guerrieri della notte, o a 1997 fuga da New York). E non si può sorvolare sulla schematicità della trama, che altro non è che una storia di vendetta ridotta all'osso. Buona parte della fortuna del film va però ricondotta alla tragica fine che trovò Brandon Lee ( a proposito, bravissimo ) durante la lavorazione della pellicola, tragedia che assegnò di diritto all'opera di Proyas un'indelebile aurea di cult maledetto. Va bene mi sono auto-convinto, vada quindi per il sei..

9 risposte al commento
Ultima risposta 03/11/2015 11.10.15
Visualizza / Rispondi al commento
Sbrillo  @  03/04/2014 13:11:30
   7 / 10
Io non credo che questo film sarebbe diventato un cult, se Brandon Lee non fosse morto.....diciamo che quel tragico evento, enfatizzò, pubblicizzò "involontariamente" così tanto il film, da farlo diventare un piccolo cult tra gli spettatoti....
La storia è semplice....qualche citazione è passata alla storia (non può piovere per sempre)...le atmosfere "dark gothic" si possono apprezzare e la colonna sonora è accettabile...ma per il resto, dal mio punto di vista, da qui a parlare di capolavoro, ce ne vuole e ce ne passa!!!!
Carino ma non eccezionale....

weareblind  @  02/02/2014 21:28:33
   8½ / 10
Davvero un ottimo film, ambientazione magnifica, idea interessante, colonna sonora ottima.

darkscrol  @  24/12/2013 00:20:23
   8½ / 10
Che spettacolo di film!!!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento ziokartella  @  12/11/2013 09:30:24
   7½ / 10


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Cult assoluto, reso tale suo malgrado anche per la nota tragedia occorsa durante la lavorazione.

DogDayAfternoon  @  01/11/2013 20:29:11
   8½ / 10
Solitamente non amo il genere fumettistico, ma qui siamo di fronte ad un gran film. Indubbiamente, al di là della bravura di Brandon Lee, ciò che più affascina è il personaggio di Eric Draven: la vendetta fatta persona, un fascino potente per un personaggio costruito benissimo. L'atmosfera dark nei colori, nelle musiche (colonna sonora tra le più belle e azzeccate di sempre), nei personaggi sono straordinariamente rappresentate da una regia praticamente perfetta, e la (sic!) assenza di Lee in alcune parti del film non si fa minimamente sentire. Da applaudire anche la scelta di non cadere troppo sul sentimentale, tranne alcune piccole scene inevitabili. Un cult, non solo per la sua tragica storia.

Oh Dae-su  @  18/10/2013 14:57:16
   8 / 10
Da brividi, bellissimo, emozionante.. Lee (RIP) sublime.. storia tanto romantica quanto crudele, colonna sonora eccellente..

pernice89  @  07/10/2013 14:41:54
   9½ / 10
Un film sensazionale in tutti i sensi. Grandioso Brandon Lee, stupenda la colonna sonora dei Cure... un film che mi ha regalato tante, tantissime emozioni.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

2 risposte al commento
Ultima risposta 21/10/2013 13.43.29
Visualizza / Rispondi al commento
sossio92  @  06/09/2013 11:59:09
   8 / 10
Bellissimo film , messo su anche col sudore e extra budget (per via della risaputa morte di Brandon Lee che ha reso difficile un pò il completamento del film) , nel film ci son tante emozioni , drammaticità , musiche stupende , un Lee strepitoso !!! consigliatissimo

CyberWYX  @  30/08/2013 02:08:00
   7 / 10
Film interessante, soprattutto per gli adolescenti più riflessivi, che inevitabilmente si buttano su metal e hardcore per provare emozioni un po' più forti di quello che la disco non riesce / non può a dare. Anch'io mi sono sentito un felice emarginato del genere all'epoca e non posso non ricordare questo film del periodo con piacere.
Il film è sufficientemente ben realizzato, ha un ottimo comparto sonoro e fa il suo dovere nel far sognare un certo target di pubblico ma non è certo materiale per tutti.
Un bel ricordo.

ferzbox  @  24/08/2013 15:19:29
   7½ / 10
Mi trovo davvero in difficoltà a dover giudicare "Il corvo"...questo perchè ,considerando che sono nato nel 1975,ho vissuto a pieno il cinema degli anni 90,e perchè ricordo benissimo quel periodo cinematografico....
Lo scalpore che creò "Il corvo" fu clamoroso;vuoi perchè coincise con la morte di Brandon Lee,vuoi perchè era un simbolo adolescenziale del periodo,vuoi perchè miscelava il cinema alla musica rock,vuoi per le atmosfere dark...o vuoi per il carisma del personaggio...
Tutte cose che comprendo benissimo.
Anch'io sono rimasto colipito dall'atmosfera cupa...quell'atmosfera Dark che trasudava di anima sporca ..quella sporcizia che lo stesso Eric voleva abbattere per desiderare vendetta ...

Anch'io sono rimasto colpito da questo"Zombi" vendicatore con quell'impronta da "super eroe vigilante"....

Anch'io sono rimasto colpito da questo rapporto simbiotico con il corvo che lo riporta in vita rendendolo immortale...

Anch'io sono rimasto colpito da quel retrogusto Hard rock che accompagna tutto il film...

Quindi?...cosa non mi ha convinto del film?
La sceneggiatura ,ecco cosa....
Se nei primi 30 minuti si rimane colpiti da tutti gli elementi da me sopra citati,successivamente si incomincia a vedere una formula in Playback di tutte le situazioni....che poi altro non erano:"questo è morto,avanti il prossimo"...
Tutto il film non era altro che una serie di proiettili che arrivavano addosso al nostro povero Eric,per poi vederlo che sorrideva come il Joker e continuava ad avanzare uccidendo...
Tutto il film è solo questo....se non per il finale che cerca di presentare una piccola variante..

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Tuttavia,se accettabile o meno,questa è l'unica variante che si sono inventati per dare un pò di brio ad una sceneggiatura vista e strarivista....(voglio dire,non è che le storie di vendetta siano così originali....a meno che non c'è il cinema a farla da padrone con una buona regia ed una scelta di stile notevole(Kill Bill?!).....
Con questo non voglio dire che "Il corvo" sia un brutto film,anzi per certi aspetti è molto affascinante..i film brutti sono altri,per l'amor di Dio...però che sia un tantinello sopravvalutato questo si....neanche la frase conclusiva della bambina mi ha colpito(quella narrante che conclude la pellicola,poco prima dei titoli di coda)...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Insomma,un film lodevole per tanti aspetti,ma che secondo me è stato sopravvalutato un pò troppo....anche per via della grossa operazione pubblicitaria che ci fu dietro...che ricordo benissimo...
Sa intrattenere...ha uno stile interessante...ed il personaggio risulta accattivante.....ma arrivare a dargli "8" mi sembra un esagerazione...
Secondo me,per carità...

airpix84  @  21/08/2013 12:47:46
   8 / 10
Che bomba!
Sono in un periodo di recupero totale di film più o meno "storici" per lo meno per quanto riguarda la loro datazione e che in passato forse anche per la mia estreme giovinezza non ero riuscito a vedere.
Mai mi sarei aspettato un capolavoro simile, ovviamente nel suo piccolo ambito, ma tutto fin dalle prime scene mi ha affascinato ed incollato allo schermo. Un apprezzamento in più probabilmente dettato dal fatto che son riuscito a vederlo in lingua originale. Atmosfera perfetta, musiche eccezionali ed una sceneggiatura e costruzione stilistica e registica che viaggiano da maestro scena dopo scena.
Un film come pochi che resta dentro da vedere e rivedere e che ora finalmente capisco perché abbia segnato molti miei coetanei a suo tempo e tante generazioni a noi vicine. Un film dark ma che sa dare e dire di più a chi riesce ad avere quel sentimento d'amore che va oltre lo stile visivo utilizzato.
Assolutamente da vedere almeno una volta nella vita.

zando  @  28/06/2013 01:24:51
   8½ / 10
Trama ben sviluppata, ottimo film!!

Luther  @  01/05/2013 22:53:54
   10 / 10
Forse non proprio il film più bello che abbia mai visto finora nella mia vita , ma sicuramente è al primo posto isieme a quelli che ho amato di più .
Davvero stupendo sotto tutti e dico TUTTI i punti di vista .
INDIMENTICABILE ....RESTERA' PER SEMPRE NELLA STORIA DEL CINEMA MONDIALE .
:-)

pisano  @  29/04/2013 13:07:50
   8½ / 10
i film di alex proyas li ho apprezzati tutti.
e questo è un film cult

BlueBlaster  @  08/02/2013 15:48:21
   8½ / 10
Come ho potuto dimenticare di votare questo cult!
Probabilmente uno dei migliori film dark mai realizzati...Proyas dirigerà altri buoni film dalle tinte più o meno gotiche ma non riuscirà più a ricreare quelle atmosfere e quel senso di disperazione presenti in questo capolavoro!
Brandon Lee perfetto per il ruolo...film tristemente noto e divenuto mitologico a causa dell'incidente mortale che ha colpito il protagonista e che pone la pellicola ai vertici dei film maledetti.
Eccellente la fotografia oscura di Dariusz Wolski, bellissima la colonna sonora ed il brano Burn dei The Cure...
Triste storia da "Revenge movie" condita sapientemente da azione, amore eterno e una giusta dose di cattiveria!
Il look di Eric Draven in versione Corvo è pazzesco, interessante anche la figura del villain interpretato da Michael Wincott.
La mia scena preferita è quella del massacro nel covo dei malavitosi con quel gioco di ombre che è un' apoteosi registica!
Inutile continuare a discuterne è da vedere più e più volte!

nyc93  @  06/10/2012 18:27:36
   8 / 10
Bello e molto dark, bravissimo Brandon Lee, regge da solo tutto il film.

Invia una mail all'autore del commento Tempesta  @  13/09/2012 14:38:50
   8½ / 10
Piccolo capolavoro dark.
Le ambientazioni sono davvero suggestive e la storia molto bella.
Da vedere assolutamente.

mauro84  @  03/09/2012 19:50:25
   9 / 10
un film che dopo la visione nel pomeriggio di oggi.. visto la giornata uggiosa.. son arrivato alla sua 5 visione.. scusate.. un film che non mi stanca mai di esser visto.. una storia la sua storia.. la sua vendetta per quello che gli è stato tolto.. cruento.. violento.. un must del cinema.. un cult da innamorarsene per rendersi conto di ciò che è stato sto film ed in primi il suo attore.. un certo Brandon Lee.. morto sul set succesivamente..

onore a lui e alla sua memoria. "non può piovere per sempre"

I C***I MIEI1  @  20/08/2012 14:34:09
   8½ / 10
Il Corvo non è un film che può passare inosservato. E' un film dark, pieno di rabbia e tristezza, ambientato in un mondo dove la violenza e la pioggia sono le uniche certezze. Brandon Lee è incredibile in questa parte, un'interpretazione davvero unica ed inimitabile. Il regista Alex Proyas mette in risalto tutto il suo talento, che poi negli anni sput**nerà con film come "Io Robot".
Scene d'azione coinvolgenti e ricche d'energia, spettacolari!
Le musiche sono perfette, da "Burn" dei Cure a "It can't rain all the time" di Jane Siberry. Per concludere, il film è commovente ed affascinante soprattutto anche grazie alle vicissitudini che lo hanno portato ad essere etichettato come un film "maledetto".
NON PUO' PIOVERE PER SEMPRE

-AFFASCINANTE-

speXia  @  15/08/2012 02:12:07
   7 / 10
Buon film d'azione, addobbato di una bella atmosfera dark. Ottimi gli attori, validissime regia e fotografia (le inquadrature dall'alto sono molto belle), gradevole colonna sonora e scene d'azione ben fatte.

Forse però è un po' sopravvalutato. La trama mi è parsa alquanto banaluccia (un ragazzo viene ucciso e ritorna in vita per vendicarsi, punto), e sinceramente la storia non mi ha trasmesso particolari emozioni, non mi ha commosso, né spaventato, né fatto provare adrenalina, e no, non l'ho trovato poetico come molti dicono.

E' comunque un ottimo film, ma secondo me di triste e/o poetico ha poco-niente, si limita all'intrattenimento.

R.I.P. Brandon, performance eccezionale.

3 risposte al commento
Ultima risposta 24/08/2013 15.30.59
Visualizza / Rispondi al commento
GTX33guitar  @  29/07/2012 20:51:31
   8 / 10
La prima volta che lo vidi non mi fece una grande impressione..la cosa che mi era piaciuta di più fu la colonna sonora..rivedendolo però ho imparato ad apprezzare tutto il resto...

76eric  @  13/07/2012 23:07:06
   10 / 10
Uno dei film "maledetti" per eccellenza. Di certo quello che ogni volta che sò che lo trasmettono, faccio immensa fatica a riguardare, o meglio cerco di evitare il canale, perchè al solo pensiero non riesco ad accettare la stron*ata che portò alla morte di Brandon.

Per ognuno di noi il destino è scritto purtroppo, e tante volte, forse la maggior parte a dire il vero, basta una dimenticanza, una banalità, o ancora una distrazione per non far più parte di questo mondo. Una vita è sempre una vita, ma mi si debba capire, quando fai parte dello spettacolo hai gli occhi del mondo addosso e, nella fattispecie, è un vero peccato che Brandon non abbia nemmeno avuto il tempo di sbocciare. D' altra parte però forse il clamore che ha ancora "Il corvo" è proprio perchè vivi col rimpianto di quellache sarebbe potuta essere la carriera dello sfortunato attore. A tal proposito ricordo un virgolettato invidioso letto su di una rivista da parte di Clarke Gable o Humprey Bogart su un altro bello e maledetto, James Dean, che diceva: "Ha scelto il momento giusto per andarsene". Chissà? Forse è stato così anche per lui e per suo padre.

Mi piacerebbe tanto sentire di un Brandon Lee vivo, felicemente sposato con Shelley, pardon Eliza, che ha deciso di ritirarsi dopo questo film per motivi suoi.............., lo sò......., stò delirando.........

E non posso dimenticare, quando lo vidi al cinema con gli amici, quelle lacrime che versai durante i titoli di coda. Mai mi era successa una cosa simile.

La pellicola, come detto da altri utenti, potrà anche avere i suoi difetti registici e quant' altro, ma io sono di parte ed essendo troppo preso, non mi interessa notarli. Soprassiedo ed invece elevo all' ennesima potenza la colonna sonora mostruosa che ha nel capolavoro dei Cure "burn", e nel reincontro fra Eric e Shelley il suo apice. Ottimi tutti gli attori.

E' così..............................., dopo "Resa dei conti a Little Tokio", "Drago d' acciaio", 2 onesti film sulle arti marziali, e soprattutto "The crow", te ne sei andato......................., ed io proprio per questo, con gli occhi umidicci e sotto le note di "Burn" dei Cure, ti ricordo dopo l' ennesimo omicidio, che componi col fuoco il tuo emblema, e che successivamente, spalle alla telecamera, te ne vai col tuo cappotto nelle tenebre più oscure......., accompagnato dal tuo amico fidato che ti si posa sulla spalla........
E più dannati di così non si può essere..... :-)







Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER


Uno dei o forse il film più famoso ed altisonante degli anni '90.

CAPOLAVORO.

2 risposte al commento
Ultima risposta 14/07/2012 18.29.51
Visualizza / Rispondi al commento
morimoto_1010  @  03/06/2012 20:58:05
   10 / 10
Il mio film preferito. Un capolavoro. Arte,poesia,musica,amore e violenza per non parlare delle atmosfere aghiaccianti e tetre.Questo è il Corvo. Brandon Lee (R.I.P.) straordinario e irraggiungibile in questa performance diventata ormai un CULT.
PERLA DEL CINEMA

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

MD85  @  20/02/2012 06:04:10
   9 / 10
Che dire: il vero corvo! Ricco di suspance, dark e poesia. Stupendo!

Bobby Peru  @  29/12/2011 20:25:43
   8 / 10
Rivisto a distanza di anni... non mi ha incantato come allora, ma è ovvio che sia così. Anzi tolto l'impatto emotivo di più di un decennio fa, lho visto con sguardo critico. Un film da vedere non tanto per quello che è, ma per quello che c'è "dietro". Come si può morire per un film... questo rende ancora più malinconica una pellicola del genere e fa guardare Brandon Lee in modo particolare, mischiando il suo personaggio a lui stesso in un certo senso.

Giudizio: ha fatto storia, è indimenticabile. Una volta sola, ma va visto.

edmond90  @  29/12/2011 10:23:35
   5½ / 10
Non me ne vogliate ma il successo che questo filmetto continua ad avere ancora oggi mi lascia quantomeno basito.
Posso anche capire l'acclamazione momentanea dovuta quasi esclusivamente alla morte di Lee(che non se la cava affatto male a dire la verità),ma questo status di cult che il Corvo si è "meritato"nel corso degli anni secondo me è leggerissimamente immeritato.
Ha una sceneggiatura puerile e raffazzonata,appesantita dai soliti luoghi comuni che affliggono pellicole di questo genere e personaggetti che ad esclusione di Lee non hanno un briciolo di carisma.
Non parliamo poi delle "favolose"atmosfere dark,una roba che più inflazionata non si può.
Proyas si riscatterà ampiamente con quel piccolo gioiellino di Dark City.

2 risposte al commento
Ultima risposta 11/10/2013 02.32.19
Visualizza / Rispondi al commento
Rockem  @  28/12/2011 10:36:12
   9 / 10
Gotico e punk, un sonetto di violenza che esplode in violenta poetica cinematografica. Discendente di Blade Runner, ispiratore di pellicole come Matrix e Il cavaliere oscuro. Una trama semplice, ma cupa, affannosa, di una macabra sensualità. Un'interpretazione fredda ma mai così emozionante e di una tristezza coinvolgente. Una rabbia repressa che ti assale e ti corrompe. Ci sono molti motivi per amare Il Corvo. Io ho scelto questi.

stefy 86  @  27/12/2011 22:25:23
   9½ / 10
Non ci sono dubbi,un altro film cult da incorniciare...un film diventato popolare tra gli adolescenti specialmente per la morte di brandon lee! Perfetto in ogni dettaglio : l'atmosfera cupa e dark che ci accompagna per tutto il film,i dialoghi,i personaggi,le musiche...questo è piu' che un film,è una favola , una poesia...chissa' cosa avrebbe riservato il futuro al povero brandon se non ci avesse lasciato in questo film!

Fratuck89  @  21/11/2011 01:44:39
   8 / 10
do un 8 solo per l'atmosfera che sono riusciti a creare in ogni singola scena del film, un film a luci spente, in un mondo che sembra addormentato, fuori dallo spazio-tempo e avvolto in un cupo mantello di oscurità.

elmoro87  @  08/11/2011 16:18:10
   8½ / 10
Questo è un piccolo capolavoro... Buio, tetro, agghiacciante, cattivo, eppure d'amore, dolce e tenero... Alex Proyas (ottimo regista secondo me) confeziona questo gioiello colmo di paura e di tristezza, in cui Brandon Lee fa la sua ultima apparizione prima della sfortunata morte, dando luogo ad una interpretazione eccelsa. Un cult che rimarrà indelebile per molti anni a questa parte. Sensazionale la frase di apertura e di chiusura del film.

whereIsMyMind  @  19/10/2011 00:20:59
   9 / 10
Ottimo film che non tramonterà mai. Ecco come da una trama abbastanza semplice si arrivi comunque a realizzare un film poetico e molto emozionante e coinvolgente. Splendide atmosfere dark. Dialoghi, musiche ed interpretazioni di gran livello che generano un vortice di sensazioni straordinarie.
Cult da vedere e rivedere.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR alexava  @  14/10/2011 20:05:44
   9 / 10
Noir. Sporco. Crudo. Violento. Un'enfasi di emozioni. Shakespeare.
Un braccio meccanico che esce da atmosfere cupe e rarefatte, acchiappandoti le budella e strizzandotele fino a farti urlare di piacere...... questo è il corvo!!!

Giulio422  @  15/09/2011 17:35:03
   9 / 10
da anni non lo rivedevo.... sempre magnifico in ogni sua parte... storia, fotografia, attori, musiche... tutto !!!

a mio avviso uno dei film + belli ...

Marbleface  @  26/08/2011 18:35:30
   10 / 10
bello bello bello

Trixter  @  18/08/2011 18:26:05
   8 / 10
Passa il tempo eppure il fascino di questa pellicola resta immutato. La trama non è nulla di che, basandosi sul sempiterno tema della vendetta, ma l'atmosfera darkeggiante, il fascino del protagonista, la bravura del sottovalutato cattivo Wincott, le ottime musiche fanno giustamente di questa pellicola un cult. Secondo me, Brandon Lee avrebbe avuto un grande futuro nel cinema. Alcune scene, alcune battute sono rimaste leggendarie. Oggi la realizzazione appare datata e non ottimale, ma nel complesso è una pellicola che ancora adesso ha il dono di affascinare lo spettatore, nonostante qualche calo nella narrazione.

jb333  @  07/08/2011 10:27:49
   9 / 10
indimenticabile! veramente un bel film, poi la tragedia che lo avolge lo ha fatto diventare pure un cult..

IceKiller  @  14/06/2011 03:19:09
   8 / 10
Surreale quanto basta, ben fatto, piacevole, curioso, inizia un pò "pacato" e "cala" leggermente verso la fine, ma nel complesso resta veramente ottimo, il primo e l'unico direi, guardatelo, al contrario degli "altri". XD

alex25  @  12/06/2011 20:34:17
   7 / 10
Pur non amando alla follia il genere devo dire che questo film è affascinante... Mi è piaciuto molto l'inizio, crudo e intenso... mentre nel mezzo il film va un pò svanendo e il finale non è il massimo.
é comunque un bel film, alcuni passaggi hanno fatto storia.

draghetta1989  @  06/05/2011 11:19:29
   8 / 10
indimenticabile cult anni '90 con un Brandon Lee bello e bravissimo. sono del parere che gran parte del suo successo fosse dovuto al mistero della morte di Brandon sul set ma ciò non toglie che il film sia davvero molto bello e meritava.
colpiscono le scenografie dark tenebrose e malinconiche, ma molto suggestive, strepitose le musiche di cui ho pure il cd, intense e significative le citazioni, mozzafiato il trucco e il costume di eric divenuti una maschera irrinunciabile per halloween, buona e convincente anche l'idea che sta alla base della pellicola. un ragazzo pieno di sogni ucciso barbaramente può tornare in vita grazie ad un corvo per vendicarsi del quartetto di delinquenti che ha trucidato lui e la sua fidanzata: il dolore di eric è palpabile, triste il suo essere sospeso tra la vita e la morte, provoca rabbia e dolore il momento in cui, da morto, torna sul tetto della sua casa per suonare una delle canzoni che tanto amava consapevole di non poter più realizzare i suoi sogni. significativo anche il collegamento con una realtà di tutti i giorni, la giustizia che tanto spesso non fa il suo corso e spinge le persone a provare il desiderio di farsela da sé... il film non è privo di difetti cmq, prima fra tutti la caratterizzazione dei cattivi che sono al quanto stereotipati e un po' inverosimili ed anche certe frasi un pochino zuccherose dette dalle ragazzina che sembrano quasi messe li al solo scopo di far impazzire i giovinastri alle prese con le prime esperienze d'amore: non che questo debba essere per forza un difetto ma io ad esempio avrei preferito un prodotto più maturo perchè poteva davvero essere un capolavoro assoluto adatto a tutti mentre così è apprezzabile più che altro dagli adolescenti e dai ventenni. cmq sicuramente un ottimo film, a me piace molto.

phemt  @  04/05/2011 10:30:06
   8½ / 10
Cult (tra i più cult in assoluto) degli anni 90, il film che consegnò al mito la figura di Brandon Lee figlio sfortunato del già di suo sfortunato Bruce Lee, divenuto icona generazionale al suo terzo film in terra americana per via di una tragica morte proprio sul set a pochi giorni dalla fine delle riprese (e a dirla tutta si notano con evidenza le scene in cui è stato sostituito da una controfigura) per quanto poi si siano rincorse voci su una morte meno accidentale di quanto il referto ufficiale volle far sembrare ma qui si entra in territorio Urban Legend...

Vendetta post-mortem come andava di moda nel decennio precedente, Il Corvo è un film commerciale fatto appositamente per conquistare il pubblico e ci riuscì abbondantemente per quanto non mi è mai stato troppo chiaro se il successo sia stato più figlio della sfortunata morte di Brandon Lee e dell'enorme risonanza che ebbe in quel periodo che della qualità (indubbiamente discreta) della pellicola...

Comunque, tratto dall'omonimo fumetto underground culto per il movimento dark a firma di James O'Barr (che si regala anche un breve cameo), è inutile stare a disquisire del soggetto noto praticamente a tutti... Il personaggio di Eric Draven è il classico antieroe romantico che piace tanto alle ragazzine, desideroso di vendetta per sé e per la sua bella ma pieno di amore quasi fraterno per la piccola Sarah e di sincera amicizia per il poliziotto Albrecht duro puro e onesto sbirro che salverà anche dal demone del fumo...
Messa così sembra una vaccata ma Il Corvo è un film che funziona egregiamente... Violento ma non troppo, forte ma non eccessivamente, gira che è una bellezza, ci sono un paio di cattivi caratterizzati alla grande (Top Dollar e T-Bird soprattutto), un paio di omicidi interessanti ed è un film semplice e lineare manco fosse Il Replicante in versione dark e senza turbo nera o un Robocop più trendy...

Proyas è uno che ha sempre avuto talento e l'ha dimostrato anche nel successivo Dark City per quanto con gli anni sembra essersi un po' buttato via... Ci infila un paio di citazioni tecniche (Milton ma anche Edgar Allan Poe) e ci regala una Detroit dark degna di una Gotham City del Cavaliere Mascherato, dirige bene le scene d'azione e mantiene il ritmo costante tanto che la visione scivola via senza che neanche te ne accorgi grazie anche ad un paio di dialoghi e situazioni discretamente divertenti...

Interessante e più che adeguato il cast anche se nessuno sfondò veramente dopo il film...
Brandon Lee fa il suo alla grande e probabilmente sarebbe diventato una star del cinema ma purtroppo non potremo mai saperlo, Ernie Hudson (più famoso come Winston in Ghostbuster) non avrà grosse occasioni cinematografiche successivamente ma un po' tutti lo aspettiamo nel terzo capitolo degli Acchiappafantasmi, Michael Masse (Funboy) al tempo sembrava destinato ad una carriera sfolgorante ma l'essere stato quello che materialmente uccise Brandon Lee rese tutto più difficile e a questo va aggiunto anche una pesante depressione che seguì l'incidente... Ma ha lavorato con Lynch quindi non si può davvero lamentare (recentemente ha provato a rilanciarsi anche in FlashForward flop televisivo della ABC)...
Michael Wincott è il migliore in campo a mani basse, magari parla un po' per frasi fatte ma ha un carisma fuori dall'ordinario e rende interessante ogni scena in cui compare... Pur continuando a lavorare non verrà mai sfruttato ed esaltato a dovere ma bisogna essere onesti, senza parruccone non era più la stesso!
Proyas va a ripescare David Patrick Kelly (T-Bird) che tutti ricordiamo ne I Guerrieri della Notte ("Guerrieri... Giochiamo a fare la guerra?") o Commando ma forse era ormai troppo tardi e tenderà a sparire lentamente dalle scene...
Infine si riconosce Tony Todd mr Candyman!
Adeguata anche la colonna sonora...

Il Corvo è fondamentale un buon film, magari nel giudizio influisce l'effetto nostalgia ma al tempo fù una vera e propria botta mainstream che condizionò un'intera generazione... Avrà pure i suoi difetti ma chi come me lo ha vita nel pieno dell'adolescenza non può non portarselo nel cuore con l'invitabile codazzo di "fuoco e fiamme" urlato gasato con gli amici del tempo, con le ragazzine innamorate perse dello sfortunato Brandon e con il vestito pronto per un Halloween o un Carnevale di quegli anni inquieti...

Seguito da un pessimo secondo capitolo, un discreto terzo, una serie tv e un quarto capitolo con addirittura Furlong nei panni del protagonista (ed è tutto dire) e in attesa di un remake, Il Corvo è un film generazionale che tra l'altro è pure invecchiato benino o comunque meglio del preventivabile...
E poi dove lo si trova un film d'azione discretamente violento che con la scusa della storia d'amore di fondo lo si può vedere tranquillamente anche con la ragazza?
Che poi è anche raro che da un fumetto esca fuori un film comunque di buon livello aldilà di tutte le considerazioni che si possono fare su come Il Corvo è diventato un Cult!

Xavier666  @  08/04/2011 18:17:35
   9 / 10
Quando una frase come "no può piovere per sempre" diventa parte integrante dei modi di dire di intere generazioni significa che il film è rimasto impresso nella coscienza collettiva.
indimenticabile Brandon Lee, le musiche, atmosfere, fotografia.
Da dimenticare invece gli altri seguiti.

incubodimorte  @  03/04/2011 19:19:17
   5 / 10
I punti di forza del film sono l'atmosfera dark, la recitazione di Brandon Lee e, purtroppo, la sua morte. Per il resto la trama è di una banalità sconcertante, è un film per ragazzi un po' più violento. Quelle frasi che vengono citate dappertutto non sono di sta grande profondità.

Peters  @  03/04/2011 02:12:50
   9 / 10
A parte che questo film ha creato un mito, è una meraviglia il significato che vuole esprimere, e l'amore che trionfa su tutto e tutti, brandon ci ha rimesso la vita, questo da al film un velo di reale malinconia quasi palpabile in quella tetra atmosfera della notte del diavolo

kako  @  30/03/2011 13:29:31
   9½ / 10
che gran film!!! la trama è semplice, ma questo non risulta essere un difetto, anzi! la storia viene trattata in maniera esemplare tra ottime scene d'azione, bellissimi dialoghi, violenza ben costruita, momenti emozionanti. Sul finale mi sono commosso! una vera piccola perla dark questa pellicola

_Hollow_  @  10/03/2011 23:10:29
   9 / 10
Un cult. Frasi storiche, musiche da pelle d'oca (v. come "Burn" dei "The Cure" sottolinea la "rinascita" di Eric), momenti indimenticabili

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
"Il Corvo" è una piccola perla dark ... da vedere assolutamente.

Biebbu  @  09/03/2011 19:08:47
   8½ / 10
Eccezionale.. Peccato che i sequel facciano schifo (come succede quasi sempre con tutti i sequel di tutti i film)

simo96  @  07/03/2011 15:24:03
   10 / 10
pura poesia per il compianto brandon lee.
le citazioni e le frasi stupende sono infinite in questo film.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

dominus ngl360  @  28/02/2011 19:45:59
   10 / 10
Blackghost  @  10/02/2011 11:57:49
   9 / 10
Un cult.
Il mio film preferito.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

felym  @  19/01/2011 11:16:22
   5 / 10
Forse deluso dalle aspettative, mi dispiace commentare un film che gira molto sul tragico incidente occorso a Brandon Lee, con una buona trama ed una buona idea che non sono tradotti in un buon film. Peccato davvero, il film scorre abbastanza bene, ma gli manca qualcosa..

  Pagina di 6   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghierabad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospetto
 NEW
easy living - la vita facile
 NEW
era mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandfigli (2020)gli anni piu' belligood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvatiche
 NEW
il meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnol'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'immortale (2019)l'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammescherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe grudge (2020)the lodge
 NEW
the new mutants
 NEW
the other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo tolouna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivolevo nascondermi

1001457 commenti su 43095 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net