king arthur - il potere della spada regia di Guy Ritchie USA 2017
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

king arthur - il potere della spada (2017)

 Trailer Trailer KING ARTHUR - IL POTERE DELLA SPADA

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film KING ARTHUR - IL POTERE DELLA SPADA

Titolo Originale: KING ARTHUR: LEGEND OF THE SWORD

RegiaGuy Ritchie

InterpretiCharlie Hunnam, Jude Law, Eric Bana, Annabelle Wallis, Astrid Bergès-Frisbey, Djimon Hounsou, Aidan Gillen, Tom Wu, David Beckham, Katie McGrath, Mikael Persbrandt, Kamil Lemieszewski, Hermione Corfield, Eline Powell, Michael McElhatton, Freddie Fox, Millie Brady, Poppy Delevingne, Geoff Bell, Neil Maskell, Daniel Stisen, Peter Ferdinando, Georgina Campbell, Adrian Bouchet, Cristian Lazar, Kingsley Ben-Adir, Peter Guinness, Scroobius Pip, Lee Nicholas Harris, Chris Marchant, Oliver Zac Barker

Durata: h 2.06
NazionalitàUSA 2017
Generefantasy
Al cinema nel Maggio 2017

•  Altri film di Guy Ritchie

Trama del film King arthur - il potere della spada

Il giovane Arthur vive nei vicoli di Londonium con la sua gang, all'oscuro della vita a cui è destinato fino a quando si impadronisce della spada di Excalibur ed insieme a lei del suo futuro. Sfidato dal potere di Excalibur, Arthur deve compiere scelte difficili. Coinvolto nella resistenza e affascinato da una misteriosa donna, deve imparare a gestire la spada, affrontare i propri demoni e unire il popolo contro il tiranno Vortigern, che si è impadronito della sua corona ed ha assassinato i suoi genitori.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,42 / 10 (19 voti)6,42Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su King arthur - il potere della spada, 19 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  21/09/2017 09:42:13
   6½ / 10
Storia sulla carta con poco da dire, considerate le innumerevoli versioni raccontate nel corso degli anni.
Però se in agguato c'è un certo Guy Ritchie le sorprese potrebbero non mancare. E infatti il regista britannico grazie alla sua rutilante cifra stilistica fatta di un montaggio serratissimo con linee temporali sovrapposte ed intersecate tra loro, riesce a rendere la storia -tutto sommato piuttosto semplice e scontata- un intrattenimento valido, in cui la noia non fa mai capolino.
Ovviamente è necessario stare al gioco, pronti a sorbirsi dialoghi ridondanti, accelerazioni furiose in contrasto con ralenti bellici in cui Ritchie si specchia richiamando il suo cinema gangsteristico degli esordi sino alla più recente rivisitazione di Sherlock Holmes. Anche l'Artù proposto rifugge determinati stilemi, cresciuto in mezzo la strada pur essendo di nobile lignaggio, il nostro appare più come uno spaccone da pub che come un potenziale sovrano. Lo interpreta Charlie Hunnam, ironico e tamarro quanto basta a differenza dello svogliato antagonista, un Jude Law senza carisma, poco efficace nei panni del sovrano usurpatore.
Le invenzioni visive del regista riescono quindi ad evitare l'effetto minestra riscaldata, il resto lo fa il notevole budget, che permette svariate escursioni fantasy e un utilizzo della CGI mirata alla realizzazione di creature e scenari adatti al genere.
Gli amanti del classico avranno di che destabilizzarsi: le certezze vengono a decadere, come l'amicizia con Merlino qui ridotto a mera suggestione, molti personaggi rivestono ruoli modificati e i futuri cavalieri della tavola rotonda sono tutto fuorchè paladini dai modi raffinati.
Ennesima versione della quale non si sentiva probabilmente il bisogno, ma il tocco leggero e molto ironico del regista e la spettacolarizzazione della storia secondo i canoni cinematografici moderni ne fanno un prodotto gradevole.

Alex22g  @  08/09/2017 16:41:00
   9½ / 10
Se non è un capolavoro poco gli manca, ovviamente inquadrandolo come un film di mero intrattenimento. Avevo già apprezzato moltissimo gli Sherlock Holmes di Ritchie e qui si è davvero superato. Un film ritmato, visivamente sublime e decisamente divertente. Questo volevo e questo ho avuto. Splendido .

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  16/08/2017 21:36:18
   6 / 10
Il King Arthtur di Ritchie è più o meno una sintesi del suo cinema con l'ambientazione titpicamente fantasy mainstream, vedi Il Signore degli Anelli. Senza dubbio qualcosa di suo è riconoscibile come il montaggio asincrono e la descrizione dei bassifondi di Londinium non molto difformi dalle sue migliori pellicole. Un Artù che cresce tra bande di ladri e gestisce i bordelli come un boss criminale moderno. Il film è godibile, qualche battuta d'arresto nel ritmo ma tutto sommato lontano da pause noiose.

jason13  @  08/08/2017 13:39:37
   7 / 10
Strani questi voti cosi' negativi, il film e' veramente piacevole e mantiene le promesse, lo stile di G.Ritchie gli da' quel valore aggiunto ad una storia gia' usata troppe vole. Promosso.

TheLegend  @  27/06/2017 00:14:14
   4 / 10
Guy Ritchie ormai ha fatto il suo tempo.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  21/06/2017 11:49:01
   5 / 10
Flop assoluto.
Guy Ritchie mi andava bene agli esordi, quando si muoveva in microcosmi popolati di gangster surreali, ma il suo stile con pellicole come Sherlock e questo King Arthur c'entra davvero poco. Fiumi di digitale, attori del tutto sprecati, storie che faticano a decollare, soliti rallenty nelle sequenze di azione. Bah, due palle.

MariCapa  @  05/06/2017 18:26:49
   7½ / 10
Amo il genere fantasy e questo film non delude! Bellissima la scena iniziale in cui il Re con la spada si lancia da ponte per uccidere il mago! Bellissima anche l'interpretazione di Jude law...motivo principale per il quale ho voluto vedere il film" :P scherzi a parte, se vi piace il genere fantasy ve lo consiglio...staremo a vedere se e quando, ci saranno i sequel!
forse un po' troppo rapida la crescita e lo sviluppo raccontato di Artù,

JOKER1926  @  05/06/2017 17:56:15
   7 / 10
Fra i personaggi storici e pseudo storici, l'icona di Re Artù ha vissuto diverse fasi di rivisitazione, in questa fattispecie, i film sono stati vari; i risultati più o meno decenti.
Guy Ritchie dunque va a proporre, non sarà l'ultimo regista a farlo, le gesta di questo personaggio, lo fa in modo del tutto personale.

"King arthur - il potere della spada" richiama alla mente film come "300", trattasi di pellicole incentrate su un ripetitivo clamore e caos scenico. Interessante.
Ovviamente dal discorso sono esclusi quelli che non amano film del genere, attraverso il trailer, insomma, lo spettatore dovrebbe regolarsi, se si va al Cinema , bisogna sottoscrivere il regolamento artistico.
Il ritmo e l'action saranno quindi i punti base del film, la narrazione è breve ma compatta. I personaggi e il loro modus operandi, sono le altre cose gradevoli del prodotto. Alcune sequenze memorabili, come quella del boia con Re Artù condannato a morte. Un altro grande lavoro spetta alle musiche, esse pompano a dovere il quadro e offrono una climax debordante. Ogni scena insomma vive il suo momento epico. Particolarissimo il montaggio che inganna lo spettatore con una disseminazione di scene che non seguono la linea kronos, alcune si confondono col presente, essendosi già verificate, gioco di flashback originale ed artistico.
Buoni gli attori, specie Jude Law, in un'altra parte da "comandante".

Film non per tutti.

Gruppo COLLABORATORI peter-ray  @  30/05/2017 14:16:15
   5 / 10
King Arthur in versione coatto antico non si può proprio guardare.
Alza il punteggio solo l'interpretazione di Jude Law. Per il reato è un film da dimenticare

1 risposta al commento
Ultima risposta 30/05/2017 14.17.16
Visualizza / Rispondi al commento
Trixter  @  29/05/2017 09:20:49
   7½ / 10
Buon film d'intrattenimento, zeppo di ottimi effetti visivi, strizza l'occhio ai fantasy di Jacksoniana memoria con uno sguardo al Macbeth del bardo. La vicenda appare in principio un pò confusionaria, poi la trama si dipana via via e la pellicola prende, non c'è che dire, grazie ad un ritmo accattivante ed alla verve di un ottimo Jude Law. Qualche remora, invece, sui personaggi di contorno, non tutti ben caratterizzati ed un pò piatti. Ad ogni modo, King Arthur diverte e lo zampino dell'ex signor Ciccone è evidente, tanto nei dialoghi quanto in certe zampillanti scelte registiche. A mio parere, Guy Ritchie ha fatto di nuovo centro!

dagon  @  24/05/2017 20:54:17
   4½ / 10
Ritchie è ormai un altro regista completamente schiavo dei suoi vezzi. Ralenty, freeze frame, accelerazioni improvvise....keppalle... aggiungiamo al mix la solita oscena CGI, con scenografie penose che sembrano avanzi de Lo Hobbit, la solita estetica del grigiume/livido, lense flare posticcio a go-go.... sono uscito dal cinema con la voglia sfrenata di rivedermi Excalibur con la meravigliosa fotografia di Alex Thomson.
Un film che fa rivalutare il King Arthur di Fuqua.

TheGame  @  24/05/2017 20:47:15
   4½ / 10
Ritchie con la sua solita grazia e delicatezza da catherpillar si butta nel fantasy muscolare, cafone e giggione con tanto di Re rockstar, ma il tutto si schianta di fronte a mal caratterizzati personaggi monodimensionali.

Wilding  @  15/05/2017 22:51:42
   4½ / 10
Jude Law è davvero bravo in questa pellicola che è proprio una "****** pazzesca", con un Re Artù che diventa "Il Boss" (inascoltabile!!), narrazione traballante e nessuna scena degna di nota. Leggo che è il primo di sei capitoli: dubito ce ne sarà mai un secondo!!

Giovans91  @  15/05/2017 19:56:17
   8½ / 10
King Arthur - Il Potere della Spada è una versione cafona e violenta del classico mito di Re Artù. Guy Ritchie prende tutti gli elementi riconoscibili della tradizione arturiana e li lavora a suo piacimento. L'intera storia gode di un ritmo serrato, che ti tiene sempre sull'attenti fino alla fine. Il regista strizzano l'occhio al pubblico più contemporaneo, abituato a una comunicazione fatta di messaggi veloci e dal forte impatto, prediligendo la potenza dell'immagine e dell'ambientazione sonora a quella dell'accuratezza e dell'approfondimento storico, riuscendo a confezionare un prodotto finale che molti troveranno forse esagerato (cosa che in effetti è), ma perfettamente funzionale al suo scopo: intrattenere, affascinare e travolgere lo spettatore, in puro stile Guy Ritchie!

enrico_ghezzi  @  13/05/2017 17:34:17
   7 / 10
Guy Ritchie è il regiista del completo, completo nella sua narrazione tematica che si inabissa poi in un alterco strutturato. si discosta dalle varie narrazioni della leggenda king arturiana, e ne dimostra una visione percettiva, attenta al quel delicato non voluto ma rivisto dell intreccio che ne deduce il completo assenso.cosi che la rivisitazione ne risulta avulsa e mai spiegata al contempo. una recitazione di effetto contenuto ma diretto all apoteosi finale della spada estratta, che ne rida una luce piu' adulta del concetto devoto e esteso dell atto in se'. si arriva quindi alla massima forma completa nel momento dei basso momento di gesta e lodi che nell' atto stesso riversa il modello di se'.

Manticora  @  12/05/2017 12:35:13
   8 / 10
C'era il rischio di un opera kitch, priva di spessore, e a tratti troppo scontata, invece Guy Ritchie ha fatto l'ennesimo miracolo. Dopo Sherlock Holmes prende un altra ICONA inglese, King Arthur e ne ridefinisce anima e corpo, trasformandola in un epica storia fantasy cupa e magica. L'inizio colpisce veramente nel segno, in una scena dalla grande potenza visiva e sonora


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Ovviamente l'entrata in scena di Uther Pendragon interpretato da un convincente Eric Bana porta lo scontro ad un altro livello perchè lui ha IL POTERE DELLA SPADA. In una scena epica e magica in cui FINALMENTE viene mostrato cos'è veramente EXALIBUR.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
La storia si sposta sul tradimento di Vortiger, un Jude Law in stato di grazia, che tradisce Uther, ma soprattutto

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
E qui c'è una svolta notevole, che rende il personaggio di Vortigen qualcosa di più di un semplice "cattivo"il quale

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
In un ottimo climax di montaggio e narrazione non lineare Ritchie che firma anche la sceneggiatura costruisce la storia reinventandola, Arthur viene cresciuto in un bordello, in cui si destreggia, costruendo con il tempo la sua gang di strada. L'ottimo montaggio ci fà attraversare la gioventù del nostro, fino a che non compare nei panni di Charlie Hunnam, volto che incarna perfettamente il primo Arthur, quello cafone e sprezzante. Il film ha un ritmo sostenuto, che viene valorizzato dagli attori, e in cui i comprimari hanno un importanza FONDAMENTALE.
da Astrid Berges-Frisbey, maga oscura e anonima, che però si rivelerà di importanza assoluta, a Djimon Housou, alias Bedivere, un moro rimasto celato, dopo che Uther è stato ucciso. Poi Aidan Gillen, alias Ditocorto, alias qui Grasso d'oca, ottimo arciere e sicario. Tutti (o quasi) hanno un soprannome, dalle guardie ai bravi che scorrazzano per Londinium. L'estetica del film è ottima, con una resa visiva di armi ed armature che denota cura nel dettaglio. Una cosa che un pò spezza il ritmo è la durata, forse LEGGERMENTE troppo lunga. Ma è anche vero che la storia ha un respiro ampio, e il confronto con Vortigern arriverà solo alla fine.
Prima Arthur affronterà i suoi demoni, il peso della spada, che ad un certo punto rifiuta

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
E infine la CONSAPEVOLEZZA, essere ciò che è

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
In tutto questo la musica è parte FONDAMENTALE,una score strumentale, che accompagna la vicenda con ballate celtiche, oltre a un paio di pezzi vocali perfetti, composti per l'occasione.

"vieni nipote giochiamo un pò tra noi"
Per affrontare Arthur lo zio

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Infine tutto ciò che deve essere sarà, exalibur, i maghi, i vichinghi, Camelot, la tavola rotonda, i cavalieri, tutto diverrà leggenda, non male per un fantasy da 175 milioni di dollari(gestiti benissimo) in cui ancora una volta Ritchie mostra di sapersi destreggiare benissimo!
"Ti sei creato il boia da solo, perchè uccidendo mio padre, tu hai creato me!"

Invia una mail all'autore del commento luca986  @  11/05/2017 21:13:20
   7½ / 10
Ottimo film, che paga un finale troppo, come dire, Kitsch. Regia eccentrica come nello stile del regista. Promosso sicuramente.

David94  @  11/05/2017 10:00:13
   6 / 10
Prima mezz' ora troppo confusionaria, quasi ti fa rimpiangere di essere entrato in sala. Fortunatamente poi, dal momento dell'estrazione di Excalibur dalla roccia, il film comincia a prenderti. L' impressione peró é che non esploda mai completamente. Merita la sufficienza, grazie soprattutto all' ottima prova di Jude Law.

Invia una mail all'autore del commento AxelFoley  @  10/05/2017 21:07:31
   6½ / 10
Alla fine, nonostante tutto, risulta gradevole.
In quel "nonostante" c'è un pò di roba
Guy Ritchie ci propone un film storico-medievale/fantasy che conduce lo spettatore con due ore di film in un mondo totalmente fantasy infarcito di cenni storici della leggenda di Re Artu, e imho alla fine risulta un buon prodotto.
Come prima cosa c'è da sottolineare che Guy Ritchie è un regista molto autoreferenziale a cui piace specchiarsi nei suoi colpi ad effetto e bada molto all'apparenza delle cose più che alla sostanza...quindi non innervositevi troppo se vedete un pò di CGI in alcuni combattimenti, una dose abbondante di sequenze di camera "alla Sherlock Holmes" o meglio ancora "alla Ritchie", ed un pizzico di svolgimento di parti della trama "alla Ritchie" con sequenze ad intreccio-flashback-fabula il tutto in una manciata di minuti, che conferma uno stile sicuramente personale, ma troppo intricato e dissonante con la chiarezza e la linearità che deve avere lo svolgimento di una sceneggiatura.
Poi la scelta degli attori è apprezzabile perché sà di scommessa , ma gli script dati al cast peccano in profondità di caratterizzazione, seppur comprensibile in un esologia di episodi ma anch'essa non utile a far guadagnare punti al film: Astrid Berges-Frisbey ha un personaggio intrigante ed è una brava (oltre che molto bella) attrice, ma è poco approfondita la sua storia; Charlie Hunnam è un'altra scelta audace ma anche qui non si và oltre il classico protagonista maschio-alfa tutto muscoli, con molta forza interiore che deve scoprire. Dijmon Hounsou è il nuovo Samuel L. Jackson...serve un attore nero? c'è Dijmon ovviamente... va bene per ogni occasione, il risultato è che il suo contributo si è via via appiattito nei vari film ed i tempi delle grandi interpretazioni alla Blood Diamond sono lontanissime, man mano il suo contributo tecnico è venuto meno commercializzandosi in maniera eccessiva, idem Eric Bana.
I prossimi capitoli probabilmente li vedrò ma mi aspetto un netto passo in avanti, già dal secondo.

1 risposta al commento
Ultima risposta 11/05/2017 11.43.39
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

 NEW
2 biglietti della lotteria7 giornia ciambraall eyez on meamityville: il risveglioangels wear whiteangoscia (2017)annabelle 2appuntamento al parcoatomica biondababy driver - il genio della fugabarry seal - una storia americanacars 3casa casino'cattivissimo me 3charley thompsonchips - (dis)ordine pubblicocrazy night: festa col mortocustodydavid gilmour - live at pompeiideath note (2017)diario di una schiappa: portatemi a casa!dove cadono le ombredownsizing
 HOT
dunkirkeasy - un viaggio facile facileex libris - the new york public libraryfirst reformedfottute!foxtrotfuori c'e' un mondogatta cenerentolagifted - il dono del talento
 NEW
glory - non c'e' tempo per gli onestihannahhouse on elm lakehuman flowil colore nascosto delle cosein dubious battle - il coraggio degli ultimi
 NEW
in questo angolo di mondojackals
 NEW
kingsman: il cerchio d'orol’ordine delle cosela fratellanza (2017)
 NEW
la musica del silenziola principessa e l'aquilala storia dell'amorela torre nerala villala vita in comuneleatherface
 NEW
l'equilibrio
 NEW
l'inganno (2017)l'insultelycanmektoub, my love: canto unomiss sloane - giochi di poteremonolithmotori ruggentinemesi
 NEW
noi siamo tuttoopen water 3 - cage diveoperation chromiteoverdrivepolaroidsafarisavvasuburbiconsweet countrytaranta on the roadthe black roomthe bye bye manthe devil's candythe gracefield incidentthe shape of waterthe teacherthe third murder
 NEW
tiro liberoun profilo per dueuss indianapolis
 NEW
valerian e la citta' dei mille pianetivelenowalk with mewish upon

961675 commenti su 37916 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net