false verita' regia di Atom Egoyan Canada, Gran Bretagna, USA 2005
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

false verita' (2005)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film FALSE VERITA'

Titolo Originale: WHERE THE TRUTH LIES

RegiaAtom Egoyan

InterpretiKevin Bacon, Colin Firth, Alison Lohman, Rachel Blanchard

Durata: h 1.47
NazionalitàCanada, Gran Bretagna, USA 2005
Generedrammatico
Tratto dal libro "False verità" di Rupert Holmes
Al cinema nell'Aprile 2006

•  Altri film di Atom Egoyan

•  Link al sito di FALSE VERITA'

Trama del film False verita'

Una giovane ragazza viene trovata morta nel bagno di una suite, dopo una notte di festa in compagnia di due star dello showbiz. Quindici anni più tardi una giornalista indaga sui fatti accaduti quella notte...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,00 / 10 (55 voti)7,00Grafico
Voto Recensore:   7,00 / 10  7,00
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su False verita', 55 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento thohà  @  03/07/2016 23:32:59
   6½ / 10
Un po' pesantino, ma il gioco ad incastro è molto buono fino al colpo di scena finale.
Non memorabile.

Nic90  @  21/06/2016 17:31:35
   6 / 10
Un film a due facce,noioso nella prima parte(ho fatto molta fatica a seguirlo),e ottimo nella seconda con un colpo di scena inaspettato.

Spotify  @  07/02/2016 01:22:52
   5 / 10
Non mi è piaciuto per niente, un film di una noia come non ne vedevo da tempo. Infatti mi chiedo come possa avere una media così alta, davvero troppo eccessiva. Ed è un peccato perchè la trama era anche molto interessante, ma il tutto si perde, purtroppo anche abbastanza in fretta, in un bicchiere d'acqua. Innanzi tutto partiamo da una sceneggiatura tremendamente ripetitiva, dove per la maggior parte del tempo non accade niente, si esce spesso fuori dal tema con lo sviluppo di varie sotto-trame
inutili i colpi di scena, che dovrebbero essere essenziali in pellicole come questa, e invece latitano fino al finale. Comunque la cosa che proprio fa naufragare il tutto è la scelta di metterci le varie relazioni sentimentali che si vengono a creare, che, come ho scritto prima, fanno appunto deragliare il film dai suoi binari originari. Noiosissimi i dialoghi, scontati, mai frizzanti e molto ripetitivi. Forse l'unica cosa decente è la stesura dei personaggi, i quali sono descritti bene. Egoyan, il quale è proprio l'autore dello screenplay, trasfigura tutta la lentezza dello scritto sullo schermo, riuscendo a creare una cosa decisamente soporifera. Non c'è un colpo di genio, un inquadratura particolare che crei un po' di suspense, niente, abbiamo solo una regia piattissima che non trasmette assolutamente nulla. La pellicola vorrebbe addirittura essere una specie di giallo, ma alla fine della visione, non sembra di aver notato nessuna caratteristica del genere in questione. Poi ogni volta che sembra che stia per arrivare la scena della svolta, si rivela sempre tutto un bluff, e tutti gli avvenimenti che accadono appaiono solo fini a se stessi e senza importanza. Scarsissima la direzione di Colin Firth, mi è sembrato totalmente fuori ruolo, un attore del suo calibro dovrebbe essere ben diretto e ancor meglio caratterizzato, ma tutto ciò non accade con il regista che limita molto la sua possibilità di esprimersi. Sembra quasi un personaggio di modesto rilievo nella storia. Altra cosa che non ho apprezzato per niente, è stata la fotografia, gestita malissimo, molto sfocata e che non da un'impronta definita alla pellicola. Il montaggio è totalmente insipido, non sa di niente. Comunque Egoyan, per fortuna, non è che sbaglia proprio tutto, ad esempio l'idea di partenza non dispiaceva affatto, anzi, era anche buona: il regista ci fa entrare nel mondo della tv, quella comica in particolare, dove pensiamo che non potrebbe succedere niente di niente, ma che in realtà, ci sono certi segreti, dietro le buffe facce dei conduttori, che sono molto torbidi. In parole povere, il mondo della televisione, dice il director, non è tutto come sembra, come ad esempio si può capire dall'inquadratura (tra le poche significative) che ritrae i due protagonisti guardarsi in maniera molto distaccata dietro le quinte, poco prima di entrare in scena. Il finale, come ho fatto intendere prima, è ben scritto e ben diretto, finalmente si ha un colpo di scena importante, imprevedibile e soprattutto credibile, che quantomeno conclude in maniera dignitosa tale opera. L'atmosfera non mi piace, ma almeno e ricreata, ha un carattere molto torbido che si sposa bene con la vicenda. Il cast è soddisfacente: primo fra tutti Kevin Bacon, molto bravo, versatile. Ottime le movenze e caratterizza in maniera molto personale il suo personaggio. Buona anche l'interpretazione degli scialbi dialoghi. Non male neanche Firth, riesce a descrivere un soggetto come il suo, ormai sul viale del tramonto, al quale gli restano solo i propri oggetti materiali come la bella casa. Espressioni significative e buona anche per lui l'esplicazione dei dialoghi. Riguardo Alison Lohman, posso dire che nel trio è quella che mi ha convinto di meno, però alla fine fa la sua parte proponendo anche dei nudi niente male.


Conclusione: una pellicola molto piatta e modesta, hai dei discreti spunti, come l'idea iniziale, ma una lentezza spropositata e varie altre cose, limitano molto la riuscita del prodotto. Un 5 pieno.

1 risposta al commento
Ultima risposta 01/04/2016 11.39.54
Visualizza / Rispondi al commento
fabri70  @  28/10/2015 22:21:02
   6 / 10
Ma si...dai che si guarda!

MonkeyIsland  @  04/08/2015 01:38:12
   7 / 10
Bel giallo che riesce catturare l'attenzione per tutta la durata nonostante un ritmo non proprio esaltante e lo fa grazie a un ottimo trio d'attori e ad un ambientazione ricostruita ottimamente.
Sugli scudi Bacon e la Lohman, e peccato davvero che quest'ultima si sià già congedata dal cinema.

Goldust  @  07/07/2015 17:18:48
   6 / 10
Una storia in continuo equilibrio tra due universi temporali distinti, un mistero da svelare che nasconde strane ambiguità, un grande sfoggio di nude epidermidi e di incontri sessuali bollenti: ce n'è abbastanza per finire fuori strada o peggio nel pruriginoso, eppure il regista per una buona ora tiene la barra dell'interesse bella dritta, senza ricorrere a colpi di teatro. L'ultima parte del film è però troppo romanzata per poter convincere, e quando il plot spinge sul drammatico l'inconsistenza recitativa della Lohman si manifesta in tutta la sua evidenza.
Bacon e Firth sono invece impeccabili, sempre.

Overfilm  @  07/07/2015 01:33:05
   6 / 10
Un thriller dove l'intelligente (e intrigante) protagonosta anni dopo un omicidio, riesce a scoprire e rilevare ogni minimo dettaglio di quella storia.
Forse si esagera un po'... anzi sicuramente.
La matassa e' ingarbugliata.
Forse si esagera anche un po' su questo fronte.
Il tutto penalizza quindi la votazione che arriva ad un risicato 6 solo per il notevole cast.

gemellino86  @  10/08/2014 14:12:45
   7 / 10
Buon giallo con tre grandi attori: Bacon, Firth e Lohman. Il ritmo non è tanto alto ma i dialoghi tengono viva l'attenzione. Consigliato.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento pompiere  @  14/06/2013 08:36:20
   6 / 10
Un'intelaiatura ciclica e aggrovigliata che si muove tra filosofia, ontologia e linguaggio mediatico. La trama sminuzzata non è il massimo della freschezza narrativa, la scelta del tono greve rischia di deprimere. Nonostante una direzione della fotografia flou-dipendente, gli attori uomini sfoggiano una carica esplosiva di prim'ordine.

Chemako  @  20/04/2013 13:51:34
   7½ / 10
Un po' contorto, ma bello...

Gruppo COLLABORATORI Invia una mail all'autore del commento ilSimo81  @  25/03/2013 19:21:39
   7 / 10
Un tuffo nel passato: fine degli anni '50. Climax della carriera di due famosi conduttori tv (Lanny e Vince), un attimo prima del declino: una ragazza morta nella vasca della loro suite.
Un balzo al presente: anni '70. La giornalista Karen ha un interesse professionale e personale per indagare su quegli episodi, mai ricostruiti nella loro realtà perché celati per anni sotto una serie di "false verità".

L'opera più hollywoodiana di Atom Egoyan si avvale di un eccellente Kevin Bacon, un intenso Colin Firth e una sexy Alison Lohman.
Merita una visione.

Vedi recensione

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  03/12/2012 13:08:59
   7 / 10
Interessante nella storia, curato nella messa in scena e ben recitato dall'intero cast (Kevin Bacon in particolare), "False Verità" di Egoyan si rivela tutto sommato un buon prodotto che però, è giusto sottolinearlo, scade parecchio per quanto riguarda la sceneggiatura, decisamente con troppa carne al fuoco e via via sempre più contorta (tanto che alla fine del film occorre indagare nel web per capire bene cos'è successo); questo, per quanto mi riguarda, fa perdere parecchi punti all'opera, sia perchè la chiarezza, almeno al momento dell'epilogo, è fondamentale, sia perchè lo spettatore, volente o nolente, dopo un pò di sta pecca ne risente parecchio (infatti il film alla fine sembrerà più lungo di quanto sia in realtà).

Tolto questo, rimane comunque un film teso e graffiante, come già detto valorizzato dalle prove del cast, e composto da due/tre sequenze decisamente memorabili (come dimenticare lo scambio lesbo tra la Lohman e l'Alice del paese delle meraviglie).

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  05/10/2012 10:06:57
   7½ / 10
Buon noir erotico questo di Egoyan. Il punto forte di "Where the Truth Lies" sta nell'atmosfera degli anni '50 e '70 ben ricostruita, molto patinata (andando in contrapposizione ad un racconto molto "sporco") e resa al meglio da una fotografia superba, non manca il giusto alone di morbosità sempre percettibile ma mai eccessivo. Purtroppo lo svolgersi delle vicende scricchiola un po' a causa di un continuo spostamento temporale non sempre fluido. Soprattutto appare poco credibile il modo in cui la giornalista capisce ciò che è avvenuta in una camera d'albergo vent'anni prima. Nonostante i difetti il film di Egoyan non manca di catturare l'attenzione, in parte grazie all'atmosfera magnetica e in parte grazie all'ottima prova del trio di attori Firth-Bacon-Lohman. Bacon in bravura svetta su tutti mentre la Lohman forse ha il viso troppo angelico per questo tipo di ruolo però è sensuale come non mai per la felicità di tutti i suoi fans, Firth dei tre è quello che si fa notare di meno ma la sua è comunque una prova convincente.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR HollywoodUndead  @  03/09/2012 16:27:28
   7 / 10
Su consiglio di Rain ed Elio, ho visto questo noir che solo ad una prima occhiata alla trama mi era sembrato molto interessante. Bè, in parte mi sbagliavo, decisamente troppo macchinoso e con dei buchi grossi quanto una casa, con un ritmo lento che alla lunga stanca. Peccato, perchè mi aspettavo qualcosa di più. Tuttavia la presenza di Alison Lohman fa alzare la qualità fino al massimo, e poi guardarla in versione sexy e arrapante non ha prezzo. Quindi i voti sono 2 :

Voto (normale) 7
Voto (influenzato dalla Lohman) 15,5

9 risposte al commento
Ultima risposta 04/09/2012 13.23.38
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  25/05/2012 11:30:53
   7 / 10
Buon film, forse un po' incasinato nel passare spesso tra presente e passato ma comunque la narrazione alla fine risulta abbastanza chiara. Molto bene il cast.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  09/05/2012 21:01:47
   6½ / 10
In False verità c'è un bel contrasto tra la cornice patinata dell'epoca e il contesto morboso della vicenda, quel lato oscuro che la protagonista è costretta ad affrontare sulla propria pelle come una novella Alice nel paese delle meraviglie. Il noir è la cifra stilistica prevalente di questo film di Egoyan, molto raffinato nella sua rappresentazione, ma che si smarrisce in un finale a cui alla deriva dei personaggi, si privilegia eccessivamente la risoluzione del giallo.

SuonatriceJones  @  08/01/2012 21:20:37
   9 / 10
Paolo70  @  24/10/2011 13:11:05
   7½ / 10
Buon thriller con buone interpretazioni in particolare di Kevin Bacon ed Alison Lohman (accattivante).

outsider  @  19/09/2011 00:05:53
   8½ / 10
ottima prova di bacon, buon noir che, tuttavia, passa per il thriller a denti stretti, anche se del thriller non ha certamente il finale.
buona la fotografia, le scene, la capacità di rivelare quello che i personaggi erano nel senso vero del termine, al di là delle messe in scena da cabarettisti di 2ndo o 3z'ordine, poicè è questo che emerge, al di là delle "coloriture" del tempo ( la pseudo amicizia con il mafioso), al di là del sogno americano ( dammi un uomo dalla strada e ti diventa tutto sesso, soldoni e stravizi in quegli anni) al di là delle trasmissioni in sostegno delle cure e della battaglia vs poliomelite.
Ma tutto questo hanno saputo descrivere, ossia la sensazione più vera, quella cioè che veniva dopo lo sguardo ab externo dello spettatore medio e al contempo la loro realtà che, chi guarda il film, riflette con la tristezza della consapevolezza delle esistenze rivelate. Ti dici: " ma erano proprio così"?
Sì, in questo il film è certamente reale raccontando il possibile di due così.
E poi il contorno, sin dalle scene e dalle topone da spruzzo nelle mutande, da quelle inquadrature da erezione spacca mutande, dal mostrare una vita strana, smodata, eccessiva, frenetica, molto americana, solo americana, una vita voragine che distrugge l'uomo, la storia dell'uomo e, ovviamente, non solo quella.
Il thriller, la vittima, le vite, l'ambiente, le luci, tutto è studiato. Anche dalle parole, dal racconto, percepisci la vuotezza di chi probabilmente ruotava o aveva fatto parte anche per poco del mondo di Bacon, come quando parla delle donne che aveva, che raggiungeva, che considerava prede.
Un vortice, una tromba d'aria che in un giro vorticoso inghiotte e distrugge quelli che di umano avevano poco, lasciando poi il vuoto di un ricordo senza vero trionfo. Da questo la consapevolezza di una vita che culmina nel modo più tragico dopo lo scossone ( l'amico).
Il divenire enigmatico per me nel commentare è d'obbligo. Non si possono svelare gli avvenimenti a chi ancora non ha visto questo capolavoro, nel suo genere.
Spero sarete in tanti.
Pollice su da outsider.
Vedere e, magari, rivedere una seconda volta.

david briar  @  17/09/2011 13:41:25
   6 / 10
Un film a suo modo affascinante,con una certa ambiguità(basti pensare al titolo)ma che non è come si poteva sperare.

"False verità"è un film abbastanza coinvolgente,ma c'è un grave problema:la protagonista è un personaggio poco delineato.Non si capisce mai bene come sia veramente,anche alla fine del film non conosciamo a fondo il personaggio.Non aiuta la bellissima Alison Lohman,poco convinta e con la faccia troppo dolce per poter interpretare al meglio i lati più oscuri.
Va meglio per Colin Firth e Kevin Bacon,che danno maggiore spessore ai loro personaggi e si fanno ricordare.
ll difetto del film è che si crea un personaggio(quello della Lohman)al solo scopo di raccontare la storia,senza approfondirlo.Non funziona tanto bene neanche la voce narrante,anche se fa il suo lavoro.

La fotografia è molto bella,anche la regia non è male e mette anche tensione in più di una scena.
La sceneggiatura è meno riuscita,incappa in diversi errori e trova una conclusione scontata.

In conclusione,raggiunge la sufficienza per una certa cura del dettaglio tecnico e qualche riflessione importante,ma poteva essere un grandissimo noir,le premesse c'erano tutte.
Ma almeno,cerca di prendersi i suoi rischi e riesce a essere di più del solito compitino impersonale,di quelli che ultimamente si vedono spesso.Per fortuna,il film ha un'anima rappresentata soprattutto dai due personaggi maschili,più che dalla protagonista..

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  11/06/2010 11:18:24
   7 / 10
Luccicante thriller di Egoyan che convince poco in più punti della sceneggiatura mentre esteticamente l'atmosfera ipnotizzante del regista è sempre quella.
Peccato che la morbosità che si dovrebbe avvertire non riesce ad essere cosi tanta forse anche a causa della fotografia splendente e del prodotto che alla fin fine è più patinato di quello che (forse) dovrebbe essere.
Però alla fine la riflessione di Egoyan sulla verità,sui propri miti e la sua introspezione psicologica sono sempre di fattura originale,grazie anche a Firth e specialmente a Bacon che sono molto bravi. La Lohman è molto carina ma non mi è sembrata proprio adatta,magari mi sbaglio.
Il finale è sorprendente,anche se la storia riesce ad essere prevedibile in troppe sue componenti. Meglio la prima parte che inizia come un noir che la seconda più prevedibile e erotica.

@dry  @  17/05/2010 01:22:13
   7 / 10
Avvincente giallo dagli spunti classici, trainato dal magnetico Bacon e dalla candida bellezza della Lohman, tuttavia avrei gradito un montaggio più selettivo.

gandyovo  @  04/01/2010 17:41:47
   8 / 10
secondo me un grande giallo o noir che lo si voglia definire. un film super consigliato. bello.

paride_86  @  16/09/2009 02:07:13
   6 / 10
"False verità" è un noir che si snoda intorno alle vicende di due ex comici e, in particolare, alla misteriosa morte di una ragazza ritrovata nella loro stanza d'albergo.
La storia, però, è piuttosto confusa e il continuo (e a volte incoerente) intreccio tra passato, presente e finzione non aiuta di certo.
Di questo fiolm rimangono le interpretazioni principali e le bellissime scenografie che spaziano tra gli anni '50 e gli anni '70.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  01/04/2009 20:02:53
   7 / 10
Noir a sfondo erotico sorretto da un buon cast...in particolare Bacon è davvero perfetto!
Forse,pero',in alcuni punti si esagera un po' con l'erotismo che sembra essere al centro del film,l'elemento piu' importante della storia e si tralascia il rapporto con i media che a mio avviso era piu' interessante!
Comunque un buon film

John Carpenter  @  28/03/2009 01:49:59
   7½ / 10
Veramente un grande giallo, con sequenze allucinanti ed emozionanti. Forse il finale è un pò troppo "classico" ma vale assolutamente la pena di vedere! Molto coinvolgente e ti fa tenere le spine dall'inizio alla fine senza stacchi. Bello bello bello.

John.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Andre85  @  13/10/2008 21:42:39
   7½ / 10
confermo i voti precedenti

ottime sequenze girate con intelligenza che intrigano non poco...belle le interpretazioni.

peccato per il doppaiggio della giornalista

calso  @  07/02/2008 10:37:43
   7½ / 10
Film intrigante, che coinvolge pienamente lo spettatore, dando anche un quadro di insieme degli USA e dei media...

AMERICANFREE  @  20/01/2008 20:25:22
   7½ / 10
ottimo film con una trama intrigante!! ottima regia e bravi gli attori da vedere!

Gruppo REDAZIONE Pasionaria  @  09/01/2008 15:41:28
   7½ / 10
Noir sorprendentemente riuscito, equilibrato quanto basta per essere pienamente godibile; ottima la sovrapposizione temporale dei passati anni '50 e dei presenti anni '70 in un gioco d'inrecci non sempre facile da interpretare ma che, per le atmosfere davvero inquietanti, mi ha ricordato il lynchiano Mulholland drive.
Meritevoli di elogio le interpretazioni viscerali di K.Bacon e C. Firth.

2 risposte al commento
Ultima risposta 09/01/2008 17.12.19
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR bellin1  @  07/10/2007 14:26:18
   5 / 10
non mi e' piaciuto.bravino come al solito bacon, mentre fuori ruolo in quella parte Alison Lohman.Troppo lento e contorto per i miei gusti, il film sembra andare a singhiozzi.Discreta la ricostruzione anni 70. Quasi mediocre.
5=

mainoz  @  11/07/2007 09:13:44
   6 / 10
la prima parte del film molto brutta ed incasinata..poi si comincia a capire qualcosa e va meglio..per culminare con un bel finale inatteso..purtroppo, salvo Bacon, il cast non mi ha impressionato (la protagonista è solo bella), inoltre manca la tensione ed è poco fluido..e in alcune scene sembra quasi un film erotico. Film stravagante

Invia una mail all'autore del commento albatros70  @  24/05/2007 23:43:29
   6½ / 10
Parte benissimo e continua a snodarsi ancora meglio, perde però parecchio negli intrecci finali che sono molto banali ed ingiustificati.
Aveva tutte le carte in regola per essere un filmone..........

sweetyy  @  25/01/2007 03:43:53
   4½ / 10
Il film si presenta interessante,elegante,con un cast carino,sopra tutti Kevin Bacon ...diciamo che le prospettive sono eccellenti.
Man mano che il tempo passa mi accorgo che il film è abbastanza lento,vi sono scene di sesso un pò gratuite e la protagonista Alison Lohman..totalmente fuori parte.
Come viene detto anche nel commento precedente la Lohman sembra troppo ragazzina per interpretare la parte della giornalista,più adatta in un film come '' Il genio della truffa''.
Tralasciando questo penso che i vari colpi di scena siano poco efficaci...
Senza fare alcun spoiler accenno soltanto che succede un macello per una caxxata!

bastet1973  @  28/11/2006 10:49:10
   10 / 10
bellissimo e conturbante film con due attori veramente camaleontici ed eccezionali. Mai scontato (va beh magari l'assassino e' un po' ovvio) ma l'intreccio e' veramente accattivante. Ottimi su dvd anche i contenuti speciali.
Plauso anche alla Lohman che però mi spiace dirlo ha il corpo e il viso di una quattordicenne e nonostante il trucco da l'idea di vedere un abuso di minori più che del sesso con una donna adulta!!!
da vedere

benzo24  @  23/09/2006 12:33:04
   9½ / 10
che film! una vera sorpresa. egoyan sfiora il capolavoro con questa falsa verità su jerry lewis e dean martin. Bacon è da oscar.

SANDROO  @  28/08/2006 11:53:11
   7½ / 10
Bel film ragazzi... Ambientazione bellissima, Bacon come ovvio una spanna sopra gli altri... Finale bello. COINVOLGENTE.... Ho una domanda da fare nello spoiler a chi ha visto il film...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

3 risposte al commento
Ultima risposta 29/03/2009 16.06.10
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo REDAZIONE maremare  @  28/08/2006 10:44:54
   6½ / 10
Se nella prima parte il film appare avere tutte le carte in regola per far gridare al capolavoro, con la ricostruzione accurata delle atmosfere e dei personaggi tipici dei migliori noir del passato, nella seconda si perde in una ferraginosa trama gialla, dove l'assassino è sempre lo stesso (probabilmente per un malriuscito gioco intellettualoide di Atom)
Peccato.

Gruppo COLLABORATORI Mr Black  @  23/07/2006 23:08:51
   7 / 10
Troppa carne sul fuoco! Comunque l'interesse rimane sempre vivo. Bravo Bacon.

flo80  @  23/07/2006 12:27:49
   5½ / 10
la trama risulta in parte frastagliata e a tratti noiosa. A volte non sono scontati alcuni passaggi. La ricostruzione perfetta degli anni settanta è un punto a favore del film. La scelta degli attori è azzeccata con il solito Bacon una spalla sopra gli altri. Un grosso difetto è l'insistenza eccessive su continue scene erotiche. Se non si pretende molto è un prodotto passabile.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  21/07/2006 11:22:14
   7½ / 10
Mi e' piaciuto e lo consiglio. l'ho trovato molto curato nella regia nelle scelte tecniche di luci e inquadrature che mutano a seconda del mutare del decennio.
Gli attori sono bravi, mi ha sorpreso Colin Firth su cui non mi ero ancora fatta un'idea di che attore potesse essere, bravo anche Bacon. Credo che se lo si voglia etichettare sia un po' noir e un po' drammatico, bella la scenografia e bell'atmosfera.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  16/07/2006 22:14:10
   7½ / 10
Nella dimensione umana intervengono meccanismi atti a svelare o rimuovere particolari circostanze del passato. L'esilio psicanalitico di Egoyan rischia di cedere il passo al manierismo del noir piu' classico, banalizzando proprio cio' che in un primo tempo era splendidamente emerso. L'exploit da reality-show viene sommerso da un futile agiografismo romanzesco.
Film eticamente barocco senza esserlo realmente, particolarmente anviso a una forma plateale di visione, resta comunque tra le opere piu' interessanti della stagione.
Egoyan esprime anche in questo caso il bisogno dell'umanità di interrogarsi sulle ragioni, ma soprattutto rivelare e rinverdire appunto vere e presunte verità. In questo caso, si muove in un cinema che è già dentro un cinema (il romanzo di una vita, un'improbabile best-seller che non vedrà mai una pubblicazione) e non è affatto antitetico ma complementare alla sconcertante rievocazione del massacro armeno effettuata nel bellissimo "ararat".
Egoyan è autore che insegue il dovere della verità attraverso le immagini, ma ama fin troppo celarsi nell'esperimento letterario, simbolico, persino metaforico.
Eppure "se un tempo accadevano cose terribili, rimanevano avvolte nel mistero, ad alcuni era consentito restare nell'ombra" riviviamo appunto gli anni cinquanta degli scandali, di L.A. Confidential, della vicenda Payola, l'acclamata finzione di un'america che grazie alla "spalla" dell'uno poteva permettersi di amare anche l'altro (l'insopportabile lenny cfr. non Bruce ma quasi). Potevano permettersi di amare un'ubriacone dalle amicizie "sospette" come del resto negli anni di Dean Martin vs. Jerry Lewis , e qualche anno dopo capire gli Stones perchè c'erano i Beatles. Acclamando l'ombra che reclama la propria identità disonesta (finzione= realtà) il pubblico ringraziava l'onesto che camuffava la propria predisposizione al vizio.
L'America che sapeva sdoganare il ribelle immortalando le sue lacrime davanti alla purezza di Alice (metafora della bambina ideale, o gergo inquietante usato per le sostanze illecite, come appunto nel testo citato del famoso hit dei Jefferson Airplane cfr. White Rabbit).
Lewis Carroll e cocaina, morte e resurrezione dell'evento.
Certo non mancano momenti inutilmente abusati, e del resto il codice Lynchiano mal si addice a un'autore solitamente meno "trasversale" come Egoyan: eppure almeno nel primo tempo abbiamo davanti un'opera di valore assoluto, di enfatica bellezza, per quanto troppo indulgente a un glamour che - come i piu' dovrebbero ricordare . si addice più a un testo letterario di genere che a un film come questo. Sembra un po' "confessioni di una mente pericolosa", incompreso e geniale esordio registico di Clooney che già tentava l'azzardo di spodestare l'industria dello spettacolo dalla persuasione occulta della finzione medianica.
Master of puppets mr. Kevin Bacon (ormai assurto dopo "the woodsman" a icona ideale di tutti i piu' grandi degenerati figli di ******* del grande schermo) stritolato dalle maglie del potere (e dei vantaggi che ne trae) oppure ventriloquo di se stesso.
S'agita nel palco come Jerry Lewis o il nostro Toto', ma comunica proprio per questo una profonda amarezza.
Egoyan dunque cattura il noir, esigendo una stilosità fin troppo accentuata.
La fine del gioco determina dunque la fine della "coppia" e dei successi che avevano tanto gioiosamente diviso insieme. La morte di un corpo giustifica la rimozione del desiderio, del gioco sessuale, privando il contesto della propria natura cameratesca.
Maureen viene cremata e le sue "polveri" tramandate ai posteri di un albero, custode di una verità che nessuno conosce.
Rischioso il salto temporale della vicenda: 1972, echi post-beat, una chiccosa afroamericana esibisce un taglio di capelli alla Lola Falana, finisce la rivoluzione globale, nasce la blaxpoitation, e un motivetto alla radio ce lo ricorda. Egoyan perde (volutamente?) il miraggio della piu' grande storia pop mai raccontata, attraverso un colpo di scena finale che chiama in causa gli stessi comprimari.
Eppure intriga: pensiamo a quanta sensualità ammicchi al desiderio di una femminilità finalmente e pericolosamente vincente : un corpo che stavolta sopravvive, che espia le sue colpe giocando con la morale dell'attrazione fatale femminile cfr. chiara deriva hardcore e quasi quasi redime le compiacenti fanciulle del passato.
Ripeto: non un film facile, nè completamente riuscito. Se avessi trovato meno tentazioni a favorire il classicismo di genere, il voto sarebbe stato piu' alto. Eppure a modo suo è un film importante: il racconto generazionale di una sregolatezza che è alla base di un concetto di potere, e la fine miseranda e avvilente dei privilegi del passato

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  11/07/2006 13:14:53
   5 / 10
Mi sembra che il regista voglia più insistere sul lato erotico della vicenda che su quello drammatico. Deludente è il finale, un pò assurdo; per il resto, film senza grosse pretese che ad un 6 potrebbe anche arrivarci.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  11/07/2006 10:38:31
   6½ / 10
Il solitamente bravo Egoyan questa volta non convince ,non dico che stecchi completamente il film ma ci troviamo di fronte ad un lavoro che presenta molti piu' difetti che pregi.
"False verita'" è un film bello dal punto di vista strettamente estetico,che riesce solo parzialmente a calare lo spettatore nelle atmosfere morbose del genere noir.La costruzione dell'intreccio è infatti poco convincente,troppo palese in alcuni punti,molto farraginosa e slegata in altri con il risultato di annoiare.
La rappresentazione dei due protagonisti è efficace,descritti come due uomini virtuosi e generosi in realta' sono esseri ambigui con pochi scrupoli ,dediti al sesso,alle droghe e al raggiungimento del proprio tornaconto con qualsiasi mezzo,una rappresentazione quindi attinente con il mondo dello show-business...Kevin Bacon (soprattutto) e Colin Firth riescono a dare spessore ai propri personaggi,cosa che non riesce ad una bella ma poco convincente Lohman.Eccessivo l'utilizzo della voce narrante,usata in dosi massicce.
Il finale è decisamente buono,la rivelazione del mistero è sicuramente verosimile e sorprendente e cio' risolleva la pellicola dallo status poco edificante di filmetto di genere velocemente dimenticabile.
Un film guardabile ma poco morboso e "sporco" per poter entrare di diritto nella storia del noir,d'altronde gia' la locandina poteva far presagire a tutto cio',molto bella,patinata,ma priva di quell'aura malsana.

Delfina  @  02/06/2006 13:06:51
   7½ / 10
Un film dove predomina, come sempre, la sottile fascinazione della femminilità che Agoyan è così bravo a esprimere in immagini, tanto da farne il filo conduttore dei suoi film.
Sostanzialmente la storia è un giallo. Molto indovinati i personaggi femminili, mentre la vicenda sembra, non so bene perchè, un po' pretestuosa. Sarebbe ottima se raccontasse un episodio reale, ma, così com'è, la storia del duo comico americano maschile sembra un po' campata in aria e poco approfondita.
Ricorda l'atmosfera dei romanzi di Ellroy.

Titto  @  25/05/2006 02:26:26
   6 / 10
Ammetto che il Dolce domani è un prodotto bellissimo, ma Egoyan ha qualcosa che non va in tutti i suoi film e non riesco ad apprezzarlo fino in fondo.
Ho come una certa diffidenza anche se so che non dovrei visto che i suoi film sono sempre ben confezionati e di alto livello, eppure mi ostino a vederlo e a pentirmene appena seduto al cinema.
Boh...

La storia è comunque interessante

pardossi  @  15/05/2006 00:26:43
   7½ / 10
Film dalla trama non molto fluida e immediata ma sicuramente molto accattivante che ti sa tenere fermo davanti lo schermo, ottima scenografia con attori di spessore.

Marmot  @  06/05/2006 20:36:10
   7 / 10
Gli attori sono molto bravi (soprattutto Bacon) e la ricostruzione degli anni '70 è ben fatta; ma il film è forse un po' troppo (vanamente) complicato.

Invia una mail all'autore del commento Andrea Lade  @  30/04/2006 20:49:25
   7½ / 10
Egoyan ci ha dato prova del suo cinema d'alto spessore; i suoi sono film complessi, sia nel significato che nella reale comprensione della trama che si arricchisce di flashback esplicativi non sempre chiarissimi almeno ad un pubblico viziato o poco attento. Non sempre la difficoltà coincide con la qualità del film(anche se per me è vero il contrario), ma anche questa volta i personaggi interpretano più o meno simbolicamente (molto meno che in Exotica) le perversioni sessuali e i vizi dell'essere umano. Mai nulla è giudicato nei suoi film ma solo rappresentato con molta atmosfera e disegnato con una scenografia assolutamente particolare.
Questa volta la colonna sonora lascia un po' a desiderare,ma si è dato vita più che nelle altre opere agli attori, liberi di esprimersi e più caratterizzati dell'atmosfera tipica di Egoyan.
Buon film , giallo molto avvincente e attualissimo, con sottofondo una storia pseudo-omosessuale che dà vita anche ad una serie di speculazioni sul tema.
Unica grave pecca: assenza di una buona colonna sonora.

very  @  24/04/2006 13:59:49
   6½ / 10
molto chic (pure troppo?). bella fotografia. attori non male. belle ragazze. sesso patinatissimo, atmosfera retro -sia nei '50 che nei '70- iper costruita.
e questa suspence che per egoyan è questione di rarefatta ed elegante inquitudine. inquietudine a tratti (brevissimi) alla lynch ma che poi si svela e rivela fino ad arrivare ad un finale, forse un po' tirato, con un vero colpevole.
c'è poco da fare egoyan non mi convince mai fino in fondo.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

giumig  @  24/04/2006 12:55:03
   8½ / 10
Gran bel film, con una fotografia stupenda e una sceneggiatura curata nei minimi dettagli.
La storia è davvero intrigante e non mancano i colpi di scena. Ma la bellezza di questo film va al di la della trama e dei bravissimi attori: c'è qualcosa che ti tiene incollato allo schermo per tutta la durata della pellicola, qualcosa che ti fa entrare letteralmente nel film e in quelle ambientazioni, stile anni '50, che tanto mancano al cinema moderno.

newdirge  @  23/04/2006 08:39:59
   9 / 10
Giudicare un film sulla base di anipatie personali rivolti al cast , trovo che sia davvero molto stupido e cmq vorrei dire al tipo che ha dato sei a questo film, che il suo giudizio è ingiusto...chissa cosa è abituato a vedere. E non solo perche sono un sostenitore di Egoyan del quale condivido estetica e tematiche, ma anche perche trovoquesto film, oggettivamente buono. Per quanto possano non piacere gli attori( anche io titubanti perche troppo famosi) sono innegabilm bravi e nella parte. fotografia eccellente( una goduria per l'occhio), sceneggiatura ben fatta, c'è poco da dire.. location e musiche eccellenti. C'è poi, non so se sono solo io suscettibile al suo fascino, un'atmosfera di angoscia in tutti i suoi film che pervade il film e lo investe totalmente. Film notevole

Invia una mail all'autore del commento logical  @  18/04/2006 01:18:32
   6 / 10
Il film è spudoratamente anni cinquanta e quindi vorrei potere dire tutte quelle cose stupide che si dicevano al cinema quando si andava per divertirsi e commentare questo e quello; primo, la faccia da cane di Kevin Bacon proprio non mi piace, né quando vuole essere simpatico, né quando fa il seduttore narconomane, sembra Jim Carrey con la faccia di legno; e poi non mi piace Colin Firth che sembra il fratello di Christian De Sica e che infatti vive nella tipica casa a nolo sopra Los Angeles tra Vanzina e l'infinito; e non mi piace la tinta di Alison Lohman e la sua arietta petulante da signora omicidi, ma forse è la risposta americana alla LItizzetto e quindi forse è una citazione e non l'ho capita... per il resto tanta bella fotografia, tante ragazze belle dagli occhi azzurri e dalla vita stretta, tanto sesso non orientato alla famiglia, niente tragedie di bambini spariti o di gente che deve 'tornare a casa' assolutamente, un film riposante, tutta la nouvelle vague deve ancora venire, David Lynch fa ancora le medie e noi siamo qui in seconda fila illuminati dalla pellicola e a chiederci 'chi sarà mai l'assassino', 'ooh, ma hai visto che bel vestito che ha lei?', 'ora si baciano, ti dico che si baciano'...

2 risposte al commento
Ultima risposta 25/04/2006 02.06.34
Visualizza / Rispondi al commento
MyName  @  15/04/2006 23:08:59
   6½ / 10
Mi è piaciuto molto. Ho avuto due erezioni. Sceneggiatura astuta e regia sentita. Gli attori sono assolutamente tutti bravi (soprattutto Colin) fotografia fin troppo patinata, ma era scontato fosse così, musica azzeccata. Qualche dialogo troppo noioso. Il mio amico Pierino ha sbadigliato sei volte.

1 risposta al commento
Ultima risposta 23/04/2006 08.42.50
Visualizza / Rispondi al commento
regista  @  14/04/2006 21:56:53
   10 / 10
ch dire solo un capolavoro nato,attori 10,film 10,regia 10,fotografia 10,gebnere 10 che cosa volete avere di più troppo bella la scena quando trovano il cadavere

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

6 risposte al commento
Ultima risposta 16/07/2006 22.25.19
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghierabad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinn
 NEW
bombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandfigli (2020)gli anni piu' belligood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segreti
 NEW
in the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnol'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'immortale (2019)l'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammescherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe grudge (2020)the lodgethey shall not grow old
 HOT
tolo tolouna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivolevo nascondermi

1001013 commenti su 43095 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net