il capitale umano regia di Paolo Virzý Italia 2013
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

il capitale umano (2013)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film IL CAPITALE UMANO

Titolo Originale: IL CAPITALE UMANO

RegiaPaolo Virzý

InterpretiFabrizio Bentivoglio, Valeria Golino, Valeria Bruni Tedeschi, Fabrizio Gifuni, Vincent Nemeth, Luigi Lo Cascio, Gigio Alberti, Bebo Storti, Pia Engleberth, Giovanni Anzaldo, Guglielmo Pinelli, Matilde Gioli

Durata: h 1.51
NazionalitàItalia 2013
Generedrammatico
Al cinema nel Gennaio 2014

•  Altri film di Paolo Virzý

Trama del film Il capitale umano

I progetti faciloni di ascesa sociale di un immobiliarista, il sogno di una vita diversa di una donna ricca e infelice, il desiderio di un amore vero di una ragazza oppressa dalle ambizioni del padre. E poi un misterioso incidente, in una notte gelida alla vigilia delle feste di Natale, a complicare le cose e a infittire la trama corale di un film dallĺumorismo nero che si compone come un mosaico. Paolo Virzý stavolta racconta splendore e miseria di una provincia del Nord Italia, per offrirci un affresco acuto e beffardo di questo nostro tempo.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,53 / 10 (126 voti)7,53Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Il capitale umano, 126 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

76mm  @  11/10/2017 10:58:24
   4 / 10
Mi dispiace dover andare controcorrente ma francamente non saprei cosa salvare in questo prodotto che non riesco nemmeno a catalogare
Un thriller? Non c'è tensione
Un'analisi sociale? Solo stereotipi
Una commedia? Non è divertente
Un dramma? Non coinvolge
Un film corale? Mai sentito parlare di Robert Altman?
Un film d'attori? Gli adulti sono bravi ma penalizzati oltremodo dai ruoli monodimensionali, i giovani da prendere a sberle (proprio come attori dico, indipendentemente dai personaggi)
Tutte le svolte narrative sono telefonate tre ore prima

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Personaggi secondari improponibili (il figlio di Gifuni, il professore, lo zio) e trovate di sceneggiatura da denuncia penale (e condanna)


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Il punto più basso si raggiunge nella riunione a casa della Bruni per parlare di teatro, quella sequenza lì basterebbe per affossare qualsiasi pellicola, figuriamoci se poi anche tutto il resto scricchiola.
I ricchi sono tutti st**onzi, chi non è ricco non fa altro che pensare a come diventarlo e ciò lo porta ad essere ancora più st**onzo dei ricchi stessi…roba fine eh?
Ho provato imbarazzo.
Rifiuto di commentare il fatto che sia stato scelto per rappresentare l'Italia agli Oscar (fortunatamente scartato dalla cinquina finale).

Juza21  @  17/09/2017 18:59:53
   8½ / 10
Non tutti gli attori all'altezza ma decisamente un buon film.

yeah1980  @  04/07/2017 09:05:59
   8 / 10
Bello!
Riesce bene a descrivere e rappresentare quello che intende.

freddy71  @  23/04/2017 10:04:58
   8 / 10
bellissimo bravo Virzì....un film che ti tiene incollato fino alla fine...bravi gli attori la sceneggiatura...l'atmosfera del film è perfetta.

Elwing77  @  13/01/2017 19:31:58
   7 / 10
Affresco dell'ipocrisia e della falsità che regnano in tutte le classi sociali, che sono alle prese con i loro egoismi quotidiani e con la cura del proprio orticello senza riuscire, quasi mai, a guardare oltre il loro naso.

Oskarsson88  @  02/11/2016 14:29:58
   8 / 10
Film ben costruito ad incastro, con tanti personaggi spregevoli, a contrapporsi ad altri più genuini. Fino ala penultima scena è un film da lasciare un appesantimento morale non indifferente, mentre l'ultimissima scena ridà un po' di luce e positività al tutto. Molto bella la finale citazione, specchio del tempo in cui viviamo...

fabio57  @  07/06/2016 19:45:40
   8½ / 10
Bel lavoro di Virzì , originale l'allestimento,stessa situazione ma da punti di vista diversi ,con la visuale di ciascuno di tutti i protagonisti di questa girandola di situazioni ,tra il giallo e l'analisi sociale.Bentivoglio strepitoso nella parte del pover'uomo , meschino ma con manie di grandezza e la Tedeschi ,nevrotica insoddisfatta e viziata. Il regista migliora di volta in volta.

Mildhouse  @  06/06/2016 19:26:42
   7½ / 10
Un dramma nel vero senso della parola. Non manca nulla per poterlo considerare un film genuino e ben orchestrato , dai dialoghi ai personaggi variegati.

gemellino86  @  16/05/2016 18:33:10
   7 / 10
Buon film ma a mio parere ci volevano personaggi più accattivanti. Bei dialoghi e molto brava Valeria Golino. Consigliato.

Paolo70  @  16/05/2016 12:02:59
   8 / 10
Film con un buon montaggio. Storia drammatica e realistica. Bravi i protagonisti. Da vedere.

harlan  @  07/01/2016 00:11:12
   8½ / 10
film di notevole spessore.
per argomenti trattati e per intreccio narrativo uno dei migliori film italiani degli ultimi anni.
ottima la prova degli attori.
bentivoglio sugli scudi.

Burdie  @  27/12/2015 19:12:43
   6 / 10
...se la trama e la sceneggiatura reggono...la recitazione proprio no!

gringo80pt  @  16/12/2015 11:31:37
   8 / 10
Mancata questa perla italica al cinema e visto in dvd.
A suo tempo se ne parlava bene e tali commenti non erano proprio lasciati al caso.
Film gustoso, inquietante ed altrettanto appassionante. Ottima prova della regia, soprattutto nel montaggio dei quattro atti. Bravi gli attori nello esprimere i diversi caratteri e comportamenti, che delineano la loro vita piena di aspettative approssimative.

INTENSO

crimal9436  @  08/10/2015 20:58:43
   7 / 10
Per una volta in leggera controtendenza rispetto alla media: film ben confezionato, trama interessante. La visione degli stessi eventi da punti di osservazione diversi mi ha sempre affascinato... ma rimane comunque solo e sempre un buon film, nulla più secondo me.
Buoni gli attori, in particolare trovo molto riuscita l'interpretazione di Bentivoglio, mellifluo, superficiale e losco come non mai!

maxwin  @  24/08/2015 11:13:50
   8 / 10
Bellissimo film, dalla trama, dalla suddivisioni in capitoli, dalla recitazione degli attori, dalle atmosfere cupe di un gelido nord. Paolo Virzi' veramente in stato di grazia, complimenti.

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  11/07/2015 17:59:51
   7 / 10
Dopo qualche basso, Virzì torna con una bella commedia con un Bentivoglio in grande spolvero che racconta una vicenda perfettamente contestualizzata ai giorni nostri. Azzeccata la struttura a capitoli così come l'intreccio delle storie e i personaggi. Consigliato!

marcogiannelli  @  31/05/2015 10:57:04
   7 / 10
Unica pecca, la recitazione, per me molto forzata di alcuni personaggi..Gifuni strepitoso
Molto accattivante la storia e la sceneggiatura, si parla di quotidanietà, si parla di cose che possono succedere a chiunque in qualsiasi giorno...ci sono dei personaggi amorali, tristemente antipatici, odiosi per il loro cinismo e la loro prepotenza...e il finale è giusto che sia quello, perché la vita effettivamente è così

markos  @  07/05/2015 09:29:02
   7 / 10
Buon Film di Virzì, e soprattutto non annoia, film diviso in tre parti che si ricollegano benissimo tra di loro. Consigliato

Nic90  @  24/04/2015 20:56:00
   6½ / 10
Film drammatico diviso in quattro capitoli (3 punti di vista più capitolo finale),mi aspettavo molto di più,non è male e non annoia,tra l'altro la regia è buona e la prestazione degli attori anche,poteva essere molto meglio.
Resta un buon prodotto ma un tantino sopravvalutato.

Danny85  @  22/04/2015 13:52:45
   7 / 10
Tecnicamente ineccepibile, senza nemmeno una sbavatura.
E' sorprendente il livello tecnico! Altissimo!!
Peccato però che il tutto risulti un po' freddino e difatti non mi sono affezionato a nessun personaggio.
comunque è un ottimo film che si segue con piacere e anche ammirazione.

Il finale stride moltissimo. Potevano trovare una soluzione meno sciocca



Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  13/04/2015 00:10:33
   7½ / 10
Ottima regia del buon Virzì, che mette in scena in italia questo romanzo americano, con attori che vano dal sufficiente al buono, con qualche stiracchiatura e un po'di scontatezza. Tutto però funziona, tempi e incastri.

Goldust  @  30/03/2015 09:00:42
   8 / 10
La costruzione a capitoli dona al film di Virzì un fascino particolare ed eleva una quasi convenzionale storia nera di provincia ad un dramma giallo dalle tante sfaccettature. I punti di vista, così come i personaggi, si rincorrono, la verità è sempre in discussione, lo spettatore stimolato dal vedere dove ed in che modo si evolveranno gli eventi. Regia svelta e cast ben scelto e diretto completano il quadro ( menzione particolare per la Tedeschi e la giovane Gioli ).
Quando il tanto bistrattato cinema italiano sforna lavori di questo livello bisogna solo andarne orgogliosi.

antoeboli  @  29/03/2015 14:50:21
   8 / 10
Film che si basa tutta la sua spettacolarità sul cast ,sul montaggio ,e sulla regia buona e sobria di Virzì, a tratti poetica .
Molti si sono lamentati per la sua mancata partecipazione agli oscar , e penso che sia andata bene così , perchè un film del genere non poteva assolutamente ambire a una statuetta .
Il film è strutturato a episodi , dove ognuno cerca di legarsi all'altro ,fino a infilarsi in un unico corridoio ....e dove il finale lascia il tempo alla spiegazione di questo titolo particolare (di cui prima non conoscevo il significato).
Tra il cast ho notato un' ottima prova di tutti , , forse forse svetta leggermente di più quella della Tedeschi , per alcune scene veramente girate in modo esaltante .
Complice una buona regia di Virzì la produzione sembra essersi adattata più a come curare la trama , che rimane ben scritta ma alla fine troviamo un mix di roba per giovani , mista a tematiche più mature .
Insomma , vi sto acendo capire che questo anche avendo un titolo che a allontanare lo spettatore medio italiano , rimane una pellicola per tutti , a differenza ad esempio della ''grande bellezza'' che non è un prodotto usufruibile dalla maggior parte del pubblico .
Tra le note molto negative una fotografia poco curata(in contrario a quello che han scritto gli espertoni ) e una soundtrack di Carlo Virzì mai pervenuta ...o per nulla interessante .
Rimane comunque un filmone italiano che meritava in sala qualcosa di più di ciò che ha guadagnato .


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

TheLegend  @  02/03/2015 05:11:46
   7 / 10
Incredibilmente un film italiano che vale la pena vedere.
La parte finale non mi ha convinto molto.

Lagavulin70  @  16/02/2015 22:08:03
   7½ / 10
VERO, reale ...al di là della forte caratterizzazione dei protagonisti; anzi forse ancor più REALE proprio perchè supera l'apparente commedia. Virzì è più cinico che mai e non lascia molta speranza allo spettatore. L'arrivismo, la maleducazione, la cattiveria e l'indifferenza hanno sempre la meglio sull'altruismo, l'impegno, la coerenza ... e questa è la nostra società. Bravi gli attori, in particolare un più che mai fastidioso Bentivoglio. Originale la scelta di assegnare i ruoli femminili alle 2 attrici italiane (BRAVE) con la peggior dizione/pronuncia in circolazione (la Tedeschi poi pigola che è una meraviglia). Ottimo il montaggio, la narrazione non accusa pause o rallentamenti. Nel complesso un bel film, consigliato a tutti

calso  @  25/01/2015 14:31:54
   7½ / 10
Film veramente bello...differenti punti di vista per una stessa situazione con la triste scoperta del significato del capitale umano...bello

Sestri Potente  @  23/01/2015 23:53:32
   8 / 10
Ogni tanto spunta il film italiano che non t'aspetti: intrigante, ben recitato, ben costruito.
Ho sempre ammirato i film con una struttura a capitoli, penso che la storia venga raccontata meglio ed in maniera più approfondita, soprattutto riguardo ai personaggi principali.
Davvero un bel lavoro!

Seida  @  21/01/2015 14:19:55
   7½ / 10
Bello,vale la pena vederlo.Le storia si articola bene e ogni personaggio non viene oscurato dall'altro.L'unica pecca è che a volte l'accento di Bentivolglio e di Gifuni mi sembrava un pò troppo caricato,al limite della macchietta (questo lo dice uno che vive nella città dove hanno girato il film).Brava e molto la ragazzina,fisicamente mi ricorda molto Mila Kunis.Consigliato.La morale è ovvia...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

leonida94  @  20/01/2015 10:53:21
   7½ / 10
Sono veramente contento per Virzì; per il calore con cui la critica ha accolto questo suo ultimo lavoro.
E' raro trovare una sceneggiatura così sfaccettata, complessa, ma lucidamente realistica. In passerella sfilano tutti: figli, genitori, amanti, famiglie abbienti e non. La capacità di caratterizzare i personaggi da parte del regista, e di intrecciarne le storie (grazia anche ad un montaggio impeccabile), rende la pellicola un prodotto di prima qualità.
Ovviamente il messaggio sociale che caratterizza l'intera pellicola è evidente (no brianzoli, non è contro di voi!).
Unica nota negativa è la figura di Luca, il ragazzo problematico interpretato da Giovanni Anzaldo, che a mio avviso è eccessivamente stereotipato.

Aztek  @  20/01/2015 07:18:27
   7½ / 10
Noir di un buon livello con una sceneggiatura molto buona che non annoia mai.
Personaggi interessanti, con le loro diverse storie che si intrecciano in un piacevole finale.
Buone le interpretazioni, cosi come anche la regia.
Consigliato

mauro84  @  16/01/2015 20:39:52
   7 / 10
Finalmente torno a veder un film italiano, davvero meritevole come trama, prende, un dramma ben recitato e narrato. Una storia a capitoli che fa capire tante cose e svela solo alla fine il tutto!

Complimenti a tutto il cast, rigorosamente italiano. Merita attenzione e fiducia!

Complimenti al regista per il film svolto, davvero meritevole, peccato che abbia mancato per poco l'ingresso nel gran galà degli Oscar.

Film da vedere, consigliato! Un dramma italiano che merita tanto!!

vale1984  @  06/01/2015 16:12:55
   6 / 10
film strano che non convince davvero ma che si svela solo alla fine...

william sczrbia  @  05/01/2015 19:02:23
   6½ / 10
la trama non mi ha entusiasmato, tenuto su più dal nome importante del regista che dal reale valore del film per me

werther  @  31/12/2014 11:15:20
   7½ / 10
Trovare un thriller-drama italiano di livello non è sicuramente impresa facile in questo paese. Questo lo è, sia per sceneggiatura che per recitazione, veramente ottimo il cast messo in scena dove ogni personaggio ha la sua ben precisa caratterizzazione. La sceneggiatura a puzzle dove i pezzi si incastrano piano piano è ben congegnata e solo alla fine si avrà il quadro completo. Complimenti a Virzi' e a tutto il cast. Un bel film.

drobny85  @  08/12/2014 23:16:49
   6½ / 10
Premettendo che non amo Virzì, ho trovato "Il capitale umano" un discreto lavoro.
Purtroppo tutti i suoi film sono afflitti da un problema di base, il caricare troppo i personaggi, snaturando il loro vero essere e rendendoli poco credibili all'occhio del pubblico.
Il tentativo di dividere la trama in quattro capitoli è apprezzabile ma ormai banale, approvo invece il celato dissenso nello spiegare, a fine assicurativo, il termine capitale umano.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR 1819  @  13/11/2014 23:00:19
   8 / 10
Affresco decisamente cinico del mondo della finanza e della classe abbiente. La sceneggiatura è graffiante, qualitativa, al pari della recitazione.
Ottima prova per Virzì.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR alexava  @  13/10/2014 01:38:33
   7 / 10
Non prendiamoci in giro. La decadenza degli sfavillanti ambienti del capitalismo italiano è un tema che è stato già raccontato. Più volte anche. Molte volte. La maggior parte delle volte, ad essere sinceri. Un po' come se esistessero poche formule per tirare fuori un buon film e questa fosse una di quelle.

Perché Il Capitale Umano è un buon film. Ed è giusto che il discorso che ho appena fatto non cambi di una virgola il giudizio del film.

Solo che è già arrivato Sorrentino, a raccontare altre vicende umane, esattamente di quel tipo, con uno stile che abbracciava tanto le nuove sperimentazioni, tanto quanto la tradizione.

Il capitale Umano era già vecchio quando è uscito nelle sale. E, questo sì, il giudizio del film, anche se di poco, lo cambia.

Regia e la fotografia sono buone ma nulla di eccezionale. Il punto di forza è la sceneggiatura, tratta dall'omonimo romanzo di Stephen Amidon. Ho adorato alla follia il personaggio di Serena.

Interpretazioni supersoniche. Su tutte quella di Valeria Bruni Tedeschi. Bentivoglio è sempre eccezionale anche se forse, stavolta, ha tirato un filino troppo la corda. Però sto parlando di sfumature, quindi questo punto sentitevi liberi di sorvolarlo.

10 risposte al commento
Ultima risposta 14/10/2014 14.39.58
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  03/10/2014 13:47:53
   8 / 10
Paolo Virzi' è diventato grande, come "grande" sta diventando il suo modo di fare cinema.
"Il capitale umano" è un modo originale di raccontare la crisi economica del nostro paese e cio' che provoca all'interno di un nucleo familiare. Con gente disposta a tutto pur di apparire ancora a galla o chi investe il suo patrimonio affidandosi al classico "sogno Americano".
Ottimo il montaggio e la scelta di raccontare la storia in tre capitoli diversi, questo rende il racconto ancora piu' affascinante e avvincente.
Il tocco da noir è perfetto per aggiungere pathos.
Poi ovviamente per la riuscita della pellicola c'è bisogno di un cast all'altezza... dalla conferma di Bentivoglio passano anchi altri attori molto in parte e ben caratterizzati.
Ottimo.

1 risposta al commento
Ultima risposta 13/10/2014 01.40.25
Visualizza / Rispondi al commento
Matteoxr6  @  01/10/2014 20:13:11
   6½ / 10
Film più che dignitoso, con personaggi stereotipati (secondo me) al punto giusto, il che facilita la recitazione, la quale risulta finalmente accettabile.
È il solito Virzì, per chi lo conosce: piace o non piace.
Si fa seguire bene, ma le conlusioni sono un po' troppo da Virzì.

Light-Alex  @  25/09/2014 15:01:43
   7 / 10
Un bel quadro da vedere, una storia interessante con un modo di essere guardata (quello della divisione in capitoli secondo i punti di vista dei vari interpreti) che gli da quel pizzico in più.
Mi è piaciuta la fotografia e la cura per i vestiti, gli allestimenti, le location. E' un film fatto con molta attenzione è che quindi emerge dalla medietà dei film italiani.
Bravi gli attori, tutte interpretazioni da elogiare. Tra loro in particolare ho apprezzato Fabrizio Bentivoglio che col tempo sto imparando ad apprezzare come attore poliedrico.

Il soggetto è un romanzo di uno scrittore americano, Stephen Amidon, ambientato in Connencticut. E' ciò si avverte tantissimo.
Diverse scelte di sceneggiatura come la scuola d'elite, la premiazione di fine anno, i ragazzi in divisa, il villone con campo da tennis sono cliché più tipici del cinema d'oltreoceano che nostri.
La tematica del mondo malsano dell'alta borghesia sta diventando decisamente forte nel nostro tempo. Letteratura, film, serie tv, ne sono piene. Forse in una fase di crisi economica c'è bisogno o di sognare osservando vite magiche di persone che possono permettersi tutto, oppure demonizzarli facendone vedere la miseria morale dietro il velo di opulenza.
Virzì sceglie per l'appunto di raccontare la disperazione e la vuotezza delle vita di questa "classe dirigente" oppure il malsano appeal che essa ha sulla gente normale, che farebbe l'impossibile per poter essere accostata a quel mondo.
Le giurie hanno scelto di presentarlo come candidato italiano all'Oscar per il miglior film straniero. Tuttavia penso che sia troppo "americana" appunto come storia. Niente di nuovo per loro. Non credo avrà molto spazio, poi vedremo…

Complessivamente l'ho trovato un buon lavoro, anche se non troppo originale. Un noir fine. Tutto molto bello e molto curato, bella la satira, ma la cosa che mi è mancata è che non sono riuscito ad entrare nei panni di quella gente e il film mi è rimasto un po' "freddo" anche nei momenti drammatici.

Charles Kane  @  15/09/2014 21:46:07
   7 / 10
Discreta pellicola, Virzì ci conduce all'interno di una intricata vicenda il cui susseguirsi degli avvenimenti rende piacevole la visione grazie anche ad un ritmo incalzante. Buona anche l'interpretazione dei protagonisti, su tutti una menzione particolare per Valeria Bruni Tedeschi.

Tema del film, come si evince dal titolo, il valore della vita umana, inserito nel contesto del periodo di crisi socio/economico in Italia. A rappresentare i valori negativi c'è chi della vita non ne conosce il valore, ma soltanto il prezzo, rinunciando al vero senso dell'esistenza e lasciandosi avvolgere da un pernicioso cinismo.

Metafora forse un pò scontata del senso della vita che frappone i sognatori ai materialisti per rappresentare forse quello che oggi sembra essere l'anelito più importante della società di oggi; sostantanzialmente una piccola accusa al modus vivendi moderno, che nonostante non aggiunga niente di nuovo, è ben realizzata.

TonyStark  @  09/09/2014 23:31:59
   7½ / 10
finalmente anche il cinema italiano sperimenta nuove strade come lo scomporre la storia per vederla sotto prospettive differenti. niente di eccezionale invece la trama, attori davvero bravi.

Niko.g  @  08/09/2014 11:02:32
   7½ / 10
Con questa virata verso le sponde oscure del thriller, abbiamo conosciuto il miglior Virzì, che non a caso, proprio quando affronta un genere non suo, mostra il meglio di sé, senza rinunciare al solito quadretto con famiglie spaccate, madri esaurite e variegato di parolacce.
Il ritmo tiene alta l'attenzione, grazie anche alla scelta accattivante del flashback sincronico, nato dalle mani di Kubrick per la gioia di Quentin Tarantino.
Per non farsi mancare niente, Virzì si mette addirittura a usare i droni per alcune riprese esterne, con buona pace di James Cameron, che per il suo nuovo Avatar ha qualche problemino legale con l'Agenzia statunitense dell'aviazione.
Gli attori sono tutti in parte, naturali e ben diretti fin nei dettagli. Alcuni momenti con Gifuni e la Bruni Tedeschi sono da incorniciare. Lei forse rende il personaggio troppo sciocco, ma il suo "cos'è la Polizia?" è sublime.
Ciò detto, è evidente che i luoghi comuni messi in scena da Paolo Virzì godano da tempo della sua attenzione esclusiva, a discapito delle famiglie felici del Mulino Bianco (al quale son girate molto le pale per questo). Stavolta infatti le gaie famigliole non l'hanno presa per niente bene e da tempo marciano sorridenti lungo i caldi e soleggiati campi di grano, chiedendo la parità del diritto allo stereotipo.
Ordunque, ricchi del nord volgari e immorali, immobiliaristi (sempre del nord) avidi e corrotti e voi borghesi, eternamente falsi, porci, grassi e lerci, siete tutti avvertiti… e anche tu Virzì, stai in guardia: i tuoi luoghi comuni (comuni brianzoli per la precisione) hanno i giorni contati e presto dovrai dare spazio ad un mondo buono. Coraggio Paolo, ce la puoi fare.

Clint Eastwood  @  04/09/2014 20:53:57
   5 / 10
Il trionfo dell'inettitudine o della stupidità tipica italiana a cui devi sentirti complice (?) Personalmente mi dissocio. Questa non è satira, ma è presa per i fondelli. Applaudire a questo film, che comunque è un film fatto dignitosamente, equivale a sostenere/incoraggiare questa Italia in piena crisi di valori. Io mi rifiuto e voto come un non classificato

foradeicopi  @  20/08/2014 19:40:38
   8 / 10
Piacevole sorpresa anche se forse in alcune scene un po forzato ma la storia e le varie prospettive lo hanno reso un piccolo gioiellino. Bellino belloccio insomma un gran bel 8 !!!

LaurettaKoizumi  @  15/08/2014 18:32:44
   9 / 10
Un Virzì inedito che abbandona la sua grazia, dolcezza e profondità quasi favolesca per scavare a fondo nel pessimismo e nella perdizione della società "bene", seguendo le orme di "Tutta la vita davanti", ma con l'utilizzo di atmosfere quasi da thriller.

Bellissimo, consigliatissimo, stupendo, merita tutti i premi che ha preso e tutta la pubblicità che ha avuto.
Il cinema italiano, con "Il capitale umano", brilla nel (quasi) totale buio.
Se non scegliamo QUESTO film per i prossimi Oscar, siamo dei ******** senza spermatozoi: anche se capisco che la Roma di Jep è sicuramente più internazionale della Brianza di Dino.

il ciakkatore  @  12/08/2014 13:11:13
   8 / 10
Bello e ben girato,fosse stato fatto in America si sarebbe parlato di capolavoro!

Prof  @  26/07/2014 12:38:25
   9 / 10
Bravissimo Virzì, ottimi gli interpreti, su tutti la Golino. Particolarmente efficace, sul piano tecnico, la scelta dei capitoli e delle sequenze ripetute sempre con maggiori dettagli. E anche il giallo incorniciato nella vicenda più ampia, con un suggestivo effetto ecfrastico.

piripippi  @  24/07/2014 23:41:27
   5½ / 10
ho aspettato mesi per vedere : il capitale umano e mi sono reso conto che ho fatto decisamente bene....sgradevole, pesante e nulla di più di quello che non sappiamo su alcuni aspetti dcella vita. il film però è fatto bene

polbot  @  19/07/2014 23:08:52
   8 / 10
Un voto alto fors'anche per la sorpresa che un film simile sia di Virzì; ottima costruzione (non originalissimo, ma ben eseguito..), personaggi perfettamente disgustosi (ottime interpretazioni). Unica cosa su cui porre un meno: il finale (perchè questo "lieto" fine?).

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  16/07/2014 15:17:16
   8 / 10
"Avete scommesso sulla rovina di questo paese e avete vinto", dice la moglie al marito, questi imprenditore cinico e privo di scrupoli.
Al che risponde lui serafico "Abbiamo vinto, ci sei anche tu tesoro".
Emblematica questa frase, un po' il sunto della pellicola ambientata in Brianza ma che potrebbe trovare asilo in un qualsiasi luogo del paese, ormai preda di una crisi spacciata come finanziaria ma soprattutto morale. C'è da una parte l'Italia dei poteri forti che lucra sull'altrui pelle mentre architetta investimenti più o meno leciti, dall'altra parte della barricata poveracci buoni solo a lamentarsi o nello scaricare le colpe sui centri di comando, senza rendersi conto di essere complici di quel malessere, di aver contribuito a crearlo cedendo stupidamente alla passività e all'apatia.
Virzì abbandona i toni più caustici della commedia impegnata, si fa serio in questo suo spaccato sociale in cui un "incidente" innesca una serie di eventi analizzati da un triplice punto di vista.
Il ciclista investito e lasciato agonizzante a bordo strada è il macabro punto d'incontro tra due famiglie "bene" di quel microcosmo esclusivo, in cui il milionario è il top dell'ambizione medio-borghese. C'è da conquistare uno status sociale: casa splendida, piscina, campi da tennis, auto di lusso, il possedere diventa la base da raggiungere con ogni mezzo, fosse pure quello di mettere a repentaglio la sanità del proprio nucleo famigliare.
Lo script si fa cupo mentre a pagare sono sempre i soliti noti, certi personaggi restano in piedi nonostante condotte deprecabili che di riflesso infettano figli adolescenti. Il guizzo di speranza finale non squarcia il sudario in cui il paese è avvolto, colpito al cuore ripetutamente anche dall'estinguersi della cultura nel nome di sua maestà il profitto.
Notevole l'apporto del cast, efficace nel dare vita a personaggi decisamente credibili con uno slang "lumbard" affrontato alla perfezione soprattutto da Gifuni e Bentivoglio. La debuttante Matilde Gioli è una scoperta coi controfiocchi, mentre vengono esposte le motivazioni per cui il paese non riesce più a rialzarsi. Le fondamenta sono putride, come coloro che lo reggono, e chi sta in mezzo è a sua volta perduto in utopie preparate a puntino. Virzì non punta il dito in maniera banale solo contro i benestanti, mostra infatti le bassezze tra la gente comune facendo un tutt'uno amorale a prescindere dal ceto sociale.
Il suo sguardo è giustamente impietoso verso un paese in cui una vita diventa capitale umano, ovviamente monetizzabile.

the saint  @  12/07/2014 12:32:07
   7½ / 10
Un piccolino gioiellino per il cinema italiano, sempre più alla deriva ( se non fosse per qualche commedia) proprio come la Nazionale!

bastano i commenti precedenti a miei, per sottolineare la decadenza di tutto il sistema di valori ''Italia'' dell'ultimi 30 anni , avidità, menefreghismo, opportunismo, falsità, tradimenti, disonestà, che sprigiona questo film!

ciò che magari non sembra esser sottolineato nei commenti precedenti ma a mio modo di vedere è importante è la continua menzogna dei protagonisti, mentire per ingannare, ingannare per vivere! menzogna che inganna perfino se stessi!

I nati dagli anni 80 al 2000, x me si stanno sempre più accorgendo di esser nati in una società senza punti di riferimento, una società che non ti fa vedere un '' futuro'' per questo sono completamente alla deriva: alcool, droghe, sesso occasionale, depressione, repressione, scoraggiamento e l'essere sempre più abulici.
Oltre ad incolpare la società , il problema maggiore secondo me è lo sfascio con il passare degli anni dell'istituzione più importante: la famiglia.

Deve esser sempre la famiglia che deve dare il buono l'esempio, altrimenti i giovani non hanno nessuna bussola e si sentono persi e finiscono per forza di cose alla deriva più dei loro stessi genitori.
significativo è quando il padre se ne va a metà cerimonia, perché il figlio non era arrivato primo o quando o quando il figlio di Gifuni chiede a serena come si era sentita dopo che aveva pizzicato il tradimento in famiglia!


L'unico barlume di speranza in tutto questo film , viene dato giustamente alla sola via di fuga possibile: l'amore.

Vegetable man  @  08/07/2014 11:28:54
   4½ / 10
Un film che secondo me di spietato non ha nulla, anzi é quasi rassicurante nel suo schematismo. Personaggi macchietta (veri e propri stereotipi, ci sono tutti, dal piccolo borghese meschino alla moglie dell'affarista che tenta senza successo di fuggire la propria gabbia dorata) la cui traettoria di vita all'interno del film é chiaro dal primo momento in cui appaiono sullo schermo. Se voleva essere un impietoso ritratto sociale, avrebbe dovuto almeno cercare di essere piú profondo e tagliente, meno scontato. Mi chiedo come un Francesco Rosi od Elio Petri avrebbero affrontato l'argomento...

Curiosity  @  05/07/2014 16:55:54
   7 / 10
In tutta onestà mi ero creato ben altre aspettative. Resta cmq un ottimo film, altamente sopra la media della robina che attualmente si produce nel belpaese.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento matteo200486  @  04/07/2014 15:29:52
   8 / 10
A mio avviso un film riuscito.
Nonostante qualche pecca e, a mio parere, qualche cliché, il film mantieni livelli qualitativi piuttosto alti.
Una bella sorpresa, personalmente.

alescar84  @  03/07/2014 10:14:45
   8½ / 10
Eccellente ritratto di malcostume, corruzione e vuoto. Approvo pienamente la struttura a capitoli ed incastri. Convincente prova di tutto il cast. CONSIGLIATISSIMO.

albert74  @  24/06/2014 12:32:24
   7½ / 10
pur detestando il giochino, tanto usato specie in alcune commedie Usa, del flashback, devo dire che il film scorre bene da ogni punto di vista: caratterizzazione dei personaggi, regia, sceneggiatura, persino la recitazione, di solito carente nei film italiani degli ultimi anni, qui è su livelli apprezzabili.
Alla fine è un film che mi ha fatto molto riflettere e che descrive sia la società ricca che quella benestante con delle "escursioni" anche nella Milano popolare.
Insomma un film di buon livello e devo dire finalmente, considerato le schifezze che il cinema italiano ci ha propinato negli ultimi anni.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  23/06/2014 07:53:26
   8 / 10
Con "Il capitale umano" Virzì centra l'obiettivo.
Molto bella la galleria di personaggi sia femminili sia maschili.
Buona anche l'idea di suddividere il racconto in capitoli.
Ottimo il cast.
Spietata la didascalia finale, come del resto l'intero film.
Consigliato.

peppe87  @  17/06/2014 01:35:57
   7½ / 10
ogni tanto un film italiano degno di questo nome

Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  11/06/2014 13:12:18
   8 / 10
Niente da fare, Virzì sa sempre dove mettere le mani, anche quando si cimenta con un genere non suo in una terra non sua: "Il capitale umano" è (al netto delle polemiche idiote leghiste) un film riuscitissimo, che scava nella psiche di personaggi amorali e miseri. Anzi, di più:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Era da tempo che non si vedeva tanta disillusione nel cinema italiano, e per giunta scritta e girata così bene: un grande applauso.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

3 risposte al commento
Ultima risposta 13/10/2014 16.03.56
Visualizza / Rispondi al commento
7219415  @  31/05/2014 13:56:54
   8 / 10
Uno dei pochi registi decenti italiani al momento...insieme a Tornatore e Sorrentino...davvero un bel film!!!

Alex2782  @  30/05/2014 00:06:30
   7½ / 10
sorpresa!
molto molto bello, ben girato, storie che si intrecciano che trattano lo spaccato della vita contemporanea.

davmus  @  25/05/2014 15:32:46
   7 / 10
Non male...uno spaccato apparentemente in linea, ma in realtà cmq lontano dalla vita vera vera,ma resta il messaggio!

Macs  @  22/05/2014 12:55:38
   5 / 10
Non ci siamo, mi aveva illuso il primo capitolo su Dino, con Bentivoglio in forma che da' corpo a un personaggio vero, un po' macchiettistico ma interessante. Dopo la prima mezz'ora, il film crolla: nessuna emozione, il capitolo con la Bruni Tedeschi interminabile, la storia del teatro stucchevole. Ma e' un'attrice? Ha una voce irritante e sembra costantemente fuori posizione, apatica, una passante sul set. Il film presenta un sacco di ingenuita' e sopratutto il difetto principale che Virzi' si porta ormai dietro: la retorica prevedibile (fosse almeno imprevedibile...), che trionfa nel finale ma investe un po' tutta la pellicola. La carriera di Virzi' assomiglia a una campana di Gauss: ha raggiunto l'apice con l'ottimo "Tutta una vita davanti", con un prima e un dopo desolanti.
Non do' un voto piu' basso per la bella prestazione di Bentivoglio e, in parte, Gifuni.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

debaser  @  20/05/2014 12:24:05
   6 / 10
Dai voti, ritenevo un film migliore. Di certo non il migliore di Virzi'. Personaggi stereotipati al massimo: il leghista alla riunione sul teatro ( i una tristezza infinita) lo scittore alternativo un po' sfigato, la tipa che lasciaquello ricco per stare con un debosciato senza art ene parte, ecc. Non c'e' neanche un pizzico di ironia che caratterizzava le opere precedenti, ma una storia scialba, poco interessante con personaggi poco caratterizzati ad eccezione di uno straordinario Bentivoglio ed una bravissima Bruni Tedeschi che reggono da soli tutto il film.

Spartacus  @  15/05/2014 13:46:51
   7½ / 10
Finalmente un bel film italiano.

TheLory  @  12/05/2014 20:20:41
   7 / 10
Mah, non lo so! i giudizi dei miei colleghi cinofili qua sotto mi parono un tantino alti.
per la carità, tecnicamente è un filmone che non ha niente da invidiare a quelli strafighi degli americani del quartiere holliwood, ma c'è un però.
la storia non è che sia proprio geniale, tutto abbastanza nella norma, solo che appunto la regia ecc ecc ecc è roba di prim'ordine, quindi si è portati a vedere oro anche dove luccica il cartone colorato con luniposca a punta dorata, se mi spiego.
bellino ma non spaziale insomma

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  25/04/2014 19:35:48
   8½ / 10
Film italiano dell'anno, "Il Capitale Umano" è un ritorno in grande stile di Virzì che si mette al servizio di un soggetto molto forte riuscendo a fare quello che oramai non riesce da tempo nemmeno ai grandi autori italiani.
In primo luogo il romanzo de "Il capitale umano" è tipicamente anglosassone e nelle tematiche e nello stile, Virzi insieme a Francesco Bruni, fanno un lavoro monumentale, riuscendo ad ambientare il film nel contesto italiano senza nessuna forzatura ma anzi, grazie alla perfetta localizzazione della Brianza, riescono a presentarci un'Italia inedita ma reale.
Lo stile è l'elemento in più, Virzì riesce tramite un montaggio che definire eccezionale è riduttivo, a raccontare la stessa storia da vari punti di vista, tutto combacia alla perfezione e il contrasto tra apparenza e realtà è quantomai vivo.
Inoltre evita un giudizio morale, da uno che è partito da Ovosodo è encomiabile, è vero che c'è una forte connotazione sociale ma le vittime risultano essere gli uomini, vittime dei loro sistemi e delle loro regole.
E poi Valeria Bruni Tedeschi ammetto che è stata una sorpresa, il suo personaggio è di un'umanità inedita ma vera. Forse l'unico che non convince in pieno è Bentivoglio, troppo preso nel voler farsi odiare quando invece il suo personaggio sarebbe dovuto essere reso in modo diverso.

"Il Capitale Umano" è un film internazionale di grande respiro e soprattutto di grande cinema che può essere apprezzato ovunque e rappresenta un grande salto nella carrierà di Virzì-

barone_rosso  @  22/04/2014 21:45:37
   7 / 10
Da Virzì non avevo grandi aspettative ma devo dire che il film mi ha colpito positivamente, la trama e la realizzazione sono buoni (per essere un film Italiano....). Quello in cui pecca sono decisamente gli attori, Bentivoglio a parte non ce n'è uno che si sia un minimo impegnato nella recitazione, certamente le parti del "milanès" di turno non aiutavano a dare il meglio....

Urasawa  @  09/04/2014 23:39:41
   8½ / 10
Una storia ben congegnata ed emozionante, con personaggi ben caratterizzati ed estremamente credibili. Buona la scelta di raccontare la stessa scena più volte da diversi punti di vista e geniale il titolo, che si capisce solo poco prima dei titoli di coda.

osservator2000  @  13/03/2014 23:46:27
   8 / 10
Un film davvero ben riuscito, ottimamente interpretato, denso e profondo, e dalla trama ingegnosa e credibile. Una commedia umana ambientata nel profondo nord, ma che parla dell'Italia tutta e all'Italia tutta.

suzuki71  @  03/03/2014 01:04:31
   8 / 10
Concordo nel definirlo uno dei migliori film italiani degli ultimi anni. Il primo capitolo è perfetto per tensione e tenuta della sceneggiatura, Bentivoglio (che non ho mai troppo sopportato) in stato di grazia. A volte leggermente scontato (l'evasione della ricca borghese, l'amore testardo dell'adolescente), forse manca una introspezione psicologica originale per definirlo un capolavoro, ma la regia e il montaggio sono eccellenti, come gli attori tutti.

gabri68  @  14/02/2014 18:41:40
   7 / 10
film assolutamente godibile, veramente molto brava la Bruni Tedeschi....non pensavo!

7edo7  @  10/02/2014 17:52:24
   7 / 10
Concordo con chi ha trovato forzate alcune scelte e troppo stereotipate situazioni e personaggi. La parte dell'allocco e' caricaturale, quasi grottesca.
Ma il film tutto sommato funziona.

FranBri  @  10/02/2014 17:46:04
   8 / 10
Paolo Virzì non delude. Ottima, secondo me, prova del regista che mostra senza veli o oscuramenti la voglia di arrivare dell'italiano medio da una parte e l'incontentabilità della classe alto borghese dall'altra parte. Ottimo cast e molto bella l'idea di incastrare la storia grazie a diversi capitoli e diversi punti di vista.

sharins  @  08/02/2014 14:00:45
   7½ / 10
Bella l'idea dell'intreccio in capitoli, ma non originale. A tratti molto forzato e poco credibile.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Comunque buona recitazione, la trama si fa interessante a circa metà film e ti lascia, una volta concluso, un senso di amarezza e di turbamento, indice di un film sicuramente coinvolgente e che lascia il segno.
Voto positivo (e mezzo punto in più in quanto prodotto più che soddisfacente made in Italy)

max_1974  @  06/02/2014 22:56:13
   8½ / 10
Per quanto mi riguarda è il miglior film italiano della decade, almeno per ora, coinvolge sin dall'inizio con tre storie che si intrecciano in modo imprevedibile, infine nell'ultima parte c'e' il finale a sorpresa con la morale che riassume tutta la decadenza della società italiana ... e Matilde Gioli è davvero la nostra Jolie (e anche meglio per i miei gusti).

Mezzo voto in più a questo film anche per sottolineare l'enorme divario con le assurde e ridicole commediacce (scusate il termine) che si girano in Italia ... così si fanno i film ... altro che storie ...

flackie76  @  05/02/2014 20:20:38
   8½ / 10
Bello!! E bravo virzi!!!

micky74  @  03/02/2014 13:12:49
   9 / 10
Bello Bello Bello. Specie se fatto dal tanto bistarttato cinema italiano.
L'unico appunto è sul finale



Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 04/02/2014 21.34.31
Visualizza / Rispondi al commento
lkk978  @  30/01/2014 09:43:11
   8 / 10
Una storia tutto sommato semplice ben sviluppata in modo originale proponendo i vari punti di vista di volta in volta. Mi è piaciuto molto.

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

5 cm al secondoa haunting at silver falls 2a mano disarmataa spasso con willya.n.i.m.a.after (2019)aladdin (2019)alive in franceamerican animalsancora un giornoasbury park: lotta, redenzione, rock and rollattacco a mumbai - una vera storia di coraggioattenti a quelle dueavengers: endgamebanglabeautiful boy (2018)bene ma non benissimoblue my mind - il segreto dei miei annibook club - tutto puo' succederebutterfly (2019)cafarnaoche fare quando il mondo e' in fiamme?
 NEW
christo - walking on waterclimax (2018)cyrano, mon amourdagli occhi dell'amoredentro caravaggiodicktatorship - fallo e basta!dilili a parigidolceromadolor y gloriafiore gemelloforse e' solo mal di marego home - a casa lorogodzilla ii - king of the monstersgordon & paddy e il mistero delle nocciolehellboy (2019)i figli del fiume gialloi fratelli sistersi morti non muoionoil campione (2019)il corpo della sposail grande saltoil grande spiritoil museo del prado. la corte delle meraviglieil ragazzo che diventera' reil traditore (2019)il viaggio di yaojohn mcenroe - l'impero della perfezionejohn wick 3 - parabellumjuliet, nakedkarenina & ikurskla caduta dell'impero americanola citta' che curala llorona: le lacrime del malel'alfabeto di peter greenawayl'angelo del criminel'angelo del male - brightburnle grand balle invisibilil'educazione di reylo spietatol'uomo che compro' la lunal'uomo fedele
 NEW
ma (2019)ma cosa ci dice il cervellomaryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmo' vi mento - lira di achillenoinon ci resta che riderenon sono un assassinonormaloro verde - c'era una volta in colombiapalladio - the power of architecturepallottole in liberta'pet sematarypets 2: vita da animalipokemon detective pikachupolaroidprimula rossaquando eravamo fratelliquel giorno d'estatequello che i social non dicono - the cleaners
 NEW
rapina a stoccolmarapiscimired joanrocketmansarah & saleem - la' dove nulla e' possibileselfiesharon tate: tra incubo e realta'shazam!shelter: addio all'edensoledadsolo cose bellestanlio e olliotakara - la notte che ho nuotatoted bundy: fascino criminalethe brink - sull'orlo dell'abissothe intruder (2019)the mirror and the rascaltorna a casa, jimi!tutti pazzi a tel avivtutto lisciouna vita violenta (2019)un'altra vita - mugunfriended: dark webwonder parkx-men: dark phoenix

988892 commenti su 41438 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net