dracula 3d regia di Dario Argento Italia 2012
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

dracula 3d (2012)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film DRACULA 3D

Titolo Originale: DRACULA 3D

RegiaDario Argento

InterpretiThomas Kretschmann, Asia Argento, Marta Gastini, Rutger Hauer, Unax Ugalde, Miriam Giovanelli, Giovanni Franzoni, Maria Cristina Heller, Augusto Zucchi, Giuseppe Lo Console, Francesco Rossini, Christian Burruano

Durata: h 1.42
NazionalitàItalia 2012
Generehorror
Al cinema nel Novembre 2012

•  Altri film di Dario Argento

Trama del film Dracula 3d

Quando Johnathan Harker trova lavoro nella biblioteca del castello del conte Dracula, la sua giovane sposa Mina si mette in viaggio per raggiungerlo, e sosta a casa dell’amica Lucy. Qui scopre un paese sconvolto dalla barbara uccisione di una ragazza, attaccata da un lupo, e deve rimandare l’incontro col marito perché Lucy si ammala di una febbre inspiegabile fino a morirne. Dopo aver incontrato il conte ed essere stata sedotta dal suo straordinario potere di persuasione, Mina è sempre più sospettosa riguardo agli strani accadimenti del luogo e si affida all’unica persona che sembra sapere cosa fare: Abraham Van Helsing, esperto di vampiri.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   4,26 / 10 (75 voti)4,26Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Dracula 3d, 75 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

DarkRareMirko  @  16/01/2019 22:17:07
   6½ / 10
Non l'ho trovato così disprezzabile; certo, la CGI il più delle volte è scadente, ma la confezione non è malaccio e la presenza di Hauer (che Dracula lo interpretò in un film di Lussier) fa lievitare il tutto.

Almeno è senza dubbio meglio del suo Il fantasma dell'opera, non che ci volesse tanto.

Kretschmann, attore da me sempre appoggiato, offre un'interpretazione nella media.

Comunque valido, più che decoroso, anche se un budget maggiore male non avrebbe fatto.

Un pò sottovalutato, un pò da tutti.

DitaAppiccicose  @  22/06/2017 20:19:07
   4 / 10
Ho aspettato anni per vedere questo ultimo ( ad oggi ) film di Argento: quanto avevo visto nei trailer o quanto avevo letto al riguardo aveva solamente contribuito a far aumentare la mia convinzione che si trattasse di un lavoro scadente, forse peggio di quanto Argento aveva fatto fino a lì. Questo perché - mi dicevo - se il fu "maestro del brivido" doveva ricorrere al soggetto ormai frusto del famoso conte significava che aveva addirittura già digerito frutta, caffè ed ammazza caffè. Non mi sbagliavo: "Dracula 3d" non ha niente che possa salvarlo dal baratro, nemmeno l'ambientazione a me famigliare ( essendo biellese ) del Ricetto di Candelo dove sono girate le scene del villaggio. Regia dozzinale, fotografia da fiction televisiva, scene di nudo gratuite ( magari gradite in un certo senso ma comunque fuori contesto ! ), recitazione scadente che raggiunge il Nadir quando Asia nei panni di Lucy attacca Van Helsing, effetti speciali risibili ( soprattutto la mantide… ). Può essere che visto in 3D questo film possa risultare più godibile, come se si fosse in una giostra del Luna Park, ma visto in 2D è di una noia mortale e di uno squallore inarrivabile. Per quanto riguarda il conte, poi, trovo che faccia più paura quello di Murnau di quasi cent'anni fa che questo… Indifendibile.

marcogiannelli  @  11/11/2016 18:04:52
   3½ / 10
Dario Argento torna con Stivaletti con un budget molto alto (in parte stanziato dalla regione Lazio). Questo comporta che a livello tecnico il film non proprio il male (specie all'inizio), anzi, non dà per nulla l'impressione di essere un B-movie, a parte quando scade nell'effetto digitale più becero. Nessun rispetto per l'opera di Bram Stoker, ma questo non mi stupisce dato che Argento è solito riservarci delle sceneggiature improponibili..ma Dracula che si trasforma (inutilmente eh) in 234 animali diversi non si era ancora visto.

Baby Birba  @  22/09/2016 17:21:46
   1 / 10
È una presa per il **** per due semplici ragioni:
1- Tutto è pietoso in questo film (sceneggiatura, recitazione, fotografia, scenografia...)
2- le scene trash che potrebbero almeno far ridere sono rarissime.

SKULLL  @  19/09/2016 18:48:52
   7½ / 10
Ho approcciato il film con aspettative bassissime, visto il trailer non entusiasmante e le recensioni negative. Invece mi è piaciuto molto. La location utilizzata, la fotografia con colori bellissimi, i costumi, l'atmosfera in generale, li ho apprezzati parecchio. La recitazione, a parte Asia Argento che fa crollare il film ogni volta che appare, mi è sembrata tutto sommato buona, specialmente Mina. Mi è piaciuto Renfield. La storia è intrigante e non mi ha mai annoiato. Gli effetti in digitale sono qui e là improponibili, è vero, ma l'idea della mantide è originale e non mi ha disturbato come a tanti. Mezzo punto in più per questo film anche perché tenta il 3d in Italia, cosa che non si vede tutti i giorni. E' evidente come il 3d abbia influito sulle inquadrature e il montaggio. Probabilmente visto in 3d (io ho visto solo la versione 2d) è una piccola festa per gli occhi.

GianniArshavin  @  13/02/2016 12:15:43
   4½ / 10
La parabola discendente di Dario Argento sembra non avere fine , e dopo il pessimo Giallo il regista romano sforna un altro prodotto davvero scadente.
Argento prova a dire la sua sul Dracula di Stoker , ma questo tentativo di riportare in auge la figura del Conte fallisce miseramente.
Flop assurdo al botteghino , Dracula 3D già dal nome sembra profetizzare una catastrofe che puntualmente avviene.
Il film non parte male e diciamo che la prima mezz'ora è anche quasi decente, sfortunatamente col proseguire dei minuti la sceneggiatura,già debole,sparisce per dare spazio ad un delirio di stupidità e trash involontario. La confusione regna sovrana, le trovate fuori luogo abbondano e i comportamenti dei personaggi non sempre hanno un senso logico.
Nonostante questi difetti di scrittura (marchio di fabbrica del regista) i veri punti deboli di Dracula 3D sono: personaggi dallo spessore inesistente e soprattutto la noia. Infatti,sembra assurdo,ma in un film cosi scriteriato sopraggiunge anche la noia vista la ripetitività delle situazioni proposte e per la prevedibilità della vicenda.
La recitazione non è soddisfacente ma almeno non si toccano picchi eccessivamente bassi: il Dracula di Kretschmann è imbalsamato e poco convincente mentre ok Hauer; Asia Argento questa volta davvero è inguardabile ,se escludiamo la bellezza fisica, mentre funziona questa versione diafana di Mina.
Qualcosa di positivo c'è, come ad esempio la scenografie e tanti effetti splatter ben fatti. Purtroppo proprio questi momenti di sangue alla lunga diventano ridondanti e mi viene da chiedermi come sia possibile che il maestro del brivido e della tensione abbia voltato le spalle alla suspense preferendo solamente sangue a litri e testa mozzate.

Dunque Dracula 3D non riesce a sollevare dal baratro un regista in piena crisi da anni. Mi piange il cuore vedere un grande come Argento realizzare in sequela titoli cosi dozzinali; spero che con Sandman ci sia un cambiamento di rotta sostanziale per concludere degnamente la carriera.

Filman  @  25/10/2015 11:49:03
   2½ / 10
Difficile capire se per la produzione di DRACULA 3D Dario Argento sia stato spinto dalla passione per il genere e dalla devozione verso l'opera vampiresca oppure dall'ostentazione verso la tecnologia cinematografica non comunicativa, sfociando nel trash assoluto, in cui gli aspetti più indipendentisti e intimi del film schiantano contro pessimi effetti speciali computerizzati da B-Movie e tecniche tridimensionali squallide.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR carsit  @  05/06/2015 14:34:21
   3 / 10
Fa quasi vergogna scoprire che " Dracula 3d" sia stato girato da Argento, un regista che negli anni 70' ha dato lezioni di cinema nel genere thriller e horror.
Per la verità Argento ha sempre tentennato su alcuni aspetti tecnici, cast e sceneggiatura in primis.
Ma alcuni difetti, seppur grossolani, venivano controbilanciati da una regia sicura e innovativa che supportava atmosfere oniriche e stranianti.
"Dracula 3d" è l'apoteosi del trash involontario, del marciume che viene fatto passare come opera d'arte solo perchè dietro la cinepresa c'è un regista che evidentemente ha perso smalto da 20 anni a sta parte.
Il film propone un cast abominevole: Asia Argento recita come un robot venuto da Marte, Rutger Hauer è perennemente imbambolato sulla scena e neanche lui ci crede tanto in quello che sta facendo, mentre l'attore di Dracula è terribilmente macchinoso e impostato.
Ad aggravare il tutto aggiungiamoci una fotografia da film porno, dove la notte è illuminata luci artificiali e faretti posizionati ad hoc mentre durante il giorno sembra di vedere "fantastica avventura" su Italia Uno.
La regia è assolutamente anonima, non ci sono scelte registiche degne di nota, segno di un Argento totalmente assente e forse inconsapevole del disastro che stava girando.
Non commento gli effetti speciali, punta di diamante della pellicola, che riescono a diventare unico vero motivo di visione : niente al mondo fa più ridere della CGI di sto film (forse solo Asia può giocarsela alla pari sotto questo aspetto).
L'aver visto il Nosferatu di Herzog mi ha permesso di interpretare alcune scene, sennò della storia non si capiva una cippa, ed è molto grave questo.
Piccola riflessione finale: sarebbe bene evitare di finanziare progetti di questo tipo utilizzando fondi pubblici , e magari valorizzare progetti horror low budget più interessanti e meritevoli di visione.
Non vado più giù con il voto per le buone scenografie, ma il resto è da cestinare nell'indifferenziato.

Lemmy  @  12/03/2015 19:11:22
   4½ / 10
Era da tempo che volevo vedere l'ultima fatica di Dario Argento, e farmi così un idea personale su questo film, che a detta di molti, risulta essere una ciofeca. Devo dire che con questo Dracula, il buon Dario, ha toccato il fondo. Parte male, anzi malissimo. I titoli di testa sono di una bruttezza imbarazzante; computer grafica di terzo livello! A parte qualche inquadratura azzeccata (le scale della biblioteca ad esempio), il film è veramente brutto. Recitazione svogliata, effetti speciali ridicoli, dialoghi banali, scene paradossali, montaggio penoso. Non esiste praticamente tensione in questo Dracula. E' uno slasher fatto male, dove un Dracula con poteri da supereroe, flagella praticamente tutti, in una sequenza di scene al limite del ridicolo. La recitazione di Asia Argento, regala delle espressioni che neanche Maccio Capatonda riuscirebbe a far di meglio. Consiglio la visione solo a chi volesse farsi due risate (garantite) con gli amici.

ZanoDenis  @  25/09/2014 19:13:41
   5½ / 10
Forse è il meno peggio dell'argento degli ultimi anni, parte bene, la prima parte mi aveva catturato, peccato che poi va a perdersi anche troppo rapidamente, arrivando a sfociare nel trash. La prima parte darebbe anche da 7, l'ultima mezzora è da 3. E poi per favore, eliminate Asia dal mondo del cinema, credo di non aver mai visto nessuno recitare così male, se la contende con alberto tomba in Alex l'ariete.

luis 98  @  06/07/2014 20:01:57
   3½ / 10
Mah non so che dire ho visto questo film al cinema e ho solo una cosa da dire forse a Dario Argento li si e fermato l'orologio negli 80 mah ....
In poche parole questo film e un film stile anni 80 con filtri da commissario rex venuto malissimo .

faluggi  @  06/07/2014 19:41:24
   1½ / 10
Ineguagliabile *******ta del regista italiano più paraculato della storia. Il caro Argentone che nella sua vita ha cassato solo Profondo Rosso a botta di coolo probabilmente, ci sforna una merdosissima rivisitazione di Dracula di Bram Stoker, come se non ci avessero già appiattito le palle con millemila film sull'ormai ridicolo Conte Pacula.

Nei primi 40/50 minuti davvero non si capisce un c***o, c'è una tettona (le cui bocce sono la parte migliore del film nonchè il motivo del mezzo punto nel voto) che viene morsa e poi deseppellita dal tipo che se l'era trombata (non ho capito a questo punto chi l'avesse seppellita), quest'ultimo viene ucciso a morsi da uno strano tipo, che poi ingabbiato e muservuolato, viene liberato dal conte. Nello stesso tempo c'è un tizio, un tale Urkel (come il ragazzino pasticcione di Otto sotto un tetto?) che per una ragione che non ho capito si reca dal conte, venendo morsicato dalla tettona (dopo averci rimostrato le bocce) e da Dracula.

Da qui in poi siccome mi si erano frantumati i coi-********, sono andato avanti a pezzi gustandomi le scene di delirio e la trasformazione in Mantide. Comunque le scenografie non mi sembrano bruttissime.

1 risposta al commento
Ultima risposta 30/05/2016 14.27.52
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento ottorottox  @  26/06/2014 23:19:28
   1½ / 10
Cosa dire...questo era un film????? mah si può solo rimpiangere Gary Oldman e il povero Rutger Hauer che doveva proprio aver bisogno di soldi per farsi convincere a far parte di questa buffonata.....Ma perchè Dario non si ritira in silenzio? seguito dalla figlia ovviamente....BASTA non voglio mai più sentir nominare la famiglia Argento nei film...dov'è il regista di quattro mosche di velluto grigio?

5 risposte al commento
Ultima risposta 27/06/2014 23.05.47
Visualizza / Rispondi al commento
alex94  @  18/06/2014 20:13:52
   5 / 10
Film del 2012 diretto da Dario Argento.
La trama è assurda e non centra quasi nulla con Dracula di Stoker,la regia è mediocre,gli interpreti in particolare Asia Argento fanno morire dalle risate ogni volta che aprono bocca (l'unico attore decente è il povero Rutger Hauer)e gli effetti speciali sono semplicemente imbarazzanti.
Questi difetti rendono però il film maledettamente divertente dalla prima all'ultima scena.
Come film horror vale 2,come commedia parodia del Conte Dracula e da 8 pieno.
Insomma un film esilarante e trash da vedere assolutamente.

Severità  @  12/05/2014 15:30:55
   10 / 10
Ciao bimbi è benvenuti ad un nuovo capitolo del CinemaCultura. Oggi parliamo dell'ultimo (per ora) film di Dario Argento che è Dracula 3D. Cosa dire di questo film? beh bimbi, non saprei nemmeno io cosa scrivere. Cioè... de... non lo so, ma proviamoci. Questo film dovrebbe essere un Horror puro, ma viene catalogato come Thriller-Horror. Io invece lo catalogherei come un Horror-Trash. Però rispetto alle pellicole precedenti e il suo secondo miglior film dal 2000 ad oggi (al primo posto c'è Non Ho Sonno). Lo so bimbi che un se deve parlà di "...questo film è meglio di quell'altro..." qua bisogna parlà del fatto che Dario Argento non deve fare un film migliore del precedente, ma deve fare film che lo faccia tornare i suoi fasti di un tempo... o almeno deve avvicinarsi, per farci riprovare quella sensazione di terrore puro. Questo Dracula 3D a suo favore c'ha una regia decente, una fotografia stupenda e belli TUTTI gli effetti speciali (lo so bimbi quasi tutti gli effetti speciali fanno ca'à ma a me garbano). Insomma so che è un film più che mediocre a me piace a bestia. Ora vi do due indizi sul prossimo film che recensirò:
1) 8
2) L'idiota, l'idiota e Guglielmo.
Bona ci si e se un ci si bona.

6 risposte al commento
Ultima risposta 23/06/2014 17.13.39
Visualizza / Rispondi al commento
alessioscoop  @  25/04/2014 16:20:24
   7½ / 10
soliti commenti all italiana che ho letto sotto, pronti a stroncare tutto sensa motivo. ma cosa vi aspettavate, un trattato filosofico sul film di dracula?. è un film come gli altri su dracula che ci son stati nella storia del cinema. tra l altro si nota la cura per la fotografia che ci ha messo dario argento nel realizzarlo. a me non è sembrato male.

4 risposte al commento
Ultima risposta 12/05/2014 19.53.27
Visualizza / Rispondi al commento
Vampirz  @  12/04/2014 03:43:02
   4½ / 10
Da appassionato del genere e grande estimatore del buon Dario....mi piange il cuore a vedere come si è ridotto.
Avete già scritto tutto voi....dai...è troppo triste commentare un film del genere, non si salva praticamente nulla se non gli unici effetti speciali fatti in stile anni 80 (accettata in testa, chiodi che infilzano, pallotta che trapassa il cranio), gli altri sono oscenamente fatti al computer in maniera imbarazzante, addirittura il sangue sul pavimento si vede a da lontano che è digitale, come vari fumi e nebbie, il fuoco, ecc.
Poi nota dolentissima i doppiaggi, quello italiano a dir poco da film di 3 fascia, schifato da ciò che sentivo ho provato a metterlo in inglese...e con mia sorpresa ho scoperto che alcuni attori erano con la voce originali, e altri doppiati, addirittura in uno stesso dialogo si sentiva lo stacco del rumore d'ambiente quando uno parlava in live e l'altro in studio. Cioè...siamo nel 2014...non è accettabile una cosa del genere.
Ho letto che il budget è stato di 7 milioni....boh, girato praticamente in 3 ambientazioni "la piazza del castello, la piazza del paese, i boschi", attori manco da soap opera, effetti speciali fatti al computer, che cavolo c'hanno fatto con 7 milioni??? tutto fieno per i 4 cavalli utilizzati?
Evito anche di parlare dell'amantide....cioè...quando ho visto quell'ombra mi si è gelato il sangue....non credevo ai miei occhi....neanche Aldo è riuscito a ridicolizzare così tanto il mito del conte.
Un ultima nota per Asia....ma lo fa apposta a parlare come se avesse dei problemi? è come se parlasse con una palliina in bocca. E comunque anche di lei...si salvano solo le tette quando si fa il bagno.
A, quasi scordavo, un voto in più per le musiche che accompagnano tutto il film, veramente belle e molto vintage...anche se ogni tanto uscivano fuori degli ululati che mi ricordavano troppo Scooby-Doo....

elnino  @  26/02/2014 00:52:30
   3 / 10
è 3 e non 1 solo perche' c'e' rutger hauer......il resto è da dimenticare

floyd80  @  20/01/2014 15:07:33
   1 / 10
Il bello del film è che tra una scena (?) e l'altra potrebbero spuntare fuori Aldo, Giovanni e Giacomo con lo sketch della Cadrega (Aldo che faceva il conte Dracula...) senza risultare minimamente fuori posto e fuori trama.
Una petizione per non far dirigere più alcun film all'ormai senile Dario Argento?
Io voto SI!

4 risposte al commento
Ultima risposta 06/01/2016 11.45.38
Visualizza / Rispondi al commento
Azrael  @  30/12/2013 13:07:18
   4½ / 10
Sono sempre stato un ammiratore di Dario Argento, ma se dovessi essere onesto, dovrei dire che ormai il maestro... Non je la fa' più !
Dopo gli scivoloni della Terza Madre e Giallo, la notte si fa più buia e ne viene fuori un film talmente dilettantesco che da un regista di fama mondiale non ti aspetteresti mai.
La regia c'è, ma a mancare è tutto il resto:

Trama: semplicemente ridicola, raffazzonata e assente. Mancano tutte le funzioni primarie che dovrebbero comporre una storia, quelle che insegnano alla prima lezione di un laboratorio di sceneggiatura. Manca il conflitto, manca un protagonista, manca un'azione. Tutto si svolge in maniera disordinata, approssimativa, prevedibile, annoiante.

Effetti speciali: Argento dovrebbe svecchiare il suo gruppo di collaboratori. Trucchi del genere si vedono al massimo nelle produzioni dell'Asylum ! La Mantide gigantesca e' un colpo troppo duro da accettare. Stivaletti, non è più cosa per te..

Recitazione: televisiva al massimo e svogliata.

Consiglio: Dario, ti prego, ritorna in te. Te lo dico con affetto.

opeth74  @  27/11/2013 18:42:15
   8½ / 10
Ottimo esempio di cinema.

PS: ho messo 4 a "sole a catinelle" e mi avete cancellato il commento ! Cosa è vi pagano !!!???

4 risposte al commento
Ultima risposta 30/12/2013 13.10.04
Visualizza / Rispondi al commento
JOKER1926  @  01/11/2013 20:08:02
   4½ / 10
Con maestria e somma bravura ha scritto, una volta e per tutte, le leggi del moderno thriller ed horror all'italiana, andando a prendersi un qualcosa di immortale che nessun critico improvvisato, potrà intaccare mai. Dario Argento è stato il simbolo di un cinema che ha saputo rinnovarsi puntando su una mole di cose che fanno del regista italiano una firma unica.
Ma dietro qualsiasi momento esaltante si nasconde poi una fase di declino, fase che colpisce lo stesso regista romano. Argento anche negli anni ottanta alle volte, fra i suoi magnifici capolavori, si concedeva il lusso di "floppare" con produzioni non all'altezza della situazione, ma la cosa apparteneva a questioni "fisiologiche". Il problema, comunque, è abbastanza netto se si vanno a fotografare le ultime tre produzioni del regista. "Dracula" l'acme della negatività. Il regista italiano del thriller entra quindi in un tunnel nero.
Per l'esperto recensore cinematografico prendere visione ad un orrore (non un Horror) come "Dracula" è l'ennesima cannonata al cuore da parte di un maestro quanto mai omologato al nuovo ed imbarazzante mercato del Cinema. "Dracula" nasce per il 3D. E poi muore.
Non si salva nulla in questo macello di Argento del 2012. Le scenografie sono più belle che suggestive, svanisce la sensazione e tutto ciò che dovrebbe servire al film. Si parla poco e i personaggi non offrono una briciola di psicologia, manca l'atmosfera, manca una storia.
Il film non può non cadere, dopotutto pure velocemente, nel trash puro. Si prosegue su questa falsa riga fino ai titoli di coda; il disastro sembra esser compiuto.
L'unica nota positiva (forse) la colonna sonora, ma di cosa parliamo? Di un piccolo dettaglio, solo di un piccolo dettaglio.

L'osservazione del tifoso di Argento

Il tema dell'orrore metafisico fu trattato da Dario Argento anni addietro con "Suspiria", i risultati furono debordanti. La domanda sorge spontanea, "Dracula" prodotto negli anni ottanta dallo stesso regista avrebbe sicuramente spaccato. Il tema, oltretutto, è buono e da una regia acuta, non certo quella odierna, avrebbe dato tanto, tantissimo allo spettatore.
Concludiamo con filosofia, "i tempi sono cambiati", e l'artigianalità e l'esclusività di una grande regia vanno a perdere efficienza in modo vergognoso, quindi non accettabile.

"Dracula" è sconsigliato specialmente ai i fans della regia; dopo alcuni minuti dall'inizio del film qualcuno potrebbe bloccare la visione ed inserire, nel lettore, un "Suspiria" o un "Profondo rosso", nostalgia canaglia!

horror83  @  01/11/2013 12:26:04
   8 / 10
Wow, veramente un bel film. secondo me è questo il vero Dracula, altro che Coppola. Dario Argento lo ha superato di gran lunga. ottime ambientazioni (meno lugubri di Coppola ma cmq belle), gli effetti speciali sono molto buoni, Dracula è fatto molto meglio in questo film, bravi anche gli attori (specialmente Asia Argento che molti la denigrano ma per me è molto brava), la storia è avvincente e non mi ha mai annoiata. Le scene splatter sono molto buone. insomma non posso far altro che fare il paragone col Dracula di Coppola e Dario Argento vince 10 a 0. il film sarebbe da sei, ma col paragone di Coppola arriva a sette, in più Dario Argento mi piace molto come regista ed è italiano (e quindi anche il film è italiano) quindi in conclusione per me questo film è da otto!!!!
ps: il mio voto è alto anche perchè Dario ha avuto un budget molto più basso di Coppola quindi va premiato per il film che ha fatto!
Bravo Dario Argento e brava anche Asia.
Da vedere!

41 risposte al commento
Ultima risposta 06/01/2016 11.57.34
Visualizza / Rispondi al commento
winning  @  01/11/2013 02:05:34
   1 / 10
Film ridicolo, sembra una fiction ha la stessa fotografia, ma la cosa peggiore è che sembra una parodia di Dracula. Fracchia contro Dracula è nettamente superiore ;-)

1 risposta al commento
Ultima risposta 01/03/2018 17.34.02
Visualizza / Rispondi al commento
ghigo buccilli  @  12/10/2013 13:33:08
   6 / 10
non capisco tutto l'accanimento contro dario argento, d'accordo che i fasti degli anni 70 e 80 difficilmente torneranno, ma qui la fotografia e le scenografie non sono niente male, la sceneggiatura difficilmente poteva avere chissà che guizzi trattandosi della rivisitazione di una leggenda arcinota, gli effetti speciali in effetti sono quelli che sono, ma è meglio mettersi l'anima in pace, siamo abituati a quelli dei film americani, con cui nessun film italiano, per un semplice fatto di capitali, potrà mai competere, anche con un altro regista...quindi, mettetevi l'anima in pace e date giudizi più seri e obiettivi, per favore...

5 risposte al commento
Ultima risposta 05/09/2015 23.15.32
Visualizza / Rispondi al commento
despise  @  18/09/2013 10:52:20
   3½ / 10
Prima di tutto: c'era bisogno di un'ulteriore rivisitazione del mito di Dracula?? Assolutamente no...
ma, messi da parte tutti i preconcetti del caso, è proprio la visione del film a lasciare esterrefatti: non ci posso credere, pensavo che il maestro avesse già toccato il fondo, ed invece...
no, non ci credo, non voglio spendere nemmeno una parola in più su questa "pellicola"....
anzi una si: RIDICOLA!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  03/09/2013 12:50:17
   3 / 10
L'ormai ex-regista Dario Argento decide di rispolverare il mito di Dracula e riesce quasi a far rimpiangere i vampiri di Twiligth...
La piu' prevedibile e scontata delle trame dove le uniche varianti sono le ridicole trasformazioni del conte in svariati animali. A tal proposito come si puo' concepire una sequenza come quella della mantide, rivederla piu' volte e decidere di inserirla comunque?
Povero Rutger Hauer, costretto a duettare con una pessima attrice raccomandata dal Padre-regista... altra vittima Americana del cinema Argentiano.
Quasi una parodia.

Max_74  @  25/08/2013 19:29:26
   2 / 10
Dopo 'La terza madre' era sembrato di intravedere qualche bagliore di ripresa di Argento con qualcosa nuovamente da dire, ma con questa ultima fatica quel bagliore si è spento nuovamente. Salutato come un omaggio ai buon vecchi film della Hammer e di Bava, la realtà semba essere ben diversa: una bassissima operazione commerciale dove scenografia, luci e sceneggiatura sono al di sotto del dilettantismo e di una superficialità e rozzezza che lascia davvero perplessi (per non parlare del ridicolo involontario) al di sotto perfino dell'ultimo periodo lenziano e fulciano che almeno ancora conservava un minimo di professionalità. Sicuramente gran parte dei soldi (parte del finanziamento è anche della Regione Lazio) sono stati spesi per pagare Hauer , Kretschmann e la tecnologia (discreta) del 3d perché per il resto è impossibile riconoscere il regista in un qualsiasi fotogramma. Il film ha la fortuna di essere firmato Argento, sennò sarebbe tranquillamente uno sconosciuto home video di serie Z.
Ad Argento va indubbiamente il coraggio e l'abilità di aver affrontato questa tecnologia. E', di fatto, il primo film italiano in 3d (e di genere) ma del film purtroppo non vi è proprio traccia.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

marfsime  @  15/08/2013 14:15:43
   2 / 10
Senza parole. Non mi capacito come il maestro italiano Dario Argento sia caduto negli ultimi anni in una spirale di film catastrofici..e questa rivisitazione di Dracula non fa eccezione. Orribile in tutto..trama assolutamente noiosa..senza un minimo di tensione..senza pathos..il nulla assoluto. Recitazione mediocre..fatto salvo solo per il grande Rutger Hauer..poveraccio pure lui ormai in una fase di declino della carriera..altrimenti non mi spiego come abbia potuto accettare di recitare in un film simile. La cosa però più "sconvolgente" sono gli effetti speciali..una cosa orribile..in particolare la scena della mantide religiosa (credo..insomma quella dell'insetto verde gigante) è veramente ridicola e assolutamente fintissima con un uso della computer grafica totalmente illogica ed irrealistica. Che dire..ormai c'ho messo una pietra sopra..mi sa che il Darione dei tempi d'oro ormai non tornerà più purtroppo.

Invia una mail all'autore del commento ziokartella  @  30/07/2013 10:58:25
   4 / 10
Ha senso l'ennesimo film su Dracula? Ha senso che lo faccia DA? Può darsi, ma non così....pessimo film , peggiorato dagli effetti "computergrafici", ma che tocca il fondo

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gabe 182  @  24/07/2013 16:42:08
   5 / 10
Dario Argento, è finito, punto, con Dracula 3D si riconferma la fine cinematografica del regista, purtroppo ci si deve arrendere, e accettarlo!
Non voglio essere troppo cattivo nel voto, perché un qualcosina di positivo c'è, ma il resto è un accozzaglia di cavolate e di idee bruttissime, ho provato a medesimarmi nel regista per vedere come avrei potuto rendere una storia sul conte Dracula almeno convincente, e vi assicuro, di idee come quelle nel film non me ne venuta in mente manco una!
Analizzando la pellicola: l'unica cosa positiva sono le atmosfere, molto cupe e oscure, il paesaggio è circondato da un aria di morte e di oscurità abbastanza persistente per tutto il film! il resto, dalle scene splatter, dagli effetti speciali, dalla regia ecc, è incompentabile, la cavalletta poi non so dove c...o l'abbia tirata fuori! carine infine le musiche di Simonetti!
Gli attori non mi sono piaciuti, anche se possiamo trovare la partecipazione di grandi nomi! il doppiaggio poi terribile, la peggiore è stata Asia: sembrava addirittura impacciata!
Se Giallo ho deciso di promuoverlo con la sufficienza (anche se si nota un altro modo di fare del regista), con Dracula 3D sarebbe oltraggioso, già il 5 è un regalo, una sufficienza sarebbe fuori da ogni ragione!
Non so se Argento leggerà mai il mio commento o verrà su filmscoop a vedere le opinioni sulla sua ultima pellicola, ma io glielo chiedo con il cuore, metti al chiodo la telecamera e goditi la meritata pensione! pellicole come Suspiria Tenebre Phenomena Profondo rosso e altre come Trauma, il gatto a nove code ecc sono un ricordo bellissimo! non allungare il tuo curriculum con opere di questo scarsissimo livello!

Ciaby  @  23/07/2013 23:13:55
   1 / 10
Ilarità pura.
Tra mantidi religiose giganti (ma perché?), morsi sulle gambe anziché sul collo, storia originale ribaltata, recitazione orrenda, effetti speciali deliranti, un finale terribile ("è per il potere della passione"), una regia pessima e una fotografia diretta da un cieco, c'è davvero da ridere.
Peccato che ci siano anche momenti morti che siano noia pura.

Comunque è uno dei film più esilaranti che abbia visto negli ultimi mesi. Imperdibile.

Wallace  @  21/07/2013 02:34:46
   4 / 10
Il mio voto é media tra un due e un sei. Sei? Si perché voglio rispettare un poco il nostro regista e perché rispetto un Rutger Hauer finito non si come in questo film. Cosa si può salvare? Le ambientazioni e le location ma....il resto é qualcosa di pessimo. Ma chi ha scritto la sceneggiatura? Non un dialogo utile, non un personaggio approfondito..sembrava un film anni 70 che non trasmettono più nemmeno sulle tv locali. I titoli di testa sono orribili, non c'è un minimo di tensione, ovunque c'è superficialità e, non capisco perché, le scene sono sempre illuminate a giorno. La recitazione é davvero il punto più basso. Sembrano che tutto recitino per dovere, senza espressione alcuna o passione e Asia Argento é saverio un cane nel recitare e oltre far vedere le tette non sa far di meglio. Tralascio gli effetti speciali che sono davvero mal fatti se non in poche scene come quella finale dove sono pietosamente passabili.

Nutless  @  20/07/2013 11:43:47
   3 / 10
Che roba!
Veramente terribile, sotto tutti i punti di vista. Ma, seriamente, il direttore della fotografia è Duccio di "Boris"? Credo di non aver mai visto un horror (o presunto tale) così poco cupo, anche le ombre sono luminose. L'unica cosa veramente positiva sono le poppe della biondina.
Argento non mi è mai piaciuto in maniera particolare, ma ormai sta un po' esagerando. Tanto vale gettarsi sul trash volontario e dichiarato.
Mentre lo vedevo mi veniva in mente solo una cosa:
"Biascica, apri tutto!"

MonkeyIsland  @  04/07/2013 00:26:38
   5 / 10
Non sono completamente deluso da questo nuovo film di Argento a dispetto della media.
Abbastanza lontano dai livelli degli orridi Giallo e Il Fantasma dell'opera e pure dalla Terza Madre (ammetto che devo sempre vedere pure il Cartaio) che però è un capolavoro se visto come commedia, ha di buono due cose : il primo è che ci evita il classico background di Dracula e la seconda è Hauer che recita bene.
Le protagoniste sono bone ma il livello recitativo è scadente, Asia meno del solito la Giovanelli oltre al bel seno ha poche altre qualità da sfoggiare su pellicola.

Il vero problema è l'assenza di suspance e tensione rendendo questa pellicola molto noiosa sopratutto nella parte centrale.
Comunque almeno Dario si è leggermente ripreso rispetto ad altre boiate che ho citato in precedenza.

2 risposte al commento
Ultima risposta 04/07/2013 13.01.28
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  27/06/2013 11:50:27
   4 / 10
Dopo gli ultimi allucinanti flop Dario Argento affronta una storia horror che più classica non si può, il regista insegue la smarrita gloria cercando di ridare dignità alla figura del vampiro (ultimamente mica messa tanto bene tra "Twilight" ed epigoni vari) mediante l'utilizzo di un linguaggio cinematografico moderno.
L'impianto scenografico affascina ed è l'unica cosa che regge per tutto il film, poco altro infatti funziona; la computer grafica è imbarazzante mentre una storia così stranota avrebbe avuto bisogno di una rinfrescata ben più vigorosa onde evitare una sequela di momenti morti che trascinano nel tedio assoluto.
Peccato, perchè qualche eccesso splatter non manca e gli attori (pur mediocri) non sono pessimi come tradizione argentiana esige. Asia, vabbè, è un caso a parte da inserirsi in quei momenti involontariamente comici che sembrano diventati un marchio di fabbrica del regista romano, per quanto poi la figlia/feticcio impallidisca al cospetto della famigerata mantide religiosa, talmente ridicola che nemmeno quelli della Troma avrebbero osato tanto.
I vari personaggi vengono trattati marginalmente e in modo troppo alternato, inutile dire che non possono incidere in questa sorta di parco faunistico all'interno del quale Dracula si sbizzarrisce manco fosse un Barbapapà.
Le modifiche apportate all'originale sono deboli o ininfluenti perchè possano dare nuova intensità alla storia, Argento inciampa ancora nei noti limiti pur mostrando, almeno questa volta, la volontà di distaccarsi da certo cinema vetusto di cui è da anni alfiere morente. L'agonia continua.

2 risposte al commento
Ultima risposta 28/06/2013 09.21.38
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  19/06/2013 10:23:33
   6½ / 10
Io a Dario gli voglio bene, si vede?

mabumba77  @  17/06/2013 20:29:47
   3 / 10
Non mi aspettavo un capolavoro ma speravo che Dario Argento dimostrasse di non aver definitivamente perso il sacro fuoco della creativita'.Purtroppo cio' non e' avvenuto e il suo "Dracula" e' un film ambizioso ma non riuscito.I soldi erano pochi ma il fallimento del film risiede nella cattiva scelta degli attori(Asia Argento e Thomas Kretschmann sembrano due dilettanti)i presunti effetti speciali sono roba degna della Asylum ed anche la regia di Argento e' alquanto scialba.Si salva il solo Rutger Hauer che, al dire il vero, non ha grande concorrenza come gia' facevo notare qualche riga fa.

Trixter  @  11/06/2013 22:27:55
   5 / 10
Che dire...il fiasco era dietro l'angolo ed il buon vecchio Dario, purtroppo, non si smentisce neppure questa volta. Dopo alcune pellicole decisamente sottotono l'Argento nazionale non si riprende neppure con il classico Dracula, riveduto e corretto. Per carità, qualcosa di buono c'è: le location, l'ambientazione, i costumi, la colonna sonora.
Ma la storia, la sceneggiatura, il pathos... mancano all'appello. Ne scaturisce un film scialbo, senza nerbo, a tratti addirittura noioso (soprattutto nel finale sbrigativo e superficiale). Emozioni zero. Paura zero. E per fortuna che gli interpreti se la cavano abbastanza bene, a parte Asia Argento che, come al solito, tocca vette sublimi d'incapacità recitativa senza paragoni. Insomma, questo Dracula è un buco nell'acqua. Bye bye Dario.

Macs  @  28/04/2013 03:48:45
   5 / 10
Almeno nelle intenzioni dovrebbe essere un film dell'orrore, e quindi la sufficienza è lontana per un semplice motivo: non fa paura nemmeno in una scena, non si avverte nessuna tensione neppure mettendocisi d'impegno. Gli attori che fanno Dracula e Renfield mi sembrano validi e nella parte, tutti gli altri sono da cestinare sia per recitazione sia perché pesci fuor d'acqua in questo tipo di pellicola. Le location sanno di Umbria, altro che Transilvania. Sceneggiatura troppo sbrigativa in molti punti chiave, per esempio tutto il finale da quando Van Helsing entra in scena. Alcuni effetti visivi fanno sorridere (il ragno, la mantide), mentre la scena delle mosche mi è sembrata abbastanza ben resa. Tutto sommato non un disastro, ma siamo ancora lontani da un vero film di paura.

antoeboli  @  21/04/2013 16:54:58
   5½ / 10
Partendo dal fatto che non mi aspettavo nulla da un film del 2012 con un Argento che più che maestro italiano dell'horror era diventato dopo gli ultimi anni lo zimbello di questo genere, devo dire che in sostanza il film non è brutto .
Regia buona solo a tratti , una scenografia che dovrebbe sapere tanto di Transilvania ma sa più tanto di centro storico italiano molto casereccio , però devo dire che funzia in modo godibile .
Recitazione devo dire che se da una parte alcuni mi hanno stupito attori come Zucchi , conosciuto più per le interpretazioni nei film di Aldo Giovanni e Giacomo che per pellicole horror.Nota dolente è la ormai consolidata presenza di Asia Argento che io non do la colpa più al regista ma semplicemente a questo parentismo obbligato , per cui Dario la usa in qualunque suo film. Oltre che una voce improponibile, il livello di interpretazione sembra di una romanaccia che stona tantissimo nel contesto di Dracula.
Altro attore che mi ha fatto storcere il naso è colui che intepreta proprio il vampiro che è interpretato da un artista famoso come Kretchmann , anonimo , che non ti da quel senso di terrore ed inespressivo , anche se qui penso sia piu colpa di chi scrittura il cast e della direzione registica.
A livello di trama risulta molto godibile e non ti riesce ad annoiare , e neanche a spaventare ma anzi in alcuni punti diventa involontariamente anche una mezza commedia , e qui entra in gioco Sergio Stivaletti che confeziona ormai da decenni gli effetti speciali .
Uno come Stivaletti grande effettista qui cerca di dosare le sue capacità dietro alla grafica computerizzata , ma proprio non ce la fa : una troppa buona parte degli effetti che troveremo , molti penso dovuti anche allo scarso budget , visto che il film è uscito dopo molto tempo di sviluppo , e viene finanziato dallo stato . questi effetti in digitale sono una vera me... , come ad esempio le ragnatele con corrispettivo ragno finto .
Sicuramente merita una visione , ma rimane un film mediocre in diversi punti .

topsecret  @  12/04/2013 09:40:08
   4½ / 10
La sola cosa, purtroppo, che si nota in questo Dracula di Argento è la fisicità delle protagoniste. Altro da sottolineare non c'è. Ma nca la tensione, il brivido e i dialoghi, ma soprattutto manca il coinvolgimento che una storia come quella sui vampiri dovrebbe saper creare.
A parte qualche location e alcuni piccoli, risibili momenti gore, non mi pare che Argento abbia mostrato granchè.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  09/04/2013 09:22:44
   3 / 10
Il 3 è giustificato da 3 motivi: le location discrete ma d'atmosfera, la fotografia discreta ma non pessima e le tette di Miriam Giovanelli che in molti hanno notato.
Il resto è pessimo, pessimo, pessimo. Anzi no, mettiamoci Rutger Hauer che in una produzione del genere è più che sprecato, è un delitto.
Niente da fare, ormai con Argento non è più omicidio verso la sua carriera ma accanimento terapeutico. Non capisco perché non si ritira. è impossibile non rendersi conto del senso di ridicolo involontario che circonda il film sin dagli imbarazzanti titoli di testa, fino alla trama delirante, slegata, piena di personaggi neanche abbozzati e non aiutati da recitazioni non proprio eccelse, e anche le riprese di Argento sono brutte e ai limiti del dilettantesco.
Ho riconosciuto tra le comparse: il Tenero Gigione dei film di Maccio (cui Dracula avrà sicuramente preso ispirazione), perfino l'uomo della sambuca di Boris che peraltro il loro mestiere lo svolgono egregiamente. Il resto lo si può immaginare: c'è Asia Argento e quindi la vedremo nuda come sempre con il padre in un ruolo altamente superficiale; c'è tanto sangue messo lì a casaccio e oramai la morte totale della suspance. Tirando le somme, non so in 3D ma anche preso come film "normale" abbiamo davanti un fiasco totale ma non clamoroso, bensì annunciato. Scopiazzature a tutta manetta, dialoghi compresi, dal Dracula di Coppola e suo malgrado dai vari "Fracchia contro Dracula" e "Dracula morto e contento". Però il pezzo della mantide è talmente geniale, ridicolo e divertente che mai Mel Brooks ci avrebbe pensato, va detto pure questo.
Dario, basta dai. Ormai è finita.

Charlie Firpo  @  05/04/2013 09:39:18
   1½ / 10
Spazzatura bella e buona.

Un Dracula pietoso, sembra di assistere ad un filmetto improvvisato fatto da dei ragazzini con una telecamera amatoriale.

il mezzo voto in più è dato esclusivamente per le tette di Mirian Giovanelli.

Dario ritirati che è meglio e già che ci sei fatti fare un'elettroshock.

BrundleFly  @  02/04/2013 13:45:42
   1 / 10
Raramente mi capita di dare 1 a un film perchè qualcosa di buono e salvabile riesco sempre a trovarlo, ma questa volta pur mettendomici d'impegno non sono riuscito a trovare neanche mezzo punto a favore per questo "film" di Argento. Poi leggi nomi come Sergio Stivaletti (trucchi), Claudio Simonetti (musiche) e Luciano Tovoli (fotografia) e ti viene ancor di più il nervoso perchè ti chiedi come possano certe figure, che hanno fatto la storia del cinema italiano, produrre una monnezza del genere.
Io sono il primo a dire che bisogna sperimentare, soprattutto in un cinema in crisi come quello italiano, ma cavoli per scrivere una sceneggiatura e dei dialoghi decenti bastano carta e penna. Per non parlare delle scenografie...e quella dovrebbe essere la Transilvania?
Il punto più basso della filmografia di Dario Argento, si trovano cortometraggi amatoriali su Youtube fatti meglio di questa ciofeca.

lucki71  @  01/04/2013 22:55:28
   2 / 10
Premetto...l'ho voluto vedere attentamente prima di giudicare...ma purtroppo il film deve essere visto (per chi ha il coraggio di perdere 1 ora e mezza scarsa) con l'idea di farsi quasi 2 risate, rimanendo poi con il solito dubbio:" ma chi glielo ha fatto fare???", perchè fare un film con effetti speciali ridicoli (la firma di Stivaletti non è stata sinonimo di qualità), una storia con sequenze appiccicate senza logica, un sequela di attori ridicoli ( prima fra tutti proprio il Dracula e Asia Argento) in cui si perde anche il mitico Rutgher hauer che ad un certo punto del film appare in maniera quasi improvvisa...perche?Se si deve fare un prodotto di intrattenimento allora i vari film americani sono sicuramente stati fatti meglio (dracula legacy) sia negli effetti sia nella storia...

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  01/04/2013 11:18:40
   3½ / 10
Cosa sia successo all'Argento che fu se lo chiedono in tanti ed anche io fino a poco tempo fa, ma ormai ho rinunciato: il regista di decenni fa purtroppo è scomparso e lo dico con estremo rimpianto. Dracula è l'ennesima prova di tale china diventata ormai irreversibile. Film su Dracula che paradossalmente tiene ai margini per gran parte del tempo quello che dovrebbe essere il suo protagonista. Tale approccio, sempre che sia voluto, si concentra maggiormente nel contesto del villaggio, una comunità vampirizzata dall'asservimento verso il signore, ma in cui non c'è un solo personaggio che emerga dall'anonimato o dalla mediocrità.
Dove poi il film crolla è nella seconda parte dove la sceneggiatura, già di per sè scarsa, scivola in maniera inequivocabile nell'involontaria parodia (non solo nella tristissima sequenza della mantide), nell'appiccicare a caso pezzi del Dracula di Coppola e tentando un inutile recupero in extremis del supposto personaggio principale, cioè Dracula stesso. Per farla breve cosa si salva di questo film? Solo la bravura e la professionalità di Stivaletti, per il resto da stendere un velo pietoso.

andreapau  @  29/03/2013 12:55:52
   1 / 10
Pietosa buffonata di un regista la cui ultima prestazione appena mediocre, risale a trenta anni orsono.
Votare questo sprecho di pellicola in maniera positiva, significa non avere conoscenza alcuna di cinema e totale sprezzo del ridicolo.
Tso consigliato a chi azzarda votazioni da capolavoro.

outsider  @  24/03/2013 21:04:55
   10 / 10
drammatica ennesima conferma che l'itliano medio deve, per forz di ose, unirsi alla moda per "fare snob" oppure, negli altri casi, al contrario, per sentirsi accettato dalla stron za ta dominante.
ora la *******ta dominante e' parlar male di argento.
chi qui ha messo uno, ma non i meraviglio, ormai questo sito e' il simbolo del trionfo della stupidita', non capisce una mazza di cinema.
cosa volevate vedere...i borgia o un thriller? Il titolo e' Dracula e Darione ha atto centro.
Tutto, ma proprio tutto al top. A parte il tizio sotto che ovviamente ha dato 10 per provocar polemica, davvero, se Dracula deve essere Dracula, come l'episodio di " due occhi diabolici" in cui Dario riprese in modo eccelso una novella racconto di Edgar Allan Poe, cosi' qui l'effetto e la riuscita e' magistrale. Lo avesse atto da sconosciuto anni fa o lo avesse realizzato un altro regista oggi avrebbe preso una media da non meno di 8. Anni fa o nei'60 o '70 e anche '80 anche 10.
a Giovanelli con due tette da grugnito incontrollato, spruzzo nelle mutande ed erezione granitica. Una vera puledra di razza da cavalcare. Rutger eccellente nei panni del medico. Asia brava e diafana poi, bravo e azzeccato anche l'attore che fa il sindaco papa' di Asia, perfetto nel ruolo e tutto al suo posto, come anche la bravissima attrice che, alla fine, guida il film in quanto rappresenta il clou per il Conte, meno bravo degli altri. Favolosi effetti sonori e scenici.

25 risposte al commento
Ultima risposta 17/05/2015 10.03.26
Visualizza / Rispondi al commento
Neurotico  @  22/03/2013 14:20:39
   1 / 10
Invedibile da tutti i punti di vista. Trash comico involontario.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Curiosity  @  20/03/2013 21:31:58
   1 / 10
Non ricordo di aver mai visto un film horror cosi' brutto. Di solito se sono bruttissimi perlomeno fanno ridere scivolando nel capolavoro trash. Vale la pena guardarlo (skippando a rotta di collo eh, altrimenti è insostenibile) solo per le tette di Miriam Giovanelli. Il resto è il trionfo dell'orrido dove non si salva UNA COSA CHE SIA UNA, sceneggiatura, musica, scenografia, oddio la mantide merità in realtà ....

VIRGINIA82  @  20/03/2013 18:41:31
   3 / 10
Si salvano solo le ambientazioni e i costumi. Film molto mediocre e per niente convincente. Dal maestro dell'horror e da una storia stimolante come quella del "principe delle tenebre" conte Dracula ci si aspettava anche solo un pochino di più.
Un richiamo forte e probabilmente voluto al gotico baviano uno per tutti "Operazione paura" , ma non convince, non si apprezza neanche l'intento intelligente e neppure la lunga esperienza da cineasta del pur sempre sommo Argento. Storico e prepotente regista, grande ormai forse solo in passato. Un conte sconcludente, inutile e per nulla affascinante, si riesce a mettere in ridicolo anche il buon Rutger Hauer. Musiche leggermente buone, effetti speciali direi comici. Se desiderate vedere un buon Dracula ammirate la maestria di Coppola e del sensualissimo Gary Oldman.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  17/03/2013 17:10:26
   5 / 10
Di un'altra trasposizione cinematografica di "Dracula" non se ne sentiva francamente il bisogno. Che Dario Argento abbia smarrito il suo talento registico da qualche parte per strada lo si era capito ormai da molti anni. Però devo dire che il suo ultimo film non è così indecente come mi aspettavo o come hanno detto in molti; certo bisogna essere ben consci del tipo di film cui si va incontro e saperlo apprezzare per quello che è: non certamente un horror ma una sorta di trashata grottesca non priva di qualche spunto divertente (sul fatto che la cosa sia voluta ho molti dubbi, ma tant'è) e alcune trovate estemporanee



Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

che non sono da buttare totalmente. Peccato per le pessime recitazioni che è il motivo principale che mi impedisce di dare la sufficienza al film, in particolare non convince proprio Kretschmann nei panni del conte. Fortuna che almeno la Giovanelli ci mostra tutto quel ben di dio.

Marvin  @  22/01/2013 19:21:12
   3 / 10
Da genio visionario capace di terrorizzare un'intera generazione, a regista di film di serie z, da guardare tra amici per farsi due risate: Argento è diventato una sorta di Ed Wood, che non riesce a cogliere la linea (non troppo sottile) che può trasformare una scena di terrore in un esilarante delirio trash. E in alcuni casi questa inspiegabile "cecità" è davvero spiazzante.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Gli effetti "speciali" naturalmente sono soltanto uno degli innumerevoli difetti di questo film. La domanda è, tenendo conto che capolavori come Suspiria e Profondo Rosso non possono essere stati casuali, come è stato possibile un tracollo del genere?

Invia una mail all'autore del commento nocturnokarma  @  02/01/2013 12:06:00
   3½ / 10
Abominio registica di un maestro che fu. Tutti noi appassionati di horror amiamo Argento, ma qui siamo di fronte ad un trash che vuole essere serio, ma che fa ridere in continuazione per insulsaggine di trama, errori tecnici, recitazione imbarazzante (Asia Argento indecente!) e sceneggiatura senza un'idea.

L'unico motivo di interesse, citando un amico, è l'aver confermato le potenzialità del porno in 3D. Le tette in tre dimensioni di Miriam Giovannelli sono assai più "ricordabili" del resto.

Un orrore di film!!!

CandleCove  @  30/12/2012 20:16:07
   6 / 10
E' un horror simpatico, involontariamente (?) comico, si può vedere.

domiello1963  @  26/12/2012 18:40:40
   7 / 10
Rispetto a gli ultimi lavori di Dario un leggero miglioramento è innegabile anche perchè fare peggio di Giallo e di L aTerza Madre è quadi impossibile.

Comunque siamo anni luce distanti non dai suoi capolavori (Profondo Rosso e Suspiria) ma da film come Tenebre,Phenomena o ,nonostante tutti i suoi difetti,Opera.

Poichè è il regista di uno dei film che amo di più (Suspoiria) e per quello che ha rappresentato per il cinema di genere italiano di do ampia sufficienza .

-Uskebasi-  @  19/12/2012 18:57:00
   3½ / 10
Caro Dario...
Dovresti aver capito da tempo che non è più il caso di continuare a fare film.
Dovresti aver capito che ogni nuovo lavoro equivale a metri in picchiata verso il basso.
Il suolo adesso è pericolosamente vicino. Non scavarti la fossa da solo, ti prego...
Qual'era la necessità di riproporre Dracula adesso...
Dopo Il Cartaio, dopo Giallo che ancora non ho visto, non eri già abbastanza appagato squallidamente...
Perché Dracula di Dario Argento...
Perché "di Dario Argento", come se ti vanti...
Perché in 3D...
Perché quegli effetti speciali superati, graficamente peggio delle sequenze animate della mitica Play Station 1...
Perché quella cavalletta...
Perché hai fatto recitare Passaro...
Perché gli zoom e le musiche forti sui particolari inutili...
Perché nella pena infinita sei riuscito a fare una scena che fa sperare che ci sei ancora...
Perché Dario...
Perché...

4 risposte al commento
Ultima risposta 21/01/2013 15.39.36
Visualizza / Rispondi al commento
ARISTOCRATICMAN  @  02/12/2012 16:09:55
   10 / 10
Buon giorno a tutti. Sono un utente nuovo del sito.
Faccio prima cosa i complimenti per la sua veste grafica.
E' la prima volta che scrivo qui. Sono figlio di un vecchio produttore cinematografico. Mio padre conobbe in passato molta gente famosa del cinema e invitò a casa anche lo stesso Dario Argento. Ho ereditato tutti i beni di mio padre e gestico ora, una casa di produzione. Inizio ora il commento al film. Premetto che non vado mai al cinema, in quanto posseggo nella mia villa, una sala proiezione privata, dove faccio arrivare le pizze dei film. Avrei voluto proiettarlo nella mia casa a Cannes, ma per il maltempo non ho potuto andarci e cosi la visione è stata fatta nella sala di Montecarlo. In genere invito alle mie proiezioni, gente di un certo livello sociale e famosa. Posseggo anche vecchi 35 mm di valore, che erano di mio padre, lasciati in eredità a me. Ho invitato pochi amici stretti, e qualche attore che era nella vicinanze o in città. Ma veniamo al film. Devo dire che contrariamente ai commenti negativi che ho sentito sopra, commenti per altro di gente che di cinema non sa nulla o non è adetta ai lavori, il film di Dario risulta essere uno dei suoi migliori, dopo Profondo Rosso. Dario è l'unico regista italiano, che per lo meno tenta di fare dei salti di qualità e ci regala opere per sognare e fantasticare, al contrario di tutto quel cinema italiano, povero e privo di spessore, che narra sempre le solite storie vere di gente povera del sud, emarginata o di immigrati, con vari problemi in Italia ecc eccc. Insomma questo è il cinema dei poveri. Il film di Dario sublima questo orrore del nostro cinema, ridotto ormai a brandelli e ci regala un opera godibile e profonda, sotto tanti punti di vista. Ottime le musiche e la fotografia.

Cordiali Saluti

18 risposte al commento
Ultima risposta 29/03/2013 12.59.25
Visualizza / Rispondi al commento
DarioArgento  @  02/12/2012 10:30:34
   6 / 10
Dario Argento era un grande negli anni 70-80..........per me il suo ultimo bel film rimane OPERA, dopo di che è scomparso il suo genio!! a parte il suo pezzo in DUE OCCHI DIABOLICI
Diciamo che Argento aveva dichiarato tantissimi anni fa che avrebbe voluto rendere omaggio a due mostri sacri del cinema...IL FANTASMA DELL OPERA e appunto DRACULA.........un omaggio a modo suo....

deliver  @  01/12/2012 16:57:13
   5 / 10
Di fronte ad un risultato così deludente, e do 5 solo per affetto al regista, io credo che sia il momento di ripensare.
A Dario Argento consiglio proprio questo: ripensare e meditare se non sia davvero il caso di cominciare a selezionare collaboratori più adeguati, svecchiando il suo cast tecnico; per esempio a cominciare dall'effettista Sergio Stivaletti che ormai non ha davvero più nulla dire e insegnare in materia (e alcuni effetti speciali di questo film, sembrano da primissimi anni novanta; e se vi ricordate anche dei "fantocci" della Terza Madre capite cosa dico).
Si potrebbe continuare consigliando a Dario di recepire sceneggiatori e soggettisti più capaci nel trovare storie che funzionino. Come dire: dopo la grossa pecca di Giallo, perché tentate di rifarsi portando sul grande schermo una delle storie più risapute del cinema come Dracula ??? Perché non tentare una sceneggiatura originale ??

Insomma, il tocco registico di Argento non è morto. E' proprio tutto il resto che non va. Come detto, sono sicuro che lavorare con persone che siano in grado di rivitalizzare Dario artisticamente, gli poterebbe tanta fortuna e più successo..

prof.donhoffman  @  01/12/2012 10:19:32
   4 / 10
Tecnicamente non è così male. Gli effetti in cgi fanno si schifo ma il 3d c'è è si vede. La fotografia che appare ridicola e sciatta sul piccolo schermo del nostro pc trova un suo senso una volta in sala. Il problema vero sono gli attori e la sceneggiatura. Troppe *******. Hauer è pure bravo ma già Kretschmann non da il meglio di se.
In definitiva meglio di Giallo, peggio de La terza madre. Per ridere va bene, sopratutto grazie alle espressioni facciali di Asia Argento.

Roderick  @  30/11/2012 22:25:05
   2 / 10
Davanti ad un crollo così drammatico della poetica di un'artista credo sia necessario affrontare un'analisi che non sia solo impressionistica.
Intendo dire che devono essere diverse le ragioni ad aver portato un uomo da Suspiria alla Terza madre, e non solo un calo della creatività.
Qualcuno ha citato altri grandi registi per evidenziare la fisiologica curva discendente delle loro opere, ma un fenomeno così spiazzante non si era mai visto prima.
Argento, il mio amato Argento, è qualcuno che non riconosco più.
Posso immaginare che l'invecchiamento affievolisca certe inquietudini e con esse anche la volontà un pò folle di metterle in scena; posso anche capire che un successo come il suo sia difficile da gestire, ma non posso davvero inquadrare il baratro nel quale è caduto senza considerare fattori altri da lui.
Mi è capitato ultimanente di frequentare festival di cinema dove sono stati ospiti molti degli autori e attori della grande stagione anni 70/80, e da tutti ho percepito una grande amarezza nell'analizzare il crollo della creatività italiana in questi ultimi decenni. Riduzione di fondi, tempi velocizzati e omologati ai ritmi di produzione da multisala, scarso o assente coraggio da parte dei produttori, nessuna voglia di rischiare con la sperimentazione e affondo della meritocrazia.
Penso allora alla cura, al tempo dedicato e all'ossessiva ricerca del particolare che animava le troupe di un tempo, e alla cultura solida che regnava tra gli addetti ai lavori. Penso alla motivazione ed allo spirito politico-artistico del nostro grande cinema e se faccio il confronto coi nostri giorni mi viene da piangere.
Ecco, credo che questa involuzione culturale abbia avvolto, volente o nolente, anche il nostro Argento, costringendolo a confrontarsi con una realtà artistica agonizzante.
Dico questo perchè se do un'occhiata ai due Master of Horror girati negli states, Pelts e Jenifer, mi accorgo che Argento non sta poi così male, anzi. E parliamo del 2005 e del 2006, periodo in cui vede la luce l'inguardabile Ti piace Hitchcock? e appaiono sugli schermi i terribili Cartaio e Terza madre.
Le differenze tra l'opera nostrana e quella oltreoceano sono talmente evidenti e spiazzanti che la domanda sorge spontanea: dietro la macchina da presa c'è lo stesso autore?
Ovviamente si, quindi ciò che sostengo sopra potrebbe avere un senso.
Certo non siamo noi a poter indicare soluzioni o strade da intraprendere, in un mondo, quello del cinema, che vive soprattutto di leggi a noi sconosciute e che poco hanno a che fare con ciò che vediamo sullo schermo.
Però un consiglio mi sento di darlo, con umiltà e sincerità, ad uno dei miei autori preferiti: Dario cambia strada, radicalmente. Se puoi, attua una rifondazione. Radicalizza di nuovo le tue immagini, magari rivolgiti a meno gente ma ti prego, rischia una nuova strada e torna a dar vita a quegli incubi meravigliosi. Regalaci altri pallidi e tremanti incarnati, altri occhi smarriti in tavolozze di colori ancestrali, torna nei sotterranei delle nostre menti che non aspettano altro di perdersi di nuovo, minacciate da paure così terribili ma anche così vicine e familiari.
Abbiamo bisogno di antidoti al torpore di questi tempi spenti.
Torna Argento, torna.

Mastermovies  @  29/11/2012 14:48:30
   7½ / 10
Visto in una sala scalcinata in 2d e con qualità pessima, peccato perchè dai trailer la fotografia del veterano Tovoli sembra fenomenale, ma tant è...
Non sapendo bene dove andare a parare, Argento ci da dentro con lo splatter e le tette, risultando paradossalmente vincente.
Ovviamente è una trashata, però se la recitazione di Asia è sempre pessima, e Kretschmann è sottotono, Hauer e la Gastini se la cavano più che bene.
Una sorpresa anche la spogliatissima Miriam Giovanelli.
C'è pure una scena degna dell'Argento migliore


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Effetti speciali per lo più imbarazzanti, raramente decenti.
Cmq cè di che divertirsi, e non l'ho trovato così male, cmq non per tutti i gusti.
P.s: La scena della mantide dura pochissimo, perchè discuterci così tanto? Per me era così così (cmq originale come idea, va detto).

CyberDave  @  29/11/2012 07:14:18
   1 / 10
Ad essere sincero dopo aver visto il trailer e letto i vari commenti non mi aspettavo granchè, sapevo che Argento (il mio regista preferito) aveva riletto la storia di Bram Stoker in chiave splatter ma mai mi sarei aspettato una cosa del genere.
Un film assurdo, la storia è stata cambiata di moltissimo, il film si svolge interamente nel villaggio del Conte ma soprattutto sembra di vedere uno slash movie con protagonista Dracula.
Il Conte che si trasforma, si teletrasporta, vola ed altre cose inguardabili, su tutte la scena della mantide religiosa, li avrei voluto abbandonare la sala.
Davvero bruttissimo e non degno di un maestro come lui, credo sia il suo peior film anche perchè "Dracula" ha la sua storia e và rispettata, altrimenti non fai un film su di lui.
Pesssima come sempre la recitazione di Asia, davvero poco convincente.
Non andate a vederlo al cinema, peraltro il 3D non serve a nulla, praticamente quasi nessuna scena degna di nota, un vero fiasco.
Negli ultimi anni Dario Argento è sceso molto di livello rispetto al passato e qui ha decisamente toccato il fondo, spero riesca a risollevarsi.
Inguardabile!!!!!

Invia una mail all'autore del commento Tempesta  @  28/11/2012 23:53:29
   4½ / 10
Caro Dario nei tuoi ultimi film mi ripeto .
Guardando Dracula sembra incredibile che il creatore di uno dei film horror più spaventosi e belli del cinema mondiale sia li stesso. Dario hai creato Suspiria , ma credo che tu l abbia dimenticato.
Bocciato !!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  27/11/2012 17:22:29
   2 / 10
Avvilente. Triste. Incredibilmente brutto. Noioso. Con una sequenza - la mantide - che da sola vale il mio voto. Non ho parole, più che una versione di Dracula in 3d questa è una sonora presa per il ****.

gianni1969  @  26/11/2012 23:17:13
   6 / 10
e vero,e' risaputo,dario argento ha perso il tocco magico,ma non e' semplice restare sullo stesso genere per 40 anni,per esempio il grande john carpanter ha avuto un involuzione clamorosa,stesso discorso per george romero,che non riesce a discostarsi dal filone zombi;o se vogliamo un de palma,per esempio cronenberg ha cambiato adirittura genere per ritornare in auge,stesso discorso per william friedkin;non e' semplice battere il tasto sullo stesso genere se non ti chiami alfred hitchcock. venendo al film in questione,inanzitutto argento sbaglia la scelta del soggetto,DRACULA,ormai sfruttato all'inverosimile e non soltanto sul grande schermo(vedi true blood e vampire diaries per citarne qualcuno)quindi parte gia' con un grande handicap,che si puo' dire ancora di questo soggetto? argento ci prova,ma oggettivamente e una mission impossible;tutto sommato questo dracula non e' tutto da buttare,qui il buon dario la mette un po sul trash,sul sesso e sulla disperazione di un regista che non riesce piu' a trovare se stesso. che tristezza poi vedere la sala vuota,quando il sottoscritto ha vissuto gli anni 80/90 nelle sale accompagnato dalle opere del maestro(un esempio 1984,proiezione di phenomena,posti a sedere esauriti,alcool e sigarette in liberta' e standing ovetion a fine proiezione,che tempi gli anni 80!!!!). alla fine dei conti non riesco a stroncare questo film,una sufficenza la butto giu',ma mi raccomando dario,non smettere,regalaci un ultimo capolavoroi,per noi sprttatori ma soprattutto per te stesso

3 risposte al commento
Ultima risposta 28/11/2012 01.57.16
Visualizza / Rispondi al commento
GodzillaZ  @  26/11/2012 01:03:55
   6 / 10
Lo attendevo con curiosità, ma alla fine...
Il film mi è piaciuto visivamente, con luci colorate, alcuni buoni effetti, scenografie non male. Gli effetti digitali sono altalenanti e passano da buoni a totalmente fasulli.
Il conte mi è piaciuto, violento e sporco di sangue.
Però purtroppo c'è pochissima atmosfera o tensione (paura proprio niente).
Non ci sono momenti lugubri come nei grandi classici dello stesso soggetto.
Il finale non funziona :-S
Purtroppo non riesco a capire perchè Argento si sia cimentato in un nuovo Dracula, anche perchè non c'è nulla di sorprendente (tranne spoiler) o qualche nuova idea tale da giustificare un ennesimo film sul classico di Stocker.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

InvictuSteele  @  25/11/2012 15:03:15
   5½ / 10
L'amore che provo per questo regista mi ha portato per l'ennesima volta a buttare 10 euro per il biglietto. Il film si assesta nella media-mediocre del Dario Argento degli ultimi 20 anni. Un maestro che, seppur ancora validissimo tecnicamente, non riesce a scegliere o a scrivere una sceneggiatura decente, perché il difetto più grave dell'intero film è proprio la sceneggiatura: piatta e spenta che cerca di riprendere/rivisitare il troppo inflazionato Dracula di Stoker. Dunque la pellicola scorre senza colpi di scena e con toni spenti per quasi due ore, tra scenografie scialbe, fotografia da porno patinato e una mantide religiosa imbarazzante e fuori contesto. Tuttavia sono presenti anche lati positivi come i buoni effetti speciali e la decente recitazione... insomma alcune sequenze sono ben fatte. Peccato che questo regista abbi perso la magia degli esordi.

venetoplus  @  24/11/2012 23:10:48
   5½ / 10
..e dopo i 6/7 euro per "il cartaio", gli altrettanti per la "terza mamma", il buon Darione stavolta me ne scuce ben 11 per Dra(fan)****! ;) Mea culpa, mea grandissima culpa.. (gli occhialini li conservavo in auto, altrimenti eran 12!, quanto agli altri ultimi "capolavori" del Maestro beh..ringrazio Emule! (Giallo rasenta il ridicolo, Do you like Hitck.. forse anche qualcosa in piu'!), Ebbene, che dire? Vedo lo spazio per gli spoiler qui sotto.. e che ci si potrebbe scriver dentro??? Nulla! Vuoto assoluto!!! E pensare che quando ho visto che la sceneggiatura era a ben 8 mani ed 8 occhi (ma ahime' anche di 4 buchi del c..!) mi son detto: vuoi vedere che... Niente.. Fossero stati anche 800 niente.. Vuoto siderale! A tratti mi sembrava d'esser davanti a uno di quei film hard di Salieri di una quindicina d'anni fa in quanto a scenografia, luci e doppiaggio (come? mancherebbe la recitazione? Suvvia non scherzate eheh quella e' da momo' che s'e' andata nei film del Maestro.. Cmq sia non me la sento di infierire.. Non fosse altro per la mantide ahahahaha

2 risposte al commento
Ultima risposta 25/11/2012 11.48.43
Visualizza / Rispondi al commento
FABRIT  @  23/11/2012 20:44:04
   5 / 10
A parte le scene cult e stracult ,film che non decolla mai....noia mortale fino alla fine!
Che brutto declino quello di Argento...

dagon  @  22/11/2012 21:43:52
   2 / 10
Giuro, sono veramente sconcertato. Non riesco a capire cosa sia successo, da un certo punto della sua carriera in poi, ad Argento. Sembra un regista alle primissime armi. Questo film è un concentrato di squallore sotto tutti i punti di vista. Regia, montaggio, recitazione, sceneggiatura, effetti "speciali"... non si salva davvero nulla, sembrano al livello amatoriale di in un filmaccio anni '70 di quelli scadenti. Solo il 3D ha dei buoni momenti, ad onor del vero, e qualche momento di fotografia (anche se Luciano Tovoli si è mosso su ben altri livelli, in passato)... per il resto è qualcosa che potrà diventare un cult trash, probabilmente, ma che, a pensarci ora, è assolutamente ridicolo. Non credo che le intenzioni del regista fossero queste (e mi dispiace per lui che all'epoca d'oro ci ha regalato delle pellicole "storiche" nel loro genere), ma non mi capacito che non si renda conto di cosa ha messo in scena anche stavolta, dopo quell'oscenità che era "Giallo". Giustamente (in)famosa è la scena della mantide gigante, ma ce ne sono altre degne di nota in questo senso, non le svelo per lasciare il piacere della scoperta a chi andrà a buttare i soldi al cinema o a chi si recherà in sala per farsi due risate con gli amici.

10 risposte al commento
Ultima risposta 26/11/2012 03.39.50
Visualizza / Rispondi al commento
marlin  @  22/11/2012 02:06:18
   8 / 10
Dopo tante critiche negative ho visto in anteprima il film e mi è piaciuto tanto...
mi aspettavo un film orribile, invece sono rimasto, come tanti altri sorpreso.
un grande dario argento...
ottimo il 3d...
ve lo consiglio...
il film è una festa colorata tra horror, sangue, divertimento...
è la festa di dario argento.

Invia una mail all'autore del commento tnx_hitman  @  21/11/2012 15:09:52
   6 / 10
Guardate.Io voglio stare di parte.Non voglio ne massacrarlo ne elevarlo a stato di grazia nell'olimpo degli horror più riusciti degli ultimi anni.
Dracula 3D del nostro caro Darione nazionale...andiamo con ordine.
Arriva il suo modo di vedere l'opera letteraria di Bram Stoker caciarone e improntato sullo stile B Movie.
E' un delirio di scene assurde,incomprensibili,che ti fanno spuntare tanti interrogativi in testa,che ti disorientano,ti potrebbero persino mandare al manicomio.La recitazione è svogliata,gli attori non trasmettono emozioni per tutta la durata del film o fanno versi e urla insopportabili(Rutger Hauer nel ruolo di Van Helsing però fa da personaggio spaccone e sempre con la battuta pronta,così facendo pensa di risollevare le sorti del film...e a dir la verità ci riesce).
Gli effetti speciali sono fatti in casa,vi è una quantità spropositata di scene scult(tra cui Dracula trasformato in gufo e Dracula in formato Mantide Religiosa)con la CG che potrebbero far impallidire la Asylum,casa di produzione che si prende sul serio e sforna di anno in anno prodotti che sono la versione uscita male dei blockbuster più gettonati.
Lo splatter è il massimo che si può desiderare dal nostro carissimo regista,visto che in quel settore se la cava discretamente bene...e infatti le uccisioni e gli effettacci gore aumentano di numero man mano che si va avanti con la visione.
La fotografia accesissima e accecante vuole giocare sporco,fa di tutto per mettere in risalto un 3D basic,che vuole per forza di cose far uscire qualunque oggetto e schizzo di sangue fuori dallo schermo.In questo modo il regista è ben contento di dare al pubblico il 3D che tutti aspettavano.Non ha capito che la parte 3D a noi non è mai interessato sul serio,se non in filmoni action sci-fi attesissimi che sono gli unici film dove il 3D può dare un'aggiunta significativa alla spettacolarità proposta.Comunque sia la tridimensionalità c'è,è evidentissima,e vuole"""stupirci"""soprattutto nelle scene efferate.
Il ritmo è ben dosato,di certo non ci si annoia e si nota che Dario Argento ci vuole offrire un horror scanzonato,non impegnativo,che ha in serbo numerose scene dove ridere di gusto mentre si assiste ad una mattanza a suo modo e nel suo piccolo memorabile.
Non è male...dal trailer ero pronto a schifarlo con tutto me stesso questo nuovo filmaccio italiano,invece se lo si vede con l'ottica giusta(ovvero sapere che Dario è consapevole di aver concepito la fiera del grottesco,del non-sense e del ridicolo che si sprigiona in ogni fotogramma)ci si può divertire parecchio.
In sala a vederlo in anteprima eravamo pronti coi forconi a lacerare persino lo schermo cinematografico se necessario...invece inaspettatamente ci è piaciuto.E'una commedia mascherata da horror di stampo anni 60'come non ne fanno da tempo atipica e intrigante.
Ma do un 6,sia ben chiaro.Non stiamo assolutamente parlando di un capolavoro...ma di un gradito ritorno di Dario Argento,che ha capito come trattare il suo"cavallo di battaglia",il suo genere di appartenenza.Obiettivo:far diventare un Classico dello scritto macabro e dark trash a livelli inimmaginabili.
Diamo una pacca al Sommo Maestro e diciamogli"grazie,mi ha fatto morir dal ridere".Dai se la merita dopotutto la mia approvazione.

Recensione in anteprima dal vostro tnx di fiducia.

9 risposte al commento
Ultima risposta 27/11/2012 21.15.04
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

5 cm al secondoa haunting at silver falls 2a mano disarmataa spasso con willya.n.i.m.a.after (2019)aladdin (2019)alive in franceamerican animalsancora un giornoasbury park: lotta, redenzione, rock and rollattacco a mumbai - una vera storia di coraggioattenti a quelle dueavengers: endgamebanglabeautiful boy (2018)bene ma non benissimoblue my mind - il segreto dei miei annibook club - tutto puo' succederebutterfly (2019)cafarnaoche fare quando il mondo e' in fiamme?
 NEW
christo - walking on waterclimax (2018)cyrano, mon amourdagli occhi dell'amoredentro caravaggiodicktatorship - fallo e basta!dilili a parigidolceromadolor y gloriafiore gemelloforse e' solo mal di marego home - a casa lorogodzilla ii - king of the monstersgordon & paddy e il mistero delle nocciolehellboy (2019)i figli del fiume gialloi fratelli sistersi morti non muoionoil campione (2019)il corpo della sposail grande saltoil grande spiritoil museo del prado. la corte delle meraviglieil ragazzo che diventera' reil traditore (2019)il viaggio di yaojohn mcenroe - l'impero della perfezionejohn wick 3 - parabellumjuliet, nakedkarenina & ikurskla caduta dell'impero americanola citta' che curala llorona: le lacrime del malel'alfabeto di peter greenawayl'angelo del criminel'angelo del male - brightburnle grand balle invisibilil'educazione di reylo spietatol'uomo che compro' la lunal'uomo fedele
 NEW
ma (2019)ma cosa ci dice il cervellomaryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmo' vi mento - lira di achillenoinon ci resta che riderenon sono un assassinonormaloro verde - c'era una volta in colombiapalladio - the power of architecturepallottole in liberta'pet sematarypets 2: vita da animalipokemon detective pikachupolaroidprimula rossaquando eravamo fratelliquel giorno d'estatequello che i social non dicono - the cleaners
 NEW
rapina a stoccolmarapiscimired joanrocketmansarah & saleem - la' dove nulla e' possibileselfiesharon tate: tra incubo e realta'shazam!shelter: addio all'edensoledadsolo cose bellestanlio e olliotakara - la notte che ho nuotatoted bundy: fascino criminalethe brink - sull'orlo dell'abissothe intruder (2019)the mirror and the rascaltorna a casa, jimi!tutti pazzi a tel avivtutto lisciouna vita violenta (2019)un'altra vita - mugunfriended: dark webwonder parkx-men: dark phoenix

988892 commenti su 41438 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net