non torno a casa stasera regia di Francis Ford Coppola USA 1969
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

non torno a casa stasera (1969)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film NON TORNO A CASA STASERA

Titolo Originale: THE RAIN PEOPLE

RegiaFrancis Ford Coppola

InterpretiShirley Knight, James Caan, Robert Duvall, Tom Arledge

Durata: h 1.46
NazionalitàUSA 1969
Generedrammatico
Al cinema nel Settembre 1969

•  Altri film di Francis Ford Coppola

Trama del film Non torno a casa stasera

Insoddisfatta, Natalie lascia un biglietto al marito e se ne va. Un campione di football mezzo suonato le si affeziona e cerca di aiutarla quando lei Ŕ nei guai con un poliziotto. Quarto film di Coppola, tristissimo

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,00 / 10 (16 voti)7,00Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Non torno a casa stasera, 16 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Max_74  @  20/03/2018 21:51:10
   8½ / 10
Quinto lungometraggio di Coppola a tre anni prima del Padrino. Con un ritmo quasi magniloquente e una colonna sonora semplice ma efficace, emerge il ritratto accorato e sofferto di un'America allo sbando, senza neanche un lieto fine liberatorio, perfettamente rappresentata da Caan qui al suo primo ruolo importante e per il quale fu notato dalla critica. Un road-movie stile Easy Rider (uscì quasi in contemporanea con esso) privo dei fermenti rivoiuzionari dell'epoca ma tutto incentrato sul mal di vivere, solitudine e miserie quotifiane.
George Lucas pre- lungometraggi fu assistente alla produzione.
Perfetto esempio di come Coppola a budget basso, libero dalle sovrastrutture hollywoodiane e totale soggettista e sceneggiatore, ha saputo creare dei piccoli gioielli purtroppo poco conosciuti come l'altrettanto notevole 'La conversazione' (1974) con Gene Hackman.

Goldust  @  24/09/2015 11:54:34
   4½ / 10
Prima del Padrino, James Caan e Robert Duvall incontrano Coppola in questo road movie dal sapore esistenzialista. Noiosissimo a tutti i livelli, con una prima mezz'ora indigeribile, costruito male più per fretta che per veri errori strutturali ( Natalie scappa di casa in fretta e furia eppure ha con sè un abito da sera; Killer sembra una persona normale fin quando incontra l'ex fidanzata del college, da quando questa rivela al Mondo che è un ritardato lui si comporta come tale ) è una pellicola che si trascina lenta fino al finale ( criticato da alcuni eppure non così malvagio ) senza dire nulla di nuovo sulla provincia americana, dipinta in modo violento e profittatore così come in altre opere del periodo. La Knight è inadeguata per il ruolo di protagonista principale, molto meglio i suoi colleghi uomini.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  09/11/2014 21:27:59
   4 / 10
Lento noioso e terribilmente prolisso.
Dialoghi e sviluppi al 90% senza alcun senso, peggio ancora, personaggi che non stanno ne' in cielo ne' in terra, insulsi e completamente suonati (protagonista in primis, sgradevole oltre ogni immaginazione).
Non fatevi ingannare dalle premesse: appassionarsi alla storia e' praticamente impossibile, e lo si capisce gia' dai primi minuti.

Una visione straziante, il fatto che sia un Coppola non lo giustifica minimamente.

Bocciatissimo.

Filman  @  20/06/2014 15:30:52
   7 / 10
La potenza emotiva di THE RAIN PEOPLE, nascente dalla mano di Coppola, fonte di una sceneggiatura pronta a sfruttare al meglio elementi, personaggi e situazioni genuine seppur di studiato effetto drammatico, accompagna con fervore una storia fresca per il genere, di moderata ma composta maturità e dall'assodata efficacia costruttiva.
Il film, pur erigendosi su delle fondamenta recitative, elabora la sua bellezza stilistica grazie a delle idee visivo-narrative e delle trovate registiche interessanti e compenetranti, come un semplice dialogo avvolto da un gioco di immagini e riflessi, funzionali all'accompagnamento sensibile e solido dello scorrimento della pellicola stessa.
La visione di una realtà dura e fittizia, che muterà i sentimenti della protagonista, rappresenta il viaggio che questo film desolante ma dalla scarsa ammissibilità, nonostante l'aberrante sinossi conclusiva, affronta, aprendo le porte di Coppola ad un pessimismo realista ed impressionista, qua fermo ad un facile soddisfacimento del pubblico, ma in procinto di decollo artistico.

DarkRareMirko  @  09/07/2011 20:48:32
   9 / 10
Altro magistrale lavoro di Coppola ingiustamente meno conosciuto di altri suoi capolavori, complice magari anche minori passaggi tv; eccelso nella direzione degli attori (spicca un Jimmy Caan che interpreta un ritardato mentale), il film, mix tra dramma e road movie, è incentrato sulla crisi della società americana, riprodotta in modo desolante e pessimistico.

Forse esgerato nelle situazioni (come nel finale, rissoso come non mai, sostenuto da un mitico Robert Duvall per una volta in un ruolo egoista, manesco e negativo) è ad ogni modo un grande classico.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  13/06/2011 17:07:13
   8 / 10
Menomato da un incidente di gioco che lo hanno reso un povero ritardato e lei in fuga da una scelta (il matrimonio) operata con troppa leggerezza ed una maternità in arrivo che ne accresce la responsabilità. Un piccolo film indipendente magnifico giocato sul rapporto tra questi due personaggi immersi in un contesto di tangibile malessere che sfocerà nel finale. Da recuperare.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  30/12/2010 14:30:54
   8 / 10
Due personaggi con due diversi stili di vita si incontrano e finiranno per stravolgere le proprie esistenze...
Lei ha scelto di lasciare il marito e va incontro alle difficolta' emotive di questa decisione...
Lui è un ex-giocatore di football che in seguito ad un incidente sul campo ha perso i suoi sogni e anche qualche rotella,lui pero' non ha potuto scegliere!
E il film gira intorno a un'altra scelta fondamentale,quella della maternita'!
Il film di Coppola è anche un viaggio alla scoperta dei doni della maternita',questo figlio,questo umile essere privo di una guida non è altro che la raffigurazione della piu' pura Innocenza!
A parte la protagonista troviamo gente senza cuore pronta ad approfittare del malcapitato...si prova pena quando veniamo a scoprire in modo cosi diretto e crudele il problema del protagonista...un bravo James Cann maltrattato dall' "amica"...
Bello

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gatsu  @  20/12/2010 00:03:19
   7 / 10
Film di Coppola abbastanza sconosciuto ma devo dire parecchio sentito e toccante. Una storia mai banale che prende il cuore per almeno un'ora. Ottimi gli attori molto meno il doppiaggio italiano. Tra i film del regista questo mi pare uno dei più riusciti almeno sotto il profilo emozionale.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  06/07/2010 09:53:29
   7½ / 10
Il quarto lavoro di Coppola,dimenticato come quasi tutti i suoi lavori prima del Padrino. E in effetti The rain people è l'ultimo film di Coppola prima del suo capolavoro più acclamato e conosciuto.
Lentissimo,anche crudele e freddo (magari troppo freddo,ma sono proprio i personaggi stessi forse ad esserlo) ma girato in maniera divina,con una sapienza tecnica strabiliante e l'uso di flashback che colpisce. In pratica Coppola si sta facendo le ossa per arrivare alla sua regia perfetta dei suoi lavori successivi e qui si nota per la prima volta. La stessa sceneggiatura è farina del suo sacco e porta a riflessioni ben più profonde di quanto si possa pensare,però qualcosa non va nella pellicola nonostante sia fatta benissimo: forse è un approfondimento ulteriore nel personaggio di Killer Kilgannon,forse è il troppo pessimismo che pervade l'intera durata del film che ha volte sembra esageratamente forzato.
Tutti i personaggi,comunque ben abbozzati,soffrono di una solitudine estrema e inconsapevolmente autodistruttiva mentre la protagonista si ritroverà ad essere madre (responsabile) prima del tempo di una persona che ha bisogno di lei,rendendosi conto troppo tardi di non aver fatto la cosa giusta.
Che i semi del Padrino siano stati gettati si nota in poche ma decisive cose: la famiglia (qui è una fuga dalla stessa) e due attori che anche qui danno grandi prove: Caan e Duvall.

Gruppo REDAZIONE maremare  @  12/05/2010 01:59:08
   8 / 10
Piccolo e misconosciuto film di Coppola assolutamente da recuperare.

Gruppo COLLABORATORI atticus  @  21/04/2010 23:00:01
   7½ / 10
Un piccolo film di Coppola su due solitudini differenti che viaggiano tra le sterminate strade degli States in cerca d'affetto.
Un road movie dell'anima, più complesso e drammatico di quanto in realtà non possa sembrare, sempre in bilico tra violenza e sentimento ma con una cura straordinaria dell'introspezione sui personaggi.
Nonostante un tremendo doppiaggio, Caan e la dimenticata Shirley Knight offrono prove di grande intensità. Sicuramente da vedere.

Pink Floyd  @  07/11/2007 01:22:36
   4½ / 10
Sarà una mia pecca ma il Coppola minore proprio non mi prende.
Qui siamo davanti alla storia assolutamente deprimente di una ragazza confusa che fugge dal suo partner.
Sul suo cammino non incontrerà che soggetti violenti, disonesti o psicolabili. Il film si muove, come di consueto su linee lente in modo esacerbante sino a far cadere i fatti e le scene in un vortice di mediocre squallore.
Sarò passibile di critiche ma di tutto questo male di vivere proprio non ne trovo il senso.
Preferisco di gran lunga il Francis Ford Coppola dei must.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  29/10/2007 10:32:18
   8 / 10
Questo lento film di Coppola è veramente una perla rara.
Un film che scivola silenzioso tra le pieghe più contorte e più istintive che possono prendere i sentimenti.
Un road-movie che racconta quelle sensazioni di quando nella vita ci si perde o non si vogliono affrontare nuove situazioni. Un film che fa respirare emozioni.
Bravissimo James Caan.

benzo24  @  28/10/2007 00:22:58
   4½ / 10
film abbastanza sopravalutato. visto oggi è datato e noioso. insomma un film assolutamente dimenticabile se non fosse per le buone prove degli attori.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento Giordano Biagio  @  27/10/2007 23:04:01
   8 / 10
Film datato ma storicamente affascinante. Ci riporta a un costume oggi inusuale, alle tante insicurezze sociali di allora da cui si trovava conforto con le relazioni d'amore.

Il film pone anche il problema della paradossalità delle crisi matrimoniali e della difficoltà negli anni '60 che incontrava la trasgressione sessuale nella sua realizzazione pratica.

Buon ritmo e il solito dilemma: lo psicolabile è pazzo o è semplicemente più sensibile e buono della media?

Film da non perdere.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  11/08/2006 00:49:47
   8 / 10
Io ... adoro questo film, e mi spiace che sia stato poco visto.
E' una storia di ordinaria distruzione affettiva, resa affascinante dal clima di sordida violenza che sconvolge le vite allo sbando dei due inermi protagonisti. James Caan nel ruolo del giocatore di football ritardato è a dir poco indimenticabile.
Un Coppola amarissimo e lucido, capace di sfumature davvero profonde, specialmente per chi gli rimprovera di realizzare film più con la testa che con il cuore
Beh di "cuore" qui ce n'è in abbondanza

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

adorazionealcarras - l'ultimo raccoltoalla vitaamanti (2020)american nightblack parthenopecasablanca beatscip e ciop: agenti specialicome prima (2021)dashcamdoctor strange nel multiverso della folliadue donne al di la' della leggeelizabeth (2022)elvis (2022)emergencyesterno nottefassbinderfemminile singolarefirestarterfreedom (2021)gagarine - proteggi cio' che amigenerazione low costgli stati uniti contro billie holiday
 NEW
gold (2022)hill of visionhope (2019)hustlei giovani amantii tuttofareil fronte internoil giorno piu' belloil naso o la cospirazione degli anticonformistiil paradiso del pavoneil talento di mr. cil viaggio degli eroiinvito al viaggio. concerto per franco battiatoio e lulu'italia. il fuoco, la cenerejane by charlottejurassic world - il dominiokarate mankoza nostrakurdbun - essere curdola bicicletta e il badile - in viaggio come hermann buhlla doppia vita di madeleine collinsla fortuna di nikukola grande guerra del salento
 NEW
la mia ombra e' tuala ragazza ha volatol'altra lunal'angelo dei muril'arma dell'inganno - operazione mincemeatl'audizionel'eta' dell'innocenza (2022)lettera a francolightyear - la vera storia di buzzliz e l'uccellino azzurromad godmarcel!memoriamemory (2022)mindemic
 NEW
mistero a saint-tropeznavalnynel mio nomenoi duenostalgiaonly the animals - storie di spiriti amantiour fatherpleasurequel che conta e' il pensiero
 NEW
revolution of our timesrise - la vera storia di antetokounmposecret team 355settembre (2022)spiderheadstudio 666tapirulan
 NEW
tenebrathe batmanthe black phone
 NEW
the deer king - il re dei cervithe man from torontothe other side (2020)
 NEW
the princessthe rescue - il salvataggio dei ragazzitop gun: mavericktutankhamon. l'ultima mostraunwelcomevecchie canaglieviaggio a sorpresawild nights with emily dickinson

1030510 commenti su 47846 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

L'OMBRA DELL'ALTROTHE HOUSE I LIVE IN

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net