un poliziotto da happy hour regia di John Michael McDonagh Irlanda, Gran Bretagna 2011
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

un poliziotto da happy hour (2011)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film UN POLIZIOTTO DA HAPPY HOUR

Titolo Originale: THE GUARD

RegiaJohn Michael McDonagh

InterpretiBrendan Gleeson, Don Cheadle, Liam Cunningham, David Wilmot, Rory Keenan, Mark Strong, Fionnula Flanagan, Dominique McElligott, Sarah Greene, Katarina Cas

Durata: h 1.38
NazionalitàIrlanda, Gran Bretagna 2011
Generecommedia
Al cinema nell'Ottobre 2011

•  Altri film di John Michael McDonagh

Trama del film Un poliziotto da happy hour

Il soprintendente Boyle è un tipico poliziotto irlandese di paese con un carattere aggressivo, dotato di un senso dell'umorismo provocatorio, con una gran passione per la prostituzione ma assolutamente privo di interesse per la questione di traffico internazionale di droga che porta l'agente dell'Fbi Everett a bussare alla sua porta.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,87 / 10 (47 voti)6,87Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Un poliziotto da happy hour, 47 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Chemako  @  11/04/2020 11:01:16
   7 / 10
7219415  @  09/01/2017 23:46:44
   6½ / 10
Veramente ottima la traduzione del titolo!! carino il film

Zanibo  @  11/05/2015 21:03:12
   7½ / 10
7 come voto, 1/2 punto in piu` per l'originalita`, dato che fonde diversi generi.

Invia una mail all'autore del commento diderot  @  13/04/2015 17:00:05
   6 / 10
Film discreto, con una storia forse un po' banale ma arricchito dalla tipica ironia britannica. Belle le musiche, buona fotografia... finale deludente.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  13/11/2014 15:48:46
   7 / 10
Grande conferma che in Italia i distributori sono una delle piaghe più atroci per il nostro cinema, "Un poliziotto da happy hour" (mortacci vostra, difficile solo immaginare qualcosa di più penalizzante) è un esordio estremamente originale capace di mischiare registri narrativi diversi, passando nel giro di due sequenze dalla commedia al noir, dal grottesco al western, con un fortissimo retrogusto drammatico. Splendide le prove di Gleeson e Don Cheadle, ennesima strana coppia che scoppia in una lunghissima serie di gag sempre taglienti e riuscitissime.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  08/09/2014 11:51:54
   7 / 10
Vade retro titolo italico. La pellicola di John Michael McDonagh (da non confondersi con il quasi omonimo Martin McDonagh di "In Bruges" e "7 Psicopatici") secondo la distribuzione italiana sarebbe più o meno una commedia demenziale per adolescenti decerebrati.
Niente di più sbagliato, per ridere si ride, ma amaro; Brendan Gleeson (bravissimo) è un poliziotto cinico, apatico, disilluso, dedito all'utilizzo di alcol e droghe e con il vizietto delle prostitute. Insomma interpreta la legge un po' come vuole, eppure ha un senso del dovere da non sottovalutare, soprattutto se risvegliato dai suoi superiori che giunti dalla città pensano di saperla lunga rispetto ad un anonimo tutore dell'ordine di campagna.
Il nostro corpulento protagonista non tarderà a mostrare il contrario in un panorama naturale tipicamente irlandese dai toni grigio/verdi, in cui il narcotraffico sembra fuori luogo come tutte le figure in campo, a partire dai criminali, tanto spietati quanto bizzarri nel disquisire di letteratura, filosofia e di altri temi alti.
McDonagh centra il bersaglio dribblando i clichè, fondando sulla comicità, la bizzarria e le contraddizioni dei personaggi la sua pellicola di debutto; restituendo un senso di vuoto ed inadeguatezza che si riflette persino negli impareggiabili duetti tra il protagonista e il suo compare, l'agente Wendell Everett del FBI ( Don Cheadle) col quale, soprattutto in principio, non saranno poche le incomprensioni causate soprattutto dal colore della pelle e dalla provenienza del collega. Situazione tipiche da buddy-movie con sbirri quindi, ma personalizzate efficacemente attraverso uno humor corrosivo e piuttosto scorretto.
Molto azzeccati i riferimenti al genere western, soprattutto nel finale si respira un'epica di altri tempi mentre gli unici veri eroi, pur con le loro debolezze, si mettono al servizio di una giustizia interpretata in modo stridente ma animato da un obiettivo comune: il trionfo del bene.
Anche la parte investigativa scansa le regole del genere con McDonagh animato da uno stile in fin dei conti semplice, sottilmente malinconico e vivace nella definizione di un mondo arcaico e immoto "inquinato" dal malaffare. Esplosivo l'epilogo, tra l'altro per nulla scontato.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  28/11/2013 17:55:55
   7½ / 10
Molto interessante questo film, senza dubbio penalizzato da uno dei titoli italiani più idioti degli ultimi anni. Gleeson è un attore con i fiocchi e grazie anche ad un'ottima sceneggiatura disegna un personaggio stereotipato in apparenza, ma capace di sorprendere proprio per la sua capacità di sovvertire lo stereotipo. Buona anche la commistione tra diversi generi, persino il western, condotta con equilibrio e permeata da un umorismo nero e tagliente. Non solo Gleeson comunque, perchè colpisce anche la malinconia di Cheadle, completamente spaesato e incapace di comunicare all'interno di un contesto straniero e corrotto della polizia locale e l'ottimo affiatamento del terzetto di malviventi (Cunningham, Strong e Wilmot). Un film decisamente riuscito.

BlueBlaster  @  14/11/2013 01:21:34
   7 / 10
Mi associo a molti altri nel criticare l'ignobile titolo deciso dalla distribuzione italiana, motivo per cui finora non mi aveva sfiorato l'idea di vedere questo film...
In realtà è una pellicola godibilissima e molto divertente (almeno per i primi 3/4 di film) con lo spirito ironico tipicamente anglosassone ed un'ottima interpretazione di Brendan Gleeson.
Girato dal fratello di Martin McDonagh (il regista di "In Bruges" e "7 psicopatici", che qui è produttore) e si può notare una stretta somiglianza di stile...sempre in bilico tra dilemmi biblici e comicità anche un pò volgare, un film dalla battuta pronta, una fotografia cupa ed una sceneggiatura simpatica che ricicla il buddy-movie ricalcando le orme di "Hot Fuzz"!
Il ritmo purtroppo non è sempre costante ed il finale alla western è banalissimo ma per il resto il film funziona in buona parte regalando parecchie risata da commedia nera.

TonyStark  @  13/10/2013 17:48:13
   6½ / 10
divertente e inusuale, non la commedia idiota che il titolo italiano potrebbe far credere.

Invia una mail all'autore del commento tnx_hitman  @  04/07/2013 10:28:24
   7 / 10
Don Cheadle devo dire che l'ho visto in palla e pronto per affrontare tutt'altra tipologia di film in un ambientazione che ha dell'esotico ma con personaggi bizzarri che lo circondano e lo fanno diventare matto.
Al suo fianco un Brendan Gleeson mattatore che ha dalla sua battute taglienti e provocatorie,ma appunto per questo in linea con quello che deve interpretare:un poliziotto che sperpera i suoi spiccioli che si guadagna in pu.ttane e alcool,che non segue gli schemi predefiniti del corpo di polizia nella quale lavora,un uomo che non vuole pattugliare la cittadina di Connemara con cadetti che gli facciano da partner.
Finché non arriva un veterano dell'Fbi(il Cheadle citato sopra)che dovrà fare coppia con il sergente scostumato e arrogante.
Buona scelta di cast per quanto riguarda anche i villain narcotrafficanti che popolano nella pellicola(con un Mark Strong che non si prende sul serio e non fa la solita testa calda come in Kick-Ass e in Sherlock Holmes).

Sceneggiatura efficace,ritmo ben calcolato da una regia non invadente che tiene le distanze e lascia che gli eventi parlino da se.Tutto quello che ci vuole sono le misurate prove dei grandi attori che si cimentano in una commedia nera e lo fanno con stile.
Il fratello del regista di InBruges e Sette Psicopatici riesce nell'impresa di cavalcare l'onda e mettere mani sul materiale gestito da Martin sfornando un divertente prodotto che sa tenere sveglio lo spettatore fino alla fine.

Promosso.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento pompiere  @  01/06/2013 18:11:25
   8 / 10
Il debutto di John Michael McDonagh, fratello del più conosciuto Martin, quello di "In Bruges", è una sorprendente e crudele mascalzonata. Al disordine che confonde la mente e compromette tutte le certezze, McD propone un poliziotto che si oppone con la limpidezza dell'istinto e la verità viscerale.

Attila 2  @  26/04/2013 12:38:12
   6½ / 10
Una commedia "politically scorrect".Un poliziotto che si lascia andare senza remore,agli stereotipi negativi,del suo essere Irlandese.Battute razziste comportamenti scorretti al limite dell'assurdo.La prima parte del film,dove viene caratterizzato il personaggio e' anche divertente,perche' il suo modo di essere,negativo e insopportabile,lo fa apprezzare perche' sfocia nel "grottesco" e nell'assurdo.Non e' realmente razzista,sembra dire quelle cose perche' le ha sentite dire e non perche' le pensa davvero questo fa "ridere" e caratterizza il personaggio che beve e va a donne di facili costumi,mentre e' in servizio.Insomma tutto l'opposto di quello che ci si aspetterebbe da un tutore dell'ordine.Questo humor "nero" all'Inglese,fa divertire.Poi e' anche un film con scene d'azione e un'indagine di polizia.L'insieme di tutte queste cose,e il contrasto nel cercare di farle stare nello stesso film.Lo rendono piacevole.

riobissolo  @  22/01/2013 15:06:29
   8 / 10
Ottimo film, crudo disincantato e certamente antiretorico. E' un film originale con ottima sceneggiatura ed azione quanto basta. Ci sono un po di scene violente e sopra le righe, sconsiglierei a bambini e ragazzi.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  26/12/2012 14:13:43
   6 / 10
La prima parte è la migliore sicuramente, conosciamo il surreale poliziotto Irlandese con tutti i suoi difetti ideologici a cominciare dal razzismo.
Una volta passato questo impatto grottesco il film si lascia un po' andare e spesso cade nel ripetitivo.
Simpatico.

benzo24  @  22/09/2012 20:28:03
   8 / 10
Ottimo noir con un grande protagonista e quella giusta dose di humor inglese che non guasta mai.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Blutarski  @  15/09/2012 22:45:24
   7½ / 10
Ero convinto di trovare una semplice e leggera commedia e invece, con enorme sorpresa, ho trovato un piccolo gioiellino caratterizzato da una ironia sofisticata e una sceneggiatura raffinata. Gli irlandesi sono un popolo abbastanza autoironico, chiunque abbia mai messo piede in un vero pub irlandese e ne abbia conosciuto qualcuno ne avrà certamente apprezzato la generosità, la scaltrezza e l'ironia e in un certo senso questo film riesce a trasmettere esattamente questo spirito (il fatto ad esempio che si può scherzare sugli stereotipi senza il peso asfissiante del pregiudizio e si può scoprire che un vecchio porco razzista è un uomo dalla schiena dritta e dal cuore grande). Ma questa commedia è davvero colta e piacevole, con un ottimo sviluppo narrativo e come qualcuno ha ben notato una recitazione quasi teatrale che la rende ancora più originale.

1 risposta al commento
Ultima risposta 15/09/2012 22.47.37
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento ilgiova  @  08/09/2012 00:06:47
   7 / 10
Commedia irlandese particolare e di buona fattura. Tutto ruota attorno al riuscitissimo protagonista Boyle, con tutte le sue imperfezioni e il suo graffiante humor nero, interpretato ottimamente da Gleeson.
La regia minimalista di mcDonagh si sposa bene con gli ameni paesaggi irlandesi.
Per il resto la trama è abbastanza scontata e non manca qualche punto morto intorno a metà film ma sono difetti perdonabili.

p.s. "Un poliziotto da happy hour"? Ma che cosa si fumano i traduttori italiani?

Greengoblin  @  28/06/2012 18:39:44
   8 / 10
A dir la verità lo aspettavo molto ma molto più divertente e demenziale ma anche una commedia nera con umorismo inglese e tagliente va più che bene. Domina la scena il protagonista Brendan Gleeson,totalmente nella parte. Alcuni punti danno ottimi spunti di riflessione. Lo consiglio vivamente.

Gabrielendil  @  28/06/2012 17:51:21
   8½ / 10
Sorpresona, splendide ambietazioni, superlativo Brendan Gleeson che interpreta un eroa d'altri tempi, con le debolezze tipiche dell'essere umano che lo rendono così speciale, ottimo come sempre Mark Strong

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR 1819  @  16/06/2012 15:31:55
   7 / 10
Nascosto dietro a una comune commedia -a partire dall'insulso titolo italiano- si trova un film di qualità, semplice e diretto proprio come il protagonista. Bella l'atmosfera, la regia e la prova del cast, il tutto condito da una giusta dose di umorismo nero.

alastar  @  02/06/2012 23:05:51
   6½ / 10
Un filmetto da salotto per passare un'ora e mezza in spensieratezza,senza troppe pretese.La trama è piuttosto sempliciotta,i protagonisti funzionano con il mitico Don Cheadle che si trova a fare da spalla ad un bizzarro Brendan Gleeson che interpreta un poliziotto irlandese sui generis.Siamo di fronte ad una pellicola che non è nulla di che con un finale scontato,ma le immagini meravigliose di una regione come quella del Connemara obbliga senza dubbio a dare mezzo punto in più nella valutazione.

despise  @  13/04/2012 12:33:52
   5 / 10
Forse visto in lingua originale fa tutto un altro effetto... si ride poco e a denti stretti...

McLovin  @  10/04/2012 10:03:58
   5 / 10
Il bravo Brendan Gleeson nei panni di un poliziotto maldestro alle prese con una banda di narcotrafficanti.
Black comedy dal sapore europeo, interamente ambientata in Irlanda. Sembra voglia riprendere il modello di in Bruges e non solo per l'attore protagonista. Ma a dispetto di alcune gag divertenti, il ritmo latita, così come l'umorismo poco graffiante.

LoSpaccone  @  26/03/2012 16:31:04
   6 / 10
Personaggio grandioso ma storia debole e personaggi di contorno non all'altezza del protagonista. Alla fine le gags da ricordare sono poche. Sufficienza risicata.

calso  @  21/02/2012 17:17:40
   7½ / 10
Un' ironia eccellente, un' ironia per l'apputno inglese...raffinata ma se capita fa schiantare...delle uscite a dir poco meravigliose...secondo me è un film che sfiora la genialità in alcune scene...da vedere

vale1984  @  20/02/2012 15:36:10
   7 / 10
un film molto interessante e diversificato...con momenti davvero geniali ed altri un tantino sottotono...comunque nel complesso è un film particolare fino alla fine...

Giulio422  @  18/02/2012 17:50:27
   7 / 10
carina come pellicola, un indagine irlandese con 2 bravi attori....non un ritmo velocissimo, ma cmq godibile, ottimo humor nero !!

come già stato scritto da qualcuno: il titolo non centra un cazz.o !!!

TheLegend  @  30/01/2012 00:53:37
   6½ / 10
Humor intelligente,ottimo il cast.

John Nada  @  03/01/2012 02:53:32
   7½ / 10
Premesso che il titolo italiano e' tra i piu' indecenti e ingannevoli degli ultimi anni ( e anche la locandins non aiuta), il film e' una piacevole commedia-thriller dove il piu' delle volte si sorride amaro, e il tipo di comicita' e' molto europea.Il film non e' perfetto ( alcune cose sono poco approfondite e affrettate ), ma il protagonista e' ottimo. Mezzo punto in piu' per il bravissimo Gleeson

BrundleFly  @  16/12/2011 13:46:50
   6½ / 10
Mi sa che chi ha deciso di tradurre il titolo del film in maniera così obrobriosa doveva essere appena uscito lui stesso da un 'happy hour'.
Chiusa la piccola parentesi, ho trovato il film simpatico e leggero da guardare con spensieratezza. Brendan Gleeson conferma la sua bravura, che aveva già dimostrato nel precedente "In Bruges".

zeroof  @  26/11/2011 12:45:24
   1 / 10
dopo un ora di noia assoluta ho preferito andare VIAAAAAAAAAAA................metterei zero se ci fosse :(

RACEDDA  @  22/11/2011 22:58:02
   1 / 10
DUPALLEEEEE.....DELUSIONE ALL'ENNESIMA POTENZA.......FILM BRUTTISSIMO, DA EVITARE.

Vinicius  @  21/11/2011 14:25:29
   5½ / 10
Film con un personaggio politicamente scorretto. L'idea è buona ma purtroppo il risultato è poco graffiante. Occasione persa

Laisa  @  07/11/2011 23:29:51
   8 / 10
Non credevo, eppure è un film struggente... intelligente e politicamente scorretto, lascia emergere il valore dell'appartenenza che sbatte contro l'ipocrisia e il tornaconto dei mediocri. Ricorda da lontano il cattivo tenente, anche se qui la caratterizzazione è più positiva... (da un certo punto di vista...)

pucciofds  @  07/11/2011 17:58:56
   7 / 10
Ok...Si Diciamo...

Bel film, sicuramente diverso, grottesco, cinico e drammatico...
Si ride con l'amaro in bocca...

MA SE PIAGNE QUANNO SE LEGGE IL TITOLO!!!! UN POLIZIOTTO DA HAPPY HOUR!?!?
ALLORA ANNAVA BENE ANCHE:UN PIEDIPIATTI AL BILLIONAIRE!? OPPURE: SBIRRO MODAJOLO!!!

Ma andiamo.. guardate il film prima di dargli un titolo!!!

Zeptepi  @  05/11/2011 22:02:55
   8½ / 10
Davvero un bel film! Mi sono divertito molto. Tutto gira intorno all'attore principale, c'è molta leggerezza ma assolutamente nessuna superficialità. E' piacevole e nella sua volgarità assolutamente garbato. Il titolo decisamente non rende giustizia ad un personaggio che ha molto da insegnare..

willard  @  03/11/2011 13:00:44
   8 / 10
Un'altro piccolo grande noir dai toni di commedia dalla terra d'Irlanda, diretta da John Michael McDonagh (fratello di Martin, regista del bellissimo "In Bruges" (2008), sempre con Brendan Gleeson) e interpretata magistralmente da Brendan Gleeson, affiancato da Don Cheadle, Mark Strong, Fionnula Flanagan (qualcuna ricorda la zia Molly nell'indimenticabile serie TV "Alla Conquista Del West"?).

Sulle note della intensa e coinvolgente, bella colonna sonora, con musiche originali del gruppo dei Calexico ed altri brani non originali, si svolgone le indagini anticonvenzioinali di un poliziotto sui generis, fino al gran finale in cui dimostrerà che non c'è bisogno di seguire le regole se si conosce il valore di quel che è giusto fare.

Bello... e complimenti (ironici) al cinema in cui, per poterlo vedere, sono dovuto andare all'unico spettacolo che hanno lasciato per questa settimana, ovvero solo sabato all'una di notte...

crawler  @  02/11/2011 18:37:27
   7 / 10
il titolo italiano è da censura...il film invece scorre bene ed è veramente piacevole da vedere

Gruppo COLLABORATORI Mr Black  @  02/11/2011 00:20:02
   7½ / 10
Davvero non male. Film realizzato con 2 soldi, ma con una vena humour invidiabile. Tutto merito del protagonista, azzeccato nel ruolo.

somberlain  @  01/11/2011 19:10:59
   8 / 10
Sarà un vizio di famiglia, fatto sta che quando c'è di mezzo Brendan Gleeson, in casa McDonagh si sfornano piccoli gioiellini.

Così fu nel 2008 per lo stupendo In Bruges, diretto da Martin McDonagh, e così è oggi per questo The Guard, diretto dal fratello John Michael.

Stesso stampo insomma, e lo si nota sin da subito grazie all'alta dose di humor nero, ai dialoghi sottili e politicamente scorretti, ai personaggi strampalati.

Gag divertenti, ma non è una commedia demenziale, anzi.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  01/11/2011 10:28:06
   7 / 10
Titolo italiano a parte, che lo spaccia come una commediotta volgare e banale, il film invece è molto carino.
Opera prima (e si vede, visto che la seconda parte non è al livello della prima), riesce ad essere anche pulp e intriso di humor nero ma soprattutto ha un protagonista indimenticabile, Boyle, un Gleeson scatenato nel ruolo di un poliziotto che a prima vista amerete e che, scoprendolo più a fondo, amerete ancora di più.
Un pò lo stesso processo del personaggio di Don Cheadle che se lo ritrova a fianco in un indagine che procede a rilento, anche perché Boyle non ha la minima voglia di indagare sul traffico di droga che sta avvenendo nel suo paesino irlandese...
E il finale un pò spiazzante ci sta bene anche se lascia troppi punti interrogativi, ma c'è da dire che un protagonista così uno potrebbe guardarlo per ore senza annoiarsi. E soprattutto ci tiene alla sua sorte in maniera viscerale, vedere quel finale è stato un pò un colpo...

Bravissimo ancora una volta quindi Brendan Gleeson.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  31/10/2011 02:49:37
   7 / 10
Commedia inglese intelligente, ironica e anche pulp.
Azzecata l'ambientazione nel paesino sperduto e soprattutto ottima la scelta del cast.
Su tutti troneggia Brendan Gleeson, davvero irresistibile protagonista; ma perfetto anche il suo alter ego americano, un decisamente spaesato, Don Cheadle.
Film che merita una visione.

Sardello  @  30/10/2011 18:55:52
   7½ / 10
Il film è veramente bello. Spiazza all'inizio perchè non è semplice inquadrarlo, soprattutto partendo dal titolo ASSURDO utilizzato dalla distribuzione italiana.

Uno si aspetterebbe una commedia spensierata, invece ci troviamo davanti ad un film dall'umorismo nero e da una serie di personaggi esilaranti, tutti azzeccatissimi.

Ottimo film, che rischia di passare inosservato, soprattutto per questo titolo che potrebbe allontanare persone dal palato fine che lo apprezzerebbero senza ombra di dubbio.

fabrix  @  25/10/2011 19:20:47
   9 / 10
bellissimo ed originalissimo, intelligente!!! Non si deve paragonare a nulla di già prodotto, tanto meno Tarantino. Non è un film d' azione, non è un film sanguinoso quindi accettate quello che vi da e sarete soddisfatti.

kerkyra  @  24/10/2011 10:50:02
   7 / 10
Sicuramente da vedere, ricco di spunti e con un protagonista simpaticissimo...

sempre  @  23/10/2011 11:01:37
   7 / 10
Il film è carino. Il personaggio principale è accattivante.
L'interpretazione di Gleeson è talmente tagliata sul personaggio che, con un altro volto al suo posto, credo che il film non avrebbe retto.
La tesi del film sta nella domanda: qui abbiamo a che fare con un cretino o un gran furbastro? Se la vicenda del personaggio alla fine ci avrà convinto, saremo contenti di propendere per il gran furbastro.
Sullo sfondo la mentalità irlandese a confronto con quella americana.
Diciamo che le pecche si trovano in entrambe.
Chi ha fatto il film tende a giustificare la mentalità irlandese, facendoci intendere che in fondo, in fondo, questi irlandesi siano delle belle persone, a modo loro...
Molto interessanti, qui, le figure dei criminali. Film ironico.

cicciofrizzo  @  22/10/2011 03:47:34
   9 / 10
Dire speciale è sminuire. Non saprei come altro definire questa pellicola stupenda. Un film che mixa sentimento e bastardaggine irriverente senza mai diventare grottesco. Gleeson è fantastico nel dare enfasi alla cinicità del personaggo come al sentimento (l'affezione per la madre malata). Tutto ruota intorno a lui e alla sua irriverenza: attori e sceneggiatura. Ho un classico Mark Strong nel ruolo che ormai gli compete da tempo, di super cattivo. Sarà che è un'immagine che gli calza a pennello o che ormai si è abituati a vederlo in quei ruoli. Bella la trovata dei criminali intellettuali, li vediamo a raccontarsi citazioni di Nietzsche e subito dopo sparare a sangue freddo. Insomma un susseguirsi di genialate per un film che vi farà impazzire...

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008854 commenti su 44074 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net