perfetti sconosciuti regia di Paolo Genovese Italia 2016
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

perfetti sconosciuti (2016)

 Trailer Trailer PERFETTI SCONOSCIUTI

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film PERFETTI SCONOSCIUTI

Titolo Originale: PERFETTI SCONOSCIUTI

RegiaPaolo Genovese

InterpretiKasia Smutniak, Marco Giallini, Valerio Mastandrea, Anna Foglietta, Giuseppe Battiston, Edoardo Leo, Alba Rohrwacher

Durata: -
NazionalitàItalia 2016
Generecommedia
Al cinema nel Febbraio 2016

•  Altri film di Paolo Genovese

Trama del film Perfetti sconosciuti

Ognuno di noi ha tre vite: una pubblica, una privata e una segreta. Un tempo quella segreta era ben protetta nell'archivio nella nostra memoria, oggi nelle nostre sim. Cosa succederebbe se quella minuscola schedina si mettesse a parlare?

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,87 / 10 (145 voti)7,87Grafico
Miglior filmMiglior sceneggiatura (Rolando Ravello, Paola Mammini, Filippo Bologna, Paolo Genovese, Paolo Costella)
VINCITORE DI 2 PREMI DAVID DI DONATELLO:
Miglior film, Miglior sceneggiatura (Rolando Ravello, Paola Mammini, Filippo Bologna, Paolo Genovese, Paolo Costella)
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Perfetti sconosciuti, 145 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

Attila 2  @  29/07/2017 11:46:29
   6½ / 10
Un film che fa riflettere molto.Non sul fatto che al giorno d'oggi nei telefonini c'e' tutta la nostra vita ma su quanto possa arrivare ad essere "infame" la gente.Anche tua moglie,la tua fidanzata il tuo miglior amico e' pronto a tradirti e a lasciarti solo se non sei quello che lui ha sempre pensato.Un ritratto amaro della societa' del mondo di oggi,un sacco di sotterfugi,tradimenti,giudizi,cattiverie,tra persone che dicono di essere i migliori amici.Il finale

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER e' un chiaro messaggio "mettetevi la vostra maschera,recitate la vostra parte e non fidatevi mai di nessuno" ben fatto.

Invia una mail all'autore del commento ědi° PÁr°  @  05/07/2017 15:41:06
   10 / 10
Come imparare dalle migliori sceneggiature francesi di genere e aggiungerci i giusti tocchi nostrani.
Ad oggi, il mio film italiano moderno preferito di sempre.

yeah1980  @  04/07/2017 10:02:55
   8 / 10
Un idea semplicissima, con uno svoglimento però che si sviluppa in un crescendo studiato benissimo.
Mi piacerebbe provare a fare questo gioco con un gruppo di amici, ma temo finirebbe allo stesso modo...

paco1995  @  02/05/2017 17:46:09
   8 / 10
Ho voluto vedere questa commedia italiana da tanti decantata e devo dire che sono rimasto piacevolmente impressionato. Nonostante si svolga solo in una stanza, ti tiene concentrato e ti fa riflettere.

Goldust  @  14/04/2017 09:52:10
   8½ / 10
Un originale gioco al massacro, messo in piedi un po' per scherzo come i casi della vita spesso impongono, in cui bugie, segreti e tradimenti devastano una pressoché tranquilla serata tra amici. La medesima unità di tempo e di luogo ne amplifica la portata, lasciando a fine visione un'amarezza che è difficile da scacciare. Costruito bene e recitato meglio da una compagnia di attori di prim'ordine, sicuramente uno dei film italiani più riusciti delle ultime stagioni.

daaani  @  02/04/2017 19:48:32
   8½ / 10
siamo sicuri di conoscere davvero i nostri amici?

ValeGo  @  27/01/2017 09:51:56
   8 / 10
Ottima commedia, con tutti gli ingredienti che richiede un'ottima commedia: divertimento, spensieratezza, colpo di scena, riflessione. Perfetti sconosciuti mostra una situazione in cui la maggior parte delle comitive si possono ritrovare. E quanti, facendo un gioco simile, ne uscirebbero illesi? I piccoli e grandi segreti fanno parte di tutti e questo ci rende in qualche modo dei "perfetti sconosciuti" anche agli occhi di chi conosciamo da sempre. Perfetto il finale.

Mildhouse  @  15/01/2017 16:03:58
   7 / 10
Non sarà un capolavoro, ma è sicuramente un film curato e astuto.
Sorpreso positivamente da tutti gli attori

Juza21  @  15/01/2017 13:29:17
   9 / 10
Bravi, bravi, bravi, di solito sono molto critico, soprattutto con i film italiani, ma in questo caso devo dare onore al merito.. Ottimo film, ben girato e curato, fa riflettere.

STEn  @  11/01/2017 18:11:08
   6½ / 10
Se il film non fosse italiano avrei dato forse qualcosa in meno come voto. Diciamo che il 1/2 del mio 6 e mezzo è di incoraggiamento.

Diciamo che non si può non dare la sufficienza a questo film. Per come è realizzato, per i dialoghi, gli attori, la fotografia...
Tuttavia se avessi dovuto dare un commento a caldo il voto sarebbe stato nettamente peggiore. Infatti ho trovato irritante alcuni aspetti del film e alla fine della visione ho provato un senso di sollievo.

Mi sembra che si sia voluta fare una commedia alla francese ma ahimè, è mancato il ritmo e ho trovato difficile empatizzare con i personaggi. Se l'intento era quello di fare uno spaccato dei rapporti umani ( di coppia e di amicizia) secondo me è fallito, per due motivi. Innanzitutto l'analisi è molto superficiale: il giudizio della pellicola sembrerebbe cinico sulla veracità dei rapporti umani ma in realtà, per quello che mi riguarda, non dice niente di nuovo ed è tutto sommato anche fiacco nel farlo.
Sarà il mio giudizio ad essere troppo cinico e disilluso ma che ognuno abbia dei segreti, anche tra gli amici più intimi e all'interno della coppia mi pare una cosa abbastanza scontata.
Oltretutto mi sono risultati irritanti i personaggi e i loro dialoghi. Insomma mi sembra che si sia voluto dare un'impressione dell'atmosfera che si respira in una situazione del genere ma k'impressione che ne ho avuto è stata che i dialoghi e le battute, frecciatine comprese, mi risultassero un po' artificiose e buttate là.

Per quanto riguarda i colpi di scena...mah..a me sono sembrati tutti abbastanza telefonati e mai che abbiano innescato situazioni veramente divertenti.

Venendo a fattori più tecnici: la fotografia non è male, però, complice il fatto che non sono riuscito a calarmi nel film ho cominciato a notare e ho trovato un po' ridicolo come tutta la scena, tutta la casa, fosse illuminata a spot. Sempre per il fatto che non sono riuscito ad immergermi nel film ho trovato irritanti anche gli interventi della colonna sonora, un po' retorici, a voler rimarcare emotivamente alcune scene.
Secondo me un film del genere avrebbe giovato di una regia più realista.

Zarco  @  06/01/2017 16:18:28
   9 / 10
Un ottimo tratteggio psicologico di una serata tra amici. Con notevoli spunti di riflessione. Susseguenze molto ben congegnate. Ottimi attori.

dkdk  @  05/01/2017 21:52:27
   7½ / 10
Una perla degli ultimi anni di cinema italiano.
Durante tutta la durata del film sembra di essere li con loro, film che non scende mai di ritmo e si mantiene su livelli qualitativi buoni.
Commedia intelligente e mai banale.

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  02/01/2017 20:33:54
   7 / 10
Trattandosi di un film italiano, non si può che apprezzare l'idea e anche parte della recitazione. Non siamo però di fronte a chissà quale capolavoro e, anzi, verso la fine la quantità di colpi di scena è tale da far dire "e vabbè...". Ci sono alti e bassi nei dialoghi ed alcuni attori sfigurano parecchio accanto ad altri. E'un genere che, secondo me, funziona meglio a teatro.

fabio57  @  02/01/2017 10:55:16
   7 / 10
Amara riflessione su quanto i cellulari, con i loro annessi e connessi, ad esempio i messaggini, hanno cambiato la nostra vita, vere scatole nere del nostro animo. Ovviamente il telefonino è solo lo strumento attraverso cui vengono fuori , menzogne, tradimenti , colpi bassi e quant' altro a ricordarci che l'uomo è un essere debole e come dice uno dei protagonisti più lucidi, fallibile e quello che doveva essere un passatempo originale diventa un gioco al massacro, dove spuntano tutte le magagne e i difetti dei nostri protagonisti, persone comuni come ce ne sono tantissime, che hanno sempre qualcosa da nascondere e qualche scheletro nell'armadio. Il film è ben strutturato e ha una buona sceneggiatura, nonché un'ottima recitazione, però in alcuni passaggi sembra un po' forzato.

markos  @  30/12/2016 11:50:08
   7½ / 10
Non hanno tutti i torti, ormai è il cellulare è diventata la nostra scatola nera. Bella commedia divertente e con punti di riflessione. Bravi gli attori.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR 1819  @  16/12/2016 18:19:57
   7½ / 10
Ogni tanto spunta una produzione italiana degna di nota. E' il caso di "perfetti sconosciuti", che cavalcando l'onda dei film a scenografia limitata (mi ricorda un po' Carnage) riesce nell'intento di intrattenere con un pizzico di originalità. Buona sopratutto la recitazione.

Norgoth  @  02/12/2016 23:17:55
   8½ / 10
Eccolo, il cinema italiano che vorrei vedere molto più spesso.
Film che si presenta come una commedia ma in realtà è amarissimo, girato benone ed interpretato meglio. Non ci si annoia, le varie vicissitudini si fanno seguire con interesse crescente...
... fino ai due minuti finali, che rovinano un po' il film.
Se bisogna fare un film drammatico, o meglio fargli prendere una piega drammatica, che si vada fino in fondo. Osare, una volta ogni tanto, per cercare e trovare la perfezione che questo film poteva e meritava di avere.
Fosse per me, lo rimonterei senza quei due minuti, e sarebbe ancora meglio di quello che già è.

spider637  @  13/11/2016 14:45:11
   8½ / 10
un gran bel film..pieno di risate e molti spunti di riflessione con un finale che azzera tutte le verità e i segreti di questa vita.
Guardatelooooooooo

Luca95  @  27/10/2016 00:34:42
   8 / 10
Un otto tondo per un prodotto italiano strambo. La squadra di attori è la solita, trita e ritrita, delle commedie degli ultimi anni (alcune carine, altre tutt'altro), il regista ha realizzato "Immaturi" che ho trovato meglio di tante altre commedie ma sempre sul "carino", eppure il film sembra venire da un altro paese o meglio dal glorioso passato della vera commedia all'italiana.
Lo spunto iniziale è interessante, lo svolgimento è a volte un po' tirato, a volte scade un po' nell'italianismo e mi aspettavo un finale del genere, quindi non sono stato deluso. Prima del finale però c'è un momento di climax che ho trovato esagerato e in pieno stile da commedia all'italiana moderna, purtroppo.
A parte questo, la sceneggiatura è di livello sicuramente alto rispetto al deserto odierno. Si tratta di una sceneggiatura intelligente, ben coesa, che sa dove vuole andare a parare e crea dei conflitti e delle relazioni dei personaggi fin dalle prime battute (e la regia le crea fin dalle prime inquadrature). Ecco, sicuramente questo è il punto di forza del film: una sceneggiatura degna di essere chiamata tale.
Più un film francese che italiano a raccontarlo, ma evita per fortuna gli isterismi, le esagerazioni e i dialoghi a tratti snervanti dei francesi, mantenendo una buona identità italiana, croce e delizia del film.
In conclusione: un film con molti alti e pochi bassi. Si poteva fare meglio? Certamente, ma data la condizione generale questo film è oro puro. Non dico possa essere un simbolo di ripartenza perché secondo me ogni film e soprattutto ogni regista fa storia a sè. Spero solo che il regista continui ad alzare il tiro e spero di vedere prodotti intelligenti come questi in giro nelle sale.

Bart Simpson  @  04/10/2016 00:05:01
   8 / 10
Divertente, profondo, tematiche attuali e anche delicate..
Tanti spunti per una serata tra amici... Azzeccato il cast.
Da vedere!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Alex2782  @  28/09/2016 12:24:35
   8 / 10
Bel film, tutto incentrato in una serata, fa riflettere...e molto

antoeboli  @  18/09/2016 23:17:32
   8 / 10
Dopo aver saputo che nella lista dei possibili candidati all oscar come miglior film straniero , ci sta anche il film di Genovese , mi sono ripromesso di vederlo nel più breve tempo possibile.
Eccomi qui , a trattare di un film bellissimo ma molto particolare, dove si cerca di accusare il tema della tecnologia , di come siamo soggetti ai social , e schiavi dello smartphone , attraverso una pellicola che è un thriller innovativo secondo me.
Già il fatto di girarlo praticamente in un appartamento con una tavola e attorno i suoi commensali , diversi amici riunitisi per una lauta cena , lo eleva sopra per la qualità.
A livello tecnico ha una regia pulita ma essenziale , dove la fanno da padrone i dialoghi e la sceneggiatura ,ben scritta , fresca e interessante.
Cast molto buono con personaggi carismatici e ognuno ben scritto e che appare ben visibile allo spettatore , cosi che anche se sono diversi , è difficile poterselo dimenticare.
Per il resto ve lo strastraconsiglio perchè è uno dei piu bei film italiani visti quest anno .

Giovans91  @  17/09/2016 12:23:47
   8 / 10
Perfetti sconosciuti di Paolo Genovese, è una commedia d'impianto teatrale che, quasi interamente ambientata in uno spazio chiuso con un cast di ottimi protagonisti. Una sceneggiatura capace di coinvolgere pienamente lo spettatore nel costruire in maniera efficace un crescendo di tensione non privo di occasioni per ridere. Bellissimo l'inaspettato epilogo a sorpresa.

simonssj  @  27/08/2016 17:57:54
   8½ / 10
Il maggior merito del film è il ritmo: un susseguirsi di goliardia e tensione, magistralmente orchestrati e resi in maniera più che credibile dal cast, che impedisce allo spettatore di distrarsi e di perdere il filo.
Ne risulta un'opera teatrale divertente quanto inquietante, anche perché basata sul potere occulto (nemmeno così occulto) del cellulare detentore della nostra vita "segreta". Ottima interpretazione corale.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

camifilm  @  15/08/2016 22:10:45
   7½ / 10
Un film da vedere. Divertente e giocoso, diventa mano a mano sempre più intrigante. Il cellulare, la nostra vita, i nostri segreti, ...parte il gioco.

Commedia pura. Azzeccati i ruoli dei personaggi e ben interpretati.

DogDayAfternoon  @  14/08/2016 20:32:48
   6½ / 10
Nella mediocrità del panorama cinematografico contemporaneo ben vengano lavori come quello di Paolo Genovese; senza esagerare con i complimenti però, perché è anche vero che a causa della mediocrità di cui prima, basta che venga fuori un film un po' sopra la media per gridare al capolavoro.

"Perfetti sconosciuti" è un film girato bene, con dei dialoghi per una volta intelligenti e che coinvolgono lo spettatore: il problema di fondo sta nell'esasperazione ed estremizzazione dei fatti che vengono proposti, d'accordo che ognuno ha i suoi scheletri nell'armadio ma guarda caso nella serata in cui si decide di giocare a viso aperto a tutti succede di tutto. Molto apprezzabile tutto il cast maschile, molto meno quello femminile.

Un bel film piacevole da vedere, ma anche troppo forzato per i miei gusti.

wicker  @  13/08/2016 19:21:45
   8 / 10
Molto bello,coinvolgente,moderno,ben strutturato,logico e a tratti anche disturbante per come affronta temi socialmente attuali.
Attori tutti bravissimi,c'e' molta della crema italiana di questi anni,tanto che non saprei sceglierne uno in particolare ..

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Lucone  @  03/08/2016 03:18:14
   7½ / 10
poco da fare , guardando questo film vien voglia di lanciare lo smartphone fuori dalla finestra :( !!! Pellicola riuscita soprattutto nei dialoghi. Il film è tenuto su da un'ottima regia , sceneggiatura impeccabile e da un trio di attori eccellenti che fanno squadra : Battiston , Mastandrea e Giallini !! film da vedere assolutamente . Comprendere come l'essere umano , che pur di tutelare un equilibrio apparente, riesca a mentire difronte all'evidenza!!!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento Jason XI  @  29/07/2016 15:50:56
   7½ / 10
Ritorno alla commedia amara made in italy che in passato ha fornito buoni spunti (Italia Germania 4-3 di Barzini) e addirittura ottimi, soprattutto con Avati (il binomio Regalo e Rivincita di Natale su tutti).... con la differenza che qui non esistono aspetti nostalgici come nei film citati sopra ma la vicenda si consuma nel presente anche se il finale ne ribalta il significato trovandomi decisamente d'accordo.
Cast a proprio agio, dialoghi scritti alla grande e giusto equilibrio tra sarcasmo e dramma. Veramente ottimo.

Liz_801  @  29/07/2016 14:50:52
   8 / 10
Non ho apprezzato particolarmente gli attori (le donne soprattutto ma un po' tutti nei momenti più drammatici mi parevano troppo sopra le righe) e avrei francamente preferito che evitassero di usare tutti quel fortissimo accento romano che spesso mi ha fatto faticare a seguire i dialoghi ma in generale mi è piaciuto parecchio grazie alla scrittura davvero ottima e

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Ce ne fossero di film italiani così...

KINGLIZARD  @  26/07/2016 13:41:32
   7½ / 10
Uno SLIDING DOORS targato Italia che intrinsecamente spiega l'assurdità di un gioco che nessuno mai farebbe conoscendo se stesso e i propri scheletri nell'armadio.
Non guardo molti film italiani (per un pregiudizio mio non giustificabile), se li guardo è grazie alle recensioni ed ai notevoli giudizi positivi che gli vengono accreditati....
Beh il film merita davvero, ben recitato, divertente nel suo dramma con battute, anche sarcastiche, perfettamente sincronizzate con l'andamento della storia..
Mi sono divertito e lo consiglio a chi ancora non lo ha visto..

Niko.g  @  19/07/2016 14:50:03
   7 / 10
Paolo Genovese costruisce un film pimpante, con buoni tempi di dialogo e attori in grande forma (su tutti Alba Rohrwacher e Marco Giallini).
Certo, se si considera che la narrazione aderente ad una messinscena teatrale è debitrice ai francesi e che per tirare fuori una sceneggiatura degna di questo nome ci sono volute cinque persone, non c'è molto da rallegrarsi... ma non è il caso di deprimerci per questo, anzi. Genovese tira fuori dal cilindro un bel soggetto da spolpare e ci riesce piuttosto bene. Perlomeno per due terzi, perché nell'ultima parte cade in qualche esagerazione di troppo e sconfina in un poco realistico quadretto di miserie umane.
Da rilevare che, tra un Virzì oggi, un Muccino ieri, un Ozpetek domani, si finisce sempre a rappresentare i matrimoni come gabbie capaci solo di generare nevrosi e ipocrisia, a far passare l'educazione sessuale agli adolescenti solo per l'uso del profilattico e a mantenere gli equilibri di coppia solo grazie all'uso della menzogna o, in mancanza di questa, all'intervento di un buon analista.
Domina, insomma, una visione distruttiva e definitiva delle relazioni: "bisogna imparare a lasciarsi nella vita" (ok, quando arriverà invece il momento che dovremmo imparare ad amarci?). Siamo invitati a renderci conto di essere tutti persone orrende ("frangibili", se siete permalosi) e allora non c'è speranza ed è inutile veicolare allo spettatore una morale positiva, considerata ormai anacronistica.
Ovviamente se in ballo ci sono le istanze dei gay e la difesa del loro status sociale, le cose cambiano. In questo caso (e qui lo vediamo) si possono spendere moralismi pari soltanto alle banalità perbeniste di Massimo Gramellini.

eruyomŔ  @  13/07/2016 18:58:39
   8 / 10
Mi unisco al coro, e per me è stata una vera sorpresa. Da qui in avanti, forse, guarderò con meno pregiudizio alle commedie italiane che verranno.
Idea originale, ben girata e ben sceneggiata, con momenti piacevolmente brillanti, soprattutto all'inizio.
Da metà in poi la situazione cambia, eppure, tutte le assurde situazioni, eventuali tragiche esagerazioni e improbabili e forzate coincidenze, in realtà forzate lo risultano veramente poco, soprattutto in virtù del geniale colpo di coda finale, per me davvero inaspettato, idea perfetta e perno essenziale su cui veramente tutto verte e si conchiude in modo calzante, elegante, logico nella sua astrazione.

Due parole per il cast. Sottotono quello femminile (meglio delle altre la Rohrwacher, che io generalmente detesto), ottimo quello maschile, Battiston, Mastandrea, e soprattutto un inchino per l'affascinante Giallini.

TheLory  @  13/07/2016 18:23:36
   8 / 10
Che bello, finalmente un'orecchiata d'aria nuova di Dumbo che va finalmente a refrigerare i nostri cerevelli in apnea dopo tante commediole cretine prodotte dal bel Paese. Continuo a sorridere da sola anche a distanza di giorni a ripensare alle gag (o gagghe?) quindi direi che Genovese a colto nel segno.
Bravo tutti gli attori. Bravo cast, bravo sei stato.
Per me è pollice in su!

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  05/07/2016 19:15:23
   7 / 10
Finalmente una buona commedia drammatica italiana con una buona sceneggiatura e una buona recitazione (mi riferisco al lato maschile dove troviamo il meglio attualmente in circolazione degli attori italiani Giallini, Battiston, Leo e Mastrandrea, lato femminile salvo solo la Rohrwacher). Nonostante sia praticamente stato girato tutto in un unico ambiente, non annoia e non cade mai nel banale. Promosso!

TheGame  @  30/06/2016 22:00:30
   6 / 10
Ah quanti Sgooob nell'ultimo di Genovese, peccato che poi si fa prendere la mano da "novella 2000" e l'eccesso tradisce gli interessanti sottotesti, ma tuttosommato diverte sino all'artificioso epilogo.

musdur  @  30/06/2016 11:24:44
   8 / 10
Davvero una bella sorpresa questo film di Genovese, le interpretazioni maschili (Giallini, Mastrandrea, Battiston una garanzia, mi è piaciuto pure Edoardo Leo stavolta) si stagliano nettamente rispetto a quelle femminili, anche se la Foglietta se la cava bene. Epilogo abbastanza inatteso che lo impreziosisce ancora di più.

kastalya  @  27/06/2016 11:16:19
   9 / 10
Il film si svolge praticamente in toto con i protagonisti seduti a tavola... quindi la storia si fonda esclusivamente sui dialoghi e sulla bravura degli attori...che riescono a tenere molto bene la scena e sono assolutamente credibili nelle varie situazioni che si vengono via via a creare...

il film nasce da un'idea molto semplice...quanto geniale...e sono certo che se molti di noi facessero lo stessp tipo di "prova"... succederebbero sempre dei gran casini tra le varie coppie...

bello anche il finale.... che fa capire come la realtà spesso sia molto differente da come la si creda...
consigliatissimo!

maxi82  @  26/06/2016 19:16:12
   7 / 10
commediola drammatica che intrattiene bene per tutto il film e che anche se svolto in modo esagerato e la pura verità della vita di oggi...mezzo punto in più x il buon finale

pernice89  @  25/06/2016 11:42:07
   8 / 10
Davvero interessante. Storia che si svolge tutta in una sera, in poche ore. Forse un po' esagerato sotto certi aspetti (segreti fin troppi e un po' esagerati, ma niente di impossibile), ma per il resto davvero coinvolgente. Bravissimi tutti, un applauso in più a Battiston. Guardatelo, vi sorprenderà.

Invia una mail all'autore del commento bart1982  @  24/06/2016 23:44:58
   7½ / 10
Film commedia-drammatico che riesce benissimo, grazie agli ottimi attori e una bella sceneggiatura.
Forse un po' esagerato sotto alcuni aspetti, ma coinvolgente.
Mastandrea visibilmente invecchiato, ma il migliore.

BlueBlaster  @  17/06/2016 17:57:30
   7 / 10
Abbastanza simpatico e riflessivo ossia un buon prodotto sulla scia di film come "Carnage"...insomma dall'Italia ad oggi non ci si può aspettare tanto di più dalle commedie drammatiche.
Promosso tutto il cast maschile e bocciato quello femminile a partire dall'oscena Alba Rohrwacher.

rox special  @  16/06/2016 23:52:46
   8 / 10
Sicuramente il film più riuscito di Genovese, che ha ormai abbandonato le commediole alla Immaturi per passare a qualcosa di più profondo e attuale.

Il merito ovviamente non va solo a lui ma anche alla schiera di attori, tutti in parte è con ottime prove recitative. Deve comunque molto al Carnage di Polanski, soprattutto nella sua volontà di massacrare l'ipocrisia di vite imbellettate, mascherate da selfie che trasudano esistenze felici e perfette.

Si ride poco e si riflette tanto. Siamo tutti frangibili ed é bene non dimenticarlo. Il risultato, seppur esagerato, é efficace.

Originale e inquietante il finale.

Nic90  @  15/06/2016 00:54:45
   7 / 10
CONTIENE SPOILER
Buona commedia semi-seria,mi aspettavo molto di piu da come mi e' stato descritto,resta una manna per quello che passa il convento italiano in tema di commedie.
Dialoghi moderni e taglienti,i tradimenti-rivelazioni sono abbastanza prevedibili,tranne quella omo di Battiston,molto esilarante il momento delle chiamate a lui dirette.
Il finale "falso" di cio che sarebbe stato se...ci puo stare.

topsecret  @  14/06/2016 21:36:47
   7½ / 10
Certo, il soggetto non è originale e le dinamiche che si sviluppano sanno di già visto in altre pellicole del genere, ma PERFETTI SCONOSCIUTI è una dramedy italiana che convince e regala una visione davvero interessante e gradevole. Merito oltre alla regia, agli attori e ai dialoghi ben articolati che miscelano efficacemente lo humor con la forza di certe tematiche, tutte attualissime, capaci di imbrigliare lo spettatore in un susseguirsi di crescenti emozioni e riflessioni. La cosa forse un po' scricchiolante, per quanto mi riguarda, è il finale che sembra sì ad effetto ma poco sviluppato, anzi frettolosamente liquidato con una sorta di limbo parallelo dove si è verificato qualcosa che non è mai accaduto e che forse avrebbe meritato una chiosa più "comune" o commerciale...ma va bene così.
Risate e sensazioni intense garantite.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  12/06/2016 15:49:46
   8 / 10
Genovese dirige una commedia/dramma tra i più riusciti di quest'anno cinematografico. Certo lo spunto di partenza, come già citato in molti altri commenti, non è originale, ma lo script è solido e funziona perfettamente.
Anche il cast convince, su tutti prevalgono Mastandrea e Battiston.
Ho apprezzato moltissimo il finale, inquietante e realistico.

jason13  @  12/06/2016 12:29:59
   8 / 10
Il cinema Italiano puo' regalare spesso queste amare commedie dove fanno riflettere sul nostro modo di essere. Tutti gli interpreti danno il meglio di se'..."Il Grande Freddo" degli anni 2000, complimenti a tutti.

davmus  @  30/05/2016 08:36:33
   7½ / 10
Bella commedia italiana.......non delude le aspettative

zeta  @  16/05/2016 19:49:07
   7½ / 10
Una sorpresa. Entri pensando di vedere un film comico e invece ti accorgi che stai vedendo una commedia all'italiana come quelle degli anni '60, dove la risata non è scontata, dove l'obiettivo non è la gag ma lo scoperchiare le mediocrità dell'animo. Quasi un atto unico teatrale, girato in un solo ambiente, che suggerisce l'idea di non poter scappare dai propri fantasmi.
Il tutto portato avanti con un ritmo sostenuto, con dialoghi incalzanti e senza pausa. La sceneggiatura tiene benissimo per tutta la durata del film, alternando il riso con la drammaticità. Gli attori quasi tutti apprezzabili: Mastandrea, Giallini e Battiston sugli scudi; Di Leo così così. Meno appariscenti le donne.
Unica pecca forse nel finale. Si sarebbe potuto pensare a qualcosa di meglio e meno banale.

crimal9436  @  12/05/2016 07:41:29
   8 / 10
Buonissimo film italiano!
Prima parte molto divertente, scorrevole, ma che lascia presagire il disastro della seconda, più lenta e introspettiva, ma convincente.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Assolutamente da vedere

freddy71  @  08/05/2016 12:54:07
   7½ / 10
bel film complimenti,girato quasi tutto in una stanza ....secondo me con pochissimi soldi...e alla fine esci dal cinema soddisfatto

bennx90  @  03/05/2016 03:17:43
   7½ / 10
Davvero un bel film secondo me.
Frizzante scorrevole leggero ma non banale e con un ottima idea di fondo.
Un film che consiglio di guardare a tutti e che offre spunti di riflessione.
Interpretazione molto buone così come i dialoghi.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Light-Alex  @  25/04/2016 15:27:45
   7½ / 10
Un film molto ben riuscito. Non credo che il soggetto sia, come alcuni dicono, i social. Il soggetto sono i rapporti umani, le bugie che tengono in piedi storie senza reale fondamento.
Il concetto di coppia stabile in questo film viene completamente demolito, lasciando un senso di angoscia e sfiducia verso il genere umano. Viene messo alla berlina il mondo borghese, benpensante. Perfetto all'apparenza ma che dietro il velo nasconde il marcio.
Commedia alla Carnage, vissuta quasi interamente in una stanza, alimentata dai dialoghi tra i protagonisti: vivaci, attuali, comici in alcuni tratti, drammatici in altri.
Riflettendoci, l'unica storia dotata di più profondità è quella che vede come protagonista Battiston. Lì i segreti sono tenuti per farsi accettare dagli altri, e il loro svelamento fa crollare il collante di ipocrisia che li teneva uniti. Le altre storie sono più che altro tradimenti su tradimenti delle altre coppie. Nella visione mi è venuto anche da pensare che la demolizione della coppia tradizionale in questo film è esagerata, irreale ed ingiusta. Un po' colmo di ideologia anti-matrimonio, anti-coppia. Nella parte finale il tutto diventa anche un po' troppo forzato.
Merita comunque una visione: esagerando questo film riesce a cogliere qualche verità della nostra società.

GianniArshavin  @  23/04/2016 16:13:12
   8 / 10
Perfetti sconosciuti è sicuramente una delle migliori commedie italiane dell'anno, un prodotto che dimostra come il nostro cinema non sia ancora morto.
Genovese indovina il film migliore della sua carriera grazie ad una sceneggiatura solida,tesa come una corda di chitarra e che vive un climax in crescendo coinvolgente e drammatico. Buona la regia , che malgrado la singola location della storia riesce a tenere alto il ritmo della narrazione senza annoiare.
Il film mostra il vero volto dei rapporti nell'era dei cellulari e della comunicazione, ma soprattutto mostra come alcune certezze di una vita possano sgretolarsi in un attimo. La pellicola centra l'intento e a fine visione lascia un senso di angoscia dentro incredibile, semplicemente perché la situazione è assolutamente credibile e tutti ci siamo passati o ci passeremo prima o poi.
Degno di nota il finale , inquietante come pochi.
Perfetti sconosciuti smaschera l'ipocrisia della società delle foto e dei social , e lo fa in modo convincente e quasi impeccabile. Un film che merita tutti gli elogi che ha ricevuto.

cory  @  08/04/2016 13:23:33
   8½ / 10
CENTRO !!! un film che ha fatto davvero centro ... ben fatto che fa terribilmente pensare ... che ti lascia un leggero amaro in bocca.... nessuno e' perfetto ,a quando siamo proprio noi i primi ad essere imperfetti ??? bravissimi gli attori (italiani !!!) e grande Genovese che ha inserito durante le riprese delle vere perle di intuito ... finale ??? tutto da guastare ! ...

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  04/04/2016 14:23:41
   7½ / 10
Passando da commedie subdole come "Babbi Natale" Genovese regala anche film di buon livello come questo. Anzi penso che "Perfetti sconosciuti" sia il suo lavoro piu' riuscito tra quelli che ho visto.
Questo malgrado l'incipt di partenza non sia poi cosi originale, vedi "cena tra amici" e il terribile ramake Italiano.
Si affida ad un cast collaudato e affidabile per raccontare la perdita delle sicurezze tra "grandi" amici e confidenti. L'ipocrisia e una certa borghesia apparente che nasconde il marcio che ci sta' dietro. Il tutto condito da un pizzico di magia e mistero che non guasta mai.
Finale spietato che aggiunge valore alla pellicola.

Kaneda95  @  02/04/2016 00:47:10
   7½ / 10
Veramente una bella sorpresa questo film, mi ha lasciato addosso delle ottime senzazioni e non me lo sarei mai aspettato prima di vederlo, questo pechè dal canto mio pensavo di andare a vedere un film "debole" che si accostava molto alle commedie italiane moderne d'altronde confrontando il lavori precedenti del regista (Genovese) le mie aspettative diventavano ancora più negative, invece è stata un'esperienza completamente diversa, gli attori poi sono veramente magnifici soprattutto le interpreti femminili (Alba meravigliosa come sempre). Film originale bello anche emozionate che vi consiglio

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

-Uskebasi-  @  01/04/2016 02:55:33
   8½ / 10
COMMENTO SPOILEROSO

La Luna splende in cielo e illumina le vite di 7 persone riunite per la classica cena tra amici. La cena in cui si fa il punto della situazione, spesso fingendo più interesse di quello reale, la cena in cui al termine ci si saluta con battute prima di entrare in macchina. Tutti a tavola in perfetta armonia. E' una serata decisamente speciale, un'eclissi totale non è certo cosa da tutti i giorni. Il gruppo propone e accetta un gioco sciocco, di norma innocuo: si fa sempre più buio, è l'inizio di un cataclisma nelle loro esistenze.
Un film sorprendente sorretto da una sceneggiatura solida e completa, valorizzata da attori perfettamente in parte. Credo che sarebbe stato più bello solo se ci fosse stata una colonna sonora diversa, o addirittura assente; sto proprio cercando il pelo nell'uovo, lamentarsi non ha senso. Intrattiene, fa ridere, fa riflettere, è un altro piccolo grande orgoglio nostrano.
I cellulari sono ormai un'estensione della nostra personalità, sono una parte di noi che può nascondere tutto ma che paradossalmente può essere accessibile a chiunque; averlo in tasca o davanti a noi può fare la differenza. I 7 amici "confesseranno" qualcosa a causa del gioco, c'è chi non ha assolutamente nulla da vergognarsi, chi molto, chi niente o tutto allo stesso tempo, perché Lucilla non sembra più una persona da conoscere adesso che ha il pisello. Ho trovato magnifico il comportamento di Mastandrea con la finta ammissione dell'omosessualità, perché si ok, lo sta facendo per coprire se stesso da qualcosa di realmente sbagliato, si ok, lo sta facendo per proteggere l'amico che voleva nasconderlo, si ok... ma non è solo questo, lo sta facendo anche perché si è reso conto che per qualcuno è una verità scomoda e vuole vedere da che razza di persone è circondato, ed è quasi comico che a giudicarlo sia il più sporco in quella stanza. Il più pulito invece è Rocco, interpretato da un Giallini che ad ogni prova diventa più convincente, è il più maturo al tavolo, il più saggio, sa quando è il momento di tacere e quando è quello di dire le parole giuste: la telefonata con la figlia è una conversazione che ogni genitore, o aspirante tale, dovrebbe tenere bene a mente.
Potrei parlare singolarmente di ogni personaggio e di chi gli ha prestato il volto, ma finirei con il ripetermi in un mare di elogi, e allora passo alla ciliegina del film.
Vite parzialmente distrutte, la serata è finita, la cena è finita. Un disastro. Tiramisù.
Siamo fuori e vediamo alcuni di loro salutarsi tra sorrisi e battute prima di entrare in macchina, qualcosa non torna. La Luna è tornata a risplendere. Genovese ci ha mostrato solo un possibile scenario, cosa succederebbe se per una sera fossimo trasparenti, sinceri l'uno con l'altro seppur attraverso un'onestà forzata da quello che dovrebbe essere un accessorio. Il quadro finale mi ha fatto rabbrividire. Perchè è vero, la dignità è ancora salva dato che la mèrda non è salita a galla, eppure era avvenuto qualcosa di positivo, la catarsi. Anche se nel peggior modo possibile tutti si erano liberati di qualcosa, si riparte feriti ma purificati. La storia del serial killer è vera. E' questa la perla del film.
Aver conosciuto realmente le persone, aver scavato dentro e tirato fuori lo schifo e adesso vederle di nuovo felici e pulite sapendo che si stanno prendendo per il cùlo, mi ha fatto provare una sensazione assurda. Ciò che doveva essere leggero si è scambiato con ciò che doveva essere pesante. Che cosa è peggio allora?
Questo, senza dubbio. E' un finale inquietante.
Tutte le parole innocenti sono così ingombranti ora... Amore. Orecchini. Lucilla. Cambio di turno. Calcetto.
E quanto è bello scoprire che a non permettere il gioco sia stata proprio la persona senza niente da nascondere...

Il telefono vibra. Messaggino.

"Non sai questa sera che voglia che avevo di te"

Rispondiamo prima che riprenda la recita.
C'è un motivo se lo smascheramento collettivo in realtà era un bene.
L'eclissi è rara è vero, ma torna sempre. E' solo questione di tempo.

Jolly Roger  @  30/03/2016 17:25:53
   8 / 10
------------------------Occhio, Spoiler pesanti-----------------------

Perfetti Sconosciuti è una commedia divertente ed intelligente, alla quale si possono perdonare qualche caduta o esagerazione nella seconda parte.
Sbatte sul piatto tutta l'ipocrisia che caratterizza molti Italiani. Non dico tutti, nemmeno la maggior parte, ma certamente una fetta consistente, seppur minoritaria.
In alcuni punti sembra che il film forzi un po' la mano su questo aspetto…ma non è così, soprattutto se per un attimo si considera quanto sforzo le persone profondano nel difendere a tutti i costi l'immagine, la reputazione e la propria "onorabilità" di fronte alla società. Sforzo che culmina, ad esempio, nei casi di cronaca nera, quando si iniziano a sentire le solite frasi ridondanti, tipo:
"era una famiglia normale" "è sempre stato un ragazzo modello" "non ha mai fatto male a nessuno", cose che hanno raggiunto recentemente un nuovo apice con "non è gay…perché alla nostra famiglia ci piacciono le donne"

In questo film non si tratta di cronaca nera o di eventi memorabili, ma il concetto dell'ipocrisia è lo stesso e l'aspetto geniale consiste proprio nell'averlo saputo esprimere, con tono aspro e sarcastico, in un contesto molto più comune, quotidiano e vicino a noi: una semplice cena tra vecchi amici. Una situazione carica di ipocrisia tanto intensa da essere palpabile, tanto palpabile da poter essere squarciata a coltellate, come quella magistrale pronunciata da Mastandrea:

"Fammi capire…ma ti dà fastidio che non t'ho detto di essere gay…o ti dà fastidio che sono gay?"

Altro argomento tagliente è la mancanza di sincerità fra le coppie. Quanti sarebbero tranquilli nel lasciare il proprio cellulare (o il pc) al partner? Tutti hanno dei segreti da nascondere. A onor del vero, questo aspetto sembra già essere sufficientemente masticato da tutti. Lo si sa, punto. Torna in mente il verso della canzone di Elisa, in cui io ho sempre letto una sottesa malizia: "quante cose che non sai di me – quante cose che non VUOI sapere". Infatti, non stona affatto l'inserimento di un personaggio molto più riflessivo degli altri, il dottore interpretato da Giallini: uno che sa, o comunque intuisce, i segreti della propria metà, ma che ci passa sopra, per tanti motivi: per il bene comune, per il bene dei figli, per quieto vivere, o un po' perché si rende conto che, sotto sotto, la responsabilità del non funzionamento di una coppia è spesso reciproca (anche se in proporzioni diverse).

Aspetto invece meno masticato dalla gente, ma davvero cruciale (anche se passa un po' inosservato), è l'ipocrisia nell'ambito dell'amicizia tra maschi (mentre per quanto riguarda l'amicizia tra donne, è già comunemente assodato che nasconda sempre una certa rivalità e insincerità).
La scena più fastidiosa del film, a mio parere, è infatti la menzogna sulla partita di calcetto. Nello splendido finale che ricorda Sliding Doors, gli "amici" nascondono a uno di loro che la sera successiva andranno a giocare a pallone. Forse perché lui è scarso, forse perché hanno già un altro portiere, ad ogni modo è un comportamento un po' infantile e abbastanza squallido.
Da bambini a scuola cantavamo "aggiungi un posto a tavola, che c'è un amico in più!"
Crescendo siamo arrivati a "elimina un amico, che non c'è abbastanza posto a tavola".

Personalmente ho mollato il vecchio giro già da un po'. L'idea di queste cene tra vecchi amiconi, ormai over quarantenni, che si trovano una volta all'anno solo per:
1) parlare, gasandosi, dei tempi che furono, sentendosi un po' più giovani,
2) spettegolare e sparlare di conoscenti comuni,
3) annusarsi vicendevolmente il lavoro e lo stipendio,
4) lanciarsi reciproche frecciatine,
francamente…boh. Io l'ho lasciato perdere. Mi sembra come voler rianimare a forza l'adolescente che è ancora nascosto dentro, ma che ormai sta messo male (e probabilmente vorrebbe soltanto andarsene nel paradiso dei Ricordi).

Concludo con il citato Sliding Doors (occhio, qui spoilero anche quello!). Nel film britannico, era il "Caso" a influire sulle nostre vicende. Ciò non toglie che, al di là dell'influenza del caso, la situazione (sui grossi temi) si riassestava, anche se con tempi e modalità diverse. Infatti, puoi scoprire un tradimento perché il caso ha voluto che prendessi la metropolitana e arrivassi a casa prima o dopo…ma il tradimento lo avresti scoperto lo stesso, forse soltanto con tempi più lunghi. La vita è come un treno che sbanda, ma che nel tempo tende a riprendere la stessa direzione, o un pendolo che oscilla passando sempre dal centro.
In Perfetti Sconosciuti non è il caso ad influenzare gli eventi, bensì l'ipocrisia – ma l'effetto è lo stesso. E' un velo che impedisce al marito di vedere l'intesa tra la propria moglie ed il proprio migliore amico, ma non è un velo abbastanza spesso da impedire di chiedersi da dove sbuchino i suoi due orecchini nuovi...
Un velo che solo momentaneamente impedisce di vedere quei nodi che, prima o poi, verranno comunque al pettine.

Larry Filmaiolo  @  30/03/2016 10:18:28
   6½ / 10
guardabile, interessante, e discretamente interpretato (però quanto mi sta sul c a z z o la rorwacher, madimma santa.), ha il pregio di SBATTERE SUL TAVOLO un tema decisamente attuale e spinoso. (l'intimità? è giusto tenersi certi segreti per sè? che senso ha affidarli a un oggettino di tecnologia avanzata di staminghia? blablabla)
il fatto è che a un certo punto lo scrittore del film si è fatto prendere la mano ed ha esagerato con gusto. pace, l'importante è che non sia noioso.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
l'ho visto in oratorio che c'è un cinema 4k che non costa na sega, e ovviamente la gente rideva a più non posso per ogni minima stonzatyna, però c'era più da piangere.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  29/03/2016 22:28:06
   8 / 10
Commedia decisamente "alla francese" per Genovese che riesce a creare un lavoro molto ben fatto e soprattutto concreto e plausibile.
E' sempre difficile lavorare sui film corali eppure in questo caso oltre all'impostazione dei maestri d'oltralpe sembra di rivedere anche il miglior Verdone sebbene non sostenuto adeguatamente da un cast sempre all'altezza.

Ad ogni modo gli spunti narrativi sono tanti, l'intrattenimento funziona, il dramma è accentuato e le trovate non mancano per un lavoro di grande intelligenze e riflessione.
Ricorda la migliore commedia all'italiana, capace di saper essere internazionale, guardare fuori senza negare se stessa, mi ha lasciato piacevolmente colpito.

7219415  @  29/03/2016 11:33:14
   8 / 10
Tanto divertente quanto pericoloso...non guardatelo con la ragazza se avete qualcosa da nascondere nel cellulare

InvictuSteele  @  21/03/2016 19:35:57
   6½ / 10
Idea originale per un film dalla doppia anima. La prima parte, quella comica, è simpatica e intrattiene bene, la seconda, quella drammatica, sembra troppo forzata e scade nel classico dramma borghese di stampo italiano, invaso da crisi isteriche e pianti liberatori. Furbetta la trovata dell'eclissi che nasconde il tutto. Un film discreto, curioso per un un certo verso, peccato che si appiattisca risultando la solita commediola all'italiana.

andreapau  @  21/03/2016 14:33:47
   7 / 10
Una commedia all'italiana cinica e cattiva, degna erede di Maestri che grande hanno fatto il nostro cinema
Rimane il rammarico per l'impietoso confronto con attori del passato che avrebbero dato di più e meglio.
Nuovi mostri dei nostri tempi, massacrati dalla goduriosa tecnologia, dalla quale ci siamo lasciati fagocitare.
Niente di nuovo, Signore e Signori aggiornato ad un millennio che ha avuto sviluppi ultra fantascientifici e dannosamente imprevedibili, armi digitali di distruzione di socialità e intimità, nelle mani di adulti analogici, ridicoli nel maneggiare quel che non gli appartiene, novelli PeterPan virtuali e non solo.
E la sicurezza che essere perfetti sconosciuti sia la chiave di tante relazioni, salvo il caso che ci obbliga ad ammettere quel che sappiamo di noi e immaginiamo del partner

vivi79  @  21/03/2016 13:40:55
   8 / 10
Titolo azzeccatissimo, non solo per i rapporti che instauriamo con i partner sentimentali, ma mi ha fatto riflettere sui rapporti con gli amici di vecchia data. Pensi di conoscerli, ma in realtà chissà quante cose nascondono dietro quella apparenza fatta di sorrisi e belle parole.

Kitiara31  @  20/03/2016 22:57:43
   7½ / 10
Bel film intrigante. Inizia divertendo e conclude facendo riflettere lo spettatore, forse con un po' di amarezza La Smutniak scandalosa, assolutamente negata nella recitazione. Bravi gli altri attori

massapucci  @  19/03/2016 12:19:12
   7 / 10
E' un film sullo schifo della vita quotidiana. E' così che l'ho interpretato. Non c'entra niente la critica ai telefonini. Si lascia vedere, e strappa anche qualche risata. La trovata finale può anche starci, ma come è stata resa non mi è piaciuto.

Project Pat  @  19/03/2016 00:19:13
   8 / 10
"Perfetti Sconosciuti" è la prova tangibile che alla fine, se ancora non ce se n'è resi conto, qualcosa di buono nel cinema italiano esce sempre.
Da vedere assolutamente al cinema, anche da soli, per godere appieno della sensazione otto euro spesi bene, di questi tempi sempre più rara; da apprezzare ancora di più se si considera che è uscito pochissimo prima di San Valentino; da comprare assolutamente in DVD quando uscirà.
E va bene così.

suzuki71  @  17/03/2016 23:15:08
   8 / 10
Insolita bella sceneggiatura per un film italiano. Molto consigliato.

cyberalek  @  16/03/2016 09:22:08
   8 / 10
solitamente non amo andare a vedere commedie italiane, perche semplicemente non mi fanno ridere e non apprezzo molti attori nostrani. ma spinto dalla cuoriosità e dai voti alti sul sito, sono andato e devo dire che sono rimasto soddisfatto per la trama, molto coinvolgente (pero' che angoscia caxx) sia per la qualità delle interpretazioni (Valerio Mastandrea il mio preferito ) poi tutto terribilmente REALE, magari non a questi livelli ma...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

kanon1981  @  15/03/2016 22:26:17
   8 / 10
Sono andato a vederlo molto prevenuto,non amando le commedie italiane.
Mi sono dovuto ricredere: un gran bel film davvero, molto attuale e brilante.
In certi punti ho davvero riso di gusto.
Buone interpretazioni su tutti Battiston.
L'unica pecca il finale che non mi ha soddisfatto.

werther  @  15/03/2016 18:27:28
   8 / 10
Questa commedia merita veramente l'otto in pagella, per come è costruita e per come si svolge e soprattutto per la cruda e realistica verità che mette a nudo. Si ride e si riflette molto, specchio perfettamente incrinato dei tempi moderni. Il finale è il valore aggiunto e la ciliegina sulla torta. Da non perdere.

Invia una mail all'autore del commento elvis84  @  14/03/2016 05:57:15
   7½ / 10
Buona pellicola italiana, originale, diversa dal solito, avvincente nonostante è stata interamente girata in una sola locazione, come alcuni grandi film dei tempi passati, da vedere.

dima  @  13/03/2016 21:31:11
   7 / 10
Nonostante sia un po' allergico alla commedia italiana nella quale viene fuori che tutti tradiscono tutti e che non c'è un rapporto affettivo sano che è uno, che mi sembra un clichè indigesto, sono rimasto piacevolmente colpito da un film davvero ben recitato, non banale (soprattutto nel finale) e assolutamente godibile.
La mia adorazione per Giallini penso abbia contribuito significativamente.

Niccolo8406  @  12/03/2016 21:26:14
   8 / 10
Sono rimasto piacevolmente sorpreso da questa commedia tutta italiana. Il tema trattato è attuale e cosi vero che è molto facile che lo spettatore si impersonifichi in alcuni degli interpreti.
Marco Giallini, Valerio Mastandrea, stanno dimostrando di essere ormai delle conferme e di saper offrire film di qualità. Bravi!!
Altra nota positiva è lo sviluppo della trama che tiene lo spettatore sempre sulle spine, rendendolo curioso di sapere quello che accadrà di li a poco.

matteino24  @  11/03/2016 23:26:34
   5 / 10
Commedia di medio livello che ritrae le contraddizioni e i vizi della vita di tutti i giorni. Di quello che siamo e che vorremmo essere in altra vita o situazione visto che il presente non regala nient'altro che insoddisfazione. Medio sul finale troppo contraddittorio e ipocrita

.Kia90.  @  11/03/2016 01:22:12
   9 / 10
Ho finito di vederlo tre ore fa e ci sto ancora rimuginando... Brillante, divertente, tremendamente vero, dal retrogusto amaro. Attori superbi. Un piccolo e geniale capolavoro italiano, i miei complimenti a Genovese per l'eccellente lavoro fatto... correte a vederlo!

Invia una mail all'autore del commento Tempesta  @  11/03/2016 00:55:30
   9 / 10
Mi ha ricordato un po Sliding Doors.
Parliamo del film, semplicemente geniale. Non mi aspettavo una pellicola piena di emozioni e divertimento. Un cast straordinario. Una realtà cruda e devasrante. Il cinema Italiano dovrebbe esserne fiero. Bello bello bello!!!

farfy  @  09/03/2016 11:36:09
   8½ / 10
Corale, sensibile, emotivo, divertente. Finalmente una bella commedia italiana.

mmagliahia1954  @  08/03/2016 22:54:31
   7½ / 10
Buon film, visto ieri sera. Posso portare l'impressione di amiche che sono sulla mia eta' e di mio nipote, quindi una visione da giovane.
Una commedia in stile vagamente francese, con una forzatura un po' inprobabile e scomoda da digerire

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
ma per il resto il film scorre bene e non e' poco, in quanto non si avvale di fotografia, musica, paesaggi o altre componenti.
Devo esprimere un'idea positiva su un aspetto: finalmente la mancanza di aspetti sessuali espliciti, di nudi e altre stupidaggini sporche o facili a livello comico, straripanti appunto in film italiani e anche stranieri. No, questo film e' una commedia abbastanza corretta, anche se a tratti un po' ingenua, cioe', ci sono alcuni passaggi troppo accentuati, come accentuata e' l'ingenuita' forzata della veterinaria. Poi e co, una minuscola critica, tutti i film girati a Roma o Milano inquadrano sempre la vita di persone benestanti o comunque appartenenti ad una borghesia benestante e tanto. In questo la Francia ha fatto strada, quell'immagine di dissimulata voglia di apparenza tanto cara alla sinistra; e lo dice un'anziana di sinistra, forse nostalgica degli anni '60, la mia infanzia, quando si era davvero di sinistra o comunque quando, anche chi non lo era, era semplice, sperava, era puro. Il popolo. Ecco, ci mancano le commedie sul popolo vero. Mio nipote ha seguito in modo veramente piacevole mi ha detto, anche se ovviamente e' anagraficamente giovane rispetto ai protagonisti over 40 con una vita diversa da quella delle dinamiche dei 24-29 enni. Insomma, questo e' segno che la storia interessa ed ha un ßnso non superficiale, visto anche il finale a sorpresa.

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


959824 commenti su 37677 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net