come dio comanda regia di Gabriele Salvatores Italia 2008
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

come dio comanda (2008)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film COME DIO COMANDA

Titolo Originale: COME DIO COMANDA

RegiaGabriele Salvatores

InterpretiElio Germano, Filippo Timi, Fabio De Luigi, Angelica Leo, Vasco Mirandola, Ludovica Di Rocco, Alvaro Caleca, Alessandro Bressanello

Durata: h 1.43
NazionalitàItalia 2008
Generedrammatico
Tratto dal libro "Come Dio comanda" di Niccolò Ammaniti
Al cinema nel Dicembre 2008

•  Altri film di Gabriele Salvatores

Trama del film Come dio comanda

La storia di un padre alcolizzato, sbandato e disoccupato che educa il figlio al culto della forza e della violenza...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,54 / 10 (120 voti)6,54Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Come dio comanda, 120 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

pak7  @  16/05/2019 17:54:28
   7½ / 10
Grande film di Salvatores, ambientato praticamente solo in esterni e di notte è una pellicola particolarmente diversa da tutte le altre del regista, che comunque si è sempre dimostrato capace di passare dal dramma alla commedia, fino a questo, un noir italiano interessante.
Bene Timi e Germano e il ragazzino, un pò troppo calcato il personaggio di De Luigi.

yeah1980  @  04/07/2017 09:07:10
   5 / 10
Non riesce a trasmettere la tensione che vorrebbe.
Colonna sonara a tratti completamente fuori focus.

barone_rosso  @  27/12/2013 00:15:02
   7 / 10
Buona trasposizione del libro, anche se non sono molto d'accordo sulla scomparsa del terzo personaggio (Danilo), e delle vicende dell'assistente sociale. Avevano un loro senso nella trama e secondo me andavano lasciate anche nel film. Le prove interpretative di tutti gli attori convincono molto.

Paolo70  @  10/03/2013 21:25:14
   6 / 10
La trama non era male ma poteva essere sfruttata meglio (rapprto tra un padre alcolizzato e il figlio adolescente con qualche problema psicologico). Ci sono delle scene surreali. Si può vedere ma non aspettatevi nulla di particolare.

andreapau  @  06/03/2013 12:10:59
   7 / 10
Sorpendente, dal mio punto di vista, la scelta di Salvatores, di rappresentare una storia di disagio sociale affidando il compito ad un irregolare a lui diametralmente opposto, quanto a opinioni e idea del mondo.
Sorprendente la sua capacità di comprensione e immedesimazione nell' altro da lui, il rispetto e lo sguardo non pregiudiziale verso valori che non gli appartengono.
Senza scadere nel facile giudizio, nella caricatura o forzature di facile presa nei confronti di un pubblico presumibilmente progressista.
E' un noir vero, scuro come la pece e umido e scivoloso come la pioggia, malato come un porno amatoriale, onesto e sincero.
Un quadro di un'Italia che non è Mucciniana, non è Vanziniana ma nemmeno Morettiana o Virzìana, purtroppo non meno sconfortante, anche se, a modo suo, ricolma di valori.
Interpretazioni misurate e atmosfere agro-industriali rese con maestria e credibilità, colonna sonora protagonista non invadente, non pretestuosa, sincera e non ruffiana.

Invia una mail all'autore del commento Project Pat  @  26/12/2012 21:18:12
   5 / 10
Storiella che vorrebbe essere sconcertante quando manca del giusto mordente. Non ho letto il romanzo e quindi non farò paragoni, tuttavia mi è sembrato che il punto cruciale dell'operazione, il rapporto padre-figlio, sia stato trattato piuttosto evasivamente all'interno del film. Tranquillamente evitabile, per quanto mi riguarda.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

DeathAngel90  @  22/12/2012 13:08:28
   6 / 10
Indubbiamente un bel film... ottima l'interpretazione dei personaggi e la messa in evidenza del frastornato e controverso rapporto dei protagonisti ma... del libro ha poco. mancano personaggi, mancano punti chiave, mancano scene che avrebbero potuto rendere il film qualcosa di eccezionale... Peccato! consiglio a tutti di leggere prima il libro di Ammaniti che è un libro stupendo!!

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  03/06/2012 10:56:33
   6½ / 10
Il film è senza dubbio interessante per la storia raccontata e merita una visione. Qualche dubbio in alcune parti ne abbassa il mio giudizio.

il ciakkatore  @  24/05/2012 19:14:11
   7 / 10
Bel film dall'inizio lentino,ma che coinvolge

elmoro87  @  18/05/2012 12:44:20
   8 / 10
Ecco, qui Salvatores mi ha stupito... Grandissimo film secondo me, una favola cupa e malata al cospetto di un rapporto padre-figlio che sfiora il morboso, un rapporto speciale perchè l'uno ha l'altro e niente di più... Un film dalle dinamiche strane e spesso, soprattutto nella seconda parte, cade ancora di più nella tragedia umana, facendo stringere il cuore dello spettatore... Un bellissimo film che sto consigliando a tutti...

fcim  @  20/04/2012 10:48:05
   6½ / 10
E' il classico film da giovedì sera per passare il tempo e nel complesso puo' andare. Il libroed il film a tratti sembrano due cose completamente diverse.

romrom  @  09/01/2012 19:15:45
   7½ / 10
A tratti fin troppo angosciante, ma resta un film ben diretto e ottimamente interpretato .

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Peter Lyman  @  22/11/2011 15:21:23
   5 / 10
classico film che non rende omaggio al romanzo, per niente. Non che il romanzo di Ammaniti sia granchè (forse il peggiore tra tutti...ma perchè non fanno una trasposizione di "Ti prendo e ti porto via"?!) ma il film è ancora peggio. La recitazione di Caleca è imbarazzante, De Luigi lo è ancor di più (caro Fabio, tornatene a love bugs, per favore) e per tutto il resto rimane una ciofeca. Fotografia orrenda e inquadrature pessime. Ad ogni modo guardabile, se proprio non si ha niente da fare..

Trixter  @  22/09/2011 08:49:27
   5½ / 10
E' un film oscuro, nero, fortemente drammatico, caratterizzato dall'ottima interpretazione di Filippo Timi: quando quest'ultimo "esce di scena", infatti, la pellicola perde mordente e assume una veste più tediosa. Il giovane Caleca, d'altronde, pur munito di una buona dose di espressività, non è parso capace di reggere il film laddove il suo personaggio assume una veste potente e fortemente drammatica. Anche Germano, nel ruolo di 'quattroformaggi', è troppo caricaturale e macchiettistico, tanto che è solo il dato estetico che prevale sul resto, ben più preponderante, dei disturbi interiori. Nel complesso, 'Come Dio comanda' è un film interessante ma poco sviluppato; l'attenzione verso l'estetica ha messo in secondo piano la trama e la sceneggiatura che, a conti fatti, risultano non amalgamarsi a dovere con la cupezza e la forza drammatica che, senza dubbio, erano nelle prevalenti intenzioni del regista.

Estonia  @  01/09/2011 12:51:19
   7½ / 10
Non è certo un film che manca di imperfezioni, con scelte assai discutibili, a cominciare dall'evolversi della struttura narrativa piuttosto discontinua, certi buchi nella sceneggiatura, la colonna sonora non sempre felice, l'interpretazione di Germano vagamente macchiettistica. Ma il pathos è fortissimo, esasperato ed estremo.
Zena, padre-padrone violento ma anche amorevole e a suo modo protettivo, emarginato e razzista, portato ad inculcare nel figlio il culto della forza e la rabbia xenofoba, è un Filippo Timi carismatico e ambiguo, a cui fa da contraltare il muto disagio esistenziale del ragazzo. La messa in scena poggia quasi interamente sulle dinamiche del legame tra i due, esclusivo e intenso, con un suo codice di comportamento e di valori, legame in parte esteso alla presenza determinante, per la piega che prende la vicenda, dell'apparentemente innocuo "Quattroformaggi".
La sequenza dell'aggressione notturna, pur così lunga e cupa, che rispecchia la beffarda simbologia di cappuccetto rosso perduta in un bosco ostile e costellato di insidiosi tranelli, sotto una pioggia battente che non dà tregua, non appesantisce il ritmo ma lo estremizza fino alle inevitabili drammatiche conseguenze.
Resta l'incompiutezza di fondo che però non toglie valore ma esalta il non detto, evitando di esprimere giudizi di sorta ed evidenziando la rabbia e il vigore nervoso.

calso  @  16/06/2011 13:51:24
   6½ / 10
Carino, non ho letto il libro e quindi probabilmente lo valuterò meglio di chi lo ha letto..la storia è ben fatta e le interpretazioni sono veramente buone...la storia intrigante ed interessante.da vedere

sestogrado  @  05/03/2011 13:08:23
   4 / 10
pesante, noioso e mal recitato. dal libro alla pellicola la storia perde decisamente charme, la capacità di emozionare di Ammaniti svanisce in questo film. Bocciato a questo giro il duo Ammaniti-Salvatores (che premio invece per altri riusciti esperimenti come, Io non ho paura); delude anche la performance di Filippo Timi, uno dei migliori attori italiani.

Wally  @  29/11/2010 02:33:12
   7½ / 10
Un film davvero forte! Un pugno nello stomaco diretto da Salvatores in maniera superba! La fotografia in questo film è davvero ottima come la regia e la recitazione... Nella recitazione eccelle soprattutto Elio Germano che con gran coraggio ha intrapreso il ruolo di QuattroFormaggi!

Da vedere... Il colpo di magone nel finale è stato inevitabile!

Macs  @  26/11/2010 12:54:21
   8 / 10
Buon film di Salvatores che sceglie di dare un taglio netto al libro di Ammaniti e si concentra quasi esclusivamente sul tema dell’amore morboso (tra Rino e Cristiano, tra Quattro e Dio, tra Rino/Cristiano e Quattro, tra Quattro e Ramona/Fabiana). Efficace la fotografia, buona la colonna Sonora (anche se un po’ inverosimile questo Robbie Williams che si ripropone in un iPod che dovrebbe essersi rotto da un pezzo). E’ un film sulla rabbia e sulla morbosità, sull’emarginazione, e sulla capacità che ha l’anima di mantenersi feconda di una luce, là in fondo, nonostante tutto il male che la circonda.

pinnazza  @  23/08/2010 10:54:19
   7½ / 10
Da metà in poi il film è un macigno nello stomaco.
Mi è piaciuto tutto, tranne le interpretazioni che, effettivamente, lasciano un po' a desiderare ( escluso Elio Germano che caratterizza bene Quattroformaggi)

despise  @  02/08/2010 10:59:33
   6 / 10
Non ho letto il libro, il film mi ha lasciato un pò interdetto...
alterna sequenza molto belle ad altre lunghe ed alquanto tediose...
molto cupo ed oscuro nel complesso, penso abbastanza ben recitato,
ma non si capisce il messaggio che il regista voglia dare ed il perchè di
alcune situazioni in cui si sviluppa la storia.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR strange_river  @  27/07/2010 22:35:59
   6 / 10
Avendo letto il romanzo, non ho ben chiaro cosa questa trasposizione possa dare a chi non l'ha fatto. Non credo molto.
Viceversa, guardando il film non si riesce a non ripensare alle impressioni molto meglio suscitate dal, un po' scolastico, romanzo.
Insomma, non c'è via d'uscita.
Presi pari pari dei frammenti, eliminati alcuni personaggi, sfumato l'ambiente e ridotti ad accenni inutili alcuni accadimenti, non pare che questo lavoro di taglia e cuci giovi molto nel ricreare il senso complessivo della storia originale, di cui resta ben poco oltre al tumultuoso rapporto padre e figlio.
Alla fine, insomma, rimane un film un po' inutile, anche se non credo si possa dire che annoi o peggio.




Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

sweetyy  @  22/07/2010 03:30:18
   6½ / 10
Sicuramente Salvatores ha fatto di meglio, si salva solo Timi con una eccellente interpretazione. La storia è coinvolgente ma a tratti un pò forzata

gemellino86  @  17/05/2010 18:43:55
   6 / 10
Guardabile ma niente di speciale. Da Salvatores ci si aspetta di più che un semplice film drammatico. Poteva essere migliore. Il rapporto tra padre e figlio andava approfondito.

*-sky-*  @  06/04/2010 00:28:51
   6½ / 10
bhe ke dire... un film.. da vedere.. sl se nn paghi..

erry rileypoole  @  30/03/2010 18:42:54
   6½ / 10
film che mi ha appassionato nonostante l apparente lentezza.
Filippo Timi nel ruolo del padre sbandato mi è piaciuto e critico in maniera molto negativa chi dice che De Luigi abbia interpretato male il ruolo dell assistente sociale che secondo me ha rappresentato alla perfezione. Non è che perchè uno fa i vari" natali a " o "love bugs" sia solo un buffone. Bellissima la fotografia con un grigiore generale che avvolge tutta la vicenda e una colonna sonora che convolge in questo trip verso il degrado sociale!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

2 risposte al commento
Ultima risposta 12/09/2010 11.51.11
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  24/03/2010 12:10:54
   6½ / 10
Nuova "collaborazione" tra Salvatores e Ammaniti dopo il fortunato "io non ho paura"!
Non avendo letto il libro provo a dare un giodizio sul film!
Il rapporto tra un Padre Razzista e il suo unico figlio poco piu' giovane di lui è stato gia affrontato in modo migliore dal film "American History x" e con risultati migliori!
Ma il "razzismo" è quasi un pretesto,un avvenimento che verra' reso "secondario" dalle vicende successive!
Il film si trasforma in un noir-sentimentale che porta il padre del protagonista da personaggio negativo a positivo tralasciando il messaggio finale e lasciando molti punti oscuri sul significato dell'intera vicenda!
Alla fine è un film che affascina solo in alcune sequenze,come quelle nei boschi sotto la pioggia,e delude in altre!
Nel cast si segnala l'ottima prova del giovane protagonista mentre il "matto" risulta antipatico fin da subito per il modo in cui esaspera il suo ruolo!
Poteva essere migliore...

xanter  @  23/03/2010 17:06:31
   5 / 10
Pessima la scelta del padre-padrone, interpretato da un attore non all'altezza, per non parlare del ruolo dell'assistente sociale dato ad un buffo DeLuigi, non ancora pronto a mio avviso per ruoli drammatici.
Per quanto riguarda il film, l'inizio lascia presagire una storia tipo "American history X", ed invece ad un certo punto cambia totalmente binario focalizzando il tutto su un episodio.
Deludente nel complesso, forse uno dei peggiori di Salvatores, che in questo caso non è certo supportato da un buon cast.

ROBZOMBIE81  @  20/03/2010 14:54:16
   6½ / 10
La prima ora è eccellente con un grande Germano, ma scivola via nella noia nell'ultima mezzora..riuscito a metà..

Invia una mail all'autore del commento s0usuke  @  10/03/2010 16:06:20
   8 / 10
Oltre alla storia di una tragica fatalità consumatasi in omicidio... è la tenera ma virile storia di un padre e un figlio e il loro legame. Da un romanzo di Ammaniti, Salvatores strizza l'occhio al Lynch twinpeaksiano e dirige bene un Filippo Timi ispiratissimo, la macchetta Germano e l'esordiente Alvaro Caleca avvalendosi di una fotografia tanto grigia quanto affascinante

Gruppo REDAZIONE Pasionaria  @  27/02/2010 13:12:41
   5½ / 10
Salvatores aveva eccelso nella trasposizione cinematograsfica di "Io non ho paura" anche perchè la sceneggiatura si appoggiava alla storia accattivante del bel romanzo omonimo.
Questa volta ripesca una storia pensata e scritta sempre da Ammaniti, ma non con la stessa profondità stilistica del precedente, eccedendo con una sceneggiatura forzata per una storia francamente improbabile. Gli interpreti, pur bravi, risultano macchiette superficiali di una società malata, gli sviluppi psicologici appena accennati non aiutano la comunicazione tra regista e spettatore. Peccato, perchè Salvatores ha sempre dato prova di regista capace, speriamo nel prossimo lavoro

1 risposta al commento
Ultima risposta 28/02/2010 20.45.21
Visualizza / Rispondi al commento
Mr.Movie  @  18/02/2010 14:33:02
   9½ / 10
Italiano? Questo film è italiano? E' da non credere.
Per una volta ci possiamo vantare con l'America di aver prodotto un film splendido, recitato da attori capaci di far venire i brividi.
Storia molto reale e quotidiana, nella quale ognuno di noi potrà sicuramente rispecchiare il proprio pensiero, capace davvero di farti riflette.

Quel mezzo voto per arrivare al 10 non l'ho dato perchè...


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Alla domanda "di cosa parla il film?" a me sarebbe piaciuto rispondere con un "I problemi quotidiani di un padre ed il proprio figlio", quando invece sono più propenso a rispondere

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER A parte questo, un film davvero ECCELLENTE.

1 risposta al commento
Ultima risposta 18/02/2010 15.37.13
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento orsetto_bundi  @  13/02/2010 16:35:17
   9 / 10
Non ho letto il libro (ma lo komprerò...forse) e quindi non posso fa' paragoni, ma kmq......gran bel film...eh sì......
mooooooooooolto tokkante la storia, grande regia e ottimi attori, a kominciare da uno straordinario Elio Germano......ce ne fossero di film italiani kosì......marò.......

Parsifal  @  05/01/2010 19:50:43
   6½ / 10
Bene le interpretazioni la regia.... ma mi aspettavo qualcosa in più dalla trama....

muza  @  04/01/2010 21:21:52
   10 / 10
questo mio 10 è perchè il film mi ha davvero rapita e commossa , fa riflettere , gli attori hanno fatto un lavoro davvero ottimo a rappresentare i loro personaggi , magari invece che i cinepanettoni ci fossero più film italiani così

gandyovo  @  17/12/2009 18:49:54
   7½ / 10
un buon film, timi non lo conoscevo e mi è piaciuto. le atmosfere, la colonna sonora... da consigliare

Invia una mail all'autore del commento monica83  @  14/12/2009 19:29:52
   5½ / 10
Sarà pure una "favola nera" ben confezionata tecnicamente ma non c'è paragone con IO NON HO PAURA..che delusione,questo film non ti prende per niente e non ti emoziona

uzzyubis  @  07/12/2009 12:57:08
   7 / 10
Il film senza dubbio è fatto molto bene e trasmette senz'altro un certo malessere anche nelle inquadrature e nella fotografia.
Il libro a quanto mi è stato detto è molto più complesso e psicologico ed è forse questo che manca alla pellicola...una lettura psicologica più attenta dei personaggi.
Anche cosi Salvatores rende il film piacevole alla visione, ma forse la differenza tra un film si crudo e attuale ma pur sempre da "cassetta", ed un film che sconvolge lo spettatore nel profondo, è il colpire attraverso la caratterizazione dei personaggi alcune corde degli spettatori.
Forse un'occasione persa..

Gold snake  @  05/12/2009 23:59:35
   8½ / 10
Ho letto il libro, che mi è piaciuto molto.

E devo ammettere che neanche il film è tanto male, attori e scenografia molto buona.

Però trovo molto ridicolo che duri solo poco più di 90 minuti quando si potevano mettere molte più scene che potevano spiegare meglio la storia, o magari anche le storie di Danilo e dell'assistente sociale che non sono state messe.

Molto confusionario per chi non ha letto il libro, sospetto quindi fortemente che il film sia stato tagliato, e parecchio. E con tutte le cose che succedono che nel film vengono sparate come un mitra è ovvio che diventa confusionario.

Comunque consiglio lo stesso la visione del film, anche se sarebbe meglio una visione del film senza tegli. Ma anche tagliata a me è piaciuto tanto da leggermi il libro.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Andre85  @  27/10/2009 23:09:19
   7 / 10
Non ho letto il libro, a dir la verità perchè la trama non mi aveva colpito affatto, comunque il film di salvatores è ben fatto e ho apprezzato in particolare la ricerca all'ottimizzazione dei momenti delicati, come gli sguardi i silenzi

floyd80  @  29/09/2009 14:33:47
   7 / 10
Salvatores ha proposto di meglio, ma Come Dio comanda funziona bene, gli attori ottimi, le musiche (come in ogni film di Salvatores) bellissime.
Un bel film purtroppo poco visto dal pubblico dei multisala.
Non mi ha entusiasmato ma lo consiglio a chi ama il cinema...dal nostro Gabriele ci s'impara sempre....altro che Tornatore.

goodwolf  @  21/09/2009 21:38:02
   6½ / 10
Bravissimi gli attori (elio germano in primis) e bellissimo film nella prima metà. Nella seconda perde un pò di incisività e cambia di botto registro, nonostante delle belle sequenze angoscianti e cupe.
Non mi ha esaltato la piega che ha preso, però rimane un film assolutamente valido.

Invia una mail all'autore del commento Michylino  @  11/09/2009 00:13:23
   7½ / 10
Ottima pellicola!

Carlitos78'  @  25/08/2009 22:30:36
   9 / 10
Il mio voto sarebbe 8,ma metto 9 per alzare la media per un bel film Italiano.Crudo,forte,recitato bene e commovente nel finale.Non capisco sinceramente i 2 o i 3?!?!?Ma capite qualcosa di cinema?????

TheLegend  @  23/08/2009 04:39:12
   3 / 10
Film orrendo!!
Sceneggiatura sviluppata superficialmente e in malo modo.
Attori incapaci e poco credibili nelle parti a loro assegnate.
Noioso e poco credibile in molte parti.
Regia pessima.
Vuole in tutti i modi far provare emozioni ma non ci riesce minimamente.
Uno dei peggiori film dell'anno sicuramente!

Vimark  @  21/08/2009 00:54:34
   9 / 10
Sicuramente uno dei migliori prodotti della stagione cinematografica 2008 - 2009.
Ben fatto! Tiene col fiato sospeso per buona parte della durata del film per le sorti del bimbo e dei personaggi ai margini della società che lo circondano.
Da vedere.

Invia una mail all'autore del commento Totius  @  27/07/2009 23:27:30
   2 / 10
Orribile. Noioso. Superficiale. Scuro. Superfluo. Il peggior Salvatores di sempre.
E pensare che Mediterraneo è il mio film preferito in assoluto. Stesso regista. Prove differenti.

vale1984  @  23/07/2009 22:46:59
   6½ / 10
Bravo Salvatores...un film duro ma ben fatto, coinvolgente e angosciante per molti aspetti. Non è il mio genere ma fa riflettere...parla di un padre che vive nella violenza e di un figlio che impara ad affrontare le colpe del padre, che non sa come vivere se non nella violenza...manca un pò sul finale ma nel complesso u buon film.

corey  @  07/07/2009 16:53:17
   7 / 10
non sono in genere un amante di film italiani ma devo ammettere che in questo caso giù il cappello a salvatores e i suoi attori..dramma grigio come il cielo che c'è per tutto il film,un padre che insegna la vita a suo modo al figlio e che gli vuole tanto bene..

john_doe  @  19/06/2009 12:21:36
   8 / 10
Piacevole sorpresa: crudo, emozionante, intenso. Grande Filippo Timi.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  08/06/2009 18:11:42
   7½ / 10
Partendo dal presupposto che non ho letto il libro di Ammaniti e quindi non posso confrontarlo con la trasposizione filmica, ho trovato questa ultima fatica di Salvatores un buon film. La storia di solitudine, rancore, violenza, docezza e diversità di un padre e un figlio ambientata in una cornice grigia e deprimente è davvero toccante. Il film è pieno di emozioni che arrivano dirette allo spettatore, grazie anche alla bravura degli attori; straordinario infatti Timi e sempre impeccabile Germano.

andrea rex  @  07/06/2009 14:11:31
   6½ / 10
Bel film ma si poteva fare di meglio, il libro è molto più coinvolgente, nel film è stato tagliato un personaggio, rispetto al libro! In confronto molto meglio Io non ho paura! Bravo, come sempre, il regista!

risikoo  @  29/05/2009 17:29:41
   5 / 10
Partivo dal vantaggio di non aver letto il libro (forse l'unico di Ammaniti che mi manca) eppure il film proprio non mi ha "preso". Non ho trovato particolarmente incisivi i personaggi, la storia praticamente non esiste ma questo lo capisco già maggiormente, dal momento che immagino si volesse descrivere uno spaccato di vita. Incompiuto...

LoSpaccone  @  16/05/2009 16:55:18
   5½ / 10
Film che non mi ha appassionato, mi è sembrato troppo freddo e soprattutto inutilmente cattivo, non per la crudezza che ha la storia ma per il tentativo di fare della violenza (in senso lato) quasi una scelta di stile. Troppa rabbia senza un reale motivo; eccessiva ricerca di simbolismi; un finale ad effetto poco credibile e che stona con il tenore di tutto il film.

Kesson  @  05/05/2009 14:11:13
   5 / 10
Risulta inevitabile durante la visione di questa pellicola, andare con la mente al libro da cui è tratto, e purtroppo questo (ma non solo) penalizza fortemente il giudizio su questa trasposizione firmata Salvatores. Li dove Niccolò Ammaniti sforna un racconto meraviglioso fatto di una caratterizzazione di stituazioni e personaggi unica, ricca di dettagli e particolari, Salvatores non solo sacrifica un elemento importante del libro, il personaggi di Danilo Aprea, ma offre una panoramica su personaggi e situazioni che banalizza e riduce al quasi nulla, le personalità complesse che andavano invece approfondite enormemente. Si assiste cosi' ad un susseguirsi di vicende forzate e talvolta inspiegabili proprio perchè manca quel background di informazioni che il libro offriva meravogliosamente.
Il film in se è girato bene, soporattutto per la fotografia davvero bella, e si avvale anche di alcune buone interpretazioni, dove sicuramente la più riuscita è quella di Quattro Formaggi di Elio Germano, ma è davvero troppo poco per un racconto che poteva e doveva meritare una più generosa trasposizione cinematografica. Inoltre manca uno snodo fondamentale del film (oltre al già citato personaggio omesso), "il piano", che unito all'incessante temporale che sconvolge tutto, da un senso e un'atmosfera al finale del libro che il film perde completamente, risultando davvero noioso e a tratti forzato.

Un film mediocre se non si ha letto il libro, pessimo se si parte dalla splendida opera leteraria di Ammaniti davvero stuprata e banalizzata in toto.

everyray  @  03/05/2009 11:43:41
   8 / 10
Dal genio di Gabriele Salvatores nasce l'ennesimo film riuscitissimo,un film "vero" come le storie e le vite di molte persone che vivono nelle nostre città,storie fatte di piccoli e grandi drammi quotidiani.
Un film che fa incazzare come fanno incazzare le storie che quotidianamente sentiamo nei notiziari o che leggiamo sui giornali di cronaca...
In tutto questo oltre a Salvatores bisogna dare merito alle grandi interpretazioni di Germano e Timi che non recitano affatto la storia,ma entrano totalmente nei personaggi sbandati e distruttivi che interpretano!
Una pellicola che mi sento di consigliare a chi dalla vita prende solo le cose positive!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  16/04/2009 15:01:43
   7 / 10
Un cielo perennemente plumbeo che promette ciò che minacciosamente mantiene,ovvero frequenti e gelide piogge che sferzano un panorama grigio,anonimo,fatto di cave,sassi,fango ed acqua,personaggi che sembrano usciti da una delle più malsane province italiche.
Questa è la deprimente cornice in cui si muovono un padre rancoroso e xenofobo,suo figlio quattordicenne,cresciuto nel culto della violenza e nell’insofferenza nei confronti del diverso,e un povero folle,ossessionato dalla protagonista di un film porno e residente in un tugurio addobbato come un presepe profano.Tre esistenze ai margini legate saldamente da rapporti per nulla convenzionali,finalizzati a superare la paura che la vita provoca quando lavoro,amici ed affetti mancano,quando i punti di riferimento sono ideali campati in aria,dettati da rabbia repressa ed ignoranza da sbandierasi tra le mura domestiche ma di cui vergognarsi una volta fuori da queste.
L’angoscia di perdere quel poco che si ha,ovvero un affetto,o la bramosia di possedere qualcosa che possa illuminare una vita fatta di emarginazione,determinano il corso degli eventi in questa pellicola non perfetta,ma dal respiro potente che si imprime nell’animo con violenza.
Salvatores trova gli ambienti giusti e pur non riuscendo a dare convincente continuità alla sua opera,la seconda tratta da un romanzo di Ammaniti dopo l’eccellente “Io non ho paura”,riesce a tratteggiare bene un microcosmo alienato e credibile,pur inciampando in qualche dialogo banale,delle performance altalenanti da parte degli attori ed eccessive concessioni alla (bella) colonna sonora.

tarax  @  10/04/2009 02:49:06
   7 / 10
Un'ottima idea, però realizzata solo per metà... secondo me il carattere dei personaggi doveva essere descritto maggiormente e di conseguenza serviva un film di due ore almeno... la parte centrale è un po confusionaria, ma tutto sommato è un film che si lascia guardare tranquillamente. Certo, guardando il regista e pensando ai suoi lavori passati mi sarei aspettato qualcosina in più...

Xplode  @  29/03/2009 01:39:53
   8 / 10
Un ottimo pezzo di cinema italiano. Ritengo vergognosa la media che ha al momento, secondo me è "almeno" un 8.

tabularasa  @  27/02/2009 20:33:44
   8 / 10
vero crudo intenso.3 parole e mi potrei sbilanciare adf una candidatura a qualche cosa di importante

*Eleonora*  @  22/02/2009 23:18:08
   6½ / 10
Concordo pienamente con il commento precedente al mio.
Gradisco aggiungere alcune note positive, perchè, in fondo, Salvatores è sempre Salvatores, la mia ammirazione per questo regista prevale.

- Filippo Timi mi convince, spero di rivederlo presto al cinema.
- Elio Germano e la sua incredibile versatilità, convince in tutti i ruoli, pur se ben differenti tra loro.
- una nota speciale per la fotografia, favolosa.

gano  @  26/01/2009 21:23:00
   6 / 10
Come dice il voto, non male potrebbe essere migliore. Gli dò una sufficienza molto molto tirata per le orecchie. A mio parere è un film incompiuto, ha buoni presupposti per essere un bel film ma non si sviluppa, si perde a raccontare la cronaca del fatto e si dimentica (quasi forzatamente spero) di un'analisi dei personaggi, dei problemi della società spesso accennati e mai approfonditi.
Superficiale.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 22/02/2009 23.19.36
Visualizza / Rispondi al commento
ignodance91  @  17/01/2009 23:42:36
   8 / 10
Veramente bello...Senza parole

Da vedere assolutamente :)

HeathLedger9  @  17/01/2009 11:17:36
   6½ / 10
il film e' davvero bello, anche l'idea ma si poteva fare molto molto meglio :(

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento Giordano Biagio  @  13/01/2009 18:11:02
   7½ / 10
Buon film, credibile, vero, di grande impatto sociale e psicologico su realtà che non accennano a cambiare nonostante il desiderio di crescere in ciascuno...

forzalube  @  12/01/2009 18:35:59
   5½ / 10
Film nel complesso deludente.
Eccetto i 2 protagonisti, con i quali per altro si fa molta fatica ad entrare in empatia, gli altri personaggi sono appena abbozzati; la recitazione è sempre forzata e oltre e e le righe e più in generale il film segue uno stile "gridato" affidando i tentativi di rendere partecipe lo spettatore quasi esclusivamente ad una colonna sonora invadente e ripetitiva.
Discutibile anche nel messaggio che in nome dell'amore tra padre e figlio tende a giustificare qualunque cosa.

Invia una mail all'autore del commento iron klad  @  11/01/2009 14:49:26
   7 / 10
Anche se il ragazzo non ha recitato bene un buon film sulla storia dell' amore tra un padre e un figlio che nonostante il mondo sia contro di loro riescono a stare sempre uniti.
La droga, nazismo, lussuria, omicidio e odio sono il pane quotidiano per loro.
Stravagante la recitazione dell' assistente sociale e ottima quella dello schizzofrenico.

zeta  @  10/01/2009 19:01:43
   6½ / 10
Non mi è sempre facile comprendere la passione dei registi per i romanzi di Ammaniti anche se questo, con Almost blue, è forse la migliore trasposizione su pellicola. Come Dio Comanda mi è sembrato nettamente superiore a Io non ho paura, almeno per il coinvolgimento emotivo che tiene lo spettatore scomodo sulla poltrona per ampi tratti. Buona anche la confezione tecnica. Non mancano dei difetti, come la scena improbabile di uno che cammina per un ospedale brandendo una pistola senza che nessuno se ne accorga. Mi ha deluso molto Germano, che si specchia molto nella sua tecnica attoriale dando forma a un personaggio poco credibile, completamente ritardato nella prima, eppure freddo e lucido nella seconda. Fabio De Luigi completamente fuori contesto. In conclusione, il film non è eccezionale ma prende alla pancia, soprattutto sotto l'aspetto del rapporto tra padre e figlio che mette decisamente in secondo piano il giallo.

aloisio  @  08/01/2009 13:10:12
   7 / 10
tocca argomenti forti e racconta in modo gradevole una storia sicuramente capace di lasciare qualcosa.
un po' diverso dal libro, un po' migliore di quanto me lo aspettassi e di quanto dice la critica.
vale la pena vederlo, sicuramente è tra i migliori film italiani di quest'ultimo periodo

kaizen  @  05/01/2009 12:37:17
   6½ / 10
Sono un po' combattuto su questo film. La mia ragazza mi aveva riempito di aspettative, visto il libro. Di Ammaniti ho letto "io non ho paura" (molto bello) e mi è piaciuto il film, e "ti prendo e ti porto via" (discutibile...).
Il film è un'ottima fotografia calata in un grande contesto recitato in maniera buona e diretto bene ma con poca profondità.
Ecco, tutto in una frase.

Salvatores cita (uhm...in alcuni punti direi proprio che copia, piu' che altro) il Van Sant di Paranoid Park e la trama lo aiuta vista l'angoscia con cui deve convivere il ragazzo. Ragazzo che in alcuni passaggi è poco credibile (e recita in maniera non certo perfetta). Ottimo Elio Giordano/quattroformaggi, bravo Fabio De Luigi ad uscire dai suoi schemi (ma ormai solo guardarlo mi fa ridere, non è colpa sua, ripeto lode all'impegno) e buono nella sua interpretazione (come assistente sociale è un po' troppo cattivo...ma forse allineato con quello che c'e' in circolazione, con la realta').

In sostanza è un discreto film, ma che poteva essere fatto meglio. L'emozione c'è stata in diversi punti, ma un po' a singhiozzi.

Ingeborg  @  05/01/2009 10:57:18
   7 / 10
Da vedere.... solo De Luigi immagino abbia dato una performance migliore nel film-panettone!

jiko  @  03/01/2009 17:57:26
   10 / 10
Finalmente un film italiano che riesce a uscire dai soliti schemi...un vero e proprio pugno nello stomaco, un film viscerale, crudo e senza mezzi termini. Bravi anche gli attori, soprattutto Filippo Timi, un pò meno Elio Germano, ho trovato la sua interpretazione un pò troppo forzata. Da vedere

Invia una mail all'autore del commento Andrea Lade  @  03/01/2009 01:01:26
   7 / 10
Film dalle ottime potenzialità che scorre bene fino al primo tempo; nulla da dire. I personaggi sono molto ben delineati; un figlio e un padre legati da un amore animalesco, un emarginato che ha nel rapporto con i due l'unico contatto con la normalità, un assistente sociale un po' diessino e un po' buonista.
La storia purtroppo si incarta su sè stessa e la scena centrale dura più di mezz'ora; Salvatores rinuncia all'azione per approfondire lo spessore dei personaggi,che comunque interpretano molto bene il ruolo.Salvatores forse fa un po' troppo e sbaglia, ma alla fine il film merita la visione.
Complimenti all'attore Alvaro Caleca, molto esplicito nel mostrare la solitudine di un' adolescenza tumultuosa.

xGiOv  @  01/01/2009 23:06:17
   7½ / 10
Film psicologicamente pesante e con una trama originale e non facile da realizzare...ottimi gli attori.

uecanaia  @  30/12/2008 22:42:13
   5 / 10
Ho visto questo film senza sapere,prima di sedermi sulla poltrona del cinema, di cosa trattasse.
Gli attori sono bravi ma... perchè il film non il ha continuato a trattare l'attualissimo ed ignorato argomento del razzismo fra precari italiani ed extracomunitari? Troppo impegnativo?
Parte bene e sprofonda in qualcosa di visto e stravisto
Peccato, le potenzialità erano enormi.

onda  @  29/12/2008 11:57:37
   6½ / 10
La prima parte è buona. I personaggi sono ben interpetati e i contenuti psicologici e sociali sono interessanti anche se il personaggio di Quattroformaggi risponde un pò troppo a stereotipi già visti.
Poi, il film prende una piega diversa, con troppe lungaggini e ricerche di virtuosisimi d'autore. Così, l'insieme rimane poco approfondito.
Si ha la sensazione di un'occasione mancata.

FABRIT  @  28/12/2008 22:47:00
   7 / 10
Ottimo film!!Un pugno nello stomaco!Il ragazzino è davvero bravo,Filippo Timi sorprende come al solito,Bravo Salvatores!

Minosse  @  27/12/2008 13:09:50
   8 / 10
Anche se differisce molto dal libro (che sicuramente è molto superiore al film) il film riesce a trasmettere alla perfezione la condizione di disagio e di malessere che coinvolge la famiglia Zena e l'amico 4formaggi. Molto scene riescono bene grazie alla base musicale su cui credo Salvatores abbia giocato molto. Da vedere.

Invia una mail all'autore del commento animarock89  @  27/12/2008 11:30:47
   9 / 10
Film molto toccante..........e triste...emerge una realtà davvero dura e cruda che rispecchia quello che stiamo attualmente vivendo...film fatto davvero bene....da vedere

Massacratore  @  27/12/2008 00:01:32
   2 / 10
Se non hai letto il libro capirai ben poco, se lo hai letto troverai 'sto film una porcheria.
Il libro emoziona, il film annoia...
Avevo trovato mal trasposto anche Io non ho paura ma questo è molto peggio.
Il psdre è troppo buono, Germano è troppo fuori.
Peccato!

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

1968 gli uccelli45 seconds of laughter5 e' il numero perfettoa herdadea son
 NEW
a spasso col pandaabout endlessnessad astraadults in the roomall this victoryamerican skinandrey tarkovskji. a cinema prayerangry birds 2 - nemici amici per sempreantropocene - l'epoca umanaapollo 11appena un minutoaquile randagiearab bluesatlantis (2019)attacco al potere 3 - angel has fallenbabyteethballoonbarnbeyond the beach: the hell and the hopeblanco en blancoblinded by the light - travolto dalla musicaboia, maschere, segreti: l'horror italiano degli anni sessantabombay rose
 NEW
brave ragazzeburning - l'amore bruciaburning cane
 HOT
c'era una volta a... hollywoodcercando valentinacharlie says - charlie dicechiara ferragni - unpostedcitizen kcitizen rosicity hunter - private eyescolectivcorpus christicrawl - intrappolatidelphinediego maradonadora e la citta' perdutadrive me homee poi c'e' katherineeat local - a cena con i vampirieffetto dominoel principeelectric swanemaemilio vedova. dalla parte del naufragiofellini fine maifiebre australfulci for fake
 NEW
gemini mangenitori quasi perfettigiants being lonelygive up the ghost
 NEW
gli angeli nascosti di luchino viscontigloria mundigretaguest of honourhava, maryam, ayesha
 NEW
hole - l'abissohouse of cardini diari di angela - noi due cineasti. capitolo secondoi migliori anni della nostra vita (2019)il colpo del caneil criminaleil mostro di st. pauliil pianeta in mareil piccolo yetiil prigionieroil re leone (2019)il regnoil signor diavoloil sindaco del rione sanita' (2019)
 NEW
il varcoio, leonardoit: capitolo 2
 HOT R
jokerjust 6.5kingdom comela fattoria dei nostri sognila legge degli spazi bianchila lloronala mafia non e' piu' quella di una voltala rivincita delle sfigate
 NEW
la scomparsa di mia madre
 NEW
la verita' (2019)la vita invisibile di euridice gusmao
 NEW
la voce del marel'amour flou - come separarsi e restare amicile coup des larmesles chevaux voyageurslife as a b-movie: piero vivarellilingua francal'ospite - un viaggio sui divani degli altrilou von salome'l'uomo che volle vivere 120 annimademoisellemadre (2019)
 NEW
manta raymarriage storymartin edenmes jours de gloiremio fratello rincorre i dinosaurimoffiemondo sexymosulnato a xibetnever just a dream: stanley kubrick and eyes wide shutneviano.7 cherry lanenon si puo' morire ballando
 NEW
non succede, ma se succede...of fathers and sons
 NEW
oltre la buferaparthenonpelican bloodphotographpop black postapsychosiarambo: last bloodrare beastsrevenirrialtoroger waters us + themroqaiarosa (2019)sabbiasanctorumsaturday fictionscalesscherza con i fantise c'e' un aldila' sono fottuto: vita e cinema di claudio caligari
 NEW
searching evasebergselfie di famigliaseules les betessh_t happensshadow of watershaun, vita da pecora - farmageddonsolestate funeralstrange but truestuber - autista d'assaltosubmergencesupereroi senza superpoteriteen spirit - a un passo dal sognothanks!the burnt orange heresythe diverthe great green wallthe king (2019)the kingmakerthe laundromatthe lodgethe long walkthe nest (il nido)the painted birdthe perfect candidatethe rider - il sogno di un cowboythe scarecrowsthey say nothing stays the sametolkientony drivertorino nera (2019)tutta un'altra vitatuttappostoun monde plus grandverdictvivere (2019)vox luxwaiting for the barbarianswake up - il risvegliowasp networkwomanyesterday (2019)you will die at 20zerozerozero - stagione 1zumiriki

992964 commenti su 42181 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net