shadow regia di Federico Zampaglione Italia 2009
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

shadow (2009)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film SHADOW

Titolo Originale: SHADOW

RegiaFederico Zampaglione

InterpretiJake Muxworthy, Karina Testa, Nuot Arquint, Ottaviano Blitch, Chris Coppola

Durata: h 1.20
NazionalitàItalia 2009
Generehorror
Al cinema nel Maggio 2010

•  Altri film di Federico Zampaglione

•  Link al sito di SHADOW

Trama del film Shadow

David, un reduce dal fronte iracheno, parte per l'Europa per mettersi alle spalle la tremenda esperienza della guerra. In un affascinante quanto misterioso luogo di montagna incontra Angeline. Muniti di biciclette e tende, i due giovani esplorano un luogo incantato dove aleggiano antiche leggende. Presto il contesto naturale si trasforma in un incubo, con due cacciatori che li inseguono per ucciderli e un nemico ancor più oscuro ad attenderli. Per David è il brusco risveglio in una realtà che voleva dimenticare.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,47 / 10 (130 voti)6,47Grafico
Voto Recensore:   8,00 / 10  8,00
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Shadow, 130 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

Strix  @  16/09/2018 17:13:47
   7½ / 10
Finalmente sono riuscito a recuperare questo piccolo e raro gioiellino.

Film non rivoluzionario, sia chiaro, ma che merita tranquillamente una visione.

Buona regia, buona storia, buoni attori, buon cattivo.

Sicuramente al di sopra di molti horror americani che escono oggi in sala.

7,5 di incoraggiamento, go Zampa go!

DarkRareMirko  @  12/04/2018 22:26:28
   8 / 10
Buonissima prova autoriale per Zampaglione, con un horror derivativo (Lyne e Argento, su tutti) ma al contempo dotato di un suo perchè e di un aspetto tecnico di tutto rispetto (si veda soprattutto la parte con Arquint).

Buon cast (tutti han partecipato a serie e film notevoli, soprattuto internazionali), violenza e sangue nella media del genere e, soprattutto, ottima la scelta di espandere l'opera su più media (l'edizione speciale ha anche un fumetto e un cd musicale).

Funziona molto, soprattutto, come opera personale e come omaggio ad un certo cinema di genere.

Vorrei vedere Zampaglione più spesso dietro mdp horror.

andrea90  @  28/04/2016 23:49:47
   3 / 10
La cosa che piu' mi ha spaventato di questo film e' stato l'accostamento fatto da molti, troppi con il compianto Fulci... per favore non bestemmiamo! si salvano solo l' interprete di Mortis ( molto bravo) , i primi minuti e forse il finale, dopodiche' diventa ( o meglio lo e' per il resto) identico a mille altre cavolate di torture varie che da oltre 10 anni inquinano gli schermi... e poi solo a sentir nominare il regista( [?] uno che e' famoso solo per scoparsi un'altra famosa di cui non faccio il nome, Lucio invece grazie al cielo non ha mai avuto bisogno di questo perché era potenza e forza visionaria pura) mi fa scendere la cataratta. Poi che paura puo' fare una locandina per quanto sinistra e minacciosa possa essere con un nome simile sopra ?

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Edgar Allan Poe  @  06/10/2015 21:47:47
   6½ / 10
Film più che sufficiente di Zampaglione, che però (stando a quanto dicono molti) non si ripeterà con "Tulpa". Questo "Shadow", tuttavia, nel complesso funziona, senza voler strafare. Ci sono vari elementi interessanti e il finale è tutto sommato accettabile. Anche tecnicamente il film è discreto.

Fil95  @  07/09/2015 21:11:56
   5 / 10
Guardabile. Bellissima l'ambientazione

Stromer  @  30/07/2015 19:53:24
   7 / 10
Chi l'avrebbe mai detto che il cantante dei Tiromancino fosse anche un buon regista?
Devo dire che questo film merita una visione, alcune scene allucinate sprigionano tensione, e gli effetti speciali sono di buona fattura.

Filmaster95  @  15/05/2015 10:31:57
   7 / 10
Sinceramente per essere un horror italiano, diretto da un musicista come zampaglione non è un film da buttare ed anzi ha delle buone cose al suo interno.

Prima di tutto il paesaggio e la fotografia, caratteristiche e ben curate, la storia da quanto ho appreso è un'omaggio al horror degli anni settanta ed ottanta dei vari fulci, argento, bava e cosi via.

Assomiglia come atmosfera ad un tranquillo weekend di paura e nel finale allucinazione perversa,

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Che dire per me un film riuscito e se posso fare una premessa spero che in italia nascano anche pellicole di questo genere che purtroppo sono sempre più carenti.

Macs  @  01/04/2015 22:05:12
   6½ / 10
Dopo tutto non male, grazie a un finale che risolleva un po' tutto il film e giustifica certe scelte che sembravano ingenue nella prima parte. Buona la fusione tra realtà e sogno (l'episodio nei boschi è successo nella vita reale al Zampa). Buone le musiche. Inquietante Mortis, ben reso dal quasi esordiente Arquint.

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  29/11/2014 20:47:07
   5 / 10
Mi aspettavo un horror un pò particolare e mi ritrovo un film abbastanza noioso e poco riuscito, peraltro con rimandi un pò sospetti ad "Allucinazione perversa".

krueger419  @  19/11/2014 19:46:03
   4 / 10
Spoiler qua e là

Shadow è uno di quegli incubi che si concludono a volte per difetto, altre per eccesso (in questo caso per difetto) : si spera di arrivare ad un finale tutto sommato congruo e che non mandi a fare in cvlo 70 minuti di film ma si rimane terribilmente delusi per l'idea molto indie-pulp del regista di stravolgere completamente la trama negli ultimi 5/10 minuti di film (tra l'altro non ci sono le premesse. No, non ci sono per niente).
E c'è questo ragazzo che va a fare un escursione tra i monti... e ci sono i cattivi, e c'è la ragazza e poi c'è marilyn manson senza trucco e poi badaboom fine, il mistero dei cimeli nazisti si conclude così, senza un'apparente motivazione plausibile per (spoiler) aver sognato tutto questo.
Comunque è magistralmente diretto ma come del resto (a parer mio) lo è anche Tulpa.
Belle le musiche, bello il paesaggio ma quello che non mi convince per niente è la sceneggiatura che francamente mi ha sorpreso per quanto sia scarsa di idee coerenti e in armonia tra di loro.

Bocciato.

slint  @  08/09/2014 15:31:09
   7 / 10
non male,buona tensione...

alex94  @  13/06/2014 12:19:55
   8 / 10
Primo ottimo horror di Zampaglione.
Il film è diretto molto bene, la foresta dove è ambientato è maledettamente inquietante,ottime anche le interpretazioni in particolare quella di Nuot Arquint,buoni anche gli effetti speciali e la trama pur essendo piuttosto scontata intrattiene bene fino ad un finale inaspettato.Secondo me Shadow è il miglior horror italiano degli ultimi 10 anni ,quindi da vedere assolutamente.

mikeP92  @  06/05/2014 11:56:05
   6 / 10
Sono stato indeciso fino all'ultimo su come votare questo film. Alla fine ho deciso di dargli la sufficienza, seppur non se la meritasse pienamente visto che, da quanto ne so, ha copiato spudoratamente Allucinazione Perversa, e presenta molte cose che non mi sono piaciute tipo:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

D'altro canto però, devo rendere conto a Zampaglione di aver creato un horror con sufficiente tensione, un'ottima fotografia, buone location, un villain di una fisicità perfetta, scene abbastanza cruente e una morale di fondo tutto sommato accettabile.

Alex22g  @  15/04/2014 22:54:41
   10 / 10
Grande Zampaglione. Menomale che esiste un regista come lui attualmente per questo genere in italia. Un film coraggioso e ben diretto che mi sento di premiare. Ancor meglio di Tulpa,che avevo gia'apprezzato molto .

Azrael  @  08/04/2014 12:31:54
   6½ / 10
Genera sufficiente tensione, soprattutto nella parte centrale, ma a penalizzarlo e' quel netto richiamo, in apertura quanto nel finale, ad un must come Allucinazione perversa di Adriane Lyne - ragione per cui non azzardo un voto più alto.
Ad ogni modo, se paragonato a Tulpa, Shadow risulta essere molto più convincente soprattutto per quanto concerne la regia e la recitazione.
In definitiva, non male, ma si poteva evitare di citare una pellicola - sempre quella di Lyne - che in pratica pure le pietre conoscono !

Horrorfan1  @  30/01/2014 08:05:46
   7½ / 10
Dopo il mio votaccio a Tulpa, un buon voto a questo Shadow: l'ho visto tempo fa, ma lo ricordo bene. Vorrei anche dare 8, ma non lo do per il fatto che...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

topsecret  @  07/12/2013 22:19:32
   5 / 10
E' un tiro mancino quello che Zampaglione rifila all'horror nostrano, ispirandosi a innumerevoli altre pellicole del genere a discapito dell'originalità e delle emozioni classiche che il thriller-horror deve saper proporre al pubblico.
La storia non presenta un grande ritmo nè una sufficiente concentrazione gore, in più non sembra avere un cast capace ed ispirato e questo alla fine pesa sull'autonomia del film. Perfino le ambientazioni, seppure degne di nota, non offrono inventiva nè grande atmosfera.
Personalmente non mi è sembrata quella ventata di aria fresca che il nostro cinema di genere aspettava da tempo.

GianniArshavin  @  31/10/2013 21:49:49
   7 / 10
Film interessante che ha rappresentato una vera sorpresa per il sottoscritto e penso per tutto il panorama Horror Italiano.
Pellicola breve ma intensa,con un profondo messaggio di base che viene lanciato in maniera sottile e intelligente sfruttando in maniera sapiente il materiale e la trama a disposizione gestendo l'Horror come dovrebbero fare tutti.
Infatti la pellicola non vuole spaventare o disgustare solo per il gusto di farlo,ma vuole parlare allo spettatore,comunicare il proprio messaggio senza però per questo annoiare.
Purtroppo non posso parlare di capolavoro per via della brevissima durata e per un motivo che inserirò sotto spoiler.
Tirando le somme il film merita una visione e diventerà molto probabilmente un piccolo cult di genere.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI SENIOR dubitas  @  27/10/2013 10:59:38
   7½ / 10
Una piacevole sorpresa nel panorama horror italiano. Atmosfere macabre, personaggi inquietanti ed imprevedibili e soprattutto un finale ad ''effetto''. Direi che la differenza fra Shadow e gli altri horror italiani consiste nel ritmo narrativo che qui ad esempio è molto incalzante e veloce e fa in modo che lo spettatore non si annoi mai. La storia, pur breve, riesce a prendere e coinvolgere seguendo un filo narrativo lineare e semplice. Ottimo lavoro Federico Zampaglione!

Someone  @  04/09/2013 18:03:32
   7 / 10
Davvero una bella sorpresa!!!

Un horror italiano che di italiano ha poco/niente e che, finalmente, dopo decenni di buio assoluto (eccezion fatta per Avati e pochi altri) ripropone l'Italia al mondo con le credenziali dei fasti del cinema di genere di fine '70, primi '80.

Il film si presenta con un'ottima fotografia fin dalle prime scene.
L'ambientazione nebbiosa e totalmente naturale ci immerge fin da subito nell'atmosfera lugubre, pesante e claustrofobica che ci accompagnerà fino alla fine di questa interessantissima pellicola.

Immagini curate, musiche azzeccate (in certi punti debitrici ai Goblin), trama intrigante e ben congegnata, sceneggiatura e montaggio molto buoni, atmosfera fosca e malata, ambientazione e luci davvero straordinarie, zero nauseabondi effetti speciali digitali.
Cosa chiedere di più? E qui si passa ad elencare qualche difettuccio che magari avrebbe potuto essere accuratamente evitato:

RECITAZIONE: non è delle migliori, il protagonista non convince appieno anche se è sopra la sufficienza, mentre Karina Testa secondo me se l'era cavata molto meglio in Frontiers. Molto interessanti invece Nuot Arquint nella parte dell'inquietante e sadico torturatore, e i due cacciatori (di cui uno veramente spietato!)

QUALCHE FORZATURA DI SCENEGGIATURA:



Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Comunque ammetto che in questa pellicola i pregi superano di gran lunga i difetti. Tra l'altro la sceneggiatura non presenta particolari buchi ed il plot scorre coerente e lineare fino in fondo, permettendo un discreto grado di coinvolgimento.

Finale per niente banale, che permette una differente lettura del tutto.

In definitiva:
Un film che cita il primo Argento (almeno tre sono le scene tributo) pur surclassandolo di gran lunga. Quando si dice: 'l'allievo supera il maestro!'

Un grazie di cuore va a Zampaglione per questa coraggiosa piccola perla che porta una ventata di aria fresca all'ormai stantia 'realtà orrorifica' del nostro Paese, ridando all'Italia un orgoglio perso ormai da tempo.

Averne di horror così ai giorni nostri!

p.s.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

steven23  @  17/06/2013 20:48:07
   8 / 10
Incuriosito dai pareri discordanti letti su vari siti di cinema e, soprattutto, colpito in negativo dalle ultime pellicole di genere italiane che sono riuscito a vedere, ho affrontato questo Shadow con qualche riserva. Non ho nemmeno letto la trama quindi ero al buio, incosapevole di ciò a cui avrei potuto assistere.
Beh, raramente all'apparizione dei titoli di coda mi sono sentito così soddisfatto. Sui vari motivi che giustificano il mio apprezzamento uno li supera tutti, ed è il fatto che si tratta appunto di un film italiano. Già avere il coraggio di affrontare un genere che nel nostro paese è oramai alla deriva è apprezzabile, ma qui Zampaglione ha fatto di più, regalandoci (nella sua semplicità) un prodotto come non se ne vedeva da tempo.
La vicenda non racchiude in sé particolari innovazioni ma, come ho sempre sostenuto, un film non va giudicato solo dalla sua originalità, altrimenti il 99% degli horror sarebbe tagliato fuori. Qui il regista italiano sfrutta al meglio altri aspetti: innanzitutto si serve di un'ottima ambientazione, una vallata boschiva coperta da quella leggerissima foschia che le dona un convincente alone di mistero e soggezione.
Poi si serve bene delle paure, facendo leva sullo spettatore semplicemente utilizzando quelle più inconsce che si annidano nell'uomo. E infine, avvalendosi di un cast internazionale (tra i quali Karina Testa di Frontiers), si assicura delle interpretazioni perlomeno buone, il che è già un grosso punto a favore visto le performance regalate in altre pellicole di genere italiane (tra le tante, Il bosco fuori e l'inguardabile In the market).
Per concludere, ho trovato davvero inquietante l'antagonista di turno e ottimo il finale. Sarà che adoro finali sulla scia di questo, ma per me è la vera chicca del film.
Confermo il voto alto!! Il cinema horror italiano ha bisogno di incoraggiamento, specie se regala prodotti validi come questo!

Badu D. Lynch  @  10/04/2013 01:02:42
   8 / 10
Fallire nel cinema horror è facile, ma questo non è il caso di Federico Zampaglione.
Shadow è una boccata d'aria fresca e velenosa ; si, il film appaga e stordisce. Una malsana sorpresa che coinvolge lo spettatore. Una pellicola che omaggia l'horror italiano degli settanta e ottanta ; da Mario Bava a Lucio Fulci, passando per Dario Argento. Un'opera che ha il sapore, la forma e il colore dell'oscurità ; è il nuovo abbraccio italiano alle tenebre ; è una scommessa vinta con il cinema e, paradossalmente, persa con Il Male. Il film avvolge lo spettatore, lo conquista grazie ad una sceneggiatura brillante e ben scritta ; lo spoglia dalle sue paure primordiali, per poi cucirgli addosso delle nuove fobie ed inquietanti angosce. Tra i vari aspetti positivi della pellicola, non manca una più che buona fotografia e un'azzeccata, nonché disturbante, colonna sonora - firmata dallo stesso Zampaglione.
Il lungometraggio è (letteralmente) un incubo terrificante che si insinua silenziosamente sotto la pelle.
Shadow è un pugno inaspettato nello stomaco e, forse per questo, fa ancora più male. Il livido non passerà dopo i titoli di coda, ma ci terrà compagnia ancora per un pò.

3 risposte al commento
Ultima risposta 10/04/2013 13.54.40
Visualizza / Rispondi al commento
deliver  @  21/01/2013 21:27:42
   7 / 10
Buon horror diretto da Federico Zampaglione, che si avvale di un cast internazionale (anche la KarineTesta di Frontiers ) per confezionare un prodotto che tra citazionismo obbligato e spunti originali, riesce comunque a trovare una sua identità. Secondo me però, il vero momento clou della pellicola rimane non solo la camera delle torture (inquadrature deliziose e violenza sufficientemente contenuta e calibrata) ma il personaggio di Mortis interpretato dall'esordiente Nuot Arquint. Buon lavoro, Zampaglione dimostra di avere sguardo e di avere gusto. Peccato che Shadow abbia spesso ricevuto più critiche contro la persona dello stesso Zampaglione che non aderenti alla materia e sostanza del film.

Waiting for Tulpa !

Invia una mail all'autore del commento RubensB  @  07/01/2013 18:34:58
   6½ / 10
Alcune idee nuove supportano una trama non originalissima. cmq ben confezionato.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  30/09/2012 17:58:27
   6½ / 10
L'horror Italiano ritrova un po' di respiro grazie a Zampaglione che prende spunti da svariati film di genere, soprattutto "Un tranquillo week-end di paura" e i vari torture-film degli ultimi anni, ma riesce a coinvolgere il pubblico grazie al giusto mix.
Bei paesaggi, trucco efficace e cattivo credibile.
In questo genere di film spesso la differenza la fa il finale che in questo caso ribalta completamente la scena protraendo la discussione anche dopo la visione.
Forse retorico ma efficace.

John Nada  @  07/09/2012 02:58:23
   7 / 10
Piccola premessa: volevo complimentarmi co tutti quelli che nel commento hanno spoilerato a tutto spiano anche il finale. Mi chiedo a cosa serva a sto punto la funzione apposita che evita di spoilerare, mah.

Per quanto riguarda il film: non male considerando tutto (film italiano, Zampaglione non e' un regista di mestiere, il cast non e' eccezionale..), certo non tutto funziona alla perfezione, molte cose (in vista di film futuri) sono da limare ma ci sono sicuramente delle buone idee.


Aspetti positivi:

- una certa dose di tensione ben costruita
- alcune scene ad effetto girate bene e ben congeniate

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
- un villain a interessante a livello visivo
- attori che per un film italiano non sembrano dei cani
- un idea di partenza abbastanza interessante

Aspetti negativi:

- alcune scene girate male (a livello di riprese)
- un'idea di partenza abbastanza interessante ma poco originale

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER, ma (e' questo il problema maggiore) soprattutto gestita male (col megaspiegone che vuole spiegare tutto ma lo fa in maniera banale e didascalica, non colpendo lo spettatore come dovrebbe)
- molte citazioni (il che e' un bene) ma a tratti il tutto sa troppo di scopiazzatura
-alcune trovate un po' cosi'...




Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Sarebbe da 6,5 ma aggiungo mezzo voto per le motivazioni scritte all'inizio del commento

lloydalchemy  @  04/08/2012 19:19:02
   7 / 10
devo dire che mi a veramente stupito questo film, c'è tensione qualche scena cruenta e un pizzico di pazzia.
La regia a fatto un ottimo lavoro e gli attori se la cavano egregiamente strano vedere una pellicola italiana prendere dei voti positivi speriamo di andare sempre su questa via (almeno con alcuni film) guardatelo non ve ne pentirete.

76eric  @  07/07/2012 00:33:41
   8 / 10
Appena finito di vedere...., beh, è una pellicola ultracitazionista, a ( quasi) ogni fotogramma fà venire in mente questa o quell' altra pellicola, persino il video Karma Police dei Radiohead.

Tralasciando alcune situazioni un pò improbabili, clichè triti e ritriti e tempistiche su a chi tocca prima e a chi dopo, ( tanto a queste cose abbiamo fatto il callo) è sorprendente come Zampaglione riesca ad incastonare in così poco tempo l' orrore sconvolgente che può provocare un conflitto, in un incubo tipico da film horror dove sempre il tema della guerra ha il suo filo conduttore.

E qui veniamo al sinistro figuro di Mortis, l' immagine della Morte, colui che si vendica (?) di coloro che hanno ucciso a sua volta, i soldati. Ma chi è costui? Molto azzeccato il contrasto dato dall' immagine emaciata che ricorda molto (ahimè) la condizione delle vittime dell' olocausto, e l' ospedale bunker sotterraneo, teatro di esperimenti genetici (?), dove non è un caso che il giovane protagonista ritrovi dei reperti legati al periodo nazista.
E' così che Zampaglione, per l' incubo di David, sceglie i suggestivi boschi del tarvisiano, ed immagina questo sperduto bunker nel quale, prima della parte finale rivelatrice, non ci fà capire se il villain sia stato un mancato provetto Mengele o un solitario superstite agli orrori nazisti, pronto a ripagare con la stessa moneta coloro che ne invadono il territorio.
Fatto stà, che era da parecchio tempo che non ricordavo un boogey-man degno di nota, ed il volto inquietante di Mortis, la sua mimica facciale, lascia il segno. Eccellente l' attore che lo impersonifica.

Fantastica l' immagine che trasuda sporcizia e malsano data dai corridoi dell' ospedale scavati nella roccia, un plauso alle sonorità che accompagnano alcune immagini del film. Musiche davvero ben fatte e dosate, che ricordano vagamente il modo nostrano di fare Cinema di genere anni '70.

Ero scettico ed invece per il Cinema italiano questa è veramente una sana boccata d' ossigeno. Bravo Zampaglione, in quest' opera si vede tutta la sua passione per il (nostro) tanto amato genere. E che sia un arrivederci. Mezzo punto in più.

Nembo  @  28/06/2012 18:57:45
   7½ / 10
La cosa bella è che non sembra italiano... è brutto da dire ma alla fine è così.

Pochi sono infatti i prodotti nostrani degni di essere chiamati film... questo è un bel film. L'unica pecca è che dura poco... per il resto, anche se durante la visione tante cose appaiono un po' grossolane, alla fine tutto diventa chiaro... e finalmente si capisce il perchè di tante scelte del regista.

Comunque consiglio la visione, meglio se priva di pregiudizi... Mezzo voto in più per la nazionalità del prodotto.

dagon  @  15/06/2012 19:47:35
   6 / 10
è il classico film che di per sé non è niente di che, però poi uno pensa: "vabbè in fondo, dai, per essere italiano...". Nella totale mancanza di film di genere, questa incursione nell'horror di Zampaglione è comunque uno sforzo da non distruggere. Nel complesso, migliore di molti dei film americani a cui si ispira per le atmosfere, si può vedere senza gridare al miracolo ed apprezzando anche una regia che non è affatto male. Senza guizzi ma più che decoroso.

nyc93  @  15/06/2012 16:06:45
   6 / 10
mi piaciuta la prima parte, nella seconda cala un pochino...tutto sommato niente di che..

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  02/06/2012 10:33:44
   7 / 10
Non lo faccio mai ma riprendo un passo della bella recensione di Oh Dae che invito tutti a leggere, specie i detrattori accaniti.

"Il film ha avuto grandissime difficoltà di distribuzione e, una volta uscito, non è rimasto nelle sale più importanti che per più di due settimane. Fa specie che film orribili come ad esempio "The final destination" godano di straordinaria pubblicità e distribuzione, mentre ottimi prodotti, come "Shadow", per giunta italiani, siano completamente abbandonati a sé stessi."

Senza esagerare, non ci troviamo di fronte ad un capolavoro e questo credo lo abbiano capito tutti, Zampaglione in primis (alla sua seconda opera e primo horror). Ma che al suo confronto oggi tutta la produzione di genere italiana, a parte qualche underground, impallidisca, è un dato di fatto incontrovertibile.
Mi verrebbe da dire che non ha nulla da invidiare ai vari Saw e appunto Final Destination per cui ha la fortuna di essere un unico capitolo invece di usurarsi in una lunga e ripetitiva saga. Ma gli ameriCani preferiscono giudicare dai trailer, basta vedere i commenti per rendersi conto di quanta spocchia e presa in giro susciti un timido tentativo italiano di uscire fuori confine, peraltro fatto anche con una certa classe.
Difatti tecnicamente non sembra un film italiano: girato in lingua inglese (e doppiato benissimo), atmosfere boschive fantastiche, citazioni forse solo nel finale fin troppo palesate (Allucinazione Perversa, ma ci può stare), recitazione non da cani, fotografia ottima e interessanti spunti di regia. Direi che a parte quel quarto d'ora iniziale di preparazione, abbastanza piatto ed inutile, poi si entra in una storia psichica con il sottofondo della guerra irachena, che riesce a non risultare pretestuoso, forzato o "sprecato" in un film di genere come è Shadow. Davvero fantastico il villain, da pelle d'oca.
Magari il titolo, ecco, quello poteva essere cambiato ma alla fin fine questa non è una pellicola che gode di chissà quale originalità, sia chiaro. Eppure ce ne fossero e non solo in Italia (ma soprattutto qui)...

Grazie ai distributori italiani anche per aver messo sotto Shadow il sottotitolo "L'Ombra". Come faremmo senza di voi!




Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

2 risposte al commento
Ultima risposta 03/06/2012 14.52.04
Visualizza / Rispondi al commento
BlueBlaster  @  31/05/2012 12:41:52
   7½ / 10
Davvero bella sorpresa, segno che anche qui l'horror a volte funziona...veramente bravo Zampaglione a mettere su questo prodotto, davvero notevole il reparto tecnico di questo film: location, musiche, fotografia ed inquadrature!
Bella storia...qualcosa di già visto ma che non cade nella banalità grazie anche ad attori convincenti, non fatevi bloccare perché è italiano perché non si nota!

C.Spaulding  @  30/05/2012 01:23:03
   7½ / 10
Bel film. davvero inquietante. Zampaglione ha colto nel segno !!

Signor Wolf  @  28/05/2012 00:53:51
   5 / 10
parte bene e finisce male

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  06/05/2012 15:26:18
   6 / 10
Discreto horror, un po' troppo schematico ma ben fotografato. Godibile.

Nudols85  @  04/05/2012 16:02:46
   6 / 10
Pensavo di peggio invece il film è Gradevole..e ha i suoi momenti di suspance e tensione..bravi gli attori...e bellissima la fotografia..da incanto e nei momenti cupi...da vero Horror..si perde un pò nel Finale e per quanto riguarda le Musiche che sn veramente lofie e non riescono a trasmettere ciò di inquientante ci dà il video!!! comunque Buono.

Jolly Roger  @  04/05/2012 09:38:08
   7½ / 10
Mi è proprio piaciuto questo film. E' fatto bene, veloce, colpisce nel segno, intrattiene e strappa anche una riflessione.

Dai primi minuti si capisce che questo film ha qualcosa in più degli altri. Le inquadrature delle montagne, con il cielo tinto di grigio, il vento, quel sottofondo di musica un po' inquietante, mi ha ricordato le splendide inquadrature dell'inizio di Phenomena, con quei prati verdi e quella casa isolata, malvagia, in mezzo al nulla. O Shining: là c'era l'automobile di Jack, ripresa dall'alto, che si avviava, in mezzo ad una natura spettacolare, verso l'Orrore. In Shadow, lo stesso accade per il protagonista, che ripreso dall'alto appare piccolo piccolo, mentre sfreccia sui sentieri di montagne mozzafiato. Ma nel contempo si ha la sensazione di qualcosa di grosso che incombe. Qualcosa di brutto, che stride con la bellezza del panorama intorno.

Sarà che amo la montagna, essendo nato nel verbano, ma questo inizio mi è piaciuto moltissimo: trasmette quella solitudine che solo la montagna può darti, carica di la calma, serenità, bellezza.
La montagna è l'unico lato del mondo che è rimasto ancora selvaggio, perlomeno in Europa ovviamente. Conserva ancora in sé stessa il cuore della natura. Quando si incontra qualcuno, in montagna, ci si saluta, anche se non ci si è mai visti prima e non ci si conosce, forse perché ci si sente come due anime che si incontrano in un paradiso.

È assolutamente improbabile, naturalmente, fare incontri sbagliati in montagna. Però, magari capita che ti trovi da solo, dopo aver camminato per ore su un sentiero che ti ha portato lontano da tutto e da tutti. L'ultima baita l'hai lasciata chilometri dietro di te, insieme all'ultima persona che hai incrociato. Cominci a sentire quella sensazione che va oltre la solitudine, che è la percezione della lontananza fisica dal mondo.
In altre parole, sei solo, ma nel senso più materiale del termine: cioè, sei solo qualsiasi cosa succeda. Nessuno può sentirti o aiutarti se succede qualcosa. Se cadi e ti fai male, o se incontri le persone sbagliate…

Su questa paura inconscia gioca il film, quando ci presenta i due cacciatori, alias i Due Simpaticoni.
Noi cresciuti nella civiltà, non possiamo tollerare che, in un solo secondo, tutto quello che abbiamo come bagaglio civile possa frantumarsi, di vederci trasformare da persone con regole principi e sicurezze, a prede di carne in fuga, di vedere le nostre certezze squarciate mentre il nostro mondo, come noi lo conosciamo, è troppo distante da noi per poterci soccorrere.

Il film mi è piaciuto molto. Gli attori sono stai bravi, tutti. Particolarmente calati nella parte gli attori che interpretano i due cacciatori. Sono stati scelti anche bene, direi. I loro tratti somatici rispecchiano persino i caratteri dei due personaggi che interpretano. Che sono, più o meno…direi…quelli di un grizzly e di una faina.

Karina Testa è Karina di nome e di fatto (battuta davvero idiota, lo so). Me la ricordavo in Frontiers, direi quindi che è una calamita per killers. Molto brava.

Traspare in maniera evidente il senso anti-guerra del film. La metafora:

Montagna = libertà

Guerra = prigionia, tortura


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Comprendere questa metafora montagna / guerra significa capire il senso del film, significa aprire entrambi gli occhi come fa il protagonista...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

3 risposte al commento
Ultima risposta 08/05/2012 11.39.49
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI paul  @  30/04/2012 02:05:40
   8 / 10
Sorprendentemente bello questo horror di Zampaglione, a cominciare da una superba fotografia come poche se ne vedono in Italia al giorno d'oggi. Girato in inglese (come si faceva un tempo, quando il cinema nostrano contava qualcosa nel mondo) e dalla location e ambientazione incerta, Shadow divertirà e non deluderà gli amanti del genere.

Certo, il regista avrebbe potuto spingersi oltre, ed il finale, chiaramente un omaggio ad Ambroce Bierce e Bergman, sa appunto di già visto. Ma di fronte alle banalissime e scontate commedie che stanno distruggendo il nostro cinema, ben venga il ritorno dei film di genere.

Dante69  @  10/04/2012 00:43:08
   6 / 10
non male come horror italiano , da molti anni non se ne vedeva uno fatto così bene , però ha le sue pecche ,in prims il finale che non mi sarei mai aspettato ed è alquanto inproponibile e poi alcuni dialoghi un pò banali , cmq non male come horror italiano.

TimBart  @  29/03/2012 20:28:31
   5 / 10
Dopo aver letto la recensioni comincio davvero ad avere dubbi su chi scrive qui :)
Shadow di Zampaglione... avevo sorvolato sul primo film... Horror, torture movie, il nuovo Dario Argento, la rinascita del genere in Italia... Ma dove? Tecnicamente a livello dei vuoti film di genere che ora stanno producendo a fiotti in USA e l'idea di partenza ci starebbe, ma poi alla fine suona come giustificazione all'insipidezza della scrittura e del villain di turno, ovvero lì dove avrebbero dovuto puntare. Tanti luoghi comuni, poca, anzi pochissima cattiveria, per un film ben girato... e basta.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

3 risposte al commento
Ultima risposta 29/03/2012 21.18.00
Visualizza / Rispondi al commento
barbuti75  @  15/03/2012 01:32:25
   7½ / 10
Bella seconda pellicola di Zampaglione che riesce nell'esperimento di unire le atmosfere lugubri alla "Blair Witch Project" nella prima parte, al filone argentiano nella seconda. Non ci sono le inesattezze narrative che qualcuno ha lamentato, ma bisogna calarsi in un mondo onirico fatto di visioni. Spaventa molto di più la prima parte, dove il vedo-non vedo crea quell'atmosfera tesa e carica di tensione da brivido. Scade un po' nella parte centrale dove il villain ci viene mostrato per quello che è. Si riprende nel finale con un'uscita degna di "Allucinazione perversa". La strada è quella buona e se Zampaglione continuerà così, l'horror italiano potrà avere le sue possibilità di crescita ed espansione anche all'estero. Consigliato!

francesco81  @  13/03/2012 09:37:37
   5 / 10
il film, per essere un horror italiano , devo dire che è uscito fin troppo bene!!! soprattutto se il regista ha provato ( senza troppi risultati ) a fare il cantante per parecchi anni. pero' sinceramente, a parte fotografia e ambientazione , il resto è pura schifezza. la trama è paradossale . cacciatori che sparano all'impazzata. la ragazza che sparisce a meta' film!, tre che si ritrovano legati improvvisamente da una sola persona che pesa si e no 30 chili!!! come ce l'avra' portato un obeso di 110 chili???? poi infine zampaglione ci spiega tutto!!! è un sogno. ba' un po pochino.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Peter Lyman  @  25/11/2011 19:12:09
   7 / 10
Carino, anche se nella recitazione di qualche attore troviamo forse una pecca di troppo. Bello il messaggio metaforico del regista, film nel complesso ben costruito e girato.

WildHorse  @  10/09/2011 18:38:53
   7½ / 10
Non si capisce il perché la critica sia divisa, forse perché è un prodotto italiano e ci si aspettava di più? Nel complesso il film è da 7 e mezzo, più che buono. Il messaggio di fondo è notevole e il marchio del regista si vede, ci vuole trasmettere la sua idea e ci riesce benissimo. L'horror è solo un pretesto, un'illusione, una valvola di sfogo per sfuggire a una realtà ancora più orrenda.
Bravo Zampaglione, hai imboccato la strada giusta.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  27/07/2011 12:14:26
   7½ / 10
Ottimo lavoro! Un bell'horror tutto italiano, girato molto bene e mai noioso!
Gli interpreti mi sono piaciuti molto, e sono rari gli attori italiani bravi quando sconosciuti; il villain è davvero inquietante e ha uno sguardo particolarmente ipnotizzante. Le torture sono (finalmente!) disturbanti, e non perché sadiche, ma perché il bravo regista sa come centrare il bersaglio, ovvero: mai mostrare troppo e lasciare che sia un'operazione lenta e realistica, senza esagerare.
Per concludere posso dire che è una pellicola sicuramente da vedere, una speranza dell'horror italiano.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

vodici  @  29/05/2011 16:51:33
   4 / 10
Ho sentito parlare molto di questo film e quasi sempre con commenti più che positivi. Così alla fine ho deciso di vederlo e… il mio giudizio discorda completamente con quello della "massa popolare". Buona la direzione di Zampaglione, regista in grado di tenere sulla corda lo spettatore in varie scene, anche se un paio di cose mi hanno lasciato davvero perplesso.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Per tutto questo non posso essere assolutamente d'accordo con le analisi di tante altre persone, a cui il film è piaciuto. Vorrei vedere Zampaglione alle prese con un soggetto di maggiore spessore. Le qualità ce le ha! Infine do un voto in più per le magnifiche scenografie (splendide davvero alcuni paesaggi di montagna).

2 risposte al commento
Ultima risposta 16/09/2018 14.54.48
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento Il Cartaio  @  22/05/2011 04:14:20
   5 / 10
Film così così, prima parte piuttosto noiosa mentre la seconda se bene più sanguinosa e adatta al genere horror da luogo a situazioni esageratamente surreali. Gli ultimi 5 minuti rivalutano quasi tutto il film grazie alla bella trovata per il classico colpo di scena finale, elemento inmancabile in questo genere di film. Bellissime le ambientazioni di montagna. IL CARTAIO

Hyspaniko9  @  26/04/2011 00:47:54
   4 / 10
Ho provato davvero un forte dispiacere nel vedere questo film, l'idea era buona, il anche, il tutto va a perdersi negli ultimi minuti, e raggiunge un limite che non doveva superare, il film poteva essere sviluppato meglio e poteva essere spiegato maggiormente, niente di tutto ciò, un tentativo riuscito molto male.

testadilatta  @  18/02/2011 20:05:00
   8 / 10
Buono davvero questo film.
Zampaglione ci offre una bella prova di regia, da apprezzare ancora di più poichè basata su una sceneggiatura non molto profonda e originale.
Quello che sorprende è la tensione che il regista riesce a creare partendo da una prima parte abbastanza tranquilla fino a terrorizzarci con l'arrivo di Mortis e facendo tornare i conti col finale.

Da ricordare la prova superlativa di Nuot Arquint nella parte di Mortis:
gli bastano 5 minuti di scena per umiliare gli ultimi boogeyman dei vari remake in un colpo solo.
Un personaggio e un interpretazione che rimane in testa per sempre (basti vedere le varie espressioni mentre Mortis gira la manopolina del letto di tortura...) LEGGENDARIO!

BraineaterS  @  16/02/2011 20:07:31
   7½ / 10
Non male, davvero. Zampaglione ci sa fare, ha realizzato un film non scontato, abbastanza serio, ma non pesante.
Ad un cero punto sembra che cada nel classico torture porn, ma poi prende un'altra direzione.
Il finale è inaspettato e lascia un po' lì...

Gruppo COLLABORATORI SENIOR jack_torrence  @  07/02/2011 19:40:14
   6 / 10
La rivelazione finale rischia di farci incorrere nel "tranello" di giudicare con favore, retrospettivamente, il film, per un suo contenuto "politico" che sinceramente mi sembra pure apprezzabile, ma un pochino furbo e pretestuoso.
Tuttavia il film non è affatto male: e per quanto - a conti fatti - si apprezzi più che altro come esercizio di genere, come sfizio del suo autore, ha dalla sua una costruzione della tensione, nella prima parte, davvero rimarchevole sotto molti punti di vista (ambientazione, resa dei tratti fondamentali dei personaggi principali). Nella seconda parte (horror), il film sconta il prezzo di piegarsi alla moda (?), al filone slasher dei vari "Saw" e "Hostel": senza tuttavia gli eccessi di questi ultimi (forse per timidezza; forse per compromesso?).

Il modello di riferimento vede la ripartizione dei caratteri fra:
1) personaggi "buoni e malcapitati" con cui identificarsi (senza riserve, in questo caso: al film di Zampaglione manca la forza di alludere a un "male" sotterraneo in essi latente);
2) personaggi "brutti, sporchi e cattivi" (visualizzazione, rozza e grossolana, della brutalità di certi individui particolarmente rozzi e grossolani);
3) una malvagità profonda e totale, spiazzante, che trascende il male che possono immaginare o fare i personaggi di cui al punto 2, e di cui anch'essi possono essere vittime.
Nulla di innovativo; calchi già esistenti; nessun approfondimento. Però il film resta un esercizio di stile ben fatto; a suo modo godibile, per chi ama il genere (personalmente ho gustato meno la seconda parte, anche perché mi è sembrata priva di vera "necessità" espressiva. In essa, più dei pretestuosi riferimenti alle dittature, ho semmai apprezzato, visivamente, il banchetto imbalsamato Psyco-style).

Di base, contiene un'eco di "Un tranquillo week end di paura".

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR 1819  @  05/02/2011 17:31:51
   5 / 10
Non ci siamo, la storia pur non brillando per originalità potrebbe anche convincere ma è poco sviluppata, basti vedere l'esigua durata della pellicola.
Le musiche, fondamentali in questo genere, dovevano essere più definite ed incisive. Il finale è abbastanza disarmante.
Non una schifezza, ma di certo -ora come ora- Zampaglione non è il nuovo messia dell'horror italiano.

Invia una mail all'autore del commento ziokartella  @  02/02/2011 13:50:53
   5 / 10
Zampaglione deve salvare il cinema horror italiano? ma per piacere....

Comunque sempre meglio di tante porcate (soprattutto made in USA) che si trovano in giro.

Christian80  @  26/01/2011 00:09:57
   4½ / 10
Parte bene,ma finisce male.Film a dir poco scialbo,privo di scene di suspance.Se potete evitatelo.

Adremingineb  @  23/01/2011 10:18:12
   10 / 10
Non capisco perchè così tanti commenti negativi per finalmente un Horror ITALIANO con la H maiuscola??
Come dice la recensione di filmscoop il film è da 8, ma mi permette di dare un voto in più per le bellissimi musiche e scenografie, e un altro punto in più perchè è un film Italiano (vi ricordo che in italia il cinema è morto!)

statididiso  @  14/01/2011 15:55:36
   3½ / 10
non è chiaro dove volesse andare a parare Zampaglione...poi i quadri di Hitler,Stalin e G.W.Bush sanno di facile retorica...Mr. "The Shadow" è un personaggio privo di mordente tanti sono i sosia per aspetto e modus operandi (il "Buffalo Bill" di Jonathan Demme, per esempio)...il meccanismo, copiato male tra l'altro, è quello di Adrian Lyne in "Allucinazione perversa", con rimandi a Lynch...bella la fotografia però, tanto da sembrare un prodotto hollywoodiano...L

3 risposte al commento
Ultima risposta 29/03/2012 20.30.42
Visualizza / Rispondi al commento
atreides  @  07/01/2011 21:21:20
   7½ / 10
apprezzabile, considerato il fatto che zampaglione non lo fà di mestiere il regista,poco budget ma idee chiare, sicuramente non avrà certo il seguito di certi cinepanettoni.......

kossarr  @  28/12/2010 06:31:49
   4½ / 10
Spoiler o non spoiler questo film è fatto con le chiappe.
La storia è banalissima, porcheria trita e ritrita.
Non ha un senso il fatto che un anoressico malato terminale sia così minaccioso e poi il colpo di scena finale... fa ridere!
Meno schifoso di altre ****** italiane che ho visto ma vale proprio poco.
Evitatelo!

ide84  @  27/12/2010 22:46:34
   5 / 10
Mah, purtroppo mi ha deluso. Forse avevo troppe aspettative. Non mi ha coinvolto per niente, l'ho trovato banale e scontato. O forse il problema è di qualche s*tronzo qua sotto.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Aztek  @  27/12/2010 01:05:07
   7 / 10
Ogni tanto è una piacevole sorpresa vedere un horror ben fatto proveniente dalla nostra Italia, certo questo film di Zampaglione non regge il confronto con altri grandi horror europei degli ultimi anni provenienti da Spagna e Francia, ma almeno speriamo che sia come una pietra lanciata in uno stagno e dia una scossa all'horror italiano oramai addormentato da un bel pò di anni.
Il film intrattiene molto bene nonostante la sceneggiatura non sia originalissima; la realizzazione di alcune scene è ben fatta e si percepisce un buon livello di tensione, spiazzante il finale.
Buon prodotto made in Italy.

JIGSAW  @  18/12/2010 06:48:47
   6 / 10
Mi aspettavo di piu' da questo film invece altro non è che la solita zuppa riscaldata...

gandyovo  @  15/12/2010 14:11:17
   7 / 10
il film scorre bene, le riprese dei bikers nella foresta sono davvero belle e il colpo di scena finale è il giusto epilogo per levarci le gambe.
La regia è buona, la fotografia qualcosa di più, gli attori non sviliscono la sceneggiatura. l'argomento guerra e le paure che di sicuro porta dietro di se viene affrontato e quindi in definitiva, il buon Zampaglione si conferma e secondo me si migliora rispetto all'esordio, che peraltro a me era piaciuto più che a altri (visto la media di nero bifamiliare). NON UN HORROR. da vedere sicuramente.

chem84  @  14/12/2010 14:25:18
   8 / 10
Un sorprendente Federico Zampaglione si dedica all'horror e fa centro.
Nonostante l'infruttuosa battaglia contro gli spoiler, "Shadow" è risultato essere un film efficace e coinvolgente, seppur non propriamente innovativo; il regista infatti attinge molto da altri prodotti più o meno illustri, ma lo fa in maniera sapiente e costruttiva. Una vicenda all'apparenza semplice e di breve durata viene poi utilizzata per più ampie considerazioni su guerra, colpevolezza e quant'altro, attraverso riferimenti più o meno riusciti e captabili.
Chiaro, ci saranno pure situazioni che all'inizio potrebbero far storcere un po' il naso, ma si soprassiede volentieri, anche in virtù di ambientazioni e paesaggi straordinari e musiche decisamente appropriate per l'occasione. I personaggi sono inoltre molto azzeccati (citazione d'obbligo per la prestazione di Nuot Arquint, figura difficilmente dimenticabile in breve tempo e per la ragazza, che già in "Frontiers" ha avuto la possibilità di prendere confidenza con l'ambiente) e le recitazioni appaiono convincenti.
In mezzo a tanta spazzatura italica, film del genere non fanno altro che bene.

John Carpenter  @  11/12/2010 17:00:14
   6 / 10
Ma quanto mi ha deluso questo film!! Ne avevo sentito parlare come la rinascita dell'horror italiano, e invece scopro che dobbiamo fare ancora passi da gigante.
Sicuramente Zampaglione merita tutto il rispetto per aver osato in una realtà dove di horror non ce ne sono (apparte chiaviche come Imago Mortis e altri), ma il prodotto è molto modesto.
Peccato perchè il lato tecnico è decisamente buono e non ha nulla da invidiare ad altri prodotti europei più costosi: bellissime le ambientazioni, le musiche, la fotografia sempre cupa, il cast internazionale è decente, e gli effetti speciali pure.
Quello che delude è la storia, sempre la stessa solfa, e neppure il finale mi ha tanto entusiasmato.
Secondo me un'occasione sprecata.

Phelps  @  08/12/2010 20:59:11
   5 / 10
Come idea di base non sarebbe male, anche perchè è una scopiazzatura (neanche troppo convincente) di altri film del genere, su tutti

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER. Nel complesso c'è veramente poco, e non mi riferisco solo al numero complessivo degli attori presenti

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER.
Dialoghi elementari e situazione assurde non si possono giustificare semplicemente col fatto

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Salverei solo la fotografia e le musiche, per il resto Zampaglione torni a fare canzoncine e lasci fare i film a chi li sa fare.Purtroppo in Italia abbiamo la mania di fare tutto tutti per forza.

paride_86  @  08/12/2010 16:50:37
   6 / 10
Federico Zampaglione è nettamente migliorato rispetto al suo primo film, anche se questo non è un risultato eccelso. Tuttavia l'argomento e il modo in cui è stato girato meritano la sufficienza, soprattutto l'idea, la musica e la bella fotografia. I difetti, però, si vedono tutti: poca tensione, colpi di scena un po' triti e - cosa fondamentale per un film di questo genere - poco spavento.

ifry  @  06/12/2010 15:50:55
   7 / 10
non mi aspettavo un film del genere da Zampaglione. Anche se la storia la trovo un pò forzata, essendo un film horror, ci stà. mi son incollato allo schermofin dai primi minuti. Un'atmosfera inquietante che non ti abbandona più.
merita di essere visto.

Vimark  @  01/12/2010 20:42:26
   8½ / 10
Complimenti al regista che ha sfoderato questo bel prodotto!
Tensione e ansia contraddistinguono tutto il film dal primo all'ultimo minuto. Bella l'atmosfera naturalistica della prima parte, senso di claustrofobia nel mezzo e nel finale. Piuttosto a sorpresa il finale.
Rende giustizia al genere horror (anche se le immagini cruente sono poche) non sempre caratterizzato da prodotti all'altezza delle aspettative negli ultimi tempi. Lo consiglio a tutti gli amanti del genere e non solo.

Invia una mail all'autore del commento bleck  @  01/12/2010 19:52:49
   6½ / 10
incoraggiante il primo film di zampaglione, dimostra un certo talento che va sicuramente incoraggiato, alcune fasi del film andrebbero perfezionate meglio, ma il film è un decoroso prodotto, se paragonato all'ultimo di dario argento (giallo) è un capolavoro...

1 risposta al commento
Ultima risposta 15/12/2010 14.14.58
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento fadefa  @  01/12/2010 19:31:11
   1 / 10
Cioè ma stiamo scherzando? Il nuovo horror italiano? Forse il nuovo B-MOVIE italiano... Ma partiamo dall'inizio: Federico Zampaglione alla regia, vabè dico, non ci penso neanche a vederlo. Ma dopo leggo commenti qua e la su vari siti e mi decido a vederlo: non l'avessi mai fatto.
Punto primo: il genere. Questo sarebbe un horror? Cioè ho rischiato di addormentarmi, e lo dice uno che dopo aver visto quella ****** pazzesca di paranormal activity ha passato una notte insonne.
Punto secondo: i dialoghi. Dialoghi? ...quali dialoghi? Ah già, quelle due paroline appiccicate là, lasciamo perdere...
Punto terzo: errori e incongruenze. La lista è lunghissima ma il film è pieno di errori e incongruenze, comunque questo non ha influito sul mio voto, l'ho scritto giusto per farlo notare.
Punto quarto: il tipo pelato. Introdotto malissimo, ancora riesco a capire se sia un alieno o hitler che è sopravvissuto alla guerra mondiale.
Punto quinto: fotografia. La cosa migliore di questo film senza dubbio
Punto sesto: durata. Un film che dura manco 1h15, ma cos'è un telefilm? E sprecateli 5 minuti in più e spiegate meglio la storia, e che 'cce vò.
Punto settimo: torture. La parte che mi aspettavo di più dopo aver visto il trailer. Le scene di tortura sono 3. Contate. Vedetevele al trailer che fate prima.

CyberDave  @  28/11/2010 11:27:23
   5½ / 10
L'idea non mi dispiaceva, mischiare il fatto che i protagonisti fossero prima braccati dai cacciatori e poi da qualcosa che non conoscevano, ora vado avanti nello spoiler. cmq lo consiglio agli appassionati del genere solo per vedere qualcosa di diverso. Idea non male ma bello solo il finale, per me non arriva alla sufficienza anche se non boccio il regista ma attendo altri film per valutare.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Mothbat  @  17/11/2010 18:22:47
   7½ / 10
Nello squallido e sconfortante panorama nostrano odierno caratterizzato da Muccini, Moccietti e Mocciosetti, spunta finalmente un film innovativo, che poi innovativo non è, ma è senza dubbio da considerare come un buon inizio per il giovane Zampaglione, che già al suo primo lavoro dimostra di avere un certo talento registico, oltre che buone idee.
Questo film ha dalla sua ottimi momenti di suspense che culminano in delle atmosfere cupissime e molto affascinanti, dove l'arcigno e mefistofelico Nuot Arquint gioca un ruolo fondamentale. L'unica pecca rimane il finale un po' azzardato, ma in fin dei conti non ci rimane che ringraziare Zampaglione per aver tentato di aprire uno spiraglio di speranza in un mare di mestizia e desolazione.

corey  @  17/11/2010 17:25:03
   7½ / 10
E bravo Zampaglione,un horror italiano ben fatto tanto da sembrare americano, anzi non ha nulla da invidiare a molti horror americani che escono ultimamente nelle nostre sale..Bella la fotografia, inquietante lo psicopatico torturatore e attori credibili..Gran trovata il finale, un'allegoria della vita e della morte durante la guerra assolutamente azzeccata..

despise  @  15/11/2010 10:40:41
   7½ / 10
" .....vieni c'è una strada nel bosco
il suo nome conosco vuoi conoscerlo tu...."

Era ora.
Finalmente un horror italiano con l' H maiuscola.
Finalmente un horror italiano con una fotografia decente.
Finalmente un horror italiano con una regia professionale.
Finalmente un horror italiano con un cast di buon livello.
Finalmente un horror italiano che possa competere a livello europeo.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
P.S. = ho dimenticato quello da cui ero partito: una colonna sonora azzeccatissima...

BrundleFly  @  15/11/2010 10:39:53
   6 / 10
Un 6 di incoraggiamento affinchè questo film serva da esempio per far uscire il cinema italiano dal suo torpore fatto o di "drammoni familiari" alla Muccino o di "commedie i****e" alla Vanzina.; un film finalmente diverso e con uno stampo internazionale.
Zampaglione se la cava bene come regista, sicuramente meglio che come cantante (ma questi sono gusti musicali personali) e i suoi rimandi al cinema di Dario Argento, soprattutto nella seconda parte, sono palesi.
Storia niente di eccezionale e abbastanza confusa

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER.

Ciaby  @  12/11/2010 20:36:15
   4 / 10
Tremenda vaccata.
Il leader dei Tiromancino se la cava con la regia, non c'è che dire, e la fotografia è magistrale. Ma i pregi finiscono qui.
Prevedibile, con una sceneggiatura flebile e furba, con una trama che fa sbattere la testa contro un muro, noiosissimo, senza scossoni. Latita anche nel ritmo, nelal struttura della storica, nell'analisi psicologica di personaggi antipatici come la peste. Brutto.

rob.k  @  07/11/2010 17:23:24
   7½ / 10
ebbravo Zampagliò! Un horror ITALIANO fatto da un cantante diventato regista sembrerebbe la premessa di un disastro. E invece no. Molto buona la realizzazione, trama semplice e poco articolata (del resto è un horror e non un thriller...) ma che non guasta.

Piccoli difetti in cui casca:


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Imparate, francesi...

dibinho  @  07/11/2010 14:36:46
   6½ / 10
Non mi è dispiaciuto, coinvolgente che riesce a trasmettere quel senso di paura.. Direi ottima fotografia veramente belli i paesaggi montani, bene anche musiche e attori.
Non un filmone ma penso che sia un film da vedere x gli amanti del genere!!

Cannibal Bunny  @  04/11/2010 00:07:47
   6 / 10
Pensavo meglio, anche se si mantiene allo stesso livello delle altre pellicole del filone (che siano francesi, americane o altro); difatti questo potrebbe essere benissimo un loro prodotto (a parte la colonna sonora, squisitamente argentiana, così come alcune scelte registiche), decisamente ben confezionato per trattarsi di un'opera italiana (di oggi).
Nuot Arquint è favoloso, ha una mimica facciale veramente da cattivo ed è perfetto per la parte. La tensione purtroppo è inesistente e il film dura veramente poco. L'interesse attorno al suo personaggio cresce inevitabilmente, ma le premesse non vengono mantenute a causa di una pessima scelta finale che non mi è piaciuta per niente. Capisco la metafora sull'orrore della guerra, ma il film così ne ha risentito moltissimo.
Complimenti comunque a Zampaglione, che fa rivivere in parte il cinema dell'orrore che fu, e fa ben sperare per il futuro.

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

12 soldiers14 cameras1938 diversi211 - rapina in corso22 julya kashaa modern familya quiet passiona tramway in jerusalem
 NEW
a voce alta - la forza della parolaacusadaadam und evelynamanda (2018)american dharmaamiche di sangueant-man and the waspaquarelaarrivederci saigonat eternity's gatebent - polizia criminalebetes blondesbig fish & begoniablu profondo 2blue kidsboarding schoolbreaking incadaver (2018)camorra (2018)carmine street guitarsc'est ca l'amourcharlie sayschiudi gli occhicome ti divento bella!continuercrazy & richdachradark crimesdark halldead triggerdead women walkingdeideslembrodie in one daydie in one day - improvvisa o muoridiva! (2017)
 NEW
dog daysdomingodon't worrydoraemon il film - nobita e la grande avventura in antartidedoubles viesdragged across concretedriven (2018)due piccoli italianiel pepe, una vida supremaemma peetersequilibrium - the film concertescape plan 2 - ritorno all'infernoestate 1993favola (2018)fino all'inferno (2018)fire squad - incubo di fuocofotograffreres ennemisgli incredibili 2gli ultimi butteri
 NEW
gotti - un vero padrino americanohappy lamentohereditary - le radici del malehostilehotel transylvania 3 - una vacanza mostruosahurricane - allerta uraganoi villeggiantiil banchiere anarchicoil bene mioil fiume (2018)il giorno che ho perso la mia ombrail maestro di violinoil ragazzo piu' felice del mondoil sacrificio del cervo sacroil tuo ex non muore maiio, dio e bin ladenippocrateisis, tomorrow. the lost souls of mosuljinpajose'joy (2018)
 HOT
jurassic world - il regno distruttola ballata di buster scruggsla bella e le bestiela guerra del maialela noche de 12 anosla prima notte del giudizio
 NEW
la profezia dell’armadillola quietudla ragazza dei tulipanila settima musala stanza delle meravigliela terra dell'abbastanzala truffa del secolol'affido - una storia di violenzal'albero del vicinol'annunciol'atelierle fidelele ultime 24 orel'enkasles tombeaux sans nomsl'heure de la sortiel'incredibile viaggio del fachirolissa ammetsajjellords of chaosluckyluis e gli alienil'uomo che sorprese tuttim (2018)macbeth neo film operamafakmagic lanternmalati di sessomamma mia! ci risiamo
 NEW
mandymanta raymary e il fiore della stregamary shelley - un amore immortalementre morivometti una nottemi obra maestramission: impossible - falloutmonkey king - the hero is backmonrovia, indianamost beautiful islandmr. longmuse: drones world tournel nome di antea
 NEW T
new york academy - freedancenoi siamo la mareanuestro tiempoobbligo o verita'ocean's 8office uprisingogni giornoombraour houseoverboardpapillon (2018)pearl (2018)peggio per mepeterloopitch perfect 3prendimi! - la storia vera più assurda di semprepuppet master: the littlest reichrabbia furiosa - er canarorespiriresta con merevengericordi del mio corporicordi?rideritorno al bosco dei 100 acriroma (2018)sea sorrow - il dolore del maresearching
 NEW
separati ma non tropposhark - il primo squaloskyscraperslender mansonispogliatosposami, stupido!stronger - io sono piu' fortesulla mia pelle (2018)super troopers 2teen titans go! il filmtel aviv on firethe darkest mindsthe end? l'inferno fuori
 NEW
the equalizer 2 - senza perdonothe escapethe ghost of peter sellers
 NEW
the little strangerthe mermaid: lake of the deadthe mountain (2018)the nightingalethe nightmare gallerythe sisters brothersthe toyboxthelmathey'll love me when i'm deadthree adventures of brooketi imas noctito e gli alienitoglimi un dubbio
 NEW
touch me nottramonto (2018)tullytumbbadulysses: a dark odyssey
 NEW
un affare di famiglia (2018)un giorno all'improvvisoun marito a meta'una luna chiamata europauna vita spericolataunsaneville neuvevox luxwhat you gonna do when the world's on fire?why are we creative?zan

978461 commenti su 40139 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net